NEWS 2014





                   LE NOTIZIE DELLA SETTIMANA


             Da Lunedì 1
a Domenica 7 SETTEMBRE 2014
















www.litaliaindigitale.it
Aggiungilo ai tuoi siti preferiti.


Sei appassionato di tv e radio e vuoi collaborare inviandoci le segnalazioni e le liste della tua zona?

Contattaci alla nostra mail
info@litaliaindigitale.it
e inizia subito a condividere le tue informazioni su L'ITALIA IN DIGITALE.

Vuoi condividere le tue impressioni sul digitale terrestre?
Ti interessa divulgare le informazioni in tuo possesso per aiutare chi è in difficoltà nella ricezione del DTT?
Vuoi lanciare un messaggio visibile agli utenti de l'Italia in digitale?
La nostra nuova mail è: sportello@litaliaindigitale.it
Pubblicheremo le vostre mail nello spazio SPORTELLO TV DIGIT@LE.
Potete utilizzare questa mail anche per dare una risposta, consiglio o parere sulle discussioni di questo sito.


https://sites.google.com/site/litaliaindigitale/news/news2009-2010
https://sites.google.com/site/litaliaindigitale/news/news2009-2010

https://sites.google.com/site/litaliaindigitale/news
NEWS 2012

NEWS 2013
NEWS 2014

NEWS DA MERCOLEDI' 01 A DOMENICA 05 GENNAIO 2014













Il nostro indirizzo internet è:
www.litaliaindigitale.it






MUX NAZIONALI

RAI Mux 1 (ABRUZZO)
RAI Mux 1 (BASILICATA)
RAI Mux 1 (CALABRIA)
RAI Mux 1 (CAMPANIA)
RAI Mux 1 (EMILIA-ROMAGNA)
RAI Mux 1 (FRIULI V.G.)
RAI Mux 1 (LAZIO)
RAI Mux 1 (LIGURIA)
RAI Mux 1 (LOMBARDIA)
RAI Mux 1 (MARCHE)
RAI Mux 1 (MOLISE)
RAI Mux 1 (PIEMONTE)
RAI Mux 1 (PUGLIA)
RAI Mux 1 (SARDEGNA)
RAI Mux 1 (SICILIA)
RAI Mux 1 (TOSCANA)
RAI Mux 1 (TRENTINO)
RAI Mux 1 (UMBRIA)
RAI Mux 1 (VALLE D'AOSTA)
RAI Mux 1 (VENETO)
RAI Mux 1 (VENETO/EMILIA-ROMAGNA)
RAI Mux 2
RAI Mux 3
RAI Mux 4
RAI Mux 5
RAI Mux 5 (PIEMONTE)
RAI Mux 6 (LAZIO)

MEDIASET Mux 1
MEDIASET Mux 2
MEDIASET Mux 3
MEDIASET Mux 4
MEDIASET Mux 5
TIMB Mux 1
TIMB Mux 2
TIMB Mux 3
RETE A Mux 1
RETE A Mux 2

Mux DFREE


Mux LA 3
Mux RETECAPRI
Mux RETECAPRI (B)

Mux EUROPA 7

CANALE ITALIA Mux 1
CANALE ITALIA MUx 2

LCN NAZIONALE

Mux START UP
COMMUNICATION

Mux STUDIO 1

Mux LA 9 (PIEMONTE)
Mux LA 9 (VENETO)
Mux LA 9 (TRENTINO)
Mux LA 9 (EMILIA-ROMAGNA)
Mux LA 9 (MARCHE)

FRANCIA IN DIGITALE
SVIZZERA IN DIGITALE



Le TV a ROMA Le TV a MILANO Le TV a TORINO
Le TV a PESCARA
LISTA LCN A ROMA
LE TV A MILANO
LE TV A TORINO
LE TV A PESCARA
Le RADIO a ROMA
Le RADIO a MILANO Le RADIO a TORINO Le RADIO a PESCARA

Lista LCN ROMA Lista LCN MILANO Lista LCN TORINO Lista LCN PESCARA
https://lh6.googleusercontent.com/-pbWiqyb-MWI/Uy615CQvIEI/AAAAAAAFUEg/3fje_5yah8o/s1600/MILANO%25202.jpg
LISTA LCN A PESCARA

LCN NAZIONALE





BRASILE - ITALIA... IN DIGITALE
L'ITALIA IN DIGITALE PRESENTA:
"BRASILE - ITALIA... IN DIGITALE"




https://lh5.googleusercontent.com/-Nw8PsyTYbTk/U5YpWW7thYI/AAAAAAAF0B4/UhF2xBn-n1c/s1600/News%2520Ultimo%2520320.gif


Clicca sulle immagini per vederle ingrandite


7 SETTEMBRE 2014
Domenica

https://lh6.googleusercontent.com/-_gtK0lOLsIw/U2ikVik7yDI/AAAAAAAFjzc/L0S9OhfcerY/s1600/Emilia%2520320.gif

Ore 18.15 - IL DIGITALE FA FLOP: DOVADOLA (FORLI'-CESENA) SENZA TV DA DIECI GIORNI.

FORLI' - Dieci giorni senza televisione. Succede a Dovadola dove in molte zone del paese non si vedono più le reti nazionali private di Mediaset, Canale 5, Rete 4 e Italia Uno, oltre alle tivù a pagamento.
Sarebbe un disagio sopportabile se almeno si potesse vedere la Rai senza problemi. Invece, molto spesso, neppure quella. A ormai quattro anni dall’arrivo del digitale terrestre, decine di persone, molte anziane, sono costrette a rimanere con il televisore spento in balia delle bizze di un segnale che non arriva. Sono tanti i cittadini che da tempo si lamentano, ma finora nessuna risposta.
“E’ da più di una settimana che non vedo un telegiornale - racconta il dovadolese Franco -. L’altra sera la partita non l’ho potuta guardare: vedevo solo una tivù privata dove vendevano degli anelli. Sono andato a letto dalla disperazione. Arrivo a casa dal lavoro e mi ritrovo in un paese del terzo mondo dove non si vede nemmeno la televisione. In un paese che offre già poco, se ci tolgono anche quella, non ci resta che andare a dormire. Da dieci giorni non si vedono le reti di Mediaset e già era capitato per diverse settimane. Da quando c’è il digitale terrestre è tutto peggiorato e anche la Rai in alcune zone non si vede. Col digitale, anche solo registrare un film, è impossibile. Io non ho visto neanche una partita dei Mondiali e quest’estate il segnale è arrivato un po’ di più perché quando è brutto tempo si vede meglio”.
“Più volte ci siamo rivolti al sindaco, agli amministratori e in Comune, ma non è mai arrivata una risposta. Sappiamo - continua Franco - che ci sono cose più importanti della televisione, ma basterebbe un intervento sul ripetitore. Mi chiedo anche perché un’associazione come la Pro loco, con gli incassi delle iniziative, non possa fare qualcosa a favore di tutti i cittadini anziché solo delle mangiate. Anni fa c’è stata un’iniziativa di questo tipo, con il contributo di tutti i dovadolesi, proprio per sistemare il ripetitore. La situazione forse migliorerebbe con un’antenna satellitare, ma non tutti i cittadini possono permettersi di spendere centinaia di euro per installarla. In alcune palazzine, vicino alla roccaccia, le antenne satellitari ci sono, ma ci sono anche tanti anziani che restano ancora con il televisore spento”. Dovadola non è l’unico Comune del forlivese dove il digitale terrestre ha portato solo disagio: anche a Tredozio, nel territorio di Galeata e a macchia di leopardo in tanti altri paesi per centinaia di persone, almeno 1500, non c’è la copertura del segnale Rai, la televisione pubblica, sostenuta dal canone pagato da tutti. Tanto è vero che nel dicembre 2013 i sindaci di Tredozio, di Dovadola e di Galeata avevano inviato una lettera alla Prefettura di Forlì-Cesena e al Ministero dello Sviluppo Economico e Comunicazioni per sollecitare una soluzione per il disservizio. Da allora, però, nulla è cambiato. (Maria Neri).
Tratto da: www.romagnanoi.it/news/forli/1208351/Il-digitale-fa-flop--Dovadola

VENETO IN DIGITALE

Ore 17.30 - MUX TV7 LADY: ELIMINATA LA SCRITTA PROVVISORIO SU TV7 METEO, SPORT E DOC, TV7 AZZURRA DIVENTA PROVVISORIO.

