NEWS 2014



    LE NOTIZIE DELLA SETTIMANA


                 Da Lunedì 7 
   a Domenica 13 SETTEMBRE 2015






www.litaliaindigitale.it
Aggiungilo ai tuoi siti preferiti.



Sei appassionato di tv e radio e vuoi collaborare inviandoci le segnalazioni e le liste della tua zona?

Contattaci alla nostra mail
info@litaliaindigitale.it
e inizia subito a condividere le tue informazioni su L'ITALIA IN DIGITALE.

Vuoi condividere le tue impressioni sul digitale terrestre?
Ti interessa divulgare le informazioni in tuo possesso per aiutare chi è in difficoltà nella ricezione del DTT?
Vuoi lanciare un messaggio visibile agli utenti de l'Italia in digitale?
La nostra nuova mail è: sportello@litaliaindigitale.it
Pubblicheremo le vostre mail nello spazio SPORTELLO TV DIGIT@LE.
Potete utilizzare questa mail anche per dare una risposta, consiglio o parere sulle discussioni di questo sito.



https://sites.google.com/site/litaliaindigitale/archivionewssettimana/news2015/news05-11gen2015/NEWS%20DELLA%20SETTIMANA.png


https://lh4.googleusercontent.com/-8-L1EG8a4kE/VKVLXfSJeHI/AAAAAAAG5ic/6z7JSXs2j2g/s1600/ANNO%25202012.png









Il nostro indirizzo internet è:
www.litaliaindigitale.it




MUX NAZIONALI

RAI Mux 1 (ABRUZZO)
RAI Mux 1 (BASILICATA)
RAI Mux 1 (CALABRIA)
RAI Mux 1 (CAMPANIA)
RAI Mux 1 (EMILIA-ROMAGNA)
RAI Mux 1 (FRIULI V.G.)
RAI Mux 1 (LAZIO)
RAI Mux 1 (LIGURIA)
RAI Mux 1 (LOMBARDIA)
RAI Mux 1 (MARCHE)
RAI Mux 1 (MOLISE)
RAI Mux 1 (PIEMONTE)
RAI Mux 1 (PUGLIA)
RAI Mux 1 (SARDEGNA)
RAI Mux 1 (SICILIA)
RAI Mux 1 (TOSCANA)
RAI Mux 1 (TRENTINO)
RAI Mux 1 (ALTO ADIGE)
RAI Mux 1 (UMBRIA)
RAI Mux 1 (VALLE D'AOSTA)
RAI Mux 1 (VENETO)
RAI Mux 1 (VENETO/EMILIA-ROMAGNA)
RAI Mux 2
RAI Mux 3
RAI Mux 4
RAI Mux 5
RAI Mux 5 (PIEMONTE)
RAI Mux 6 (LAZIO)

MEDIASET Mux 1
MEDIASET Mux 2
MEDIASET Mux 3
TIMB Mux 1
TIMB Mux 2
TIMB Mux 3

Mux DFREE

Mux CAIRO DUE

CANALE ITALIA Mux 1
CANALE ITALIA Mux 2

MEDIASET Mux 4
MEDIASET Mux 5
RETE A Mux 1
RETE A Mux 2

Mux LA 3

Mux RETECAPRI

Mux EUROPA 7


LCN NAZIONALE

Mux START UP
COMMUNICATION

Mux STUDIO 1

Mux LA 9 (PIEMONTE)
Mux LA 9 (VENETO)
Mux LA 9 (TRENTINO)
Mux LA 9 (EMILIA-ROMAGNA)
Mux LA 9 (MARCHE)

FRANCIA IN DIGITALE
SVIZZERA IN DIGITALE



Le TV a ROMA Le TV a MILANO Le TV a TORINO
Le TV a PESCARA
LISTA LCN A ROMA
LE TV A MILANO
LE TV A TORINO
LE TV A PESCARA
Le RADIO a ROMA
Le RADIO a MILANO Le RADIO a TORINO Le RADIO a PESCARA

Lista LCN ROMA Lista LCN MILANO Lista LCN TORINO Lista LCN PESCARA
https://lh6.googleusercontent.com/-pbWiqyb-MWI/Uy615CQvIEI/AAAAAAAFUEg/3fje_5yah8o/s1600/MILANO%25202.jpg
LISTA LCN A PESCARA

LCN NAZIONALE




Donazione tramite PayPal, il sito è in assoluto fra i più sicuri per cui non vi è motivo di diffidare.


https://lh3.googleusercontent.com/-7EhIcVg2twQ/Ve4S8l_GYxI/AAAAAAAIOfY/hYmpTc8IFqc/s900-Ic42/L%252527ITALIA%252520IN%252520DIGITALE%252520BANNER%252520MEDIASET%252520SAT%2525202.png

https://lh3.googleusercontent.com/-pAwSB3YsOeI/VfWhLLYajRI/AAAAAAAIQk4/E35qgjtFedM/s1144-Ic42/RAI%2525204%252520A.png
https://lh3.googleusercontent.com/-Z-VBu5Nrl7E/VfWhMdsBwYI/AAAAAAAIQlA/JCyvHJMMcpE/s1144-Ic42/RAI%2525204%252520B.png

https://lh3.googleusercontent.com/-B3Lce0GDqls/Ve4W1J5A8RI/AAAAAAAIOfk/ydIiydN8s8o/s1144-Ic42/9600%252520A.png
https://lh3.googleusercontent.com/-rCG-PumWW7E/Ve4W3ceTh-I/AAAAAAAIOfs/RvsZa-Hl2tI/s1144-Ic42/9600%252520B.png




https://lh3.googleusercontent.com/-fvhyBU1u_h8/VetdKcEKA2I/AAAAAAAINlc/5Wv-GI1hlG8/s720-Ic42/BANNER%25252012.png


Clicca sulle immagini per vederle ingrandite


13 SETTEMBRE 2015
Domenica

LOMBARDIA IN DIGITALE

Ore 23.45 - LA PROVINCIA: CHAMPIONS IN TV GRATIS PER I COMASCHI.

Grazie a una rete svizzera sarà possibile vedere in chiaro le partite di Juventus e Roma.
Si chiama RSI LA2 la salvezza per i tifosi di Juventus e Roma, che martedì 15 e mercoledì 16 settembre avranno la possibilità di vedere in chiaro Manchester City-Juventus e Roma-Barcellona di Champions League, partite trasmesse per l’Italia in esclusiva da Mediaset Premium.
I fortunati però saranno solo una fetta d’Italia, ovvero gli abitanti delle province di Como, Varese, Novara e la parte nordoccidentale della provincia di Milano (compresi alcuni quartieri cittadini): infatti questi potranno vedere la partita in chiaro sulle frequenze del digitale terrestre di RSI LA2, il secondo canale della Radiotelevisione della Svizzera italiana.
Non si tratta però di una novità: la RSI (branca italofona della SRG SSR, il servizio pubblico elvetico) da anni possiede infatti i diritti in chiaro della Champions League per il territorio nazionale, riuscendo a trasmettere, con fortunate combinazioni di orario, anche tre partite a settimana. Rispetto agli anni passati, l’assenza di squadre svizzere nella massima competizione europea per club ha ulteriormente incentivato la RSI a scegliere le partite della squadre italiane, visto l’enorme seguito che c’è in Svizzera.

