Comunità di San Martino

Per il momento non c'è ancora una versione italiana del sito web della Comunità di San Martino, quindi ci vuole qualche appunto sul sito della parrocchia.

Sacerdoti e diaconi al servizio della missione e della nuova evangelizzazione

 

La Comunità di San Martino è un'associazione di sacerdoti diocesani e di diaconi che vivono il proprio apostolato in comune al servizio delle diocesi e della Chiesa universale.

Nel 2014 conta oltre 80 sacerdoti e 3 diaconi permanenti. Ci sono anche oltre 80 seminaristi. La casa madre, dopo 17 anni a Genova-Voltri (1976-1993) e 21 anni a Candé-sur-Beuvron, vicino a Blois nella valle della Loira, si trova ormai nella Mayenne, nella città di Evron. La casa madre è anche il luogo della formazione dei seminaristi.

La Comunità fu fondata dal sacerdote francese Jean-François Guérin, a Genova, nel 1976, con l'appoggio dell'arcivescovo dell'epoca Cardinale Giuseppe Siri secondo le inntuizioni del rinnovamento del Concilio Vaticano II.

 

 

Al servizio delle diocesci e della Chiesa universale

La Comunità di San Martino propone i suoi membri per svolgere servizio per i vescovi che desiderano affidarli missioni apostoliche diverse: inanzitutto ministeri parrocchiali, ma anche d'insegnamento come a Genova all'istituto delle scienze religiose e al seminario arcivescovile, presso scuole senza o con residenza, santuari, case per anziani... Essendo al servizio della Chiesa universale, sottolineato per l'attribuzione dello stato di diritto pontificio nel 2000, questo non è riservato alla Francia (benché la maggior parte dei membri sia francese). Ci sono delle comunità in Francia, ma anche in Cuba dal 2006, nella diocesei di Santa Clara dove la diocesi di Genova a anche una missione, a Roma (studenti e presso la santa sede nelle  congregazioni o nel servizio diplomatico). E ovviamente a Genova, nelle nostre parrocchie delal Val Polcevera.

 

Vita comune et mobilità sono i due principali caratteristiche della vita dei membri della comunità. In questo risiede sostanzialmente il charisma proprio della comunità - perché sul piano sacerdotale, non siamo religiosi, siamo sacerdoti diocesani membri di un'associazione che promuove tra l'altro la vita comune dei chierici. Mandati almeno in tre, i sacerdoti e diaconi pregano, vivano e collaborano in una fratellanza spirituale e concreta.


Un po di storia: il fondatore, Mons. Jean-François Guérin

Jean-François Guérin è nato nel 1929 a Loches (vicino a Tours). Venne ordinato sacerdote per la diocesi di Tours il 29/6/1955 dal vescovo Louis-Joseph Gaillard. Diventa allora vicario parrocchiale alla cattedrale di Tours e cappellano dei licei della città. Dopo essersi laureato in diritto canonico all'Istituto cattolico di Parigi,viene nominato delegato generale dell'Oeuvre d'Orient.

Era molto legato alla spiritualità benedittine, ed era oblato dell'abbazia benedittine di Fontgombault, in Francia. Negli anni 1960-1970, svolgendo ministero a Parigi (è cappellano alla basilica del Sacro-Cuore di Montmartre con Mons. Maxime Charles) molti studenti si radunano intorno a lui e alla sua figura di padre. Parecchi lo scelgono allora come padre spirituale, specialmente per il discernimento di una vocazione consacrata (sia maschile che femminile), tantoché oggi sono  numerosi i monaci e le monache, particolarmente nell'ambito benedittino e carmelitano, che furono "i suoi figli".

 

Alle origini della Comunità

Nel 1976, mosso da giovani studenti che sentivano una chiamata al sacerdozio specificamente diocesano (cioè fuori della vita religiosa), decise di lasciare la Francia per la fondazione di una comunità, sotto la paterna vigilanza del Cardinale Giuseppe Siri, arcivescovo di Genova dal 1946 al 1987. Con i primi seminaristi vissero dunque i primi istanti a Voltri, nel convento San Francesco. I primi istanti divennero 17 anni dopo i quali il convento era diventato troppo piccolo per accogliere gli alunni.

