NEWS 2014





                   LE NOTIZIE DELLA SETTIMANA


Da Lunedì 29 SETTEMBRE
a Domenica 5 OTTOBRE 2014
















www.litaliaindigitale.it
Aggiungilo ai tuoi siti preferiti.


Sei appassionato di tv e radio e vuoi collaborare inviandoci le segnalazioni e le liste della tua zona?

Contattaci alla nostra mail
info@litaliaindigitale.it
e inizia subito a condividere le tue informazioni su L'ITALIA IN DIGITALE.

Vuoi condividere le tue impressioni sul digitale terrestre?
Ti interessa divulgare le informazioni in tuo possesso per aiutare chi è in difficoltà nella ricezione del DTT?
Vuoi lanciare un messaggio visibile agli utenti de l'Italia in digitale?
La nostra nuova mail è: sportello@litaliaindigitale.it
Pubblicheremo le vostre mail nello spazio SPORTELLO TV DIGIT@LE.
Potete utilizzare questa mail anche per dare una risposta, consiglio o parere sulle discussioni di questo sito.


https://sites.google.com/site/litaliaindigitale/news/news2009-2010
https://sites.google.com/site/litaliaindigitale/news/news2009-2010

https://sites.google.com/site/litaliaindigitale/news
NEWS 2012

NEWS 2013
NEWS 2014

NEWS DA MERCOLEDI' 01 A DOMENICA 05 GENNAIO 2014













Il nostro indirizzo internet è:
www.litaliaindigitale.it






MUX NAZIONALI

RAI Mux 1 (ABRUZZO)
RAI Mux 1 (BASILICATA)
RAI Mux 1 (CALABRIA)
RAI Mux 1 (CAMPANIA)
RAI Mux 1 (EMILIA-ROMAGNA)
RAI Mux 1 (FRIULI V.G.)
RAI Mux 1 (LAZIO)
RAI Mux 1 (LIGURIA)
RAI Mux 1 (LOMBARDIA)
RAI Mux 1 (MARCHE)
RAI Mux 1 (MOLISE)
RAI Mux 1 (PIEMONTE)
RAI Mux 1 (PUGLIA)
RAI Mux 1 (SARDEGNA)
RAI Mux 1 (SICILIA)
RAI Mux 1 (TOSCANA)
RAI Mux 1 (TRENTINO)
RAI Mux 1 (UMBRIA)
RAI Mux 1 (VALLE D'AOSTA)
RAI Mux 1 (VENETO)
RAI Mux 1 (VENETO/EMILIA-ROMAGNA)
RAI Mux 2
RAI Mux 3
RAI Mux 4
RAI Mux 5
RAI Mux 5 (PIEMONTE)
RAI Mux 6 (LAZIO)

MEDIASET Mux 1
MEDIASET Mux 2
MEDIASET Mux 3
MEDIASET Mux 4
MEDIASET Mux 5
TIMB Mux 1
TIMB Mux 2
TIMB Mux 3
RETE A Mux 1
RETE A Mux 2

Mux DFREE


Mux LA 3
Mux RETECAPRI
Mux RETECAPRI (B)

Mux EUROPA 7

CANALE ITALIA Mux 1
CANALE ITALIA MUx 2

LCN NAZIONALE

Mux START UP
COMMUNICATION

Mux STUDIO 1

Mux LA 9 (PIEMONTE)
Mux LA 9 (VENETO)
Mux LA 9 (TRENTINO)
Mux LA 9 (EMILIA-ROMAGNA)
Mux LA 9 (MARCHE)

FRANCIA IN DIGITALE
SVIZZERA IN DIGITALE



Le TV a ROMA Le TV a MILANO Le TV a TORINO
Le TV a PESCARA
LISTA LCN A ROMA
LE TV A MILANO
LE TV A TORINO
LE TV A PESCARA
Le RADIO a ROMA
Le RADIO a MILANO Le RADIO a TORINO Le RADIO a PESCARA

Lista LCN ROMA Lista LCN MILANO Lista LCN TORINO Lista LCN PESCARA
https://lh6.googleusercontent.com/-pbWiqyb-MWI/Uy615CQvIEI/AAAAAAAFUEg/3fje_5yah8o/s1600/MILANO%25202.jpg
LISTA LCN A PESCARA

LCN NAZIONALE





BRASILE - ITALIA... IN DIGITALE
L'ITALIA IN DIGITALE PRESENTA:
"BRASILE - ITALIA... IN DIGITALE"




https://lh5.googleusercontent.com/-Nw8PsyTYbTk/U5YpWW7thYI/AAAAAAAF0B4/UhF2xBn-n1c/s1600/News%2520Ultimo%2520320.gif


Clicca sulle immagini per vederle ingrandite


5 OTTOBRE 2014
Domenica

LOMBARDIA IN DIGITALE

Ore 23.20 - MUX SAN PAOLO TELEVISION: ARRIVA SPORTELEVISION E TORNA MEDJUGORIE ITALIA TV.

UHF 21-32 Mux SAN PAOLO TELEVISION
Nella sezione LOMBARDIA IN DIGITALE aggiorniamo la composizione del mux SAN PAOLO TELEVISION. Sono stati aggiunti 2 canali: il primo è inedito in LOMBARDIA, si tratta di SPORTELEVISION che si posiziona sulla LCN 182; questo canale sportivo è anche in onda nel mux TELEALTOVENETO, emittente locale dell'omonima regione. L'altro canale inserito, o meglio reinserito, è Medjugorie Italia TV sulla LCN 602; l'emittente religiosa era presente mesi fa in questo multiplex ma poi era stata rimossa. Pertanto in questo momento il mux SAN PAOLO TELEVISION veicola 11 canali TV (nonostante Canale Lombardia - LCN 627 - sia sempre a schermo nero). Consulta la nostra griglia dei canali e lo z@pping TV.
https://lh4.googleusercontent.com/-K4ZSp_ZxliU/VDGv_nUQe8I/AAAAAAAGd3I/2h2NjpPJl_4/s1600/00%2520B%2520%252815%2529.jpg
https://lh4.googleusercontent.com/-DnI7SXOlrvw/VDGvXIcaurI/AAAAAAAGd04/BU7t3eNxZ0g/s1600/182%2520A%2520%25284%2529.jpg
https://lh6.googleusercontent.com/-MAnHHjB4ZV4/VDGvYmxaYfI/AAAAAAAGd1A/MhCEqeQ4TUs/s1600/182%2520B%2520%25283%2529.jpg

https://lh3.googleusercontent.com/-tFxWoAOwydc/VDGvZdHIoUI/AAAAAAAGd1I/NFbzsI_XppM/s1600/182%2520C.jpg
https://lh5.googleusercontent.com/-NAd510BuPhk/VDGvarphHkI/AAAAAAAGd1Q/2XFUGjjIIBY/s1600/182%2520D.jpg
https://lh5.googleusercontent.com/-eVSWgVIS52w/VDGvbiphT5I/AAAAAAAGd1Y/7iIpCq1jUYA/s1600/602%2520A%2520%25285%2529.jpg
https://lh6.googleusercontent.com/-zHfANTGXN_I/VDGvdLcgdzI/AAAAAAAGd1g/XU7rMLZqzXI/s1600/602%2520B%2520%25283%2529.jpg


4 OTTOBRE 2014
Sabato

MARCHE IN DIGITALE

Ore 19.35 - MUX TVRS: ARRIVA TVRS HD, INSERITA LA LCN 800 A GALASSIA.

UHF 43 Mux TVRS
https://lh5.googleusercontent.com/-lDGHQHEVG4c/UozP4rwicmI/AAAAAAAEJ7M/q1zkvreoUOw/s1600/RADIO%2520GALASSIA%252052.jpg
Oggi ci occupiamo della sezione MARCHE IN DIGITALE ed aggiorniamo il mux TVRS. Rispetto alla nostra precedente rilevazione segnaliamo l'introduzione di TVRS HD sulla LCN 511 che in realtà trasmette la versione del canale omonimo in versione standard definition TVRS (LCN 11). Inoltre il canale denominato Galassia, in precedenza privo di numerazione automatica, occupa ora la LCN 800 e trasmette un monoscopio in bianco e nero con l'audio dell'emittente radiofonica Radio Galassia. Queste sono state le variazioni di rilievo di questo provider marchigiano, per visualizzare tutti i canali trasmessi consulta la nostra griglia che comprende i relativi parametri tecnici, insieme allo z@pping TV per visualizzare gli identificativi e i loghi di stazione utilizzati dalle emittenti che compongono il mux TVRS.

https://lh6.googleusercontent.com/-9wpO-HyoFb4/VDAewZPo2AI/AAAAAAAGdvw/s38PNGIyt6Q/s1600/00%2520B%2520%25282%2529.jpg
https://lh6.googleusercontent.com/-672OyRvgWXg/VDAer26-2DI/AAAAAAAGdvI/xQZmRU0WQ-k/s1600/11%2520A.jpg
https://lh5.googleusercontent.com/-DcIa00GmXj8/VDAen-jdeaI/AAAAAAAGdug/dwWDW65DhGw/s1600/11%2520B.jpg

https://lh4.googleusercontent.com/-mJJckOL1LGs/VDAesymQrkI/AAAAAAAGdvQ/r5z8c6FFtyM/s1600/511%2520A.jpg
https://lh6.googleusercontent.com/-zzmKJE3gwXA/VDAepqY7Y3I/AAAAAAAGduw/z56g7tuzXaA/s1600/511%2520B.jpg
https://lh4.googleusercontent.com/-tDqWwBdjW9E/VDAeqapuF6I/AAAAAAAGdu4/OiQlqB0q2dk/s1600/800%2520A.jpg
https://lh5.googleusercontent.com/-QI0VjICyJYI/VDAerKFQElI/AAAAAAAGdvA/i0IUrab1WlQ/s1600/800%2520B.jpg

Mux TVRS - Z@pping TV


NEWS 2014

Ore 12.25 - FREQUENZE TV: PERSIDERA APRE AGLI INVESTITORI ESTERI.

