Addestramento‎ > ‎

Cronostoria

Era l'anno 1978 in cui nasceva il mio primo breton : CLAY
Cane superlativo, grande mentalità, stilista, grande fondo, purtroppo la mia esperienza ancora alle prime armi, mi portò a tardare ad ottenere grandi risultati. Ricordo ancora di aver conseguito ben 15 primi eccellenti prima di conseguire il mio
 primo CAC. Grandi le sue imprese : CACIT al Camp. Italiano a Squadre, CACIT a starne a Piacenza , CACIT inSerbia e
svariati CAC a selvaggina ed ancora un grande CAC ottenuto in Francia all’età di 10 anni.

Campione Italiano Lavoro
Campione Italiano Bellezza
Campione Italiano Assoluto
Campione Internazionale Lavoro
Campione Yugoslavo Lavoro
Campione Italiano Riproduttore

In carriera : 8 CAC-CACIT , 4 CAC, 3 Ris. CAC , 19 1°ECC , 27 tra ECC/MB
Nel 1983 arrivò la LAIKA e la musica cambiò. Forte di una piccola esperienza maturata cominciò fin da giovane ad affermarsi. Al suo debutto ed ancor più in classiche a quaglie in due giornate (Cervesina e Tornavento) si aggiudicò le 2 prove Libere e le 2 prove giovani con un CAC e tre 1°ECC. Sono molti iricordi di questa straordinaria femmina ricordata sempre in tutta Europa. Penso di non avere spazio a sufficienza per descrivere tutte le sue imprese cercheremo di ricordare le più significative:
Speciale Bretons di Artenay (Francia) Coppa Campioni, la classica speciale bretons francese con ben 220 cani partecipanti. Un barrage storico a 8.forse il più importante barrage per grado qualitativo dei soggetti partecipanti
 



Il turno del CAC , la conclusione con la relazione sul campo del giudice Imbert.

Laika di Molinari, Ureps du Buisson de Choisel, Ven de Cornouaille di Bourdon, Utzi du Piller des Masques di Villan, Gerrie Van de Ulfhei di Weenendaal cond. Peter Baalke, Vaick de l’Echo de la Foret di Provot, non inquadrati ancoraVandik de Keranlouan di Patrik Morin, Vanille de l’Epi d’or di Zazempa.
I grandi appassionati bretonisti non potranno mai dimenticare questi nomi che hanno fatto la storia del breton lasciando la loro impronta.
Come non ricordare due giorni dopo nella prima Coppa Europa per Bretons a Coulmiers la Ris.CAC Ris.CACIT nella
Prova individuale e conseguente vittoria a Squadre per l’Italia.
E poi la prima partecipazione ad un Campionato del Mondo , era il 1987, ottenni il 1°ECC di batteria che mi porto a vincere il titolo a squadre con l'Italia ed ottenere il 3°posto nell'individuale.
 
Arrivò nel 1988 la grande vittoria nel Centenario della Coppa di Francia di primavera.
Era la prima volta e per di più 100 anni dopo la prima Field Trails svolta in Francia, che vinceva un cane di allevamento italiano ed un conduttore italiano.

i due cani finalisti

il barrage
i vincitori con : Pilard, Dages, Garnie
Due giorni dopo come in una favola vinciamo a Chassart (Belgio) con la più grande prestazione della carriera il titolo individuale nella Coppa Europa per Epagneul Bretons.
Con un percorso perfetto,rispettando ben 7 lepri nei primi minuti,sul laces destro con davanti ancora due lepri, si aggiudicava un punto con grande determinazione su coppia di starne. Continuando, a fine turno dimostrando grande equilibrio fermava a covo una lepre.








 
Le parole del Presidente di giuria J. Nargaud : in una giornata in cui, come già è stato detto, il lavoro dei cani si è svolto in condizioni di grandissima difficoltà per la numerosa selvaggina presente sul terreno e per le emanazioni estranee che hanno distolto molti cani inducendoli all'errore,la Giuria ed io personalmente, dobbiamo dire grazie a LAIKA ed al suo conduttore che ci hanno fatto vivire un'azione di caccia indimenticabile,quale raramente nella carriera di un giudice è dato vedere e che solo un grandissimo cane può svolgere.
I grandi cani che hanno creato la mia storia cinofila