Tratto da: www.laprovinciadicomo.it/stories/Como%20citt%C3%A0/champions-in-tv-gratis-per-i-comaschi

MUX NAZIONALI

Ore 21.15 - CANALE ITALIA MUX 2: INSERITO UN DUPLICATO DI CANALE ITALIA 4 SULLA LCN 150.

https://lh4.googleusercontent.com/-eT3onz94304/UpXPGVuh04I/AAAAAAAEONE/p7Joux7LYaY/s1600/CANALE%2520ITALIA%25201%252060.jpg
CANALE ITALIA Mux 2
https://lh5.googleusercontent.com/-t6JRYGuQL8o/UrFxg-ekaTI/AAAAAAAEerQ/elKiYFluJqc/s1600/CANALE%2520ITALIA%25204%252052.jpg
Su CANALE ITALIA Mux 2 è stato inserito un duplicato di Canale Italia 4 con la LCN 150. Pertanto ora Canale Italia 4 è visibile su CANALE ITALIA Mux 2 (C) - NAZIONALE e su CANALE ITALIA Mux 2 (D) - TRENTINO ALTO ADIGE nelle posizioni LCN 150 e 284, mentre su CANALE ITALIA Mux 2 (A) - VENETO con le LCN 150, 172, 284 e 648, e su CANALE ITALIA Mux 2 (B) - FRIULI VENEZIA GIULIA con le LCN 118, 150, 284 e con una copia priva di numerazione.
https://lh3.googleusercontent.com/--QscCJs919A/VfQkMkQzVrI/AAAAAAAIPYU/NDiJQPRzKGM/s864-Ic42/150%252520A.jpg
https://lh3.googleusercontent.com/-APrTSDc-YDo/VfQkLii7lZI/AAAAAAAIPYM/wffZdqUNqzg/s864-Ic42/150%252520B.jpg

https://lh3.googleusercontent.com/-JXr_eMzWs1A/VfQkOf7JmsI/AAAAAAAIPYc/HQcCuE5lfx4/s864-Ic42/284%252520A%252520%2525285%252529.jpg
https://lh3.googleusercontent.com/-LqFR834r63w/VfQkPQGkdmI/AAAAAAAIPYk/0VzzlCSimiU/s864-Ic42/284%252520B%252520%2525285%252529.jpg
https://lh3.googleusercontent.com/-FEpn_2dwKCw/VfVEM2S3A6I/AAAAAAAIQkE/BinkyY9lgfI/s720-Ic42/00%252520B%252520%25252860%252529.jpg
https://lh3.googleusercontent.com/-qkagtMpUY8o/VfQtcEpU4eI/AAAAAAAIPhg/Oy95CseFFzM/s720-Ic42/00%252520B%252520%25252858%252529.jpg

https://lh3.googleusercontent.com/-SYprKylXndE/VfQkQU0jI2I/AAAAAAAIPYs/2ToWqv6tBeU/s864-Ic42/00%252520B%252520%25252855%252529.jpg
https://lh3.googleusercontent.com/-kJrcECsQzI0/VfQuX7umw7I/AAAAAAAIPjg/iy4Qbarn720/s864-Ic42/00%252520B%252520%25252859%252529.jpg

NEWS 2014

Ore 18.45 - FIRMATO L'ACCORDO CON SKY: RAI 4 SUL TASTO 104.

Il canale Rai prende il posto di Rete4. Risolte le ultime questioni legali dopo l'addio di Mediaset alla piattaforma di Murdoch.
ROMA - Ora c'è anche la firma dell'ad di Sky Zappia e del nuovo direttore generale della Rai, Campo Dall'Orto. E così oggi - sottoscritto l'accordo formale tra i comandanti in capo delle due emittenti - Rai 4 prenderà possesso di una delle postazioni migliori del telecomando della pay-tv.
È quel tasto 104 lasciato libero dalla berlusconiana Rete4, che dal 7 settembre cripta il suo segnale a danno degli abbonati di Sky (come anche Canale 5 e Italia 1).
Siamo al lieto fine, dunque. Ma la trattativa si è complicata nelle ultime ore per via di una clausola che Sky ha chiesto di inserire. In sostanza la pay-tv di Murdoch chiedeva il diritto di retrocedere Rai4 sul telecomando, addirittura al tasto 199, dopo un anno dal suo approdo sul 104.
La Rai ha ottenuto che l'eventuale retrocessione potrà avvenire solo tra 18 mesi. E a sua volta si è riservata il diritto di abbandonare Sky - con Rai4 - se dovesse considerare penalizzante la nuova collocazione sul telecomando.
La clausola della retrocessione - nella visione di Sky - serve a tenere la televisione pubblica sotto pressione, in modo che investa molto e con regolarità sulla programmazione di Rai4 (in evidenza in questi giorni per la serie horror " Penny Dreadful"). E Campo Dall'Orto ha lasciato intendere che seguirà da vicino il palinsesto di Rai4, di cui ha già stretto i bulloni insieme a Roberto Nepote, direttore del canale (oltre che di Rai Premium e Rai Movie).
Prima del palinsesto, Campo dall'Orto ha valutato però gli aspetti legali dell'operazione. Il nodo era delicato. Viale Mazzini non chiederà un solo euro a Sky in cambio di questo suo nuovo canale proprio mentre il Garante delle Comunicazioni (l'Agcom) la invita a negoziare un compenso per l'intera offerta di reti pubbliche rilanciata dal decoder della pay-tv.
Campo Dall'Orto ritiene però che sia quasi impossibile ottenere ora dei soldi per Rai4 visto che esiste un solo potenziale compratore del canale (Sky), e questo non vuole sganciare niente. E allora il vero compenso per Viale Mazzini consisterà negli ascolti che Rai4 potrà fare adesso sul tasto 104 di Sky e sulla pubblicità che riuscirà a incamerare.
Ascolti e pubblicità saranno maggiori che in passato, quando Rai 4 poteva essere vista solo sul tasto 10 del decoder Tivù Sat e sul 21 del digitale terrestre.
L'accordo tra Sky e la tv di Stato segna la fine definitiva e irreversibile del sodalizio tra Silvio Berlusconi e Rupert Murdoch, proprietario della pay-tv. Ed apre una stagione nuova per la televisione italiana, in cui Sky proverà ad accreditarsi sempre più come polo della qualità. L'addio a Rete4 - sul canale 104 - e le nozze con Rai 4 vogliono rappresentare esattamente questo.

Tratto da: www.repubblica.it/economia/2015/09/13/news/firmato_l_accordo_con_sky_rai_4_sul_tasto_104


https://lh3.googleusercontent.com/-pAwSB3YsOeI/VfWhLLYajRI/AAAAAAAIQk4/E35qgjtFedM/s1144-Ic42/RAI%2525204%252520A.png
https://lh3.googleusercontent.com/-Z-VBu5Nrl7E/VfWhMdsBwYI/AAAAAAAIQlA/JCyvHJMMcpE/s1144-Ic42/RAI%2525204%252520B.png


12 SETTEMBRE 2015
Sabato

NEWS 2014

Ore 01.20 - VINCI-PENNETTA, FINALE US OPEN DI TENNIS IN DIRETTA IN CHIARO SU DEEJAY TV ALLE ORE 21.00.

