Home page


Il Liceo “Gian Domenico Cassini” di Sanremo è tra le scuole liguri di fondazione più antica: rientra, infatti, nel novero dei “Regi Licei” istituiti in Italia  dai decreti legge Casati del 1859.

Fondato inizialmente a Nizza, come ginnasio sperimentale, prestigioso per l’epoca, venne dedicato a Gian Domenico Cassini (1625-1712), celebre astronomo di re Luigi XIV, nativo di Perinaldo. A seguito della cessione di questa città alla Francia, il liceo venne trasferito a Sanremo, dove entrò in funzione nell’ottobre del 1860.

Fin dai primi tempi, all’interno del Liceo, venne realizzato un “Gabinetto di Fisica”, costituito da strumenti fisici onerosi, esteticamente pregiati e moderni, i quali rispecchiavano le ambizioni della classe intellettuale di quell’epoca. Si trattava complessivamente di una collezione di circa 300 strumenti, risalenti al XIX secolo, prevalentemente di fabbricazione francese e la maggior parte proveniente dalla ditta “Fratelli Loiseau” di Parigi.

Persino lo stesso Alfred Nobel, durante il suo soggiorno a Sanremo, utilizzò questa strumentazione per i suoi esperimenti.

Nel 1995 la ricca collezione degli strumenti del Liceo venne valorizzata grazie ad un intervento sul patrimonio storico-scientifico della Liguria, avviato dal Dipartimento di Fisica dell’Università di Genova. Nei sotterranei della scuola furono rinvenuti 336 apparati scientifici per i quali fu avviato un progetto di salvaguardia. La preziosa collezione, attraverso una stretta collaborazione tra il Liceo “G.D.Cassini” e il Dipartimento di Fisica, con il sostegno dell’Assessorato alla Cultura della Regione Liguria, venne catalogata, recuperata e restaurata. Oggi 280 degli antichi strumenti sono esposti nei locali della scuola: si trovano in apposite teche all’ultimo piano in attesa di nuovi fondi per poter essere sistemati in un vero e proprio museo aperto al pubblico.

Comments