Il Cardinale Siri, fino alla sua morte nel 1989, era legato di affetto con il nostro fondatore, esprimandogli la sua profonda stima facendolo prima canonico onorario dell'Immacolata (dove il Cardinale era stato battezzato e al quale era legatissimo), e poi canonico onorario della cattedrale di San Lorenzo. Secondo l'usanza anticha della diocesi, divenne allora "Monsignore" Guérin.

Il ritorno in Francia

Dopo le prime chiamate da vescovi Francesi, premesse di una fiducia che stava crescendo, Mons. Guérin sentì l'importanza di tornare in Francia.

Inoltre, lo spazio libero nel convento di Voltri era diventato scarso. E un certo numero dei primi sacerdoti si erano laureati nelle discipline che vengono insegnate nei seminari (essenzialmente filosofia e teologia).

Le condizioni erano dunque favorevoli quando si presentò l'occasione nel 1993 di acquistare una casa che dipendeva della diocesi vicina di Orleans. La casa madre si trasferì allora lì a Candé-sur-Beuvron, vicino a Blois, diventendo anche casa propria di formazione al sacerdozio.

Fino al 2000 però rimase un'associazione di diritto diocesano dell'arcidiocesi di Genova. Dal 2000, ricevette l'approbazione di nuovi statuti permettendo di diventare di diritto pontificio, sottolineando allora la dimensione universale del ministero da svolgere.

 

Passaggio del testimone

 

Nel 2004, per ragioni di salute, l'abbé Guérin rinuncia alla carica di moderatore generale della Comunità. L'assemblea generale dei preti e diaconi della Comunità sceglie allora il primo sacerdote nella storia della comunità Don Jean-Marie Le Gall (ormai Mons. Jean-Marie Le Gall) per sei anni.

Mons. Guérin morì nella pace del Signore il 21 maggio 2005.

Nel 2010, un nuovo moderatore generale venne eletto per sei anni : Don Paul Préaux, ordinato diacono dal Cardinale Siri nel 1988 e sacerdote dal Cardinale Canestri, a Sant'Erasmo di Voltri, il 4 luglio 1989.

 

La Comunità di San Martino vista da "l'abbé Guérin"

La Comunità di San Martino, nelle sue origini, la sua esistenza, le sue ambizioni, non può essere che il fatto di una pura volontà divina. Alla luce della sua devozione al Cuore di Cristo, con l'aiuto di Maria Immacolata, sua madre, e sotto la bandiera della carità di San Martino, non può essere che l'unione della miseria di ogni singolo membro, messa alla disposizione dell'amore misericordioso di Gesù, unico e sommo sacerdote.

A vista umana, si tratta dunque di una miseria della quale la Chiesa non ha nessun bisogno. Nella fede, dovrebbe essere una sapienza del Figlio, alla gloria del Padre, per il servizio delle anime nella Chiesa.

 

 Mons. Jean-François Guérin, 24 giugno 1993

Cronologia della Comunità



1976 : istallazione di "Monsieur l'Abbé" e dei suoi primi figli spirituali a Voltri, nell'arcidiocesi di Genova.

1979 : il Cardinale Siri riconosce la Comunità di San Martino come pia unione di diritto diocesano. Prime ordinazioni nella comunità : Don Jean-Marie Le Gall e Don Gilles Debay.

1993 : la casa madre si trasferisce a Candé-sur-Beuvron, nella diocesi di Blois, e diventa anche casa di formazione.

2000 : la Santa Sede da alla Comunità lo statuto di associazione pubblica clericale di diritto pontificio.

2004 : dimissioni di Mons. Guérin et elezione di Don Jean-Marie Le Gall come moderatore generale.

2005 : Morte di Mons. Guérin.

2008 : la Congregazione per il Clero da, nel nome del Santo Padre Benedetto XVI, il privilegio al moderatore generale di poter dare l'incardinazione i membri direttamente nell'associazione (e non più ormai nella diocesi di Genova), e la facoltà di chiamare agli ordini sacri gli alunni della sua casa di formazione.

2010 :Dopo il mandato di Mons. Jean-Marie Le Gall, Don Paul Préaux viene eletto moderatore generale della Comunità di San Martino.

2014 : la sede della comunità diventa l'abbazia di Evron.

Per saperne di più, visitare il sito della Comunità di San Martino : http://www.communautesaintmartin.org
Comments