VHF 10 Mux TV7 LADY
Spostiamoci ancora nella sezione VENETO IN DIGITALE, grazie alla collaborazione di Alessio e Simone, rileviamo che sono avvenuti alcuni cambiamenti nel mux TV7 LADY. Nel dettaglio ci riferiscono che su alcuni canali è stato eliminato nell'identificativo il suffisso PROVVISORIO, si tratta di TV7 PROVVISORIO METEO (LCN 118), ora identificato TV7 METEO, TV7 PROVVISORIO TV7 SPORT (LCN 212) ora identificato TV7 SPORT e TV7 PROVVISORIO TV7 DOC (LCN 699) ora identificato TV7 DOC, invece TV7 AZZURRA (in onda senza numerazione automatica) aggiunge al proprio identificativo di rete la scritta PROVVISORIO, diventando TV7 PROVVISORIO TV7 AZZURRA. Rileviamo inoltre che TV7 METEO (LCN 118) e TV7 PROVVISORIO TRIVENETA NET (in onda senza LCN) trasmettono ora nel formato panoramico 16:9.
Consulta la griglia e lo z@pping TV con i parametri tecnici degli 11 canali TV veicolati dal mux
TV7 LADY.
https://lh5.googleusercontent.com/-ZCcjXiuz4v8/VAw04ZPDOhI/AAAAAAAGVaw/1jMEH_-RgNM/s1600/00%2520B%2520%25283%2529.jpg
https://lh3.googleusercontent.com/-ZyFkOT-0C7w/VAw1DVtxBXI/AAAAAAAGVdA/WDxIDRPiapU/s1600/118%2520A.jpg
https://lh6.googleusercontent.com/-sOKUbu95lf8/VAw1BY2kgwI/AAAAAAAGVbA/yNIq1ipiwmY/s1600/118%2520B.jpg
https://lh3.googleusercontent.com/-CIHCBoDVjes/VAw1CclFoxI/AAAAAAAGVbI/7JayYD7o9sM/s1600/212%2520A.jpg
https://lh4.googleusercontent.com/-CKUUooijgeA/VAw1AjC1kEI/AAAAAAAGVa4/k81jyi77Oig/s1600/212%2520B.jpg
https://lh5.googleusercontent.com/-xtGf5uNiyRE/VAw1JrAi5RI/AAAAAAAGVbg/dMgs31XUnEw/s1600/699%2520A.jpg
https://lh5.googleusercontent.com/-E6DP_y4pJ4M/VAw1IeqLdkI/AAAAAAAGVbY/BknTLWlrtlY/s1600/699%2520B.jpg
https://lh4.googleusercontent.com/-lVgyfI3DhsA/VAw1rGFj19I/AAAAAAAGVdY/v5DeobLRiIU/s1600/NO%252003%2520A.jpg
https://lh5.googleusercontent.com/-KXQLQx13dFc/VAw1ozrVwsI/AAAAAAAGVdI/UOa9UjEOYKc/s1600/NO%252003%2520B.jpg
https://lh6.googleusercontent.com/-WKkhoRWqydg/VAw1sDnxj1I/AAAAAAAGVdg/0ermFrLpFPk/s1600/NO%252001%2520A.jpg
https://lh5.googleusercontent.com/--x6MtwiKk5M/VAw1p9g1zbI/AAAAAAAGVdQ/HtWoivALcq0/s1600/NO%252001%2520B.jpg

NEWS 2014

Ore 12.05 - TURNI FANTASMA IN RAI: LA PROCURA ARCHIVIA IL CASO.

Per impossibilità di dimostrare lo svolgimento o meno di notturni, festivi e straordinari.
ROMA – E’ stato impossibile dimostrare in modo oggettivo lo svolgimento o meno di turni notturni, giornate festive e straordinari da parte di giornalisti del Tg1. Con questa motivazione la Procura di Roma ha chiesto l’archiviazione del procedimento che riguardava 44 cronisti dell’emittente pubblica nei cui confronti è stato ipotizzato il reato di truffa.
I pm Luca Palamara e Laura Condemi nell’atto riportano, comunque, che non c’è un adeguato sistema di controllo da parte dell’ente di viale Mazzini.
Il provvedimento è stato notificato alla presidente dell’azienda, Anna Maria Tarantola. I magistrati hanno informato i vertici della Rai visto che hanno svolto accertamenti sulla base di un esposto che era stato presentato dalla stessa Rai come parte offesa.
A sollevare il caso dei cosiddetti “turni fantasma” era stato un dossier anonimo di cui si era avuta notizia tra la fine del 2012 ed i primi mesi del 2013. Le successive verifiche dell’internal audit Rai ha portato poi alla presentazione di una denuncia.
Nella richiesta di archiviazione, i pm Condemi e Palamara ricordano che alla luce delle incongruenze tra maggiori richieste ed ore effettivamente lavorate non si può affermare che esistesse un adeguato sistema di controlli e di verifica delle prestazioni straordinarie indicate.
Insomma “il sistema così strutturato costituisce una prassi lacunosa che non può, tuttavia, imputarsi automaticamente agli indagati”. (TmNews)

Tratto da: www.giornalistitalia.it/turni-fantasma-in-rai-procura-archivia-caso


6 SETTEMBRE 2014
Sabato

ABRUZZO IN DIGITALE

Ore 23.35 - MUX TV SEI: ARRIVANO ABRUZZO SPORT E SHOPPING TIME, VANNO VIA TVSEI SPORT E TVSEI NEWS.

UHF 43 Mux TV SEI
https://lh5.googleusercontent.com/-mjKkFmiOvZ8/VAt7WqD3RMI/AAAAAAAGVAo/7MfN-4F7Z4E/s1600/SHOPPING%2520TIME%252052.jpg
Novità nel mux TV SEI, arrivano due nuovi canali. Sulla LCN 116 al posto di TVSEI SPORT subentra ABRUZZO SPORT, ma al momento non sta ancora trasmettendo, è a schermo nero. Invece sulla LCN 635 non è più in onda TVSEI NEWS ma ora trasmette la programmazione della nuova emittente Shopping Time. Abbiamo aggiornato la griglia dei canali e lo z@pping TV del mux TV SEI.


https://lh4.googleusercontent.com/-F4By6hp8Hd8/VAt7VR_zG3I/AAAAAAAGVAc/IASsR0qmF_A/s1600/00%2520B%2520%25284%2529.jpg
https://lh6.googleusercontent.com/-MTXJAlYx8ls/VAt7Urrw3NI/AAAAAAAGVAU/_Bcp4fQ5Qwc/s1600/116%2520A%2520%25282%2529.jpg
https://lh3.googleusercontent.com/-ak50zpbhXS0/VAt7UDpTQAI/AAAAAAAGVAM/cnjPevm2Sgw/s1600/635%2520A.jpg
https://lh3.googleusercontent.com/-Zjp6a6eoy58/VAt7S8BoX-I/AAAAAAAGVAE/tZTcX4XLqEw/s1600/635%2520B.jpg

MUX NAZIONALI

Ore 19.10 - TIMB MUX 1: SU AGON CHANNEL INSERITO IL LOGO DI ABC.

UHF 47-56 TIMB Mux 1
https://lh5.googleusercontent.com/-xZLhGXPbeNU/VASq3vJuXXI/AAAAAAAGQdU/stwjRfo2FjY/s1600/AGON%2520CHANNEL%252052.png
Sui promo di AGON CHANNEL (LCN 33) è stato inserito in sovraimpressione in basso a destra il logo di ABC, emittente che ha trasmesso fino al 31 agosto scorso su questa numerazione.



https://lh5.googleusercontent.com/-qoe9TmVksiM/VAs9XHx5M4I/AAAAAAAGU2A/EBkzILB0PUk/s1600/33%2520A%2520%25285%2529.jpg
https://lh3.googleusercontent.com/-P-adfDLDfIs/VAs9V3fkAHI/AAAAAAAGU14/kJVtdLVQGbg/s1600/33%2520B%2520%25284%2529.jpg

NEWS 2014

Ore 13.05 - RAIWAY SARA' IN BORSA ENTRO L'ANNO.

(Teleborsa) - La prossima quotazione di RaiWay, preannunciata ieri dopo il CdA della RAI, dovrebbe avvenire entro la fine dell'anno.
A precisarlo è stato il direttore generale della RAI, Luigi Gubitosi, a margine del Workshop Ambrosetti di Cernobbio. Gubitosi ha però posto un paletto all'IPO di RaiWay, affermando che lo sbarco in Borsa si concretizzerà “se il mercato sarà positivo”. Alla domanda se la quotazione possa creare dei timori, il manager ha riposto: “E' presto per dirlo, abbiamo ancora qualche mese, vedremo”. Intanto, la TV pubblica ha autorizzato la vendita, prevista a novembre, di un pacchetto di minoranza di RayWay, destinato alla quotazione sul mercato azionario, per un valore stimato di 400-450 milioni di euro.