US OPEN - La storica finale tutta italiana, Vinci-Pennetta, verrà trasmessa stasera in televisione, in diretta e in chiaro su DEEJAY TV (oltre che in pay TV su Eurosport, canale 210 di Sky e 372 di Mediaset Premium).
L'appuntamento per tutti gli appassionati di tennis è dunque fissato per il 12 settembre 2015, ore 21, sul canale 9.
L'evento, è epocale: è la prima volta che al Flushing Meadows, uno dei quattro templi del tennis mondiale, si sfidano due italiane in finale. Flavia Pennetta ha raggiunto per prima la finale, avendo la meglio su Simona Halep, sconfitta 6-1, 6-3.
Decisamente più combattuta e meno prevedibile la vittoria di Roberta Vinci: Serena Williams, avversaria molto più quotata e vincitrice degli ultimi 3 US Open, godeva dei favori del pronostico. E invece, Vinci ha saputo scardinare la potenza dell'avversaria e e imporsi in tre set, 2-6, 6-4, 6-4. Nel corso del match, ha dato spettacolo anche chiedendo al pubblico del Flushing Meadows di applaudire per lei, dopo un punto strepitoso (il video).
Non solo: per le azzurre non è così frequente andare in finale in un torneo del Grande Slam.
È un evento che un tempo, lo diciamo con un pizzico di nostalgia, sarebbe stato appannaggio del
 servizio pubblico, della Rai.
E invece, questa volta tocca a Deejay Tv l'onore di stravolgere il proprio palinsesto per far spazio, giustamente, a due grandi campionesse: Roberta Vinci e Flavia Pennetta. Le due tenniste meritano senz'altro di essere viste da quante più persone possibili. Perché la finale in chiaro sarà proprio su Deejay tv? È molto semplice: Eurosport, che detiene i diritti del torneo, e Deejay Tv fanno parte dello stesso gruppo: Discovery.
Tratto da: www.tvblog.it/post/1174763/vinci-pennetta-finale-us-open-in-diretta-in-chiaro-su-deejay-tv

UHF 32-44 RETE A Mux 1
DEEJAY TV (LCN 9)
SABATO 12 SETTEMBRE DALLE ORE 21.00
DEEJAY TV+1 (LCN 109)
SABATO 12 SETTEMBRE DALLE ORE 22.00

http://th.tvblog.it/PjRubplya4hRwN0_hDDq2jrHk_E=/380x250/http://media.outdoorblog.it/9/97a/roberta-vinci-finale-us-open-2015.jpg
http://th.tvblog.it/XFGkl-bz0TOPQki79eObOliCAyE=/380x250/http://media.outdoorblog.it/7/781/pennetta-halep-us-open-2015.jpg

FINALE TENNIS - Z@pping DEEJAY TV e DEEJAY TV+1



10 SETTEMBRE 2015
Giovedì

https://lh4.googleusercontent.com/-oQ-eAKVu5Rs/U2ikzCknaFI/AAAAAAAFjz8/LlHJs-vb6oo/s1600/Liguria%2520320.gif

Ore 17.50 - GIACOMELLI A PRIMOCANALE: "AIUTARE LE TV LOCALI CHE FANNO SERVIZIO PUBBLICO".

GENOVA - “Lo Stato deve premiare le emittenti locali che offrono un servizio pubblico”. Il succo è qui: una svolta decisiva, quella annunciata da Antonello Giacomelli, sottosegretario allo sviluppo economico intervistato in esclusiva da Primocanale. Riforma Rai, sinergie con le tv private, la guerra delle frequenze e quella degli uffici postali: temi caldi quelli affrontati durante la diretta condotta da Mario Paternostro.
https://lh3.googleusercontent.com/-lzeMcV3bxhE/VfGmwCIKMZI/AAAAAAAIPRw/d8m6PS5n5KA/s568-Ic42/PGICOMELLI%252520A%252520PRIMOCANALE.png
TV LOCALI: AIUTARE CHI FA SERVIZIO PUBBLICO –
“Tv come Primocanale – ha detto Giacomelli – sono in prima linea durante le emergenze, svolgono un servizio fondamentale per i cittadini in momenti drammatici e nella quotidianità. Esistono esempi virtuosi come questo in molte città servizio per i cittadini e servizio sociale fortissimo. Alcuni editori mirano ai contributi col solo scopo di mandare in onda televendite: si pensi che basta avere dipendenti, ma non è necessario che siano giornalisti. Altri, invece, investono in professionisti per offrire un’informazione puntuale e di qualità. A chi fa questa scommessa bisogna riconoscere la certezza di contributi pubblici. Ci vuole un meccanismo certo in base a criteri obiettivi. Basta fedeltà al potente di turno, non è possibile premiare tutti allo stesso modo. Realtà come queste meritano di essere sostenute anche perché creano ricchezza e posti di lavoro e garantiscono un vero pluralismo dell’informazione”. Oltre ai contributi, potrebbero arrivare importanti tutele giuridiche: “C’è l’intenzione di riconoscere a chi rispetta certi requisiti la funzione di pubblico interesse”, precisa Giacomelli.
RIFORMA RAI – Il tema dei contributi all’informazione locale si intreccia con la volontà di rivedere il meccanismo del canone Rai: “Ci eravamo impantanati al Senato sull’articolo 4. Ma l’idea è rimasta intatta: riformare il canone per il servizio pubblico, far sì che non sia più odioso, abbassare i costi per i cittadini e combattere l’evasione”. Ma la rivoluzione non passa solo dal canone: “Secondo noi, il servizio pubblico finora è stato, ripetitivo, uguale a se stesso. Fino a pochi anni fa andavano in onda i tre tg lottizzati secondo gli accordi del ‘75, roba da anteguerra. Oltretutto, la Rai non è stata centrale, ma un concorrente di Mediaset. La Rai deve recuperare la sua dimensione aziendale e le potenzialità di servizio pubblico. Servono più piattaforme per parlare tutti i linguaggi, entrare nella contemporaneità. I giovani devono poter accedere alle fonti storiche su YouTube. Meno politica e più impresa. Del resto, alle critiche e alle obiezioni non si risponde coi dati dell’auditel. Il servizio pubblico non vive con dittatura ascolti”. Poi dipinge possibili collaborazioni con le realtà locali: “Bisogna riscoprire la sinergia col mondo della creatività italiana, la Rai deve dialogare con le emittenti locali per offrire un servizio pubblico che entri nella vita delle persone”.
RIFORMA FREQUENZE – “Quando abbiamo fatto lo switch-off sono state assegnate alle emittenti, in particolare quelle locali, tutte le frequenze assegnate all’Italia più altre rubate ad altri paesi. Si creano interferenze spiacevoli. Ne discuteremo a Ginevra insieme agli altri Paesi. Faremo coincidere la riforma con l’introduzione del T2, un sistema che raddoppia le reti sulla stessa frequenza. E poi è fondamentale dare frequenze in più alla telefonia, il mercato le chiede.
MEDIASET VS SKY – “L’uscita di mediaset dalla piattaforma Sky è clamorosa, un terremoto. Ma possiamo comprendere cosa sta succedendo se alziamo lo sguardo. Siamo in mezzo a una trasformazione vera, che ha a che fare diversificazione fruizione televisiva, col ruolo incombente di servizi come Netflix e con la convergenza tra piattaforme e contenuti. Ognuno dei protagonisti del mercato si va riposizionando nel cambiamento in atto. Tra Sky e Mediaset era in corso una sfida per la pay tv, lo spazio di mercato in Italia è ridotto per due aziende"
Tratto da: www.primocanale.it/notizie/giacomelli-a-primocanale-aiutare-le-tv-locali-che-fanno-servizio-pubblico

MUX NAZIONALI

Ore 10.55 - RETE A MUX 2: MODIFICATO IL LOGO DI DEEJAY TV +1.

UHF 27-33-42-54 RETE A Mux 2
https://lh3.googleusercontent.com/-nwMNI9vj0Us/VfE-emNnhsI/AAAAAAAIPAQ/zDbDKrZPLKs/s52-Ic42/DEEJAY%252520TV%25252B1%252520B%25252052.jpg
E' stato modificato il logo del canale time shift DEEJAY TV+1, LCN 109 su RETE A Mux 2, la scritta +1 è stata spostata più in basso alla destra di DEEJAY.