È ufficiale, Persidera è in vendita. Il Cda di TI Media ne ha dato notizia mercoledì (ma l’operazione era già nota) quando ha esaminato lo stato di avanzamento del processo di valorizzazione della new co controllata al 70% da Telecom e al 30% dal Gruppo L’Espresso che possiede 5 multiplex per il digitale terrestre.
http://www.key4biz.it/wp-content/uploads/2014/10/antenne600-650x372.jpg
La valorizzazione, spiega l’azienda, avverrà attraverso un processo competitivo in cui TI Media e L’Espresso saranno coadiuvati dagli advisor Mediobanca e Banca Imi.
La volontà di vendere non era un mistero, fin dalla nascita della new co. Telecom Italia ha, infatti, sempre detto d’essere intenzionata a uscire dal business televisivo, per concentrarsi su altri asset più strategici per l’operatore tlc. Il processo era stato avviato con la vendita di La7 a Urbano Cairo nel 2013. A luglio anche il presidente de L’Espresso, Carlo De Benedetti, aveva rilanciato, confermando il mandato alle banche “per trovare un partner che compri anche tutta” Persidera.

Ma chi potrebbe essere interessato?

Intanto la redditività di questa società potrebbe far gola a molti: l’azienda può contare su un giro d’affari annuale di circa 100 milioni di euro, un risultato economico positivo e una robusta generazione di cassa. Il suo valore supererebbe i 500 milioni di euro.

Al momento, secondo rumors, pare che si siano fatte avanti Clessidra e il Fondo F2i.
Il previsto limite dei cinque mux ovviamente esclude a priori che un altro operatore di rete italiano possa comprare Persidera, ma un’offerta potrebbe arrivare dall’estero.
Si tratta, infatti, di business infrastrutturali a diversi livelli della catena del valore che potrebbero essere molto interessanti per chi volesse investire in questo settore.
Persidera è, infatti, il principale operatore di rete indipendente in Italia, con un’infrastruttura a copertura nazionale, di grande capillarità e capace di erogare servizi ad elevato standard qualitativo.
Potremmo definire il modello di business di Persidera all’anglosassone perché, proprio come i player del mercato UK del digitale terrestre, è indipendente e non integrato con gruppi editoriali e ospita operatori privi di infrastrutture.

Persidera ha insomma costruito il proprio modello sull’obbligo previsto dalla legge di separazione societaria tra editori e operatori di rete e questa rappresenta una novità per l’Italia rispetto al passato.
Il Cda di TI Media fa, intanto, sapere che in vista dell’assunzione delle determinazioni inerenti al processo di valorizzazione ha costituito al proprio interno un apposito Comitato composto da amministratori indipendenti di cui fanno parte il Lead Independent Director, Lorenzo Gorgoni, i presidenti del Comitato per il controllo e i rischi e del Comitato per le nomine e la remunerazione, Paola Schwizer e Giuseppe Soda, e il consigliere Valeria Lattuada. Le attività del Comitato, che avranno natura consultiva e istruttoria, saranno coordinate dal Lead Independent Director. Persidera al momento è concentrata sull’implementazione del piano di integrazione con Rete A allo scopo di accelerare e massimizzare i benefici e le sinergie operative derivanti dalla sua fusione per incorporazione, che avrà effetto dal 1° dicembre 2014.
Tratto da: www.key4biz.it/frequenze-tv-persidera-apre-agli-investitori-esteri


Ore 12.00 - MUX LA 9 (TRENTINO): ARRIVANO LA 9 NORD E 232 ITALIA, ELIMINATI 10 E CANALE NAZIONALE.

https://lh4.googleusercontent.com/-9ThNQ1zT1wQ/U3hfkr7lp0I/AAAAAAAFrPQ/RfFdneduM_U/s1600/LA%25209%2520B%252060.jpg
UHF 43 Mux LA 9 (TRENTINO)
https://lh3.googleusercontent.com/-ylQDTU2txVQ/VC-wv3vMoJI/AAAAAAAGdjM/_uHTzcdsZug/s1600/LA%25209%2520NORD%252052.jpg
https://lh6.googleusercontent.com/-ymCMRHIL1Ko/VBqhw2xIyDI/AAAAAAAGYCo/QQIX7TAHdSY/s1600/ITALIA%252B%252052.jpg
Dopo La 9 (LCN 76), La 9 Italia (LCN 151) e La 9 Nazionale (LCN 169) arriva la quarta emittente del gruppo ROMI OSTI La 9 Nord, subentra sulla LCN 123 a Ch 10 che è stata eliminata insieme ai suoi due duplicati CH10, che si trovava sulla LCN 232, e 10, che era priva di numerazione. E' stata anche inserita una copia di LA 9 NORD senza LCN. Sulla LCN 232 arriva un altro nuovo canale 232 ITALIA, che al momento trasmette con il video decentrato. Inoltre è stata rimossa la LCN 132 a ITALIA + che in questo multiplex ha terminato le trasmissioni che sono state sostituite da delle barre colore. Ricordiamo che la programmazione di ITALIA + è visibile sempre sulla LCN 132 tramite RETE A Mux 2. Infine è stata eliminata dalla LCN 237 l'emittente CANALE NAZIONALE, aggiunta di recente su CANALE ITALIA Mux 2 sempre sulla LCN 237. Abbiamo aggiornato la griglia dei canali e lo z@pping TV dei mux mux LA 9 (TRENTINO).
https://lh4.googleusercontent.com/-kN97RumjyK8/VC-xhh_WErI/AAAAAAAGdlg/Ky1LiSmlhVw/s1600/00%2520B%2520%25282%2529.jpg
https://lh5.googleusercontent.com/-eZzY-4KFD54/VC-xZ-l-06I/AAAAAAAGdkg/aLa5OfgHfkM/s1600/123%2520A.jpg
https://lh4.googleusercontent.com/-bBzTBw9veus/VC-xf469x9I/AAAAAAAGdlQ/QiOzixCeo1Q/s1600/NO%252004%2520B.jpg

https://lh4.googleusercontent.com/-HLtGQM37qBg/VC-xc8_tJAI/AAAAAAAGdk4/cfgkAGM0cD0/s1600/NO%252004%2520A.jpg
https://lh3.googleusercontent.com/-BGCKuA_oSy4/VC-xgn0J1VI/AAAAAAAGdlY/y43oF5JfcsU/s1600/123%2520B.jpg
https://lh3.googleusercontent.com/-UHNX3oJvlOA/VC-xE6ZwDXI/AAAAAAAGdkQ/yN2NSZoP2Rc/s1600/232%2520ITALIA.png
https://lh5.googleusercontent.com/-6kaSlhly628/VC-xb4yCLEI/AAAAAAAGdkw/0Yd6L7ZmWQg/s1600/232%2520A.jpg
https://lh4.googleusercontent.com/-Un4865zBkVI/VC-xd_0R5gI/AAAAAAAGdlA/zvcMJj5uqpo/s1600/232%2520B.jpg
https://lh6.googleusercontent.com/-lzJ6IpdCqoI/VC-xelOEZtI/AAAAAAAGdlI/aYIzw8Lsm5s/s1600/NO%252005%2520B.jpg

ABRUZZO IN DIGITALE

Ore 10.00 - MUX TRSP (ABRUZZO): SU MEDIACENTRO RITORNA SEI TV.

UHF 29 Mux TRSP (ABRUZZO)
https://lh6.googleusercontent.com/-m735gZW6pkk/U99DBXUFPLI/AAAAAAAGEwg/ZRUIYZsc0ew/s1600/SEI%2520TV%252052.jpg
Il canale MEDIACENTRO (LCN 645) non è più a schermo nero ma è tornata a trasmettere l'emittente campana Seitv con pessima qualità video, come potete vedere dalle immagini in bianco e nero che vi alleghiamo qui sotto. Al momento della nostra rilevazione Seitv stava trasmettendo la programmazione di TRSP (LCN 17). Abbiamo aggiornato la griglia dei canali e lo z@pping TV del mux TRSP (ABRUZZO).


https://lh6.googleusercontent.com/-jSfykMzOqOc/VC-m2I5m5oI/AAAAAAAGdec/w77KRUl_Uq8/s1600/00%2520B%2520%252814%2529.jpg
https://lh6.googleusercontent.com/-JYY1Pyvpnpk/VC-m0G5qlSI/AAAAAAAGdeM/VxJa1ZkrdAQ/s1600/645%2520A%2520%25286%2529.jpg
https://lh3.googleusercontent.com/--WzFyIFM_c4/VC-m1Q_qhwI/AAAAAAAGdeU/SycBqh7GpaU/s1600/645%2520B%2520%25283%2529.jpg


3 OTTOBRE 2014
Venerdì

ABRUZZO IN DIGITALE

Ore 22.40 - MUX TELEMAX: ARRIVANO AIR ITALIA E LINEA ITALIA, ELIMINATE GOLD TV ITALIA E LA 4 ITALIA.

