LE NOTIZIE DELLA SETTIMANA


                Da Lunedì 5
a Domenica 11 MAGGIO 2014
















Aggiungilo ai tuoi siti preferiti.



COLLABORA CON "L'ITALIA IN DIGITALE"
Sei appassionato di tv e radio e vuoi collaborare inviandoci le segnalazioni e le liste della tua zona?
Contattaci alla nostra mail
info@litaliaindigitale.it
e inizia subito a condividere le tue informazioni su L'ITALIA IN DIGITALE.

Vuoi condividere le tue impressioni sul digitale terrestre?
Ti interessa divulgare le informazioni in tuo possesso per aiutare chi è in difficoltà nella ricezione del DTT?
Vuoi lanciare un messaggio visibile agli utenti de l'Italia in digitale?
La nostra nuova mail è: sportello@litaliaindigitale.it
Pubblicheremo le vostre mail nello spazio SPORTELLO TV DIGIT@LE.
Potete utilizzare questa mail anche per dare una risposta, consiglio o parere sulle discussioni di questo sito.


https://sites.google.com/site/litaliaindigitale/news/news2009-2010
https://sites.google.com/site/litaliaindigitale/news/news2009-2010

https://sites.google.com/site/litaliaindigitale/news
NEWS 2012

NEWS 2013
NEWS 2014

NEWS DA MERCOLEDI' 01 A DOMENICA 05 GENNAIO 2014













Il nostro nuovo indirizzo internet è:
www.litaliaindigitale.it














RAI Mux 1 (ABRUZZO)
RAI Mux 1 (BASILICATA)
RAI Mux 1 (CALABRIA)
RAI Mux 1 (CAMPANIA)
RAI Mux 1 (EMILIA-ROMAGNA)
RAI Mux 1 (FRIULI V.G.)
RAI Mux 1 (LAZIO)
RAI Mux 1 (LIGURIA)
RAI Mux 1 (LOMBARDIA)
RAI Mux 1 (MARCHE)
RAI Mux 1 (MOLISE)
RAI Mux 1 (PIEMONTE)
RAI Mux 1 (PUGLIA)
RAI Mux 1 (SARDEGNA)
RAI Mux 1 (SICILIA)
RAI Mux 1 (TOSCANA)
RAI Mux 1 (TRENTINO)
RAI Mux 1 (UMBRIA)
RAI Mux 1 (VALLE D'AOSTA)
RAI Mux 1 (VENETO)
RAI Mux 1 (VENETO/EMILIA-ROMAGNA)
RAI Mux 2
RAI Mux 3
RAI Mux 4
RAI Mux 5
RAI Mux 5 (PIEMONTE)
RAI Mux 6 (LAZIO)

MEDIASET Mux 1
MEDIASET Mux 2
MEDIASET Mux 3
MEDIASET Mux 4
MEDIASET Mux 5
TIMB Mux 1
TIMB Mux 2
TIMB Mux 3
RETE A Mux 1
RETE A Mux 2

Mux DFREE


Mux LA 3
Mux RETECAPRI
Mux RETECAPRI (B)

Mux EUROPA 7

Mux TIVUITALIA
Mux TIVUITALIA (LAZIO)

CANALE ITALIA Mux 1
CANALE ITALIA Mux 2

LCN NAZIONALE

Mux START UP
COMMUNICATION

Mux STUDIO 1

Mux LA 9 (PIEMONTE)
Mux LA 9 (VENETO)
Mux LA 9 (TRENTINO)
Mux LA 9 (EMILIA-ROMAGNA)
Mux LA 9 (MARCHE)

FRANCIA IN DIGITALE
SVIZZERA IN DIGITALE



Le TV a ROMALe TV a MILANOLe TV a TORINO
Le TV a PESCARA
LISTA LCN A ROMA
LE TV A MILANO
LE TV A TORINO
LE TV A PESCARA
Le RADIO a ROMA
Le RADIO a MILANOLe RADIO a TORINOLe RADIO a PESCARA

Lista LCN ROMA Lista LCN MILANOLista LCN TORINOLista LCN PESCARA
https://lh6.googleusercontent.com/-pbWiqyb-MWI/Uy615CQvIEI/AAAAAAAFUEg/3fje_5yah8o/s1600/MILANO%25202.jpg
LISTA LCN A PESCARA

LCN NAZIONALE


https://lh3.googleusercontent.com/-29l5gJh_OOU/U2K-G6vlJlI/AAAAAAAFhxI/DzVfqnWajgE/s1600/Programma%2520Lucca%25202014.jpg





















Clicca sulle immagini per vederle ingrandite


 11 MAGGIO 2014 - Domenica 

Ore 23.40 -  SICILIA  - MUX TGR RANDAZZO: ARRIVA FLASH TV LIFESTYLE.
https://lh3.googleusercontent.com/--vdWzrAd-Vw/U1QsEuJkR0I/AAAAAAAFc2o/wjKyR8pSsWU/s1600/TGR%252060.jpg
UHF 57 Mux TGR RANDAZZO
https://lh3.googleusercontent.com/-VtUnm03aT_E/U1QwtxKPEnI/AAAAAAAFd2A/6iqA29jnwQM/s1600/FLASH%2520TV%25202%252052.jpg
Continua l'espansione nella regione Sicilia di FLASH TV. Infatti è stato inserito nel mux TGR RANDAZZO, che trasmette sulla frequenza UHF 57 dalla postazione di CONTRADA SAN MARCO a Randazzo (Catania), il canale musicale FLASH TV Lifestyle! con la numerazione LCN 611. Complimenti a tutto lo Staff in particolare Enzo Sangrigoli station manger di Radio e Tv Flash.
https://lh4.googleusercontent.com/-N4tNE-RNXWw/U2_p1HpcuhI/AAAAAAAFmxg/x-mUSGvjer0/s1600/IMG-20140511-WA0004.jpg

Ore 22.45 -  PIEMONTE   LOMBARDIA   LIGURIA  - MUX TELESTAR (PIEMONTE) / MUX TELESTAR (LOMBARDIA) / MUX TELESTAR (LIGURIA): ARRIVA OK TV, ELIMINATA ITALIA TV.
UHF 41 Mux TELESTAR (PIEMONTE)
UHF 41 Mux TELESTAR (LOMBARDIA)
UHF 51 Mux TELESTAR (LIGURIA)

https://lh6.googleusercontent.com/-5Ueq_9092VI/U2_A5nL4qvI/AAAAAAAFmrg/03gdu4XUTOo/s1600/OK%2520ITALIA%252052.png
Nella versione piemontese, lombarda e ligure del mux TELESTAR è stata recentemente inserita l'emittente OK ITALIA sulla LCN 170, mentre è stata eliminata ITALIATV che occupava la LCN 179. Mentre effettuavamo le nostre rilevazioni abbiamo intercettato uno spot dei canali OK ITALIA, TELEITALIA e GALAXY TV, vi alleghiamo qui sotto le immagini. Abbiamo aggiornato la griglia dei canali e lo z@pping TV dei mux TELESTAR (PIEMONTE), TELESTAR (LOMBARDIA), TELESTAR (LIGURIA). Consulta anche la lista LCN MILANO e la lista LCN TORINO.
https://lh3.googleusercontent.com/-igqe0hjzvvA/U2_AlE4LcsI/AAAAAAAFmqE/DPMe-YREz1M/s1600/00%2520B%25201.png
https://lh4.googleusercontent.com/-SNbloUBctK0/U2_AkvZKhDI/AAAAAAAFmqA/SYZQtrzGrK0/s1600/00%2520B%25202.png

https://lh3.googleusercontent.com/-YlxLiyqeAj4/U2_AlGlnYXI/AAAAAAAFmqM/No0wk0790vE/s1600/00%2520B%25203.png
https://lh3.googleusercontent.com/-6P19WTEV92I/U2_AmHcnvqI/AAAAAAAFmqU/4zXmCzvwVDA/s1600/00%2520B%25204.png




https://lh5.googleusercontent.com/-LB6XDHxYs7w/U2_AomgT0LI/AAAAAAAFmqc/GBa1G4ofaZQ/s1600/170%2520A.png
https://lh3.googleusercontent.com/--l-x6p0Vg6M/U2_A1qtB0eI/AAAAAAAFmrA/Mij3FDm36Ic/s1600/170%2520B.png

https://lh6.googleusercontent.com/-Qye_ZmtCbk8/U2_AsXDB81I/AAAAAAAFmqo/s8wKRZ0-3NE/s1600/170%2520C.png
https://lh6.googleusercontent.com/-SYIe8q3FK5s/U2_Au2Ubk2I/AAAAAAAFmqw/fEP3EgZjaxg/s1600/170%2520D.png

https://lh3.googleusercontent.com/-nyr-iXTlT9M/U2_AzPn7tLI/AAAAAAAFmq4/74je1PzuDMk/s1600/170%2520E.png
https://lh5.googleusercontent.com/-TcRwiSt-GZg/U2_A2kmjXbI/AAAAAAAFmrI/IWXXXMOFgc0/s1600/170%2520F.png

https://lh6.googleusercontent.com/-4JPQaFaeZWo/U2_A5MJ-LFI/AAAAAAAFmrc/8Zv8_Uq3P3c/s1600/170%2520G.png
https://lh4.googleusercontent.com/-ZQ2zcpzqqng/U2_A8OJQvjI/AAAAAAAFmsA/dZxOSgHleE8/s1600/170%2520H.png

Ore 11.05 -  SICILIA  - MUX TRA - TELERADIO ACIREALE: REALIZZATA LA COMPOSIZIONE DEI CANALI, E' ARRIVATA RADIO UNIVERSAL TV.
https://lh3.googleusercontent.com/-r7AXrhwQvxM/U28msg7pC8I/AAAAAAAFmPI/Xo4zuK7Th6M/s1600/TRA%252060.png
UHF 51 Mux TRA - TELERADIO ACIREALE
https://lh3.googleusercontent.com/-jvRRk5lNiy8/U28mt8fcatI/AAAAAAAFmPU/k8HSX0JoRps/s1600/UNIVERSAL%2520TV%252052.png
Nella sezione regionale SICILIA IN DIGITALE abbiamo realizzato la nuova pagina con la composizione del mux TRA - TELERADIO ACIREALE, emittente con sede ad Acireale (Catania), che trasmette sulla frequenza UHF 51 dalle postazioni di VIA CERVO ad ACIREALE (Catania) e di MONTE VENERETTA a CASTELMOLA (Messina). Il multiplex è composto da 9 TV e 3 radio, TRA è sintonizabile con la LCN 114. Tra le altre TV segnaliamo la nuova arrivata RADIO UNIVERSAL TV, con identificativo UNIVERSAL TV 645 e con la numerazione LCN 645. Versione televisiva dell'emittente radiofonica RADIO UNIVERSAL, UNIVERSAL TV ha iniziato le trasmissioni alcuni giorni fa, lo scorso 3 maggio c'è stata l'inaugurazione dell'emittente in diretta televisiva, vi alleghiamo qui sotto anche un'immagine della locandina dell'evento. Consulta la griglia dei canali del mux TRA - TELERADIO ACIREALE.
  13 - TRM
114 - TRA
215 - SESTARETE 214
288 - TELE 90 288
289 - TVR XENON
626 - Touring TV
644 - PRIMATV
645 - UNIVERSAL TV 645
670 - PRIMARETE
811 - RADIO EVANGELO
812 - RADIO FLASH
867 - RADIO RELAX 3



https://lh4.googleusercontent.com/-MEPYHyQqw_8/U28mrGlsiGI/AAAAAAAFmQE/66AuZQi_ETE/s1600/Radio%2520Universal%2520Tv%252B.png
https://lh6.googleusercontent.com/-dxdkHeAwcRY/U28mrA2i9sI/AAAAAAAFmP8/U79nnKYzN_o/s1600/Radio%2520Universal%2520Tv.png

https://lh4.googleusercontent.com/-xZldH_VztXg/U28mvsRes3I/AAAAAAAFmP4/6k4yRH4VgDs/s1600/inaugurazione3maggio.png

Ore 06.30 -  LOMBARDIA  - MUX SOLREGINA PO: ATTIVATO L'UHF 58 DALLA POSTAZIONE DI ALMENNO SAN BARTOLOMEO (BG).
UHF 58 Mux SOL REGINA PO (B)

Nell'area di Milano torna ad essere ricevibile con ottima intensità da qualche giorno il mux SOL REGINA PO sull' UHF 58 dalla postazione bergamasca di LA RUOTA ad ALMENNO SAN BARTOLOMEO. Oltre a Milano la zona raggiunta da questo sito è indicativamente l'area ovest della Lombardia con una sufficiente ricezione anche in alcune aree del novarese. Dopo la disattivazione dell' UHF 28 dal monte Calenzone a Romagnese (PV) avvenuta nei mesi scorsi, SOL REGINA PO aveva riattivato un UHF 25 dalla medesima postazione ma, vista la presenza proprio sull' UHF 25 del mux PIU' BLU LOMBARDIA da Valcava, l'area raggiunta era per pochi intimi.
Da questo provider sono veicolati 17 canali TV e 5 radio. Per conoscere nel dettaglio tutti i canali trasmessi consulta la griglia dei canali e il relativo z@pping TV del mux
SOL REGINA PO (B) trasmesso sull' UHF 58 . Abbiamo inoltre aggiornato la lista delle TV che si ricevono a MILANO, NERVIANO (MI), MONZA, BERGAMO, TREVIGLIO (BG), LODI, insieme alla lista LCN MILANO.
https://lh6.googleusercontent.com/-Mmloik9Ec5Y/Utb-t4KI2JI/AAAAAAAEv_c/wqu4aFRh_LQ/s1600/SOLREGINA%2520PO%2520133.png
https://lh3.googleusercontent.com/-0MhBl_mruAs/U25ewpLe_HI/AAAAAAAFmB4/y7O0YhgMZ5k/s1600/00%2520B%25201.jpg

