Home Page

Le guerre, le annessioni de iure e de facto e l'occupazione prolungata hanno frammentato il popolo palestinese in più regioni geografiche amministrate da una serie di corpus di leggi tra loro distinti, che il rapporto definisce “regimi giuridici” (“domains”), nei quali i palestinesi sono trattati diversamente, condividendo però l'oppressione razziale che deriva dal regime di apartheid.
Tale frammentazione opera al fine di rendere stabile il dominio razziale sui palestinesi da parte del regime israeliano e di minare la volontà e la capacità del popolo palestinese di organizzare una resistenza unitaria ed efficace.

https://parallelopalestina.wixsite.com/eventi/1-giugno?fbclid=IwAR2W8BhNXhZBQLBkaqlkWhWa9oZQ5TVRzXlegXzCwUxdc6gpLaM3vGH6qyY

https://www.facebook.com/events/629129857571151/

Al seguente link potete ascoltare gli interventi del convegno:

Critiche da "Il Giornale" al Convegno

http://www.ilgiornale.it/news/milano/simbolo-comune-sullevento-anti-israele-sala-ritiri-e-spieghi-1703528.html

http://www.ilgiornale.it/news/milano/comune-vicino-all-intifada-suo-simbolo-contro-israele-1703522.html


Contestata l'iniziativa dalle destre in Consiglio Comunale di Milano attraverso l'intervento del consigliere Forte. Replicano i consiglieri Basilio Rizzo e Paolo Limonta.

Link della seduta e i tempi per ascoltare gli interventi:

http://milano.videoassemblea.it/

Seduta pubblica di Giovedí 30/05/2019 - h 16:00

[17:00] FORTE MATTEO

[17:06] RIZZO BASILIO

[17:32] LIMONTA PAOLO


L'ira di Barenboim: Israele è uno stato razzista che pratica apartheid

https://giornaledellospettacolo.globalist.it/musica/2018/07/23/l-ira-di-barenboim-israele-e-uno-stato-razzista-che-pratica-apartheid-2028365.html

---------------------------------------------------------------------------------------------------------------

- storie dal medio oriente -


Parallelo Palestina vuole parlare di diritti umani e di pace basandosi
sul rispetto del diritto internazionale.

Parallelo Palestina vuole avvicinarsi ai processi socioeconomici e
culturali che investono il Medio Oriente, per capire i conflitti,
vedere le problematiche e entrare in contatto con le persone, grazie a
incontri, dibattiti, film, presentazioni ed eventi.

Parallelo Palestina vuole avere un orientamento internazionale,
progressista, antirazzista, e impegnarsi nella diffusione di informazioni,
di analisi critiche della società, anche del conflitto
israelo-palestinese e non solo.

Parallelo Palestina vuole promuovere la piena integrazione sociale
individuale e collettiva, economica, politica, la parità di genere, la
libertà e la democrazia, rifiutando la separazione, la discriminazione,
i luoghi comuni e le facili verità.

Il programma di lavoro di Parallelo Palestina si sviluppa dalla
consapevolezza che le lotte locali devono essere praticamente e
analiticamente situate nel quadro di lotta della giustizia globale.

Vogliamo aprire gli occhi perché esiste un mondo parallelo ai
proclama, alle bombe, ai muri, ai proiettili, all’ignoranza e
all’odio. Esistono persone pronte a sostenerlo. Esistono speranze.
Vieni ad incontrarle.