LIGURIA IN DIGITALE

TV GENOVATV IMPERIATV LA SPEZIATV MASONE (GE)TV SANREMO (IM)TV SAVONATV VENTIMIGLIA (IM)ARCHIVIO NEWS 2011

RAI Mux 1 - LIGURIA
CANALE ITALIA Mux 1
Mux START UP COMMUNICATION


                                  LA TV DIGITALE TERRESTRE IN LIGURIA

Questo è un sito di informazione sui canali televisivi del digitale terrestre e sulle radio ricevibili nel territorio
della regione LIGURIA. Contiene notizie, tabelle, dati, liste di tutti i canali e di tutte le frequenze ... e molto di più.
Le pagine sono solo a scopo informativo e vengono realizzate solo per passione e senza
scopo di lucro. Pertanto decliniamo ogni responsabilità perchè non hanno niente di ufficiale.

Il sito è realizzato in esclusiva da ANDREA POMILIO e RICCARDO GAFFOGLIO.

Per riprodurre le nostre informazioni bisogna citare la fonte di provenienza di questo sito.



IL DIGITALE TERRESTRE IN LIGURIA
FREQUENZE TV CON COMPOSIZIONE MUX E Z@PPING DEI CANALI RICEVIBILI A:
TV A GENOVA - TV AD IMPERIA - TV A LA SPEZIA - TV A SAVONA
TV A MASONE (GE) - TV A SANREMO (IM) - TV A VENTIMIGLIA (IM)





COLLABORA CON "L'ITALIA IN DIGITALE"
Sei appassionato di tv e radio e vuoi collaborare inviandoci le segnalazioni e le liste della tua zona?
Contattaci alla nostra mail
italiaindigitale@libero.it e inizia subito a condividere le tue informazioni su L'ITALIA IN DIGITALE.



Vuoi condividere le tue impressioni sul digitale terrestre? Ti interessa divulgare le informazioni in tuo possesso per aiutare chi è in difficoltà nella ricezione del DTT?
Vuoi lanciare un messaggio visibile agli utenti de l'Italia in digitale? La nostra mail è: italiaindigitale@libero.it.
Pubblicheremo le vostre mail nello spazio SPORTELLO TV DIGIT@LE.
Potete utilizzare questa mail anche per dare una risposta, consiglio o parere sulle discussioni di questo sito.





PER LE NOTIZIE CHE RIGUARDANO I MUX NAZIONALI CONSULTATE LA NOSTRA HOME PAGE



CONSULTA L'ARCHIVIO NEWS LIGURIA 2011

Clicca sulle immagini per vederle ingrandite


28 MAGGIO 2015
Giovedì

Ore 14.00 - MUX TELECUPOLE (LIGURIA): ARRIVA PEOPLE TV RETE 7.
UHF 27 Mux TELECUPOLE (LIGURIA)
Nelle pagine della sezione LIGURIA IN DIGITALE abbiamo recentemente aggiornato la locale composizione del mux TELECUPOLE. In Liguria infatti l'emittente di Cavallermaggiore (CN) trasporta nel suo mux 5 canali TV.

https://lh3.googleusercontent.com/-TZDa28zuYIM/VWbFFbgekoI/AAAAAAAHrKo/uxqGmxWYHco/s1600/00%252520B.jpg

https://lh4.googleusercontent.com/-PMVzuO3fHp4/VQNkuhcG5pI/AAAAAAAHSVU/bf4MvR3ublI/s1600/PEOPLE%2520TV%252052.jpg
https://lh3.googleusercontent.com/-WN1zxENmhXQ/VWbFSb4ilFI/AAAAAAAHrII/fa1yaCflEDw/s1600/RETE%2525207%25252052.jpg

Rispetto alla nostra precedente rilevazione dello scorso anno, segnaliamo l'ingresso di People TV-Rete 7 sulla LCN 252.


https://lh3.googleusercontent.com/-fIlCODigWvE/VWbFJ5VcBDI/AAAAAAAHrLk/UdyVW2EmQdM/s1600/252%252520A.jpg
https://lh3.googleusercontent.com/-A8cKj7uN5Pk/VWbFKv93UII/AAAAAAAHrL0/5tDLNkU51-o/s1600/252%252520B.jpg


Rileviamo inoltre che nella versione ligure è ancora presente Telecupole piu 1 sempre sulla LCN 602. Nella versione piemontese questo canale è stato eliminato da diverso tempo.


https://lh3.googleusercontent.com/-A9xpOpeAO-M/VWbOyznurqI/AAAAAAAHrPM/cBuYyC954Sg/s1600/602%252520A.jpg
https://lh3.googleusercontent.com/-hrgs_3olF7Y/VWbFN7Y6SWI/AAAAAAAHrMI/okykGMsrpJ4/s1600/602%252520B.jpg

Sulla LCN 667 è stata eliminata TERRAMIA. Consulta la griglia dei canali e lo z@pping TV del mux TELECUPOLE (LIGURIA). Vi ricordiamo inoltre che nella sezione PIEMONTE IN DIGITALE è possibile consultare la composizione del mux TELECUPOLE (PIEMONTE).

Mux TELECUPOLE ‎‎(LIGURIA)‎‎ - Z@pping TV



5 APRILE 2015
Domenica

Ore 13.00 - PUBBLICATA LA NUOVA GRADUATORIA PER L'ASSEGNAZIONE DELLE FREQUENZE ALLE TV LOCALI IN LIGURIA.
Sul sito web del Ministero dello Sviluppo Economico – Comunicazioni è stata pubblicata la nuova graduatoria per l’assegnazione delle frequenze alle Tv locali della regione Liguria.
La graduatoria è stata rivista a seguito del recepimento di una pronuncia giurisdizionale. Il Ministero fa sapere che la revisione non ha comportato variazioni della graduatoria ma soltanto l’inserimento dell’Associazione Culturale della Musica Italiana, per l’emittente Telesanremo, nell’intesa collocata al 16°posto.

Nuova graduatoria TV LOCALI LIGURIA

https://lh5.googleusercontent.com/-z54yV68uk8k/VSERD5DEKLI/AAAAAAAHW10/YBUyUFXLowY/s1600/NUOVA%2520GRADUATORIA%2520LIGURIA.png


17 GENNAIO 2015
Sabato

Ore 15.35 - PRIMOCANALE: 34 DIPENDENTI IN CASSA INTEGRAZIONE, ALLARME DEL SINDACATO.
Genova - L’emittente Primocanale mette in cassa integrazione i suoi 34 dipendenti.
Il ricorso all’ammortizzatore sociale in deroga è stato concordato dopo che l’azienda ha presentato una procedura, per il momento sospesa, di licenziamento collettivo per la riduzione di ben 13 unità tra tecnici e giornalisti. La giustificazione: la crisi morde, la pubblicità diminuisce, i contributi per l’editoria sono stati ridotti.
Al momento, si apprende dall’emittente genovese, l’organizzazione del lavoro non cambierà significativamente perché la maggior parte dei dipendenti non sarà a “zero ore” e già prima erano in vigore i contratti di solidarietà. La situazione viene spiegata con il crollo degli introiti pubblicitari, a fronte di un impegno che è rimasto costante negli anni nel coprire gli eventi più importanti della nostra regione. Negli ultimi due anni sono stati adottati i contratti di solidarietà nella speranza di poter resistere alla crisi, si dice all’emittente, ma così non è stato e la cassa integrazione è stata una scelta obbligata in assenza di alternative percorribili.
In un comunicato, il segretario dell’Associazione ligure dei Giornalisti Alessandra Costante afferma: «Le misure di sostegno per l’emittenza televisiva locale (che pure hanno subito una contrazione) dovrebbero essere un aiuto alle aziende editoriali dell’emittenza televisiva privata, e non il pilastro dei loro bilanci; non può essere che l’entità dei finanziamenti pubblici sia messa in correlazione con il costo del lavoro di queste aziende. Ma al di là delle motivazioni addotte, la realtà dei fatti è che Primocanale ricorre agli ammortizzatori sociali (se non al licenziamento) per i dipendenti regolarmente assunti e consegna il suo palinsesto dei programmi giornalistici a pensionati, che sono collaboratori a vario titolo dell’emittente televisiva. Un modo di agire che appartiene anche ad altri. Nei giorni scorsi è stato licenziato da Telenord il collega Enrico Cirone, ma anche in quell’emittente televisiva continuano le collaborazioni di colleghi pensionati. È un danno per i colleghi dipendenti, che vedono sempre più a rischio il proprio posto di lavoro e quasi nessuna possibilità di ricollocazione nell’ambito del territorio ligure; un danno per l’Istituto di previdenza giornalistica, il cui monte contributivo è eroso anche da queste situazioni e che in futuro, probabilmente, sarà costretto a rivedere il suo sistema di welfare; un danno alla collettività che sempre più diventa “socia maggioritaria” di emittenti che hanno deciso di vivere di ammortizzatori sociali e di contributi pubblici. Ed è una ferita profonda al patto generazionale per cui il lavoro delle giovani generazioni serve a pagare la pensione di chi è uscito dal perimetro occupazionale. Continuando su questa strada, difficilmente potrà essere ancora mantenuto il patto su cui si regge il rapporto tra giovani lavoratori e pensionati».

Tratto da:
www.ilsecoloxix.it/p/genova/2015/01/16/ARDxZ2CD-primocanale_integrazione_sindacato


3 DICEMBRE 2014
Mercoledì

NEWS 2014

Ore 18.50 - NEI MUX COLLEGATI A 7 GOLD ARRIVA R101 TV.

https://lh6.googleusercontent.com/-Dam8La25BMk/VH72qPS_P_I/AAAAAAAGyDg/E3Sw26eh8TY/s1600/R101%2520TV%252060.png
Novità nei mux regionali legati a 7 GOLD, da ieri ha fatto il suo ingresso la tv musicale R101 TV sulla LCN 167.
Questa emittente resta per ora veicolata anche dal mux RETECAPRI sulla numerazione 66, ma l'ingresso nei mux regionali fa supporre che la tv musicale sia intenzionata a sganciarsi dal provider partenopeo. Resta l'incognita della pregiata numerazione 66 che potrebbe tornare nelle mani del precedente utilizzatore ovvero RadioCapriTelevisiON relegata al numero 520.
Ma potrebbero essere pronte interessanti novità su altri canali in arrivo.
https://lh5.googleusercontent.com/-6cNDzoF7-No/VH72K8cbBoI/AAAAAAAGyBk/UjfH3Fqp6Ic/s1600/167%2520A.png
https://lh3.googleusercontent.com/-AEXD9PVsX5A/VH72P3bhKQI/AAAAAAAGyBs/2c_dJoQs6jQ/s1600/167%2520B.png

https://lh5.googleusercontent.com/-tX-S1-_Qi_A/VH72VaCxAEI/AAAAAAAGyCE/pyh5pYlR_hM/s1600/167%2520ITR%2520A.png
https://lh3.googleusercontent.com/-ZNbDTeP00tE/VH72imRymRI/AAAAAAAGyCc/AqgA7Cateuo/s1600/167%2520ITR%2520B.png

https://lh3.googleusercontent.com/-fmajmMRc40w/VH72TQCnUxI/AAAAAAAGyB0/Gs57XlDrCfs/s1600/167%2520D.png
https://lh6.googleusercontent.com/-yGwjEXLQhoo/VH72UT_K9WI/AAAAAAAGyB8/PYuBZghimpQ/s1600/167%2520C.png

https://lh6.googleusercontent.com/-Cn94nbLU1h4/VH72jnG5J9I/AAAAAAAGyCk/S0i54Ve112E/s1600/167%2520T1.png
https://lh5.googleusercontent.com/-Ps0TOaLVSuw/VH72mcd96FI/AAAAAAAGyCs/4Gn4-54DWqQ/s1600/167%2520T2.png

Ricapitoliamo i provider locali, censiti da L'ITALIA IN DIGITALE, in cui da ieri ha fatto il suo ingresso R101 TV.

