Associazione‎ > ‎

Regolamento Interno

L’Associazione "Noi del Pacini Odv”

Sede Legale: Corso Gramsci 43 - 51100 Pistoia (PT)

Codice Fiscale 90056520472

Sito web: noidelpacinionlus.it

mail: noidelpacini@gmail.com

"Scarica il Regolamento"           

Art. 1- Aspetti Organizzativi Interni

Il presente Regolamento disciplina gli aspetti organizzativi interni, così come i diritti e

i doveri delle persone che a qualsiasi titolo operano per nome e per conto

dell’Associazione. Allo stesso modo, il presente regolamento individua ruoli e compiti

delle predette persone al fine di delineare nel dettaglio le linee organizzative ed

operative non espressamente descritte all’interno dello Statuto Sociale.

Il regolamento interno è una fonte subordinata allo Statuto, non può quindi modificarne

le disposizioni.

Oltre agli organi previsti all’art. 7 dello Statuto Sociale ed al fine di consolidare

un’organizzazione interna che garantisca continuità, efficacia ed efficienza dei servizi

e dei progetti dell’Associazione, il presente regolamento sancisce l’istituzione delle

sotto elencate figure di riferimento individuate tra i soci attivi.


Art. 2 – Referente Reperimento Fondi

Il Referente Reperimento Fondi è nominato dal Consiglio Direttivo dura in carica per

tutta la durata del Consiglio Direttivo. Alla scadenza del proprio incarico e previa

verifica del lavoro svolto, può essere riconfermato nell’incarico dal nuovo Consiglio

Direttivo, al fine di garantire continuità nell’organizzazione delle attività di sua

competenza.

Il Referente Reperimento Fondi ha il compito di tradurre operativamente le indicazioni

fornite dal Consiglio Direttivo per lo sviluppo delle attività di raccolta annuale di fondi,

in particolar modo per quelle relative alla sottoscrizione e al rinnovo delle quote

associative, alle donazioni (comprese le sponsorizzazioni) e alle attività sociali in

genere (spettacoli e cene di beneficenza, organizzazione stand associativo nell’ambito

di manifestazioni pubbliche, attività di volantinaggio, ecc.).

Nella fattispecie il Referente Reperimento Fondi assolve alle seguenti mansioni:

- organizza il lavoro di raccolta annuale dei fondi in riferimento alle quote associative,

verificando e concordando con il Presidente del Consiglio Direttivo le modalità

operative ritenute più utili allo scopo.

- organizza operativamente le campagne di raccolta fondi e di reperimento sponsor

riferite a singole attività, iniziative e progetti;

- organizza momenti annuali di incontro con i Soci e con le altre persone vicine

all’Associazione, quali cene o spettacoli di beneficenza e quant’altro sia ritenuto

utile a valorizzare la base associativa;

- predispone, secondo le indicazioni del Presidente del Consiglio Direttivo, la

partecipazione dell’Associazione a momenti pubblici nei quali sia richiesto

l’allestimento di stand per la distribuzione di materiale divulgativo

dell’Associazione;

- concorda con il Presidente del Consiglio Direttivo ed organizza operativamente le

attività di volantinaggio e/o altre forme di pubblicità sul territorio utili alla diffusione

ed alla pubblicizzazione delle iniziative dell’Associazione;

- riferisce al Consiglio Direttivo, di norma ogni due mesi, sull’attività di reperimento

fondi svolta, sui risultati ottenuti e sull’organizzazione del lavoro adottata.


Art. 3 – Il Referente di Progetto

I vari “Referenti dei Progetti Associativi” vengono definiti dal Consiglio Direttivo,

fra i Soci attivi iscritti nel Registro dei volontari.

I soci, gli Enti pubblici e i privati sono tenuti a contattare tali Referenti per avere

informazioni relative ai vari progetti.