A sinistra il nuovo logo, a destra quello precedentemente utilizzato.
https://lh3.googleusercontent.com/-EgM1Ov9nS_I/VfFAd8DQMyI/AAAAAAAIPDQ/jeWy67p8YGg/s1144-Ic42/109%252520A.jpg
https://lh3.googleusercontent.com/-iIlARp6QJ8Y/VfFAez_o8uI/AAAAAAAIPDc/0xf9I0zmKDU/s1144-Ic42/109%252520B.jpg

https://lh3.googleusercontent.com/-gEycOKTw_dk/VfFAgUqo3oI/AAAAAAAIPDk/9PPCVcmRv3I/s1144-Ic42/109%252520C.jpg
https://lh3.googleusercontent.com/-6IkU-pA1leI/VfFAhBGd6_I/AAAAAAAIPDs/L8P_D4WKxak/s1144-Ic42/109%252520D.jpg
https://lh3.googleusercontent.com/-DjvA4uFpIg8/VfFAcv1c-EI/AAAAAAAIPDE/sqiCuQInR3s/s800-Ic42/00%252520B%252520%25252844%252529.jpg


9 SETTEMBRE 2015
Mercoledì

PIEMONTE IN DIGITALE

Ore 22.30 - ASTI, RICEZIONE RAI 3 PIEMONTE: GLI ANTENNISTI INCONTRANO IL SINDACO.

Gli Antennisti di Confartigianato Asti e Cna Asti, giovedì mattina 10 settembre 2015 saranno ricevuti dal Sindaco di Asti, Avv. Fabrizio Brignolo per rispondere alle problematiche sollevate dal Sindaco in riferimento alla ricezione del segnale di RAI 3 Piemonte Digitale terrestre.
Le Associazioni regionali di categoria da anni hanno segnalato tali criticità agli Enti Competenti (Regione Piemonte, Corecom) in quanto è necessario fare chiarezza su una materia così importante e di forte impatto sulla collettività per un corretto e completo esercizio del diritto all’informazione, nonché al fine di evitare ingiustificate colpevolizzazioni della categoria degli installatori di impianti TV. L’avvento del LTE, internet veloce per telefonici, ad esempio, ha creato non poche problematiche interferendo con i sistemi di ricezione televisiva.
Con l’occasione verranno esposte al Sindaco le novità tecnologiche che con l’inizio del 2017 rivoluzioneranno nuovamente il sistema di ricezione dei canali televisivi. Con l’avvento del 4K e del sistema di trasmissione HEVC per l’altissima definizione saranno necessari impianti di ricezione atti sostenere tale nuova tecnologia. Ciò comporterà costi di adeguamento degli impianti e degli apparecchi di ricezione non imputabili agli operatori artigiani.
A tale proposito come indicato precedentemente le associazioni regionali si sono già mosse a livello regionale chiedendo un’adeguata e puntuale informazione al cittadino sui possibili problemi di ricezione del segnale del digitale terrestre prima dell’avvio a pieno regime dell’evoluzione tecnologica dell’attuale sistema di ricezione.
Guiderà la delegazione di Confartigianato Asti il Presidente Nazionale di Categoria Claudio Pavan (componente CEI) accompagnato dal Presidente regionale degli Impiantisti Pierangelo Binello e dal delegato provinciale di mestiere Marco Bosticco. Per CNA saranno presenti il Presidente Provinciale Guido Migliarino ed il delegato provinciale dell’Unione di categoria Stefano Frullini.

Tratto da: http://atnews.it/attualita/3766-ricezione-di-rai-3-piemonte,-gli-antennisti-di-confartigianato-e-cna-incontrano-il-sindaco-brginolo

https://lh5.googleusercontent.com/-kWHaNiQe0Ps/U2fr__cif5I/AAAAAAAFjeY/jVHpWCL4qNo/s1600/Lazio%2520320.gif

Ore 22.30 - MUX IES TV: LOGO MODIFICATO PER AMICI ANIMALI E NATURA.

https://lh3.googleusercontent.com/-GN748oNEJuY/UxroEYmPmNI/AAAAAAAFQM8/wh8jxjsZ3xA/s1600/IES%2520TV%252060.jpg
UHF 53 Mux IES TV
https://lh3.googleusercontent.com/-ty6dCE-aI8I/VfBv6J-DknI/AAAAAAAIO7Q/jfUDtJUsTZc/s52-Ic42/animali%252520amici%25252052.jpg
Il canale Amici Animali e Natura, sintonizzabile con la numerazione LCN 248 nel LAZIO tramite il mux IES TV e in altri mux locali nelle regioni PIEMONTE, LOMBARDIA, VENETO, LIGURIA, EMILIA-ROMAGNA, TOSCANA, CAMPANIA e CALABRIA, ha nuovamente modificato il proprio logo di rete, come potete vedere qui sotto dalle immagini che vi alleghiamo.


A sinistra il nuovo logo, a destra quello precedentemente utilizzato.
https://lh3.googleusercontent.com/-_WIUx3JUErA/VfCToF-b6lI/AAAAAAAIO-4/OX2rPFrdw3A/s1144-Ic42/248%252520A%252520%2525287%252529.jpg
https://lh3.googleusercontent.com/-gn3cOAjdTKI/VfCTmx2l14I/AAAAAAAIO-w/04btEvXDM8E/s1144-Ic42/248%252520B%252520%2525284%252529.jpg

https://lh3.googleusercontent.com/-jo7fTtthCfY/VfCTkhyZELI/AAAAAAAIO-g/OyNjXMgG4F4/s1144-Ic42/248%252520C%252520%2525283%252529.jpg
https://lh3.googleusercontent.com/-9F7mSDHx0gM/VfCTlk2xcUI/AAAAAAAIO-o/bE3_tweJ6QQ/s1144-Ic42/248%252520D%252520%2525283%252529.jpg

https://lh3.googleusercontent.com/-7O_ZP87Jh-A/VfBv8cmh37I/AAAAAAAIO7c/JNQk4eOohjk/s1144-Ic42/248%252520A%252520%2525286%252529.jpg
https://lh3.googleusercontent.com/-3iOZh9SZRmc/VfBv9rAjUCI/AAAAAAAIO7k/wTGapCSgQ1Y/s1144-Ic42/248%252520B%252520%2525283%252529.jpg
https://lh3.googleusercontent.com/-5-vKOde0kns/UxrqSCTAn0I/AAAAAAAFQOk/7sf8opQmAHg/s1600/IES%252520TV.png
https://lh3.googleusercontent.com/-ahZnF0YLY5U/VfBwA2u-7II/AAAAAAAIO78/DPyLuze6_f0/s864-Ic42/00%252520B%252520%25252823%252529.jpg

NEWS 2014

Ore 18.50 - MEDIASET SENZA SKY PERDE 500MILA SPETTATORI SOLO SU CANALE 5 E OLTRE 3 PUNTI DI SHARE.

Il Biscione ha iniziato il criptaggio dei propri canali sulla piattaforma satellitare di Rupert Murdoch, ma gli ascolti calano in prima serata, soprattutto sulla rete ammiraglia. Tiene bene, invece, Rete 4 e avanza Italia 1, ma non abbastanza per compensare le perdite dell'ammiraglia.
Il primo giorno di Mediaset senza Sky è stato abbastanza duro sul fronte degli ascolti. Soprattutto in prima serata (quella che conta di più), soprattutto sulla rete ammiraglia Canale 5. Per limitare i danni del criptaggio del segnale a danno degli abbonati a Sky, Canale 5 gioca in prima serata il jolly di Checco Zalone programmando il film campione di incassi "Casco dalle nubi".
Ma le cose non vanno bene perché Canale 5, nella fascia oraria più pregiata, rispetto al martedì della settimana precedente perde spettatori. I dati Auditel parlano di 3 milioni 802 mila "teste" (ieri) contro i 4 milioni 341 di martedì primo settembre. Il colpo a Canale 5 si vede, oltre che come teste, anche come share (la spartizione del pubblico tra le diverse reti). In questo caso, il canale principe di Mediaset passa dal 19,97 al 15,74%. Va meglio Rete 4 (forse perché ha un target più anziano). Il canale guadagna circa 50 mila spettatori da un martedì all'altro. E regge benissimo l'urto Italia 1, che cresce di oltre 300 mila persone nonostante il criptaggio.