UHF 51 Mux TELEMAX
https://lh5.googleusercontent.com/-tQX0a2oVj1c/VC8E8qXvNuI/AAAAAAAGdVM/r8IFhX7oAVY/s1600/AIR%2520ITALIA%252052.jpg
https://lh3.googleusercontent.com/-08yiEksMkvs/VC8E6ahObBI/AAAAAAAGdUs/eZWzJzK2Pgw/s1600/LINEA%2520ITALIA%252052.jpg
Anche nel mux abruzzese di TELEMAX sono arrivate le due nuove emittenti AIRITALIA con la LCN 138 e LINEAITALIA con la LCN 140, contestualmente sono state eliminate GOLDTVITALIA dalla LCN 128 e LA4ITALIA dalla LCN 129 che rimangono visibili sempre nelle stesse posizioni LCN tramite RETE A Mux 2. Abbiamo aggiornato la griglia dei canali e lo z@pping TV del mux TELEMAX.


https://lh3.googleusercontent.com/-PJKU7Lq_6VU/VC8GiODrxyI/AAAAAAAGdWk/jQeNHw0iHxw/s1600/00%2520B%2520%25284%2529.jpg

https://lh6.googleusercontent.com/-OcP7GiI7W9k/VC8ETT_17LI/AAAAAAAGdTc/0yaC7JVFWFo/s1600/138%2520A.jpg
https://lh6.googleusercontent.com/-gvAeAHou4n8/VC8EVueARLI/AAAAAAAGdTs/RovsIE52ILY/s1600/138%2520B.jpg

https://lh3.googleusercontent.com/-YzDLOPpjrwc/VC8EUHGDXnI/AAAAAAAGdTk/UVCsm-WF2Nc/s1600/140%2520A.jpg
https://lh3.googleusercontent.com/-SVHXKNgdcO0/VC8EWWLGVUI/AAAAAAAGdT0/oL33CFgh3LI/s1600/140%2520B.jpg

https://lh6.googleusercontent.com/-f_L-h95EoV4/VC8EJt7cBsI/AAAAAAAGdTM/MW9L5NIZnSI/s1600/telemax2.jpg

NEWS 2014

Ore 16.30 - VI SPIEGO IL NUOVO REGOLAMENTO DELLE FREQUENZE TV, PARLA MARTUSCELLO (AGCOM).

Ecco come il commissario Antonio Martusciello dell'Autorità di garanzia per le Comunicazioni ribatte alle critiche sull'ultima delibera dell'authority che implicherebbe uno sconto milionario per Rai e Mediaset sul canone per la concessione delle frequenze.

Il 30 settembre il Consiglio dell’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni ha adottato a maggioranza una delibera che ha stabilito i criteri per la determinazione, da parte del Ministero dello sviluppo economico (MISE), dei contributi annuali per l’utilizzo delle frequenze televisive terrestri. A favore della delibera hanno votato i commissari Antonio Martusciello, Francesco Posteraro e Antonio Preto. Contrario si è espresso il presidente Agcom Angelo Marcello Cardani. Il commissario Antonio Nicita, che ad agosto si era detto favorevole alla delibera, si è astenuto. La decisione dell’Agcom ha sollevato polemiche per lo sconto milionario previsto per Rai e Mediaset sul canone per la concessione delle frequenze.
Sentito da Formiche.net il commissario dell’Autorità di garanzia per le Comunicazioni, Antonio Martusciello, ribatte alle considerazioni dei critici carte e norme alla mano. Facciamo chiarezza innanzitutto.

Che cosa prevedeva il vecchio quadro normativo?

Nel previgente regime contributivo per le concessioni televisive analogiche di cui alla legge 6 agosto 1990, n. 223, l’importo dei canoni annui è stato fissato all’articolo 27, comma 9, della legge 23 dicembre 1999, n. 488 (c.d. “Finanziaria 2000”), secondo le modalità stabilite dal decreto interministeriale 23 ottobre 2000, nella misura pari all’1% del fatturato derivante da attività televisiva (pubblicità, televendite, canone di abbonamento al servizio pubblico). Cos’è avvenuto poi con il passaggio al digitale? Alla fine del processo di transizione alla tecnica digitale al posto di un unico soggetto (il concessionario), si hanno tre soggetti differenti (l’operatore di rete, il fornitore di servizi media audiovisivi ed il fornitore di servizi della società dell’informazione) ciascuno titolare di un distinto titolo abilitativo. In questo nuovo scenario, si innesta il decreto-legge n. 16/2012, varato dal Governo Monti che ha previsto, all’art.3-quinquies, che debbano essere versati contributi da parte dei soggetti assegnatari delle frequenze, che dopo il passaggio alla tecnologia digitale sono gli operatori di rete.
Nel nuovo regime normativo il soggetto passivo d’imposta è dunque diverso, non è più l’emittente concessionaria (con il suo fatturato) ma il solo operatore di rete.

Come sono ripartiti i compiti tra Agcom e MiSE?

Il citato art. 3-quinquies, comma 4, del d.l. n. 16/2012 in combinato disposto con l’articolo 35 del Codice delle Comunicazioni elettroniche, stabilisce che il Ministero fissa i contributi per la concessione dei diritti d’uso delle frequenze radio sulla base dei criteri stabiliti dall’Autorità. A tal fine, il medesimo art. 3-quinquies, comma 4, prevede che l’Autorità, nell’assolvimento di tale compito, debba attenersi ai seguenti criteri: promozione del pluralismo, uso efficiente e valorizzazione dello spettro, ragionevolezza, proporzionalità, non discriminazione.
Queste disposizioni normative, circoscrivono dunque il compito dell’Autorità alla sola adozione dei criteri per la determinazione del contributo per la concessione dei diritti d’uso delle frequenze radio, mentre la fissazione in concreto della misura del contributo è rimessa ai competenti organi di Governo (Ministero dello sviluppo economico).

In che modo è stato stabilito allora l’ammontare del gettito?

L’art. 3-quinquies, comma 7, sancisce che dall’attuazione del presente articolo non devono derivare maggiori oneri per la finanza pubblica. L’Autorità ha interpretato in modo particolarmente rigoroso questo principio, declinando criteri che potranno consentire ai competenti organi di Governo di fissare un livello di contribuzione che garantirà una parità di gettito rispetto al regime previgente. Con una lettera del 18 luglio, la Commissione europea ha invitato l’Autorità a rispettare le pari opportunità tra gli operatori economici, evitando che “il nuovo sistema di contributi comporti condizioni più gravose per i nuovi entranti o nuovi vantaggi per i soggetti esistenti, ulteriori a quelli che hanno ottenuto per effetto delle passate violazioni”.

Come si è mossa l’Agcom?

L’Autorità in adempimento del dovere di leale cooperazione di cui all’articolo 4 (3) del Trattato sull’Unione europea, ha tenuto nella massima considerazione le osservazioni formulate dalla Commissione europea nella lettera del 18 luglio 2014 circa i vantaggi che hanno conseguito nel passato alcuni operatori verticalmente integrati che detengono un numero significativo di multiplex. Pertanto l’Autorità ha introdotto nel modello di determinazione dei contributi alcuni elementi di differenziazione, validi per un periodo transitorio, tra i due operatori che detenevano il maggior numero di multiplex alla data del completamento del passaggio dalla tecnica di trasmissione analogica a quella digitale e gli altri operatori di rete.

Tratto da: www.formiche.net/2014/10/03/frequenze-tv-martusciello

MUX NAZIONALI

Ore 15.55 - MUX LA3: ATTIVATO L'UHF 37 DA MILAZZO MONTE TRINO (MESSINA).

UHF 22-37 Mux LA 3
Qualcuno ha citato addirittura Galileo Galiei, esultando: "eppur si muove!". Il grido di gioia arriva dalla Sicilia dove nella giornata di ieri è stato attivato il mux LA 3 sull' UHF 37 dal sito di MONTE TRINO a Milazzo (Messina) in polarizzazione orizzontale. Tutto era pronto da tempo, per l'accensione mancava l'ultimo step ovvero l'autorizzazione da parte dell'Arpa. Abbiamo aggiornato la lista delle emittenti TV che si ricevono a MILAZZO (ME).

Nella foto ripetitori della postazione di MONTE TRINO a MILAZZO (Messina).
http://dttsignalmilazzo.myblog.it/media/01/00/2750702755.jpg

https://lh5.googleusercontent.com/-CHKFG3xVs5k/VBtTZFdVr0I/AAAAAAAGYoY/-dNfmDf9O2E/s1600/00%2520B%2520%25287%2529.jpg

MUX NAZIONALI

Ore 11.50 - TIMB MUX 2: JUNIOR TV, INIZIANO I PROGRAMMI...MA SONO TELEVENDITE !