I Referenti avranno cura di fare opera di reporting in seno al Consiglio Direttivo tramite

apposite riunioni di aggiornamento; inoltre possono, occasionalmente, scegliere un

delegato per adempiere ai vari impegni associativi.

Il Referente di Progetto è nominato dal Consiglio Direttivo e la durata del suo incarico

termina in coincidenza con la chiusura del progetto per il quale è nominato. Il Referente

di Progetto ha il compito di tradurre operativamente le indicazioni fornite dal Consiglio

Direttivo per lo sviluppo del progetto per cui è stato nominato. A tal fine, il Referente

di Progetto deve conoscere il testo progettuale nei minimi dettagli e riferirsi ad esso ed

alle indicazioni del Presidente del Consiglio Direttivo per l’organizzazione del proprio

lavoro.

Nella fattispecie il Referente di Progetto assolve alle seguenti mansioni:

- ha il compito di monitorare costantemente le attività del progetto per il quale è

nominato, al fine di dare una prima valutazione sul corretto andamento, l’attinenza

agli obiettivi preposti, il positivo inserimento dei Volontari nelle attività, l’efficacia

delle azioni in riferimento ai bisogni dei destinatari;

- riferisce tempestivamente al Presidente del Consiglio Direttivo su eventuali

problematiche riscontrate nello svolgimento delle attività e sulle criticità legate

all’organizzazione delle azioni, degli orari, della logistica, ecc.

- è responsabile della consegna dell’informativa in materia di privacy ad ogni persona

inserita nelle attività di competenza, così come della raccolta e della consegna al

Segretario delle rispettive “liberatorie al trattamento dei dati sensibili” firmate dai

destinatari del Progetto.


Art. 4 - Modalità di iscrizione dell'associato e quote

L’aspirante associato è tenuto ad accettare il contenuto dello statuto, del regolamento

interno e ad accettare il pagamento della quota associativa annuale, l’anno sociale

inizia il 1° Settembre di ciascun anno solare e termina il 31 Agosto dell’anno

successivo.

La quota è di 25,00 Euro per il socio Fondatore (sarà possibile assumere tale qualifica

solo entro il 31/12/2014)

La quota è di 10,00 Euro per gli altri associati.

Il modulo di iscrizione verrà fornito all’aspirante associato in forma cartacea o

elettronica.

L’aspirante associato deve compilare il modulo di iscrizione, preparato dal Consiglio

Direttivo, nel quale riporterà i suoi dati personali, compreso l’indirizzo di posta

elettronica, che verrà utilizzato per le comunicazioni ufficiali.

L'associato può richiedere la variazione dei dati al Consiglio Direttivo o al Segretario

che provvede ad aggiornare il Registro degli Associati.

Il Consiglio Direttivo, ricevuta la richiesta, decide alla prima riunione utile

sull’ammissione dei nuovi associati che abbiano fatto richiesta di iscrizione dall’ultima

riunione effettuata dal Consiglio Direttivo stesso; sulla domanda di iscrizione il

Consiglio Direttivo deve comunque decidere entro 60 giorni dalla data in cui è stata

ricevuta la domanda di iscrizione.

In caso di accettazione del socio, il Consiglio Direttivo comunica l’esito positivo

dell’iscrizione all'associato tramite i recapiti forniti.

A decorrere dalla data in cui il Consiglio Direttivo o il Segretario iscrive l’aspirante

associato nel Registro degli associati, questi viene considerato associato a tutti gli

effetti con tutti i diritti e gli obblighi derivanti. L'associato deve quindi versare la quota

associativa entro 15 giorni dall’accettazione della domanda da parte del Consiglio

Direttivo, secondo le modalità di pagamento prescritte da questo regolamento.

Il pagamento della quota associativa deve essere effettuato in contanti o con bonifico.

In caso di mancata accettazione, il Consiglio Direttivo, in ossequio ai principi di

democraticità e trasparenza provvederà, su sua richiesta, a comunicare all'associato le

motivazioni della decisione. L’aspirante associato potrà richiedere nuovamente

l’iscrizione, soltanto quando non sussistano le cause che ne hanno determinato la

mancata accettazione.