5 SETTEMBRE 2014
Venerdì

MUX NAZIONALI

Ore 22.30 - RETE A MUX 2: ELIMINATO CINEMAX TELEVISION.

UHF 27-33-42-54 RETE A Mux 2
E' stato eliminato CineMax Television (LCN 144), canale che non aveva mai iniziato la sua regolare programmazione , trasmetteva solo trailers di film della MOVIEMAX.
Abbiamo aggiornato la griglia dei canali e lo z@pping TV
di RETE A Mux 2.

https://lh6.googleusercontent.com/-aUvVHz6j2X8/VAoaTQ1e8wI/AAAAAAAGUmo/tH1qOumOpQM/s1600/00%2520B%2520%252810%2529.jpg

MUX NAZIONALI

Ore 19.35 - MUX RETECAPRI: REINTRODOTTO LO STORICO LOGO DI ODEON, RIPRENDONO I PROGRAMMI DI ROMIT TV.

https://lh5.googleusercontent.com/-65gkWl9OQTM/UocxcmTvBmI/AAAAAAAEG5o/umJJpydLSk0/s1600/RETECAPRI%2520N%252060.jpg
UHF 32-57 Mux RETECAPRI
https://lh4.googleusercontent.com/-JE_joRKGh5g/VAl5Oq3UeNI/AAAAAAAGTlg/oZXcX0cUuBo/s1600/Odeon%2520TV%25202%252052.jpg
Apprendiamo dal sito OTGTV che la gestione della messa in onda di Odeon 24 (LCN 177) è passata nelle mani del gruppo televisivo romano GOLD TV. Rileviamo inoltre che l’emittente ha abbandonato i loghi di stazione introdotti lo scorso aprile (le icone mutavano in base al programma trasmesso) ed è stato reinserito lo storico station id di rete di ODEON.









Logo attuale
https://lh5.googleusercontent.com/-0h4pOk4sMIs/VAmQ216YMpI/AAAAAAAGT64/jqgpWOuenlg/s1600/177%2520A%2520%25282%2529.jpg
https://lh5.googleusercontent.com/-HSnNZVhxorU/VAmQ3ls5BgI/AAAAAAAGT7A/tKwVupJ23qE/s1600/177%2520B%2520%25282%2529.jpg

https://lh5.googleusercontent.com/-E0izpwDbT0Y/VAmQxWVakYI/AAAAAAAGT6Q/9kvKL_dTO7k/s1600/177%2520C.jpg
https://lh6.googleusercontent.com/-66rsyte314c/VAmQyebDoTI/AAAAAAAGT6Y/geIUnaxgLQ8/s1600/177%2520D.jpg

https://lh4.googleusercontent.com/-gg-GEKdKNVE/UzwPxaF-WkI/AAAAAAAFV9w/TwdtA3eU6YE/s1600/ROMIT%252052.jpg
Riprendono i programmi di ROMIT TV (LCN 246) che da qualche giorno era in onda con un crawl che annunciava la sospensione della programmazione (vedi nostra news del 2 settembre pubblicata alle ore 01.35). Per quanto riguarda la programmazione on air in alcune fasce orarie è in onda una programmazione commerciale, in altre vengono ritrasmessi i programmi di ROMANIA TV.


https://lh3.googleusercontent.com/-qGw_kavduj0/VAmQzTLQdvI/AAAAAAAGT6g/BQKnXAAOuoM/s1600/246%2520C%2520%25284%2529.jpg
https://lh4.googleusercontent.com/-IhhqlixrPXM/VAmQ0iqUM-I/AAAAAAAGT6o/x30NEtRW7c8/s1600/246%2520D%2520%25283%2529.jpg

https://lh6.googleusercontent.com/-ZanwCF1seo8/VAmQ1kZ63DI/AAAAAAAGT6w/HdUCnhFTXlc/s1600/246%2520A%2520%252811%2529.jpg

Abbiamo aggiornato la griglia dei canali e lo z@pping TV del mux
RETECAPRI.

https://lh5.googleusercontent.com/-LmXfGMAjpMM/VAmQwPBL-MI/AAAAAAAGT6I/MePBylWvr5E/s1600/00%2520B%2520%252834%2529.jpg

MARCHE IN DIGITALE

Ore 18.00 - MUX E' TV MARCHE: ELIMINATI DI.TV, MARIA VISION E ALTRI CANALI, ARRIVANO E' TV MACERATA 2, E' TV MARCHE 2 ED E'TV MUSIC.

https://lh4.googleusercontent.com/-hO57blwq-Mw/VAmMrFdGYCI/AAAAAAAGTsg/aTaG8Hw_M70/s1600/E%2527TV%2520MARCHE%252060.jpg
UHF 33-42-51 Mux E'TV MARCHE
https://lh6.googleusercontent.com/-wa3KhYvCtoc/VAmMnJloGOI/AAAAAAAGTr0/-Qqpe0o3gjM/s1600/E%2527TV%2520MACERATA%252052.jpg
https://lh4.googleusercontent.com/-Q8jKoaGn06M/VAmMsk_sM1I/AAAAAAAGTs4/5N4p2ohdEHo/s1600/E%2527TV%2520Piu%252052.jpg
https://lh5.googleusercontent.com/-q4TQP7hfDVs/VAmMy5O8-CI/AAAAAAAGTuU/UfjWXdbppAM/s1600/RADIO%2520CENTER%2520MUSIC%252052.jpg
Rispetto alla nostra precedente rilevazione del mux E'TV MARCHE dello scorso gennaio ci sono stati numerosi cambiamenti dei canali trasmessi, come sempre li riassumiamo nelle prossime righe. E' stata eliminata DI.TV che occupava la LCN 72, mentre sulla LCN 89 è stata inserita E' TV Macerata 2, copia di E'TV Macerata già presente sulla LCN 605. Sono stati eliminati anche E'TV ORLER TV (LCN 168) e Super Game TV (LCN 192); sulla LCN 604 il canale MARCHE-GHOST è ora identificato E' TV Marche 2 e trasmette la programmazione di E'TV Marche (LCN 12). Inoltre su E'TV Piu (LCN 112) è in onda E'TV MUSIC. Sono stati eliminati anche Maria Vision (LCN 630) e AnimexCristo. (LCN 631), mentre per quanto riguarda le emittenti radiofoniche sulla LCN 850 è stata aggiunta Radio Center Music.
Queste sono state le variazioni di rilievo di questo provider, per visualizzare tutti i canali trasmessi consulta la nostra griglia che comprende i relativi parametri tecnici, insieme allo z@pping TV per visualizzare gli identificativi e i loghi di stazione utilizzati dalle emittenti che compongono il mux
E'TV MARCHE

https://lh5.googleusercontent.com/-6DZgBn8iGZ0/VAmLTh5RosI/AAAAAAAGTvU/g0QTRfER3A8/s1600/00%2520B.jpg
https://lh4.googleusercontent.com/-JW2euWqQQmw/VAmLbPY2tlI/AAAAAAAGTwU/nme_NdTxLYU/s1600/89%2520A.jpg

https://lh5.googleusercontent.com/-s0bh5n3cl4E/VAmL2kCRK-I/AAAAAAAGTyY/zMtLJAYbXSk/s1600/605%2520A.jpg
https://lh4.googleusercontent.com/-nLvqdnD7OzM/VAmL38IvCVI/AAAAAAAGTyg/iS0iY3xRBZw/s1600/605%2520B.jpg
https://lh6.googleusercontent.com/-E4R37AzFKKE/VAmLVtTiIlI/AAAAAAAGTvc/F9LJmEgiwWo/s1600/12%2520A.jpg
https://lh5.googleusercontent.com/-UupUaJ-9y6A/VAmLW3kIwcI/AAAAAAAGTvk/CNtQS-rsp_Q/s1600/12%2520B.jpg

https://lh4.googleusercontent.com/-n12xz_DOp38/VAmLxtTgBII/AAAAAAAGTyI/xL0ZHbSUkEA/s1600/604%2520A.jpg
https://lh3.googleusercontent.com/-ABTcoWqz0eY/VAmL0Kpld-I/AAAAAAAGTyQ/97_2DCJrINw/s1600/604%2520B.jpg
https://lh4.googleusercontent.com/-Mmh4H5ms1Cw/VAmLd3d_hfI/AAAAAAAGTxQ/TSVGrIvnqXA/s1600/112%2520A.jpg
https://lh3.googleusercontent.com/-y-R7VLXmX6A/VAmLmwhi1_I/AAAAAAAGTxY/7X49lMRkns8/s1600/112%2520B.jpg
https://lh3.googleusercontent.com/-8XSx2yBqG8Q/VAmL7MYJ32I/AAAAAAAGTy4/shkbxLeGfXk/s1600/R%2520850.jpg

Mux E'TV MARCHE - Z@pping TV


BASILICATA IN DIGITALE

Ore 10.20 - RICEZIONE RAI IN BASILICATA: INTERVIENE MARGIOTTA (VP COMMISSIONE VIGILANZA).

