FRONTIERE APERTE PER GAZA

https://www.youtube.com/watch?v=joA3GQubveg#t=68

Lettera aperta

Il 27 giugno, ed ancora PRIMA dell’inizio della escalation e dell’ attacco massiccio del 7 Luglio da parte di Israele, avevamo inviato la lettera aperta qui ripresentata, “La Palestina è sotto attacco”, firmata da circa 200 associazioni, comunità e persone.

Chiedevamo che l’Europa mettesse urgentemente in atto gli accordi di sorveglianza della frontiera per cui esiste già dal 2005 l’appropriato strumento Europeo, la EUBAM (European border surveillance at Rafa) e promuovendo con forza l’apertura e riadattamento del porto di Gaza. Nella prima settimana, le firme di associazioni e persone sono diventate quasi 700, segno che molti capivano cosa stava per succedere. Non abbiamo ottenuto risposte al nostro allarme ed alla richiesta da nessuno dei parlamentari italiani; la segreteria di Stato vaticana ci ha inviato una cortese lettera di solidarietà riferendosi all’appello rivolto dal Papa a favore della pace in Terra Santa al termine della preghiera dell’Angelus di domenica 13 luglio.

Oggi, 2 Agosto, abbiamo deciso di chiedere la condivisione e l’azione dei Sindaci e nel far questo abbiamo deciso di aggiungere qualcosa a questa lettera aperta.
Le nostre preoccupazioni del 27 giugno erano fondate, incluse le considerazioni sulle false “ragioni” per gli attacchi in West Bank e gli iniziali bombardamenti su Gaza, un rapimento che non era imputabile ad Hamas, come ora è accettato.
Quello che non potevamo immaginare però è che si uccidessero con omicidi mirati anche bambini, che si distruggessero con pretesti, mai verificatisi veri, ospedali e università.

Era inimmaginabile che interi quartieri di abitazioni civili venissero distrutti con pochi minuti di preavviso, quando pure il preavviso è stato dato, con la scusa di distruggere dall’interno di Gaza una rete di tunnel che, facilmente scavati nel terreno sabbioso (come già avveniva quando Gaza era assediata da Alessandro Magno nel 335 a.C.), hanno assicurato la sopravvivenza dei gazawi durante questo nuovo lungo assedio, e la cui distruzione è impossibile. Più realisticamente, come insegnano gli egiziani che lo hanno fatto in modo efficientissimo, avrebbe un senso distruggerne le uscite in territorio israeliano. Sostenere per più di due settimane che la missione è distruggere i tunnel dall’interno di Gaza è solo un’ennesima provocazione ed una messa alla prova, ben riuscita, dell’idiozia degli alleati, una falsità ad uso di propaganda. Infatti oggi è stato dichiarato che nonostante la distruzione sia finita (sic) Israele continuerà le azioni di guerra.

Non potevamo immaginare che si sarebbe sentito ripetere che l’esercito israeliano è il più morale del mondo, è altamente tecnologico, sa bene a chi spara e non attacca MAI intenzionalmente civili e men che mai bambini. Nonostante ciò sembra che l’80% o più di vittime siano civili, e siano stati, insieme al 1.800.000 abitanti, tutti “scudi umani”, e la che colpa sia loro se Israele li ha massacrati nel sonno, in casa, o di Hamas che gioca a nascondino e mette armi nei rifugi dell’Unrwa, nei parchi giochi, sotto gli ospedali, anche sotto l’Università e i Centri per disabili, sotto e dentro troppe (80) Moschee e persino Chiese distrutte, ed in TUTTE le case di Sulhaja, Rafah, Kanyunes, addirittura nei contenitori di riserva di carburante e nel motore della centrale elettrica, nell’unico mattatoio e nei depuratori degli scarichi urbani di Gaza.

Crediamo che con questo elenco abbiamo solo alluso alla morte indiscriminata di un popolo, non solo le vittime individuali di questi giorni, i morti e feriti gravi, ma quelli che ad essi sopravviveranno, e che non avranno altro da fare che accettare il cibo e la elettricità e l’acqua dalle mani dei carnefici diretti e indiretti, tra cui gli stati europei che armano, privilegiano economicamente, nelle alleanze militari e nella ricerca e sviluppo, Israele. E tutti i paesi arabi che hanno abbandonato Gaza o addirittura ne hanno favorito il massacro.
Forse la vera missione israeliana a Gaza è la promessa fatta nel novembre 2012: “Vi ridurremo al medio evo; solo allora ci sarà una pace di 30 anni”.

