mostre

Segnalaci una mostra: parallelo.palestina@gmail.com


 WINDOWS FROM GAZA 
Le opere pittoriche del collettivo "Shababik" di Gaza
Info: 060608

 LA PALESTINA DELLA CONVIVENZA 
Mostra sulla storia dei Palestinesi dal 1880 al 1948 illustrata da immagini d'epoca.
E’ suddivisa in quattro capitoli argomentati come di seguito elencato, per un totale di 27
pannelli.seguito elencato, per un totale di 27 pannelli.
Info: 329 7480908

 SHOOTS ON THE WALL 
Frammenti di Palestina storie e scatti dell’occupazione. L’esposizione, che raccoglie fotografie scattate durante un viaggio in Israele e Palestina, vuole raccontare le storie delle persone che i giovani fotografi hanno incontrato durante la loro esperienza, piccoli racconti di vita che possono essere visti come una storia collettiva. La mostra, prevalentemente fotografica, spazia tra diversi generi: dal paesaggio al ritratto, dalla street alla fotografia di reportage ma prevede anche video e installazioni.
«Nell'agosto del 2010 Handala Project in collaborazione con Casa per la Pace di Milano, ha promosso il primo viaggio di conoscenza in Israele e Palestina, rivolto a giovani tra i 18 e 30 anni. “Sho(o)ts on the Wall” restituisce dei frammenti di quello che i partecipanti hanno visto e vissuto, certi di non mostrare la complessità della situazione, ma desiderosi di attirare lo sguardo su scatti e storie che non hanno voce».

 I BAMBINI DISEGNANO IL CONFLITTO – TESTIMONIANZE, GAZA 

Stampe dei disegni realizzati da bambini della striscia di Gaza sulle loro esperienze traumatiche, e fotografie con brevi pensieri o racconti di bambini a commento

Info:  se.mario@libero.it  328.5808769


 IL 1948 NON E' FINITO 

La mostra osserva un'intera popolazione sfollata, de-culturalizzata, brutalizzata e impoverita, il diritto fondamentale alla libertà e alla terra negato da Israele, la Potenza occupante, la parte forte del conflitto, che continua ad occupare e colonizzare ulteriormente anche il 22% del paese che i palestinesi desiderano rivendicare come loro.

Info: parallelo.palestina@gmail.com


 TERRA SPEZZATA. IMMAGINI DALLA PALESTINA  

Foto e testi di Paolo Cuttitta. La mostra è stata già ospitata presso la Facoltà di Scienze Politiche dell’Università di Palermo. Appunti fotografici raccolti nel luglio 2009. Il diario di viaggio è qui: http://www.globalproject.info/it/mondi/Palestina-Appunti-di-viaggio/1781). Molte delle fotografie sono online: ttp://www.flickr.com/photos/paolo_cuttitta. Mappe dell’ARIJ (Applied Research Institute Jerusalem) di Betlemme (http://www.arij.org/).

Info: paolocuttitta@tiscali.it


  TO JERUSALEM 

Fotografie a cura di Romano Farina e Marco Errico.
"To Jerusalem non è solo foto di viaggio verso uno dei luoghi più sacri della terra; è il racconto del viaggio più sacro che ognuno di noi fa: La vita.
Dalla crescita personale... alla scoperta di orizzonti che si aprono in noi stessi, a prescindere da barriere e condizionamenti. Il tutto per arrivare alla consapevolezza, alla capacità di decidere...seguire il gregge o uscirne..."(RF)

Info: kito.foto@gmail.com


 PER NON FAR FINTA DI NON SAPERE   

Reportage dai campi profughi palestinesi in Libano. Cinquanta fotografie, un DVD con circa 100 immagini in slide show accompagnate da una colonna sonora, conducono il visitatore all’interno dei campi profughi e testimoniano le condizioni dei palestinesi in Libano: circa 400.000 suddivisi in 12 campi, ai quali sono precluse 73 professioni ed è persino limitata l’iscrizione all’università. Gli occhi dei giovani e degli anziani raccontano molte più storie di quanto potrebbero fare le parole. Dall’impero ottomano al mandato britannico, dalla grande rivolta araba fino alla scomparsa della Palestina. https://www.facebook.com/media/set/?set=a.274053872636976.61444.267220956653601&type=1
Un’anteprima della mostra è visitabile sul sito: www.photographers.it/free/maja
Oppure sulla pagina di face book: http://www.facebook.com/pages/Fabio-Cappelli/267220956653601 

Info: 339.7043419 majafotoegrafica@gmail.com


 CRAWLING TO PALESTINE 

Fotografie di Khalil Fadel, membro della "Federazione Libanese della Gioventù democratica" relative all’anniversario della NAKBA, 15 maggio 2011, nella cittadina Libanese di Maroun al Ras, quando centinaia di profughi palestinesi hanno tentato di attraversare il confine per tornare alle proprie case. 70 FOTO formato A4 con commento di Angela Lano e Dario Rossi.
Info: parallelo.palestina@gmail.com
 WOMEN THROUGH MY LENS 
Fatima Abbadi, fotografa italo giordana palestinese, raccoglie la sfida di sorprendere la realtà nel suo svolgersi, sottraendo da essa i momenti, i “quadri” depositari di uno spontaneo valore compositivo ed emblematico; mostra di aver appreso quell’inclinazione allusiva, quella profondità che consentono all’immagine fotografica di accedere ad “ambienti” di significato più ampi rispetto alla sua specifica narrazione.

