Giugliano_libro centenario ASMV

Michele Giugliano
L'Associazione Storica nel primo centenario 1915-2015
Edizioni ASMV









Prefazione



Quella realtà su cui ho lavorato, la vorrei vedere trattata da altri
per far continuare a vivere quanto ho desiderato di fare

(Dante Marrocco, 2 Agosto 1994

Ho preparato questo volume per aggiornare l’ottimo lavoro del nostro primo Presidente, professore Dante B Marrocco (1915-2006) – che ha trattato lo stesso argomento (dal 1915 al 1985) – e dare continuità alla sua opera, seguendo i suoi consigli e il suo esempio. Spero di essere riuscito, almeno in parte, nel compito predisposto.

“Colligite fragmenta ne pereant”, ripeteva il Presidente, ed io, in questo libro, ho voluto ricordare ai Soci almeno una parte di quello che la nostra Associazione ha realizzato nel suo primo secolo di esistenza dal 1915 al 2015.

La narrazione della vita dell’Associazione, eseguita dal Presidente, è così precisa che io, per evitare il rischio di non renderla pienamente, spesso ho dovuto descriverla con le sue stesse parole, e poche modifiche.

Riassumo brevemente il contenuto del libro:

  1. Nel Capitolo I ho ricordato la prima associazione: ASR (Associazione Storica Regionale, 1915);
  2. Nel II mi sono soffermato sulla sua rinascita: ASSA (Associazione Storica del Sannio Alifano, 1965);
  3. Nel III ho presentato la rifondazione e la legale costituzione del sodalizio: ASMV (Associazione Storica del Medio Volturno, 1974);
  4. Infine, nel capito IV, ho riportato alcuni importanti necrologi del Presidente Marrocco.

Io ho condiviso il progetto culturale del Presidente e ho collaborato alla sua realizzazione per oltre 30 anni e, anche se talvolta non ero pienamente d’accordo su alcuni aspetti del suo pensiero politico, pure ne avevo grandissima stima e rispetto perché Egli, l’insigne storico, credeva sinceramente e con grande onestà intellettuale nelle sue idee, mostrandosi, in tutte le sue azioni, perfettamente coerente con le stesse, senza alcun compromesso, alcuna esitazione. Dopo la sua dipartita (2006), ho continuato nell’impegno, come gli avevo promesso varie volte.

Ho anche apprezzato alcuni suo concetti filosofici sull’esistenza:

Quando penso a quel che sono, mi pare di essere una goccia di acqua momentanea ed effimera in un vortice, in una ondata senza fine: un attimo nell’eterno, un microbo insignificante nell’immenso. Eppure questa goccia si vede, si riconosce nell’immenso… E’ insignificante ogni valore ogni importanza, e perciò è inutile.

Posso vedermi nell’insieme, nel tutto umano, nel tutto cosmico. E in tal casa la mia esistenza insignificante acquista un immenso e misterioso valore. Perché penso? Il mio momento di vita e di pensiero cosciente… e la stessa coscienza cosmica… 

Dedico questo libro a tutti i Soci affinché, attraverso una profonda meditazione sul suo contenuto, abbiano piena conoscenza della meravigliosa proposta culturale ideata e realizzata dal Presidente Marrocco cui si è dedicato fino al suo ultimo respiro...

Comments