Ore 06.00 - AGCOM: MODIFICA DELLA DELIBERA N. 451/13/CONS “REVISIONE DEL PIANO DI ASSEGNAZIONE DELLE FREQUENZE".
DELIBERA N. 149/14/CONS
MODIFICA DELLA DELIBERA N. 451/13/CONS “REVISIONE DEL PIANO DI ASSEGNAZIONE DELLE FREQUENZE PER IL SERVIZIO TELEVISIVO TERRESTRE IN TECNICA DIGITALE PER LE RETI NAZIONALI, DI CUI ALLA DELIBERA N. 300/10/CONS”, COME MODIFICATA DALLE DELIBERE N. 539/13/CONS E N. 631/13/CONS
L'AUTORITÀ
NELLA riunione del Consiglio del 9 aprile 2014;
VISTA la legge 31 luglio 1997, n. 249, recante “Istituzione dell’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni e norme sui sistemi delle telecomunicazioni e radiotelevisivo”, in particolare l’articolo 1, comma 6, lettera a), n. 2, che affida all’Autorità l’elaborazione, anche avvalendosi degli organi del Ministero delle comunicazioni, dei piani nazionali di assegnazione delle frequenze per la radiodiffusione sonora e televisiva e la relativa approvazione;
VISTO il decreto legge 23 gennaio 2001, n. 5, convertito, con modificazioni, dalla legge 20 marzo 2001, n. 66, come modificato dal decreto legge 30 dicembre 2005, n. 273, convertito con legge n. 51 del 23 febbraio 2006 e dal decreto legge 1 ottobre 2007, n. 159, convertito con legge 29 novembre 2007, n. 222;
VISTA la legge 3 maggio 2004, n. 112, recante “Norme di principio in materia di assetto radiotelevisivo e della RAI-Radiotelevisione italiana S.p.A., nonché delega al Governo per l’emanazione del testo unico della radiotelevisione” e, in particolare, l’art. 14, comma 2;
VISTO il decreto legislativo 31 luglio 2005, n. 177, come modificato dal decreto legislativo 15 marzo 2010, n. 44, recante “Testo unico dei servizi di media audiovisivi e radiofonici” ed in particolare l’art. 42;
VISTO l’art. 8-novies, comma 4, della legge 6 giugno 2008, n. 101, come modificato dall’art. 45 della legge 7 luglio 2009, n. 88 e, da ultimo, dall’art. 3-quinquies della legge 26 aprile 2012, n. 44;
VISTA la legge 15 dicembre 1999, n. 482, recante “Norme in materia di tutela delle minoranze linguistiche storiche”;
VISTA la legge 13 dicembre 2010, n. 220 (legge di stabilità 2011), ed in particolare l’art. 1, commi da 8 a 12, che prevedono la destinazione della banda 790-862
MHz (canali televisivi da 61 a 69 UHF) ai servizi di comunicazione elettronica mobili in larga banda, che l’Autorità adegui a tal fine il piano di assegnazione delle frequenze e che tale banda venga liberata per i nuovi utilizzi entro e non oltre il 31 dicembre 2012, nonché disposizioni finalizzate ad un uso più efficiente delle frequenze radiotelevisive ed alla valorizzazione e promozione delle culture regionali o locali;
VISTO il decreto legge 31 marzo 2011, n. 34, convertito con modificazioni dalla legge 26 maggio 2011, n. 75, così come modificato dalla legge 15 luglio 2011, n. 111, e, in particolare, l’articolo 4, comma 1, con il quale sono state introdotte misure di razionalizzazione dello spettro radioelettrico;
VISTA la legge 26 aprile 2012, n. 44 recante “Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 2 marzo 2012, n. 16, recante disposizioni urgenti in materia di semplificazioni tributarie, di efficientamento e potenziamento delle procedure di accertamento”;
VISTA la delibera n. 265/12/CONS, del 7 maggio 2012, recante “Revisione del piano di assegnazione delle frequenze per il servizio televisivo digitale terrestre nelle regioni Sardegna, Valle d’Aosta, Piemonte, Lombardia, Veneto, Trentino Alto Adige, Friuli Venezia Giulia, Emilia Romagna, Lazio e Campania, aree transitate al digitale prima dell’anno 2011”;
VISTA la delibera n. 277/13/CONS, dell’11 aprile 2013, recante “Procedura per l’assegnazione delle frequenze disponibili in banda televisiva per sistemi di radiodiffusione digitale terrestre e misure atte a garantire condizioni di effettiva concorrenza e a tutela del pluralismo ai sensi dell’art. 3-quinquies del decreto-legge 2 marzo 2012, n. 16, convertito, con modificazioni, dalla legge n. 44 del 26 aprile 2012”, pubblicata sul sito web dell’Autorità il 12 aprile 2013;
VISTA la delibera n. 451/13/CONS, del 18 luglio 2013, recante “Revisione del Piano di Assegnazione delle frequenze per il servizio televisivo terrestre in tecnica digitale per le reti nazionali, di cui alla delibera n. 300/10/CONS”;
VISTA la delibera n. 539/13/CONS, del 30 settembre 2013, recante “Precisazioni in merito alla delibera n. 451/13/CONS “Revisione del Piano di Assegnazione delle frequenze per il servizio televisivo terrestre in tecnica digitale per le reti nazionali, di cui alla delibera n. 300/10/CONS” e correzione di errore materiale”;
VISTA la delibera n. 631/13/CONS, del 15 novembre 2013, modifica della delibera n. 451/13/ CONS “Revisione del piano di assegnazione delle frequenze per il servizio televisivo terrestre in tecnica digitale per le reti nazionali, di cui alla delibera n. 300/10/CONS”;
VISTO il Contratto nazionale di servizio per il triennio 2010-2012, approvato con decreto ministeriale 27 aprile 2011;
CONSIDERATO che la delibera n. 277/13/CONS, nel rivedere le procedure di gara per l’assegnazione delle frequenze disponibili in banda televisiva (c.d. digital dividend), aveva previsto di utilizzare alcune delle frequenze in precedenza destinate alla costituzione delle reti da porre nella procedura concorsuale del digital dividend per pervenire ad un consolidamento della rete del Multiplex n. 1 DVB-Regionale Rai di servizio pubblico;
CONSIDERATO che con la successiva delibera n. 451/13/CONS, nel portare avanti l’obiettivo di consolidamento della rete del Multiplex n. 1 DVB-Regionale Rai e della relativa protezione, era stato indicato uno schema di utilizzo delle frequenze UHF per il suddetto Multiplex ed individuato, per ciascuna Regione, i canali costituenti la struttura del Multiplex e le relative protezioni nelle singole regioni;
RITENUTO pertanto di assicurare a tale Multiplex di servizio pubblico un livello di protezione dalle interferenze nocive dalle aree o regioni adiacenti alle rispettive utilizzazioni e nel contempo consentire a Rai di raggiungere la copertura stabilita dal Contratto di servizio;
CONSIDERATO a tal fine necessario che la Rai provveda all’uso ottimale della risorsa spettrale pianificata nelle singole regioni per la realizzazione del Multiplex n. 1 di servizio pubblico e che, altresì, vengano dalla stessa concessionaria pubblica rispettati i vincoli di utilizzo di tali risorse stabiliti dai provvedimenti di pianificazione per ciascuna area e regione, per consentirne l’uso efficiente su tutto il territorio nazionale;
CONSIDERATO inoltre che nella stessa delibera n. 451/13/CONS veniva riportato come le attività, finalizzate al consolidamento delle soluzioni di dettaglio, fossero ancora in corso e come fosse ancora da definire il piano di transizione e le relative tempistiche per le dismissioni delle utilizzazioni non conformi a quanto pianificato, al fine del raggiungimento della situazione a regime;
CONSIDERATO, pertanto, che l’Autorità, con il presente provvedimento definisce in maniera dettagliata i vincoli di uso delle risorse spettrali, già espressi nei precedenti provvedimento di pianificazione, con particolare riferimento alle delibere nn. 265/12/CONS e 451/13/CONS;
CONSIDERATO ulteriormente che la delibera n. 265/12/CONS, con riferimento alla Regione Sardegna, riporta in narrativa che: “ferma restando la necessità della conformità ai criteri stabiliti dalla delibera n. 181/09/CONS per le emittenti nazionali e quella di modificare le frequenze delle reti nazionali che utilizzano la banda 800 MHz e quelle delle reti nazionali o locali incompatibili con le utilizzazioni francesi in Corsica attivate all’atto dello switch-off della Corsica stessa, avvenuto nel mese di maggio 2011 o successivamente, non risulta indispensabile, al momento, al fine di salvaguardare gli investimenti già effettuati ed evitare disagi e disservizi all’utenza, riallineare con effetto immediato i diritti d’uso già rilasciati agli operatori di rete nazionali e alla concessionaria del servizio pubblico radiotelevisivo alla pianificazione stabilita dalla delibera n. 300/10/CONS, preso atto che non risultano allo stato interferenze con le utilizzazioni di parte francese e nella misura in cui tale situazione di compatibilità persista, ferma restando la necessità di una puntuale verifica con l’Amministrazione francese”, pertanto il canale 45 UHF può essere al momento ancora esercito dalla Rai nel sud della Sardegna;
VISTO l’accordo procedimentale sottoscritto tra il Ministero dello sviluppo economico, l’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni e la Società Rai Radiotelevisione Italiana S.P.A. in data 1° agosto 2013, con il quale vengono convenuti i criteri per la ri-pianificazione del Multiplex n. 1 DVB-Regionale Rai di servizio pubblico per il conseguimento degli scopi sopra richiamati, nonché per la realizzazione del Multiplex n. 2 DVB- Nazionale di cui alla delibera n. 451/13/CONS (denominato nei documenti Rai Multiplex n. 5) coerentemente con gli obiettivi di sperimentazione di servizi innovativi;
CONSIDERATE le interlocuzioni successivamente intervenute, come prefigurato dallo stesso accordo procedimentale per la definizione degli aspetti di dettaglio, tra il Ministero dello sviluppo economico, l’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni e la Società Rai Radiotelevisione Italiana S.P.A. e gli approfondimenti tecnici condotti sulla base dei criteri recati dal suddetto accordo, in coerenza con l’evoluzione dell’attività di coordinamento internazionale;
VISTA la situazione degli impianti Rai in esercizio così come risultante dai provvedimenti di rilascio dei diritti d’uso e dichiarati al Catasto degli impianti di radiodiffusione stabilito presso l’Autorità;
RITENUTO che, allo stato, possano essere utilizzate ulteriori risorse, se disponibili in via temporanea e finalizzate alla concreta attuazione del piano di transizione alla configurazione a regime, ferma restando la necessità che le reti Rai vengano adeguate nel più breve tempo possibile alla configurazione a regime, liberando contestualmente i canali pianificati temporaneamente per altre utilizzazioni;
TENUTO CONTO dello stato delle negoziazioni bilaterali con i Paesi radiolettricamente confinanti per l’uso coordinato delle frequenze secondo il principio dell’equitable access alle risorse spettrali, con riguardo in particolare alle risorse in banda VHF per le quali l’Amministrazione francese ha comunicato l’intenzione di avviare il proprio servizio DAB;
RITENUTO necessario che il Ministero dello sviluppo economico provveda in tempi brevi ad espletare le procedure più opportune per la progressiva attuazione della delibera n. 451/13/CONS e del presente provvedimento, adeguando alla nuova situazione i diritti d’uso già rilasciati;
UDITA la relazione del Commissario Antonio Nicita, relatore ai sensi dell’art. 31 del Regolamento concernente l’organizzazione ed il funzionamento dell’Autorità;
DELIBERA
Articolo 1
(Multiplex n. 1 DVB-Regionale Rai)
1. Sono pianificati per il Multiplex n. 1 (Multiplex di servizio pubblico della rete Rai) di cui all’allegato 1 della delibera n. 451/13/CONS, come modificato dalla delibera 539/13/CONS e dalla delibera n. 631/13/CONS, i canali UHF elencati nella Tabella 1 in allegato A al presente provvedimento.
2. Al fine di assicurare adeguata protezione alla rete Multiplex n. 1 DVB-Regionale Rai, secondo le previsioni degli standard internazionali, da interferenze nocive generate da altri utilizzatori nelle regioni o aree limitrofe, nella Tabella 2 in allegato A al presente provvedimento sono elencati i canali non pianificati, pertanto da non assegnare, oppure assegnabili con specifiche limitazioni, riportate nella Tabella stessa, nel Piano dell’Autorità e nei provvedimenti di assegnazione dei diritti d’uso, nelle rispettive aree.
3. Nel caso di canali assegnati con limitazioni, secondo i vincoli di cui al precedente comma 2, il Ministero dello sviluppo economico e l’Autorità provvedono, nell’ambito delle rispettive competenze, a verificare il rispetto di tali limitazioni, secondo gli standard internazionali e, se del caso, ad adeguare le relative condizioni tecniche.
4. In aggiunta ai canali UHF di cui al comma 1, al fine di assicurare il rispetto degli obblighi di copertura del contratto di servizio per il completamento della rete Regionale Rai Multiplex 1, sono indentificate nel dettaglio le risorse di frequenze in banda VHF, riportate nella Tabella 3 in allegato A al presente provvedimento, recante l’identificazione dei siti e del canale, con le caratteristiche di irradiazione allo stato previste nei provvedimenti di rilascio dei diritti d’uso e risultati al Catasto nazionale degli impianti di radiodiffusione. Le utilizzazioni recate nella stessa Tabella riguardanti canali VHF che, nella medesima area, sono assegnati mediante gara ad altro operatore, si intendono assegnate su base di non interferenza e senza diritto di protezione; pertanto, in caso di incompatibilità nonché nel caso in cui l’aggiudicatario ne richieda la messa in servizio nelle medesime aree, per tali utilizzazioni della Rai è successivamente identificato un diverso canale.
5. Le utilizzazioni attualmente esercite elencate nella Tabella 4 in allegato A al presente provvedimento, riferite alle Regioni Veneto, Abruzzo, nonché l'impianto di Cercemaggiore (CB), continuano ad essere operative con le caratteristiche di irradiazione previste nei provvedimenti di rilascio dei diritti d’uso e registrate al Catasto nazionale degli impianti di radiodiffusione, compatibilmente con le utilizzazioni dei medesimi canali da parte dei Paesi esteri risultanti dagli accordi internazionali, e la loro utilizzazione cesserà entro e non oltre il 31 dicembre 2018; nella Tabella 4 sono elencate, altresì, le utilizzazioni che possono essere esercite, in via transitoria fino a nuova valutazione della situazione nella Regione Sardegna.
Articolo 2
(Multiplex n. 2 DVB-Nazionale)
1. Al fine di assicurare il rispetto da parte di Rai degli obblighi di copertura del contratto di servizio, il Multiplex n. 2 DVB-Nazionale di cui all’allegato 1 della delibera n. 451/13/CONS, come modificato dalla delibera 539/13/CONS e dalla delibera n. 631/13/CONS è integrato con l’aggiunta delle risorse in banda VHF riportate nella Tabella 5 in allegato A al presente provvedimento, recante l’identificazione dei siti e del canale da assegnare in via transitoria nelle more dell’attuazione di un piano di transizione all’utilizzo definitivo dei canali 5 e 9 VHF pianificati per detto Multiplex.
Articolo 3
(Modifica ed integrazione all’allegato 1 della delibera n. 451/13/CONS, come modificato dalla delibera 539/13/CONS e dalla delibera n. 631/13/CONS)
1. Le Tabelle 1, 2, 3, 4 e 5 sopra elencate sono riportate nell’allegato A al presente provvedimento.
2. L’allegato 1 della delibera n. 451/13/CONS, come modificato dalla delibera 539/13/CONS e dalla delibera n. 631/13/CONS è integrato dall’allegato A al presente provvedimento.
3. Il Ministero dello sviluppo economico adegua i diritti d’uso già rilasciati conformemente a quanto disposto nel presente provvedimento.
4. Il Ministero dello sviluppo economico può assegnare le frequenze di cui alle Tabelle 3, 4 e 5 con caratteristiche trasmissive diverse da quelle allo stato esercite, caso per caso, valutando le effettive esigenze e coerentemente con gli obiettivi di copertura già previsti per ciascun impianto trasmittente.
Il presente provvedimento può essere impugnato davanti al Tribunale Amministrativo Regionale del Lazio entro 60 giorni dalla pubblicazione dello stesso.
La presente delibera è trasmessa al Ministero dello sviluppo economico e pubblicata nel sul sito web dell’Autorità.