Ma alla fine i conti di Mediaset non tornano comunque perché in prima serata, da un martedì all'altro, le sue tre reti insieme passano dal 29,99 per cento al 26,27 (come share). Questo tra le ore 21 e le 22.59.
Intanto sono andati bene i due canali che sostituiscono Canale 5 e Italia 1 sui tasti 105 e 106 del telecomando satellitare. In particolare la rete Fox che è al tasto 106 è passata da 32 mila a 187 mila spettatori, mentre Sky Uno da 18 mila a 37 mila (martedì scorso i due canali erano sui numeri 108 e 112 del telecomando).

Tratto da: www.repubblica.it/economia/2015/09/09/news/sky_rai_mediaset

Se n’è parlato tanto, fin troppo e pure a sproposito. Dalla mezzanotte di ieri Canale 5, Italia 1 e Rete 4 non sono più visibili sulla piattaforma satellitare Sky. La curiosità, ora, è tutta nello scoprire se in termini di ascolti la scelta di Mediaset si è rivelata più o meno vincente. Abbiamo spulciato un po’ di dati per voi.
La premessa è che il primo giorno è quello meno significativo per tracciare un bilancio. Anzi, la prima giornata dovrebbe penalizzare oltremodo la tv di Cologno in quanto non tutti i telespettatori erano a conoscenza del criptaggio e giocoforza avranno passato dei minuti sui canali 104-105-106 alla ricerca di Canale 5-Italia1-Rete4. Verosimilmente, poi, nel breve-medio periodo ci sarà un pubblico che – a causa del criptaggio – installerà la digital key di Sky. A questo bisogna aggiungere variabili esogene dovute alla partenza della nuova stagione tv.
Chi si aspettava debacle totale di Mediaset rimarrà deluso. Se ci sono state perdite dovute al criptaggio, queste al momento sembrano trascurabili. Ieri Canale 5, nelle 24 ore, ha ottenuto ascolti leggermente superiori rispetto al 7 settembre (in prime time c’era una proposta più forte) subendo, tuttavia, una lieve flessione nel numero dei contatti da 22.697.000 a 22.174.000. La rete di Giancarlo Scheri cala sensibilmente in termini di share dalle 9 alle 12 (in termini di valori assoluti tale perdita equivale a circa 200.000 spettatori) a vantaggio di Rai1. Il pubblico del mattino abbonato a Sky sarà rimasto spiazzato? Chissà, ma comunque non sarebbe la prima volta che il buongiorno di Rai1 surclassa quello di Canale 5 o che Mattino Cinque segni uno share al di sotto del 10%. Allo stesso tempo, Italia 1 e Rete 4 – che al mattino vanno male – ieri hanno fatto meno peggio del solito. Curioso è il caso di Rete 4 che dalle 12 alle 15 registra lo stesso share (4.47%) ma aumenta i contatti da 3.179.000 a 3.238.000. Dalle 12 alle 18 – con prodotti più forti (ricordiamo altresì che un pezzo da 90 come Beautiful è criptato da anni) – l’ammiraglia Mediaset cresce rispetto a lunedì sia quanto a spettatori che quanto a contatti.
Sul fronte Sky, Sky Uno – da ieri posizionato anche sul canale 105 – guadagna: si passa dallo 0.16% allo 0.2% nelle 24 ore (da 740.000 a 1.358.000 contatti con 4.000 spettatori in più) arrivando in alcune fasce a raddoppiare i contatti. Chiaramente i numeri registrati da Canale 5 sul 105, prima rete del mondo Sky, erano superiori.
Per Fox la giornata di ieri è da incorniciare ma a drogare i risultati c’è stata anche la prima tv del telefilm The Whispers che ha ottenuto oltre 200.000 spettatori. Il canale è passato dallo 0.13% di share allo 0.4% nelle 24 ore (i contatti sono passati da 610.000 a 1.321.000). Tra le 9 e le 12 si è passati dallo 0.16% allo 0.53% (incremento di 19 mila spettatori e contatti più che triplicati).

Tratto da: www.davidemaggio.it/archives/120382/gli-ascolti-mediaset-dopo-il-criptaggio-dei-canali-su-sky-tanto-rumore-per-nulla

CANALE 5 7 SETTEMBRE 15.11 16.3 12.43 16.75 14.26 18.38
15.32 12.22
CANALE 5 8 SETTEMBRE 15.13 15.73 9.35 16.88 14.43 17.37 15.42 14.43
ITALIA 1 7 SETTEMBRE
5.99 2.07 2.04 8.91 5.76
4.42 6.05 7.62
ITALIA 1 8 SETTEMBRE
5.45 2.86
2.19
8.74 5.44 4.27 6.02 4.69
RETE 4 7 SETTEMBRE
4.65
1.29
2.47 4.47 4.48 3.55 6.12
6.26
RETE 4 8 SETTEMBRE
4.02 1.26 2.81 4.47 4.18 3.75 4.66 4.38

MUX NAZIONALI

Ore 15.45 - RETE A MUX 1 / RETE A MUX 2: RESTYLING GRAFICO PER DEEJAY TV.

UHF 32-44 RETE A Mux 1
UHF 27-33-42-54 RETE A Mux 2
https://lh3.googleusercontent.com/-nwAwra6EO_s/VfBBb4143UI/AAAAAAAIO0I/hwtlSgsG2UY/s52-Ic42/DEEJAY%252520TV%25252B1%25252052.jpg
Restyling per l'emittente DEEJAY TV, LCN 9 su RETE A Mux 1, insieme al suo canale time shift di un'ora DEEJAY TV+1, LCN 109 su RETE A Mux 2. Da questa mattina nuova veste grafica, nei promo il nome DEEJAY è associato sempre alla parola NOVE, anche i due loghi di rete in sovraimpressione sono stati leggermente rimpiccioliti.


https://lh3.googleusercontent.com/-N19FscvXIC4/VfAyxo5MyQI/AAAAAAAIOvU/03CH_3j5oj8/s1144-Ic42/09%252520A.png
https://lh3.googleusercontent.com/-CM5riBQ2AiU/VfAyztdpoxI/AAAAAAAIOvc/vw7PFIsjoO4/s1144-Ic42/09%252520B.png

https://lh3.googleusercontent.com/-VjhmqOWfhQc/VfBB3ydd9YI/AAAAAAAIO3I/G_dx6YWXjus/s1144-Ic42/109%252520A.jpg
https://lh3.googleusercontent.com/-51Wm_fhvJEw/VfAy7SWqAII/AAAAAAAIOvs/SZ9cfhKUoLo/s1144-Ic42/109%252520B.png

https://lh3.googleusercontent.com/-BEjGh3hyqJk/VfAxHuYwYuI/AAAAAAAIOtE/t55mqolq9j8/s1144-Ic42/001.png
https://lh3.googleusercontent.com/-l_T0tbU4r-U/VfAxMs76MmI/AAAAAAAIOtM/BGYtU2Lbo_s/s1144-Ic42/003.png

https://lh3.googleusercontent.com/-4Fciwh55Cnk/VfAxX-r3kKI/AAAAAAAIOtU/uKIXUyRbtvQ/s1144-Ic42/004.png
https://lh3.googleusercontent.com/-nfT9UDRy2Zs/VfAxgMDPEbI/AAAAAAAIOtg/61ke5xThq28/s1144-Ic42/005.png

https://lh3.googleusercontent.com/-9jTpQ3knFMk/VfAxglysp3I/AAAAAAAIOtk/1e5DXZKC0qk/s1144-Ic42/006.png
https://lh3.googleusercontent.com/-HPmoe3QeYgo/VfAxqaHnopI/AAAAAAAIOts/vDyVxrtj4-A/s1144-Ic42/007%252520A.png

