Think different


 

by my-self

03-04-2006, Casamassima (BA)

Le tre leggi dell'informatica

Prima Legge:
un informatico deve proteggere la propria dotazione fisica, psichica, hardware e software, di modo che non ricevano danno, in conseguenza di propri ed altrui atti ed omissioni.

Seconda Legge:
un informatico deve prestare assistenza all’hardware ed al software che abbiano ricevuto danno dagli esseri umani, purché tale assistenza non sia in contrasto con la Prima Legge.

Terza Legge:
un informatico non può recar danno a un essere umano, né può permettere che, a causa del proprio mancato intervento, un essere umano riceva danno, a meno che questo non contrasti con la Prima o la Seconda Legge.
(Pietro D'Addabbo)