https://lh4.googleusercontent.com/-oQ-eAKVu5Rs/U2ikzCknaFI/AAAAAAAFjz8/LlHJs-vb6oo/s1600/Liguria%2520320.gif

UHF 24 Mux TELECITY (LIGURIA)


https://lh6.googleusercontent.com/-lnbZQCVHOcg/VH72CKor0UI/AAAAAAAGyAk/QamMewrY42c/s1600/00%2520B%2520LIGURIA.png


20 NOVEMBRE 2014
Giovedì

Ore 22.30 - LA SPEZIA: QUELLE ANTENNE PER IL 4G CHE OSCURANO LA TELEVISIONE.
La Spezia - Gli esperti lo avevano previsto sino dalla fine del 2012 che quando nelle nostre città fossero stati attivati i ripetitori degli impianti di telefonia mobile di quarta generazione, il cosiddetto 4G o Lte, che porta Internet in banda ultra larga in mobilità su chiavette, smartphone e tablet, alcuni canali televisivi del digitale terrestre sarebbero stati disturbati se non oscurati. La previsione si è dimostrata esatta e ora anche alla Spezia fioccano le proteste da parte di utenti che vedono fortemente disturbati alcuni canali televisivi. Due anni fa si era calcolato che in tutta Italia le utenze televisive delle abitazioni private danneggiate dalla banda larga sarebbero state circa 700 mila.
Non è dato sapere chi abbia effettuato la stima, quanto mai empirica, in quando il disturbo dipende dalla vicinanza dei nuovi ripetitori che vengono installati a catena e coprono cinque-sei palazzi, quindi la loro presenza è capillare e risulta particolarmente nociva in una città come La Spezia dove le antenne condominiali sono molto poche, mentre danneggia meno le utenze nelle grandi città, più ricche di antenne condominiali, visto che il costo di adeguamento dell’antenna propria o condominiale è pressochè identico. Per conoscere meglio il problema ed i possibili rimedi, abbiamo sentito un esperto. «È vero, è in corso l’installazione in tutta la città dei nuovi piccoli ripetitori della banda ultra larga Tim che operano sulla frequenza degli 800 megahertz che è adiacente ad alcuni canali televisivi – spiega Marcello Baldini della ditta Fratelli Baldini di piazza Ramiro Ginocchio da cui si servono molti antennisti - e sono parecchi gli utenti televisivi che hanno lamentato disturbi nella ricezione di alcuni canali. Bisogna dire che il disturbo generato dagli impianti 4G non colpisce tutti gli apparecchi TV di una determinata zona, quindi pensiamo che, visto che i nuovi ripetitori sono installati o in fase di installazione su moltissimi condomini, il disturbo colpisca a macchia di leopardo. Oltre ad apposite antenne sono stati messi a punto dei filtri che bisogna collegare alla propria antenna. Un lavoro di per sè molto facile che ognuno potrebbe essere in grado di effettuare da solo, ma con le antenne sul tetto e per una maggiore sicurezza individuale è quasi inevitabile rivolgersi ad un antennista».
Il costo, calcolato sui 30 euro per il filtro e sui 50 per l’intervento manuale, potrebbe aggirarsi sugli 80 euro ad antenna. «Certo i condomini dei palazzi che dispongono di antenna condominiale non si accorgeranno neppure della spesa – aggiunge Baldini - diverso per il singolo utente che dovrebbe affrontare l’intero costo. Il problema sta nascendo ora e sarebbe bene che, per venire incontro alle esigenze di una popolazione anziana con tanti pensionati al minimo, le associazioni di categoria degli antennisti, che già in passato si sono dimostrate disponibili, praticassero un prezzo politico a determinati utenti». Quindi tutto è nato dall’uso della frequenza 800, una delle tre su cui viene attivo in Italia il 4G, che è adiacente ad alcuni canali televisivi che vengono disturbati dai nuovi impianti, la cui attivazione su questa frequenza avviene soprattutto da parte di Wind , che è quella con le frequenze più vicine ai canali della tv digitale terrestre, ma anche da Tim e Vodafone . Alla Spezia i disturbi si stanno verificando proprio per i nuovi ripetitori Tim che, parziale ristoro, hanno un’ irradiazione elettromagnetica inferiore a quella delle grandi antenne che vanno a sostituire.
Tratto da:
www.ilsecoloxix.it/p/la_spezia/2014/11/20/ARWdKxcC-televisione_antenne_oscurano


18 NOVEMBRE 2014
Martedì

Ore 12.40 - TELEGENOVA COLPITA DA ALLUVIONE, MESSA IN ONDA RIDOTTA.
https://lh4.googleusercontent.com/-7PX9JdDaOnM/U8t6Tir2JzI/AAAAAAAF99I/1VFxSLRsGog/s1600/TELEGENOVA%252060.jpg
Il nostro lettore Carlo della Liguria ci ha inviato pochi istanti fa delle immagini di TeleGenova (LCN 18) dove campeggia in sovraimpressione la scritta fissa: TELEGENOVA COLPITA DA ALLUVIONE, MESSA IN ONDA RIDOTTA. Al momento non abbiamo ulteriori notizie sui danni subìti dalla tv ligure.



https://sites.google.com/site/litaliaindigitale/news2014/news17-23nov2014/1656362_10204294262709173_198949057268060452_n.jpg
https://sites.google.com/site/litaliaindigitale/news2014/news17-23nov2014/10374517_10204294245948754_7405483532835570665_n.jpg


20 OTTOBRE 2014
Lunedì

Ore 21.50 - BURLANDO (PRES. REGIONE LIGURIA) FUORI ONDA A PRIMOCANALE: "FARETE UNA BRUTTA FINE".
L'emittente televisiva genovese Primocanale ha deciso di querelare il presidente della Regione Liguria, Claudio Burlando, per minacce: una nota della tv fa riferimento a quanto è accaduto , giovedì pomeriggio, al termine di una conferenza stampa, si è rivolto al giornalista di Primocanale Dario Vassallo che incalzava di domande l'assessore alla protezione civile Raffaella Paita, con questa frase: "Farete una brutta fine perché siete una roba inqualificabile". Vassallo aveva chiesto le ragioni del perchè la conferenza stampa per la prima "donazione liberale" prevista dalla Regione in aiuto alla città di Genova, e garantita dalla società Impregilo con la progettazione (valore due milione di euro) dei lavori per il terzo lotto della sistemazione della copertura sul Bisagno, fosse stata spostata di sede mentre in piazza De Ferrari, sotto la sede della Regione, era in corso una manifestazione di commercianti alluvionati. "Considerando la gravità di quelle parole - "farete una brutta fine" - pronunciate senza che Burlando si accorgesse che la telecamera era già accesa, l'azienda ha immediatamente consultato il proprio legale e dopo un approfondito esame anche del video ha preso la decisione di procedere alla querela del governatore per minacce. Primocanale PTV dà conto di questa scelta in una propria nota, spiegando di voler tutelare la redazione, che a sua volta ha emesso un comunicato nel quale respinge ogni tipo di intimidazione e rinnova l'impegno a svolgere il proprio lavoro in piena autonomia e senza piegarsi a qualsivoglia tentativo di condizionamento politico o di altro genere" si legge nella nota diffsua dall'emittente che, con l'hashtag "#fareteunabruttafine", manda regolarmente in onda il video dell'accaduto.
Burlando: mi scuso, non dovevo dirlo. Claudio Burlando, interpellato in merito a quanto è accaduto, si scusa per la frase ("Ho sbagliato, non dovevo dirlo, siamo tutti sottoposti da giorni e giorni ad una pressione fortissima, ma il presidente della Regione non deve farlo" e rimarca che non c'era alcuna intenzione di minaccia da parte sua, ma solo "la constatazione che un atteggiamento così ripetutamente aggressivo sicuramente non porta consensi, come mi confermano i tanti messaggi che ricevo". Giovedì sera, in diretta a "Servizio Pubblico" su La7, Burlando aveva replicarto seccamente alle accuse sempre più dure di Marco Travaglio che, alla fine, aveva lasciato lo studio della trasmissione diretta da Michele Santoro
Tratto da:  http://genova.repubblica.it/cronaca/2014/10/18/news/_fareteunabruttafine_primocanale_querela_burlando_dopo_la_polemica_in_diretta



2 SETTEMBRE 2014
Martedì

Ore 22.25 - IL TG RIVIERA DEI FIORI TORNA SU TELESANREMO.
Da ieri è ripartito il TG Riviera dei fiori che entra a far parte della rinata TeleSanremo, su un altro canale, il 216 del digitale terrestre.
Con l'inserimento nel palinsesto di TeleSanremo si completa il processo avviato lo scorso febbraio che ha decretato la rinascita del marchio storico e la sua espansione in tutta la regione. Si tratta di un nuovo editore che fa capo alla Media Team Communication, che opera dal 2009 sul digitale terrestre con l’emittente TelePavia.

Il marchio lombardo può vantare uno dei migliori segnali televisivi per diffusione e qualità, e attraverso il mux di Tele Lombardia è in grado di coprire un territorio di 12 milioni di utenti, che va dall’intera Lombardia, al Piemonte orientale, fino al Veneto e alle province di Parma e Piacenza. Dal febbraio scorso gli editori lombardi hanno puntato anche sulla Liguria attraverso il marchio storico di TeleSanremo, che trasmette sul canale digitale terrestre 216, sul quale da ieri va in onda il notiziario TG Riviera dei Fiori. "Una nuova avventura per noi - evidenzia la direzione dell'emittente - impegnativa, con editori importanti, i due soci del gruppo Gianni Arrigone e Marco Pugno che ci garantiscono la massima libertà editoriale, la stessa che abbiamo avuto per quattordici lunghi anni con l'editore di TeleNord Massimiliano Monti al quale va tutta la nostra riconoscenza. Da parte nostra, del TG Riviera dei fiori, l'impegno a continuare a fornire quel servizio di informazione televisiva al quale il nostro pubblico è abituato".
Tre le edizioni del 'Tg Riviera dei Fiori', alle 19.30, 20.30 e 23, con un’appendice ogni mattina alle 7.40 con la Rassegna Stampa condotta da Paolo Barni: le ultime notizie, i servizi e le pagine delle principali testate giornalistiche locali. E poi il meteo di Achille Pennellatore, le rubriche e gli approfondimenti con ospiti in studio, per un’informazione a 360 gradi su Sanremo e sul Ponente ligure.