https://lh3.googleusercontent.com/-P_yHiODFcS4/VfAx8nEUWzI/AAAAAAAIOt8/sPS0k2r56BI/s1144-Ic42/007%252520B.png
https://lh3.googleusercontent.com/-naFMN5dj9bQ/VfAxuGQ3VQI/AAAAAAAIOt0/n0p3bPhAAGc/s1144-Ic42/007%252520C.png

https://lh3.googleusercontent.com/-srF7JcZWPjI/VfAyBtQssLI/AAAAAAAIOuM/CpgbMm8vQiI/s1144-Ic42/007%252520D.png
https://lh3.googleusercontent.com/-Xk6j-Sf2LrI/VfAyBvORTII/AAAAAAAIOuI/LPdBIX9--14/s1144-Ic42/007%252520E.png

https://lh3.googleusercontent.com/-ZrEtUxBu3NU/VfAyW8GyhII/AAAAAAAIOuU/6u5Exlz24f4/s1144-Ic42/007%252520F.png
https://lh3.googleusercontent.com/-VWWiKmB6zvc/VfAyYhz4cuI/AAAAAAAIOuc/_0BjPn0vFFU/s1144-Ic42/009%252520C.png

https://lh3.googleusercontent.com/-OzajDZQAyXc/VfAybf5S4gI/AAAAAAAIOuk/xR5hEZ0jLIo/s1144-Ic42/009%252520D.png
https://lh3.googleusercontent.com/-04L2VtAAVTc/VfAylRgdqDI/AAAAAAAIOu8/zxatg-6DlA8/s1144-Ic42/009%252520E.png

https://lh3.googleusercontent.com/-wkqfmWt_oRY/VfAygJEteXI/AAAAAAAIOus/YmzbRMjX2iY/s1144-Ic42/009%252520F.png
https://lh3.googleusercontent.com/-ASqxwlc7bXc/VfAyiy34yMI/AAAAAAAIOu0/LbYXZIHmTuE/s1144-Ic42/009%252520G.png

https://lh3.googleusercontent.com/-7iV3yUaaAVs/VfAymgiT-FI/AAAAAAAIOvE/npmRwcvxZlk/s1144-Ic42/009%252520H.png
https://lh3.googleusercontent.com/-cXj63r8M8vc/VfAyo4dYszI/AAAAAAAIOvM/y1QR2zEdHD0/s1144-Ic42/009%252520I.png

Vi alleghiamo qui sotto anche due video, il primo realizzato dal nostro collaboratore molisano Pierfrancesco alle ore 6.00 di questa mattina nel momento del cambio grafica, il secondo è una clip dei nuovi promo che abbiamo trovato in rete.



MUX NAZIONALI

Ore 11.20 - TIMB MUX 2: ARRIVA WORLDNETCHANNEL.

UHF 55-60 TIMB Mux 2
https://lh3.googleusercontent.com/-mjH33E2sBsE/Ve_1kxsZXWI/AAAAAAAIOpY/3lxcUXOBDIs/s52-Ic42/WORLDNETCHANNEL%25252052.jpg
E' arrivato un nuovo canale nel TIMB Mux 2, si tratta di WORLDNETCHANNEL, posizionato con la numerazione LCN 246. Al momento non trasmette ancora, è presente un cartello fisso con il logo dell'emittente e la scritta COMING SOON. Ricordiamo che la LCN 246 era occupata fino a pochi mesi fa dall'emittente italo-rumena ROMIT TV che attualmente è in onda solo nella regione LAZIO nel mux IES TV sul canale I CORTI TV (LCN 635).
https://lh3.googleusercontent.com/-JInqNausd5Q/Ve_1qXzWS8I/AAAAAAAIOpo/r3E-XpkBSBw/s864-Ic42/246%252520A.jpg
https://lh3.googleusercontent.com/-9SeId6BR4sE/Ve_1o5IzAvI/AAAAAAAIOpg/aupTETSIDF4/s864-Ic42/246%252520B.jpg
https://lh3.googleusercontent.com/-AWl-jVtxfF0/Ve_1rf6Pi7I/AAAAAAAIOpw/1gm6nmMXCRA/s864-Ic42/00%252520B%252520%25252873%252529.jpg


8 SETTEMBRE 2015
Martedì

https://lh6.googleusercontent.com/-_gtK0lOLsIw/U2ikVik7yDI/AAAAAAAFjzc/L0S9OhfcerY/s1600/Emilia%2520320.gif

Ore 12.10 - SI E' SPENTA ERICA PRATI, PRESIDENTE DI TELE LIBERTA' DI PIACENZA.

Nei giorni scorsi una lunga malattia, contro cui aveva combattuto negli ultimi mesi con il suo consueto coraggio, si è portata via Enrica Prati.
Aveva solo 46 anni, era vicepresidente di Editoriale Libertà e presidente sia di Telelibertà, sia della concessionaria di pubblicità Altrimedia. Giornalista professionista dal 1998, era anche direttore della televisione dei piacentini dal gennaio 2009 e del sito www.liberta.it dal luglio 2012.
Come ultimo atto di generosità ha donato le cornee. I funerali si sono tenuti in forma strettamente privata.
Enrica Prati aveva ereditato l’amore per il mestiere di giornalista dal padre Marcello, crescendo tra la redazione del quotidiano di via Benedettine e gli studi di Telelibertà. Fine osservatrice di tutto quanto legato alla tecnologia, già dal 1995 aveva puntato sul web con la creazione di Libertà on Line e dando poi l’impulso decisivo per la nascita del sito www.liberta.it nel 2012. Testate giornalistiche e aziende condotte dal 2000 assieme alla madre Donatella Ronconi, ma già dagli anni 90 Enrica Prati era amministratore nelle società editrici del quotidiano Libertà e dell’emittente Telelibertà.

Il ricordo di Nicoletta Bracchi, direttore del TGL di TELE LIBERTA'.
Enrica, Enrica Prati, la mia amica presidente. La mia presidente amica. Lei non era solo il mio editore, la mia presidente e il mio direttore, ma anche la mia più cara amica.
Ed ora che non c’è più mi manca. Moltissimo.
E sono certa che mancherà a tutti perché era impossibile non volerle bene. Una presenza carismatica, garbata, delicata e allo stesso tempo determinata, leale e tenace.
Un esempio di coraggio, come quello che ha dimostrato durante questi quindici mesi di malattia contro la quale ha lottato con dignità, senza paure, senza perdere il sorriso, anche con l’aiuto dell’amore infinito di sua madre Donatella Ronconi sua compagna delle esperienze più forti. Ed è alla sua cara mamma e a noi tutti che Enrica pensava ogni giorno.
Se dovessi racchiudere in poche parole il suo pensiero e il suo modo di vivere direi che credeva nella libertà in senso assoluto e nella potenza del futuro.
Lei era avanti. Avanti a tutti noi. Con i suoi 46 anni, tanti dei quali vissuti girando il mondo, ha imparato a volare alto. La sua spiccata intelligenza, la sua solarità la rendevano unica.
Enrica era una donna aperta, senza pregiudizi, una donna ed editrice libera, con lo sguardo attento a chi le stava vicino e nello stesso tempo con una visione prospettica.
Come suo padre Marcello, adorava la tecnologia, si informava, si aggiornava si confrontava con i tecnici più esperti. Enrica Prati da ormai quindici anni per Telelibertà era in prima linea, ci credeva e ha fatto di tutto per dimostrarlo.
Ha affrontato le difficoltà di questo settore con l’orgoglio di chi è editore puro, di chi crede nel ruolo delle televisioni locali. Tv ma anche web.
Tre anni fa ha riprogettato il sito liberta.it, ne è diventata il direttore, lei infatti era anche giornalista professionista. E il confronto con lei è stato continuo.
E continuerà ad esserlo.
Ciao Enrica

