Rassegne Nazionali


CONCERTO FINALE

RASSEGNA NAZIONALE “G.F. FUGAZZA 2015”

Stradella, 29/11/2015

Stradella (PV) - Il Teatro Sociale di Stradella ha ospitato lo scorso 29 novembre la serata finale di una significativa rassegna musicale nazionale, promossa dall'associazione Nuovo C.D.M.I. (Centro Didattico Musicale Italiano) di Castelfidardo, sotto la direzione artistica del M° Alessandro Mugnoz.

Non si è trattato di un "qualsiasi" concerto a conclusione di un percorso, ma di un evento d'eccezione, concepito per ricordare ed omaggiare GianFelice Fugazza (1922-2007), uno dei più rappresentativi didatti italiani del secolo scorso, legato in particolare alla fisarmonica e all'elettronica musicale, settori nei quali crediamo abbia lasciato dei segni indelebili.

Divisa in due parti ed articolata su un “intermezzo”, l'iniziativa ha visto la partecipazione di giovani fisarmonicisti, talenti provenienti da varie regioni italiane, selezionati dalla rassegna; sfilando sul palco del bellissimo teatro hanno offerto alcune musiche originali per fisarmonica del compositore omaggiato: lo Scherzo per 4 fisarmoniche, Proverbio cinese (da “Pierino si diverte”), alcune danze da “Atlante musicale” e dei brani caratteristici ed evocativi, come Danza di gnomi, L'aquilone, Danza di fantasmi, Mascherata, Mosaico espagnol.

Ecco i nomi dei giovani protagonisti: Davide Giacomelli, Antonio Disabato, Giancarlo Calabria, Mattia Lecchi, Patrizio Castelli, Giorgia Comelli, Carlo Sampaolesi, Vittorio Tauro, Michele Marenco. La scuola più rappresentata è stata quella del conservatorio “G. Verdi” di Milano, diretta dal M° Sergio Scappini. Protagonista del sorprendente intermezzo, la fisarmonica “liturgica” della Dallapè (1943), appena restaurata e pronta a nuova vita, con la quale Michele Marenco & friend hanno interpretato il Preludio e fuga dello stesso Fugazza. Da rimarcare che il prestigioso strumento fu co-progettato proprio dal musicista pavese che lo suonò davanti all'allora Papa Pio XII e che fu impiegato per comporre i suoi primi lavori fisarmonicistici.

Nell'occasione è stato presentato il CD “Felice Fugazza” prodotto dal conservatorio di Milano – in collaborazione con il Nuovo C.D.M.I. e le ditte “Bugari” di Castelfidardo e “Stocco” di Stradella – disco contenente molte delle composizioni per fisarmonica sola del musicista.

Importante anche il contributo degli ospiti d'onore intervenuti: Michele Bracciali, Augusto Comminesi, Massimo Pitzianti e Sergio Scappini, i quali in quartetto hanno deliziato il pubblico con originali e creativi arrangiamenti da note musiche di J.S. Bach, Lennon - Mc Cartney, P. Conte, G. D'Anzi.

Un evento speciale che ha degnamente e doverosamente ricordato – alla presenza della moglie e della figlia – un personaggio davvero notevole, come musicista ma anche come uomo; uno dei più importanti che il mondo fisarmonicistico possa vantare in assoluto.





RASSEGNA NAZIONALE "FERRARI TRECATE 2014


La rassegna dedicata a Ferrari Trecate lascia una traccia concreta: il cd monografico di prossima pubblicazione Nuovo Cdmi, la riscoperta del passato per nobilitare il futuro.









CASTELFIDARDO - Un nome forse poco altisonante ma una traccia artistica importante, riportata alla luce dall’accurato lavoro di ricerca del nuovo Centro Didattico Musicale Italiano. La serata conclusiva della rassegna nazionale dedicata a Luigi Ferrari Trecate, ha pienamente rispecchiato lo spirito di un’associazione che si pone a riferimento del mondo musicale per l’aggiornamento e la creazione di programmi didattici, collegando sapientemente passato e futuro tramite la riscoperta di musicisti e repertori che meritano una valorizzazione. A Ferrari Trecate, di cui ricorre il 130° anniversario della nascita (originario di Alessandria) e il 50° della morte, si deve infatti una vasta produzione operistica, cameristica e corale. Direttore del Conservatorio di Parma, fu uno dei più importanti organisti concertisti del suo tempo, già titolare presso la Basilica della Santa Casa di Loreto e altre prestigiose cattedrali, nonché “giurato” nel trofeo mondiale della fisarmonica nel 1963. Anche se alcuni suoi brani possono apparire non immediati ad un primo ascolto, fu un musicista fondamentalmente legato alla tradizione, ma sempre con una sua cifra stilistica personale e con vivaci pennellate di modernità e freschezza. La rassegna ideata dal maestro Alessandro Mugnoz svoltasi presso l’Auditorium Binci grazie all’ospitalità della civica scuola di musica “Soprani”, ne ha mirabilmente fatto apprezzare le varie anime attraverso le interpretazioni dei talenti ammessi alla finale.














