n o a n t r i (off)


orto creativo (in costruzione) da leggersi unitamente al blog - [mail: stefano@noantri.net]

MENU DI NAVIGAZIONE:
storie de' noantri | il grande margine | idealismi & politica | genova 2001 | cuba | il palloneas roma | ss lazio | archivio fotografico

Noantri è un contenitore online di controinformazione e intrattenimento fatto da Stefano Havana e Andy Capp e consultabile gratuitamente all'indirizzo www.noantri.net.

Noantri (off) è invece l'archivio del materiale notevole, dei progetti in nuce e delle idee che, per motivi diversi, non possono o non riescono a trovare spazio sul sito madre. (se ne consiglia la lettura ad un pubblico intelligente)

Stefano Havana non chiede tanto alla vita, fatta eccezione per un rum servito bene, amici come si deve e una donna abbondantemente rifornita di ironia e scarpe col tacco. La sua passione più atroce e irreversibile è quella per la scrittura, vale a dire l'unica cosa che è in grado di fare senza sentire troppa fatica e senza farla troppo lunga. Scrive e basta, ogni volta che può e al meglio possibile: dello stereotipo dello Scrittore Medio non ha nulla, nemmeno un gatto, neanche un foulard intorno al collo, né l'omosessualità, neanche qualche vezzo tipico, nada de nada, a parte la nascita e la mortalità. Politicamente schierato a sinistra, ha tuttavia perduto l'antico fervore rivoluzionario che ha contraddistinto i suoi primi viaggi a Cuba. Non è affatto certo che il Pacifismo Assoluto possa risollevare il mondo: gli stanno sul cazzo i simboli della pace e tutto quel babbonatalismo alla John Lennon. Abbasso le guerre, ma con realismo: l'umanità è quella che è, per favore, non facciamo gli eroi. E' già tanto difficile trovare parcheggio il sabato sera.

 

Andy Capp è un comunista convinto, anche se da poco anche lui ha capito che per la rivoluzione non c'è più spazio. La sua più grande passione è il giornalismo in tutte le sue forme, da un blog ben scritto a un programma televisivo, passando per rubriche radiofoniche o appuntamenti imprescindibili con alcune penne dei quotidiani. Ama la Roma, Roma e la buona tavola e la sua serata perfetta è quella sui gradini di Piazza Trilussa a Trastevere passata a parlare con gli amici sorseggiando una chiara media a bassa gradazione (Heineken o Becks), anche se la sua birra preferita resta la Guinness. Amante del calcio inglese e della moda casual, ha divorato libri sugli anni 70 e sulla storia contemporanea. Non resiste alle ragazze che pesano più di 65 kg possibilmente fornite di generoso balcone. Ha poche perversioni e deve al blog noantri il rilancio della sua nuova vita dopo una grossa delusione d'amore che ancora stenta a smaltire. E' consapevole di vivere in un tempo che non gli appartiene; l'unico modo che gli resta per cambiare le cose è quello di educare i suoi figli. Ma sopravviverà perché in cuor suo sa di aver ragione.