Allegato A: Tabelle 1, 2, 3, 4 e 5

Tabella 1
(Canali in banda UHF pianificati per Multiplex n. 1 DVB-Regionale Rai)



*Nella Regione Trentino-Alto Adige la Rai può utilizzare, altresì, il canale 24 UHF,
allo scopo di differenziare la programmazione fra le Provincie autonome di Trento e Bolzano.
** In tali Regioni è previsto l’impiego in aree limitate di un canale VHF (da individuare tra i canali 5 e 9)


Tabella 2
(Canali in banda UHF non pianificati oppure pianificati con vincoli, ai fini della
protezione del Multiplex n. 1 DVB-Regionale Rai)



* Ferma restando la pianificazione per le reti locali in Lombardia di cui alla delibera n. 265/12/CONS,
l’utilizzo dei canali 22 e 23 UHF in Lombardia dalla postazione di Monte Penice, per servire aree
in Lombardia (Canale 22 UHF) ovvero in Emilia Romagna (Canale 23 UHF) è subordinato all’esito
della verifica del rispetto dei vincoli definiti dai provvedimenti di pianificazione,
da parte del Ministero dello sviluppo economico.



 10 MAGGIO 2014 - Sabato 

Ore 18.10 -  SICILIA  - MUX TVR XENON: ELIMINATO TELE EUBEA.
VHF 07 Mux TVR XENON
In questo multiplex è stato eliminato TELE EUBEA che aveva la numerazione LCN 686. Inoltre è stato inserito uno slot sulla LCN 886 senza nessun identificativo, è a schermo nero con delle striscie blu oblique. Questa schermata è in onda anche su TELE KALOS (LCN 681). Abbiamo aggiornato la griglia dei canali e lo z@pping TV del mux TVR XENON.


https://lh5.googleusercontent.com/-Dub9QbgAsyU/U25IsKjyeiI/AAAAAAAFl3g/PmIpuVP1IUs/s1600/00%2520B%2520%25284%2529.jpg

https://lh3.googleusercontent.com/-0eXZm90mScI/U25IusT2TRI/AAAAAAAFl34/8BJ9HpN3BV8/s1600/886%2520A.jpg
https://lh5.googleusercontent.com/-bsVQ3Rkmk3k/U25IvRZ5H3I/AAAAAAAFl4A/ncozNGT3RqQ/s1600/886%2520B.jpg
https://lh5.googleusercontent.com/-MiHeZ39EXIU/U25Is9-_tHI/AAAAAAAFl3o/xui_rdVPn_8/s1600/681%2520A%2520%25282%2529.jpg
https://lh4.googleusercontent.com/-Bqm7xwKmXQM/U25It__Gz-I/AAAAAAAFl3w/PvCxSEEb0p4/s1600/681%2520B%2520%25282%2529.jpg

Ore 08.00 - CALCIO, DIRITTI TV: FOX SPORTS SMENTISCE INTERESSE PER LA SERIE A.
Roma - (Adnkronos) - ''In merito alla notizia apparsa negli ultimi giorni su diversi mezzi di stampa circa un'ipotesi di partecipazione di Fox International Channels Italy, editore dei canali Fox Sports, all'asta per i diritti Tv della Seria A, il Gruppo Fox smentisce ogni suo interessamento a tali diritti''.
E' quanto si legge in una nota diffusa da Fox International Channels Italy.
''Prive di fondamento sono, inoltre, le voci riguardanti il progetto di Fox di creare una piattaforma pay sul digitale alternativa a quelle già esistenti. Fox International Channels è già presente sulle principali piattaforme televisive a pagamento italiane con canali sportivi come di intrattenimento, e intende mantenere la sua vocazione di creatore e fornitore di contenuti senza entrare nel mercato della distribuzione creando una propria piattaforma'', si legge ancora.
Tratto da: www.adnkronos.com/IGN/News/Sport/Calcio-diritti-tv-Gruppo-Fox-smentisce-interesse-per-Serie-A


 9 MAGGIO 2014 - Venerdì 

Ore 22.10 - NUOVO LOGO PER TELEITALIA.
L'emittente TELEITALIA (LCN 225), che è recentemente approdata in alcune regioni sui mux legati a 7 GOLD, ha cambiato il logo di stazione. In basso non è più presente la scritta SHOP IN TV, ma rimane quella di CANALE 225. Nei prossimi giorni aggiorneremo le immagini degli z@pping TV dei multiplex che veicolano questo canale.





https://lh4.googleusercontent.com/-DDDyWNO9_VY/U200F0GvNlI/AAAAAAAFl0g/eJJVnnndcp8/s1600/225%2520A.png
https://lh4.googleusercontent.com/-6aGk952lHf0/U200F6TP7XI/AAAAAAAFl1Q/By0CAq4z1XU/s1600/225%2520B.png

https://lh6.googleusercontent.com/-DYXFnTE_X80/U200F47pplI/AAAAAAAFl1M/Dau1wugCg6k/s1600/225%2520C.png
https://lh3.googleusercontent.com/-grw94Y07pEo/U200GkYzgmI/AAAAAAAFl1Y/y-SR-aubkEE/s1600/225%2520D.png

Logo precedentemente usato

Ore 21.30 - LA7 IN SCIOPERO CONTRO I TAGLI DI CAIRO, STRAVOLTO IL PALINSESTO.
Lavoratori e lavoratrici in sciopero a La7 contro i tagli predisposti dall’editore Urbano Cairo. Una mobilitazione senza precedenti. Nella giornata di oggi, 9 maggio, i dipendenti della rete terzopolista, compresi i giornalisti, hanno deciso di astenersi dalle loro mansioni per contestare il “pesante clima d’incertezza presente in azienda, a fronte dei continui sacrifici imposti dalle politiche di risanamento e alla forte riduzione degli investimenti che rischiano di penalizzare i risultati futuri dell’emittente”. Secondo i sindacati, l’adesione alla protesta si attesterebbe intorno al 90%.
Sciopero La7: Crozza vs Cairo
“L’emittente – si legge in una nota dei sindacalisti – prevedendo l’alta adesione dei lavoratori e delle lavoratrici di La7, ha inoltre predisposto la preventiva registrazione di alcuni programmi e lo spostamento delle attività telegiornalistiche su sedi esterne e tramite l’utilizzo di service”. Gli approfondimenti giornalistici della mattina condotti da Alessandra Sardoni, Tiziana Panella e Myrta Merlino sono saltati, e le edizioni del TgLa7 andranno in onda grazie ai salti mortali di alcuni redattori e di Enrico Mentana, il cui Bersaglio Mobile sarebbe a rischio per i costi della eccezionale diretta da Milano (causa sciopero, ovviamente). La puntata odierna di Otto e mezzo è stata registrata, mentre Crozza nel Paese delle Meraviglie andrà in scena dopo il burrascoso braccio di ferro con Cairo, come svelato da Dagospia.
Slc-Cgil, Fistel-Cisl e Uilcom-Uil Roma e Lazio, hanno invitato La7 a riprendere le trattative, chiedendo l’estensione degli stessi diritti e tutele anche ai precari e ai neo assunti. Anche l’assemblea dei giornalisti dell’emittente televisiva ha aderito all’iniziativa e ha affidato al comitato di redazione “cinque giornate di sciopero“. I giornalisti hanno attaccato la proprietà di non applicare in modo corretto il contratto giornalistico di lavoro, attraverso il pretesto del risanamento, mentre i “manager di Cairo Communications e di La7 si spartiscono bonus milionari“.
Secondo l’assemblea dei cronisti, inoltre, “da mesi la proprietà ha messo in atto un vero e proprio disinvestimento nei settori produttivi vitali dell’azienda“, attraverso una “cieca revisione lineare dei costi imposta a strutture interne e fornitori esterni”. La richiesta diretta all’editore Urbano Cairo è stata quella “smentire non a parole, ma concretamente, la realtà dei fatti” denunciata.
Una mobilitazione e uno stato d’allerta come quello scattato in questi giorni mai si erano visti dalle parti di La7. E, qualora Cairo non intervenisse, i sindacati minacciano nuove iniziative, che potrebbero concretamente paralizzare l’azienda con un evidente danno di immagine, oltre che economico.

Tratto da:
www.davidemaggio.it/archives/99081/la7-in-sciopero-contro-i-tagli-di-cairo-stravolto-il-palinsesto

Ore 16.00 -  PUGLIA  - CRISI TELENORBA: ECCO I DETTAGLI DEL NUOVO PIANO INDUSTRIALE, PREVISTI 70 LICENZIAMENTI.
Quello che segue è il piano industriale di Telenorba, con i 70 licenziamenti previsti dal nuovo assetto.
Oggetto: comunicazione di cui alla art. 4, secondo comma, della legge numero 223/91.

Con la presente, ai sensi e per gli effetti degli artt. 4, 5 e 24 della L. n° 229/91, comunichiamo che questa Società, per le ragioni ampiamente specificate nel piano industriale inviato alle rappresentanze sindacali in data 17/02/2014, ha necessità di ridimensionare l’organico aziendale in virtù della riorganizzazione del lavoro avente natura ormai strutturale e resasi necessaria per far fronte alle mutate esigenze di mercato ed alla notevole crisi determinata dai motivi illustrati nel P.I..

Il drastico calo della raccolta pubblicitaria, che rappresenta la principale fonte d’entrata, ha fortemente caratterizzato la crisi del comparto dell’emittenza radio-tv locale con una contrazione in termini percentuali di oltr il 40% rispetto al biennio precedente (2011-2012) (fonte UPA). Nel 2014 lq crisi del comparto raggiungerà uno stadio di irreversibilità a causa anche degli ulteriori tagli contenuti nella Legge di Stabilità ed in quella di bilancio. I contributi che spettano all’emittenza radio-tv locale sono stati tagliati in modo drastico, con un’ulteriore riduzione del 54,23% prevista per l’intero triennio.
Per quanto concerne il calo della raccolta pubblicitaria le cause sono essenzialmente due:
– da un lato le piccole e medie imprese, linfa vitale delle televisioni locali private, hanno individuato nella comunicazione la prima voce da sacrificare sull’altare della crisi, interpretando erroneamente la pubblicità come un costo e non come un investimento necessario a garantire il mantenimento della propria quota di mercato;

–dall’altro, la diminuzione degli investimenti pubblicitari è stata causata dalla diminuzione dei potenziali investitori dal 2004 ad oggi, ad esempio, le imprese pugliesi e lucane, che rappresentano la quasi totalità del bacino d’utenza del Gruppo Norba, hanno registrato un elevato tasso di cessazioni di attività.