“Per risolvere in via definitiva la questione della ricezione difettosa del segnale in digitale terrestre in molte zone della regione Basilicata, l’AGCOM ha disposto un piano di ricanalizzazione di cui, ad oggi, non abbiamo notizie.” Lo denuncia in una nota il vice Presidente della Commissione di Vigilanza Rai, Sen. Salvatore Margiotta spiegando che la ricezione di alcuni impianti principali di Rai Way “da quando si è passati al digitale, è notevolmente degradata a causa delle emissioni private provenienti dalla Puglia in isocanale (ch. 29), emittenti interferenti autorizzate ad irradiare su quel canale”. Si dovrà transitare dal ch. 29 al ch.24 per irradiare il MUX1 –continua il vice Presidente in Vigilanza- ma al momento nessun intervento è stato comunicato e predisposto, a discapito degli utenti sia della provincia di Matera che di quella di Potenza. Per questo chiedo urgentemente risposte alla Rai circa modalità e tempi con un’interrogazione, nel tentativo di recuperare un rapporto di fiducia tra gli abbonati lucani, privati di un diritto, quello all’informazione, ed il servizio pubblico nazionale”.
Tratto da: www.laprimapagina.it/2014/09/04/rai-margiotta-su-ricezione-segnale-digitale-terrestre


4 SETTEMBRE 2014
Giovedì

PUGLIA IN DIGITALE

Ore 21.30 - DIGITALE TERRESTRE: A MINERVINO MURGE (BAT) DA DUE ANNI SENZA TV.

A Minervino Murge, paese di 9500 anime sulle colline murgiane, dopo il passaggio al digitale nel 2012 c’è stato l’oscuramento dei canali dei maggiori network nazionali. Gli abitanti dei paesini delle Murge, gli anziani in particolare, sono ormai da due anni senza tv.
http://www.contattonews.it/wp-content/uploads/2014/09/minervino-murge.jpg
Nonna Angela, 82 anni, racconta del tv color di ultima generazione mai utilizzato: “L’ho comprato due anni fa: da allora è quasi sempre spento”, dice in un dialetto strettissimo. Perché non lo accende? “Perché da quando ci hanno imposto quel guaio, non posso più seguire i miei programmi preferiti perché non si vedono. Ho speso tanti soldi inutilmente”.
“Qui, purtroppo la tecnologia ha portato male”, scherza il sindaco Rino Superbo. E ironico aggiunge: “Credo che non ci sia un altro comune in Italia più tecnologizzato di noi: tutti abbiamo cambiato tv color, acquistando i modelli più all’avanguardia, con la speranza di poter guardare partite di calcio e talk show. Ma finora si è trattato di investimenti poco redditizi”.
È toccato al primo cittadino ascoltare, consolare e calmare i suoi compaesani sempre più innervositi da segnali televisivi che si captano a giorni alterni. “Può capitare – spiega – che i canali Rai non siano visibili che so, per giorni e poi tutto torna normale magari per due settimane e poi di nuovo il buio catodico”. Quando si registrano i maggiori disagi? “Alla sera o quando c’è bel tempo o quando sono trasmessi grandi eventi, forse perché c’è un bacino di utenza più ampio. Ci siamo rivolti al ministero dello Sviluppo economico, alla commissione di Vigilanza Rai, al Corecom (il Comitato regionale per le comunicazioni, ndr), a parlamentari, abbiamo sottoscritto petizioni ma finora nulla è cambiato”, riferisce rammaricato il 34enne amministratore con un passato da bancario. E puntualizza: “Purtroppo non difetta solo il servizio pubblico ma anche le tv private nazionali”.
Gli unici canali visibili appartengono alle emittenti locali e regionali. Cosa determina l’assenza di segnale? “Secondo i delegati e gli antennisti Rai, le onde emesse dei centri trasmittenti di monte Caccia e monte Sambuco, da cui diciamo dipendono le nostre televisioni, vanno in conflitto con quelle diffuse dalla postazione situata sul Conero, vicino Ancona”, racconta il primo cittadino che ricorda ancora la promessa strappata ai rappresentanti della Tv di Stato.
“Entro la fine del 2013 avrebbero dovuto installare un mini ripetitore di cui però non c’è traccia”. E tra gli anziani cresce la preoccupazione. “Un altro inverno è alle porte: se nulla dovesse cambiare, sarebbe il terzo senza Rai a cui tutti noi versiamo regolarmente il canone”, sospira la vicina di casa di nonna Angela. “So che un cittadino ha intentato una causa contro la Tv di Stato per interruzione di pubblico servizio ma è stata rigettata”, fa notare il sindaco che evidenzia anche un’altra particolarità: “In alcuni case il segnale c’è magari in quelle di fronte no. E questo accade sia nella zona storica, sia in periferia”. L’auspicio è che la Rai possa intervenire quanto prima. “Visto che gli ultimi Europei e Mondiali di calcio li abbiamo visti a spizzichi e bocconi, ci auguriamo di poter assistere integralmente ai prossimi”, conclude Superbo.


NEWS 2014

Ore 21.10 - BOLLORÉ STUDIA IL DOSSIER MEDIASET, SI GUARDA ALLA POSSIBILE INTESA TRA COLOGNO E TELECOM ITALIA.

Simone Filippetti per “Il Sole 24 Ore
L'autunno dei media ricomincia dalla pay-tv. Ossia da dove si era fermato prima delle ferie d'agosto. Mediaset e Vivendi sono i protagonisti. Ma l'esito finale potrebbe addirittura condurre molto più lontano: a Telecom Italia. A quel punto, accantonato per un' ora un matrimonio Vivendi-Telecom, il leitmotiv che ha tenuto banco per tutta l'estate, ecco che tornerebbe in auge il mai sopito dossier di un aggregazione Telecom-Mediaset.
Complice un incontro in barca tra PierSilvio Berlusconi e il finanziere bretone Vincent Bollorè, a fine luglio, si riaccendono intanto i riflettori su Mediaset Premium. Primo tassello di un puzzle molto più complesso. Ma andiamo con ordine. A inizio estate Telefonica, il colosso telefonico di Cesar Alierta, ha comprato il 10% della piattaforma pay del Biscione. Una mossa a sorpresa perché da quasi un anno si parlava di francesi (CanalPlus) e arabi (Al Jazeera) come potenziali soci. Alla fine l'hanno spuntata gli spagnoli, già alle prese con Mediaset sul dossier Digital+.

Ora tornano in auge proprio i transalpini di CanalPlus, interessati a entrare anche loro nel capitale di Premium. Ma sulla pay-tv italiana si gioca in realtà una partita molto più ampia, facendo intrecciare (nuovamente) le strade di Telecom e Mediaset. Per due motivi. Primo perché Canal Plus è di proprietà di Vivendi. Secondo, la stessa Vivendi sta trattando con Telefonica il possibile acquisto di Gvt in Brasile. Quindi si ritorna a Bollorè. Vivendi e Telefonica si sono dati un'esclusiva di 3 mesi per trovare un accordo. E la novità di ieri è che Vivendi e Mediaset hanno congelato fino a dicembre i colloqui su Premium. Coincidenze temporali.
Se e non appena si chiuderà la partita carioca, Vivendi si dedicherà al dossier Mediaset. A quel punto, partiranno anche le trattative sul fronte Premium. Con un Bollorè che mette un piede dentro Mediaset e il matrimonio Vivendi-Telecom sfumato, ecco che riprende quota l'idea di un merger Mediaset-Telecom. Cosa che forse non dispiacerebbe nemmeno a un Silvio Berlusconi da tempo molto in disparte e silente nell'agone politico. Un silenzio letto dal mondo della finanza come l'interesse dell'ex premier a che il Governo appoggi un'eventuale aggregazione.

D'altronde di un matrimonio «Media-Tel» se ne parla almeno da dieci anni. Ma il disegno è rimasto sempre una chimera anche perchè il mercato andava nella direzione opposta: separazione dei business. La telefonia alle telco, la tv egli editori. Ora però la convergenza è realtà: gli smartphone sono le tv del nuovo Millennio. E il mercato spinge: le telco, schiacciate da margini sempre più risicati, hanno bisogno di contenuti pregiati, da vendere a prezzo premium. Dall'altro lato gli editori soffrono per un mercato pubblicitario che negli ultimi 4 anni ha perso il 30%.

