SPAGNA IN DIGITALE - LE TV A VALENCIA



España en digital


Si apre un nuovo capitolo nelle rilevazioni televisive europee de L'ITALIA IN DIGITALE.
Dopo l'inserimento delle sezioni FRANCIA IN DIGITALE,
MALTA IN DIGITALE, SVIZZERA IN DIGITALE e CROAZIA IN DIGITALE, oggi vi presentiamo il nuovo spazio dedicato alla ricezione delle emittenti TV della penisola iberica che inaugura la nuova sezione SPAGNA IN DIGITALE.

Come sapete L'ITALIA IN DIGITALE non va in vacanza o meglio ci va ma con gli attrezzi del mestiere sempre in valigia e come abbiamo ironicamente scritto sulla nostra pagina Facebook qualche tempo fa, passare il check-in negli aeroporti con le nostre particolari antenne e strumentazioni non è sempre facile. Pertanto abbiamo trasformato il nostro breve soggiorno nella splendida località di Valencia, anche in un'occasione lavorativa e di approfondimento per conoscere più da vicino lo spettro televisivo della zona.




Valencia è la terza città della Spagna per numero di abitanti dopo Madrid e Barcellona. È il capoluogo della Comunità Valenzana o Paese Valenziano, ed è un importante porto sul mar Mediterraneo.
La popolazione della città è di circa 830 mila abitanti mentre l'area metropolitana è abitata da oltre 1.800.000 individui.




I segnali televisivi che si ricevono a Valencia provengono da differenti postazioni. Il più importante impianto è quello di TORRENT, sul MONTE VEDAT nella provincia valenciana, in ottica con l'impianto di SERRA PERENXISA sempre nel comune di Torrent dove sono puntate circa il 70 % delle antenne.

https://lh4.googleusercontent.com/-8jSup9SVVfI/U0PL3UkHcXI/AAAAAAAFYn8/47OC0HeRSPo/s1600/MAPPA%25202.jpg

Postazione radio TV Monte Vedat - Torrent (Valencia)


Postazione radio TV Serra Perenxisa - Torrent (Valencia)

http://perso.wanadoo.es/e/jofernllopez/imagenes/Perenxisa/IMG_2513.jpg
http://perso.wanadoo.es/e/jofernllopez/imagenes/Perenxisa/IMG_2521.jpg



https://lh3.googleusercontent.com/-yqGcEIn4IkA/U0PMjSRKAII/AAAAAAAFYo0/NUGblj-RWnI/s1600/Schermata%25202014-04-08%2520alle%252011.44.16.jpg
https://lh3.googleusercontent.com/-LZteI7vJHBY/U0PMejiJSsI/AAAAAAAFYos/72XHr-8bhMI/s1600/Schermata%25202014-04-08%2520alle%252011.44.37.jpg

Il restante 30% riceve dal monte EL PICAYO a Sagunt, località anch'essa della provincia valenciana.

https://lh4.googleusercontent.com/-mKG1zMJnDoY/U0PPEMUYZLI/AAAAAAAFYpU/yNZHA6YhfcM/s1600/MAPPA%25203.jpg

Postazione radio TV El Picayo - Sagunt

https://lh3.googleusercontent.com/-QkzG2t_gNlA/U0P85IUfjLI/AAAAAAAFYq0/uWuBXlRY3ZY/s1600/Schermata%25202014-04-08%2520alle%252012.21.07.jpg




Puntando l'antenna verso EL PICAYO a Sagunt, si ricevono anche alcuni segnali TV trasmessi dal MONTE BARTOLO a Benicassim (questa informazioni ci sono state fornite da un tecnico installatore valenciano da noi interpellato per mail).

https://lh6.googleusercontent.com/-kVU6bojQ5Bk/U0PQX8e3rBI/AAAAAAAFYp0/VK25Xy7bvV4/s1600/MAPPA%25204.jpg

Postazione radio TV Monte Bartolo - Benicassim

https://lh5.googleusercontent.com/-5M6HJmWBPh0/U0P85xyCRAI/AAAAAAAFYq8/umQj8b_0NW8/s1600/Schermata%25202014-04-08%2520alle%252012.27.22.jpg

In Spagna lo switch off analogico/digitale è terminato nel 2010. Tutti i segnali televisivi ricevibili dalle postazioni che abbiamo citato sono trasmessi solo in UHF (in polarizzazione orizzontale), mentre sono ancora numerose le antenne VHF precedentemente utilizzate con la tv analogica. Una cosa che balza subito all'occhio girando per la città e volgendo gli occhi ai tetti, è che alcune antenne riceventi sono posizionate su alti tralicci.