In particolare, già in precedenza questa società aveva manifestato l’intenzione di procedere ad una riduzione del personale ed a seguito del confronto con le parti sindacali aveva aderito alla loro richiesta di individuare ipotesi alternative, che comunque consentissero la conservazione dei livelli occupazionali e nel contempo di verificare nuove strategie aziendali.
Allo stato tuttavia dell’esame del bilancio definitivo in corso di approvazione emerge la necessità indifferibile e strutturale di ridurre ulteriormente i costi al fine di contenere le perdite di esercizio e garantire la stessa sopravvivenza dell’azienda.

I) L’organico attuale di Telenorba

L’Azienda è costituita dalla sede centrale di Conversano, ove sono ubicati gli uffici amministrativi e gli studi televisivi e dagli studi redazionali e/o corrispondenti dalle città di Roma, Napoli, Potenza, Campobasso, Bari, Lecce, Taranto, Foggia, e Brindisi.

Ha alle proprie dipendenze complessivamente n. 183 unità, come da prospetto del piano industriale e sinteticamente sotto indicato:

a) Produzione informazione 92 unità, di cui n.22 tecnici di regia, 4 tenici amministratori, 19 tecnici produzione servizi esterni, 4 addetti segreteria sede, i addetta segreteria Roma, 42 giornalisti (di cui 3 coordinatori redazionali, 1 vice-direttore e 1 dierttore);

b) Produzione programmi e spot 17 unità – di cui 1 responsabile, 5 operatori di post produzione, 3 operatori di ripresa squadra esterna, 6 registi, 2 tecnici audio;

c) Assistenza tecnica 24 unità, di cui 2 responsabili, 4 addetti ingest, 1 direttore fotografia, 3 elettricisti, 8 tecnici di bassa frequenza, 1 tecnico alta frequenza, 4 tecnici di emissione, i tecnico di gestione sistemi;

d) Programmazione palinsesto 13 unità – di cui 3 responsabili, 6 addetti alla gestione contratti, 1 programmatore elaborazione dati, 3 addetti al palinsesto;

e) Settore commerciale 5 unità, addetti alla segreteria commerciale;

f) servizi vari 15, di cui 2 addetti reception, 1 addetto statistiche, 1 architetto, 2 autisti, 1 dirigente, 1 addetto pubbliche relazioni, 1 responsabile pubbliche relazioni, 1 segreteria di direzione, 1 segreteria di presidenza, 1 segreteria di vice-presidenza, 1 sgreteria di produzione, 2 segreteria settore tecnico;

g) amministrativi e personale 17, di cui 1 responsabile personale, 1 direzione amministrativa, 1 Resp. Ufficio amministrativo, 2 addetti al recupero crediti, 1 addetto al magazzino, 7 addetti alla contabilità 1 addetto al controllo gestione, 1 addetto contributi e paghe, 2 addetti ufficio personale.

Attualmente i dipendenti in forza sono 138 di cui di sesso maschile sono complessivamente n.119 e femminile 64. Tra questi n.9 unità appartengono alle categorie protette.

II) Progetto di riorganizzazione per Telenorba s.p.a., totale esuberi 70 unità.

L’azienda per far fronte allo stato di crisi intende riorganizzare l’intero sistema organizzativo produttivo nei termini che seguono. In particolare sono indicati all’interno di ciascuna funzione produttiva le figure professionali eccedentarie e le funzioni definitivamente soppresse, precisando inoltre che nell’ambito dei medesimi profili professionali l’individuazione dei soggetti con i quali sarà risolto il rapporto di lavoro avverrà mediante l’applicazione dei criteri legali come sotto specificato.

a) Produzione informazione riduzione da 92 a 49 unità, pertanto le unità in esubero sono pari a 43 di cui:

1. 14 tecnici di regia tg, criterio di scelta: punteggio in base ad anzianità di servizio, carichi familiari ed esigenze tecnico produttive;
2.
1 tecnico amministratore dalet, criterio di scelta: punteggio in base ad anzianità di servizio, carichi familiari ed esigenze  tecnico produttive;
3
. 11 tecnici di servizi esterni:
a.
3 sede di bari, criterio di scelta: punteggio in base ad anzianità di servizio, carichi familiari ed esigenze tecnico produttive;
b.
6 sede di Lecce, criterio di scelta: esigenze tecnico produttive con soppressione delle figure tecniche per l’intera sede;
c.
1 sede di brindisi, criterio di scelta: esigenze tecnico produttive – chiusua sede;
d.
1 sede di Campobasso, criterio di scelta: esigenze tecnico produttive – chiusura sede;
è stato verificato l’eventuale riposizionamento territoriale a parità di funzione e punteggio, ma lo stesso risulta eccessivamente dispendioso considerata la particolare situazione aziendale. È stato altresì comparata la mansione dei lavoratori un esubero con altre figure professionali similari addetti alla produzione programmi (sub B), esigenze tecnico produttive impongono la conservazione di quest’ultime figure professionali per la particolare specializzazione; in particolare gli “operatori di ripresa squadra esterna” sono specializzati nella gestione di produzioni in esterno mediante l’utilizzo della regia mobile e relativo spostamento, dei collegamenti satellitari, e nell’uso del Jimmy jib

4.  2 segreteria di redazione:
a.  
2 sede Conversano, criterio di scelta: punteggio in base ad anzianità di servizio, carichi familiari ed esigenze tecnico produttive;
5.
 1 segreteria di redazione Lazio, criterio di scelte: esigenze tecnico produttive con soppressione della figura della segretaria per l’intera sede;
6.  
14 giornalisti:
a.
 1 sede di Roma, criterio di scelta: punteggio in base ad anzianità di servizio, carichi familiari ed esigenze tecnico produttive;
b.
 1 sede Napoli, criterio di scelta: esigenze tecnico produttive – chiusura sede;
c.
 4 sede di Lecce, criterio di scelta: punteggio in base ad anzianità di servizio, carichi familiari ed esigenze tecnico produttive;
d.
 1 sede di Foggia, criterio di scelta: punteggio in base ad anzianità di servizio, carichi familiari ed esigenze tecnico produttive;
e.
 2 sede di Conversano, criterio di scelta: punteggio in base ad anzianità di servizio, carichi familiari ed esigenze tecnico produttive;
f.
 1 sede di Conversano, criterio di scelta: esigenze tecnico produttive con soppressione della funzione di addetto al televideo;
g.
 2 sede di Bari,  criterio di scelta: punteggio in base ad anzianità di servizio, carichi familiari ed esigenze tecnico produttive;
h.
 1 sede di Campobasso, criterio di scelta: esigenze tecnico produttive – chiusura sede;
i.
 1 sede di Barletta,  criterio di scelta: punteggio in base ad anzianità di servizio, carichi familiari ed esigenze tecnico produttive;
è stato verificato l’eventuale riposizionamento territoriale a parità di funzione e punteggio, ma lo stesso risulta eccessivamente dispendioso considerata la particolare situazione aziendale.

b) Produzione programmi e spot riduzione da 17 a 11 unità – pertanto le unità risultanti in esubero sono pari a 6 di cui:
1.
 1 regista, criterio di scelta: punteggio in base ad anzianità di servizio, carichi familiari ed esigenze tecnico produttive;
2.
 4 operatori di post produzione, criterio di scelta: punteggio in base ad anzianità di servizio, carichi familiari ed esigenze tecnico produttive;
3.
 1 tecnico audio, criterio di scelta: punteggio in base ad anzianità di servizio, carichi familiari ed esigenze tecnico produttive;
c)
assistenza tecnica riduzione da 24 a 19 unità, pertanto le unità in esubero sono pari a 5 di cui:
1.
 1 tecnico alta frequenza, criterio di scelta:  esigenze tecnico produttive con soppressione delle figure tecniche per l’intera sede di Lecce;
2.
 4 tecnici addetti alla messa in onda, criterio di scelta: esigenze tecnico produttive con soppressione della specifica funzione;

d) programmazione e palinsesto riduzione da 13 a 9 unità – pertanto le unità risultanti in esubero sono pari a 4 di cui:
1.
 2 addetti gestione contratti, criterio di scelta: punteggio in base ad anzianità di servizio, carichi familiari e soppressione delle unità part time;
2.
 2 addetti palinsesto, criterio di scelta: anzianità di servizio e carichi familiari;

e) Settore commerciale riduzione da 5 a 3 unità, pertanto le unità risultanti in esubero sono pari a 2 di cui:
1.  
2 addetti alla segreteria, criteri di scelta: anzianità di servizio e carichi familiari;

f) servizi vari riduzione da 15 a 8 unità, pertanto le unità risultanti in esubero sono pari a 7 di cui:
1.  
1 segreteria pubbliche relazioni, criterio di scelta: esigenze tecnico produttive, soppressione definitiva della funzione;
2.
 1 segreteria settore tecnico, criterio di scelta: anzianità di servizio e carichi familiari;
3.  
1 architetto, criterio di scelta: esigenze tecnico produttive, soppressione definitiva della funzione;
4.  
addetto ufficio statistiche, criterio di scelta: esigenze tecnico produttive, soppressione definitiva della funzione;
5.
 1 segreteria produzione, criterio di scelta: esigenze tecnico produttive, soppressione definitiva della funzione;
6.
 2 addetti reception, criterio di scelta: esigenze tecnico produttive, soppressione definitiva della funzione;

g) amministrativi e personale riduzione da 17 a 14, pertanto le unità in esubero sono pari a 3 di cui:
1.
 1 segreteria della direzione amministrativa, criterio di scelta: esigenze tecnico produttive, soppressione definitiva della funzione;
2.
 1 unità degli addetti della gestione cassa e banche, criterio di scelta: anzianità di servizio, carichi familiari;
3.
 1 unità degli addetti alla contabilità, criterio di scelta: anzianità di servizio, carichi familiari;

III) organico di Telenorba a seguito della riorganizzazione n. 113

a) Produzione informazione 49 unità, di cui 8 tecnici di regia, 3 tecnici amministratori, 8 tecnici produzione servizi esterni, 2 addetti segreteria sede, 28 giornalisti (di cui 3 coordinatori redazionali ed 1 vice-direttore ed 1 direttore);

b) Produzione programmi e spot 11 unità – di cui 1 responsabile, 1 montatori rvm, 3 operatori di ripresa squadra esterna, 5 registi, 1 tecnici audio;

c) assistenza tecnica 19 unità, di cui 2 responsabili, 4 addetti ingest, 1 direttore fotografia, 3 elettricisti, 8 tecnici di alta e bassa frequenza, 1 tecnico di gestione sistemi;

d) programmazione e palinsesto 9 unità – di cui 3 responsabili, 4 addetti alla gestione contratti, 1 programmatore elab. dati, 1 addetti palinsesto;

e) Settore commerciale 3 unità, addetti alla segreteria commerciale;

f) servizi vari 8, di cui 2 autisti, 1 dirigente, i responsabile pubbliche relazioni, 1 segreteria di direzione, 1 segreteria di presidenza, 1 segreteria di vice-presidenza, 1 segreteria settore tecnico;

g) amministrativi e personale 14, di cui 1 responsabile personale, 1 direzione amministrativa, 1 responsabile ufficio amministrativo, 2 addetti al recupero crediti, 1 addetto al magazzino, 4 addetti alla contabilità, 1 addetto al controllo gestione, 1 addetto contributi e paghe, 2 addetti ufficio personale;

I criteri che saranno adottati nell’individuazione dei lavoratori, ferme le esigenze tecnico produttive  di cui innanzi e tenuto conto della sede della prestazione, saranno l’anzianità di servizio ed i carichi di famiglia, in concorso tra loro.
In particolare l’anzianità di servizio ed i carichi familiari sono stati valutati parametrandoli ad un punteggio così definito:
1.  Anzianità di servizio,
viene calcolata a partire dall’assunzione con il primo rapporto di lavoro subordinato, senza soluzione di continuità, con la Telenorba S.p.a o con società controllate o collegate alla stessa, viene assegnato un punteggio compreso tra 0,01 e 33,33 intendendo per quest’ultimo il punteggio relativo all’anzianità massima fra tutto il personale organico.
2.  Carichi familiari,
viene assegnato un punteggio compreso tra 0,01 e 33,33, intendendo per quest’ultimo il punteggio relativo al carico familiare massimo peri a 4 unità, saranno considerati i familiari fisicamente a carico del lavoratore nella misura intera o metà in caso di carico fiscale al 50%, come risultante dall’ultimo cedolino paga precedente alla presente.
3.  Esigenze tecnico produttive,
tale criterio sarà utilizzato in maniera assorbente nei casi di soppressione di funzioni lavorative, mentre per i settori produttivi in cui sono previste riduzioni nell’organico sarà attribuito un punteggio, da sommarsi a quello riveniente dai due precedenti criteri legali, in maniera proporzionale da 0,01 fino ad un massimo pari a 33,33 per quei lavoratori che svolgono da almeno un anno antecedente alla presente tutte le mansioni lavorative presenti nel processo produttivo a cui sono addetti, in particolare:
a. Tecnici di regia:
funzioni previste 1) monitoraggio filmati – 2) mixer video – 3) mixer audio – 4) play out;
b.  Tecnici servizi esterni
: funzioni previste 1) operatore di ripresa – 2) montaggio filmati – 3) collegamenti satellitari;
c.  Tecnici di produzione programmi:
funzioni previste 1) operatore di ripresa – 2) montaggio post produzione – 3) regia – 4) tecnico audio
d.  Giornalisti
: funzioni previste: 1) conduzione – 2) riprese televisive e gestione collegamenti satellitari – 3) montaggio servizi giornalistici – 4) desk redazione – 5) gestione diretta tg.

Per l’individuazione delle mansioni, del luogo della prestazione e dei livelli retributivi si farà riferimento esclusivamente a quanto di fatto risultante sin dal gennaio 2012 e rilevabile dall’organigramma allegato distinto per funzioni.
Per quanto concerne i tempi di attuazione del programma di ridimensionamento aziendale, si precisa che i rapporti di lavoro saranno risolti dal termine della procedura e fino ai quattro mesi successivi, con collocazione in mobilità, ove sussistenti i presupposti di legge. (mobilità in deroga)
La Società Telenorba valuterà eventuali proposte di risoluzione consensuale del rapporto, anche nella prospettiva del pensionamento.