UHF 55- 60 TIMB Mux 2
https://lh6.googleusercontent.com/-sp25aloHHYQ/U7HE2lKClKI/AAAAAAAF5rk/W2sHWYZET0k/s1600/JuniorTV%252052.jpg
Avete presente JuniorTv, il nuovo canale per bambini approdato nei mesi scorsi al numero 45 dei nostri telecomandi del digitale terrestre? Ebbene, se fino a poco fa erano trasmessi alcuni promo a loop, da un paio di giorni sono in onda televendite senza alcun logo di stazione. Sono state numerose le vostre segnalazioni (negative) sull'ingresso dell'ennesimo canale di tele shopping in tv; noi da parte nostra ci auguriamo che "la scusa" delle televendite nasconda invece la buona volontà dell'emittente di realizzare delle prove tecniche di trasmissione, in vista del varo del canale previsto per il prossimo dicembre (vedi relativo sito www.juniortv.it). In fondo l'affitto delle frequenze a TIMB è costoso e in attesa di una vera e propria programmazione il modo più sbrigativo per fare cassa è sicuramente quello delle televendite. Inoltre ci avete legittimamente chiesto se non siamo di fronte all'ennesimo caso di emittente segnaposto (il numero 45 del telecomando è decisamente ambìto) per un progetto che nulla abbia a che fare con una tv di anime, ma queste sono al momento solo ipotesi che non trovano conferma alcuna. Non ci resta che osservare ed attendere la data annunciata, ad oggi però la realtà è che sono effettivamente in onda solo televendite.
https://lh6.googleusercontent.com/-f_UVpgFc-gM/VC1ZJqECAoI/AAAAAAAGdQk/9wX3XE02h98/s1600/45%2520A.png
https://lh3.googleusercontent.com/--IoNhG8uwqo/VC1ZKC_lYUI/AAAAAAAGdQo/TdK7Lh0pvKk/s1600/45%2520B.png

https://lh5.googleusercontent.com/-GtP69dwvV7w/VC1ZJt-lADI/AAAAAAAGdQc/XY67tu4zyIM/s1600/45%2520C.png
https://lh6.googleusercontent.com/-1BJh5As90cI/VC1ZNTZz_rI/AAAAAAAGdQw/7sVsJpfu3As/s1600/45%2520D.png

https://lh6.googleusercontent.com/-YwM6pMevsXM/VC5we3k8NdI/AAAAAAAGdRo/KtOWzKr4fbw/s1600/JuniorTv%2520-%252003%2520ottobre%2520-%252011.44.12.png
https://lh3.googleusercontent.com/-g-1-Eig6dvE/VC5waYoPP3I/AAAAAAAGdRg/hgVNiVMj8TM/s1600/JuniorTv%2520-%252003%2520ottobre%2520-%252011.42.23.png


2 OTTOBRE 2014
Giovedì

NEWS 2014

Ore 23.55 - BLOG BEPPE GRILLO: "NEL PATTO DEL NAZARENO ANCHE IL REGALO DEL CANONE DELLE FREQUENZE E LA SVENDITA RAIWAY?".

Mentre le PMI soffrono, il tasso di disoccupazione aumenta e tutti i fondamentali del Paese scricchiolano, grazie ad una delibera AGCOM (approvata il 30 settembre), si elargisce un maxisconto a Rai e Mediaset!
In sette anni il gruppo della famiglia Berlusconi potrebbe risparmiare fino a 80 milioni di euro, a discapito delle tv medio-piccole, che dovranno aumentare l'esborso, ma anche del bilancio dello Stato.
La svendita di Raiway, il cui più acquirente più accreditato è Ei Towers, società detenuta a maggioranza Mediaset, e adesso il maxisconto alla stessa Mediaset per l'affitto delle frequenze televisive, fanno pensare che il Patto nel Nazareno non riguardasse solo le riforme, ma anche interessi personali legati alle aziende di Berlusconi e al controllo dell'informazione.
Ci sono anche altri segnali che portano in questa direzione: dalla riforma della governace della Rai, al nuovo piano industriale presentato dal Dg della Rai Gubitosi.
Dopo un lungo letargo il Corriere della Sera, attraverso il direttore De Bortoli, ha chiesto di conoscere tutti i reali contenuti del Patto del Nazareno. Un quesito fondamentale per capire cosa vogliono davvero fare dell'Italia Renzi e Berlusconi che il Movimento ha già sollecitato da tempo, con un'interrogazione parlamentare (qui il link).
Dopo questo ennesimo regalo alla famiglia Berlusconi e alle sue televisioni, che la "sinistra", al di là delle proteste di facciata, consente da oltre 20 anni (oggi è in corsa per la Corte Costituzionale proprio Luciano Violante, il quale dichiarò alla Camera che non sarebbero state toccate le televisioni di Berlusconi), a nostro parere è chiaro che siamo di fronte ad un disegno concordato tra il presidente del Consiglio e l'ex senatore decaduto.
Dopo il question time di Dalila Nesci sulla svendita di Ray Way (qui il video), con questa interrogazione (prima firma Mirella Liuzzi), che fa seguito alla decisione dell'AGCOM sui canoni televisivi, vogliamo che si faccia chiarezza una volta per tutte e dunque chiediamo espressamente al governo se questo atto faccia parte "dell'accordo comunemente conosciuto come Patto del Nazareno".
Di seguito il testo:
Interrogazione a risposta scritta
Al Ministro per lo Sviluppo Economico; Al Presidente del Consiglio dei Ministri;
Per sapere - premesso che:
- con delibera del 30 settembre scorso l'Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni (AGCOM) ha adottato nuovi criteri per la determinazione dei canoni delle frequenze televisive terrestri, secondo quanto previsto dall'articolo 3-quinquies del Decreto Legge 2 marzo 2012 n. 16, convertito con modificazioni dalla Legge 26 aprile 2012, n. 44 recante "Disposizioni urgenti in materia di semplificazioni tributarie, di efficientamento e potenziamento delle procedure di accertamento";
- il citato provvedimento è stato preceduto da un'attività istruttoria piuttosto tormentata tanto che la stessa AGCOM, prima dell'estate, aveva deciso di sospendere l'emanazione della delibera in attesa di un intervento legislativo di riordino complessivo della materia annunciato dal Governo;
- senonché, stante l'assenza di qualsivoglia iniziativa da parte del Governo, AGCOM ha inteso adottare la delibera ritenendo "[...] ineludibile, allo stato, adempiere i compiti assegnati all'Autorità dalla vigente normativa primaria, restando ovviamente riservata ogni successiva determinazione agli organi titolari della funzione di indirizzo politico, con i quali proseguirà la proficua collaborazione istituzionale instauratasi nel rispetto delle reciproche attribuzioni" (da Comunicato stampa diffuso da AGCOM in data 30 settembre 2014);
- secondo quanto si apprende da fonti di stampa, il provvedimento è stato votato a maggioranza dal Consiglio dell'Autorità con il voto favorevole dei Commissari Antonio Martusciello, ex dirigente di Pubblitalia e fondatore di Forza Italia, Francesco Posteraro, eletto in quota UDC e Antonio Preto, in passato collaboratore degli on.li Antonio Tajani e Renato Brunetta; il voto contrario del presidente AGCOM Angelo Maria Cardani e l'astensione del commissario Antonio Nicita;
- secondo quanto si apprende da fonti di stampa, il provvedimento prevede, in sostanza, che i canoni per la concessione delle frequenze televisive non verranno più calcolati sulla base dei bilanci delle società editrici dei canali ma con riferimento ai bilanci delle società che detengono le torri di trasmissione, vale a dire per quanto riguarda RAI e Mediaset le società Ray-way e Elettronica Industriale;
considerato che:
- secondo quanto si apprende da fonti di stampa tali nuovi criteri consentiranno a Rai e Mediaset risparmi di spesa nell'ordine di 103,7 milioni di euro nei sette anni di vigenza del nuovo provvedimento con conseguente mancati incassi a carico dell'erario pubblico;
***
per sapere:
- se i contenuti del provvedimento AGCOM citato, che consentiranno un significativo risparmio di spesa per il gruppo Mediaset, siano stati oggetto dell'accordo comunemente conosciuto come "Patto del Nazareno" sottoscritto dal Presidente del Consiglio onorevole Matteo Renzi e l'ex senatore Silvio Berlusconi.
- quali iniziative intenda adottare il Ministero in indirizzo nonché la Presidenza del Consiglio dei Ministri per scongiurare i mancati incassi per l'erario dello Stato determinati dall'adozione del provvedimento AGCOM citato.

Tratto da: www.beppegrillo.it/movimento/parlamento/rai/2014/10/nel-patto-del-nazareno-anche-il-regalo-del-canone-frequenze-e-la-svendita-ray-way

SICILIA IN DIGITALE

Ore 23.40 - MUX VIDEO REGIONE: ARRIVANO AIR ITALIA, LINEA ITALIA E TELECAMPIONE.