https://lh4.googleusercontent.com/-ggTGIEOgNHU/U0ZkYbg0xHI/AAAAAAAFY04/8j5Ck9Vr58M/s1600/foto%25205.JPG
https://lh5.googleusercontent.com/-UFGScyZjPVU/U0ZkVnKMoWI/AAAAAAAFY0Y/AUm9qXZwwPQ/s1600/foto%25201.JPG

Nella foto in basso vi mostriamo l'impianto "tipo" valenciano, probabilmente realizzato dopo lo switch off (vista la sola presenza di antenne UHF). L'antenna di sinistra riceve i segnali TV dalle postazioni site a Torrent, mentre quella di destra è orientata in posizione di Sagunt e Benicassim.

https://lh6.googleusercontent.com/-sfxG6Ocv0H0/U0UPaRyLB4I/AAAAAAAFYr8/F8P3Frhg93A/s1600/03.JPG

Qui sotto potete vedere un'altra immagine di un impianto configurato per ricevere i segnali TV dalle citate postazioni.

https://lh5.googleusercontent.com/-FZwjc8JLkz0/U0UPdtz5XbI/AAAAAAAFYsc/1ulxhIUzz9c/s1600/04.JPG

Qui sotto (cliccare per ingrandirle) potete notare le antenne VHF in orizzontale puntate verso il sito di Torrent e l'antenna VHF in polarizzazione verticale puntata in direzione Sagunt/Benicassim. Pertanto l'impianto d'antenna, vista la presenza di antenne VHF, è sicuramente stato realizzato prima dello switch off.

https://lh5.googleusercontent.com/-AGr_0H6xpAY/U0UPbQR2vhI/AAAAAAAFYsM/ZS5JXS3dcOQ/s1600/05.JPG

Qui a Valencia, la maggior parte delle antenne sono della Televes che per il loro inconfondibile colore arancione balzano subito all'occhio.

https://lh4.googleusercontent.com/-YfAc1hL_c8c/U0ZkWJCxlLI/AAAAAAAFY0g/eMflKgUEpOc/s1600/foto%25202.JPG
https://lh4.googleusercontent.com/-6350N13rdPU/U0ZkXpVLNgI/AAAAAAAFY0w/r5-ptYkRF3g/s1600/foto%25204.JPG

https://lh6.googleusercontent.com/-8dFPMroOwrE/U0ZkZI3XBsI/AAAAAAAFY1A/fJj4UC9y-NY/s1600/foto%25206.JPG

Nella configurazione che vedete qui sotto (presumibilmente realizzato ante switch off) l'antenna UHF e VHF (orizzontale) è orientata verso il sito di Torrent, mentre la VHF in verticale è diretta verso Sagunt/Benicassim.

https://lh5.googleusercontent.com/-L7SI1bWZATk/U0UPaHwn81I/AAAAAAAFYr0/woEJ-1fs_o4/s1600/02.JPG

Ecco spuntare nella vecchia Valencia una pensionata antenna VHF in prima banda, direzionata verso le postazioni di Sagunt/Benicassim.

https://lh5.googleusercontent.com/-3AGW6Wb7kBE/U0ZnbYgFqUI/AAAAAAAFY2k/2u7FdCQ_18Q/s1600/ANTENNA%25203.jpg

Sui tetti valenciani abbiamo notato anche un discreto numero di antenne per la ricezione dei segnali radiofonici AM-FM. Nell'immagine in calce potete abbiamo evidenziato l'antenna radio di forma circolare.

https://lh6.googleusercontent.com/-qh37gQcfGi8/U0ZnarQBmLI/AAAAAAAFY2c/zhLEUXSQPek/s1600/07%2520C.jpg

Ed ora analizziamo nel dettaglio la struttura e le configurazioni dei provider iberici della TDT - Televisiòn digital terrestre.

https://lh4.googleusercontent.com/-kFchArXGgko/U0kgp4TP_lI/AAAAAAAFZTA/8xccOc2b-s8/s1600/RTVE%2520133.jpg
In Spagna ci sono 8 multiplex nazionali assegnati.
Il principale provider è il Mux RGE1 (Red Global Estatal) autorizzato a trasportare servizi televisivi in tutto il paese. Opera in MFN e offre la possibilità di splittaggi a livello regionale. Il Mux RGE1 è attualmente in uso da RTVE (in Italia è il corrispettivo del RAI Mux1). Il secondo multiplex chiamato RGE2, sempre a copertura nazionale, non offre la possibilità di trasmissioni a livello regionale.