Tratto da:
http://bari.ilquotidianoitaliano.it/attualita/2014/05/news/crisi-telenorba-ecco-i-dettagli-del-nuovo-piano-industriale

Ore 12.50 -  PIEMONTE  - MUX TELECITY (PIEMONTE): ARRIVA TELEITALIA, ELIMINATA RADIO ITALIA TV.
UHF 45 Mux TELECITY (PIEMONTE)
https://lh4.googleusercontent.com/-m4Ayl2fbjYU/U2ysYPKz5vI/AAAAAAAFlq8/GEVOUxmbN2s/s1600/TELEITALIA%25202%252052.jpg
Novità nel mux TELECITY (PIEMONTE) versione A e versione B: è stata inserita sulla LCN 225 TELEITALIA, mentre è stata eliminata RadioItaliaTV che era priva di numerazione LCN. Ricordiamo che la tv musicale è ora veicolata in esclusiva dal RETE A Mux 1. Abbiamo aggiornato la griglia dei canali e lo z@pping TV del mux TELECITY (PIEMONTE).


https://lh4.googleusercontent.com/-fqdl_zUWsBs/U2yv9yq4CkI/AAAAAAAFlzY/kuoiuBBU5jk/s1600/00%2520B.jpg
https://lh3.googleusercontent.com/-P0xHl5NEjrk/U2yv9OVirzI/AAAAAAAFlzQ/q2AOrYa4Kc8/s1600/00%2520B%2520%25282%2529.jpg
https://lh4.googleusercontent.com/-zpGLtSBgHyg/U2yv-wWYRjI/AAAAAAAFlzk/KrB0znNBmlI/s1600/225%2520A.jpg
https://lh3.googleusercontent.com/-91hC5132Ka4/U2ywAWeVDtI/AAAAAAAFlzs/kMtgDtGKhpM/s1600/225%2520B.jpg

Ore 11.30 -  LOMBARDIA  - MUX RETE 55: ELIMINATA TELEFANTO.
UHF 42 Mux RETE 55
Nel mux lombardo di RETE 55 è stato eliminato Telefanto che non aveva numerazione automatica LCN. Risintonizzando i canali ritroverete TELEFANTO sulla LCN 237 veicolata dal mux TELECOLOR. Abbiamo aggiornato la griglia dei canali e lo z@pping TV del mux RETE 55 e la lista LCN MILANO.

https://lh4.googleusercontent.com/-wyq-UIRNWjY/U2yeZWZ6BZI/AAAAAAAFlok/MSYOnulplFg/s1600/00%2520B%2520%25288%2529.jpg

Ore 10.55 -  LAZIO  - MUX TELEDONNA: PARTITO IL PROMO DI CODACONS TV.
https://lh6.googleusercontent.com/-hsmGIrf3pyA/U0jv1Ia9rOI/AAAAAAAFZHU/-E0WFZI-LSs/s1600/Teledonna%25202%252060.jpg
VHF 05 Mux TELEDONNA
https://lh4.googleusercontent.com/-v2IYnarLeI8/U2yQy4oUz2I/AAAAAAAFlhg/dOVDuW4toMM/s1600/CODACONS%2520TV%252052.jpg
Codacons Tv (LCN 695) non è più a schermo nero ma è partito un promo del canale dell'associazione dei consumatori CODACONS. In video si alternano a loop le scritte CODACONS PRESENTA CONDACONS TV la TV del consumatore. Abbiamo aggiornato la griglia dei canali e lo z@pping TV del mux TELEDONNA. Consulta le liste delle TV A ROMA e della LCN A ROMA.
https://lh3.googleusercontent.com/-a-Xx3TJ2AJ0/U0jw8Lp6GPI/AAAAAAAFZLc/e91LgsM5gHk/s1600/Teledonna.png
https://lh3.googleusercontent.com/-PcgYNLtBakM/U2ySyFQ-8hI/AAAAAAAFljk/Lib-GZcLXXo/s1600/00%2520B%2520%252813%2529.jpg




https://lh6.googleusercontent.com/-YeaCkYMzKEQ/U2ySq5CSsQI/AAAAAAAFljE/XmUhagXY_9U/s1600/Codacons%2520Tv%2520-%252009%2520maggio%2520-%252010.26.38.jpg
https://lh6.googleusercontent.com/-9yeUdQymL2g/U2ySqMzJ0gI/AAAAAAAFli8/CleXpRgSEr8/s1600/Codacons%2520Tv%2520-%252009%2520maggio%2520-%252010.26.32.jpg

https://lh4.googleusercontent.com/-iMq4zAqRLnw/U2ySrnQ5lSI/AAAAAAAFljM/Ex2GBKQ0L3Q/s1600/Codacons%2520Tv%2520-%252009%2520maggio%2520-%252010.26.20.jpg
https://lh4.googleusercontent.com/-wR7yxHwxkwU/U2yStnbRzRI/AAAAAAAFljc/BFxCTUc88F0/s1600/695%2520B%2520%25283%2529.jpg

Ore 09.25 -  LOMBARDIA  - MUX TELECOLOR: ARRIVA TELEFANTO, ELIMINATA ABC.
UHF 42-51 Mux TELECOLOR
https://lh4.googleusercontent.com/-BMz4elWGlFc/U2x_zhJB08I/AAAAAAAFlVc/NYiOB19Q1e8/s1600/TeleFanto%252052.jpg
E' stata recentemente inserita TELEFANTO sulla LCN 237, mentre è stata eliminata ABC (LCN 33). Quest'ultima emittente è ora veicolata esclusivamente dal TIMB Mux 1. Abbiamo aggiornato la griglia dei canali e lo z@pping TV del mux TELECOLOR e la lista LCN MILANO.



https://lh6.googleusercontent.com/-OefsaeXAL-Y/U2x_MiQ3dCI/AAAAAAAFlTs/rxMo3FZ8pj4/s1600/00%2520B%25201%2520%25286%2529.jpg
https://lh5.googleusercontent.com/-VXTqlf0tEus/U2x_LdLfXyI/AAAAAAAFlTk/Ur6GlofsdbY/s1600/00%2520B%25202%2520%25285%2529.jpg
https://lh6.googleusercontent.com/-_-ZxKZV9CwI/U2x_JOulM0I/AAAAAAAFlTU/CsEhhMhMAtU/s1600/237%2520A.jpg
https://lh4.googleusercontent.com/-Ph3ieNfWdQw/U2x_KXmaFQI/AAAAAAAFlTc/SazWUJfBfmY/s1600/237%2520B.jpg

Ore 08.40 -  ABRUZZO  - "IL DIGITALE TERRESTRE NON SI VEDE? SI FARA' DI PIU' L'AMORE", PAROLA DI GIANFRANCO SEMPRONI.
L'opinionista sportivo Gianfranco Semproni della tv abruzzese TELEMAX durante il programma A MUSO DURO si è sfogato discutendo dei problemi che il digitale terrestre arreca a numerosi teleutenti abruzzesi e non. Per chi non conosce ancora questo eclettico personaggio vi rimandiamo alla visione di questo video, diventato già cult e virale in rete. Semproni dice: "Il digitale terrestre non si vede? Vorrà dire che si farà più spesso l'amore"... anche se il suo modo di raccontarlo è decisamente più pittoresco.



 8 MAGGIO 2014 - Giovedì 

Ore 21.50 -  SICILIA  - MUX 7GOLD SICILIA 77: ARRIVA TELEITALIA, AGGIORNATO LO Z@PPING TV.
UHF 33 Mux 7 GOLD SICILIA 77
https://lh4.googleusercontent.com/-uAV5eeQpldI/U2oxZSTgmHI/AAAAAAAFklA/kVf8y3wEbn8/s1600/TELEITALIA%25202%252052.jpg
Nella sezione regionale SICILIA IN DIGITALE aggiorniamo la composizione del mux 7 GOLD SICILIA 77, che trasmette sulla frequenza UHF 33, segnalando l'arrivo dell'emittente TELEITALIA con la numerazione 225. Sotto il logo di stazione è presenta la scritta SHOP IN TV CANALE 225. Abbiamo inoltre aggiornato lo z@pping TV con nuove immagini dei canali del mux 7 GOLD SICILIA 77.
https://lh5.googleusercontent.com/-DODPHo2ZjxM/U2u9-jnH7hI/AAAAAAAFlEs/YyjwmRT6Ypc/s1600/00%2520B.png
https://lh5.googleusercontent.com/-R5E9o-3dsTw/U2vbKIMRbJI/AAAAAAAFlKc/0ak5Vi98Ruo/s1600/225%2520A.png
https://lh6.googleusercontent.com/-S9VrL2BshM4/U2vbKJ9SgWI/AAAAAAAFlKg/tRo-xPK92BQ/s1600/225%2520B.png

https://lh5.googleusercontent.com/-EeDH4iS5jvM/U2u9-hrrBPI/AAAAAAAFlEw/MWRAECKSsoM/s1600/225%2520A.png
https://lh3.googleusercontent.com/-aGwAqZe2KUM/U2u9-rlVz0I/AAAAAAAFlE0/DIEDQHNj8r0/s1600/225%2520B.png

Mux 7 GOLD SICILIA 77 - Z@pping TV


Ore 16.30 -  MUX NAZIONALI  - TIMB MUX 2: ACCESO L'UHF 55 IN LOMBARDIA A PASPARDO NEL BRESCIANO.
 
UHF 55- 60 TIMB Mux 2
Continuano le attivazioni della nuova frequenza UHF 55 del TIMB Mux 2. Questa volta è stata conivolta in Lombardia la postazione sita a PASPARDO in provincia di Brescia.


https://lh4.googleusercontent.com/-mXHmCG_UBGg/UqXNYlqQAmI/AAAAAAAEZTc/uyBTUZaVQOA/s1600/TIMB%25202%2520133.pngUHF 55 (746,0 Mhz) / UHF 60 (786,0 Mhz)
RegionePostazione
Comune
Provincia
Polarizzazione
Lombardia
ANTICO CASTELLO
Paspardo
BSVerticale

https://lh3.googleusercontent.com/-RiuJIC-W7a8/U2Dalem1I-I/AAAAAAAFhTY/JHnKGQVF0nk/s1600/00%2520B%2520%252813%2529.jpg

Ore 16.10 -  LOMBARDIA  - MUX TELECITY (LOMBARDIA): ARRIVA TELEITALIA, ELIMINATA RADIOITALIA TV.
UHF 45 Mux TELECITY (LOMBARDIA)
https://lh5.googleusercontent.com/-Qd8arsctgRk/U2dlwcZUA8I/AAAAAAAFipg/iNtwnOfGeIk/s1600/TELEITALIA%25202%252052.jpg
Da ieri TELEITALIA (LCN 225) è stata aggiunta al flusso dei canali veicolati dal mux TELECITY (LOMBARDIA). Sotto al logo di stazione posizionato in basso a destra è presente anche la scritta SHOP IN TV CANALE 225. Inoltre è stato eliminato RadioItaliaTV che in questo multiplex era priva di numerazione LCN. Abbiamo aggiornato la griglia dei canali e lo z@pping TV del mux TELECITY (LOMBARDIA), la lista delle TV A MILANO e la lista LCN A MILANO.
https://lh6.googleusercontent.com/-PfovifuHcK0/U2t3vwBvNNI/AAAAAAAFlC8/ulQ12oWfc44/s1600/00%2520B.jpg
https://lh6.googleusercontent.com/-Ob7SGksbnGs/U2oTBb_SzQI/AAAAAAAFkio/EL36fNbfZTE/s1600/225%2520A.jpg
https://lh5.googleusercontent.com/-QBs3zaJtFPw/U2oTCgnYx5I/AAAAAAAFkiw/4cvQO5fUpr4/s1600/225%2520B.jpg

Ore 15.30 -  MUX NAZIONALI   LOMBARDIA   TOSCANA  - MUX EUROPA 7: RIATTIVATE LE POSTAZIONI IN LOMBARDIA E TOSCANA.
Mux EUROPA 7 (DVB-T2)
Il direttore tecnico di EUROPA 7 ci comunica che sono stati riattivati i seguenti impianti:
UHF 28 da MONTE PENICE, Menconico (PV)
VHF 08
da VALCAVA PASSO, Torre de' Busi (LC)
Entrambe le postazioni servono la città di MILANO e l'area ovest della Lombardia.
Inoltre i nostri corrispondenti ci comunicano che risulta nuovamente attivo l'impianto toscano di MONTE SERRA - Calci (PI) che modula sulla frequenza VHF 08.
Ringraziamo la direzione di
EUROPA 7 per la collaborazione con il nostro sito.
https://lh6.googleusercontent.com/-AjmSepN8DvA/Utw45UtwG-I/AAAAAAAExRA/eCl45ttAn8g/s1600/00%2520B%2520%25282%2529.jpg