13 LUGLIO 2014
Domenica

Ore 09.20 - RINASCERA' IN LIGURIA TELE MONTECARLO ?
Nei giorni scorsi ci avete segnalato questo nuovo gruppo su Facebook chiamato proprio TELE MONTECARLO. Dalle informazioni che abbiamo reperito in rete, questo nuovo canale con sede a Ventimiglia a pochi chilometri dal Principato di Monaco, trasmetterà in Liguria sul canale 689 e la sua programmazione sarà dedicata principalmente alla musica.
Questo è il link della pagina facebook di TELE MONTECARLO:
https://www.facebook.com/pages/TeleMontecarlo-Italia/658465380898785.

https://sites.google.com/site/litaliaindigitale/news2014/news07-13lug2014/TELEMONTECARLO%202.png


 12 MAGGIO 2014 - Lunedì 

Ore 10.50 - MUX TELECITY (LIGURIA): ARRIVA TELEITALIA.
UHF 24 Mux TELECITY (LIGURIA)
https://lh6.googleusercontent.com/-QAwz4mPxaj4/U200GylNo8I/AAAAAAAFl1E/m8FsIlx7JHI/s1600/TELEITALIA%252052.png
Anche nella versione ligure del mux TELECITY è stato inserito TELEITALIA sulla LCN 225. Abbiamo aggiornato la griglia dei canali e lo z@pping TV del mux TELECITY LIGURIA.




https://lh6.googleusercontent.com/-zcFUj-IZMDk/U3CGfqAHKCI/AAAAAAAFm4o/XbLhd4LYLo4/s1600/00%2520B.jpg




https://lh4.googleusercontent.com/-6aGk952lHf0/U200F6TP7XI/AAAAAAAFl1Q/By0CAq4z1XU/s1600/225%2520B.png


 11 MAGGIO 2014 - Domenica 

Ore 22.45 - MUX TELESTAR (PIEMONTE) / MUX TELESTAR (LOMBARDIA) / MUX TELESTAR (LIGURIA): ARRIVA OK TV, ELIMINATA ITALIA TV.
UHF 41 Mux TELESTAR (PIEMONTE)
UHF 41 Mux TELESTAR (LOMBARDIA)
UHF 51 Mux TELESTAR (LIGURIA)

https://lh6.googleusercontent.com/-5Ueq_9092VI/U2_A5nL4qvI/AAAAAAAFmrg/03gdu4XUTOo/s1600/OK%2520ITALIA%252052.png
Nella versione piemontese, lombarda e ligure del mux TELESTAR è stata recentemente inserita l'emittente OK ITALIA sulla LCN 170, mentre è stata eliminata ITALIATV che occupava la LCN 179. Mentre effettuavamo le nostre rilevazioni abbiamo intercettato uno spot dei canali OK ITALIA, TELEITALIA e GALAXY TV, vi alleghiamo qui sotto le immagini. Abbiamo aggiornato la griglia dei canali e lo z@pping TV dei mux TELESTAR (PIEMONTE), TELESTAR (LOMBARDIA), TELESTAR (LIGURIA). Consulta anche la lista LCN MILANO e la lista LCN TORINO.
https://lh3.googleusercontent.com/-igqe0hjzvvA/U2_AlE4LcsI/AAAAAAAFmqE/DPMe-YREz1M/s1600/00%2520B%25201.png
https://lh4.googleusercontent.com/-SNbloUBctK0/U2_AkvZKhDI/AAAAAAAFmqA/SYZQtrzGrK0/s1600/00%2520B%25202.png

https://lh3.googleusercontent.com/-YlxLiyqeAj4/U2_AlGlnYXI/AAAAAAAFmqM/No0wk0790vE/s1600/00%2520B%25203.png
https://lh3.googleusercontent.com/-6P19WTEV92I/U2_AmHcnvqI/AAAAAAAFmqU/4zXmCzvwVDA/s1600/00%2520B%25204.png




https://lh5.googleusercontent.com/-LB6XDHxYs7w/U2_AomgT0LI/AAAAAAAFmqc/GBa1G4ofaZQ/s1600/170%2520A.png
https://lh3.googleusercontent.com/--l-x6p0Vg6M/U2_A1qtB0eI/AAAAAAAFmrA/Mij3FDm36Ic/s1600/170%2520B.png

https://lh6.googleusercontent.com/-Qye_ZmtCbk8/U2_AsXDB81I/AAAAAAAFmqo/s8wKRZ0-3NE/s1600/170%2520C.png
https://lh6.googleusercontent.com/-SYIe8q3FK5s/U2_Au2Ubk2I/AAAAAAAFmqw/fEP3EgZjaxg/s1600/170%2520D.png

https://lh3.googleusercontent.com/-nyr-iXTlT9M/U2_AzPn7tLI/AAAAAAAFmq4/74je1PzuDMk/s1600/170%2520E.png
https://lh5.googleusercontent.com/-TcRwiSt-GZg/U2_A2kmjXbI/AAAAAAAFmrI/IWXXXMOFgc0/s1600/170%2520F.png

https://lh6.googleusercontent.com/-4JPQaFaeZWo/U2_A5MJ-LFI/AAAAAAAFmrc/8Zv8_Uq3P3c/s1600/170%2520G.png
https://lh4.googleusercontent.com/-ZQ2zcpzqqng/U2_A8OJQvjI/AAAAAAAFmsA/dZxOSgHleE8/s1600/170%2520H.png


 15 APRILE 2014 - Martedì 

Ore 16.00 - MUX TELESTAR (PIEMONTE) / MUX TELESTAR (LOMBARDIA) / MUX TELESTAR (LIGURIA): ELIMINATA UTELIT TV (ROMIT TV).
UHF 41 Mux TELESTAR (PIEMONTE)
UHF 41 Mux TELESTAR (LOMBARDIA)
UHF 51 Mux TELESTAR (LIGURIA)

Dal mux TELESTAR versione PIEMONTE, LOMBARDIA e LIGURIA è stata eliminata UTELIT TV che occupava l' LCN 246. UTELIT TV trasmetteva con il logo di stazione di ROMIT TV che manda in onda a sua volta per la maggior parte della giornata emittenti della Romania. In alcune fasce orarie è presente anche una programmazione autoprodotta. Ricordiamo che questa emittente è ancora veicolata sulla LCN 246 dal provider RETECAPRI ed identificata proprio ROMIT TV. Essa viene anche trasmessa dal mux TIVUITALIA (identificata Romit TV) sempre sulla LCN 246 ma nell'area torinese e genovese questo provider non è presente.
https://lh5.googleusercontent.com/-6idcXKx1MLw/U00vU40IP7I/AAAAAAAFZkY/fi8DBkMgQKE/s1600/00%2520B%25201.jpg
https://lh4.googleusercontent.com/-7uvRTemrZXU/U00vV3pXxoI/AAAAAAAFZkg/x59fofA24kY/s1600/00%2520B%25202.jpg

https://lh4.googleusercontent.com/-aBhqS6GxKLI/U00xhEOmJaI/AAAAAAAFZmY/JEl4ekS8-Tc/s1600/00%2520B%25201.jpg
https://lh5.googleusercontent.com/-ak5pMQkIzgk/U00y7gONMtI/AAAAAAAFZqs/uOfRnmhKY-M/s1600/00%2520B.jpg






 10 APRILE 2014 - Giovedì 

Ore 13.15 - IMPERIA: DISSEQUESTRATI GLI APPARATI DI RADIO 103 SUL MONTE FAUDO, RIACCESE ANCHE LE ALTRE EMITTENTI.
Tutte le radio hanno acquistato nuovi apparati e riacceso le frequenze ad eccezione di Radio Amicizia.
E' arrivato il primo provvedimento di dissequestro dei ponti radio, 'spenti' dalla Polizia Postale il 21 marzo scorso sul Monte Faudo, alle spalle di Imperia, a seguito di una querela per 'violazione di domicilio', presentata dalla Curia di Albenga, proprietaria della chiesetta dove sono sistemati gli apparati trasmittenti.
Nove le emittenti radiofoniche coinvolte, tra network nazionali e radio locali, oltre ai ponti ripetitori di alcune società che si occupano di sicurezza. A seguito di una serie di esposti presentati, tra cui una serie di associazioni della Val Prino, gli agenti della Postale hanno sequestrato gli impianti, ordinandone il relativo spegnimento. Nell'ambito dell'inchieste c'era anche una denuncia della Curia per occupazione abusiva ed erano state spente le emissioni in Fm di Radio Amicizia, Rtl 102.5, Radio Valle Belbo e Radio Kiss Kiss oltre ai ponti di trasferimento di Radio 103.
Da diversi giorni tutte le emittenti hanno riacceso i propri ponti radio da un'altra postazione e con altri apparati, ad eccezione di Radio Amicizia ma il dissequestro degli apparati di Radio 103 potrebbe portare ad una ulteriore serie di dissequestri anche per le altre emittenti.

Tratto da: www.sanremonews.it

http://www.sanremonews.it/typo3temp/pics/R_2138f09b20.jpg
http://www.mtbsanremo.it/images/ft-itinerari400/Monte-Faudo-vetta/foto-pag.itinerari-monte%20Faudo-3.jpg


 5 APRILE 2014 - Sabato 

Ore 18.00 - MUX TELECUPOLE (PIEMONTE) - (LIGURIA): ELIMINATO IL LOGO DI TELECUPOLE SU TERRAMIA.
UHF 23-42 Mux TELECUPOLE (PIEMONTE)
UHF 27 Mux TELECUPOLE (LIGURIA)
Su TERRAMIA, trasmesso dal provider TELECUPOLE con la LCN 623 in Piemonte e 667 in Liguria, è stato eliminato il logo di TELECUPOLE che era posizionato a sinistra dello schermo che riportava inoltre la scritta LCN 623. Attualmente in video è presente solo il logo di TERRAMIA posizionato come sempre in basso a destra. Abbiamo aggiornato lo z@pping TV dei mux TELECUPOLE (PIEMONTE) e TELECUPOLE (LIGURIA).
https://lh4.googleusercontent.com/-wxk7KIP_ufk/U0Ak2CDj9yI/AAAAAAAFXVE/LsmbXbh7xrc/s1600/00%2520B%2520%25283%2529.jpg
https://lh4.googleusercontent.com/-zIMeYLG13no/U0Ak47OgbMI/AAAAAAAFXVM/PzFBOXN2B-8/s1600/00%2520B%2520%25284%2529.jpg
https://lh4.googleusercontent.com/-zqh7OcsyH04/U0AkZquZ68I/AAAAAAAFXU0/1ASvvD3iA4E/s1600/623%2520A%2520%25282%2529.jpg
https://lh5.googleusercontent.com/-9hdV1qKlW_c/U0AkaXgTpcI/AAAAAAAFXU8/I5e161z5dKk/s1600/623%2520B%2520%25282%2529.jpg

https://lh6.googleusercontent.com/-rL5XskUSHIo/U0AkTjo7H0I/AAAAAAAFXUk/2eB9AmQIQns/s1600/667%2520A.jpg
https://lh5.googleusercontent.com/-K1GmqiKZWmM/U0AkUlV6DoI/AAAAAAAFXUs/--qMV19YGjI/s1600/667%2520B.jpg

Logo usato precedentemente in basso a sinistra

https://lh5.googleusercontent.com/-XyzIbFsjrDU/UrdovaRoNOI/AAAAAAAEjY8/knvuvj3c-YE/s1600/623%2520B.jpg


 25 DICEMBRE 2013 - Mercoledì 

Ore 18.30 - MUX PRIMANTENNA (LIGURIA): ARRIVANO JUKEBOX TV E CANALE ARTE, ELIMINATA CASA TV.
UHF 28 Mux PRIMANTENNA (LIGURIA)
https://lh6.googleusercontent.com/-6oeS_Pbtuzw/UrX-S9sJZWI/AAAAAAAEibA/3063lvq6ykU/s1600/CANALE%2520ARTE%252052.jpg
Dopo aver inserito nelle pagine di PIEMONTE IN DIGITALE la nuova composizione del mux PRIMANTENNA (PIEMONTE) ci spostiamo nella sezione LIGURIA IN DIGITALE per aggiornare la configurazione del mux PRIMANTENNA (LIGURIA). Sono stati inseriti i canali RADIO JUKEBOX TV sulla LCN 198 (sotto il logo di stazione di questa tv musicale è presente anche quello di PRIMANTENNA) e Canale Arte sulla LCN 665, mentre sono stati eliminati Casa Tv che si posizionava sulla LCN 198 e MotoriTv+1 che aveva la LCN 666. Consulta lo z@pping TV e la griglia dei canali dove sono inseriti i parametri tecnici e le principali postazioni del mux PRIMANTENNA (LIGURIA).