I restanti 6 multiplex sono in uso agli operatori privati ​​a livello nazionale: i primi 3 sono denominati Mux MPE1 - Mux MPE 2 - Mux MPE3 (Multi Protocol Encapsulation) gli altri 3 sono denominati Mux SFN1 - Mux SFN2 - Mux SFN3 (Single Frequency Network).

Nel 2015 in Spagna ci sarà il piano di riassegnazione delle risorse del del dividendo digitale e i multiplex saranno gestiti da un unico operatore di rete. Alcuni canali veicolati potrebbero essere rimodulati all'interno dei provider, pertanto in un prossimo futuro tutti questi 6 provider assumeranno la denominazione MPE1, MPE2, MPE3, MPE4, MPE5 e MPE6, mentre non subiranno modifiche i Mux RGE1 e RGE2 perchè hanno già una struttura di rete definitiva. A tal proposito ricordiamo che in Spagna sono ancora in uso dalle TV le frequenze che vanno dall' UHF 61 all' UHF 69, mentre nel nostro paese (lo ricordiamo ai meno avvezzi del settore) questa porzione di spettro dal 2013 è stata destinata agli operatori telefonici per il 4G - LTE.

Il Mux MPE1 sarà assegnato a Sogecuatro (di proprietà di Mediaset Spagna Communication), il Mux MPE2 a Mediaset Spagna, mentre il Mux MPE3 sarà utilizzato da Antena 3. Il Mux MPE4 andrà al gruppo televisivo La Sexta, infine i Mux MPE5 e MPE6 saranno utilizzati da altri due operatori nazionali: Net TV e Veo TV.



http://altrantelecom.files.wordpress.com/2011/11/canales_2015.jpg

Nella rilevazione TV di Valencia de L'ITALIA IN DIGITALE, abbiamo censito oltre agli 8 mux nazionali citati, altri 15 provider TV per un totale di 23 multiplex... un bel lavoro da fare in vacanza...

I segnali tv trasmessi (tranne poche eccezioni che vi descriveremo nel dettaglio del relativo mux) non hanno nessuna numerazione LCN o meglio, il nostro software non ha rilevato alcun metadato riguardante la numerazione automatica. Anche analizzando i singoli flussi attraverso altri software come TS reader, non abbiamo ricevuto nessun parametro che potesse in qualche modo ricondurre ad una corretta logica numerazione.

Periodicamente inseriremo gli z@pping TV di ogni multiplex con i loghi dei rispettivi canali in base al format delle nostre rilevazioni italiane. Come sempre per ogni mux compilato inseriremo un'apposita news in homepage. Consulta l'elenco delle TV che si ricevono a VALENCIA (Spagna).

Ricordiamo ai nostri lettori che i dati citati nella rilevazione fanno riferimento a luglio 2013.

LE TV A VALENCIA


 1 MAGGIO 2014 - Giovedì 

Ore 15.20 - SPAGNA, MEDIASET: BUFERA SULLO SPOT ANTI CHIUSURA.
Due dei dieci canali della società controllata da Berlusconi dovranno chiudere. A stabilirlo la Corte Suprema. Fa discutere il video anti-sentenza: non rispettoso.
La sentenza dei giudici contro Mediaset, le proteste, gli spot in tv in difesa dell’azienda. Sembra la replica di un film già visto, ma lo è solo in parte. Il caso va in onda a Madrid e dintorni, dove l’azienda fondata da Silvio Berlusconi controlla la maggioranza (il 41,55%) di Mediaset España, emittente che trasmette su dieci reti digitali. Due di questi canali, però, dovranno chiudere a breve. A stabilirlo, lo scorso 27 marzo, è stata la Corte Suprema spagnola, che ha annullato l’assegnazione di un totale di nove frequenze del digitale terrestre, assegnate nel 2010 senza gara pubblica. Due di queste sono di Mediaset, che entro il 6 maggio spegnerà La Siete e La Nueve.
Prima di farlo, l’emittente iberica – che ha Fedele Confalonieri come vicepresidente e Pier Silvio Berlusconi nel Cda – ha scelto di protestare, e in modo rumoroso. Con uno spot che sta già facendo discutere mezza Spagna. Lo vedete
qui sotto, tale qual è stato pubblicato sul sito di Telecinco, il Canale 5 locale, rete ammiraglia del gruppo. È un’animazione che mostra una famigliola felice, falciata da una macchina nera mentre tenta di attraversare la strada.
L’allegoria è esplicita: la famigliola è quella dei canali Mediaset e la macchina rappresenta la forza bruta e crudele di governo e leggi. A terra rimangono una ragazza con le cuffie rosse e una signora con la sua borsa – personificazione e pubblico di riferimento de La Siete e La Nueve – mentre tutti gli altri membri della famiglia si disperano. Uno spot che in Spagna, come detto, ha suscitato l’indignazione di chi trova la metafora un po’ troppo forte e soprattutto irrispettosa di chi per strada ha perso davvero la vita.
In Spagna, i canali Mediaset raccolgono poco meno del 30 per cento dell’audience giornaliera. Il gruppo iberico ha chiuso il 2013 con bilancio in attivo di 4,1 milioni di euro, ma senza distribuire dividendi agli azionisti, che controllano il 39,5 per cento delle quote. Contro la decisione della Corte Suprema, l’amministratore delegato Paolo Vasile – un italiano – ha annunciato anche un ricorso. Con la richiesta di un risarcimento “per questo esproprio ingiusto e crudele”.

