Esser volontario della Protezione Civile non vuol dire intervenire solamente in caso           
      
     di 
eventi calamitosi, ma esser portavoce delle tematiche di protezione civile: dalla
     prevenzione ed informazione dei rischi sul proprio territorio. 

   Le ultime catastrofi naturali che hanno colpito la nostra Nazione, hanno portato ad    
      una profonda sensibilizzazione da parte dei nostri concittadini sul ruolo della 
      Protezione Civile sul territorio. 




   Dal 1996 ad oggi il nostro gruppo ha avuto una lenta e continua evoluzione, sino  a
     raggiungere una completa presa di coscienza sul nostro ruolo di Gruppo di 
     Volontariato di Protezione Civile al servizio del cittadino.

  Per operare in modo sempre più efficiente in emergenza, e non solo, ogni volontario
     mette a disposizione il proprio cuore, le proprie capacità, la propria conoscenza e la
     propria  disponibilità.
 
  Ma solo il cuore non basta: per esser all'altezza dei rischi con cui la natura ci mette
     alla prova ad ogni stagione, il nostro gruppo di volontari dev'esser sempre in 
     continuo e costante aggiornamento. 

  Ricordiamo che la Protezione civile non è un corpo scelto, ma un insieme di Forze   
     
(VVFF, Polizia, 118, CRI, 
CC e ANCC
, Polizia Locale e 
Gruppi di VOLONTARIATO di
     P.C.) che concorrono al Soccorso ed al ripristino delle condizioni di normalità dopo 
     eventi Calamitosi.