Ore 12.35 -  MUX NAZIONALI  - CANALE ITALIA MUX 1: TELEITALIA ELIMINATO DALLA LCN 225, SULLA LCN 179 RINOMINATO ITALIA TV.
https://lh6.googleusercontent.com/-8i5dTP57ZOA/UpXMPJ-IWkI/AAAAAAAEVBU/aMWQTqvIAfM/s1600/CANALE%2520ITALIA%25201%252060.jpg
CANALE ITALIA Mux 1
https://lh5.googleusercontent.com/-Qd8arsctgRk/U2dlwcZUA8I/AAAAAAAFipg/iNtwnOfGeIk/s1600/TELEITALIA%25202%252052.jpg
Su CANALE ITALIA Mxu 1 l'emittente TELETITALIA va via dalla numerazione LCN 225. Infatti questo slot, che era presenta sulla LCN 225, è stato rinominato ITALIA TV ed è passato alla posizione LCN 179, in precedenza occupato da un'altra copia di TELEITALIA che è stata eliminata. Al momento però ITALIA TV (LCN 179) sta continuando a trasmettere la programmazione di TELEITALIA, che continuerà ad essere sintonizzabile sulla LCN 225 tramite i mux locali regionali legati all'emittente 7 GOLD. Inoltre una curiosità che abbiamo notato durante la nostra sintonizzazione, prima della trasmissione di un programma in diretta dedicato al lotto è andato in onda un monoscopio con le scritte SIAMO IN ATTESA DI COLLEGARCI CON MILANO e in alto LCN - MILANO. Abbiamo aggiornato la griglia dei canali e lo z@pping TV di CANALE ITALIA Mux 1 e la lista LCN NAZIONALE.

https://lh4.googleusercontent.com/-Qx6Z5WSI0eY/U2tYj_ptq2I/AAAAAAAFk-8/wsBKHZ4rnNQ/s1600/00%2520B%2520%25283%2529.jpg

https://lh5.googleusercontent.com/-ypGxZFDJems/U2tYgOWBYLI/AAAAAAAFk-s/7PWb2R9nfUY/s1600/179%2520A%2520%25282%2529.jpg
https://lh3.googleusercontent.com/-y-bM8ntc-5g/U2tYhvnF3iI/AAAAAAAFk-0/txew2KpOCGg/s1600/179%2520B%2520%25282%2529.jpg

https://lh4.googleusercontent.com/-S1iTv640KPM/U2tYfKCYUyI/AAAAAAAFk-k/CSNgzW6aI_Q/s1600/179%2520C.jpg
https://lh5.googleusercontent.com/-KKjsHCtmiD8/U2tYd1PmaiI/AAAAAAAFk-c/DiWbR4GA5LY/s1600/179%2520D.jpg

Ore 11.20 -  MUX NAZIONALI  - MEDIASET MUX 3: ARRIVA PREMIUM EXTRA 3.
https://lh3.googleusercontent.com/-1qF4t7mRBio/UqdC4L1LvbI/AAAAAAAEaCs/UqZap8FXSA8/s1600/MEDIASET%252060.jpg
UHF 24-29-38 MEDIASET Mux 3
https://lh6.googleusercontent.com/-tkpmV8NQXJs/U2yHAaSoUZI/AAAAAAAFlXU/r-W0DAarKkc/s1600/Premium%2520EXTRA%25203%252052.jpg
In questo multiplex è stato inserito il canale Premiun Extra 3 con la numerazione LCN 388. E' in onda un cartello fisso con la locandina della gara automobilistica MINI CHALLENGE 2014 che si svolgerà a Misano (Rimini) il prossimo11 maggio e per l'occasione verrà trasmessa su questo canale. Abbiamo aggiornato lo z@pping TV del MEDIASET Mux 3. Consulta anche la lista LCN NAZIONALE.

https://lh4.googleusercontent.com/-Lo7mBLzaPtY/U2tHs279YmI/AAAAAAAFk80/Tr4pov6cnZ0/s1600/00%2520B%2520%25286%2529.jpg
https://lh3.googleusercontent.com/-vFtAHGe35CM/U2tHAZCGzKI/AAAAAAAFk7s/ZslH8zL0f_0/s1600/388%2520A.jpg
https://lh4.googleusercontent.com/-3b2saVal9F0/U2tHByUBVxI/AAAAAAAFk70/wxboSLqengo/s1600/388%2520B.jpg


 7 MAGGIO 2013 - Mercoledì 

Ore 17.35 - DIRITTI TV: PER LA SERIE A SUL DIGITALE TERRESTRE SPUNTA FOX SPORTS.
"All in" di Murdoch da 310 milioni per il Campionato italiano.
L’anticipo del sabato e il posticipo della domenica in esclusiva; oppure un mini-pacchetto di otto squadre anch’esso in esclusiva; o ancora tutto come prima ed esclusive non per prodotto bensì per piattaforma introducendo una busta ad hoc per le dirette streaming.
La Lega Calcio e l’advisor Infront Italy -terminate le audizioni coi braodcaster - si interrogano sui pacchetti da mettere all’asta per assegnare i gol della Serie A per le stagioni 2015-2018. Immagini da vendere a un prezzo che Infront ha garantito di almeno 980 milioni all’anno. Mediaset -che attualmente paga 268 milioni l’anno per dodici squadre e 324 partite - si batte per il mantenimento dello status quo. Sky Italia - che versa nelle casse di Via Rosellini 561 milioni per tutte le 380 partite - invoca l’introduzione delle esclusive per prodotto, "per valorizzare e migliorare il prodotto del calcio italiano" e soprattutto perché il calcio costruisce "valore solo se è in esclusiva". Ma c’è un terzo player -con una dote di oltre 310 milioni da spendere - che a quanto apprende Il Velino potrebbe affacciarsi all’asta per i diritti tv della Serie A e al quale, in fondo, come i pacchetti verranno confezionati interessa poco: FoxSports.
Formalmente i canali FoxSports non centrano nulla con SkyItalia. Condividono solo l’azionista di riferimento, la 21century Fox, ma hanno un loro management, una società autonoma e una loro sede. A dimostrarlo il fatto che i canali FoxSports sono presenti sia sul satellite di Sky sia sul digitale terrestre di Mediaset Premium. Insomma per Fox la neutralità, a differenza di Cielo, sarebbe non così difficile da dimostrare. E poi FoxSports già trasmette i gol di Spagna, Inghilterra e Francia, e per la Lega Calcio sarebbe garanzia di sicura professionalità. Il management -acquisito il pacchetto per il digitale terrestre -avrebbe oltre un anno per attrezzare una propria pay tv o, ancora meglio, per fare accordi di ospitalità, come già accade sull’infrastruttura del Biscione. Rupert Murdoch, insomma, si prepara a fare "all in" sul tavolo italiano dei diritti tv. Sempre che il croupier, l’Antitrust, gli serva le carte.
Ma aggiudicarsi il pacchetto delle gare di Serie A per il digitale terrestre e poi avviare un tira e molla con istituzioni, Autorità di controllo, club e broadcaster per lo "Squalo" sarebbe comunque una vittoria a livello di comunicazione. Cari tifosi, se volete essere sicuri di vedere la partita, salite su Sky. Cosa che il prossimo anno dovranno fare gli abbonati Mediaset Premium, per esempio, per vedere la Champions League. Da settembre, infatti, tranne la partita del mercoledì trasmessa in chiaro da Canale 5, la corsa europea di Juve, Roma e Napoli sarà roba di Sky Italia. Per le stagioni 2015-2018 i diritti tv della Champions League saranno invece in esclusiva su Mediaset Premium per 690 milioni (+44 per cento rispetto al precedente contratto). A Sky l’Europa League per 100 milioni.
Tratto da: www.newsit24.com/notizie/diritti-tv-per-la-serie-sul-digitale-terrestre-spunta-foxsports

Ore 16.20 -  TRENTINO ALTO ADIGE  - MUX TELEPADOVA (TRENTINO): ARRIVA TELEITALIA.
UHF 32 Mux TELEPADOVA (TRENTINO)
https://lh4.googleusercontent.com/-uAV5eeQpldI/U2oxZSTgmHI/AAAAAAAFklA/kVf8y3wEbn8/s1600/TELEITALIA%25202%252052.jpg
Il canale TELEITALIA sta arrivando nei mux regionali legati all'emittente 7 GOLD, infatti ci segnalano che in TRENTINO ALTO ADIGE è stato inserito nel mux TELEPADOVA (TRENTINO) con la numerazione LCN 225. Inoltre è stato inserito anche un canale dati a schermo nero e senza LCN denominato Svc 15. Abbiamo aggiornato la griglia dei canali e lo z@pping TV del mux TELEPADOVA (TRENTINO).

https://lh5.googleusercontent.com/-mTmPqVkS0uM/U2o9FMr-7DI/AAAAAAAFktQ/av87DhIHQME/s1600/225%2520A.jpg
https://lh3.googleusercontent.com/-qJ6aS1oiJcM/U2o9G24FWjI/AAAAAAAFktY/EHa5K9OUr8M/s1600/225%2520B.jpg

https://lh6.googleusercontent.com/-y9G1ISZME3w/U2o9HnMJc-I/AAAAAAAFktg/CzOcTT4hVgk/s1600/NO%252006%2520A.jpg

Ore 15.40 -  LAZIO  - MUX 7 GOLD LAZIO: ARRIVA TELEITALIA.
UHF 32 Mux 7 GOLD LAZIO
https://lh4.googleusercontent.com/-uAV5eeQpldI/U2oxZSTgmHI/AAAAAAAFklA/kVf8y3wEbn8/s1600/TELEITALIA%25202%252052.jpg
E' stato aggiunto in questo mux il canale TELEITALIA con la numerazione LCN 225. Ricordiamo che è presente anche su CANALE ITALIA Mux 1 con doppia LCN 179 e 225. Inoltre son stati inseriti due nuovi canali dati a schermo nero e senza LCN denominati Svc 14 e Svc 15. Abbiamo aggiornato la griglia dei canali e lo z@pping TV del mux 7 GOLD LAZIO.



https://lh3.googleusercontent.com/-yv4m_m_oPLE/U2oyFQjvi3I/AAAAAAAFknY/CcJxBsM64IE/s1600/00%2520B%2520%25282%2529.jpg
https://lh6.googleusercontent.com/-Ob7SGksbnGs/U2oTBb_SzQI/AAAAAAAFkio/EL36fNbfZTE/s1600/225%2520A.jpg
https://lh5.googleusercontent.com/-QBs3zaJtFPw/U2oTCgnYx5I/AAAAAAAFkiw/4cvQO5fUpr4/s1600/225%2520B.jpg

https://lh3.googleusercontent.com/-zyi9_YOYV2k/U2oySjTq9XI/AAAAAAAFkn0/ML2MlrKP_Gw/s1600/NO%252006%2520A.jpg
https://lh4.googleusercontent.com/-3EhfbmwaC3g/U2oyTRDAyhI/AAAAAAAFkn8/eNH7721gupA/s1600/NO%252007%2520A.jpg

Ore 12.35 SPAGNA, MEDIASET: TELEFONICA LANCIA OFFERTA DA 725 MLN PER 56% DIGITAL+.
Adnkronos.it - Telefonica lancia un'offerta vincolante di 725 milioni di euro per l'acquisizione del 56% della tv a pagamento Digital + dall'attuale azionista di maggioranza, Prisa.
E' quanto emerge da una nota inviata dal gruppo telefonico alla Consob spagnola, la Comisio'n Nacional del Mercado de Valores (Cnmv). Telefonica e' attualmente azionista della pay tv iberica con una quota del 22%, la stessa quota che fa capo a Mediaset Espana. L'offerta di acquisto, secondo quanto chiarito dalla compagnia telefonica, e' soggetta al via libera delle autorita' regolatorie competenti e al "completamento delle condizioni abituali in questo tipo di transazioni". A quanto si apprende Prisa si propone di portare la proposta in un consiglio di amministrazione che sara' convocato a breve. Un portavoce della societa' ha detto che l'offerta di Telefonica non e' stata l'unica e il presidente della societa', Juan Luis Cebrian, intende convocare d'urgenza un consiglio di amministrazione per esaminare l'offerta al fine di assumere le decisioni pertinenti.
Telefonica e Mediaset sono entrambi soci al 22% della piattaforma a pagamento dell'editore di El Pais: entrambi i partner avevano un diritto di prelazione rispetto alla vendita del pacchetto di controllo da parte di Prisa che fin qui non era stato esercitato.Se il gruppo spagnolo delle tlc acquisira' la maggioranza di Digital, e' altamente probabile che Mediaset rimanga della partita: rispetto al partner industriale il gruppo italiano ha un know how editoriale che difficilmente sarebbe messo in discussione.
Intanto il gruppo italiano ha gia' espresso l'intenzione di cercare un partner per le sue attivita' pay che intende spostare in un veicolo ad hoc: nella newco finirebbero la pay italiana, Mediaset Premium, e il 22% di Digital Plus. Da oltre un mese ci sono contatti ravvicinati con vari possibili investitori: ad oggi i gruppi interessati sono due, l'araba Al Jazeera e la francese Vivendi, cui fa capo Canal plus.