https://lh3.googleusercontent.com/-QoifSSJ7en4/UrrFZqne3ZI/AAAAAAAEkhU/h-4A9jSZKIY/s1600/00%2520B.jpg
https://lh6.googleusercontent.com/-TExDcVC01fc/UrrFdMOfCSI/AAAAAAAEkh0/3_flQ9tffJU/s1600/198%2520A.jpg
https://lh4.googleusercontent.com/-JCy2j7_gSIw/UrrFd_nOP8I/AAAAAAAEkh8/txIg80XL8yc/s1600/198%2520B.jpg

https://lh6.googleusercontent.com/-3_FZJxY3EZ4/UrrFcfi6DQI/AAAAAAAEkhs/0uqlAzI56Hs/s1600/00%2520E.jpg
https://lh4.googleusercontent.com/-nIo7tQNsHcc/Urmj6PZ6nnI/AAAAAAAEkNE/rLvqxnrTiMs/s1600/D.jpg

https://lh3.googleusercontent.com/-zRdlMkiQI_A/UrrFe4g5fEI/AAAAAAAEkiE/GTMkncndNYw/s1600/665%2520A.jpg
https://lh6.googleusercontent.com/-1lqbkgDnAXw/UrrFfpmta2I/AAAAAAAEkiM/xMSD3wNOygE/s1600/665%2520B.jpg
https://lh5.googleusercontent.com/-XWvWc7Mcmo8/UrrFa78T13I/AAAAAAAEkhc/tle26-yO5_w/s1600/00%2520C.jpg
https://lh6.googleusercontent.com/-uLQO0MifiFQ/UrrFb1JQ9jI/AAAAAAAEkhk/SojcRLuL9p4/s1600/00%2520D.jpg

Mux PRIMANTENNA ‎‎(LIGURIA)‎‎ - Z@pping TV



 21 DICEMBRE 2013 - Sabato 

Ore 13.55 - JUKE BOX TV ARRIVA IN PIEMONTE E LIGURIA.
E' partita il 20 Dicembre nel Nord Italia iniziando dal Piemonte (LCN 192) e Liguria (LCN 198) la nuova avventura di JUKE BOX TV.
Mentre il progetto Business Channel è partito da Sud per espandersi verso Nord, Sicilia (LCN 299), Calabria (LCN 272) e Puglia (LCN 662), con JUKE BOX TV si segue invece l’itinerario inverso, partendo dal Piemonte e dalla Liguria; infatti il 20 dicembre sono partite le trasmissioni nelle due regioni per scelta dal suo editore Annibale Notaris, visto il grande successo di Radio Juke Box che in soli pochi anni è diventata la radio più ascoltata in Piemonte con oltre 130.000 ascoltatori al giorno.
Da ieri quindi la prima televisione Telematica (di origini calabresi) sbarca nel Nord Italia
JUKE BOX TV.
Gruppo Adn Italia

https://lh5.googleusercontent.com/-WADaliiM0Oc/UrWNawrg93I/AAAAAAAEiAE/uwT7P3ZXYv8/s1600/JUKEBOX-TV%25202.PNG

https://lh3.googleusercontent.com/-f-Gj2-ZezGM/UrWH7FQldVI/AAAAAAAEh_Y/Ft2f533j9Wc/s1600/192%2520A.png
https://lh3.googleusercontent.com/-nYZ4UL8dk4w/UrWH7IwxL1I/AAAAAAAEh_U/WlPGIGEVPdA/s1600/192%2520B.png
https://lh4.googleusercontent.com/-Tdx6M5Uwb48/UrWL9-2vDpI/AAAAAAAEh_w/cxZpy21yQkU/s1600/198%2520A.png
https://lh6.googleusercontent.com/-iXiwC13jzgU/UrWL9x91utI/AAAAAAAEh_0/QXgDujJE0hg/s1600/198%2520B.png

https://sites.google.com/site/litaliaindigitale/news2013/news16-22dic2013/auguri%20totale2013.jpg


 13 DICEMBRE 2013 - Venerdì 

Ore 22.50 - MUX RTV 38 (TOSCANA) (UMBRIA) (LIGURIA): ELIMINATA TELEITALIA.
UHF 41 Mux RTV 38 (TOSCANA)
UHF 41 Mux RTV 38 (UMBRIA)
UHF 48 Mux RTV 38 (LIGURIA)

Dal provider RTV 38, diffuso in Toscana, Umbria e parte della Liguria (con numerazioni LCN assegnate in base alle rispettive regioni), è stata recentemente eliminata TELEITALIA che si posizionava sull' LCN 225. Abbiamo aggiornato le griglie dei canali e gli z@pping TV dei mux RTV 38 (TOSCANA), RTV 38 (UMBRIA) e RTV 38 (LIGURIA).
https://lh3.googleusercontent.com/-mKLIwCcxyKo/UqtY3lb1I9I/AAAAAAAEbpQ/Z6meulOpIf0/s1600/00%2520B.jpg
https://lh5.googleusercontent.com/-XOc0Mojlclc/Uqt5oc4YMvI/AAAAAAAEb1E/VPpf4-AFrsI/s1600/00%2520B%2520%25282%2529.jpg

https://lh5.googleusercontent.com/-H2meIAdwShw/Uqt-i6Mub4I/AAAAAAAEb4o/QT539W4aXFM/s1600/00%2520B%2520%25283%2529.jpg


 11 DICEMBRE 2013 - Mercoledì 

Ore 10.35 - BABBOLEO NEWS: SENZA GIORNALISTI LA RADIO NON C'E' PIU'.
Il segretario dell’Assostampa ligure Alessandra Costante: “L’emittente continua a fare informazione con personale senza contratto”.
http://www.babboleo.it/images/stories/streaming/news_logo.jpg
GENOVA – Crisi aziendale, licenziati, in attesa della sanatoria degli arretrati della cassa integrazione in deroga, vertenza sindacale aperta. La redazione di Babboleo news non esiste più con i licenziamenti decretati dalla proprietà dopo mesi di confronti e proposte da parte dei colleghi e della Associazione Ligure dei Giornalisti.
Colleghi che si trovano ora assistiti dalla disoccupazione, ma in attesa da oltre un anno del saldo degli arretrati.
L’emittente però continua, con un escamotage, a produrre informazione con personale, in qualche caso iscritto all’Ordine professionale, ma senza un regolare contratto giornalistico di settore, con una doppia lesione di diritti e regole: dei licenziati e del contratto.
Il caso di Babboleo, Telegenova fallita e affidata per alcuni mesi ad una nuova società di gestione dal curatore fallimentare, i contratti di solidarietà in atto a Primo Canale, le richieste di riduzione di stipendio a Tele Entella, la crisi di Telecity che potrebbe sfociare in contratti di solidarietà difensiva, la chiusura della redazione di Radio 19, ora affidata a un service giornalistico esterno, confermano la crisi del settore che colpisce sia i giornalisti sia il personale tecnico-produttivo coinvolgendo nei vari settori di produzione giornalistico e non giornalistico, una trentina di persone.
Una crisi al cui interno ci sono però editori che scaricano sulla cassa previdenziale dell’Inpgi gli oneri delle ristrutturazioni, mantenendo poi però come nel caso di Babboleo, una continuità produttiva dell’informazione al di fuori del contratto giornalistico.
Tratto da:
www.giornalisticalabria.it/2013/12/10/babboleo-news-senza-giornalisti-la-radio-non-c'è


 18 SETTEMBRE 2013 - Mercoledì 

Ore 23.35 - MUX LIGURIA TV - MUX TELENORD: ARRIVA RETE 79.
UHF 21 Mux LIGURIA TV
UHF 43 Mux TELENORD
I provider liguri LIGURIA TV e TELENORD, che trasportano i medesimi canali, aggiungono alla loro offerta l'emittente RETE 79 (LCN 79) che per la maggior parte della giornata trasmette la programmazione di JUWELO TV, con programmazione a carattere commerciale. Come potete vedere dalle immagini, scattate da Marco di Genova-Sampierdarena, il logo di RETE 79 è posizionato in basso a destra e risulta in parte fuori schermo. RETE 79 è anche presente con la medesima numerazione in altre regioni del nord Italia nel mux STUDIO 1. Abbiamo aggiornato le griglie dei canali e gli z@pping TV dei mux LIGURIA TV e TELENORD.






 6 AGOSTO 2013 - Martedì 

Ore 10.15 - MUX ANTENNA BLU TV: AGGIORNATA LA GRIGLIA DEI CANALI E LO Z@PPING TV.
UHF 34 Mux ANTENNA BLU TV
Continuiamo ad aggiornare le composizioni dei provider locali, oggi nella sezione LIGURIA IN DIGITALE inseriamo i parametri tecnici di trasmissione del mux ANTENNA BLU TV, emittente genovese, che diffonde 6 TV e 2 radio:

  16 - ANTENNABLU
116 - IMPERIA TV
173 - ANTENNABLUeventi
632 - ANTENNABLU sport
633 - ANTENNABLUmare
682 - PALCOTV
- radio sportiva
- Program 8


Consulta la griglia dei canali, con i dettagli tecnici, e lo z@pping TV del mux ANTENNA BLU TV.






Mux ANTENNA BLU TV - Z@pping TV



 27 GIUGNO 2013 - Giovedì 

Ore 20.20 - MUX TELETURCHINO: AGGIORNATA LA GRIGLIA DEI CANALI E LO Z@PPING TV.
UHF 48 Mux TELETURCHINO
Qualche giorno fa avevamo aggiornato la composizione del multiplex TELEMASONE VALLESTURA, oggi inseriamo i dati tecnici e nuove immagini nello z@pping TV del mux TELETURCHINO, emittente con sede sempre nella piccola località di Masone (Genova). Ecco i sei canali trasmessi:

  72 - TeleTurchino
174 - TeleTurchino Extra
287 - TeleTurchino Doc
634 - TeleTurchino Cult  (trasmette TeleTurchino)
635 - TeleTurchino Notizie
  (trasmette TeleTurchino Sapzio ai Sogni)
636 - TeleTurchino Sport
  (trasmette TeleTurchino)


Consulta la griglia con i dettagli tecnici e lo z@pping TV del mux TELETURCHINO.


Mux TELETURCHINO - Z@pping TV



 26 GIUGNO 2013 - Mercoledì 

Ore 11.35 - MUX TELEGENOVA: AGGIORNATA LA GRIGLIA DEI CANALI E LO Z@PPING TV.
UHF 29 Mux TELEGENOVA
Nella sezione LIGURIA IN DIGITALE procediamo ad aggiornare la griglia dei canali e lo z@pping TV del mux TELEGENOVA.
Vediamo di seguito i canali trasmessi:




  18 - TeleGenova
  20 - RETE CAPRI
  75 - TLC Telecampione
111 - TELEGENOVA 2
118 - TeleLiguria
122 - CAPRI STORE
128 - Gold TV Italia
129 - La 4 Italia
177 - Odeon 24
214 - TeleReporter
272 - Bravo TV
401 - Nitegate 1
402 - Nitegate 2
403 - Nitegate Vetrina



Attraverso la nostra recente rilevazione abbiamo potuto campionare il logo di TELEGENOVA 2 (LCN 11) che non avevamo ancora nel nostro database, inoltre TeleLiguria (LCN 118) trasmette con il numero della propria LCN scritto in piccolo sopra il logo.






Consulta la griglia con i dettagli tecnici dei 14 canali sintonizzabili (12 free e 2 pay) e lo z@pping TV completo del mux TELEGENOVA.



Mux TELEGENOVA - Z@pping TV



 19 GIUGNO 2013 - Mercoledì 

Ore 13.10 - MUX TELEMASONE VALLESTURA: AGGIORNATA LA GRIGLIA DEI CANALI E LO Z@PPING TV.
UHF 31 Mux TELEMASONE VALLESTURA
La piccola località di Masone, comune di circa 3.700 anime, è il più importante centro della valle del torrente Stura. A Masone hanno sede ben due emittenti televisive. La prima è TELETURCHINO che con il suo segnale arriva anche alle porte di GENOVA, la seconda è TELEMASONE VALLESTURA che trasmette da un'unica postazione sita nei pressi del cimitero del paese. Ecco i canali trasmessi:


 74  - TM
641 - TM1
642 - TM2




Abbiamo aggiornato la composizione, la griglia e i parametri tecnici del mux TELEMASONE VALLESTURA, inserendo nello z@pping TV le immagini dei canali che abbiamo sintonizzato. Nei prossimi giorni effettueremo anche una rilevazione aggiornata del mux TELETURCHINO. Consulta anche la lista delle TV A MASONE (GE).


