Benvenuti nel 'Palazzetto Centro Storico' 

UNITA' AMMOBILIATE AD USO TURISTICO
 
Nel centro storico di Belluno disponiamo di due bilocali al primo piano e 
di un appartamento di cinque vani al secondo piano in un palazzetto cinquecentesco.

 Nel cuore del Parco Naturale delle Dolomiti Bellunesi, Belluno è la città per eccellenza delle Dolomiti (il 70% delle Dolomiti è presente nel territorio bellunese), dichiarate dall’Unesco patrimonio dell’Umanità nel 2009. La sua posizione nel cuore della Valbelluna, circondata dalle maestose vette delle Dolomiti, incantò i Celti che la chiamarono "Belo-dunum", collina splendente.

Adagiata su un piccolo promontorio alla confluenza tra il torrente Ardo e il fiume Piave, Belluno è una città preziosa, immersa in un panorama di rara bellezza, con le sue piazze, le vecchie fontane e palazzi in stile veneziano, le sue strade medievali e rinascimentali. Come scrisse il giornalista e scrittore bellunese Dino Buzzati “…l'incanto di Belluno e della sua valle è dato dall'incontro fra il mondo di Venezia con il marchio delle sue architetture inconfondibili e il mondo del Nord, con le montagne misteriose, i lunghi inverni, le favole” .

Belluno è stabilmente al vertice di tutte le classifiche relative alla qualità della vita e dell'ambiente.

Su Piazza del Duomo si affacciano bellissimi palazzi  come il Palazzo dei Rettori, il Palazzo di Giustizia, il Vescovado vecchio, e il Palazzo Rosso.  

Spicca anche la Cattedrale barocca con il campanile dalla caratteristica forma a cipolla e la cupola sormontata dall'angelo che la tradizione ha attribuito ad Andrea Brustolon, famoso scultore e "figlio" illustre di questa città. Percorrendo le vie tracciate dall'antico decumano di impronta romana si giunge alla barocca Chiesa di San Pietro, scrigno di opere di artisti come Andrea Schiavone e Sebastiano Ricci, oltre alle due celebri pale del Brustolon, la "Morte di San Francesco" e la "Crocifissione". Merita infine una visita il cinquecentesco Palazzo Crepadona, oggi sede di mostre.
A tutto ciò si aggiungono natura (è sede del
Parco naturale delle Dolomiti Bellunesi), alpinismo e sci, e una gastronomia tipica, semplice, poco elaborata, essenziale ma non povera; da assaggiare i fagioli di Lamon IGP (indicazione geografica protetta) e il pastin, un impasto di salsiccia non insaccato e arricchito di spezie ed aromi, generalmente cotto in padella o sulla griglia e a forma di polpetta schiacciata. Altra specialità bellunese è lo schiz, un formaggio fresco realizzato dalla cagliata del latte appena munto, da gustare con la polenta.

Sull'alpe del Nevegal si trova un comprensorio sciistico con piste da sci alpino e sci nordico, che  coprono una lunghezza di 40 chilometri: dalla cosiddetta Coca (e la pista illuminata Coca Bassa) alla difficile Erte, dalla ampia Lieta alla ripida Grava fino alla partenza con la seggiovia di Col Canil, la Toront, la Busa de Camp al lungo rientro sul piazzale del Nevegal, passando per le tre Faverghere. Per lo sci da fondo sono disponibili piste per 10 chilometri. Non mancano 3 itinerari dedicati alla pratica dello sci alpinismo.

Il territorio di Belluno è attraversato da una sola linea ferroviaria, la Padova-Calalzo, che garantisce i collegamenti con le città di Feltre, Montebelluna, Castelfranco Veneto, Padova. Grazie alla linea ferroviaria Ponte nelle Alpi-Conegliano sono raggiungibili con un collegamento diretto anche le città di Vittorio Veneto e Conegliano. La stazione di Belluno si trova a 5 minuti a piedi dal centro città.

Per chi arriva in auto sono disponibili 3 parcheggi a pagamento ( Lambioi, via Caffi e Stazione), tutti facilmente raggiungibili e vicinissimi al centro, in particolare il parcheggio di Lambioi, dotato di  scale mobili che arrivano direttamente in piazza Duomo.