UHF 34 Mux VIDEO REGIONE
https://lh3.googleusercontent.com/-DCMEElT9edk/VC1WC5764UI/AAAAAAAGdMc/uK2_EbjOztM/s1600/AIR%2520ITALIA%252052.jpg
https://lh3.googleusercontent.com/-fO-SPz4MTQ8/VC1WEWJICSI/AAAAAAAGdM8/fjL9ZbKg-0k/s1600/LINEA%2520ITALIA%252052.jpg
https://lh6.googleusercontent.com/-JSuBtPHPJn4/VC1WGHOQzII/AAAAAAAGdNY/gA0rFXTUDh4/s1600/TLC%2520Telecampione%252052.jpg
Novità nel mux siciliano VIDEO REGIONE, sono state inserite le due nuove emittenti AIR ITALIA con la LCN 138 e LINEA ITALIA con la LCN 140, contestualmente sono state eliminate GOLD TV ITALIA dalla LCN 128, La 4 Italia dalla LCN 129 e ITALIA + dalla LCN 132, questi tre canali ora sono visibili sempre nelle stesse posizioni tramite RETE A Mux 2. Inoltre da alcune settimane era già stato aggiunto TELECAMPIONE sulla LCN 75 ed erano state eliminate la pugliese E 178 dalla LCN 178 e Telefanto dalla LCN 237. Abbiamo aggiornato la griglia dei canali e lo z@pping TV del mux VIDEO REGIONE.
https://lh5.googleusercontent.com/-mIXg7CFVmHQ/VC1XVz-YXSI/AAAAAAAGdO0/pUjkYVpBT0I/s1600/00%2520B%2520%25286%2529.jpg

https://lh6.googleusercontent.com/-0_BsFBrCss8/VC1XQNagpkI/AAAAAAAGdOI/paCCfDPB4Jc/s1600/138%2520A.jpg
https://lh4.googleusercontent.com/-TgMMduKSyMk/VC1XSl0Ew-I/AAAAAAAGdOY/hB-inGDeDsU/s1600/138%2520B.jpg
https://lh3.googleusercontent.com/-xysW6ONhNJA/VC1XRhxbnUI/AAAAAAAGdOQ/MiV3i9faSQ0/s1600/140%2520A.jpg
https://lh6.googleusercontent.com/-MczJ6jzW_Hw/VC1XTitySEI/AAAAAAAGdOk/okYOJ7TUnxc/s1600/140%2520B.jpg
https://lh6.googleusercontent.com/-U3K-OblxHs0/VC1XUnDu2qI/AAAAAAAGdOs/1B9n1yX3eQ0/s1600/75%2520A.jpg
https://lh4.googleusercontent.com/-lVE3DHMkgzU/VC1XPNQmqFI/AAAAAAAGdOA/-Ey-VErM24s/s1600/75%2520B.jpg

NEWS 2014

Ore 22.00 - DAVIDE MAGGIO: "DISCOVERY CONTRO AUDITEL, L'AD MARINELLA SOLDI NUTRE DUBBI E RILANCIA: CREIAMO UNA NUOVA SOCIETA'".

Si fa sempre più popolato il coro di voci che nutrono qualche dubbio su Auditel e sul sistema di rilevazione degli ascolti attualmente in uso. Così a Sky, La7 e LT Multimedia ex Sitcom, si aggiunge il gruppo Discovery per bocca del suo Amministratore Delegato Marinella Soldi. Ascoltata presso la commissione Trasporti, Poste e Telecomunicazioni della Camera, l’AD del noto gruppo editoriale ha espresso la sua contrarietà al sistema in uso, a quanto pare non più al passo coi tempi ma ancorato a strumenti creati nel 1984, non più in grado di “rilevare il mercato in maniera veritiera.”
Auditel – Discovery attacca: “Ascolti sottostimati”
Se da un lato viene apprezzato lo sforzo di Auditel nell’allargare il panel da 5000 a 15000 famiglie, dall’altro Discovery ci ha tenuto a mettere in luce il fatto che ciò è avvenuto solo dopo la nascita dello Smart Panel di Sky, che peraltro già dalle prime rilevazioni sembra aver smentito i dati forniti dalla famosa società. Non solo, anche gli studi e le ricerche di mercato effettuate dalla stessa Discovery non combaciano con quanto rivelato da Auditel e dai quali si evince “che il mercato delle cosiddette nuove emittenti digitali è spesso sottostimato in termini di indici di ascolto.”
Auditel – Discovery propone nuova società
Per la Soldi, dunque, “rimane il dubbio che l’attuale sistema di rilevazione Auditel possa non più rispecchiare e monitorare la complessità del mercato e dell’offerta televisiva”. Poiché inoltre la società in mano a Rai e Mediaset continua ad andare a rilento con le novità annunciate, Discovery chiede che venga creato un nuovo ente composto da personalità totalmente indipendenti oppure che preveda un coinvolgimento di tutti gli editori, con una loro rappresentanza.
Insomma, oggi più che mai Auditel si ritrova sotto attacco da più fronti. E pensare che una soluzione “facile” ci sarebbe, come già illustrato dalla Soldi e più volte ribadito da Sky: perché non si dà l’opportunità anche ai nuovi editori di entrare nel consiglio di amministrazione della società?

Tratto da: www.davidemaggio.it/archives/106390/discovery-contro-auditel-lad-marinella-soldi-nutre-dei-dubbi-e-rilancia-creiamo-una-nuova-societa

https://lh5.googleusercontent.com/-kWHaNiQe0Ps/U2fr__cif5I/AAAAAAAFjeY/jVHpWCL4qNo/s1600/Lazio%2520320.gif

Ore 12.50 - MUX TELEVITA: ELIMINATE LA LCN A ITALIA+ E UNA COPIA DI CANALE NAZIONALE.

UHF 41 Mux TELEVITA
Il canale ITALIA + in questo multiplex non si posiziona più sulla LCN 132, è stata tolta la numerazione e il suo identificativo è stato rinominato in minuscolo, da ITALIA + a italia+. Ricordiamo che ITALIA + si può continuare a vedere sulla LCN 132 tramite la copia sintonizzabile con RETE A Mux 2. Inoltre è stato eliminato un duplicato di CANALE NAZIONALE (LCN 237) che si memorizzava sulla LCN 187. Abbiamo aggiornato la griglia dei canali e lo z@pping TV del mux TELEVITA.

https://lh5.googleusercontent.com/-Qa95nQOheoU/VC0lSqDhRjI/AAAAAAAGdGo/ZjFRbqCjqlg/s1600/00%2520B%2520%25289%2529.jpg
https://lh3.googleusercontent.com/-Q3He34FvAm4/VC0lQSvg80I/AAAAAAAGdGY/y03Z0sd19z4/s1600/NO%252002%2520A.jpghttps:
https://lh3.googleusercontent.com/-cSuit-GpD80/VC0lRgHHR2I/AAAAAAAGdGg/mAUI4MrMo60/s1600/NO%252002%2520B.jpg

https://lh5.googleusercontent.com/-YJ3YdGNzf6I/VC0lVB8L0UI/AAAAAAAGdG4/XpFO92FGZ0c/s1600/NO%252002%2520C.jpg
https://lh4.googleusercontent.com/-NeTrAWjVVs8/VC0lUXD5p3I/AAAAAAAGdGw/mQInztRTGbc/s1600/NO%252002%2520D.jpg

NEWS 2014

Ore 11.25 - TELECOM ITALIA MEDIA: CDA AL LAVORO SULLA VALORIZZAZIONE DI PERSIDERA.

Il Consiglio di Amministrazione di Telecom Italia Media, riunitosi ieri sotto la presidenza di Severino Salvemini, ha esaminato lo stato di avanzamento del processo di valorizzazione di Persidera. La valorizzazione avverrà attraverso un processo competitivo in cui Telecom Italia Media e Gruppo Editoriale l'Espresso (che detengono, rispettivamente, il 70 e il 30 per cento delle azioni di Persidera) saranno coadiuvati dagli advisor Mediobanca e Banca Imi.
In vista dell'assunzione delle determinazioni inerenti al processo di valorizzazione, il Consiglio di Amministrazione ha costituito al proprio interno un apposito Comitato composto da Amministratori indipendenti di cui fanno parte il Lead Independent Director, Lorenzo Gorgoni, i Presidenti del Comitato per il controllo e i rischi e del Comitato per le nomine e la remunerazione, Paola Schwizer e Giuseppe Soda, e il Consigliere Valeria Lattuada.
Le attività del Comitato, che avranno natura consultiva e istruttoria, saranno coordinate dal Lead Independent Director. Persidera al momento è concentrata sull'implementazione del piano di integrazione con Rete A allo scopo di accelerare e massimizzare i benefici e le sinergie operative derivanti dalla sua fusione per incorporazione, che avrà effetto dal 1° dicembre 2014.

Tratto da:
http://finanza.lastampa.it/Notizie/0,650279/Telecom_Italia_Media_cda_al_lavoro

https://lh5.googleusercontent.com/-kWHaNiQe0Ps/U2fr__cif5I/AAAAAAAFjeY/jVHpWCL4qNo/s1600/Lazio%2520320.gif

Ore 11.15 - MUX GOLD TV: ARRIVANO DUE NUOVI CANALI, AIR ITALIA E LINEA ITALIA.