Mux TELEMASONE VALLESTURA - Z@pping TV



 18 GIUGNO 2013 - Martedì 

Ore 12.50 - MUX IMPERIA TV: INSERITO LO Z@PPING TV.
UHF 34 Mux IMPERIA TV
Nella sezione LIGURIA IN DIGITALE aggiungiamo lo z@pping TV ed integriamo la griglia dei canali con i parametri tecnici del mux IMPERIA TV che trasporta i seguenti canali:


16 - Imperia TV
116 - Imperia TV news liguria
173 - ANTENNABLU
219 - Imperia TV doc liguria
617 - Imperia TV story liguria
618 - Imperia TV +1 Liguria




Consulta i dettagli dei 6 canali, contenuti nell'apposita griglia, e le immagini con lo z@pping TV del mux IMPERIA TV.



Mux IMPERIA TV - Z@pping TV



 14 GIUGNO 2013 - Venerdì 

Ore 12.15 - MUX TELECITTA': AGGIORNATA LA GRIGLIA DEI CANALI E LO Z@PPING TV.
UHF 41 Mux TELECITTA'
Aggiorniamo il provider ligure che si chiama ancora TELECITTA', ma i canali trasportati sono tutti del gruppo PRIMOCANALE, che da diverso tempo ha rilevato la rete di diffusione, che trasmette sulla frequenza UHF 41. Vediamo di seguito le emittenti presenti:

12 - Primocanale Sport
213 - Welcome
215 - Primocanale Sound
510 - Primocanale HD 
(trasmette in SD - Standard Definition)
- Primocanale



Per consultare i parametri tecnici e le immagini di tutti i canali trasmessi visualizza la griglia e lo z@pping TV del mux TELECITTA'.


Mux TELECITTA' - Z@pping TV



 13 GIUGNO 2013 - Giovedì 

Ore 16.30 - MUX TELECUPOLE (LIGURIA): IN ONDA ALCUNI LOGHI CON LE LCN DEL PIEMONTE.
UHF 27 Mux TELECUPOLE (LIGURIA)
Abbiamo effettuato una rilevazione in Liguria ed abbiamo monitorato il mux diffuso in questa regione dalla piemontese TELECUPOLE.
Di seguito ecco i canali trasmessi:


94 - Telecupole
199 - Telecupole Story
602 - Telecupole piu 1
667 - TERRAMIA
668 - Telecupole Music




Rileviamo che nella versione ligure è ancora presente Telecupole  piu  1 (LCN 602) mentre in Piemonte è stato eliminato da alcuni mesi. Inoltre Telecupole Story (LCN 199) e TERRAMIA (LCN 667) sono trasmessi con il logo in basso a sinistra di Telecupole che riporta in piccolo il numero della LCN utilizzata in Piemonte, rispettivamente 116 e 623. Abbiamo inserito la griglia con i parametri tecnici e lo z@pping TV del mux TELECUPOLE (LIGURIA).









Mux TELECUPOLE ‎(LIGURIA)‎ - Z@pping TV



 12 GIUGNO 2013 - Mercoledì 

Ore 11.25 - MUX PRIMOCANALE: CIELO E' SENZA EPG, AGGIORNATA LA GRIGLIA DEI CANALI E LO Z@PPING TV.
UHF 44 Mux PRIMOCANALE
Abbiamo effettuato una rilevazione dei canali trasmessi dal mux PRIMOCANALE. Come avevamo scritto qualche giorno fa il canale cielo (LCN 26), diffuso in Italia dal provider nazionale RETE A Mux 1, è stato recentemente inserito in questo mux ligure. Come potete vedere dall'immagine in basso non è presente l'epg (la guida elettronica dei programmi) pertanto non è possibile, tra le altre cose, visualizzare il titolo del programma in corso.




Ricapitoliamo di seguito i canali trasmessi:

10 - Primocanale
11 - Primocanale TG24
26 - cielo
110 - Primocanale TG24
112 - Primocanale Primo Piano
512 - Primocanale Sport HD




Primocanale TG24 (LCN 11 - 110) e Primocanale Primo Piano (LCN 112) trasmettono senza il flag 16:9 (alcuni televisori eseguono automaticamente la conversione nel formato panoramico).







Abbiamo aggiornato la griglia dei canali con i paramtri tecnici e lo z@pping TV del mux PRIMOCANALE.

Mux PRIMOCANALE - Z@pping TV



 11 GIUGNO 2013 - Martedì 

Ore 11.45 - MUX LIGURIA TV - MUX TELENORD: AGGIORNATA LA GRIGLIA DEI CANALI E LO Z@PPING TV.
UHF 21 Mux LIGURIA TV
UHF 43 Mux TELENORD
Nella sezione LIGURIA IN DIGITALE aggiorniamo i parametri tecnici e lo z@pping TV dei mux LIGURIA TV, che opera in questa regione sull' UHF 21, e del mux TELENORD, che modula sull' UHF 43. La composizione dei due provider è identica, differisce il valore TID (il mux TELENORD ha il valore 17001, mentre LIGURIA TV ha il TID 17002), inoltre tra i due mux varia anche il valore PMT di BALLA ITALIA (LCN 609). Sono trasmessi 12 canali TV e 2 radio:

13 - TELENORD
88 - LIGURIA TV
113 - GOAL TV
189 - MOTOR SHOP
216 - LIGURIA TG 24
292 - CASA SHOP (al momento della nostra rilevazione stava trasmettendo ORLER TV)
513 - TELENORD HD (trasmette in SD)
588 - LIGURIA TV HD (trasmette in SD)
609 - BALLA ITALIA
610 - LIGURIA CHANNEL (schermo nero)
649 - LTV (schermo nero)
650 - LIGURIA SALUTE (schermo nero)

- Radio Jeans Network
- RADIO EVANGELO

Per tutti i dettagli tecnici vi invitiamo a consultare la griglia dei canali e lo z@pping TV con tutti i loghi e le immagini dei mux LIGURIA TV e TELENORD.





Mux LIGURIA TV - Z@pping TV


Mux TELENORD - Z@pping TV



 31 MAGGIO 2013 - Venerdì 

Ore 11.05 - MUX PRIMOCANALE: E' STATO INSERITO CIELO.
UHF 44 Mux PRIMOCANALE
I nostri lettori della Liguria ci comunicano che è stato recentemente inserito nel mux PRIMOCANALE il canale cielo (LCN 26), già presente nel RETE A Mux 1 a diffusione nazionale. Evidentemente nel quartier generale di sky, che controlla il canale free cielo, hanno ritenuto che il provider PRIMOCANALE in Liguria possa garantire una migliore copertura di questa regione. Ricordiamo inoltre che prima dello switch off cielo era già diffuso proprio sulle frequenze di PRIMOCANALE.
Infine vi segnaliamo che è stato eliminato dalla numerazione LCN 110 Primocanale Active, sostituito da una copia di Primocanale TG24, presente in questo multiplex anche nella posizione LCN 11. Abbiamo aggiornato la griglia dei canali e lo z@pping TV del mux PRIMOCANALE.












Mux PRIMOCANALE - Z@pping TV



 8 MAGGIO 2013 - Mercoledì 

Ore 14.50 - INCIDENTE PORTO GENOVA: LE ALL NEWS RITRASMETTONO PRIMOCANALE LIGURIA.
Nella tarda serata di ieri una nave portacontainer, in uscita dallo scalo del porto di Genova, ha sbagliato manovra e ha urtato la torre piloti, in zona molo Giano. Le due principali emittenti all news che operano sul digitale terrestre, Rai News 24 (LCN 48) e TGCOM24 (LCN 51) hanno ritrasmesso per gran parte della nottata le immagini della tv genovese Primocanale che opera anch'essa sul digitale terrestre in Liguria, ma è presente anche su Eutelsat 13°est - canale sky 515.








 7 MAGGIO 2013 - Martedì 

Ore 17.05 - TELEGENOVA RISORGERA ?
Telegenova, o meglio la VIF che l'aveva acquistata dalla Profit di Raimondo Lagostena, è fallita come era inevitabile.
Perché quando l'avvocato Gigi Zoboli (noto esponenente del Pdl) durante la prima udienza aveva assicurato al giudice, ovviamente perché glielo aveva detto il suo cliente) che si trattava solo di un momentaneo periodo di mancanza di liquidità, nessuno ci aveva creduto. Anzi altri dei 17 dipendenti si erano aggregati alla richiesta di fallimento, dopo aver saputo che così potranno prendere la liquidazione e gli ultimi tre mesi di stipendi.
Telegenova aveva continuato a trasmettere qualcosa grazie al sacrificio di alcuni dipendenti: il regista Pierluigi Manfra, che aveva messo a disposizione il proprio archivio e i giornalisti Claudio Bollo e Guido Martinelli. L'avventura di Orlando Portento. Negli ultimi tempi era arrivato da Telenord Fabrizio Pianetti con una trasmissione dedicata ai tifosi, ma non era bastata per il salvataggio dell'emittente.
Ora il curatore del fallimento spera che qualcuno si faccia avanti con un'offerta. Si parla di possibile investitori stranieri scovati dal giornalista-manager Salvatore Primicerio (in arte Primo Salvi) l'idea piace all'avvocato Enrico Clerici presidente di Tecnica Mista che da anni opera nel mondo dello spettacolo.
Vedremo come andrà a finire.Ma al momento il pessimismo è d'obbligo.
Tratto da: http://www.genova3000.it/index.php/notizie/857-telegenova-risorgera


 12 APRILE 2013 - Venerdì 

Ore 13.20 - VALLECROSIA (IM): IN FUNZIONE IL RIPETITORE PER RICEVERE IL DIGITALE TERRESTRE IN VIA GARIBBE.
VALLECROSIA (Imperia) - “Inviamo un ringraziamento al responsabile dell’ufficio del Comune – scrive il Comitato - che ha seguito l’iter di tutti i lavori eseguiti per tale scopo, va inoltre un ringraziamento alla scorsa Amministrazione che aveva deliberato il provvedimento”.
Il Comitato dei Cittadini del quartiere di Via Garibbe a Vallecrosia conferma che, finalmente da circa una settimana, è funzionante il ripetitore per la ricezione TV digitale.
“Inviamo un ringraziamento al responsabile dell’ufficio del Comune – scrive il Comitato - che ha seguito l’iter di tutti i lavori eseguiti per tale scopo, va inoltre un ringraziamento alla scorsa Amministrazione che aveva deliberato il provvedimento”.

Tratto da: http://www.sanremonews.it/2013/04/12/leggi-notizia/argomenti/ventimiglia-vallecrosia-bordighera/articolo/vallecrosia-in-funzione-il-ripetitore




 10 APRILE 2013 - Mercoledì 

Ore 12.40 - MUX SESTA RETE (PIEMONTE / LIGURIA) - MUX RETE 55 (LOMBARDIA): IL PROMO DI "AMICI ANIMALI".
UHF 46
Mux SESTA RETE (PIEMONTE)
UHF 53 Mux SESTA RETE (LIGURIA)
UHF 42 Mux RETE 55 (LOMBARDIA)
Da qualche giorno nel mux di SESTARETE in Piemonte (sulla LCN 681) e Liguria (sulla LCN 192) e nel mux di RETE 55 in Lombardia (sulla LCN 295) sta andando in onda il promo di un nuovo canale, si tratta di AMICI ANIMALI. Abbiamo caricato il video su YouTube, ve lo alleghiamo qui sotto. In base a quanto si legge nel promo, il canale dovrebbe occupare l' LCN 248 ed essere a diffusione nazionale.



AMICI ANIMALI PROMO



 6 MARZO 2013 - Mercoledì 

Ore 10.30 -  MUX NAZIONALI  - MUX RETECAPRI: ATTIVATO L' UHF 57 DAL MONTE FASCE A GENOVA.
UHF 57 Mux RETECAPRI
Da ieri i canali del mux nazionale RETECAPRI sono visibili anche nella città di Genova, infatti il multiplex caprese è stato attivato sulla frequenza UHF 57 dalla postazione del Monte Fasce nei pressi del capoluogo ligure. Abbiamo aggiornato la lista delle TV A GENOVA. Ringraziamo Marco di Genova per la segnalazione.



