monete di Venezia: Gazzetta

La Gazzetta fu coniata per la prima volta nell'anno 1539 dal Doge Pietro Lando(1539-1545). E' una moneta dal peso di circa Grammi 0,78 e del valore di 2 Soldi in argento di bassa lega, (0,478 millesimi). Furono emessi anche i multipli da 2, 3,4 (il ”grossetto‘ che valeva quattro gazzette), e 10 (questa detta LIRONE o LIRAZZA appunto da 10 Gazzette,coniata con Decreto 5 gennaio 1571).
Queste monete circolarono per tutto il Dominio veneziano fino al XIX secolo.   al diritto il Leone di S.Marco dentro cerchio di perline; la legenda presenta "SANCTVS MARCVSVENETVS". Al rovescio la Giustizia seduta tra due leoni con spada e bilancia, all'esergo il valore e la legenda "DILIGITE IVSTITUAM".
tra i documenti che conosciamo su questa moneta uno curioso del 27 gennaio I550 col quale si sospendeva la coniazione delle gazzette per esservene già troppe in circolazione.
Il Consiglio dei Dieci aveva deliberato nel giugno 1539 la emissione di pezzi da uno e da due soldi : scopo quello di espellere le monete forestiere di cattiva qualità come " quatrini, sesini, becci forestieri, carantani et soldini"    impedire l'entrata di monete forestiere scadenti in primis , ma in seguito fu continuata su larga scala per profittare dell'utile che ne veniva dalla coniazione.
  Il 10 aprile 1570 il Consiglio dei Dieci deliberava la coniazione di gazzette da due soldi, gazzette da due gazzette con impresso il numero II, gazzette da tregazzette col numero III, e gazzette da quattro gazzette col numero IIII.
Nel gennaio del 1571  si batterono monete da10 gazzette (dette ”lirone‘ o ”lirazze‘) con l‘indicazione del valore X.
La coniazione di queste monete ebbe luogo fino al 1722
 
Letteratura:
 
La Gazzetta Moneta spicciola veneta A cura di Massimiliano Carrara
Comments