UHF 46 Mux GOLD TV
https://lh5.googleusercontent.com/-GMm4Vo3Myps/VC0KFxbM5JI/AAAAAAAGc_0/7CPniYnICM4/s1600/AIR%2520ITALIA%252052.jpg
https://lh6.googleusercontent.com/-4q1sGp444MU/VC0KHyyJOII/AAAAAAAGdAU/hUzJRNSgcW8/s1600/LINEA%2520ITALIA%252052.jpg
Novità nel mux GOLD TV con l'arrivo di due nuovi canali. Sulla LCN 138 al posto di GOLDTVITALIA è arrivata l'emittente AIR ITALIA, mentre sulla LCN 140 LINEA ITALIA sostituisce LA4ITALIA. Ricordiamo che GOLD TV ITALIA e LA 4 ITALIA sono visibili nelle posizioni LCN 128 e 129 esculsivamente tramite RETE A Mux 2. Abbiamo aggiornato la griglie dei canali e lo z@pping TV del mux GOLD TV.



https://lh6.googleusercontent.com/-cp53TGaxRC0/VC0KndeLciI/AAAAAAAGdC0/kbzBZdTbm1M/s1600/00%2520B%2520%252817%2529.jpg
https://lh4.googleusercontent.com/-f7ZjiihKWG0/VC0KlYN1IqI/AAAAAAAGdCk/PYyxemUtl1Q/s1600/138%2520A%2520%25282%2529.jpg
https://lh5.googleusercontent.com/-nMuZ5xWASPI/VC0KmZdG7aI/AAAAAAAGdCs/-Lg-ZME9WSQ/s1600/138%2520B%2520%25282%2529.jpg
https://lh5.googleusercontent.com/-6sbmDXIZ_KU/VC0KjKoTZXI/AAAAAAAGdCU/ZbXpMKjGe0c/s1600/140%2520A%2520%25282%2529.jpg
https://lh5.googleusercontent.com/-3EBkmKHQm68/VC0KkXP-2CI/AAAAAAAGdCc/HK1q1NPcstM/s1600/140%2520B%2520%25282%2529.jpg

NEWS 2014

Ore 10.30 - MINISTRO GUIDI (SVILUPPO ECONOMICO): CESSIONE QUOTE RAIWAY NON RIGUARDA LE FREQUENZE.

Il ministro dello Sviluppo Economico, Federica Guidi, oggi alla Camera durante la question time sulla cessione delle quote di Rai Way, ha spiegato che sul mercato c'è grande domanda e interesse per le attività legate alle torri di trasmissione. Il ministro ha detto anche che "si potranno aprire nuove prospettive di sviluppo per Rai Way".
Ha ricordato che la Rai potrà decidere di vendere quote anche in più tranche fino a un massimo del 49%. Comunque, ha chiarito, la privatizzazione riguarderà unicamente la gestione delle torri di trasmissione senza la cessione delle frequenze che quindi restano alla Rai.
Sulla base delle indiscrezioni circolate nei giorni scorsi, l'operazione dovrebbe realizzarsi a metà novembre e le valutazioni sarebbero intorno a 900-1.000 milioni di euro, una cifra che per gli esperti di Equita corrisponde a un multiplo di 10,4-11,5 l'enterprise value/ebitda 2013, coerenti con quelli a cui tratta EI Towers pari a 11,5 volte l'ebitda.


1 OTTOBRE 2014
Mercoledì

MUX NAZIONALI

Ore 11.50 - TIMB MUX 2 - UHF 55: NUOVE ATTIVAZIONI IN PIEMONTE, LOMBARDIA, TOSCANA, UMBRIA E MARCHE.

UHF 55- 60 TIMB Mux 2
Proseguono più speditamente le operazioni tecniche di PERSIDERA - TIMB per le accensioni della nuova frequenza UHF 55 del TIMB Mux 2. In questi ultimi giorni è stata attivata in altre stazioni di trasmissione del Piemonte, Lombardia, Toscana, Umbria e Marche che elenchiamo nelle griglie in basso. In alcune di esse con l'accensione dell' UHF 55 verrà spento l' UHF 60; inoltre è imminente l'inserimento della scritta "PROVVISORIO" negli identificativi dei canali dell' UHF 60.

PIEMONTE
Postazione
Comune
Provincia
Polarizzazione
MONTE MOTTARONE - VETTA
Stresa
VCOVerticale

LOMBARDIA
Postazione
Comune
Provincia
Polarizzazione
ALBERGO MIRAVALLE - VIA ROMA
Teglio
SOOrizzontale

TOSCANA
Postazione
Comune
Provincia
Polarizzazione
MONTE SPIAGGIONE
Casola In Lunigiana
MSVerticale

UMBRIA
Postazione
Comune
Provincia
Polarizzazione
MONTE TORRAZZO
Corciano
PGOrizzontale

MARCHE
Postazione
Comune
Provincia
Polarizzazione
MONTE FANO
FabrianoANOrizzontale
CERQUETO ALTA
GengaANOrizzontale
CROCE DI SERRASassoferratoANOrizzontale
COLLE DELLA SERRAAcquasanta TermeAPVerticale
ARQUATONEArquata Del TrontoAPOrizzontale
PUNTA BORE TESINO - CONTRADA MONTESECCO
GrottammareAPVerticale
SAN MARTINO ALLA VENA
AmandolaFMVerticale
COLBUCCAROCorridoniaMCVerticale
CASA CRUCIANI- LA ROCCHETTA
San Severino Marche
MCOrizzontale
COLLE DEL REDENTORE
TolentinoMCOrizzontale
CASTELFANTELLINO - COLLORITO
UssitaMCOrizzontale
https://lh6.googleusercontent.com/-uzX8XnCjzpo/VARPZlHvTDI/AAAAAAAGQSg/FcALHNRjBsM/s1600/00%2520B%2520%252814%2529.jpg

VENETO IN DIGITALE

Ore 10.50 - MUX TELEVENZIA: CAMBIO DI NUMERAZIONE PER TELEVENEZIA, ARRIVANO ADRIATICO TV, ALT!, METRO TV E BENESSERE TV.

UHF 41 Mux TELEVENEZIA
Per merito dei nostri collaboratori Simone ed Alessio continuiamo ad aggiornare la sezione VENETO IN DIGITALE occupandoci del mux TELEVENEZIA che ora veicola 9 emittenti televisive e 2 radio.
Rispetto alla nostra precedente rilevazione notiamo che TELEVENEZIA, in precedenza sulla LCN 19, è ora sintonizzabile al numero 71, anche se on air in alcune sovraimpressioni (vedi immagini in basso) e anche sul sito internet è ancora indicata la precedente numerazione. Sarebbe pertanto terminato l'accordo effettuato con altre emittenti venete per cui vi era stato per alcuni mesi uno scambio di LCN. Ricordiamo inoltre che è sempre presente il duplicato Televenezia senza LCN.

https://lh4.googleusercontent.com/-UG5fvm4MHiY/VCsiK9zB8zI/AAAAAAAGc5Q/QY4pHl2GMD8/s1600/71%2520A.jpg
https://lh6.googleusercontent.com/-MJIDmB_ANbk/VCsiImN0vUI/AAAAAAAGc44/e66IJd0qHVE/s1600/71%2520B.jpg

https://lh3.googleusercontent.com/-eb3let06z2I/VCsiVkatnnI/AAAAAAAGc6o/X0kReMudDnk/s1600/NO%252001%2520A%2520%25282%2529.jpg
https://lh6.googleusercontent.com/-fhC4QGl_Qyg/VCsiUjjkreI/AAAAAAAGc6g/RYSXgwqjqw8/s1600/NO%252001%2520B%2520%25282%2529.jpg

https://lh5.googleusercontent.com/-DEQJR-O3Wb4/VCsWARQE9oI/AAAAAAAGccM/Ldyd1LS9kGk/s1600/alt%2521%252052.jpg
TELEVENEZIA TG (LCN 191) dallo scorso 8 settembre è a schermo nero, mentre sulla LCN 299 è stata aggiunta ADRIATICOTV, anch'essa al momento è ancora a schermo nero.
Inoltre al numero 606, al posto di una copia di TELEROMAGNA già presente in questo multiplex nelle posizione 99, è stata inserita la nuova ed inedita alt!.



https://lh3.googleusercontent.com/-PD5M_GBB_Kw/VCu75Waa8_I/AAAAAAAGc90/JPt4T9oaG-4/s1600/191%2520C.jpg
https://lh4.googleusercontent.com/-4K49kLnnBqo/VCsiJbh_zJI/AAAAAAAGc5A/dYpZw0Rs4G0/s1600/299%2520A.jpg
https://lh3.googleusercontent.com/-Wo4pK7nmxlo/VCsiYtadcbI/AAAAAAAGc7A/KYOlqTBBdaM/s1600/606%2520A%2520%25282%2529.jpg
https://lh6.googleusercontent.com/-hCzyaOJSwLA/VCsiRd1djnI/AAAAAAAGc6I/HquTMWnO4Os/s1600/606%2520B%2520%25282%2529.jpg

https://lh6.googleusercontent.com/-VlKZXh_OhOQ/VCsa_yD_cpI/AAAAAAAGct4/_vHGkBQ_LaA/s1600/METROTV%252052.jpg
https://lh6.googleusercontent.com/-cQiFPpVRWcs/VCseE5nH15I/AAAAAAAGc0A/are3BcqiLfk/s1600/BENESSERETV%252052.jpg
Alla posizione 673 è stata eliminata Telefortune (che a sua volta ritrasmetteva TELEVENEZIA) ed è stato inserito il nuovo canale METROTV, mentre sulla LCN 674 al posto della defunta 3CHANNEL è ora in onda la nuova emittente BENESSERETV.