Una missione cosi “indicibile” e contraria a tutte le convenzioni e leggi internazionali, ma che corrisponde bene al fatto che la giustificazione ufficiale dell’attacco continua a cambiare: punizione di Hamas per un rapimento che non ha fatto, punizione di Hamas per una risposta agli attacchi israeliani con missili, che all’inizio non erano lanciati da Hamas ma da altre fazioni, distruzione delle armi di Hamas, distruzione dei tunnel di Hamas (o di Alessandro il Grande?), e da ieri punizione di Hamas perchè ha preso un soldato prigioniero (ma Hamas invece di rivendicarlo lo nega), fino a quella odierna che dice che smetteranno quando lo riterranno opportuno.... ma non sarà mica che Hamas è una SCUSA per un genocidio desiderato, gestito anche con gli alleati e programmato e che la propaganda del nemico “buono “ verso i bambini, studiata a tavolino e pubblicata in un fascicolo, non serva che a mettere le mani avanti e buttare fumo negli occhi della pubblica opinione?

E che viene presa per buona anche da quelli che dovrebbero sapere meglio e di più, quelli che si astengono alle mozioni di condanna all’ONU, ma piangono e piangono, ma solo “umanitariamente”, i bambini. Gli stessi che si esprimono in mozioni ed appelli, ma non fanno quello che possono e devono fare, in quanto rappresentanti parlamentari, per preservare la libertà ed autonomia del popolo palestinese, con semplici azioni reali, vincolanti e concrete, per fare un passo dopo l’altro, per aiutarlo ad esistere libero.
Più che mai oggi, col crescere della crisi umanitaria a Gaza, l’apertura della frontiera con L’Egitto diviene essenziale, ed è un dovere per l’Europa onorare gli accordi già presi.


Lettera alle Istituzioni,
ai Parlamentari Italiani ed in Europa,
al Presidente dello Stato
e al Presidente del Governo Italiano
al Papa,
alle Chiese Cattolica e Valdese
ed agli Imam Mussulmani in Italia


Inviata il 27 giugno 2014
firmata da 600 tra persone e gruppi, associazioni, al 5 Luglio


Questa lettera aperta vi raggiunge in un momento in cui l’Italia assume una responsabilità in Europa e nel momento in cui, l’Europa ha la possibilità di attuare interventi virtuosi che liberino Gaza dal blocco completo a cui è sottoposta, mettendo in atto gli accordi di sorveglianza della frontiera per cui esiste già dal 2005 l’appropriato strumento Europeo, la EUBAM (European border surveillance at Rafa) e promuovendo con forza l’apertura e riadattamento del porto di Gaza come via marittima di commercio e traffici, anche questo un progetto Europeo approvato e finanziato nel 2000 e mai portato a termine.
Anche solo implementare questi progetti già approvati ”automaticamente”
renderebbe possibile la comunicazione tra le due parti della Palestina, la libera circolazione, dei ministri, delle persone, delle merci tra le due parti dello Stato Palestinese e rappresenterebbe una linea vitale per crescere nella sua autonomia economica e dignità.
Il forte sostegno che le Fedi hanno per la risoluzione pacifica dei conflitti
fa si che porgiamo anche ai rappresentanti di queste la nostra richiesta di
attenzione continua e sostegno per un popolo che soffre e va sostenuto nel difendersi da continue aggressioni e punizioni collettive nel modo più costruttivo possibile, sostenendolo nella possibilità di essere liberato dalla occupazione, frammentazione e blocco.
...
Perché diventi un tema centrale per l’Italia, l’Europa e che l’attenzione delle Fedi non si spenga.


per firmare mandate una mail a
palestinasottoattacco@outlook.it

english version

inviata al Papa e risposta


con preghiera di diffusione:

https://www.facebook.com/events/1482427088667062/?context=create&source=49#



La Palestina non solo è sotto attacco militare, il che preoccupa moltissimo per le vite dei palestinesi e la ulteriore perdite delle loro strutture.

La Palestina è sotto attacco da parte di Israele nella sua resistenza come realtà autonoma.

