Maschere della Nigeria

 

Le maschere degli Yoruba e degli Ibo nella Nigeria.

 Gli Yoruba, che occupano il territorio a Sud-Ovest della Nigeria costituiscono le tribù più numerose dell'Africa e probabilmente anche la più ricca di intagliatori del legno.

Le maschere dei Yoruba sono spesso simmetriche, hanno una forma generalmente cilindrica, gli occhi sono “a mandorla”, la bocca è carnosa e dettagliata e le orecchie sono costituite da dei triangoli più o meno smussati e arrotondati. Le maschere sono spesso sormontate da una sovrastruttura elaborata con personaggi diversi.

Le maschere vengono realizzate per le società segrete e per le feste. Le società più note sono: la società Gelede e Egungun. La funzione della società segreta Gelede è quella di mantenere la salute e la prosperità della comunità usando rappresentazioni e danze lasciate in eredità dagli avi. La maschera gelede si pratica solo nel Sud-Ovest del territorio yoruba, mentre la maschera eugungun (il termine egungun vuol dire “scheletro”) si effettua in tutta l'area degli Yoruba. La maschera eugungun viene utilizzata soprattutto nei funerali delle maggiori personalità, durante i quali vengono svolte delle pantomime rituali con lo scopo di rievocare il morto e i suoi avi. Le maschere egungun sono intagliate in una grande varietà di stili. Uno di essi presenta una cresta intagliata somigliante a una lunga tavola,  il volto è rappresentato da ambe le parti. Questa maschera è indossata da un sottogruppo chiamato eugungun laiewu e costituisce un pregio dei cacciatori.

La maschera più spettacolare fra quelle degli Yoruba è prodotta nel Nord-Est della terra di questo popolo. Si tratta di grandi strutture ad elmetto per le feste epa. Le maschere sono composte da un elmetto intagliato con l'espressione di un volto grottesco, il danzatore può guardare attraverso una larga incisione al posto della bocca, sopra la testa è collocato una struttura con forma discoide.
Ad Est del corso del fiume Niger, nel Sud della Nigeria, vivono dei popoli che hanno dato vita a interessanti forme artistiche generalmente connesse a celebrazioni e riti delle società segrete. I più importanti tra questi sono gli Ibo o Igbos. Gli Ibo, che vivono vicino al delta del Niger, celebrano con imponenti cerimonie i funerali dei defunti, durante i quali i membri della società Maw  indossano delle maschere dipinte bianco (il colore della morte) con orbite vuote e complicate acconciature sulla parte superiore, ritraenti un volto emaciato. Spesso questi riti si ricollegano ad altri dedicati alla fertilità, durante i quali gli Ibo si coprono con maschere con maschere che rappresentano in maniera esagerata il sesso femminile.

All'interno degli Ibo esistono dei sottogruppi come quello degli Ogoni, divisi in piccole tribù bravi intagliatori del legno. La loro società principale, chiamata Ekpo, segue il culto degli antenati. Le loro maschere hanno caratteristiche reali e sono ben rifinite nei dettagli, alcune sono realizzate con tratti ricurvi, altre sono più stilizzate e grezze o perfino grottesche.  I keloids, cioè i segni sacrificali, sono spesso sporgenti dal volto e la superficie della maschera e generalmente tinta di nero. Un particolare comune delle maschere ogoni è costituito dalla mandibola articolata, spesso corredata da denti di legno.

Un tipo di maschera e di copricapo particolare si trova al confine con il Camerun. Qui gli Ekoi intagliano maschere ad elmetto assai realistiche.
 
Nigeria - Benin - Nago re
Nigeria etnia Ekoi 
 
Nigeria Maschera bifronte
 Nigeria - Etnia Ibo o Ibibo
 
Nigeria - etnia Yoruba
 
Nigeria - maschera Ogoni

 
Comments