La strategia degli spot, del resto, non è nuova. In Italia, Mediaset fece qualcosa di simile tra settembre e ottobre 2013, dopo che l’ormai famosa sentenza del 1° agosto aveva condannato Berlusconi a quattro anni di detenzione – poi diventati un anno di servizi sociali – per frode fiscale. Allora gli spot furono due, meno cruenti e più sibillini. Si limitavano infatti ad autocelebrare l’azienda, i suoi undici canali gratuiti e la sua capacità di dare lavoro a tante persone. “Così, giusto per ricordarlo”, concludevano entrambi i filmati. Con uno stile decisamente più elegante di quelli spagnoli di oggi.

Tratto da:
www.lastampa.it/2014/04/28/esteri/mediaset-espaa-nei-guai-giudiziari-e-lo-spot-proazienda-diventa-un-caso



 6 MAGGIO 2013 - Martedì 

Ore 23.55 - KEY 4 BIZ: "SPAGNA, OSCURATI I 9 CANALI TV".
Il Tribunale Supremo ha giudicato nulla la procedura di assegnazione delle frequenze tv. Oscurati quindi 9 canali tra i quali 2 di Mediaset.
Frequenze tv a rischio in Spagna. Ieri a mezzanotte sono stati oscurati 9 dei 24 canali nazionali trasmessi digitale terrestre, in esecuzione della sentenza del Tribunale Supremo del dicembre 2012, che ha giudicato nulla la procedura di assegnazione delle frequenze televisive fatta nel 2010 dal governo Zapatero, senza gara pubblica, dopo lo spegnimento del segnale analogico.
Più precisamente, due anni fa il Tribunale spagnolo aveva annullato l'accordo del Consiglio dei Ministri, con il quale si assegnava direttamente e senza concorso le frequenze pubbliche del digitale terrestre, accogliendo in parte un ricorso presentato dalle imprese Infraestrutura e Gestion 2002 S.L.

L'Union de Televisiones Comerciales en Abierto (Uteca), l'associazione dei broadcaster privati spagnoli, ha presentato a sua volta ricorso alla sentenza del Tribunale Supremo, per violazione dei diritti degli operatori televisivi e di tutto il settore audiovisivo e per la "situazione di insicurezza giuridica senza precedenti" introdotta a livello di business e regolamentare e il danno all'industria. Il patronato delle televisioni aveva chiesto la sospensione cautelare della sentenza, in attesa del pronunciamento sul ricorso presentato, una richiesta rigettata dall'alto tribunale.
Fra i canali oscurati, la Sexta 3, Xplora e Nitro, del gruppo Atresmedia, risultato dalla fusione di Antena 3 e la Sexta; i canali La Siete e Nueve del gruppo Mediaset; AXN, canale di Soni veicolato dal multiplex di Veo TV (guidato da Unidad Editorial), tornato dal 30 aprile ad essere pay tv; mentre Net TV, il cui principale azionista è Vocento, ha chiuso due canali di televendita, che recentemente avevano smesso di ospitare Intereconomia e MTV.
Tratto da: www.key4biz.it/News/2014/05/06/TV_digitale/Frequenze_tv_digitale_terrestre_governo_Zapatero


© L'ITALIA IN DIGITALE 2009 > 2014
www.litaliaindigitale.it


SPECIALE - Prima puntata - APRILE 2014
A cura di Andrea Pomilio & Riccardo Gaffoglio