La Palestina è sotto attacco allo scopo di dimostrare la sua “impossibilità di esistenza”. Nel momento della riconciliazione tra le fazioni che governano nella Cisgiordania e a Gaza, un tentativo di unificare il territorio politico della Palestina, di trovare un’ autorappresentazione politica presso l’ONU, di liberare Gaza dall’assedio (reso ancor più insostenibile dal blocco alla circolazione di persone e beni da parte dell’Egitto di Sissi), di reclamare la illegalità della detenzione ed abduzione amministrativa di prigionieri e di difendere il territorio in Gerusalemme e nella Cisgiordania, di sviluppare una autonomia economica, Israele dispiega attacchi militari con forze di terra e uso spropositato della forza verso i civili nella Cisgiordania, con più di 400 detenzioni amministrative, infinite malversazioni a Gerusalemme e bombardamenti e sconfinamenti a Gaza. Questa operazione dello stato Israeliano, battezzata “guardiani dei nostri fratelli “ è “giustificata” dalla scomparsa di 3 giovani riservisti Israeliani in territorio sotto completo controllo Israeliano in Cisgiordania. Non c’è prova di chi abbia collaborato alla sparizione, non rivendicata da alcuna fazione Palestinese. In qualsiasi paese civile una sparizione è un caso di polizia investigativa e non la ragione per imprigionamenti di massa su base politica, di invasione e permanenza in migliaia di abitazioni di civili, dell’abbattimento di case, degli omicidi di persone disarmate, di bombardamenti su zone del territorio Palestinese sotto blocco e fuori e da quella in cui la scomparsa è avvenuta. Questa operazione non è altro che una operazione, probabilmente preordinata, di punizione collettiva per i Palestinesi nel momento in cui hanno raggiunto un accordo politico e si presentano come stato nella comunità internazionale. Serve per annientare fisicamente una fazione-partito (Hamas) e richiedere la resa dell’altra fazione-partito (Fatha), protagoniste precedentemente del dissenso interno che aveva creato due governi separati in Gaza ed in Cisgiordania. Serve ad imporre con la forza la opposizione del governo Israeliano alla riconciliazione nazionale Palestinese. E’ un’ operazione la cui entità e sviluppo si può pensare che continuino ad accrescersi nel livello e con la violenza. In Cisgiordania le uccisioni, la invasione da parte delle forze di terra con carri armati, i sorvoli di F16, le violente invasioni delle case, gli arresti indiscriminati di civili, il ri-arresto di prigionieri liberati, la nutrizione forzata di quelli in sciopero della fame, la mano libera lasciata alla violenza dei coloni, si accompagnano ai bombardamenti quotidiani su Gaza, all’attacco ai suoi pescatori, al sorvolo con F16, che ben ricordano l’inizio degli attacchi del 2008 e del 2012. Vogliamo essere vicini ai Palestinesi che ne sono vittime, e che si sono impegnati come attori nel difficile processo di costruire una unità nazionale, e diciamo al nostro Governo ed a quello Europeo che ci opponiamo alla loro connivenza con Israele e speriamo di rompere il silenzio che regna sulle aggressioni in corso. Il silenzio e/o la connivenza della comunità internazionale è la luce verde che Israele aspetta per imporre sul terreno col la paura e l’esercito la sua richiesta all’Autorità Nazionale di Ramallah di rompere l’accordo di riunificazione.

E’ un lasciapassare per continuare la illegale detenzione amministrativa e le vessazioni sui prigionieri, per continuare il blocco di Gaza e la politica di insediamenti e vessazioni in Cisgiordania e Gerusalemme.

Temiamo che sia anche la luce verde per realizzare vecchie e nuove minacce su Gaza: ” vi ridurremo al medio evo”, “la prossima volta vi attaccheremo in modo che non avrete il tempo di rispondere” (dopo il novembre 2012) e per tutta la Palestina: “elimineremo tutto il verde (Hamas ha bandiere verdi) dalla regione”.

I palestinesi stanno resistendo uniti – ma l'immagine della gente in solidarietà proveniente da tutto il mondo, in piedi accanto a loro, sarà incoraggiante e darà forza al popolo palestinese, nella sua lotta contro un occupante crudele.

Per sostenere il popolo palestinese sotto attacco, anche il silenzio dei Governi e della Istituzioni Europee deve finire ed il messaggio delle Chiese deve giungere limpido e chiaro.

*Chiediamo che i rappresentanti delle Istituzioni Italiane e quelle Europee si facciano responsabili in tutte le sedi della sicurezza e dello sviluppo della nazione e dello stato Palestinese riunificato, secondo le leggi internazionali.*

*Che nelle sedi internazionali queste si schierino per l’ autonomia dello Stato Palestinese e contro la occupazione della Cisgiordania e la continua espansione degli insediamenti Israeliani, per la liberazione dal blocco di terra e mare di Gaza, per la fine della detenzione amministrativa dei Palestinesi e loro abduzione in Israele, per uno statuto chiaro e condiviso per Gerusalemme.*

*Chiediamo che i governi Europei mettano in campo finalmente sanzioni economiche per Israele che continua a non rispettare la legislazione internazionale, le risoluzioni ONU e la convenzione di Ginevra.*

*Chiediamo ai rappresentanti delle religioni che si pronuncino contro i crimini verso la umanità e le persone che Israele compie con impunità verso il popolo Palestinese e diffondano la loro solidarietà verso le sofferenze di un popolo interno.*