Da: www.reuters.it
Telefonica ha presentato un'offerta da 725 milioni per il 56% di Digital Plus in mano a Prisa, gruppo media spagnolo impegnato a ridurre un ingombrante debito da quasi 3 miliardi di euro. Alla borsa di Madrid Prisa a fine mattina balza di quasi il 7%, ampiamente sotto i massimi d'avvio. Debole a Milano Mediaset (-3%) che tramite Mediaset Espana possiede, come Telefonica, il 22% della pay Tv spagnola
(per esteso si chiama Distribuidora de Televisión Digital) che con 1,62 milioni di abbonati e i diritti per il campionato di calcio spagnolo è la maggiore Tv a pagamento del paese.
Non è la prima volta che un gruppo di tlc investe con decisione nella Tv con lo scopo di integrare la propria offerta di servizi a banda larga. Risale allo scorso novembre la mossa di BT Group, società telefonica britannica, che si è aggiudicata con un'offerta record i diritti della Champions League spiazzando la pay Tv di Murdoch BSKyB.
La proposta di Telefonica è condizionata al via libera delle autorità regolatorie dato, tra l'altro, che il gruppo iberico - socio importante di Telecom Italia - già possiede in Spagna una propria piattaforma a pagamento, Movistar TV, con 676.000 clienti.
La Cnmc, l'antitrust spagnola, ha detto lo scorso marzo che un eventuale acquisto di Digital Plus da parte di Telefonica dovrà essere analizzato da Bruxelles per la sua dimensione comunitaria e ha messo in luce che potrebbero esserci anche "implicazioni importanti" sul fronte della concorrenza in Spagna. Telefonica attende anche il non scontato via libera dell'antitrust europeo all'acqusizione da 8,6 miliardi dell'operatore mobile tedesco E-Plus.
Al momento non ci sono commenti da Prisa né da Mediaset Espana o dalla sua controllante.
Mediaset ha ribadito la scorsa settimana, in occasione dell'assemblea degli azionisti, un approccio attendista sul tema, pur facendo intendere che la partecipazione in Digital Plus è strategica perché rientra in un più ampio piano di rafforzamento del settore pay. In quest'ottica, alla luce dell'intenzione di far confluire tutti gli asset pay del gruppo in un unica società aperta all'ingresso di un partner industriale, in molti avevano ipotizzato un possibile incremento della sua partecipazione.
L'offerta di Telefonica, annunciata ieri in tarda serata, smuove le acque. Una fonte di settore considera poco plausibile una contro-offerta del Biscione, che con Telefonica ha buoni rapporti, o una sua uscita dalla pay spagnola.
"Bisogna capire, se l'offerta sarà accettata, se Mediaset resterà con una quota di minoranza", dice un analista che mette in luce anche la questione delle sinergie tra attività italiane e spagnole.
L'offerta di Telefonica, sottolinea ancora l'analista, valuta Digital Plus (33 milioni di Ebitda nel 2013) nella parte alta di quanto ventilato dalla stampa.
Per contro Kepler Cheuvreux in una nota commenta: "Non escludiamo che Prisa dica che l'offerta è troppo bassa per fare maggior pressione su Telefonica e tentare di convincerla ad alzarla".
Oggi, a mercati chiusi, Mediaset Espana annuncerà i risultati trimestrali e seguirà una conference call. Potrebbe essere l'occasione per avere qualche indicazione o commento sulla mossa di Telefonica.


Ore 12.20 - MILANO FINANZA: "SI RIACCENDE IL SEGNALE DI SPORTITALIA SULLA LCN 153 DAL 2 GIUGNO".
MILANO (MF-DJ) - Dopo otto mesi di oscuramento sull'etere tornera' il segnale di Sportitalia. E a rilanciare l'emittente sara' lo stesso imprenditore che l'ha fondata nel 2004: Tarak Ben Ammar.
Ma questa volta avra' al suo fianco Naguib Sawiris, azionista della galassia Prima Tv, e il giornalista Michele Criscitiello, gia' volto noto del canale tematico.
L'operazione, scrive MF, alla quale le varie parti in causa hanno lavorato da oltre sei mesi prendera' forma ufficialmente il prossimo 2 giugno (24 ore non stop dalle 20), giorno del debutto dell'araba fenice che risorgera' dalle ceneri nelle quali era precipitata all'inizio dello scorso novembre, dopo le gestioni targate Bruno Bogarelli e, piu'
recentemente, Valter La Tona. Il progetto, che per conto di Prima Tv e' stato gestito in prima persona da Egidio Viggiani, direttore affari generali della societa' partecipata da Ben Ammar e Sawiris (presente in Italia con i portali Libero e Infostrada e la quotata Dada), prevede un investimento di 6-8 milioni. Cifra che potrebbe lievitare in caso di
ulteriore crescita in ottica multichannel. Sportitalia debuttera' sul digitale terrestre free (canale 153) ma e' anche probabile che torni a essere inserita nel bouquet di Sky Italia (nella numerazione 200, quella dedicata all'informazione sportiva) come negli anni passati.

Tratto da: www.milanofinanza.it/news/dettaglio_news.asp?id=201405070934001115&chkAgenzie

https://pbs.twimg.com/media/BnA_d07IIAAsHHh.jpg

Ore 00.25 - CORRIERE DELLE COMUNICAZIONI: IL PUNTO DEL SOTTOSEGRETARIO ALLE COMUNICAZIONI GIACOMELLI SULLE INTERFERENZE CON L'ESTERO.
Il sottosegretario alle Comunicazioni: "Riorganizzazione per l'emittenza locale. Risolveremo il nodo dell'eccessiva saturazione dello spettro". E' la prima volta dal 2010 che il governo mette mano al coordinamento internazionale: l'inadempienza ha messo il Paese a rischio di procedura d'infrazione. Oggi incontro con il ministro delle Comunicazioni sloveno Jerney Pikal.
http://www.corrierecomunicazioni.it/upload/images/05_2014/foto-140506173907_medium.jpg
“Non risolveremo solo il problema delle interferenze con la Slovenia, ma la strategia che adotteremo ci consentirà di riorganizzare il settore dell’emittenza locale e di superare un’eccessiva saturazione dello spettro”. Lo ha detto il sottosegretario alle Comunicazioni Antonello Giacomelli nel corso dell’incontro di oggi a Roma con il ministro delle Comunicazioni sloveno Jerney Pikalo (nella foto), nel corso del quale Lubiana ha segnalato ufficialmente una serie di criticità sulle proprie frequenze radio-televisive, in particolare quelle relative al canale 22.
Un problema già noto al ministero dello Sviluppo economico e segnalato all’Authority per le Comunicazioni che sta mettendo a punto la delibera relativa. Giacomelli ha ricordato al ministro sloveno che l’Italia ha già spento il canale 33 e concordato con lui una serie di incontri bilaterali di carattere tecnico, già entro la prima metà di giugno, per risolvere gli altri problemi di interferenza.
“Non solo intendiamo mantenere gli impegni assunti dall’Italia in sede internazionale ma, come abbiamo già spiegato ai vertici dell’ITU alla fine di aprile, metteremo in campo una serie di azioni per favorire la liberazione dello spettro e ricavare un dividendo digitale” ha spiegato Giacomelli.
E' la prima volta che il governo italiano mette mano al coordinamento internazionale sulle frequenze dal 2010, anno in cui Agcom definì il piano per gestire al meglio il nodo interferenze. I tavoli internazionali con i Paesi confinanti, necessari al compimento del processo, non sono mai stati però avviati.
Risultato: nessuna frequenza italiana è coordinata. Una situazione da "stato canaglia" che ha indotto nei giorni scorsi Francois Rancy direttore del Radiocommunication bureau dell’Itu a venire in Italia di persona per trattare con Giacomelli gli interventi che il nuovo governo intende adottare per voltare pagina sul "far west" delle frequenze, scongiurando le minacce di procedure d’infrazione richieste dai paesi vicini. Nel corso dell’incontro Rancy ha detto a Giacomelli di apprezzare la svolta promessa dal nuovo esecutivo nell’utilizzo dello spettro radiofrequenziale. “La strategia che adotteremo - ha detto il sottosegretario - ci consentirà non solo di mettere finalmente l’Italia in grado di rispettare gli accordi internazionali sottoscritti, ma anche di riorganizzare complessivamente il settore dell’emittenza locale eliminando ambiguità, dando certezza di risorse e superando un’eccessiva e ingiustificata saturazione dello spettro”.

Tratto da:
www.corrierecomunicazioni.it/tlc/27439_giacomelli-frequenze-via-agli-incontri-bilaterali


 6 MAGGIO 2013 - Martedì 

Ore 23.55 - KEY 4 BIZ: "SPAGNA, OSCURATI I 9 CANALI TV".
Il Tribunale Supremo ha giudicato nulla la procedura di assegnazione delle frequenze tv. Oscurati quindi 9 canali tra i quali 2 di Mediaset.
Frequenze tv a rischio in Spagna. Ieri a mezzanotte sono stati oscurati 9 dei 24 canali nazionali trasmessi digitale terrestre, in esecuzione della sentenza del Tribunale Supremo del dicembre 2012, che ha giudicato nulla la procedura di assegnazione delle frequenze televisive fatta nel 2010 dal governo Zapatero, senza gara pubblica, dopo lo spegnimento del segnale analogico.
Più precisamente, due anni fa il Tribunale spagnolo aveva annullato l'accordo del Consiglio dei Ministri, con il quale si assegnava direttamente e senza concorso le frequenze pubbliche del digitale terrestre, accogliendo in parte un ricorso presentato dalle imprese Infraestrutura e Gestion 2002 S.L.

L'Union de Televisiones Comerciales en Abierto (Uteca), l'associazione dei broadcaster privati spagnoli, ha presentato a sua volta ricorso alla sentenza del Tribunale Supremo, per violazione dei diritti degli operatori televisivi e di tutto il settore audiovisivo e per la "situazione di insicurezza giuridica senza precedenti" introdotta a livello di business e regolamentare e il danno all'industria. Il patronato delle televisioni aveva chiesto la sospensione cautelare della sentenza, in attesa del pronunciamento sul ricorso presentato, una richiesta rigettata dall'alto tribunale.
Fra i canali oscurati, la Sexta 3, Xplora e Nitro, del gruppo Atresmedia, risultato dalla fusione di Antena 3 e la Sexta; i canali La Siete e Nueve del gruppo Mediaset; AXN, canale di Soni veicolato dal multiplex di Veo TV (guidato da Unidad Editorial), tornato dal 30 aprile ad essere pay tv; mentre Net TV, il cui principale azionista è Vocento, ha chiuso due canali di televendita, che recentemente avevano smesso di ospitare Intereconomia e MTV.

Ore 16.55 -  ABRUZZO  - MUX VERA TV (ABRUZZO): ARRIVANO TVP ITALIA E VERA ANCONA TV, AGGIORNATO LO Z@PPING TV.
UHF 34 Mux VERA TV (ABRUZZO)
https://lh4.googleusercontent.com/-AU6iouQ0FeE/U2jf3G5PQkI/AAAAAAAFkF8/prHBzwMQOQY/s1600/TVP%2520ITALIA%252052.jpg
https://lh4.googleusercontent.com/-MUoGxNEnuwI/Ur39hFWa6eI/AAAAAAAElos/Re6ao5KXb4Q/s1600/VERA%2520ABRUZZO%2520TV%252052.jpg
https://lh3.googleusercontent.com/-1U8AhOVWarE/U2jf6dYZoJI/AAAAAAAFkRk/NdBFM9fcrlU/s1600/VERA%2520TV%2520ANCONA%252052.jpg
Aggiorniamo la composizione del mux VERA TV, versione abruzzese, segnalando che, rispetto alla nostra ultima rilevazione, ritorna TVP ITALIA sulla LCN 213, ma non trasmette, è a schermo nero. La posizione LCN 213 era in precedenza occupata da VERA ABRUZZO TV che ora è passato alla LCN 86 ma non trasmette più la propria programmazione ma una schermata fissa di una scacchiera con delle linee verticali che scorrono sullo schermo. Infine sulla numerazione LCN 694, dove prima c'era uno slot a schermo nero denominato VERA TV ABRUZZO, ora è presente la programmazione di VERA ANCONA TV. Abbiamo aggiornato la griglia dei canali e lo z@pping TV con nuove immagini del mux VERA TV (ABRUZZO). Consulta anche le liste delle TV A PESCARA e della LCN A PESCARA.
https://lh4.googleusercontent.com/-9dmZFtyrIpY/U2jibmZR1PI/AAAAAAAFkPQ/Bu8AvKim4W8/s1600/213%2520A.jpg
https://lh4.googleusercontent.com/-nBAgL0CfPYU/U2jia9SAdqI/AAAAAAAFkPA/PrLg8kOrWbE/s1600/86%2520A.jpg
https://lh5.googleusercontent.com/-GvAmguwSKOg/U2jiV7PlErI/AAAAAAAFkPI/62Uu3BpW6B0/s1600/86%2520B.jpg
https://lh4.googleusercontent.com/-dsWGhFt22T0/U2jieflimlI/AAAAAAAFkeM/-3zaDrqrwa4/s1600/694%2520A.jpg
https://lh6.googleusercontent.com/-JvSFuf_y880/U2jifS2MwfI/AAAAAAAFkQY/MMw-42ydjas/s1600/694%2520B.jpg

Mux VERA TV ‎‎(ABRUZZO)‎‎ - Z@pping TV



 5 MAGGIO 2014 - Lunedì 

Ore 22.40 -  LOMBARDIA  - MUX RETEBRESCIA: AGGIORNATA LA GRIGLIA DEI CANALI E LO Z@PPING TV.
https://lh5.googleusercontent.com/-XAF9wefpDtU/U2fiejH7fRI/AAAAAAAFjaA/1DAMOSKkxCM/s1600/RTB%2520RETEBRESCIA%252060.jpg
UHF 21 Mux RETEBRESCIA
Spostiamoci nell'area est della Lombardia ed aggiorniamo la composizione del provider RETEBRESCIA, che rispetto alla nostra precedente rilevazione, passa da 6 TV veicolate a 12 TV e 2 radio. Li elenchiamo di seguito.

https://lh3.googleusercontent.com/-iFiNBORJfCE/U2fkynSN5iI/AAAAAAAFjdo/ncI-5uovMUM/s1600/00%2520B.jpg
   72 - RETEBRESCIA
  95 - Sol REGINA Tv
  99 - Lombardia Tv
111 - LODI CREMA Tv
112 - Video CREMONA
115 - LOMBARDIA 1 Tv
213 - NORD ITALIA TV
295 - Rete 55 Brescia
624 - RTB VIRGILIO
681 - RTB 4YOU
683 - RTB LUCE
693 - Medjugorie Italia Tv
810 - LOMBARDIA Radio Tv
      - RADIO Lodi




Sol REGINA Tv (LCN 95) e Video CREMONA (LCN 112) trasmettono la medesima programmazione. NORD ITALIA TV (LCN 213), RTB 4YOU (LCN 681) e RTB LUCE (LCN 683) trasmettono la programmazione di RTB VIRGILIO (LCN 624), ma giusto per confondervi un po' le idee aggiungiamo che a sua volta RTB VIRGILIO (LCN 624) trasmette la programmazione di RETEBRESCIA. Rete 55 Brescia (LCN 295) e Medjugorie Italia Tv (LCN 693) sono a schermo nero. Abbiamo aggiornato la griglia dei canali e lo z@pping TV del mux RETEBRESCIA, insieme alla lista delle TV A BRESCIA.

