novembre 2016

3/11/2016

Giovane palestinese ucciso a Ramallah
a seguito di presunto attacco col coltello


Ramallah-Quds Press, PIC e Ma’an. Giovedì pomeriggio, un Palestinese è stato ucciso dalle forze israeliane a seguito di un presunto tentativo di accoltellamento di un soldato, nel distretto di Ramallah. Il ministero della Sanità palestinese ha identificato il giovane ucciso come Maen Nasser al-Din Abu Qaraa, 23 anni, di al-Mazraa al-Qibliyaa, nel distretto di Ramallah. Una portavoce dell’esercito israeliano ha dichiarato a Ma’an che un Palestinese “armato di un coltello ha tentato di pugnalare un soldato di guardia a una fermata dell’autobus”, vicino alla colonia illegale di Ofra. La portavoce ha aggiunto che le forze israeliane hanno sparato al Palestinese, uccidendolo. Testimoni locali hanno reso noto che i soldati hanno impedito al personale medico palestinese di arrivare sul posto e prestare soccorso a Qaraa, mentre i medici israeliani lo hanno lasciato morire dissanguato. Le forze israeliane hanno chiuso tutte le entrate e le strade delle cittadine vicine, Silwad e Ein Yabrud, impedendo ai Palestinesi di entrarvi o uscirvi. Qaraa è il 238° Palestinese ucciso dall’esercito e dai coloni israeliani da ottobre del 2015.
http://www.infopal.it/88151-2/


19/11/2016

Giovane palestinese ucciso dai soldati israeliani a Gaza. Altri 2 feriti


Venerdì sera, un giovane palestinese è stato ucciso e altri due feriti dalle pallottole sparate dalle forze israeliane a est del campo profughi di el-Breij, nella Striscia di Gaza centrale. Il dott. Ashraf al-Qidra, portavoce del ministero della Sanità palestinese a Gaza, ha dichiarato che Mohammed Sa’id Abu Saada, 26 anni, è stato ucciso quando i soldati israeliani hanno aperto il fuoco contro i manifestanti gazawi. Altri due uomini sono stati feriti nella stessa area, durante una manifestazione di protesta settimanale contro le violazioni israeliane a Gerusalemme Est e in Cisgiordania. Uno dei feriti è stato colpito in testa da un candelotto lacrimogeno.

http://www.infopal.it/88593-2/

http://nena-news.it/territori-occupati-un-palestinese-ucciso-e-quattro-feriti-nelle-proteste-del-venerdi/


22/11/2016

Soldati israeliani uccidono un palestinese al checkpoint di Qalandiya per presunto “attacco dei coltelli”

Lunedì alle 10,30 circa le forze israeliane hanno sparato a un palestinese, Jihad al-Qaddoumi, 40 anni, uccidendolo, presso il checkpoint di Qalandiya, nel centro della Cisgiordania occupata, fra le città di Ramallah e Gerusalemme. Micky Rosenfeld, portavoce della polizia israeliana, ha riferito a Ma’an che un palestinese ha cercato di accoltellare dei soldati israeliani al checkpoint e che questi hanno sparato al sospetto. La portavoce della polizia Luba al-Samri ha confermato poco dopo che il sospetto era stato ucciso, affermando che “un pedone palestinese si è avvicinato a una guardia di sicurezza con un coltello ed è stato neutralizzato”. Nessun altro ferito è stato riportato e il checkpoint è stato chiuso.

http://www.infopal.it/soldati-israeliani-uccidono-un-palestinese-al-checkpoint-qalandiya-presunto-attacco-dei-coltelli/

I testimoni oculari non hanno confermato la versione ufficiale dichiarando che il palestinese era disarmato

http://www.daysofpalestine.com/news/israeli-troops-murder-palestinian-near-jerusalem/

Il sistema israeliano mente

http://www.presstv.ir/Detail/2016/11/22/494724/Palestine-Israel-Qalandiya-Juma


26/11/2016

La polizia israeliana uccide ragazzino palestinese a Gerusalemme

Venerdì sera, a Gerusalemme, la polizia israeliana ha ucciso un ragazzino palestinese di 16 anni, Mohammed Nabil Salam, con il pretesto dell’attacco con il coltello. Le forze israeliane dislocate al blocco stradale all’entrata del campo profughi di Shufat hanno aperto il fuoco contro il minorenne, uccidendolo all’istante. Il nome dell’adolescente è stato annunciato dagli altoparlanti delle moschee del campo profughi, dove è stato decretato il lutto cittadino. Luba al-Samri, portavoce della polizia israeliana, ha dichiarato che il ragazzino brandiva un coltello e aveva tentato di accoltellare un poliziotto, ma è stato “neutralizzato”, cioè ucciso. Testimoni hanno raccontato che un poliziotto israeliano ha sparato a Salam appena questi è sceso dall’autobus su cui viaggiava, e lo ha lasciato a terra a morire dissanguato. Immediatamente, la polizia ha chiuso la barriera di Shufat e ha bloccato il traffico in entrambe le direzioni. Il numero dei Palestinesi gerosolimitani uccisi dall’inizio dell’Intifada di Gerusalemme, iniziata a ottobre del 2015, è salito a 58.

http://www.infopal.it/la-polizia-israeliana-uccide-ragazzino-palestinese-a-gerusalemme/











Comments