Prime adesioni:
(16)
Appello per i Bambini di Gaza, Genova
Associazione Amicizia Sardegna Palestina
Associazione Senza Paura di Genova
Associazione NWRG
Associazione Surgery for Children
Casa per la Pace Milano
Comitato NO M 346 a Israele
CVP-Comitato varesino per la Palestina
Forum Palestina
Invicta Palestina
Pacifisti e pacifiste dell'ora in silenzio per la pace di Genova
Parallelo Palestina
Pax Christi, Campagna Ponti e non Muri
Salaam ragazzi dell'olivo-comitato di Milano - onlus
UCOII, Direzione Nazionale dell’European Muslim Network- Italia
Comitato BDS campano  

(21)
Alice Colombi
Andrea Balduzzi- Genova
Andrea Sbarbaro- Genova
Angelo Baracca- Firenze
Angelo Cifatte - Genova
Angelo Stefanini- Bologna
Claudia Petrucci - Genova
Dario Rossi - Genova
Filippo Bianchetti -Varese
Franco Camandona - Genova
Gabriella Grasso-Milano
Hamza Roberto Piccardo
Ireo Bono-Imperia
Luisella Valeri - Genova
Mariagiulia Agnoletto- Milano
Marina Rui - Genova
Miranda Vallero- Rapallo
Mirko Rozzi
Paola Manduca
Raffaella Del Deo
Tiziano Cardosi- Firenze
Ugo Giannangeli -Milano      

(151)
Abdel Razzaq T, Abdullah Tchina, Abu Hareth, Abu Iyad, Abu Somaya, Adel Mo Aburawwa, Adel Sheikh Bo, Alleanza Islamica, Amaoui, Amar Mamache, Arbib Rahal, Arch. Sbai Y, Asfa M, Associazione Alpi, Associazione Islamica Imam Mahdi, Atef Abu Mosaab, Atef Abu Mosaab To, Ayman Alsabagh, Baraa Alobaidi, Basha Mohammed, Belkaid Ahmad, Biellagmi, Bouchaib Sabouri, Cascina Gobba, Celal Koyncij, Celal Koyuncij, Centri Islamico Imola, Centro Islamico Assalam, Centro Islamico Castel Franco, Centro Islamico Cultura Iran, Centro Islamico Gavardo, Centro Islamico Lecco, Centro Islamico Milano Coreis, Centro Islamico Milano Istituto Culturale, Centro Islamico Milano Segrate, Centro Islamico Modena Acis, Centro Islamico Napoli, Centro Islamico Napoli 2, Centro Islamico Novi Ligure, Centro Islamico Parma, Centro Islamico Parma, Centro Islamico Piacenza, Centro Islamico Pisa Qaisi Adnan, Centro Islamico Ravena, Centro Islamico Reggio Emilia Casa Cultura Islamica, Centro Islamico Rho Scuola Moussa, Centro Islamico Rimini, Centro Islamico S.G. In Fiore Cesena, Centro Islamico Savona, Centro Islamico Sesto S.G., Centro Islamico Teramo, Centro Islamico Trento, Centro Islamico Trieste, Centro Islamico Udine, Centro Islamico Varese, Centro Islamico Verona, Centro Islamico Vicenza Attawba, Chaib Aosta, Comunità Dei Musulmani Della Liguria, Comunità Islamica Corigliano, Davide Piccardo, Dhafer Pu, Dr. Ashraf Almoty, Dr. Said, El Hlimi Mohammad, El Wardi Legnano, Elfakharany Hassan, Elhamdi Sayyed, Elkbir, Fabio Bilal, Fouad Bard, Fouad Monza, Gamal Moustafa, Geometra Gallo Amin, Halissy Hassan, Hamdi Vr, Hamid Al Khartawi Gallarate, Hamid Gallarate, Hamid Hachicha, Hammad Mahammad, Hamza Piccardo, Hassan Fari, Hermi Elhosni, Hocine Bouchemal, Hussen Castel Franco, Ibrahem Amir Younes, Ibrahim Dauod, Imam Italia, Ing. Mohammad Elhajj, Jamal.J, Karim Modena, Khounati Aziz, La Speranza Cremona, Layachi Kamel, Lina.Koudsi, Maher Kabakebbji, Mahjoub, Mahmoud Asfa, Majhoudi, Makhdar Tn, Malih Dabas, Masjed Al Huda Roma, Masud Vr, Mbarek Fari, Mechergui Ridha Tareq, Mekdad J Roma, Moez Samti, Mohamed Ibrahim, Mohamed Nour Dachan, Mohammad Ali An, Mohammad Bach, Mohammad Fousfos, Mohammad Khalil, Mohammad To Abu Khaled, Mohammas Danova, Mohsen Chemingui, Moschea Biella, Moschea Brescia, Moscheabs, Mostafa Rajawi, Mskhilef Messaoud, Mufid Abu Toq, Mustapha El Hor, Nour Eddine, Nureddine Roma, Omalhareth, On.Alfredo Maiolese, Osama Murshed, Osama Zahi, Saber Mohamed, Safraoui Mohammad, Said Amori, Saleh Abu Amir Bg, Salwa Awad, Sami Trabelsi, Samir Roma, Samir Venezia, Selim Fuad, Sh Ashraf, Sh Sami Roma, Sh.Nabil Bg, Sheikh Amin Bs, Sheikh Anwar Vr, Sheikh Najib Albared, Shwaima Ali, Skheikh Abdel Aziz, Souheir Katkhouda, Tareq M, Yaser Assal Mi, Youri Labrini, Zahoor Ahmad Zargar, المسابقة الوطنية الإيطالية للقرءان الكريم‎        