La stessa Mediaset è finita in rosso per la prima volta nella sua storia (nel 2012) e ha messo in atto un piano di tagli lacrime e sangue. Le prospettive per il mercato pubblicitario però non sono rosee, e una soluzione strategica va trovata. Ecco che potrebbe essere dunque la volta buona per un matrimonio con Telecom. Anche perchè sono maturi i tempi di colossi integrati tlc-tv-editoria. Primo, la tecnologia: oggi il consumo di programmi televisivi passa per lo più da smartphone e tablet.

Un mercato in mano alle Telco. Secondo, il mercato sta andando nella direzione della conglomerata. La scorsa primavera negli Stati Uniti il gigante At&T, la Telecom Italia degli Stati Uniti, si è comprata DirectTv, un canale televisivo via cavo. Al momento, però, non c'è nulla di concreto: i banchieri d'affari vicini ai dossier di casa Berlusconi sono ancora in ferie, così come i manager della galassia Fininvest. In casa Mediaset respingono ipotesi in tal senso.

Lo scenario «Media-Tel» è suggestivo, ma deve superare ostacoli non di poco conto. Ci sarebbero problemi Antitrust e regolatori; la governance sarebbe un altro nodo difficile; e infine gli assetti azionari.

- LA CHIMERA DELLA FUSIONE CON TELECOM

Antonella Olivieri per “Il Sole 24 Ore
L'ipotesi Telecom-Mediaset era già stata studiata, ma dalla fusione Fininvest sarebbe uscita con una quota annacquata al 7-8% e, secondo fonti addentro alla vicenda, il piano si sarebbe arenato sulla contrarietà dei Berlusconi-figli. Oggi i problemi del settore potrebbero avere ammorbidito le posizioni. D'altra parte anche il mondo delle tlc è in cerca di nuove frontiere.

Ma si fa presto a dire telecom-media: bisogna intendersi. AT&T-Directv non è l'esempio giusto: qui si parla dell'integrazione tra una compagnia telefonica e una piattaforma distributiva, nelle suggestioni italiane si tratterebbe di mettere insieme un produttore di contenuti con una telco.

E i precedenti – vedi quello infelice di Telefonica-Endemol – non depongono a favore. «Bisognerebbe chiedersi se Mediaset può essere d'interesse per Telecom e se Mediaset è in vendita: probabilmente non ci sarebbero risposte incontrovertibili», osserva un banchiere vicino alla tematica. Perchè Telecom che ha appena ceduto La7 dovrebbe farsi carico di un'altra tv generalista?

Ma il vero scoglio, sul quale già si erano infranti i sogni rimasti nel cassetto, è di natura regolamentare: la rete d'accesso è una utility e non può essere monopolio di un solo emittente. Tanto più che Telecom ha già stretto un accordo (commerciale) con Sky. La fusione parrebbe da escludere, ma è da vedere che sviluppi avrà il tavolo Vivendi-Telecom che, secondo alcuni, ha come convitato di pietra proprio il gruppo della famiglia Berlusconi.

- PERCHÉ LA FUSIONE CON MEDIASET NON È UNA SOLUZIONE PER TELECOM. PARLA CIPOLLETTA

Valeria Covato per www.formiche.net
Una trattativa andata male, il disinteresse dell’azionariato e un futuro tutto da riscrivere. È questo secondo Innocenzo Cipolletta, economista, già direttore generale di Confindustria e ora tra l’altro presidente del Fondo Italiano d’Investimento, lo stato dell’arte del gruppo telefonico presieduto da Giuseppe Recchi e guidato dall’amministratore delegato, Marco Patuano.

Un’azienda che, in una conversazione con Formiche.net, Cipolletta definisce senza mezzi termini “in vendita”.

- CHE SUCCEDE IN TELECOM

“Telecom è un’azienda in cui i principali azionisti hanno dichiarato di voler uscire – commenta Cipolletta – Hanno promesso di farlo gli istituti finanziari presenti in Telco alla scadenza del patto di sindacato, e lo ha annunciato Telefonica una volta chiusa la partita in Brasile con l’acquisto di Gvt”.
Ed è a causa del disinteresse dei grandi azionisti, e non per l’assenza di un azionista di controllo, c’è ancora Telco, che secondo Cipolletta Telecom Italia può definirsi quindi una “public company”.

- LE IPOTESI IMPROBABILI
In merito alla proposta di Telefonica di cedere metà delle sue quote in Telecom a Vivendi Cipolletta evidenzia l’improbabilità di un possibile coinvolgimento di Vincent Bollorè visto il suo recente disinteresse per la telefonia che può evincersi dalla dismissione dell’ultima compagnia telefonica posseduta in Brasile.
E Cipolletta esclude anche che una delle soluzioni possibili per Telecom sia racchiusa in una fusione con il gruppo Mediaset: “Il problema di Mediaset resta sempre il riferimento a un personaggio politico che muove una forza politica non secondaria”, commenta il presidente del Fondo Italiano d’Investimento.

- LA SOLUZIONE SECONDO CIPOLLETTA

Pur riconoscendo l’importanza strategica di una convergenza tra telefonia e contenuti, Cipolletta non reputa però tale sinergia determinante per le sorti di un operatore telefonico. E allora? “In questo settore c’è un’esigenza di accorpamento già in atto nel resto dell’Europa”, commenta l’economista.
“Se ci sarà un disegno di aggregazione per Telecom sarebbe opportuno ci sia un fondo, pubblico o privato, che possa collaborare alla definizione di una strategia che oggi gli azionisti non hanno”. “Eventualmente il Fondo Strategico Italiano” controllato dalla Cassa depositi e prestiti, puntualizza l’ex dg di Confindustria. E per Cipolletta i tempi sono maturi: “Sarebbe opportuno avere un operatore più forte e meno indebitato”.


MUX NAZIONALI

Ore 19.10 - CANALE ITALIA MUX 2 (D): ATTIVATO L’UHF 28 DALLA PAGANELLA (TN) CON LA COMPOSIZIONE DELLA VERSIONE TRENTINO ALTO ADIGE.

https://lh4.googleusercontent.com/-eT3onz94304/UpXPGVuh04I/AAAAAAAEONE/p7Joux7LYaY/s1600/CANALE%2520ITALIA%25201%252060.jpg
UHF 28 CANALE ITALIA Mux 2 (D)
In merito alle attivazioni delle ex frequenze di TIVUITALIA che ora sono gestite dal gruppo CANALE ITALIA su cui viene veicolato il loro secondo mux, rileviamo che in TRENTINO ALTO ADIGE è stato recentemente riacceso l’ UHF 28 in polarizzazione orizzontale dalla postazione di CIMA PAGANELLA nel comune di Terlago in provincia di Trento. Rileviamo che la composizione dei canali è sensibilmente differente rispetto alla versione di CANALE ITALIA Mux 2 (C) - NAZIONALE censita da L’ITALIA IN DIGITALE. Esso infatti oltre ad avere un differente valore TID (79) veicola 11 canali TV, rispetto ai 10 trasmessi dalla versione NAZIONALE; infatti Canale Italia Musica oltre alla LCN 157 occupa anche la LCN 690. Consulta la griglia e lo z@pping TV con tutte le 4 versioni aggiornate di CANALE ITALIA Mux 2.
https://lh6.googleusercontent.com/-1WTPPiU3VVI/VAgS6CR5mGI/AAAAAAAGSls/rrRBFa2zhio/s1600/00%2520B.jpg
https://lh3.googleusercontent.com/-wHLO-htlVfs/VAgSfSUl5dI/AAAAAAAGSlU/_rO9jmSCwxM/s1600/690%2520A.jpg
https://lh4.googleusercontent.com/-fqK4JD8V3J4/VAgSgACTeHI/AAAAAAAGSlc/2pIp48LdQ80/s1600/690%2520B.jpg

Nelle foto: postazione CIMA PAGANELLA - Terlago (Trento).

https://sites.google.com/site/litaliaindigitale/news2014/news01-07set2014/p01.jpg

http://www.trentoetrentino.it/_Media/cima-paganella-1_med.jpeg

CANALE ITALIA Mux 2 ‎‎(D)‎‎ - Z@pping TV


NEWS 2014

Ore 16.40 - MUX LA 9: ARRIVA CANALE NAZIONALE, ELIMINATA RETE ITALIA.