 22 FEBBRAIO 2013 - Venerdì 

Ore 09.35 - NUOVO LOGO PER STUDIO ITALIA.
L'emittente di televendite STUDIO ITALIA, sintonizzabile nei mux locali di alcune regioni con la numerazione LCN 225, ha cambiato il proprio logo, ora è simile a quello di
ITALIA TV (LCN 179), altro canale che fa parte dello stesso gruppo editoriale. Qui sotto potete vedere le differenza anche con il precedente logo, quello al centro. In onda sotto il logo c'è sempre fisso in sovraimpressione la scritta SHOP IN TV.


Questo l'elenco dei mux locali in alcune delle regioni in cui è presente STUDIO ITALIA (LCN 225):


PIEMONTE: UHF 32 Mux RETE 7 (PIEMONTE)



LOMBARDIA: UHF 51 Mux TELECOLOR



LIGURIA: UHF 53 Mux SESTARETE (LIGURIA)



EMILIA-ROMAGNA: UHF 42 Mux E' TV RETE 7



TOSCANA: UHF 41 Mux RTV 38



LAZIO: UHF 46 Mux GOLD TV




 14 FEBBRAIO 2013 - Giovedì 

Ore 10.00 - RUBANO MATERIALI TECNICI DELLE STAZIONI TV: DANNI PER MIGLIAIA DI EURO.
Ennesimo furto di materiali tecnici in stazioni televisive del Levante Ligure. I furti sono avvenuti nelle postazioni di Cogorno e Costa dei Mosti poi a San Nicolao, sul passo del Bracco, e infine a Moneglia, al confine fra le province di Genova e la Spezia. Danni per migliaia di euro sono stati procurati alle emittenti Tele Genova, Entella Tv, Tele Pace, Tele Nord e La7. In tutti i casi sono state asportate apparecchiature specifiche per la trasmissione.
Tratto da: http://www.cittadellaspezia.com



 06 FEBBRAIO 2013 - Mercoledì 

Ore 22.15 - CAPO CERVO (IMPERIA): RUBATI RIPETITORI TV, BOTTINO DA 150 MILA EURO.
IMPERIA - Danni per migliaia di euro per Imperia Tv, Rete A, Canale Italia, Telegenova e Tele Cupole. Gravi problemi di trasmissione per tutte le emittenti.
Un colpo da veri professionisti quello messo a segno a Capo Cervo, sopra il parco del Ciapà, da una banda specializzata nel furto e nella rivendita di ponti di trasmissione e ripetitori in uso alla emittenti televisive che trasmettono con il nuovo segnale digitale. Secondo le prime ricostruzioni effettuate dai Carabinieri, accorsi sul posto su segnalazione di alcuni proprietari delle emittenti televisive, preoccupati per i gravi problemi di trasmissione verificatisi nella giornata odierna, potrebbe trattarsi di una banda internazionale che nei mesi scorsi ha già colpito in altre regioni d'Italia, quali Umbria e Lazio, compresa la Liguria, nello specifico a Genova e La Spezia.
Le emittenti televisive che hanno subito i maggiori danni, il bottino complessivo del maltolto si aggirerebbe intorno ai 150 mila euro, sono Imperia Tv, Rete A, Canale Italia, Telegenova e Tele Cupole. Tutte emittenti locali, che hanno dovuto fare i conti con gravi problemi di trasmissione sia nel genovese che nel ponente ligure. Nessun danno, invece, per le apparecchiature di Mediaset e Rai, ovviamente più difficili da rivendere, a dimostrazione dell'accuratezza del colpo. Probabilmente le apparecchiature andranno ad arricchire il mercato dei Balcani e del Sud Italia, fortemente interessato allo smercio illegale del segnale digitale.

Tratto da:
http://www.puntoimperia.it/news/2013/02/06/capo-cervo-rubati-ponti-di-trasmissione-e-ripetitori-in-uso-a-emittenti-locali



 14 DICEMBRE 2012 - Venerdì 

Ore 22.55 - FURTO DI RIPETITORI TELEVISIVI SUL MONTE PORCILE.
Decine di ripetitori radiotelevisivi sono stati rubati la scorsa notte sul monte Porcile, in alta Val di Vara. Una banda di ladri ha sottratto le apparecchiature di proprietà delle emittenti Tele Liguria Sud, Primocanale, Telepace di Chiavari, Telecity e, in parte, Mediaset. Il bottino si aggira attorno ai 100.000 euro. Indagano i carabinieri.

Ore 22.35 - "A.A.A. VENDESI TRALICCIO": L'EX SIP VUOL FARE CASSA.
Genova - Vendesi traliccio con tanto di centralina di trasmissione e terreno vista città, al momento occupata ma in grado di assicurare un buon reddito. Per visite o informazioni rivolgersi a Prelios, ex Pirelli Re, ex gruppo Telecom quando la gestione dell’ex Sip era affidata a Tronchetti Provera. Prelios Agency vende i gioielli che furono di Telecom Italia, immobili di servizio che potrebbero rimanere tali oppure - questa è la prospettiva sottesa alle inserzioni messe in circolo dall’ex società immobiliare di Pirelli - potrebbero assumere le stesse destinazioni d’uso dell’intorno che ne caratterizza l’ubicazione, quasi sempre residenziali.
L’ultimo “pezzo” dei guai della Telecom del periodo 2001-2006 (quello dello scandalo Telecom-Sismi) arriva sul mercato di mezzo Paese sottoforma di immobili che Prelios oggi si trova costretta a cedere al miglior offerente. Immobili che già furono oggetto di uno scandalo non da poco, quando da Telecom passarono a Pirelli Re (parliamo di beni immobili per un valore di 3,8 miliardi) per poi essere affittati a prezzi non proprio di mercato alla stessa Telecom, che ancora oggi ne utilizza gran parte. Ora le vecchie centraline si aprono al mercato. Si tratta di edifici, prati, antenne e centrali telefoniche sparse per la provincia di Genova per un valore di una quindicina di milioni di euro.
Uno dei pezzi più pregiati dell’intero patrimonio messo in vendita da Prelios Agency (“evoluzione” ed erede delle proprietà di Pirelli Re) in Italia si trova a Rapallo, e più precisamente in via Santa Maria 40. È una palazzina costruita in piena epoca Sip, quasi quarant’anni fa, cinquemila metri quadri di palazzina con circa 3mila metri quadri di contorno. Costa 5,6 milioni di euro, e chi lo volesse non potrà pensare di risolvere subito il contratto con l’inquilino (Telecom), che lo potrà occupare ancora per tre anni, opzionabili di ulteriori sei. Dopo la scadenza, però tutto potrà succedere (e non per niente nella scheda di vendita si specifica «la proprietà si trova a poche centinaia di metri dall’uscita del casello»), e comunque nel frattempo l’investimento frutterà una bella cifretta, più precisamente 326 mila euro l’anno di canone. La vicinanza all’autostrada e la conformazione dell’intorno, quasi sempre composto da appartamenti, viene sottolineata anche nella descrizione di altri lotti. Per esempio sulla palazzina di via Frugone a Busalla (costo 600mila euro), «facilmente raggiungibile dalla A7».
Altro pezzo pregiato nella vetrina di Prelios: 2,5 milioni per un edificio da 3mila metri quadri con terreno di 7.400 sulle alture di Arenzano (Terralba). Anche in questo caso, per qualche anno bisognerà accontentarsi del canone (si far per dire: 152 mila euro l’anno). Qui il gioco varrebbe la candela, perché l’intorno è costituito da villette unifamiliari, e ottenere una variante di utilizzo anche solo per il terreno equivarrebbe a fare dell’investimento un discreto business. Ma l’agenzia non risparmia proprio nulla, e nel catalogo infila perfino la maxi-antenna dalle parti del Forte Begato. Giusto 760mila euro per aggiudicarsela, 46 mila euro di rendita annua e la sensazione di dominare un pezzo storico della vecchia Sip.

Tratto da:
http://www.ilsecoloxix.it/p/genova/2012/12/14/AP7njzBE-vendesi_traliccio_cassa

La torre Telecom di via al Forte di Begato 5


 19 NOVEMBRE 2012 - Lunedì 

Ore 09.20 - GENOVA: RAI, MEDIASET E TELECOM ITALIA MEDIA, LAVORI DI OTTIMIZZAZIONE DEGLI IMPIANTI.
GENOVA - Mediaset, Rai e Telecom Italia, proprietaria di La7, hanno iniziato a mettere mano ai principali ripetitori del segnale digitale terrestre a Genova. L’obiettivo è quello di porre fine alla lunga serie di lamentele denunciate anche dal Secolo XIX in una recente inchiesta e segnalate all’Agcom, l’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni. Trasmissioni “squadrettate”, segnali assenti, black-out temporanei, questi i principali problemi comunicati a più riprese dai cittadini. Nelle ultime settimane la situazione sta migliorando. In virtù di cosa? Delle modifiche che le tre principali emittenti stanno compiendo sui propri impianti, in particolare su quelli montati sui tralicci del Monte Fasce, del Righi e del Monte Serra, in Toscana. Limitati i danni di un passaggio tecnologico certamente lontano dalla perfezione, ora si dovrà però fare i conti con un nuovo nemico chiamato Lte, la tecnologia che renderà più veloci tablet e smartphone di nuova generazione.
Il digitale terrestre, da quando è sbarcato in Liguria, ha iniziato a dir poco a far parlare di sé, e non certo per l’impeccabilità del servizio. Fino a non molto tempo fa a Genova un impianto su quattro ha manifestato problemi a ripetizione. All’inizio si è trattato dei comprensibili problemi di ricezione di un segnale nuovo. Poi l’asticella delle rogne si è spostata sulle interferenze dei ripetitori della Toscana (Monte Serra) e della Francia, la cui propagazione si è dimostrata in grado a più riprese di disturbare ulteriormente il già caotico panorama dei segnali in aria sulla città. Gli antennisti hanno rigettato ogni responsabilità sulle aziende proprietarie delle reti, “colpevoli” a loro dire di non eseguire gli interventi che il caso richiederebbe, in particolare sul ripetitore del Monte Fasce.
A distanza di mesi dall’avvio, tutte e tre le grandi aziende delle emittenti in chiaro hanno iniziato a mettere mano ai propri impianti. L'ultima in ordine di tempo a entrare in azione è stata la Rai, la prima Telecom per porre fine ai gravissimi problemi di ricezione che facevano sparire per ore il segnale di La7. Ma tra gli addetti ai lavori si parla anche dell'arrivo dei primi ritocchi di Mediaset.

Tratto da:
http://www.ilsecoloxix.it/p/genova/2012/11/18/APmf4oyD-digitale_terrestre_oscuramento


 30 GIUGNO 2012 - Sabato 

Ore 10.45 - MUX TELECITY LIGURIA: AGGIUNTO STV TEST CON UNA NUOVA SAMP TV.
UHF 24 Mux TELECITY LIGURIA:
Nella giornata del 27 Giugno scorso è stato aggiunto nel mux TELECITY LIGURIA
(UHF 24 da Monte Fasce) il canale, senza LCN, STV Test, che trasmette Samp TV in formato 16:9 e con programmazione di vecchie partite e di trasmissioni calcistiche (non in diretta) di 7 GOLD. Rimane al momento presente nell'altro mux di TELEGENOVA (UHF 29 da Monte Fasce), con LCN 681, il canale l'originale Samp TV con trasmissioni differenti rispetto a quello nuovo. Ringraziamo per la segnalazione e le immagini Marco di Genova.