https://lh3.googleusercontent.com/-o42R5Jodl4o/VCsiZmCxuII/AAAAAAAGc7I/nsfSsSLVUEc/s1600/673%2520A%2520%25282%2529.jpg
https://lh4.googleusercontent.com/-ic6j4V6TsUM/VCsiTpdi4SI/AAAAAAAGc6Y/Sli_ijtY9N0/s1600/673%2520B%2520%25282%2529.jpg
https://lh5.googleusercontent.com/-aST6Rhl3ghA/VCsiNfoAN4I/AAAAAAAGc5o/_5cjLodDqpE/s1600/674%2520A.jpg
https://lh5.googleusercontent.com/-zOIG0o9Bjlw/VCsiKOXR8vI/AAAAAAAGc5I/e_DcIkC4WIQ/s1600/674%2520B.jpg


Per quanto riguarda le radio R.VENEZIA EMOZIONE e R.VENEZIA AMORE, entrambe senza numerazione automatica, risultano da oltre 5 mesi mute.


https://lh5.googleusercontent.com/-FUUYoxLBVlE/VCsiLhEjQNI/AAAAAAAGc5Y/m9wMj3zgBIs/s1600/R%2520NO%252001.jpg
https://lh6.googleusercontent.com/-_JFNNvY1cYM/VCsiMDj2YCI/AAAAAAAGc5g/JNtBm1u7NkQ/s1600/R%2520NO%252002.jpg

Abbiamo descritto le principali variazioni di questo provider, per visualizzare tutti i canali trasmessi consulta la nostra griglia che comprende i relativi parametri tecnici, insieme allo z@pping TV per visualizzare gli identificativi e i loghi di stazione utilizzati dalle emittenti che compongono il mux TELEVENEZIA.

https://lh6.googleusercontent.com/-trNQxWLOJpI/VCsiacwtaQI/AAAAAAAGc7Q/ulQPGTKE1X8/s1600/00%2520B%2520%25282%2529.jpg

Mux TELEVENEZIA - Z@pping TV


NEWS 2014

Ore 09.50 - AGCOM: GIU' IL CANONE ALLE TV, MA IL PRESIDENTE VOTA CONTRO.

Alla fine lo sconto sul canone per le frequenze tv per Mediaset ma, soprattutto per la Rai, è arrivato.
Secondo la delibera approvata ieri dall'Agcom a maggioranza, a votare contro il presidente Antonio Cardani, le due maggiori società televisive con Raiway e Elettronica Industriale, pagheranno ciascuna 13 milioni da quest'anno per l'uso dei 5 multiplex che hanno in concessione per la durata di 18 anni.
Con l'attuale sistema, che si calcolava con una aliquota dell'1% sul fatturato editoriale delle aziende e non per il numero di frequenze utilizzato, le due società versavano per il canone delle frequenze tv circa 50 milioni l'anno: 20 Mediaset e ben 30 la Rai. Il problema è che per la base di valorizzazione dei multiplex è stata calcolata sulla cifra pagata da Urbano Cairo per le frequenze che si è recentemente aggiudicato. Un'asta non certamente brillante per le casse dello stato, che ha fruttato solo 30 milioni. Ovvio dunque che per il «noleggio» annuale basato su quel parametro non si potesse chiedere molto. Il sistema è stato è stato modificato a causa del passaggio dal sistema analogico al digitale che ha convertito il decreto legge «Semplifica Italia» il quale ha stabilito che a pagare il canone per le frequenze siano gli operatori di rete, mentre prima pagavano le società televisive sulla base dei fatturati. Naturalmente sia Ei Towers che Raiway, la cui quotazione avverrà a breve, trasferiranno i suddetti costi sugli operatori televisivi. Nel provvedimento dell'Agcom, che non mancherà di essere contestato, si ipotizza comunque anche un «glide path» ovvero un percorso di riduzione del canone per quei soggetti che sono considerati «nuovi entranti».
Come a dire che lo Stato potrà scalare la somma dovuta nei 18 anni di durata della concessione garantendo un trattamento agevolato, se lo riterrà, rispetto a soggetti considerati «incumbent» come Rai e Mediaset. Lo scorso 6 agosto l'Autorità per le comunicazioni aveva esaminato i nuovi criteri per il canone annuale delle frequenze ma aveva deciso di non procedere all'approvazione della delibera, sospendendo di fatto la decisione. Ieri però l'Agcom, anche se divisa al suo interno, ha deciso comunque. Il Governo potrà però cambiare i parametri con cui il nuovo canone sulle frequenze tv sarà calcolato. Lo strumento potrebbe essere il decreto sulle materie televisive (incluso il canone di abbonamento alla Rai) che l'esecutivo potrebbe varare per la metà di ottobre.

Tratto da: www.ilgiornale.it/news/economia/agcom-gi-canone-tv-presidente-vota-contro


30 SETTEMBRE 2014
Martedì

NEWS 2014

Ore 20.15 - MARINELLA SOLDI (DISCOVERY CHANNEL): "PER LA RAI RIFORMA IMPROROGABILE, ECCESSIVI 15 CANALI SUL DTT".

La riforma della Rai è "ormai improrogabile". A dirlo, in audizione alla commissione Trasporti della Camera, Marinella Soldi, ad di Discovery Italia che ha valutato positivamente l’idea del sottosegretario allo Sviluppo Economico Antonello Giacomelli di lanciare un’ampia consultazione pubblica a riguardo.
"Consideriamo ormai improrogabile una riforma della Rai dopo tanti anni. La Rai andrebbe sganciata definitivamente da meccanismi della politica, e questo anche per assegnarle un’identità precisa: emittente del servizio pubblico per parte delle sue attività ed emittente commerciale per altra parte" ha detto Soldi che ha definito "eccessiva", anche rispetto ai modelli di altri paesi europei, "la presenza di quindici canali sulla piattaforma digitale terrestre". Sono "sufficienti" "uno o due canali finanziati solo dal canone e non più di tre o quattro canali di genere tematico, finanziati solo con la pubblicità". Un simile assetto, "con due anime ben distinte, permetterebbe alla Rai di rafforzare i propri contenuti, di crescere sul mercato e strutturarsi come media company".
La delibera votata dal Consiglio dell’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni rischia di “creare un effetto distorsivo nelle dinamiche concorrenziali di mercato. Un simile criterio rischierebbe di creare una doppia distorsione, favorendo operatori di rete verticalmente integrati con fornitori di contenuti (che possono applicare economie di scala tali da ridurre i costi operativi) – ha detto Soldi -. Tale distorsione, oltre a determinare un calo per le entrate dello Stato, stimato oltre 100 milioni di euro nei primi 4 anni, avrebbe a valle effetti sugli editori di contenuti che distribuiscono i propri canali con gli operatori non verticalmente integrati e che subirebbero una inevitabile revisione delle condizioni economiche per l’affitto della capacità trasmissiva. Un simile meccanismo rischierebbe di avere un impatto molto forte anche sul mercato degli editori indipendenti che - oltre a sostenere già costi di banda molto elevati per l’affitto della capacità trasmissiva - nel caso di una variazione al rialzo delle condizioni economiche proposte dall’operatore di rete, vedrebbero seriamente compromessa la propria profittabilità e, in alcuni casi, la propria sopravvivenza” ha concluso.
Tratto da: www.ilvelino.it/it/article/2014/09/30/rai-soldi-discovery-riforma-improrogabile-eccessivi-15-canali-sul-digitale-terrestre
www.ilvelino.it/it/article/2014/09/30/frequenze-tv-soldi-discovery-con-delibera-agcom-a-rischio-concorrenza

MUX NAZIONALI

Ore 19.55 - MUX RETECAPRI: CAMBIO DI LCN PER RADIOCAPRI TELEVISION, RISOLTI I PROBLEMI DI SINTONIZZAZIONI IN ALCUNE REGIONI.

https://lh5.googleusercontent.com/-65gkWl9OQTM/UocxcmTvBmI/AAAAAAAEG5o/umJJpydLSk0/s1600/RETECAPRI%2520N%252060.jpg
UHF 32-57 Mux RETECAPRI
https://lh6.googleusercontent.com/-Pnm6xPFjneU/UocqvJnWd8I/AAAAAAAEGkg/HYii8SoeOJQ/s1600/RadioCapriTelevisiON%252052.jpg
E' stata cambiata la numerazione LCN al canale musicale RadioCapriTelevisiON che dalla posizione 866 passa alla 520. Inoltre sono stati risolti i problemi di sintonizzazione in Piemonte, Lazio ed Abruzzo, infatti è stato modificato il parametro TID del multiplex che dal 4096 è passato a 57, pertanto finalmente non vi sono più conflitti di memorizzazione con alcuni canali dei mux locali VCO AZZURRA TV, TVR VOXSON (LAZIO) e TELEMARE. Quindi per continuare a vedere tutti i canali del mux RETECAPRI su alcuni tv e decoder occore effettuare una nuova risintonizzazione, abbiamo aggiornato anche la relativa griglia e lo z@pping TV.
https://lh3.googleusercontent.com/-dKXmnkYJPxk/VCrodY9P8PI/AAAAAAAGcJI/UFnYxMKKBe0/s1600/00%2520B%2520%252838%2529.jpg
https://lh3.googleusercontent.com/-QXjcC9i-tfM/VCrob4Bt6DI/AAAAAAAGcJA/PrxFnaIW09s/s1600/00%2520B%2520%252837%2529.jpg
https://lh4.googleusercontent.com/-YJY0fyyiq4s/VCroZmBPxPI/AAAAAAAGcIs/j3vLW-XA9YE/s1600/520%2520A.jpg
https://lh3.googleusercontent.com/-0AAWgmup9yw/VCroaipOkXI/AAAAAAAGcI4/CPukbGT_gPE/s1600/520%2520B.jpg

MUX NAZIONALI

Ore 16.10 - TIMB MUX 2: SU WE SHARE E ILIKE.TV IN ONDA ENTRAMBI I LOGHI.