Firme successive:
(251)

Adalgisa Ledda

Adele Del

Adolfo Sehnert

Agnese Manca

Alberto Brebra

Alberto Panaro

Alejandro Horowicz Argentino

Alessandra Cappelli

Alessandra Catsicas

Alessandra Montesanto

Alessandra Tete'

Alfio Nicotra

Amalia Alfano Roma

Ana Lourdes De Hériz

Andrea De Lotto

Andrea Sbarbaro

Andrea Serafini

Angela Bernardini

Angela Ginatempo

Angelo Baracca, Firenze

Angelo Cifatte

Anita Sonego

Anna Maria Savoia

Anna Mendo

Anna Pietroselli

Annalisa Frisina Padova

Annamaria Bianchini

Annamaria Tulipano

Annunziata Manna

Annunziatina Manca

Antonella Valentini

Antonello Boassa

Antonello Timpone

Antonio Chirico

Antonio Formisano

Antonio Massimo Cristaldi

Antonio Monetti

Antonio Porru

Ariella Rossi

Associazione Amicizia Italo Palestinese Onlus

Associazione Per I Diritti Umani

Associazione Salaam Olivo, Vicenza

Axel Fontana

Barbara Del Gaiso

Bds Campania

Beatriz Bianconi

Biagio Della Malva Bolzano

Bruna Barizza

Bruna Cuccaro

Bruno Monhurel

Camillo Boni

Carla Biavati

Carla Bosisio

Carla Razzano

Carlo Cali

Carlo Prussiani

Carmelina Mirarchi

Carolina Crippa

Caterina Dinca

Cesira Taranto

Consolata Batzella

Corrado Paduano

Crescenzo Crispino

Cristina Stan

Daniela Di Rosa

Daniela Masserini

Daniela Scordino

Daniela Scrittrice

Daniele Ferrarin

Dario Peruzzi

Davide Caselli

Diego Siragusa

Donatella Ciammola

Donatella Donati

Donatella Terranova

Doriano Belladelli

Elena Caracozza

Elena Taurino

Elio Borri

Elsa Drucaroff, Argentina

Elsa Verlicchi

Emanuela Bussolati

Emilio Valter Florian

Ernesto Barberini

Ester Lillo

Fabio Ragaini

Fernanda Sorrento

Filippo Bernabei

Flavia Lepre

Franca Santucci

Francesca Accetta

Francesca Molinaro

Francesca Putzolu

Francesco Andreini

Franco Boni Milano

Franco Camandona

Franco Ricci

Gabriele Baldin

Gagni Liela Milano

Geremy Adp

Gianfranco Damiani

Gianluca Alfieri

Gianluca Barbuto

Gianluigi Adami

Gianni Guasto

Gilda Valenza Maggi

Giorgia Borsese

Giorgio Forti

Giorgio Salvia

Giovanna Cuoco

Giovanna Rollero

Giovanni De Rosa

Giulia Carosella

Giulia Napolitano

Giuliana Benedettini

Giuseppa Gennaro

Giuseppe Barrovecchio

Giuseppe Damo

Giuseppe Leonangeli

Giuseppe Spinelli

Giuseppe Zambon

Grazia Parolari

Greta Garozzo

Guido Gelli

Iacopo Este

Ilaria Amendola

Ileana Sturaro

Ines Roversi

Ireo Bono Savona

Ivan Bettin

Joseph Halevi

Laura Carla Beltrame

Laura Dafne

Leo Barbi

Lia Barberini

Lidia Campagnano

Liliana Zampella

Lina Miano

Linda Mercaldo

Linda Sorbilli

Lorenza Federici

Lorenza Lollo Gualandri

Luca Del Beato

Luciana Boghese

Luciana Discanno

Luciano Scaramuzza

Lucio Onofrio

Lucy Ladikoff

Luigi Cagnazzo

Luigi Previati

Luigi Tusino

Maddalena Lo Fiego

Mahmud Hamad

Marcella Masperi

Marco Turci

Margherita Raineri Genova