https://lh4.googleusercontent.com/-9ThNQ1zT1wQ/U3hfkr7lp0I/AAAAAAAFrPQ/RfFdneduM_U/s1600/LA%25209%2520B%252060.jpg
UHF 29-51 Mux LA 9 (PIEMONTE) / UHF 28 Mux LA 9 (VENETO) / UHF 43 Mux LA 9 (TRENTINO)
UHF 21-28 Mux LA 9 (EMILIA-ROMAGNA) / UHF 28 Mux LA 9 (MARCHE)
https://lh4.googleusercontent.com/-GFZg-v8ONfo/VAbdkLmt7XI/AAAAAAAGSD0/p9HXpqWltBw/s1600/CANALE%2520NAZIONALE%252052.jpg
Novità nel multiplex pluriregionale LA 9, rileviamo infatti che è stata eliminata RETE ITALIA dalla LCN 131, mentre sulla LCN 237 è stata aggiunta la nuova emittente CANALE NAZIONALE. Abbiamo aggiornato la griglia dei canali e lo z@pping TV dei mux mux LA 9 (PIEMONTE), LA 9 (VENETO)LA 9 (TRENTINO)LA 9 (EMILIA-ROMAGNA) e LA 9 (MARCHE).


https://lh6.googleusercontent.com/-572YKBuBung/VAg1o3supzI/AAAAAAAGS-U/mNfsEo3XZJY/s1600/237%2520A.jpg
https://lh5.googleusercontent.com/-XJJfWXXs4ZM/VAg1qV8D2QI/AAAAAAAGS-c/BnLb2c7AHWE/s1600/237%2520B.jpg
https://lh3.googleusercontent.com/-SEgpQ9wN9KQ/VAhAx5hzpgI/AAAAAAAGTOs/FumN6fpSgmI/s1600/00%2520B%2520%25286%2529.jpg
https://lh5.googleusercontent.com/-vKxkefEKUtw/VAg3TxaRJ2I/AAAAAAAGTAI/MhWNMDNDZt4/s1600/00%2520B%2520%25283%2529.jpg

https://lh5.googleusercontent.com/-YiqvW3paNFU/VAg1rG0oPmI/AAAAAAAGS-k/oB1N0Rn779I/s1600/00%2520B%2520%25282%2529.jpg
https://lh6.googleusercontent.com/-AateXvZ1sOY/VAg48Lsd3WI/AAAAAAAGTCQ/B8m0Vh4yAIk/s1600/00%2520B%2520%25284%2529.jpg

https://lh6.googleusercontent.com/-md0TM55UJOg/VAg6n0AWAKI/AAAAAAAGTE0/QAH0wxudObc/s1600/00%2520B%2520%25285%2529.jpg

ABRUZZO IN DIGITALE

Ore 11.00 - MUX ATV7: ROMANIA TV DIVENTA DACIA TV, RINOMINATA TELESIRIO.

UHF 23 Mux ATV7
https://lh4.googleusercontent.com/-oReM73jJk8k/U_OzYnxCZDI/AAAAAAAGGdg/xXG2p5jQbgM/s1600/ROMANIA%2520TV%252052.jpg
Il canale Romania TV, sintonizzabile con la numerazione LCN 684, è stato rinominato Dacia TV. Trasmette sempre la programmazione con il logo di stazione di Romania TV. Inoltre è stato modificato l'identificativo di TELESIRIO (LCN 16) con l'abbandono del suffisso (Abruzzo), da TELESIRIO (Abruzzo) diventa TELESIRIO. Abbiamo aggiornato la griglia dei canali e lo z@pping TV del mux ATV7.


https://lh5.googleusercontent.com/-7a9Ah29KN1s/VAgglnvyFyI/AAAAAAAGSxw/gSfLQeo7ID4/s1600/00%2520B%2520%25287%2529.jpg
https://lh5.googleusercontent.com/-R8dFRzChSeM/VAggh7VxuEI/AAAAAAAGSxQ/17ArZIBElaM/s1600/684%2520A%2520%25283%2529.jpg
https://lh3.googleusercontent.com/-Hck1gogIm58/VAggjLf-_AI/AAAAAAAGSxY/MinvESSn6nE/s1600/684%2520B%2520%25283%2529.jpg
https://lh6.googleusercontent.com/-h6WibuiRNGk/VAggj26WDvI/AAAAAAAGSxg/VjDOAr9r6XU/s1600/16%2520A%2520%25282%2529.jpg
https://lh3.googleusercontent.com/-yxMxPp6jwuA/VAggk3FPeVI/AAAAAAAGSxo/1d0bTk42bzg/s1600/16%2520B%2520%25282%2529.jpg


3 SETTEMBRE 2014
Mercoledì

https://lh5.googleusercontent.com/-kWHaNiQe0Ps/U2fr__cif5I/AAAAAAAFjeY/jVHpWCL4qNo/s1600/Lazio%2520320.gif

Ore 20.15 - MUX GOLD TV: INSERITA FIRE, COPIA DI OK ITALIA, SU RETE ITALIA ARRIVA TELECAMPIONE.

UHF 46 Mux GOLD TV
Vi elenchiamo qui sotto alcune novità avvenute in questi ultimi giorni nel mux romano di GOLD TV.
https://lh4.googleusercontent.com/-ZviCAGsnkYA/U2N5KL0E2QI/AAAAAAAFh-A/FG31kIJqeRY/s1600/OK%2520ITALIA%252052.jpg
E' arrivato il canale FIRE TV sulla LCN 131, è solo un duplicato di OK ITALIA già prensente nella posizione LCN 170. Sopra il logo di stazione di OK ITALIA in sovraipressione è presente la seguente scritta fissa: "CI TROVI ANCHE SUL CANALE 147 RISINTONIZZA TV O DECODER".





https://lh3.googleusercontent.com/-86UxrmB-LL0/VAcUKhglxJI/AAAAAAAGSPQ/AXQ5ZdGnjAI/s1600/147%2520A.jpg
https://lh5.googleusercontent.com/-lBZjUDCDZ0k/VAcUNIydcGI/AAAAAAAGSPg/mfc34z9I2TI/s1600/147%2520B.jpg

https://lh6.googleusercontent.com/-_6w63_9Wptw/VAcUQ3z_bbI/AAAAAAAGSP4/7-VLhaLrPyo/s1600/170%2520A%2520%25284%2529.jpg
https://lh6.googleusercontent.com/-uSqeO0oAZa0/VAcUSKMi8bI/AAAAAAAGSQA/Kog2KX0Knlg/s1600/170%2520B%2520%25284%2529.jpg


Il canale RETE ITALIA sulla LCN 131 non trasmette più la propria programmazione ma è diventato un duplicato di telecampione già sintonizzabile sulla LCN 75.


https://lh6.googleusercontent.com/-nGxFaJFbOis/VAcUJe4FIHI/AAAAAAAGSPI/cpz196lxyM0/s1600/75%2520A.jpg
https://lh5.googleusercontent.com/-a7Lra2IYsHw/VAcUMG91TOI/AAAAAAAGSPY/a5Pr0Rt3WB8/s1600/75%2520B.jpg

https://lh3.googleusercontent.com/-L68fLwSqD0w/VAcUOfOWwYI/AAAAAAAGSPo/iO1Jr-eI6NM/s1600/131%2520A%2520%25284%2529.jpg
https://lh5.googleusercontent.com/-hNOUYi2pu-o/VAcUPVJIfqI/AAAAAAAGSPw/PDtflF1G-fw/s1600/131%2520B%2520%25284%2529.jpg

https://lh3.googleusercontent.com/-ZmG0Gyw2OxM/UqNk__VQOHI/AAAAAAAEXHU/TcmnXSA1Ock/s1600/CANALE%252021%252052.jpg

Infine segnaliamo che l'emittente napoletana CANALE 21 presente sulla LCN 10 non trasmette più in 16:9 ed è tornata con il formato video 4:3.


https://lh4.googleusercontent.com/-4x3mdEnuCAc/UqNlszd5gMI/AAAAAAAEXQY/E4u_d5Mq4uE/s1600/Canale%252021.png
https://lh6.googleusercontent.com/-8rtX9LdFqyA/VAcUIBcOk-I/AAAAAAAGSPA/oA68ubf-5-Y/s1600/10%2520A.jpg
https://lh4.googleusercontent.com/-4oBoNHrrj1g/VAcUFjLaoLI/AAAAAAAGSO4/tFPbmpGZVtE/s1600/10%2520B.jpg

Abbiamo aggiornato la griglia dei canali e lo z@pping TV del mux GOLD TV. Consulta anche le pagine con l'elenco delle TV A ROMA e la lista LCN A ROMA.


https://lh4.googleusercontent.com/-Sy9-vtw_mtY/VAcUVuaqyLI/AAAAAAAGSQI/tDQJ1nDYTRk/s1600/00%2520B%2520%252814%2529.jpg

ABRUZZO IN DIGITALE

Ore 16.00 - MUX TVQ (ABRUZZO): ARRIVA AB CHANNEL AL POSTO DI GENIO TV.