L’organista Lorenzo Antinori ha infatti permesso di ascoltarne alcune composizioni per organo, i giovani fisarmonicisti locali Gloria Nobili e Carlo Sampaolesi e il maestro Marco Franconi hanno fatto vibrare il mantice al suono delle composizioni originali per lo strumento di cui Ferrari Trecate esaltò, collaborando con l’indimenticato maestro Gervasio Marcosignori, le peculiari risorse tecniche. La grandezza dell’operista è stata poi evocata dall’esecuzione di alcune tra le sue numerose liriche per voce e pianoforte grazie al mezzosoprano Edy Bigotto e al soprano Margherita Hibel, mentre la vasta produzione di musica da camera è stata esaltata dal flauto di Daniele Ravaioli e dall’esibizione di un ospite d’onore di prestigio, il pianista Lorenzo Di Bella, già assurto alla ribalta internazionale con la medaglia d'oro a Horowitz di Kiev, unico italiano ad aver vinto un concorso pianistico in una nazione dell'ex Unione Sovietica.E se le “autorità” intervenute, Moreno Giannattasio e Francesco Visentin, presidenti della scuola “Soprani” e del nuovo Cdmi, hanno lodato il fermento culturale e ribadito l’importanza di eventi di tal genere che permettono a giovani di provare le loro abilità prima di scalare mete ancor più elevate, il segno lasciato da questa quarta edizione sarà tangibile: le esibizioni sono state registrate dal vivo per confluire in un cd monografico di prossima pubblicazione come già accaduto per le rassegne tributo ad Adamo Volpi, Bio Boccosi e Gorni Kramer.




SERATA FINALE della RASSEGNA NAZIONALE “GORNI KRAMER” 2013

Sabato 30 novembre si è svolto a Rivarolo Mantovano un significativo evento: il concerto finale della Rassegna Nazionale “Gorni Kramer” 2013, organizzata dall’associazione Nuovo C.D.M.I. (Centro Didattico Musicale Italiano) – sede centrale di Castelfidardo – in collaborazione con la locale Amministrazione comunale e la Fondazione Sanguanini Rivarolo Onlus.
















La manifestazione, ospitata nella Sala polivalente della città natale di Kramer, ha riscosso un lusinghiero successo e ha visto la partecipazione di giovani solisti fisarmonicisti ed ensemble provenienti da varie regioni italiane: dalla Sicilia alla Lombardia; i protagonisti della serata erano stati precedentemente selezionati da una apposita e qualificata commissione giudicatrice.

Il concerto, alla presenza delle autorità cittadine e delle due figlie di Kramer, Teresa e Laura, ha dato la possibilità di apprezzare, oltre a brani piuttosto noti del musicista mantovano (come: Un bacio a mezzanotte, Pippo non lo sa, Carovana negra), diversi pezzi originali ed arrangiamenti per fisarmonica del Maestro, di raro ascolto o sostanzialmente dimenticati. Composizioni, molte delle quali composte negli anni ’30 e ’40, dove il particolare stile krameriano – ricco di “umori swing” – fa subito ricordare quei temi, così caratteristici e accattivanti, delle molte commedie musicali composte dal famoso musicista in collaborazione con gli altrettanto celebri Garinei e Giovannini. Opere che hanno certamente segnato un’epoca: ovvero quegli anni ’50 contraddistinti dal boom economico italiano... E non è un caso che la musica di Kramer, così allegra e capace di esprimere la gioia di vivere, abbia fatto da vera e propria colonna sonora proprio a quel fortunato periodo storico.