Mux RETEBRESCIA - Z@pping TV


Ore 18.35 -  ABRUZZO  - MUX ANTENNA 10: RITORNA LA PROGRAMMAZIONE DI 10 INFORMA AL POSTO DI TVMAIELLA.
UHF 46 Mux ANTENNA 10
Il canale 10 Informa (LCN 115) è tornato in onda con il proprio logo, non trasmette più la programmazione dell'emittente teatina TVMAIELLA. Abbiamo aggiornato la griglia dei canali e lo z@pping TV con nuove immagini del mux ANTENNA 10.


https://lh5.googleusercontent.com/-qG1ao_BMzjQ/U2e6oyjul8I/AAAAAAAFjQw/Mlif2EWzwEo/s1600/00%2520B%2520%25282%2529.jpg
https://lh6.googleusercontent.com/-veldGrCSo4o/U2e5wMouPMI/AAAAAAAFjPY/G5W6NUsEN8k/s1600/115%2520A%2520%25282%2529.jpg
https://lh6.googleusercontent.com/-XEYKyHa3P6k/U2e5xBTipGI/AAAAAAAFjPg/0NFW53BbA1w/s1600/115%2520B%2520%25282%2529.jpg

Mux ANTENNA 10 - Z@pping TV


Ore 16.00 -  SICILIA  - MUX STUDIO 98: ARRIVA TFN, REALIZZATO LO Z@PPING TV.
https://lh6.googleusercontent.com/-XizVvwbcrFY/U2eWrzWLZ7I/AAAAAAAFiys/ZH31_sfSWBs/s1600/STUDIO%252098%252060.jpg
VHF 10 - UHF 35 Mux STUDIO 98
https://lh6.googleusercontent.com/-aiVTcpkMvuA/U2eWt6rPu0I/AAAAAAAFizE/gR8y6UqMCZo/s1600/TFN%252052.jpg
Il canale TFN amplia la propria copertura, infatti è arrivato nel mux del provider STUDIO 98 con la numerazione LCN 298. Il multiplex ora è composto da sei emittenti TV.
Abbiamo aggiornato la griglia dei canali e abbiamo realizzato lo z@pping TV del mux
STUDIO 98. Ringraziamo il nostro nuovo collaboratore della Sicilia, DAVIDE di Canicattì (AG), per averci fornito le immagini e i dettagli tecnici dei canali.

  19 - Tele Radio Sciacca
  95 - STUDIO 98
111 - TV7 Partinico
287 - Sicilia TV
298 - TFN
633 - STUDIO 98 DUE








https://lh3.googleusercontent.com/-RvlYYt1k1Uo/U2s0ctIF-II/AAAAAAAFk4o/JMITzZase-U/s1600/298%2520A.jpg
https://lh4.googleusercontent.com/-Y5eafGZNj3w/U2s0jCR043I/AAAAAAAFk5I/DKD_oeqf4-k/s1600/298%2520B.jpg
https://lh5.googleusercontent.com/-iEXVzATQ8HM/U2s1uMTVcTI/AAAAAAAFk6M/LnQ5zXv_90g/s1600/STUDIO%252098%2520DUE.png

Mux STUDIO 98 - Z@pping TV


Ore 15.15 -  MUX NAZIONALI  - CANALE ITALIA MUX 1: ARRIVA SULLA LCN 179 UN DUPLICATO DI TELEITALIA.
https://lh6.googleusercontent.com/-8i5dTP57ZOA/UpXMPJ-IWkI/AAAAAAAEVBU/aMWQTqvIAfM/s1600/CANALE%2520ITALIA%25201%252060.jpg
CANALE ITALIA Mux 1
https://lh5.googleusercontent.com/-Qd8arsctgRk/U2dlwcZUA8I/AAAAAAAFipg/iNtwnOfGeIk/s1600/TELEITALIA%25202%252052.jpg
E' stato aggiunto con la numerazione LCN 179 un duplicato del canale TELEITALIA, già presente in questo multiplex con la LCN 225. Abbiamo aggiornato la griglia dei canali e lo z@pping TV di CANALE ITALIA Mux 1 e la lista LCN NAZIONALE.


https://lh5.googleusercontent.com/-5MEA5Gc8978/U2eMive_ZuI/AAAAAAAFiws/u5uDahONg48/s1600/00%2520B%2520%25282%2529.jpg

https://lh6.googleusercontent.com/-mzpu2ecdJSU/U2eMgJL6G2I/AAAAAAAFiwc/hbQl9DGN6vc/s1600/179%2520A.jpg
https://lh5.googleusercontent.com/-vzTVJJqIpNw/U2eMhl4rKWI/AAAAAAAFiwk/W7uNsFrkiTw/s1600/179%2520B.jpg

Ore 13.00 -  MUX NAZIONALI  - CANALE ITALIA MUX 1: NUOVO LOGO PER TELEITALIA.
https://lh6.googleusercontent.com/-8i5dTP57ZOA/UpXMPJ-IWkI/AAAAAAAEVBU/aMWQTqvIAfM/s1600/CANALE%2520ITALIA%25201%252060.jpg
CANALE ITALIA Mux 1
https://lh5.googleusercontent.com/-Qd8arsctgRk/U2dlwcZUA8I/AAAAAAAFipg/iNtwnOfGeIk/s1600/TELEITALIA%25202%252052.jpg
E' stato modificato il logo di stazione del canale TELEITALIA (LCN 225), sotto è presente anche la scritta SHOP IN TV CANALE 225. Inoltre in sovraimpressione è presente un'altra scritta fissa CI TROVI SUL CANALE 170, RISINTONIZZA IL TUO DECODER O IL TV, che fa riferimento al nuovo canale OK ITALIA arrivato con la numerazione LCN 170 in alcuni mux locali in diverse regioni italiane. Abbiamo aggiornato la griglia dei canali e lo z@pping TV di CANALE ITALIA Mux 1.
https://lh6.googleusercontent.com/--c9JZWMhc6I/U2dlxC06X9I/AAAAAAAFipo/DBda54N-H3I/s1600/225%2520A%2520%25282%2529.jpg
https://lh4.googleusercontent.com/-lmFG0HrJbnI/UqDI3bNGaPI/AAAAAAAFio4/TATJTvebqnw/s1600/225%2520B.jpg

Logo precedentemente usato.
Ore 11.35 -  MUX NAZIONALI  - MUX TIVUITALIA: TRASMISSIONI INTERROTTE PER PIANETA TV.
VHF 10 / UHF 22-27-28-43-51-59 Mux TIVUITALIA
UHF 34 Mux TIVUITALIA (LAZIO)
Il canale PianetaTV (LCN 165) non sta più trasmettendo, in onda sono presenti delle barre colore. Abbiamo aggiornato la griglia dei canali e lo z@pping TV dei mux TIVUITALIATIVUITALIA (LAZIO).

https://lh3.googleusercontent.com/-Fk6M8w-gCsc/UsHMeoFfRxI/AAAAAAAEl88/AVdGF4VSJiI/s1600/PianetaTV.png
https://lh4.googleusercontent.com/-QTLqocudbqw/Uzx0y2o4PgI/AAAAAAAFioQ/wCYraOQmQVI/s1600/165%2520A.jpg
https://lh5.googleusercontent.com/-UsnyFzFvo1k/U2dYXHlJbgI/AAAAAAAFioY/2CrFqOkAYRc/s1600/165%2520B.jpg

Ore 11.05 -  MUX NAZIONALI  - MUX EUROPA 7 (DVB-T2): RIPRESE LE TRASMISSIONI DI FLY E SENTIMENTAL.
VHF 08 - UHF 27/28/46/59 Mux EUROPA 7 (DVB-T2)
Aggiorniamo la nostra precedente news delle 09.40 di oggi segnalando che sono riprese le regolari trasmissioni dei canali FLY (LCN 417) e SENTIMENTAL (LCN 418) presenti nel mux in DVB-T2 del provider EUROPA 7.



https://lh3.googleusercontent.com/-Y4XTgfP8KcE/U2dSgbWCtpI/AAAAAAAFing/8ZIEqI6JJsU/s1600/FLY%2520-%252005%2520maggio%2520-%252010.55.39.jpg
https://lh6.googleusercontent.com/-y5pr_sOgaq4/U2dSe18jluI/AAAAAAAFinY/pBmbTBQ0ais/s1600/FLY%2520-%252005%2520maggio%2520-%252010.55.42.jpg
https://lh6.googleusercontent.com/-G4sfLu89L0U/U2dScNe27dI/AAAAAAAFinQ/VjTSwNVvRjA/s1600/SENTIMENTAL%2520-%252005%2520maggio%2520-%252010.55.28.jpg
https://lh6.googleusercontent.com/-ZNpI_wDaSzE/U2dSbNXW__I/AAAAAAAFinI/FrTEdxHhtoY/s1600/SENTIMENTAL%2520-%252005%2520maggio%2520-%252010.55.31.jpg

Ore 10.30 -  MUX NAZIONALI  - MUX RETECAPRI: SULLA LCN 163 ARRIVA UN DUPLICATO DI RADIO CAPRI TELEVISION.
https://lh5.googleusercontent.com/-65gkWl9OQTM/UocxcmTvBmI/AAAAAAAEG5o/umJJpydLSk0/s1600/RETECAPRI%2520N%252060.jpg
UHF 32-57 Mux RETECAPRI
https://lh4.googleusercontent.com/-gg-GEKdKNVE/UzwPxaF-WkI/AAAAAAAFV9w/TwdtA3eU6YE/s1600/ROMIT%252052.jpg
E' stato aggiunto con la LCN 163 un duplicato dell'emittente musicale RadioCapriTelevisiON, già presente sulla LCN 66. Ricordiamo che sulla LCN 163 lo scorso 18 aprile era apparso per pochi giorni il canale ETNO TV. Segnaliamo, inoltre, che CAPRI FASHION (LCN 247) è nuovamente a schermo nero, mentre su ROMIT TV (LCN 246) abbiamo notato, durante questa nostra ultima rilevazione, che non erano in onda programmi in lingua rumena, ma stava trasmettendo l'emittente satellitare italiana dedicata al lotto 90 numeri sat. Abbiamo aggiornato la composizione dei canali e lo z@pping TV del provider RETECAPRI. Consulta anche la lista LCN NAZIONALE.

https://lh3.googleusercontent.com/-aZYsRgjtMbk/U2dGgnj1imI/AAAAAAAFilQ/5gsdbMi9Gjo/s1600/00%2520B%2520%252818%2529.jpg
https://lh6.googleusercontent.com/-hbnwESEV0Jg/U2dGd9oT9WI/AAAAAAAFik4/wbH9VxszJQg/s1600/163%2520A%2520%25282%2529.jpg
https://lh4.googleusercontent.com/-UW0lB_Iq62g/U2dGft4eJdI/AAAAAAAFilI/xwMpVogtJmE/s1600/247%2520A%2520%25287%2529.jpg
https://lh6.googleusercontent.com/-4CHH4MFUsws/U2dGaWk5dkI/AAAAAAAFikw/aI8jcQvpyAo/s1600/ROMIT%2520TV%2520-%252005%2520maggio%2520-%252009.58.47.jpg
https://lh6.googleusercontent.com/-Gv9x2GuV3j4/U2dGZc2t9FI/AAAAAAAFiko/MFIzjd_xAI4/s1600/ROMIT%2520TV%2520-%252005%2520maggio%2520-%252009.58.56.jpg

Ore 09.40 -  MUX NAZIONALI  - MUX EUROPA 7 (DVB-T2): TRASMISSIONI INTERROTTE PER FLY E SENTIMENTAL.
VHF 08 - UHF 27/46/59 Mux EUROPA 7 (DVB-T2)
Trasmissioni interrotte per gli unici due canali attivi nel mux in DVB-T2 del provider EUROPA 7. Sull'emittente FLY (LCN 417) è in onda uno schermo nero con il solo logo di stazione presente in sovraimpressione in basso a destra, mentre su SENTIMENTAL (LCN 418) è in onda la schermata fissa dei titoli di coda di un film.



https://lh3.googleusercontent.com/-QhdncHzazMc/U2c-duPRnBI/AAAAAAAFiiw/E2EOLiJzgGU/s1600/FLY%2520-%252005%2520maggio%2520-%252009.26.28.jpg
https://lh3.googleusercontent.com/-7Y32oZDpP5g/U2c-eIfX-5I/AAAAAAAFii4/WBMjNGURE7k/s1600/FLY%2520-%252005%2520maggio%2520-%252009.26.32.jpg
https://lh6.googleusercontent.com/-pH5PJMrPewc/U2c-f4DLrzI/AAAAAAAFijI/m9AOQd3gTys/s1600/SENTIMENTAL%2520-%252005%2520maggio%2520-%252009.26.20.jpg
https://lh5.googleusercontent.com/-WKQG1cA2xZU/U2c-e7XylXI/AAAAAAAFijA/oxxoEo3LgB8/s1600/SENTIMENTAL%2520-%252005%2520maggio%2520-%252009.26.14.jpg


NEWS DA MERCOLEDI' 01 A DOMENICA 05 GENNAIO 2014



©
L'ITALIA IN DIGITALE 2009 > 2014


www.litaliaindigitale.it