Art. 5 - Associati Onorari

Gli associati onorari non sono tenuti a pagare la quota di iscrizione.


Art. 6 - Diritti degli associati

L'associato sostiene l'Associazione, condividendone gli scopi statutari. Ogni associato

ha uguali diritti di tutela e di sostegno e stessi doveri di osservare lo Statuto e il presente

Regolamento.

Gli associati hanno diritto di voto in seno all'Assemblea e possono candidarsi per le

cariche sociali dopo un periodo di iscrizione all'Associazione pari o superiore a due

anni.

Ogni associato, impossibilitato a partecipare all'Assemblea degli associati, può far

pervenire, anche per via telematica o tramite altro associato di sua fiducia, l’apposita

delega compilata e firmata, per permettere il corretto svolgimento dell'Assemblea

stessa.

L'associato ha diritto a:

- partecipare all’Assemblea e di votare direttamente per l’approvazione e le modifiche

dello Statuto e del Regolamento e per la nomina degli Organi Direttivi

dell’Associazione;

- conoscere i programmi con i quali l’Associazione intende attuare gli scopi sociali;

- partecipare alle attività promosse dall’Associazione;

- usufruire di tutti i servizi dell’Associazione;

- dare le dimissioni in qualsiasi momento, fatto salvo il pagamento integrale della

quota associativa dovuta.


Art. 7 – Doveri degli Associati

Tutti gli Associati dell’Associazione hanno il dovere di:

- prestare la propria attività liberamente e gratuitamente, rispettando ed accettando i

principi dello Statuto, i Regolamenti dell’Associazione e le disposizioni del

Consiglio Direttivo;

- non può presentarsi ad Enti pubblici e privati a nome dell'Associazione per libere e

personali iniziative;

- pagare la quota associativa annua, entro il termine fissato dal Consiglio Direttivo;

- evitare comportamenti od omissioni che in qualsiasi modo ostacolino la

realizzazione dei principi e delle finalità dell’Associazione;

- evitare comportamenti od omissioni che in qualsiasi modo possano recare danni

materiali ai locali, ai mezzi e alle attrezzature messe loro a disposizione

dall’Associazione;

- accettare che la propria attività sia sottoposta a verifica di carattere individuale e di

gruppo;

- mantenersi informati sulle attività dell’Associazione usando luoghi e tempi previsti;

- osservare la massima riservatezza al di fuori dell’ambito associativo in riferimento

a fatti, persone e informazioni di cui sono venuti a conoscenza nello svolgimento del

proprio servizio;

- di prestare la propria opera nel massimo rispetto degli altri Associati e del Consiglio

Direttivo, evitando comportamenti offensivi, verbalmente e fisicamente violenti,

lesivi della dignità delle persone e che pregiudichino i diritti e le libertà personali;

- di riferire al Consiglio Direttivo tutte le problematiche incontrate al fine di

contribuire al continuo miglioramento del servizio;

- tutti gli associati sono tenuti all'osservanza della legge sulla Privacy (Dlgs

n°196/2003 e relative modifiche) per il trattamento dei dati sensibili.


Art. 8 - Proprietà intellettuale dei contributi

I contributi di idee, articoli, pubblicazioni, disegni, fotografie, video, testi, ecc. forniti

dagli associati in qualunque modalità (brevi manu, posta, email, social network),

quando non diversamente concordato con il Consiglio Direttivo, sono da ritenersi di

proprietà dell’Associazione che ne dispone a suo piacimento.

Gli associati, quando non diversamente concordato, possono disporre delle loro

creazioni per i propri blog, siti internet, pubblicazioni ecc. senza dover versare nessun

corrispettivo all’Associazione.