La riuscita serata ha però permesso di apprezzare anche nuovi e attuali arrangiamenti, su musiche e motivi dello stesso Kramer (è questa una delle caratteristiche più importanti della Rassegna: ricordare il passato, la memoria storica, ma anche guardare avanti…); da segnalare quindi gli arrangiamenti: “Non ti scordar…” di Andrea Guicciardi, proposto dalla Piccola Orchestra Nuvolari (10 fisarm., pianoforte, basso e batteria – tutti studenti del Conservatorio di Mantova) diretta dal M° Mario Milani; “Omaggio a Kramer”, una sorta di Suite su celebri temi krameriani, composta da Enzo Veddov ed eseguita dal sestetto costituito dal fisarmonicista solista Athos Donini e da 5 sassofoni (provenienti tutti dal Conservatorio di Pesaro); infine il brillante “Texas” per fisarmonica solista, scritto e interpretato dal siciliano Antonino De Luca, recentemente laureatosi presso l’Istituto AFAM “Pergolesi” di Ancona, al quale è stato assegnato anche un concerto-premio, come previsto dal regolamento della Rassegna.

Da ricordare gli altri solisti, protagonisti del concerto: la giovanissima Debora Moriconi (del livello base), poi Giorgia Antonini, Matteo Bolocci, Sara Pallotta, Edoardo Dominici e Carlo Sampaolesi (del livello intermedio), infine i rappresentanti del livello avanzato/superiore: Andrea Bernardini, Marco Franconi Ronchetti, Mario Giuliano Romeo, Michele Toppo e Luigino Pallotta.


Le due scuole più rappresentate sono state quelle dei Maestri Renzo Tomassetti di Castel Ritaldi (PG) ed Alessandro Mugnoz di Loreto (AN). Degno di nota – e altro “fiore all’occhiello” della Rassegna – il fatto che il concerto sia stato interamente registrato per la successiva produzione di un CD monografico live (“La musica di Gorni Kramer”), che conterrà le migliori esecuzioni della serata: ulteriore premio promozionale per i talenti partecipanti e significativa testimonianza, per ricordare degnamente un grande musicista italiano nel primo centenario della nascita.




CONCERTO FINALE della RASSEGNA NAZIONALE "Bio BOCCOSI" 2012


Sabato 24 novembre 2012, alle ore 21,00, presso il Teatro Sperimentale “L. Arena” di Ancona (via Redipuglia, 59) si è svolto il Concerto finale della “Rassegna musicale Nazionale”, organizzata dall’associazione Nuovo C.D.M.I. (Centro Didattico Musicale Italiano) che si prefigge, di anno in anno, di ricordare un musicista distintosi in particolare per l’attività didattica.

Per il 2012 la manifestazione è stata intitolata al musicista anconetano Bio Boccosi, nel centenario della nascita. Rivolta a giovani (e meno giovani) musicisti, strumentisti e compositori – selezionati da una qualificata commissione giudicatrice composta dai maestri: Emanuele Spantaconi (Presidente), Isacco Comandini, Filippo Moretti, Sergio Scappini, Francesco Visentin – alla rassegna hanno partecipato decine di concorrenti provenienti da varie regioni italiane: dal Trentino alla Sicilia.

Quest’anno sono state presentate 25 composizioni di Boccosi, alcune delle quali sono state eseguite in prima esecuzione assoluta.

Presentati da Terenzio Montesi nella serata finale hanno sfilato sul palco dello Sperimentale giovani talentuosi strumentisti – pianisti, fisarmonicisti ed ensemble – e gli ospiti: Mariella Guazzaroni, Claudia Menghi (pianiste) ed il gruppo Concertino “Burro e Salvia”.

Sono stati premiati con attestato, medaglia artistica e buoni acquisto, offerti dalla casa editrice Berben, i vincitori di ogni categoria. In particolare è stato segnalato dalla giuria il lavoro presentato dal M° Ivano Battiston (Movida, per ensemble di fisarmoniche), vincitore nella sezione Compositori, ed i giovani fisarmonicisti Michele Toppo e Marco Franconi, vincitori anche di concerti-premio.

L’intero concerto è stato registrato (live) per la prevista produzione di un CD monografico sulla musica di Bio Boccosi, contenente le migliori interpretazioni, quale ulteriore premio per i partecipanti ed efficace testimonianza dell’evento.

