Maschere dei Tlingit

  Le maschere dei Tlingit.

La tribù dei Tlingit, era divisa in due sottogruppi, i Raver e le Aquile (che più a Sud si chiamavano Lupi), che assumevano il nome di un antenato mitologico.

Ai Tlingit vengono ascritti diversi tipi di maschera, come la maschera di sciamano dello spirito della Luna, che presenta dei lineamenti naturalistici umani. Esse sono costituite di legno e sono dipinte a macchie azzurre e rosse.

Presso i Tlingit, agli spiriti che governavano la luna, il sole, gli altri corpi celesti e i fenomeni naturali venivano conferiti gli attributi fisici degli esseri umani.

La maschera che rappresenta il corvo si discosta dalle precedenti tipologie e si caratterizza per un lungo becco inferiore movibile.

La maschera che raffigura lo spirito del mare Gonaqadet è in legno dipinto e presenta i denti canini ricoperti di rame, zanne di animali, inserti di conchiglie e orecchie di mare, setole di leone marino e peli d'orso. Si pensava che Gonaqadet portasse fortuna a coloro che proteggeva e sfortuna e morte agli altri.

 Il diritto di indossare queste maschere, il privilegio ancestrale di danzare, la possibilità di possedere dei territori e altri privilegi erano tutti ben noti quando il capo partecipava alla festa potlach e distribuiva questi valori ai suoi eredi e amici.
 
Tlingit - maschera dello spirito Gonaqadet
 Tlingit - maschera con mandibola mobile
 
Tlingit - maschera del corvo
 

 

Tlingit - maschera di sciamano

 
Comments