Percorsi‎ > ‎

Cagliari Calamosca

Un suggestivo percorso tra colle e mare ad un passo dal centro città

Cagliari offre l'opportunità di percorrere, a pochi passi dal centro, un tragitto estremamente interessante, con vari livelli di difficoltà, immersi in un panorama da cartolina, tra il verde dei cespugli, il bianco delle rocce e l'azzurro del mare... 

Classico percorso per tenersi in allenamento quando si ha poco tempo a disposizione, o comunque per godersi una bella veduta della città e del mare, nella stagione fredda va goduto all'ora di pranzo, sotto un tiepido sole, mentre nei periodi più caldi è piacevole da fare all'alba o nel pomeriggio, prima del tramonto.

La zona offre diversi sentieri e varianti, più o meno facili, e non mancano alcuni tratti davvero impegnativi. Basta girare, in lungo e in largo, per scoprire quelli più adatti alle proprie capacità.

Per il tandem, specie se si tratta delle prime uscite, le scelte sono un pò più limitate, se si preferisce stare in sella a pedalare piuttosto che andare a piedi...

Arrivare a Calamosca è facile, seguendo le indicazioni per lo stadio e/o per il quartiere di Sant'Elia, o per San Bartolomeo.

Imboccato il viale San Bartolomeo in direzione Calamosca, lasciata a sinistra una graziosa piazzetta recentemente risistemata, dopo un breve strappo che termina con una curva  a destra si percorre il rettilineo che porta alla spiaggia di Calamosca.

Percorse alcune centinaia di metri, si gira a destra verso il faro di Sant'Elia dove, una volta arrivati, si prende il sentiero che conduce al fortino di Sant'Ignazio. In prossimità del forte, la strada si fa impegnativa, per la presenza di piccole asperità e un susseguirsi di lievi ma irregolari gradini di roccia che, se affrontati con poca decisione, o con un rapporto sbagliato, costringono a fermarsi.

Una volta arrivati in cima al colle (a circa novanta metri di altitudine...) ci si può soffermare a godere lo spettacolo a 360° che ha per protagonisti Cagliari, il mare e gli stagni... o proseguire - fiato permettendo - sul sentiero a destra del fortino, che scende per ricongiungersi, senza troppe difficoltà, alla via dell'andata.

Si può adesso scegliere di fare qualche altro giretto a piacere sul colle, o puntare decisamente verso il faro, per poi scendere lungo la strada asfaltata e deviare a destra sulla sterrata che porta direttamente al lungomare di Calamosca, da percorrere sino all'ex stabulario, dove ora c'è un piccolo ma gradevole stabilimento balneare.

Inutile descrivere tutte le varianti di percorso che si possono fare. La cosa migliore è andare e girare, per conoscere gradualmente i tanti sentieri ed imparare a distinguerne le caratteristiche. Occhio a non sottovalutarne le insidie o a sopravvalutare le proprie capacità!

Ci sono infatti diversi tratti scivolosi, sia per il troppo secco che quando piove, ed alcuni dirupi, per cui è meglio non fidarsi a fare numeri prima di aver ben collaudato il percorso. Safety first!

Buon divertimento a tutti.

Caratteristiche del percorso

Difficoltà facile/medio

Distanza   breve

Massima altitudine
88 m. s.l.m.

Dislivello
76 m.

Traccia GPS

Calamosca.log

Vedi su Google Maps