Art. 9 - Sviluppo iniziative dell’Associazione

Le iniziative ufficiali dovranno essere assoggettate all’approvazione del Consiglio

Direttivo, il quale vaglierà, approverà e stilerà il programma di tutte le iniziative

nell’arco dell’anno.


Art. 10 – Diritto al rimborso delle spese di servizio

Ogni volontario ha diritto al rimborso delle spese sostenute nello svolgimento delle

funzioni strettamente riferibili ai servizi, ai progetti e alle iniziative promosse

dell’Associazione. I rimborsi potranno essere effettuati solo ed esclusivamente dietro

presentazione dei giustificativi di spesa riconducibili direttamente alle attività per cui

il Volontario ha prestato la propria opera.

Ogni spesa dovrà inoltre essere stata preventivamente concordata con il Consiglio

Direttivo o con il Presidente del Consiglio Direttivo, pena la rinuncia al diritto di

rimborso.


Art. 11 – Acquisto materiale e altre spese per organizzazione attività

La gestione degli acquisti del materiale e le disposizioni sulle spese per

l’organizzazione dell’attività interna è demandata al Presidente del Consiglio Direttivo,

che a tal fine si avvale dei singoli referenti di progetto e della Segreteria

dell’Associazione, rispettando quanto indicato nei budget dei singoli progetti già

visionati e approvati dal Consiglio Direttivo.

Nel caso di spese non previste e di lieve entità (inferiori ai 300,00 Euro) la spesa può

essere effettuata previa autorizzazione del Presidente del Consiglio Direttivo.

Nel caso di spese non previste che superino i 300,00 Euro, è necessaria l’approvazione

e la conseguente deliberazione del Consiglio Direttivo.


Art. 12 Convenzioni

Le Convenzioni garantite dal tesseramento con l’Associazione, sono approvate dal

Consiglio Direttivo e comunicate a tutti gli associati.


Art. 13 Nomina del Consiglio Direttivo e dell’Organo di Controllo

Il Consiglio Direttivo è formato (Art. 9 Statuto) da 7 (sette) ad 11 (undici) membri

nominati dall’Assemblea ordinaria, di cui almeno due docenti in servizio, almeno un

ex docente, almeno due ex studenti e almeno due genitori di studenti dell’ITCS Pacini

di Pistoia.

L'Organo di controllo (Art. 11 Statuto) è formato da tre membri effettivi più due

supplenti.

Salvo che le relative delibere assembleari siano assunte all’unanimità, la nomina dei

membri del Consiglio Direttivo e dell'Organo di controllo avviene sulla base di liste,

composte ai sensi dell’artt.18 o 21 dello Statuto, presentate dagli associati

rappresentanti almeno il 20% degli associati iscritti nel libro degli associati.

Anche, il Consiglio Direttivo in scadenza può presentare una propria lista, purché

sottoscritta dalla maggioranza dei Consiglieri in carica.

Le liste dovranno essere presentate presso la sede dell’Associazione almeno sei giorni

prima dell’assemblea, di modo che tutti gli associati possano prenderne anticipata

visione.

Ciascuna lista dovrà contenere l’indicazione di un numero di consiglieri e revisori,

elencati con un numero progressivo, pari, al massimo, ai consiglieri o revisori da

eleggere.

Ogni associato può presentare o concorrere a presentare una sola lista. Le liste per le

quali non sono osservate le prescrizioni che precedono si considerano non presentate.

Nessuno può essere candidato in più di una lista.

Ogni associato ha diritto di votare una sola lista e i voti espressi in violazione di tale

divieto non sono attribuibili ad alcuna lista.

Risulteranno eletti coloro che sono stati canditati con la lista che ha ottenuto il maggior

numero di voti.

In caso di parità di voti, sarà preferita la lista che candita il maggior numero di

Consiglieri o Revisori che sono associati dell’Associazione da più tempo.


Art. 14 Disposizioni conclusive

Per tutto ciò che non è specificato nel presente documento, si fa riferimento allo Statuto

dell’Associazione

Comments