 26 GIUGNO 2012 - Martedì 

Ore 23.00 - GENOVA MONTE FASCE: ARRIVA IL MUX TELERADIO PACE.
UHF 31 Mux TELERADIO PACE:
Il nostro lettore Marco di Genova ci comunica che è stato attivato dalla postazione locale di Monte Fasce il mux di TELERADIO PACE di Chiavari (GE).
Nel dettaglio vi elenchiamo i canali contenuti nel mux:


15 - TelePace 1
19 - TLS TeleLiguriaSud
85 - TelePace 2
115 - TelePace 3
218 - TelePace 4
695 - Levante Sport
- Radio Pace
- Radio Aldebaran

Abbiamo inserito la nuova pagina con la griglia dei canali trasmessi nella lista delle TV A GENOVA.


 31 MARZO 2012 - Sabato 

Ore 09.50 - TELEGENOVA: COM'ERA, COM'E' (CON VIDEO).
L'emittente ligure TeleGenova, dopo il cambio di proprietà (gestione società VLF) non attraversa un buon momento, i lavoratori non percepiscono lo stipendio da oltre sei mesi e i contributi Enpals non risultano versati. In questo video realizzato dai dipendenti dell'emittente lo scorso febbraio, si vede la difficile situazione in cui operano i giornalisti e i tecnici che sono costretti a lavorare in un ufficio-cantiere. Sembrano purtroppo ormai lontani i tempi d'oro di Salvatore Cingari (editore del canale scomparso nel 2004) che portò l'emittente al massimo della popolarità, con programmi di intrattenimento, informazione e sport. Nel link qui sotto di storia radio tv, potete leggere nel dettaglio la storia di TeleGenova dalla nascita.
http://www.storiaradiotv.it/TELEGENOVA

Telegenova come eravamo



 25 MARZO 2012 - Domenica 

Ore 18.20 -  IN EVIDENZA  - LA SPEZIA: DAL MONTE PARODI CAMBIO DI POLARIZZAZIONE DEGLI IMPIANTI.
Stiamo ricevendo una notevole quantità di mail da La Spezia dove tutti voi segnalate la mancata ricezione di Mediaset, Telecom e alcune reti locali. Il motivo è che dallo scorso 20 marzo dalla postazione di monte Parodi è stata modificata la polarizzazione di emissione, da orizzontale a verticale. Pertanto l'unica soluzione possibile per tornare a ricevere i segnali televisivi è quella di modificare la posizione dell'antenna da orizzontale a verticale. Questa scelta tecnica è dovuta alle persistenti difficoltà tra i segnali della Toscana e quelli provenienti da La Spezia. Una raccomandazione infine: fate effettuare il lavoro da tecnici specializzati.

Ecco la testimonianza di un altro nostro lettore di La Spezia, che ci invia un email per confermare che cambiando polarità alle antenne si riescono a ricevere tutti i canali:
"Io abito a la Spezia zona Azzerata e per una settimana non ho visto i canali Mediaset poi parlando con amici mi é stato consigliato di ruotare l' antenna da orizzontale a verticale e la cosa ha funzionato ora vedo tutto che é una meraviglia prendo circa 300 canali tra liberi e criptati ho un antenna singola montata sul tetto e un tv nuovo che prendeva quasi tutto ma ogni tanto dava segnale debole, ora va benissimo".

Abbiamo aggiornato la nostra pagina de
LE TV A LA SPEZIA.







Ore 14.40 - GENOVA: IL CALDO MANDA IN TILT LA TV DIGITALE.
Genova - Invita a spegnere la televisione e uscire qualche volta in più, l’esplodere della stagione migliore dell’anno. Il rischio è che l’opportunità, però, diventi scelta obbligata. E che privi di svago e informazione anche chi, per limiti fisici, di pigrizia o di età, può permettersi poco di abbandonare casa. Il passaggio al digitale terrestre non è finito col delirio dello switch-off, lo spegnimento del segnale analogico “celebrato” a fine 2011. I problemi di ricezione, a distanza di mesi, sono rimasti.
Anzi, il rialzarsi delle temperature rincarerà le criticità mai risolte di segnali spesso deboli, altre volte capaci di scontrarsi e disturbarsi col risultato del black-out. Ad aver problemi, a partire dalle prossime settimane, saranno anche moltissimi genovesi che ritenevano di aver operato - con relativa spesa - tutti gli interventi che l’epocale passaggio al digitale imponeva. I venti gradi già registrati in questo esordio di primavera hanno creato i primi problemi. Entro l’estate c’è già chi prevede che sarà il caos. Colpa del maxi-ripetitore toscano di Monte Serra. Il segnale in arrivo da quel punto di propagazione interferirà con il caotico sistema di segnali di Genova. Per circa 150 mila genovesi significherà, con ogni probabilità, dover tornare a intervenire sull’impianto di casa per ovviare all’oscuramento dei canali Mediaset e Rai. Sotto attenzione ci sono soprattutto le grandi emittenti nazionali, che sarà difficile continuare a vedere soprattutto nelle zone collinari (ad esempio Oregina, Quezzi, Castelletto, alture di Sestri e Pegli, Quarto e altre) e nel Ponente (l’area più critica sarà quella attorno ad Arenzano e Voltri).
Continua a leggere qui: http://www.ilsecoloxix.it/p/genova/2012/03/25/APqGvTAC-digitale_caldo_manda


 13 MARZO 2012 - Martedì 

Ore 12.55 - GENOVA: FRANCA BRIGNOLA INAUGURA "118 EMERGENZA TV".
«Centodiciotto. Emergenza Tv». Da questa sera l'emittenza locale genovese avrà una nuova rete televisiva sul canale 118 del digitale terrestre. Si chiama «Emergenza Tv», e il nome d'impatto gioca proprio sul numero del canale sul quale andrà in onda.
Esordio previsto per questa sera, ore 21, con una programmazione che arriverà fino alla mezzanotte. Tre ore di trasmissioni giornaliere per rodare il meccanismo che ha come ideatore e direttore artistico Vittorio Da Pozzo. È stato lui ad acquistare le frequenze del canale dalla proprietà di Telegenova dove al momento trasmette a pieno regime Teleliguria.

Inizialmente la nuova televisione andrà in onda con una programmazione limitata, ma l'idea è quella di espandersi pian piano in base a quella che sarà la richiesta pubblicitaria. Volto di punta di «Emergenza Tv» è Franca Brignola, ex direttore di Telegenova e volto più conosciuto della televisione ligure, che rientra sul piccolo schermo dopo aver abbandonato nello scorso autunno l'emittente che aveva contribuito a fondare negli anni '70. «Sono felicissima di ricominciare per abbracciare nuovamente il mio pubblico e per tornare a raccontare le nostre storie e informare i genovesi - racconta Franca Brignola -. A Telegenova la situazione era diventata insostenibile e i fatti, purtroppo, mi hanno dato ragione. Sono molto dispiaciuta della situazione che si è venuta a creare per i ragazzi che ci lavorano». L'esordio di Emergenza Tv avverrà stasera alle 21 con la rubrica «Lettere a Franca», un contenitore di 15 minuti condotto da Franca Brignola che commenterà le lettere degli ascoltatori e avrà in studio un ospite al giorno. La striscia andrà in onda martedì, giovedì, sabato e domenica. Stasera alle 21.15 (e poi tutti i martedì alla stessa ora) partirà «Attenti a quei due» trasmissione condotta da Enrico Cimaschi e Andrea Cambiaso pronti a pungere sulla politica cittadina e regionale. Il venerdì sera gli approfondimenti sui temi settimanali della politica, della cronaca e del costume saranno affidati ancora alla Brignola in «Liguria allo specchio» e, sempre la signora della televisione locale genovese, sarà anche la presentatrice di una trasmissione sui trasporti che andrà in onda il mercoledì alle 21.15 con Virgilio Cimaschi, mentre una striscia settimanale sarà dedicata anche agli animali con una rubrica curata da un veterinario. Enrico Cimaschi, oltre alla trasmissione «Attenti a quei due», sarà il conduttore di Tg Europa, approfondimento quotidiano sui temi dell'Unione Europea.
Ci sarà spazio anche per la musica e lo spettacolo con due trasmissioni curate da Vittorio Da Pozzo: «Stella danzante» in onda ogni sera e «Liguria Selection music show» che sarà la parte più suggestiva del palinsesto domenicale. In un momento di forte crisi per il mondo dell'informazione locale ecco un nuovo esperimento, una ventata di ottimismo. Si parte con una squadra ridotta all'osso per non fare il passo più lungo della gamba, ma l'ambizione è quella di allargare la programmazione e dotarsi di un vero e proprio telegiornale locale ed una squadra di giornalisti. È una piccola grande sfida, non verso le emittenti concorrenti, ma verso se stessi. Benvenuta «Emergenza Tv» e in bocca la lupo!

Tratto da: http://www.ilgiornale.it/genova/il_ritorno_franca_brignola_da_oggi_nuovo_donna_tv


 10 MARZO 2012 - Sabato 

Ore 21.35 - TELEGENOVA AL COLLASSO: DOPO GLI STIPENDI TAGLIATA ANCHE LA LUCE.
Da mesi senza stipendio, i giornalisti e gli operatori di Telegenova sono rimasti anche senza luce, con l' impossibilità di produrre la parte giornalistica dell' emittente, che anche ieri non è andata in onda. I sindacati denunciano la crisi dell' emittente e definiscono le difficoltà dei lavoratori parlando di «una situazione inaccettabile». Un documento durissimo firmato da Marcello Zinola, segretario dell' Associazione Ligure Giornalisti e Gianni Pastorino, segretario Slc-Cgil di Genova, ribadisce il «giudizio negativo» sui nuovi proprietari, subentrati a novembre nel ramo d' azienda dedicato alla produzione dei programmi, che è stato invece separato dalla rete. In mezzo sono rimasti i 17 dipendenti dell' emittente, 5 giornalisti e 12 amministrativi e tecnici, con 4 persone in cassa integrazione a zero ore. I dipendenti non ricevono più lo stipendio da mesi, lavorano in condizioni impossibili, e in ultima denunciano questo episodio: il 6 marzo scorso l' azienda «ha comunicato la chiusura temporanea della sede causa cambiamento del gestore che fornisce l' energia elettrica. In altre parole, nella sede di via XX settembre non c' è energia elettrica, dunque non si può lavorare. La programmazione giornalistica è stata sospesa, mentrei programmi di intrattenimento sono assemblati in altre sedi. Secondo la nota sindacale «la storia di Telegenova oggi è fatta di decreti ingiuntivi per i salari non percepiti, ispezioni da parte degli enti previdenzialie del lavoro, un procedimento giudiziario per comportamento antisindacale, anche il Corecom informato della situazione dell' emittente». Il sindacato lancia quindi un appello alle istituzioni e alla politica: «Non vi diciamo non andate a Telegenova, non partecipate a trasmissioni - è l' invito - ma vi chiediamo di informarvi prima su come le realizzeranno e nel rispetto di quali diritti e doveri».