La finalità della manifestazione è stata dunque duplice: ha promosso i talenti (soprattutto giovani) e la memoria storico-musicale, mediante la valorizzazione di un versatile musicista (Boccosi), già cittadino onorario di varie città (Ancona, Osimo, Castelfidardo, S. Maria Nuova e Recoaro Terme), il quale – attraverso una poliedrica attività di: didatta, pianista, direttore d’orchestra, compositore, editore, pubblicista ed operatore musicale – ha contribuito notevolmente all’evoluzione della cultura musicale, ed in particolare fisarmonicistica, a livello internazionale.

Visti i successi delle Rassegne sin qui svolte - “Adamo Volpi 2011” e “Bio Boccosi 2012” -, l’Associazione NuovoCDMI sta già sviluppando un nuovo appuntamento per il 2013: la Rassegna Nazionale “Gorni Kramer”, nel centenario della nascita, che si svolgerà a Rivarolo Mantovano (MN), paese natale del musicista.




RASSEGNA MUSICALE NAZIONALE "Adamo VOLPI" 2011


La Rassegna, dedicata nel 2011 al musicista cremonese, ma loretano d'adozione, Adamo Volpi nel centenario della nascita, si prefigge due scopi principali: promuovere la cultura (e in particolare la didattica) musicale, specie presso le giovani generazioni e ricordare - annualmente ed in modo concreto - quei musicisti la cui globale attività abbia contemplato, in modo significativo, la didattica musicale.

L'obiettivo primario della Rassegna sarà quello di produrre un CD contenente le migliori esecuzione delle musiche (selezionate) del musicista A.Volpi, quale premio e promozione dei talenti meritevoli e, nel contempo, omaggio - e documento tangibile - all'arte del musicista; inoltre si favorirà la pubblicazione di quei lavori, di "composizione per la didattica" e/o di trascrizione – arrangiamento (su musiche di Volpi), ritenuti meritevoli.

Organizzata dall'associazione Nuovo C.D.M.I. (Centro Didattico Musicale Italiano, con sede centrale a Castelfidardo) sotto la guida del Presidente M° Alessandro Mugnoz e dall'Assessorato alla cultura del Comune di Loreto, la Rassegna ha previsto una selezione preliminare, da parte di un'apposita commissione, dei migliori talenti (svoltasi il 30 ottobre 2011) ed un concerto finale, tenutosi il 26 novembre 2012 presso il Palacongressi di Loreto (AN).

Sul palco si sono esibiti circa 80 musicisti, tra giovani talenti ed ospiti invitati; esecutori provenienti, oltre che dalle Marche, da varie regioni italiane: Umbria, Abruzzo, Lazio, Calabria, Sicilia, Lombardia.

Il programma è stato interamente dedicato alle composizioni di A. Volpi: per fisarmonica (che ha fatto la parte del leone), per organo – lo strumento prediletto da Volpi – per canto (baritono, soprano, tenore) e pianoforte, per gruppi di "Musica da camera" (2 duetti, un trio ed un settimino), per coro.

Di rilievo gli ospiti della serata: il soprano Francesca Carli ed il tenore Enrico Giovagnoli (noti sulle scene internazionali come gli "Operapop") accompagnati dall'ottima pianista Ilaria Baleani, il giovane e talentuoso organista Alessandro Manara, i bravi fisarmonicisti Eleonora Tomassetti e Gennaro Ruffolo, infine i cori "Città di Camerano" e "A. Rosati" di Sant'Elpidio a Mare, diretti dal M° Angelo Biancamano, i quali hanno chiuso degnamente il concerto.

Tutta la serata, presentata dal professionale Roberto Mariani, è stata registrata per la prevista produzione del CD monografico, come previsto dal regolamento della Rassegna. Sono stati assegnati inoltre tre concerti-premio ai "vincitori assoluti": Marco Franconi di Ussita (MC) e Samuele Telari di Spoleto.

A tutti i partecipanti, oltre al consueto attestato, è stato donato un artistico "fermacarte" opera dello scultore Edgardo Mugnoz.

Tutto ciò rappresenta una notevole testimonianza, a 360 gradi, dell'arte compositiva di Volpi e – nello stesso tempo – costituisce un importante mezzo di valorizzazione dei giovani talenti selezionati (molti provenienti dalle sezioni del Nuovo C.D.M.I.) oltre che di visibilità per la nostra Associazione! Un ringraziamento particolare va inoltre alla Fondazione Cassa di Risparmio di Loreto e alla Roland, che hanno sostenuto con i loro contributi questa importante iniziativa.