Maria Auer

Maria Carla Confalonieri

Maria De Pandis

Maria Esposito

Maria Grazia Campari

Maria Pia Cavaliere

Maria Rita Pirastu

Mariangela Kimana

Mariella Setzu – Cagliari

Marina Balduzzi

Marina Ghiringhelli

Marina Magnabosco

Marina Perelli

Mario Badino Aosta

Mario Dal Gesso

Mario Pepi

Marisa Giunta

Massimo Arrigoni

Maurizio Mazzetto

Mauro Comendù

Michele Lafortezza

Mirca Garuti

Miria Pergetti

Miriam Gagliardi - Vicenza

Miriam Graziosi

Miriam Marino

Monica Gobatto

Moreno Mo

Nadia Aversano

Nadia Schavecher

Nadine Rosa Rosso, Francia

Nanni Floris

Nelly Rima

Oana Avasiloae

Olga Bertaina

Ornella Discanno

Orsetta Arnò Frateschi

Paola Branca

Paola Gnoli

Paola Slaviero

Paola Voltolina

Patrizia Farronato

Patrizia Pierdomenico

Pdci Milano

Pia Scambelluri

Pier Luigi Barberini

Piera Fulvi

Piero Leodi

Raffaela Langiu

Renato Stammelluti

Riccardo Bella Milano

Roberto Cirignano

Roberto Faustini

Roberto Sacco

Rocco Busacco

Rosanna Crocini

Santo Bertino

Sara Degli Agostini

Sara Marconato

Scintilla Vegana

Silva Grossi

Silvia Caddeo

Silvia Giujusa

Silvia Petreri

Silvia Regano

Silvio Cinque

Simona Barberini

Simone Tizi

Stefania Griccioli

Stefania Tuveri

Stefania Verderi

Stefano Luca Pastore

Stefano Quatrosi

Stefano Torrisi

Stefano Ziccardi

Tamara Di Domenicantonio

Tiziano Cardosi

Tiziano Colnaghi

Toni Pellicane

Tullio Bonatti

Tzeggai Correri Tekeste

Unitiperlapalestina

Valentino Morandini

Valeria Scordino

Valeria Stera

Valeria Strada

Valerio Maraviglia

Vanna Scorcucchi

Vilma Cremonesi

Vincenzo Pezzino

Vincenzo Sgaramella

Virginia Perfetti

Vito Introna

Vittorio Agnoletto

Xhino Sollaku


(49)
Alberto Scrinzi – Milano
Alessandra Durante
Alessandra Fava
Alessandro De Nardi
Angela Giglio (Cormano, Italia)
Annalucia Messina
Annamaria Tamburri
Anton Giulio Lotti
Antonello Boassa
Cassinotti Antonello
Catullo Nalin
Comitato di solidarietà con il Popolo Palestinese di Torino
Cristiana Cavagna - Torino
Cristina Soler Crespo – Valencia - España
Dominique Ballereau
Eliana Caramelli (Venezia)
Erminia Murchio – Bari
Ettore Zerbino - medico psichiatra - Roma
Francesca Riolo (Gruppo Unitiperlapalestina) - Roma
Gaetano Colantuono - storico - Bari
Giovanna Luciano – Lecco
Giovanni Santangelo - Pisa Gisa Legatti
Giuseppe Ponsetti - Torino
Graziella Mariani
Laura Guazzone - Roma
Laura Montanari Roma
Maddalena Bertelà
Marcella Saddi
Maria Teresa Bartolomei
Mariapaola Spanò
Mario Alvisi
Massimo Turella
Milli Martinelli
Norina Vitali – Milano
Orazio Gerosa
Paola Merlo – Torino
Piero Colombo – Milano
Pietro Danise – Milano
Quinto Max
Raffaella Manzo - Milano
Renata Ilari – insegnante – Roma
Riccardo Bovolenta - Ozzano Emilia (BO)
Rosangela Cingottini
Rosemary Galli
Silvia Celiberti
Susanna Casali
Tommaso Chiti
Vincenza Podo