UHF 55- 60 TIMB Mux 2
https://lh4.googleusercontent.com/-aNaBBMVLh14/U9vSJr-CxhI/AAAAAAAGDPA/kOfrm_UDmuY/s1600/WE%2520SHARE%252052.jpg
Sui canali WE SHARE (LCN 163) e iLIKE.TV (LCN 230), che trasmettono la stessa programmazione, ora si alternano in sovraimpressione, in alto a destra, entrambi i loghi di stazione e in basso non è più presente la scritta fissa "Da ottobre iLIKE.TV si rinnova e trasloca al Canale 163".


https://lh3.googleusercontent.com/-4ADHzgWc7ZQ/VCq1CH8gOxI/AAAAAAAGcF0/aUcCwGrx49U/s1600/163%2520A%2520%25282%2529.jpg
https://lh5.googleusercontent.com/-ucwBdUz3Z74/VCq0-1onppI/AAAAAAAGcFc/ULB1QIc-ZLs/s1600/230%2520B%2520%25284%2529.jpg

https://lh5.googleusercontent.com/-lv6nZERCU5Y/VCq1A0ADXtI/AAAAAAAGcFs/R7hfKf1Phwc/s1600/163%2520B%2520%25282%2529.jpg

NEWS 2014

Ore 09.45 - OGGI CONSIGLIO AGCOM SU CANONE FREQUENZE: GIACOMELLI, PRONTI AD AGIRE.

Potrebbe con decreto intervenire su decisione dell'Autorita' (Il Sole 24 Ore Radiocor) - Roma - Sul tavolo dell'Agcom ci sara' la riforma del canone delle frequenze tv.
Un provvedimento che, qualora ottenesse il via libera cosi' come messo a punto dai tecnici dell'Autorita', comporterebbe minori introiti per lo Stato, secondo alcuni calcoli, di 131 milioni in sette anni. A giovare del cambio dei criteri (a pagare non sarebbero piu' le singole aziende in base al fatturato ma gli operatori di rete tipo Raiway) sarebbero principalmente Mediaset e Rai che nel solo 2014 avrebbero un risparmio stimato in circa 40 milioni. L'ultimo cda dell'Agcom che ha trattato della questione si e' spaccato: tre consiglieri erano favorevoli alla riforma, il presidente Angelo Marcello Cardani e un altro consigliere contrari. E' presumibile che anche domani sulla questione non ci sia l'unanimita' del consiglio. Intanto, secondo quanto si apprende, il sottosegretario allo Sviluppo economico, Antonello Giacomelli, auspica che non si arrivi alla decisione di cambiare i criteri e che, perlomeno, si prenda tempo. Giacomelli, inoltre, non esclude un intervento legislativo gia' nel decreto in arrivo sul nuovo canone Rai.
Potrebbe cioe' essere quella l'occasione per inserire una norma anche sui canoni delle frequenze televisive, agendo eventualmente sui nuovi criteri decisi dall'Agcom.
Tratto da: 
http://finanza-mercati.ilsole24ore.com/azioni/analisi-e-news

MUX NAZIONALI

Ore 00.50 - RETE A MUX 2: WE SHARE DIVENTA PROVVISORIO.

UHF 27-33-42-54 RETE A Mux 2
https://lh4.googleusercontent.com/-aNaBBMVLh14/U9vSJr-CxhI/AAAAAAAGDPA/kOfrm_UDmuY/s1600/WE%2520SHARE%252052.jpg
Il canale WE SHARE, che da alcuni giorni in questo multiplex è senza numerazione LCN e trasmette un cartello fisso che invita alla risintonizzazione, è stato rinominato in WE SHARE Provvisorio. Ricordiamo che la programmazione di WE SHARE - iLIKE.TV è visibile nelle posizioni LCN 163 e 230 tramite il TIMB Mux 2. Abbiamo aggiornato la griglia dei canali e lo z@pping TV di RETE A Mux 2.


https://lh5.googleusercontent.com/-ZEEjQwzLCLc/VCndyH1DG7I/AAAAAAAGcDQ/NuYTSE7k8gw/s1600/00%2520B%2520%252815%2529.jpg

https://lh6.googleusercontent.com/-6HMWFJjcTHw/VCndwe0LJPI/AAAAAAAGcDA/GW_YXNZYDt8/s1600/NO%252001%2520A%2520%25283%2529.jpg


29 SETTEMBRE 2014
Lunedì

https://lh6.googleusercontent.com/-_gtK0lOLsIw/U2ikVik7yDI/AAAAAAAFjzc/L0S9OhfcerY/s1600/Emilia%2520320.gif

Ore 20.20 - RADIO DI PIU': LA PRIMA WEB-RADIO DELLA CITTA' DI FORLI' ORA ANCHE IN DIGITALE TERRESTRE.

Radio di più' è la voce della Soul Brothers Company, associazione musicale culturale e promozione musicale, che prosegue nella sua mission compiendo un passo fondamentale per la divulgazione musicale.
Radio di più è la prima web-radio della città di Forlì che, attenta alle sollecitazioni dei tempi che cambiano, con l’ausilio delle nuove tecnologie grazie al gruppo DiTV, trasmette ora anche sul digitale terrestre. Oggi è infatti possibile ascoltare la radio di più in gran parte del territorio emiliano-romagnolo direttamente dal televisore, senza l'utilizzo di computer o smartphone: sarà sufficiente risintonizzare i canali radio di tv o decoder.
Musica selezionata, notizie nazionali, dirette da eventi del territorio, rubriche, intrattenimento, programmi in diretta: il tutto 24 ore al giorno tutti i giorni della settimana. 'Radio di più' è la voce della Soul Brothers Company, associazione musicale culturale e promozione musicale, che prosegue nella sua mission compiendo un passo fondamentale per la divulgazione musicale, intesa come mezzo di formazione culturale e morale nonché di promozione sociale.
Sul sito www.radiodipiu.it oppure sulla pagina Facebook è possibile trovare tutte le informazioni sulla programmazione e gli eventi organizzati.

Tratto da:
www.forlitoday.it/eventi/radio-di-piu-la-prima-web-radio-della-citta-di-forli-ora-anche-in-digitale-terrestre

MUX NAZIONALI

Ore 12.10 - RETE A MUX 2: ARRIVA PADRE PIO TV.

UHF 27-33-42-54 RETE A Mux 2
https://lh4.googleusercontent.com/-GQ_nONaI6Jk/VCkun_M7U-I/AAAAAAAGcBU/mJ7EuZcZ6Nc/s1600/PADRE%2520PIO%2520TV%252052.jpg
Come previsto è stato inserito in questo multiplex il canale Padre Pio TV con la numerazione LCN 145. Abbiamo aggiornato la griglia dei canali e lo z@pping TV di RETE A Mux 2.




https://lh3.googleusercontent.com/-tgYrKtJwIqU/VCkurhRrb1I/AAAAAAAGcBw/ERs3zkFf5Dk/s1600/00%2520B%2520%252814%2529.jpg

https://lh6.googleusercontent.com/-Yzc3R0mT_BE/VCkupvi6F8I/AAAAAAAGcBg/0WpAEw9vdHw/s1600/145%2520A.jpg
https://lh6.googleusercontent.com/-bLheB4d1Jak/VCkuq9HlpTI/AAAAAAAGcBo/zmzUp6u4D58/s1600/145%2520B.jpg

MUX NAZIONALI

Ore 10.20 - TIMB MUX 2: PADRE PIO TV DIVENTA PROVVISORIO SENZA LCN.

UHF 55- 60 TIMB Mux 2
Il canale religioso Padre Pio TV è stato rinominato in Padre Pio TV Provvisorio ed è stata eliminata la numerazione LCN 145. In giornata dovrebbe riapparire nella sua consueta posizione LCN 145 tramite RETEA Mux 2. Al momento che abbiamo effettuato le immagini Padre Pio TV stava trasmettendo con due loghi di stazione in sovraimpressione. Abbiamo aggiornato la griglia dei canali e lo z@pping TV del TIMB Mux 2.


https://lh6.googleusercontent.com/-hPoRVyVlmVo/VCkPjrm2avI/AAAAAAAGb3A/hm9WEIpYIQA/s1600/00%2520B%2520%252816%2529.jpg

https://lh3.googleusercontent.com/-_BiMpMxHr-4/VCkPhpM3yZI/AAAAAAAGb2w/lbVbJ3KwBW4/s1600/NO%252001%2520A%2520%25283%2529.jpg
https://lh5.googleusercontent.com/-194_ZHSPgz8/VCkPinQlNuI/AAAAAAAGb24/54gDfmd7HU8/s1600/NO%252001%2520B%2520%25283%2529.jpg


NEWS DA MERCOLEDI' 01 A DOMENICA 05 GENNAIO 2014


©
L'ITALIA IN DIGITALE 2009 > 2014


www.litaliaindigitale.it


Copyright
ANDREA POMILIO - RICCARDO GAFFOGLIO