UHF 28 Mux TVQ (ABRUZZO)
https://lh4.googleusercontent.com/-RpgYK9eoqvk/VAcYVSJHUaI/AAAAAAAGSTk/kSvua6MQaDY/s1600/AB%2520CHANNEL%252052%2520%25282%2529.jpg
Ritorna in onda sugli schermi abruzzesi l'emittente AB Channel. Arriva in duplice copia sulle LCN 292 e 651 al posto di Genio TV (TVQ provider) che trasmetteva la programmazione di TVQ (LCN 19). Abbiamo aggiornato la griglia dei canali e lo z@pping TV del mux TVQ (ABRUZZO).



https://lh4.googleusercontent.com/-n4RiLrWAVPA/VAcal_udbwI/AAAAAAAGSaY/ilOXiYAYlmg/s1600/00%2520B%2520%25282%2529.jpg
https://lh5.googleusercontent.com/-xxl3Bw4PQKs/VAcaf-ye8uI/AAAAAAAGSZ4/Zi8CppG9mjU/s1600/292%2520A%2520%25282%2529.jpg
https://lh5.googleusercontent.com/-2SAKz1WITPw/VAcaiTuQ2cI/AAAAAAAGSaA/6jNlx425qhM/s1600/292%2520B%2520%25282%2529.jpg

https://lh6.googleusercontent.com/-ZnZ2dPym8s0/VAcajTttWOI/AAAAAAAGSaI/LJMmL9SVVqo/s1600/651%2520A%2520%25282%2529.jpg
https://lh5.googleusercontent.com/-9ySebKHKPyc/VAcakbSopRI/AAAAAAAGSaQ/6gorOGlFr58/s1600/651%2520B%2520%25282%2529.jpg

LOMBARDIA IN DIGITALE

Ore 12.25 - MUX TELECOLOR: ELIMINATA RETE ITALIA, AL POSTO DI TELEFANTO ARRIVA CANALE NAZIONALE.

UHF 42-51 Mux TELECOLOR
Dopo la pausa estiva torniamo ad aggiornare anche la sezione LOMBARDIA IN DIGITALE iniziando con il mux TELECOLOR. Dal sito OTGTV.it apprendiamo che la proprietà di Telereporter è passata proprio nelle mani della tv di Cremona TELECOLOR, infatti sulla tv della ex Profit (Telereporter appunto) veicolata sulla LCN 13 sono in onda proprio alcuni programmi prodotti da TELECOLOR. Le trasmissioni di Telereporter sono passate al formato video 16:9, anche se notiamo che il logo di stazione non è ancora stato adattato al formato panoramico e risulta particolarmente allargato.
https://lh5.googleusercontent.com/--oAis4DFBww/VAbdLQw1DII/AAAAAAAGSBc/V30QJXCIBbQ/s1600/13%2520A%2520%25284%2529.jpg
https://lh4.googleusercontent.com/-O2IsnXXMQb4/VAbdMw2-6hI/AAAAAAAGSBk/P8HlRd32Rs4/s1600/13%2520B%2520%25283%2529.jpg

https://lh6.googleusercontent.com/-wBiGVierWZs/VAbdOLOfKDI/AAAAAAAGSBs/YMc-lt8Mwsw/s1600/13%2520C%2520%25282%2529.jpg
https://lh4.googleusercontent.com/-POVPz7CU5y8/VAbdPSbQ0xI/AAAAAAAGSB0/i_Rt6e66wBo/s1600/13%2520D%2520%25282%2529.jpg

https://lh3.googleusercontent.com/-tJSMN_9Isj4/U3kRK17SdaI/AAAAAAAFsH8/cNK_ptjZnBs/s1600/LA%25208%2520B%252052.jpg

Su La 8 (LCN 81 e 151) ricompare nuovamente il logo LA NAZIONALE.


https://lh4.googleusercontent.com/-Hp1NsxbyDJo/VAbdQgcHVpI/AAAAAAAGSB8/XTv6yDaTZag/s1600/81%2520A%2520%25282%2529.jpg
https://lh3.googleusercontent.com/-Ly2fWii5jd0/VAbdSD6wQoI/AAAAAAAGSCE/H9qRsW6lBvM/s1600/81%2520B%2520%25282%2529.jpg

https://lh5.googleusercontent.com/-QMnecSJ_r8w/VAbdTHc2xrI/AAAAAAAGSCM/5E2YW8IRPaM/s1600/151%2520A%2520%25282%2529.jpg
https://lh6.googleusercontent.com/-E51R6zpDiaM/VAbdUNtXy5I/AAAAAAAGSCU/9rPeJ84bObk/s1600/151%2520B%2520%25282%2529.jpg

https://lh4.googleusercontent.com/-GFZg-v8ONfo/VAbdkLmt7XI/AAAAAAAGSD0/p9HXpqWltBw/s1600/CANALE%2520NAZIONALE%252052.jpg

E' stata eliminata RETE ITALIA (LCN 131), mentre sulla LCN 237 al posto di TELEFANTO (che a sua volta trasmetteva proprio la programmazione di RETE ITALIA) è ora presente CANALE NAZIONALE.

https://lh4.googleusercontent.com/-EeHCP8W3hDI/VAbdaVaYQCI/AAAAAAAGSC0/D3y-O0l2Xek/s1600/237%2520A%2520%25283%2529.jpg
https://lh4.googleusercontent.com/-QYmCuEtZU8A/VAbdXPf9RVI/AAAAAAAGSCc/gp6ts16FZcY/s1600/237%2520B%2520%25283%2529.jpg

Abbiamo aggiornato la griglia dei canali e lo z@pping TV del mux TELECOLOR.

https://lh5.googleusercontent.com/-w1AMjAqMENA/VAbdYNU2guI/AAAAAAAGSCk/iOJm7r71qjs/s1600/00%2520B%25201%2520%252811%2529.jpg
https://lh4.googleusercontent.com/-nxv0waDQ9ak/VAbdZTs0_sI/AAAAAAAGSCs/qqc0ROrmCWE/s1600/00%2520B%25202%2520%252810%2529.jpg

CAMPANIA IN DIGITALE

Ore 09.50 - CRISI TV LOCALI: LICENZIAMENTI AD IRPINIA TV.

AVELLINO – Licenziati tutti e tre i giornalisti di Itv, l’emittente televisiva fondata nel 1986 sulle ceneri di Tele Lodo Quasar, per i quali l’azienda si era impegnata davanti alla Fnsi, a Confindustria ed alle organizzazioni sindacali, di proseguire il tavolo di consultazioni in questo mese di settembre.
Il presidente dell’Ordine dei giornalisti della Campania, Ottavio Lucarelli, schierandosi al fianco dei tre colleghi licenziati “censura il comportamento dell’editore di Irpinia Tv che ha inviato ieri mattina le tre lettere di benservito con data 8 luglio. Una scelta gravissima da parte della proprietà di una televisione, fruitrice di finanziamenti pubblici, che dopo due anni di contratti di solidarietà è da oggi senza redattori. In momento di crisi del settore non giustifica il mancato rispetto delle regole da parte di una televisione che per trent’anni ha garantito un’ampia informazione grazie all’impegno di tanti colleghi. Una voce da oggi inaridita per esclusiva volontà dell’editore”.
Dal canto suo, Adele Giro, della Segreteria provinciale di Avellino della Cgil, nell’esprimere solidarietà ai giornalisti di Itv, afferma che “il licenziamento ha colto di sorpresa le organizzazioni sindacali. A maggior ragione la sorpresa viene dalla data posta sulle lettere di licenziamento, visto che successivamente si era tenuto un tavolo alla presenza di Confindustria”.
“A quel tavolo – ricorda Giro – dove era presente anche il rappresentante della Federazione Nazionale della Stampa, Guido Besana, si era d’accordo su un successivo incontro da tenersi agli inizi di settembre nel quale, dopo la presentazione del piano industriale da parte della società, si sarebbe valutata ogni possibilità per tenere i posti di lavoro. 
Posti di lavoro che da due anni si tenevano in piedi con varie soluzioni, contratti di solidarietà e cassa integrazione”.
“E’ chiaro – conclude Adele Giro – che la parola data non è più un valore e oggi ci troviamo una situazione che ci amareggia e che ci fa dire che non c’era nessuna volontà di salvare azienda e posti di lavoro.
 Un altro pezzo di Avellino va a fondo.
 Naturalmente la Cgil di Avellino è pronta ad ogni azione legale che si voglia intentare”.