(162)
Adriana Monni
Adriana Sabbatini - Tarquinia - Viterbo
Adriano Licini - Bergamo - Bergamo
Aldo Mella - Alice Castello - Vercelli
Alessandro Di Manzano - Frascati - Roma
Alessandro Minetti - Campo Ligure - Genova
Alvaro Fedeli
Amira Rais - Vignanello - Viterbo
Andrea Barone - Albairate - Milano
Andrea Olla - Cagliari - Cagliari
Angela Di terlizzi - Milano
Angela Gandolfi - Lecco
Angela Giglio Cormano - Milano
Anna Barletta Salerno - Salerno
Anna Biagini Macerata - Macerata
Anna Manunza - Monserrato - Cagliari
Anna maria Colombu
Anna Pietroselli - Filottrano - Ancona
Antonella Busia - Ollastra - Oristano
Antonella Luongo - Avellino - Avellino
Antonello Boassa
Avra Schirone - Viterbo
Beppe Fenocchio - Albaretto della Torre - Cuneo
Bianca Scalera
Bruna Terenzi
Bruno flavio Martingano - Quartucciu - Cagliari
Bryan Niro
Carmela Ieroianni
Carmen Cappozzo - Thiene - Vicenza
Carmen Chiozzi - Novate Milanese - Milano
Caterina Socci - Falconara Marittima - Ancona
Cecilia Peruch - Vittorio Veneto - Treviso
Chiara Casella - Cerignale - Piacenza
Chicca Cacace
Claudia Ciancaglioni
Corrado Furno
Cristina Marselli - Bassano Romano - Viterbo
Daniela Scano
Daniela Trudu - Quartu Sant'Elena - Cagliari
Daniela Zaddei - Casaprota - Rieti
Daniella Ambrosino
Dario Colombo - Lecco
Dario Natali - Fiumicino - Roma
Diego Agazzi - Dalmine - Bergamo
Dominique Le Bourhis - Armungia - Cagliari
Donatella Carpintieri
Dora Lasaridu Bibbiena - Arezzo
Elena Forni - Baldissero d'Alba - Cuneo
Elena Menini - San Giovanni Lupatoto - Verona
Elio Giacobini - Cosenza
Elisa Desi - Almese - Torino
Ercole Ongaro - Lodi
Fabio Perretta
Fabio Trabalza - Roma
Fausta Onnis Pimentel - Cagliari
Federica Luciani - Ancarano - Teramo
Ferdinando Mei - Tarvisio - Udine
Franca Bolla - Cuneo - Baldissero d'Alba
Francesco Meloni
Franco Floris - Borore - Nuoro
Gabriella Bernieri - Milano
Gemma Jeva - Legnano - Milano
Gianna Altana - Settimo Torinese - Torino
Gianna Bertoli - Invorio - Novara
Gianna Elvio Mocellin Beraldin
Gianni Mascia
Giornalaia Memma - Porto Torres - Sassari
Giovanna Cecala
Giovanna Ceselli - Corridonia - Macerata
Giovanna Piazza - Nave - Brescia
Giovanni Bonifazi - Scandicci - Firenze
Giovanni Olivero - Barolo - Cuneo
Giovanni Pugliesi - Villa San Giovanni - Reggio Calabria
Gisella Rossi - Manciano - Grosseto
Giulia Napolitano
Giuliana Ortolan - Montegrotto Terme - Padova
Giuliano Boggian - Milano
Giuseppe Canestro - Palermo
Giusi Dessi'
Ibrahim Jammoul
Irene Crobu - Aidomaggiore - Oristano
Karin Allerding
Lanni Giovanni - Cartoceto - Pesaro e Urbino
Laura Bianchi
Laura Gobbo
Laura Padoan
Laura Veneri - Bigarello - Mantova
Lauretana Cotini - Alice Castello - Vercelli
Letizia Cresti Signa - Firenze
Liana Monfardini - Assago - Milano
Loredana Barbanera - Falconara Marittima - Ancona
Loredana Mantovan - Garbagna Novarese - Novara
Lucia Dughetti - Empoli - Firenze
Lucia Lioi - Carnago - Varese
Luciano Perinu - Carbonia - Carbonia - Iglesias
Luisa Villa - Milano
Madia Lovecchio - Monopoli - Bari
Marcello Massaro - Galatina - Lecce
Marco Memeo - Quartu Sant'Elena - Cagliari
Margherita Granero
Margherita Raineri
Maria Cristina Chiulli Laterza - Taranto
Maria Loche
Maria Luisa Lixi
Maria Stano - Binetto - Bari
Maria Teresa Germano
Marialuisa Tibaldi - Alba - Cuneo
Mariella Allemano
Mariolina Meiorin - Udine
Marisa Nobile
Massimo Fabrizi
Massimo Piscopo - Napoli
Massimo Vicentini - Bogliasco - Genova
Matteo Giordano - Manfredonia - Foggia
Matteo Pionni - Cassolnovo - Pavia
Maurizio Magnani
Maurizio Pansini - Santa Margherita Ligure - Genova
Michele D'agostino - Cecina - Livorno
Milena Valli - Sondrio
Mimma Visone - Cardito - Napoli
Miriam Anna Del Biondo - L'Aquila - L'Aquila
Mkbrix Westhamilton
Nilde Arcangeli - Cannara - Perugia
Paola Lori
Paola Pittavino
Pasquale Cataldo
Patrizia Garbin - San Remo - Imperia
Piergiorgio Petroni
Rete no war Roma
Rete radié resh Associazione
Roberta Brescia - Binetto - Bari
Roberto Manunza
Roberto Penna - Canale Monterano - Roma
Rocco Bitetta - Milano
Rosa Frongia
Rosa Pellegrino
Rose Gai
Rossella Meloni
Rossi Augusta Albiolo - Como
Sandra Calderini
Silvia Genta
Silvio Mencarelli
Simona Barberini - Canale Monterano - Roma
Simona Ferri - Poviglio - Reggio Emilia
Simona Ruocco
Simona Sagitta
Simona Varni - Viareggio - Lucca
Simone Volpe - Rovigo
Sonia Lenti - Ventimiglia - Imperia
Sonia Sapienza - Siracusa
Stefania Pavese - Ronco Scrivia - Genova
Stefano Luzi - Cannara - Perugia
Trizio Elio
Umberto Gillio
Valerio Bertozzi
Vàturu Sayli - Cagliari
Veri Fanari
Vincenza Sacco - Cagnano Varano - Foggia
Violetta Tonolli - Milano
Vittoria Gaudino - Caserta
Yessica Colombi