Tratto da: http://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/2012/03/09/telegenova-al-collasso-dopo-gli-stipendi-tagliata


 09 MARZO 2012 - Venerdì 

Ore 16.35 - SANTA MARGHERITA LIGURE: VIAGGIO NELLE RADIO LIBERE DEL LEVANTE LIGURE.
A Santa Margherita Ligure, sabato 10 marzo alle 17.00 nella sede di “Spazio Aperto di Via dell’Arco” (Via dell’Arco, 38),”Sulle magiche frequenze del Tigullio. Appunti disordinati di viaggio nelle radio libere del Levante Ligure dal 1976 ad oggi” con Salvo Agosta, direttore Radio Aldebaran, Marco Revello, autore e conduttore radiofonico.
Anni ’60: una ventata di libertà e voglia di comunicare. Informazione, letteratura, musica, il “ribollire” di una generazione in un decennio pieno di avvenimenti epocali. I giovani cercano di esprimere il loro desiderio di novità in molti modi: nel 1964 sono conquistati dalla minigonna, nel 1965 i Beatles effettuano un tour in Italia, nel 1966 l’alluvione di Firenze vede in prima linea giovani volontari di tutto il mondo, nel 1968 esplode negli Stati Uniti il fenomeno hippy mentre in Europa dilaga la contestazione studentesca. Non c’è internet, ma la tecnologia mette a disposizione un’arma formidabile a prezzo abbordabile: la radio. In Gran Bretagna nascono le “radio pirata”, libere da ogni controllo. A partire dal 1975 anche in Italia, esponendosi a denunce e sequestri, numerose “radio libere” occupano le frequenze disponibili; la Liguria non si lascia sfuggire l’opportunità. Molti ricordano Radio Camogli Stereo che da Ruta diffondeva nel golfo Paradiso e nel Tigullio, Radio Città Futura, Radio Star Music e Rete Chiavari da Chiavari, Radio Gamma Sound e Radio Portofino da Lavagna, Radio Tempio della Musica, Radio Porticciolo e Radio Levante da Rapallo, Radio Eclisse 82 da Sestri e Radio Levante. Marco Revello trasmetteva dal Castello Cinquecentesco di Santa su Radio Tigullio Activity; Salvo Agosta era ospitato nel Convento dei Cappuccini di Chiavari sulle frequenze di Radio Aldebaran. Oggi solo poche di quelle radio sono sopravissute: tra queste Radio Aldebaran. Ma di quell’esperienza restano persone che si sono formate allora: deejay, annunciatori, tecnici, autori, giornalisti. L’incontro ha il patrocinio del Comune di Santa Margherita. L’ingresso, come per tutte le iniziative dell’Associazione “Spazio Aperto”, è libero e gratuito.

Tratto da: http://www.levantenews.it/index.php/2012/03/09/santa-viaggio-nelle-radio-libere-del-levante-ligure


 14 FEBBRAIO 2012 - Martedì 

Ore 06.30 - RIOMAGGIORE (LA SPEZIA): RIPRISTINATO IL SEGNALE DEL DIGITALE TERRESTRE.
Il Comune di Riomaggiore informa che si rivedono i canali Rai e Mediaset del digitale terrestre nelle Cinque Terre. Oggi i tecnici di Rai Way sono intervenuto sul ripetitore di Monte Verrugoli e hanno ripristinato la ricezione dei canale. Nel caso in cui i canali non si ripristino automaticamente, occorre effettuare una scansione dei canali. Il tecnico manutentore dell'impianto comunale è inoltre intervenuto per migliorare il servizio in alcune zone in cui il segnale era peggiore.
Tratto da: http://www.cittadellaspezia.com/mobile/articolo


 08 FEBBRAIO 2012 - Mercoledì 

Ore 12.30 - MUX TELESTAR: ARRIVA CHANNEL 24.
UHF 51 Mux TELESTAR:
E' stato aggiunto in questo mux Channel-24 che va ad occupare la posizione LCN 130, come potete vedere nelle immagini che alleghiamo, viene trasmesso un telefilm e non le abituali televendite. Segnaliamo che Channel 24 è inserita anche nel mux di TELECAMPIONE (LCN 184) ma trasmette da molti mesi a questa parte una test card con il proprio
logo (vedi foto sotto).






 23 GENNAIO 2012 - Lunedì 

Ore 11.20 - PORTO VENERE (LA SPEZIA): NIENTE PROGRAMMI RAI, FORSE UNA SOLUZIONE.
L’Amministrazione Comunale di Porto Venere ha ricevuto numerose lamentele da parte di cittadini che, dopo il passaggio al digitale terrestre, non riescono a ricevere i segnali televisivi dei canali Rai nella frazione capoluogo. Intende pertanto chiarire prima di tutto come non sia compito istituzionale del Comune assicurare i servizi televisivi ai cittadini. Nonostante questo gli uffici si sono adoperati, fin dal mese di agosto 2011, per sensibilizzare la sede Regionale Rai affinché si evitasse il problema prima ancora del suo sorgere. Analoga iniziativa è stata intrapresa, all’inizio del mese di ottobre, presso il Ministero dello Sviluppo – Ispettorato delle comunicazioni di Genova.
Al momento attuale il disservizio permane poiché la Rai non è intenzionata ad installare un ripetitore in grado di coprire la zona del centro storico, invitando i cittadini, dove è possibile, a sintonizzarsi sul segnale proveniente dalla Toscana (Monte Serra). In quel caso si riceverebbero, naturalmente le trasmissioni dedicate a quella regione. Altra soluzione potrebbe essere quella di utilizzare le trasmissioni satellitari con l’acquisto di un decoder per ogni televisore. In questo caso non sarebbero trascurabili, naturalmente, i costi a carico dei singoli utenti e i problemi legati all’impatto paesaggistico che avrebbero le parabole.
Il Ministero, durante un apposito sopralluogo, ha infine ventilato la possibilità di poter irradiare i segnali utilizzando un canale assegnato alla Rai nonostante le iniziali resistenze dell’Azienda stessa.
Quest’ultima è la soluzione che l’Amministrazione ha ritenuto più idonea a rispondere alle esigenze dei cittadini. Conseguentemente il Ministero ha recentemente provveduto all’emissione di apposito decreto che permetterà di coprire con il segnale Rai Liguria tutto il territorio fino ad oggi escluso dal servizio. Il tutto dovrebbe avvenire entro la prima decade del mese di febbraio.
Per il bene comune infatti l’Amministrazione Comunale si assumerà responsabilità e competenze non proprie investendo una somma superiore ai diecimila euro.
In questo quadro di difficoltà economiche è comunque un sacrifico che riteniamo importante per assicurare livelli adeguati della qualità della vita.

Tratto da: http://www.levantenews.it/index.php/2012/01/23/porto-venere-niente-programmi-rai-forse-una-soluzione


 19 GENNAIO 2012 - Giovedì 

Ore 22.10 - IN VALLE ARROSCIA LA RAI NON SI VEDE: UNA RACCOLTA FIRME DEI CITTADINI.
La Rai non si vede ma chiede100 mila euro ai Comuni per installare nuovi ripetitori. Marco Scajola presenta un interrogazione "Oltre il danno anche la beffa: la Regione intervenga a sostegno di questi Comuni vessati dall’emittente televisiva nazionale”
Marco Scajola si fa propugnatore in Regione di un interrogazione per chiedere, alla luce dell’iniziativa popolare promossa da alcuni Comuni della Valle Arroscia , l’intervento della Regione per tutelare quei territori, che sono molti in Liguria, dove con l’attivazione del digitale terrestre la Rai non si vede più ed ai quali vengono chiesti, dall’emittente nazionale stessa, finanziamenti aggiuntivi per installare nuovi ripetitori.

Scajola spiega: “Per questi cittadini oltre il danno anche la beffa. Non solo non riescono a guardare la televisione, ma ai Comuni viene richiesto un finanziamento aggiuntivo, nel caso specifico dei Comuni dell’entroterra della Valle Arroscia 100 mila euro, per installare nuovi ripetitori”. L’esponente del Pdl continua: “La situazione ha del paradossale. Già in passato avevo espresso le mie preoccupazioni in merito al passaggio al digitale terrestre, purtroppo queste sono diventate un fatto concreto con gravi disagi e disservizi per tanti cittadini e comuni soprattutto dell’entroterra”.
“La Regione – dice ancora il rappresentante del centro destra- si deve attivare soprattutto di fronte all’ennesima richiesta di denaro proveniente dall’emittente nazionale. La mobilitazione spontanea di tanti cittadini ed amministrazioni locali, che stanno raccogliendo centinaia di firme contro quest’atteggiamento vessatorio da parte della Rai, deve essere sostenuta. per questo con la mia interrogazione voglio portare la questione in Consiglio regionale”.
Marco Scajola fa sapere che con il suo documento, oltre ad aver chiesto l’intervento della Giunta per risolvere questa incresciosa vicenda, pretende di conoscere lo stato dell’arte rispetto al passaggio dall’analogico al digitale terrestre: “Mi risulta che in molte parti della Liguria la situazione non sia delle migliori. Voglio sapere nel dettaglio come si sta procedendo per garantire a tutti i cittadini liguri la possibilità, visto che pagano anche un salato canone la cui scadenza cade proprio in questi giorni, di guardare la televisione senza sopportare continui disservizi”.

Tratto da: http://www.sanremonews.it/2012/01/19/leggi-notizia/argomenti/politica-1/articolo/digitale-terrestre-in-valle-arroscia-la-rai-non-si-vede-una-raccolta-firme-dei-cittadini


 14 GENNAIO 2012 - Sabato 

Ore 00.25 - MUX TELECITY: ARRIVA RADIO ZETA.
UHF 45
(Piemonte) - UHF 45 (Lombardia) - UHF 24 (Liguria) Mux TELECITY:
Segnaliamo che rispetto alla nostra precedente rilevazione, è stata inserita l'emittente radiofonica lombarda Radio Zeta con LCN 173. Vi informiamo che stiamo continuando ad aggiornare progressivamente le composizioni dei mux delle nostre liste.





 10 GENNAIO 2012 - Martedì 

Ore 10.50 - LA SPEZIA: TV DIGITALE A SINGHIOZZO, "SCIOPERO DEL CANONE".
Proteste anche per la ricezione del canale Rai 3 della Liguria. Il segnale funzionebbe a corrente alternata alla Chiappa, in alcune zone di Fossitermi e Rebocco, a San Terenzo, Lerici, Arcola e a Pian di Valeriano. Problemi nell’alta Val di Vara, aRiccò del Golfo, a Varese Ligure e a Carrodano.
Sono centinaia e hanno le idee chiare: o «Mamma Rai» si attrezza per garantire una copertura totale del segnale legato al digitale terrestre, o per quest’anno può anche scordarsi i soldi dell’abbonamento. Sarà anche brutale, ma almeno, posto in questi termini, il messaggio non manca di efficacia. Già, perché dal giorno dello switch-off, ossia da quando la tv analogica ha smesso di funzionare, il nuovo sistema di diffusione e ricezione delle frequenze non è ancora andato a regime. E sono molte nella provincia spezzina le cosiddette ‘zone buie’, aree non coperte dal segnale o dove il segnale è troppo debole per garantire una fruzione costante delle trasmissioni televisive, comprese quelle proposte dal servizio pubblico. Le segnalazioni non si contano e la rabbia dei telespettatori nelle scorse settimane è approdata sui tavoli dell’Adoc, l’associazione di via Persio che tutela i consumatori. «I problemi sono diversi — spiega il presidente provinciale Elisabetta Sommovigo —. Ci sono zone della prima periferia cittadina in cui i telespettatori non riescono a captare le frequenze de La7. Man mano che ci si avvicina alla provincia di Massa Carrara, e soprattutto nella bassa Val di Magra, il segnale dei nostri ‘vicini di casa’ diventa prevalente e molti spezzini su Rai3 riescono a vedere soltanto il tg regionale della Toscana e non quello della Liguria».
STANDO all’osservatorio dell’Adoc il segnale del digitale terrestre funzionebbe a corrente alternata anche alla Chiappa, in alcune zone di Fossitermi e Rebocco, a San Terenzo, Lerici, Arcola e a Pian di Valeriano. Ma i problemi più significativi si sono registrati nell’alta Val di Vara, e soprattutto a Riccò del Golfo, a Varese Ligure e a Carrodano.
Tratto da: http://www.lanazione.it/laspezia/cronaca/2012/01/10/649945-digitale_singhiozzo


 08 GENNAIO 2012 - Domenica 

Ore 16.00 - MUX TELESTAR: INSERITE LE LCN ALLE RADIO.
UHF 41 (Piemonte - Lombardia) / UHF 51 (Liguria) Mux TELESTAR:
Radio City e Radio City SMI, le emittenti radiofoniche del gruppo di Giorgio Tacchino diffuse in questo multiplex del digitale terrestre in Piemonte, Lombardia e Liguria dispongono ora della numerazione LCN. Radio City occupa la posizione 701, mentre l'emittente di sola musica italiana Radio City SMI ha inserito l'LCN 702. Abbiamo aggiornato le relative griglie dei canali e gli z@pping tv.