Tratto da: www.liberta.it/2015/08/31/addio-a-enrica-pratieditoriale-liberta-in-lutto


7 SETTEMBRE 2015
Lunedì

MUX NAZIONALI

Ore 23.55 - CANALE ITALIA MUX 2: RITORNA CANALE ITALIA MUSICA AL POSTO DI ITALIA 157.

https://lh4.googleusercontent.com/-eT3onz94304/UpXPGVuh04I/AAAAAAAEONE/p7Joux7LYaY/s1600/CANALE%2520ITALIA%25201%252060.jpg
CANALE ITALIA Mux 2
https://lh3.googleusercontent.com/-z_I11Ru7foA/UllgrQ_acXI/AAAAAAADwDI/rlZ0KN4rpK0/s52-Ic42/CANALE%252520ITALIA%252520MUSICA%25252052.jpg
Dopo una settimana ritorna al posto di Italia 157 la programmazione dell'emittente Canale Italia Musica. Infatti su CANALE ITALIA Mux 2 Italia 157 è stata rinominata Canale Italia Musica, che è presente con la numerazione LCN 157 su CANALE ITALIA Mux 2 (C) - NAZIONALE e nelle altre tre versioni regionali del multiplex anche con un duplicato, con le LCN 157 e 695 su CANALE ITALIA Mux 2 (A) - VENETO, con le LCN 157 e 627 su CANALE ITALIA Mux 2 (B) - FRIULI VENEZIA GIULIA, infine nelle posizioni 157 e 690 su CANALE ITALIA Mux 2 (D) - TRENTINO ALTO ADIGE.
https://lh3.googleusercontent.com/-Bsg00nRmvNM/Ve4EuAJe6ZI/AAAAAAAIN6M/DpTghCUCunk/s1144-Ic42/157%252520A%252520%2525282%252529.jpg
https://lh3.googleusercontent.com/-Lgl5I2plOpY/Ve4EvfcPYZI/AAAAAAAIN6U/95klL9LAphE/s1144-Ic42/157%252520B%252520%2525282%252529.jpg

https://lh3.googleusercontent.com/-xsk59VxqgZ4/Ve4GrKxgyQI/AAAAAAAIOCw/Uk5Q4l8DCj0/s1144-Ic42/627%252520A%252520%2525282%252529.jpg
https://lh3.googleusercontent.com/-85kOXeCECCY/Ve4GsW9S4xI/AAAAAAAIOC4/66MSwX2wynI/s1144-Ic42/627%252520B%252520%2525282%252529.jpg

https://lh3.googleusercontent.com/-2tMOoM5QlJ0/Ve4GteN_ECI/AAAAAAAIODA/shQ-tSchA74/s1144-Ic42/690%252520A%252520%2525282%252529.jpg
https://lh3.googleusercontent.com/-vIxKzEFmnrc/Ve4GueC5zSI/AAAAAAAIODI/nz--6PBgbI4/s1144-Ic42/690%252520B%252520%2525282%252529.jpg

https://lh3.googleusercontent.com/-WoMvgzsTDA8/Ve4Gv7gwh0I/AAAAAAAIODQ/0itRhDxvD0k/s1144-Ic42/695%252520A%252520%2525282%252529.jpg
https://lh3.googleusercontent.com/-DS4o9FUKZ7E/Ve4GxO68kVI/AAAAAAAIODY/VYRm7Sf-ZkE/s1144-Ic42/695%252520B%252520%2525282%252529.jpg
https://lh3.googleusercontent.com/-0yq8K2aj-Zw/Ve4BQda1idI/AAAAAAAINwQ/jzaro31RKxA/s720-Ic42/00%252520B%252520%25252851%252529.jpg
https://lh3.googleusercontent.com/-H-94UHvcSgc/Ve4BSg3CFuI/AAAAAAAINwY/gmZKXi5sWNU/s720-Ic42/00%252520B%252520%25252852%252529.jpg

https://lh3.googleusercontent.com/-O-pwCug9uPY/Ve4BUxs6ilI/AAAAAAAINwg/u41ZO2UKkaM/s864-Ic42/00%252520B%252520%25252853%252529.jpg
https://lh3.googleusercontent.com/-Wd0hg2XHKM4/Ve4BXi9swBI/AAAAAAAINwo/QO0xsKdqx8s/s864-Ic42/00%252520B%252520%25252854%252529.jpg

TOSCANA IN DIGITALE

Ore 22.45 - TELE ELBA IN ONDA IN TUTTA LA TOSCANA.

PORTOFERRAIO — TeleElba sempre più vetrina dell’isola in tutta la Toscana. Gli ultimi anni hanno visto introdotte importanti novità nel settore televisivo e l’emittente elbana ha sostenuto investimenti significativi nell’innovazione tecnologica, per confermare la sua naturale vocazione di servizio pubblico locale.
http://www.messaggeridelmare.it/wp-content/uploads/2013/09/logo_teleelba-300x158.png
Ora, grazie al rinnovato accordo con Toscana Media che permetterà di integrare le proprie trasmissioni con quelle di Toscana Media Channel (editore anche della nostra testata, ndr), Tele Elba aumenta la propria visibilità.
Da oggi ritorna visibile anche in tutte quelle zone dell’isola dove il segnale era scarso o insufficiente: così si potranno sintonizzare sul canale 670 anche gli abitanti dei comuni di Marciana Marina e Marciana, o Rio Marina e Cavo, oltre ad alcune zone finora irraggiungibili di Portoferraio.
Non solo: da oggi è praticamente totale la copertura del territorio regionale, con tre milioni di potenziali utenti. Le prime segnalazioni di telespettatori soddisfatti per la novità sono già arrivate ieri sera, prima sera di trasmissione del telegiornale, da Prato a Pontedera, da Livorno a Firenze, fino a Massa Carrara.
Questa copertura permetterà alla redazione elbana di riprendere il proprio storico rapporto con il territorio della Val di Cornia e della Costa Etrusca, dove tradizionalmente è l’unico media televisivo locale presente e radicato.
Fino al 15 settembre il Tg sarà visibile nelle ore canoniche: le 20.30, la mezzanotte, poi le repliche delle 7.00 e delle 13.30. Dal 16 settembre il palinsesto sarà implementato con le trasmissioni del dopo TG. Ma i vantaggi di questa definitiva sistemazione stanno soprattutto nella copertura del territorio attraverso il segnale digitale terrestre.
TeleElba infatti, sarà visibile in Toscana (sul canale 670) e anche sul 214 (solo Elba). Nei prossimi giorni saranno presentate al pubblico nuove iniziative per pubblicizzare la novità sul territorio di riferimento, insieme ai palinsesti per la stagione televisiva 2015.

Tratto da: www.quinewselba.it/tele-elba-da-oggi-in-tutta-la-toscana

CALABRIA IN DIGITALE

Ore 22.15 - TELEUROPA: LICENZIAMENTO "PIRATA" DI DUE GIORNALISTE.