(32)
Alessia Denise - Ferrara
Andrea Pellegrini - Fidenza (Pr)
Annunziata Manna 
Associazione Italia-Nicaragua - Lecco
Associazione Restiamo Umani con Vik
Assopace Palestina - Venezia

Candida Scatà - Milano 
Carlotta Nonnis Marzano – Bari
Caterina Di Francesco - Curtatone (MN)
Cesira Taranto - Civitella San Paolo Rm 
Chiara Pistocchi - Eth Zurich - Institute of Agricultural Sciences (IAS) 
Daniela Restelli
Daniela Rosati 
Dino Barberini - Civitella San Paolo Rm
Elena Berlanda 
Ernesto Barberini - Civitella San Paolo Rm
Franca Bastianello - Venezia 
Giorgio Forti - (Rete Eco)
Giorgio Tonon 
Lia Barberini - Civitella San Paolo Rm 
Luciano Muhlbauer 
Marco Mina – Genova 
Maria Andreotti – Lecco 
Maria Letizia Pipitone
Maria Vinciguerra 
Mariangela Moffa
Mariuccia Buttironi 
Massimo Dalla Giovanna, Genova
Patrizia Grazioli 
Roberto Faustini - Civitella San Paolo Rm
Serenella Preda
Susanna Sinigaglia - Rete Eco (Ebrei Contro l'occupazione), Milano

(20)
Annalisa Maffei
Antonia Renzullo
Cini Graziano Fano Pu
Lina Risi
Marialuisa Favazzi
Martina Esposito
Nello Sebastiano Cosenza
Paolo Bertagnolli
Patrizia Marino
Renato Palaia
Roberto Mazza
Roberto Mazza
Sabiana Dal Borgo
Sarah Harnafi
Valerio Gennaro - Medici Per L’ambiente (ISDE, Genova)
Viridiana Cosenza
Coletti Giuseppe Usb
Mirella Trizio Assistente Sociale Milano
Patrizia Marzo
Rossana Palladino

(29)
Adriana Bellone
Alessia Gabelassi
Anna Cerutti
Anna Luridiana
Annunziata Manna
Artemio Ceresa
Bruno Giordano
Celeste Del Vecchio
Claudia Burzomato
Comunità Cristiana Oregina Di Base Di Genova
Daniela La Commare-Broni (PV)
Federica Gallus
Francesco Zanchini
Giorgio Forti, Membro Di Eco
Giuseppe Coscione
Giuseppe Talanas
Laura Montanari
Laura Scappaticci Arpino (FR)
Marco Mina - Genova
Martina Orefice
Matteo Spinelli – Monza
Michelotto Gianni
Miranda Ralli
Monica Musri-Roma
Paolo Cortigiani, Genova
Paolo Sanvito
Tarcisio Alessandrini
Tea Cernigoi
V. Luisi

per aderire inviare una mail a:
palestinasottoattacco@outlook.it
Pagine secondarie (3): Commenti english inviata al Papa
Comments