 L'OMBRA DELLA GUERRA IN PALESTINA 
Esposta in anteprima nella sala polifunzionale della Libreria Mondatori dal 13 al 27 febbraio e in seguito anche presso l’Acsal - Alessandria
info: in attesa di definizione

 NON PIU' MURI 
La mia mostra, composta da 40 pannelli 50x70, è sempre a disposizione di chiunque voglia allestirla. Per brevi distanze la porto io, sempre senza costi di noleggio o trasporto, per distanze più lunghe in qualche modo ci si accorda, ma i costi cominciano a incidere. Crearla, stampandone le foto e le didascalie, spesso costa meno che trasportarla. Ed è TUA!

 PALESTINA: ALLE RADICI DEL DRAMMA 
26 pannelli  70x100  foto inedite dei villaggi distrutti tratte dal testo di Walid Khalidi
ALL THAT REMAINS"- The Palestinian Villages Occupied and Depopulated by Israel in 1948
Autore Gilberto Gilberti

 NAKBA 
La Nakba (Catastrofe) nel 1948 ha dato l'avvio alla diaspora palestinese, alla questione dei rifugiati, e alla privazione di terra, diritti e nazione per un'intero popolo. La mostra è ricca di immagini e informazioni approfondite tratte dai migliori resoconti degli storici più qualificati, utilizzabile per conferenze, mostre e nelle scuole. I pannelli hanno un formato 50 x 70, e possono essere richiesti telefonando al numero 3492540321 (Alessandra). Associazione di Amicizia Italia Palestina.
info: italia.palestina@tiscalinet.it 

 RACCONTI DI UN VIAGGIO 
Palestinesi: scene di vita quotidiana di un popolo che vive sotto occupazione.
Enzo Apicella, Angela Galia, Gabriella Gallo, Cristina Micalusi
info: Maria Gabriella Gallo - tel. 06 57339625 - mariagabriella.gallo@uniroma3.it 

 WORK FOR HOPE 
Il fotorporter Alessandro Gandolfi ci aiuta a cogliere il senso del lavoro umanitario nei Territori Palestinesi occupati: portare speranza alla popolazione civile, a coloro che maggiormente soffrono le conseguenze di decenni di conflitto e occupazione.
info: ?????????????????????????? 

 ORIENTALISMI PARALLELI 
Una mostra fotografica di Fatima Abbadi, fotografa Italo-Giordana Palestinese, che da qualche anno porta avanti lo studio della storia della fotografia nel Medio-Oriente, sua terra di origine e di cui, per tanti anni, ha fatto parte tentando di raccontare la bellezza dell’uomo nel suo ambiente. Affascinata dal fenomeno dell’Orientalismo e dall’amore per le sue origini, cerca di dare una sana ed autentica visione fotografica, spesso distorta dai media.

 IMMAGINI DI RESISTENZA  
Gaza, immagini di resistenza" la vita la resistenza della popolazione palestinese attraverso le immagini di NIDAL ALWAHIDI - See more at: http://www.palestinarossa.it/?q=it/content/event/mostra-fotografica-gaza-immagini-di-resistenza-la-vita-la-resistenza-della-popolazione#sthash.V4xsNERb.dpuf
Gaza, la vita, la resistenza della popolazione palestinese attraverso le immagini di NIDAL ALWAHIDI. 40 scatti di un fotoreporter in prima linea, che immortalano la sofferenza, la vita quotidiana,la resistenza con ogni mezzo all'occupazione della loro terra, La Palestina.
NIDAL ALWAHIDI è un giovane fotoreporter che vive nella striscia di Gaza, territorio della Palestina storica da 67 anni sotto occupazione militare dalle truppe e dai coloni israelo-sionisti, che stanno attuando un genocidio con orrendi massacri e la pulizia etnica,che NIDAL DOCUMENTA QUOTIDIANAMENTE CON LE SUE FOTO ECCEZIONALI.
l'autore delle foto per tre volte ha ricevuto un no dal consolato italiano a Gerusalemme a visitare il nostro paese e presenziare LE SUE MOSTRE.
Comments