RENDE (Cosenza) – Con un epilogo degno del più sconcertante atto di pirateria, Teleuropa ha licenziato le giornaliste Stefania Belvedere ed Emilia Canonaco.
Un’altra brutta pagina per l’emittente televisiva calabrese di contrada Cutura di Rende che si aggiunge alla “via Crucis” accettata dai giornalisti (nonostante il parere contrario del Sindacato dei giornalisti), i quali dal 2011 hanno prima rinunciato al contratto nazionale Fnsi-Fieg, passando al depotenziato Fnsi-Aeranti-Corallo, poi hanno accettato la trasformazione dello stesso da full-time a part-time al 60%, quindi hanno subìto l’umiliazione del mancato pagamento degli stipendi per ben 11 mensilità.
Il segretario del Sindacato Giornalisti della Calabria, Carlo Parisi, componente della Giunta Esecutiva Fnsi, così come in occasione della procedura avviata nel 2012, tra le ipotesi percorribili aveva indicato quella della “cassa integrazione in deroga a rotazione che, sebbene risenta dei pesanti ritardi in materia di erogazione, avrebbe permesso all’azienda di continuare la propria attività, ridimensionando la spesa e il palinsesto, ed ai lavoratori (che per tanti anni hanno accettato sacrifici sovrumani) di mantenere (naturalmente solo se pagati) il posto di lavoro”.
L’azienda, invece, ha scelto la via peggiore attivando la procedura di riduzione del personale (ai sensi dell’art. 4 e 24 della legge 223/91) per il licenziamento collettivo di 11 dei 22 dipendenti. In particolare, erano stati dichiarati in esubero 9 impiegati tecnici e amministrativi su 15 e 2 giornalisti su 8 escluso il direttore.
http://www.giornalistitalia.it/wp-content/uploads/2015/09/Stefania-Belvedere-ed-Emilia-Canonaco.jpg
Nei quattro incontri che, nella sede di Confindustria Cosenza, hanno ospitato l’esame congiunto, il 7 agosto scorso, dopo due giornate di sciopero che hanno portato alla cancellazione di tutta l’informazione in programma, dalla rassegna stampa mattutina alle quattro edizioni del telegiornale, con i lavoratori stremati dalle 11 mensilità non pagate, la Rsa e le organizzazioni sindacali del personale tecnico e amministrativo, Slc-Cgil e Fistel-Cisl, hanno firmato per i dipendenti assunti in quei settori un accordo che prevede la “non opposizione alla risoluzione del rapporto di lavoro, formalmente comunicata dai lavoratori all’azienda entro il 26 agosto 2015”, attraverso un verbale di conciliazione ex artt. 410 e 411 c.p.c., in cambio di “un incentivo all’esodo” di 3mila euro nette.
“Incentivo” che il segretario del Sindacato Giornalisti della Calabria aveva, sin dagli incontri precedenti, definito “una provocazione”, al pari della proposta aziendale di riduzione dell’orario di lavoro al 35%, osservando che il corrispettivo risultava addirittura inferiore alle spettanze che, in caso di mancato accordo, i lavoratori avrebbero maturato fino alla conclusione della procedura. Per questo motivo, Carlo Parisi, nel rinnovare l’invito a chiudere la procedura senza alcun licenziamento forzato, aveva sottolineato che “è proprio nei momenti di grande difficoltà che le aziende non debbono farsi accecare dall’abbagliante visione dei tagli al personale quale panacea di tutti i mali”.Con una raccomandata spedita il 28 agosto, le giornaliste Stefania Belvedere ed Emilia Canonaco si sono, invece, viste recapitare la lettera di licenziamento: sette righe, firmate con uno scarabocchio vergato sopra il timbro della società. Nel benservito alle due giornaliste, rispettivamente dopo 10 e 11 anni di servizio, la comunicazione che il rapporto di lavoro “cesserà ad ogni effetto di legge al ricevimento della presente” in applicazione dei “criteri di scelta” applicati “all’esito della procedura di riduzione del personale avviata con comunicazione ex art. 4 e 24, l. n. 223 del 1991 in data 07.07.2015, conclusasi con verbale di accordo del 07.08.2015”.
In realtà, come sempre evidenziato e contrariamente a quanto comunicato da Teleuropa al Dipartimento Politiche del Lavoro della Regione Calabria ed alla Direzione Territoriale del Lavoro di Cosenza, con lettera raccomandata del 26 agosto, la procedura non si è affatto conclusa con un “verbale di accordo” per i lavoratori assunti con contratto di lavoro giornalistico Fnsi-Aeranti Corallo.
Il segretario del Sindacato dei giornalisti aveva chiaramente spiegato che “le otto uscite volontarie (successivamente scese a sei) e, soprattutto, il fatturato aziendale dichiarato dall’azienda al Corecom ai fini del contributo ministeriale 2014, pari a circa 1 milione di euro”, avrebbero dovuto “indurre seriamente l’azienda a riflettere, tenuto anche conto che tagliare il personale pregiudica anche il contributo che, nel 2013, è stato pari a 226mila 116,85 euro”.Senza contare che, per lo stesso anno, Telestars, l’emittente che ha sede nella stessa struttura di Teleuropa, nonostante la formale distinzione delle due persone giuridiche che, comunque, sono in parte identiche e complementari, di contributi ministeriali destinati alle tv locali ne ha ricevuti per 68mila 476,84 euro e, dopo le dimissioni per giusta causa della giornalista Patrizia De Napoli (che il 19 maggio scorso ha gettato la spugna dopo otto mensilità e la tredicesima non pagate), di giornalisti ne conta ormai una sola”.
Ad attestare l’illegittimità dell’operazione c’è il “verbale di riunione” che l’azienda ha omesso di inviare all’Assessorato Regionale al Lavoro ed alla Direzione del Lavoro di Cosenza assieme a quello relativo all’accordo raggiunto per il personale tecnico e amministrativo. “Verbale di riunione” sottoscritto il 7 agosto 2015, su carta intestata di Confindustria Cosenza, dal rappresentante aziendale di Teleuropa, Ugo Cappelli, dal rappresentante di Confindustria, Vito Castrignano, dai rappresentanti del Sindacato Giornalisti della Calabria, Raffaella Salamina e Francesco Cangemi, dal segretario regionale della Slc-Cgil, Carmine Pasturi, e dal coordinatore provinciale di Cosenza, Carlo Cerchiara, dal segretario regionale della Fistel-Cisl, Francesco Canino, e dal rappresentante sindacale aziendale Giampaolo Gregorace.Verbale nel quale è chiaramente scritto che “la Federazione Nazionale Stampa Italiana-Sindacato Giornalisti della Calabria dichiara che, per quanto riguarda i lavoratori assunti con contratto di lavoro giornalistico, la procedura resta aperta. Pertanto la Fnsi-Sgc rimane in attesa di eventuali determinazioni da parte dell’azienda al fine di scongiurare i licenziamenti garantendo all’emittente televisiva Ten adeguati servizi giornalistici che non compromettano la qualità aggravando, così, la situazione di crisi”. Nello stesso verbale è chiaramente scritto che, pertanto, “le parti ad esclusione della Fnsi-Sgc, che lascia il tavolo della riunione, decidono di proseguire nell’incontro”.“Dunque, – osserva Carlo Parisi – codice del lavoro alla mano, Teleuropa avrebbe dovuto eventualmente inviare alla Regione Calabria ed alla Direzione del Lavoro una comunicazione di «mancato accordo» con l’unica organizzazione sindacale rappresentativa della categoria dei giornalisti che, in quanto tale, è l’unico organismo legittimato a partecipare alle procedure ex legge n. 223/1991 ed a siglare eventuali accordi in rappresentanza dei giornalisti. In caso di marcato accordo si sarebbe dovuto procedere alla successiva fase amministrativa e non certo ai licenziamenti «in applicazione» a non precisati e non concordati «criteri di scelta» di cui, tra l’altro, non si fa cenno nella comunicazione ricevuta”.Per questi motivi, il Sindacato Giornalisti della Calabria ha affidato all’avv. Mariagrazia Mammì il compito di comunicare agli organi preposti “l’illegittimità della procedura e la dichiarazione di nullità dei licenziamenti effettuati”.

Tratto da:
www.giornalistitalia.it/teleuropa-licenziamento-pirata-di-2-giornaliste




©
L'ITALIA IN DIGITALE 2009 > 2015


www.litaliaindigitale.it


Copyright
ANDREA POMILIO - RICCARDO GAFFOGLIO