2 SETTEMBRE 2014
Martedì

ABRUZZO IN DIGITALE

Ore 23.25 - MUX TRSP (ABRUZZO): SU MEDIACENTRO ARRIVA SEI TV.

UHF 29 Mux TRSP (ABRUZZO)
https://lh6.googleusercontent.com/-m735gZW6pkk/U99DBXUFPLI/AAAAAAAGEwg/ZRUIYZsc0ew/s1600/SEI%2520TV%252052.jpg
Sul canale identificato MEDIACENTRO sulla LCN 645, che da alcuni giorni stava a schermo nero, è arrivata l'emittente campana SEI TV, che alcune settimane fa era trasmesso su FARMABRUZZO (LCN 643). Per SEI TV ci sono evidenti problemi tecnici in quanto la qualità delle immagini è molto scadente e sono persino in bianco e nero. Abbiamo aggiornato la griglia dei canali e lo z@pping TV del mux TRSP (ABRUZZO).


https://lh6.googleusercontent.com/-9GzdEh5CpFA/VAYxyj1RuwI/AAAAAAAGRuU/ka_mv8uWxCE/s1600/00%2520B%2520%252812%2529.jpg
https://lh6.googleusercontent.com/-kTU-BZAtyMY/VAYxPmbl-SI/AAAAAAAGRtY/RFkmxQQ-A3g/s1600/645%2520A%2520%25283%2529.jpg
https://lh4.googleusercontent.com/-q3UOyDWVAE0/VAYxOcY0eVI/AAAAAAAGRtM/UdM_gfQ5CRQ/s1600/645%2520B%2520%25282%2529.jpg

https://lh5.googleusercontent.com/-lnE4S1iRKXY/VAYxaKlSXWI/AAAAAAAGRtk/WZly4gGXD58/s1600/mux%2520trsp%2520900.jpg

https://lh4.googleusercontent.com/-oQ-eAKVu5Rs/U2ikzCknaFI/AAAAAAAFjz8/LlHJs-vb6oo/s1600/Liguria%2520320.gif

Ore 22.25 - IL TG RIVIERA DEI FIORI TORNA SU TELESANREMO.

Da ieri è ripartito il TG Riviera dei fiori che entra a far parte della rinata TeleSanremo, su un altro canale, il 216 del digitale terrestre.
Con l'inserimento nel palinsesto di TeleSanremo si completa il processo avviato lo scorso febbraio che ha decretato la rinascita del marchio storico e la sua espansione in tutta la regione. Si tratta di un nuovo editore che fa capo alla Media Team Communication, che opera dal 2009 sul digitale terrestre con l’emittente TelePavia.

Il marchio lombardo può vantare uno dei migliori segnali televisivi per diffusione e qualità, e attraverso il mux di Tele Lombardia è in grado di coprire un territorio di 12 milioni di utenti, che va dall’intera Lombardia, al Piemonte orientale, fino al Veneto e alle province di Parma e Piacenza. Dal febbraio scorso gli editori lombardi hanno puntato anche sulla Liguria attraverso il marchio storico di TeleSanremo, che trasmette sul canale digitale terrestre 216, sul quale da ieri va in onda il notiziario TG Riviera dei Fiori. "Una nuova avventura per noi - evidenzia la direzione dell'emittente - impegnativa, con editori importanti, i due soci del gruppo Gianni Arrigone e Marco Pugno che ci garantiscono la massima libertà editoriale, la stessa che abbiamo avuto per quattordici lunghi anni con l'editore di TeleNord Massimiliano Monti al quale va tutta la nostra riconoscenza. Da parte nostra, del TG Riviera dei fiori, l'impegno a continuare a fornire quel servizio di informazione televisiva al quale il nostro pubblico è abituato".
Tre le edizioni del 'Tg Riviera dei Fiori', alle 19.30, 20.30 e 23, con un’appendice ogni mattina alle 7.40 con la Rassegna Stampa condotta da Paolo Barni: le ultime notizie, i servizi e le pagine delle principali testate giornalistiche locali. E poi il meteo di Achille Pennellatore, le rubriche e gli approfondimenti con ospiti in studio, per un’informazione a 360 gradi su Sanremo e sul Ponente ligure.


https://lh5.googleusercontent.com/-kWHaNiQe0Ps/U2fr__cif5I/AAAAAAAFjeY/jVHpWCL4qNo/s1600/Lazio%2520320.gif

Ore 20.30 - MUX TELEVITA: INIZIATA LA PROGRAMMAZIONE DI CANALE NAZIONALE.

UHF 41 Mux TELEVITA
https://lh6.googleusercontent.com/-b6gl33C5UTE/VAYB4kkJN1I/AAAAAAAGReE/F5sfYLXuED0/s1600/CANALE%2520NAZIONALE%252052.jpg
E' partita la programmazione della nuova emittente CANALE NAZIONALE, sintonizzabile in questo mux con le LCN 187 e 237. Nel logo di stazione in sovraimpressione è riportata anche il numero della LCN 237. In parte trasmette le trasmissioni di Italiamia che era presente in precedenza sulla LCN 187. Inoltre durante questa nostra rilevazione il canale Napoli Tivu' (LCN 80) era a schermo nero. Abbiamo aggiornato la griglia dei canali e lo z@pping TV del mux TELEVITA.

https://lh6.googleusercontent.com/-W8j-b5Yfpjo/VAYEE3pwqWI/AAAAAAAGRj4/2CFuJQfE_AQ/s1600/00%2520B%2520%25288%2529.jpg
https://lh3.googleusercontent.com/-EqiUMsmiVnE/VAYIv6JhMyI/AAAAAAAGRmg/Y3BaAIHSSBs/s1600/187%2520A%2520%25283%2529.jpg
https://lh4.googleusercontent.com/-Ldt17l2bsVQ/VAYIw-J6hLI/AAAAAAAGRmo/JCDHEqj-TnI/s1600/237%2520B%2520%25283%2529.jpg

https://lh3.googleusercontent.com/-kcGP_mhsI1k/VAYEIGiksMI/AAAAAAAGRkQ/h11mtacV8Os/s1600/187%2520A%2520%25282%2529.jpg
https://lh5.googleusercontent.com/-53B-B_FYcic/VAYEJkNAF7I/AAAAAAAGRkc/9cB5H_UDr5Q/s1600/187%2520B%2520%25282%2529.jpg

https://lh3.googleusercontent.com/-cGJwdys0cf8/VAYItaWT9MI/AAAAAAAGRmQ/TxbT9j60sYc/s1600/237%2520A%2520%25283%2529.jpg
https://lh4.googleusercontent.com/-j6t8pgqy1h8/VAYIuvKHU8I/AAAAAAAGRmY/aA1QlW8SjF8/s1600/187%2520B%2520%25283%2529.jpg

https://lh3.googleusercontent.com/-t7DAG3-zaXE/VAYEG4cJK-I/AAAAAAAGRkI/mZ3Zm_olOYU/s1600/237%2520A%2520%25282%2529.jpg
https://lh5.googleusercontent.com/-6_uD4cNXWwE/VAYEK0bDYPI/AAAAAAAGRko/MEn5yQ3NZd0/s1600/237%2520B%2520%25282%2529.jpg
https://lh5.googleusercontent.com/-E2bQc8a8SQw/VAYEFkygMbI/AAAAAAAGRkA/ncLMb-DN5dg/s1600/80%2520C.jpg

MUX NAZIONALI

Ore 19.00 - TIMB MUX 1: AGON CHANNEL IN 16:9.

UHF 47-56 TIMB Mux 1
https://lh5.googleusercontent.com/-xZLhGXPbeNU/VASq3vJuXXI/AAAAAAAGQdU/stwjRfo2FjY/s1600/AGON%2520CHANNEL%252052.png
AGON CHANNEL, la nuova emittente televisiva arrivata ieri nel  TIMB Mux 1 con la LCN 33, ha attivato il formato video 16:9. Sono sempre in onda dei promo in attesa dell'inizio delle trasmissioni previsto per il prossimo autunno.


https://lh4.googleusercontent.com/-IfA9WIFQgXU/VAX0pe6FcWI/AAAAAAAGRSQ/ytrACO_tSSc/s1600/33%2520A%2520%25284%2529.jpg
https://lh4.googleusercontent.com/-AW6rhgPYNqw/VAX0qZylIkI/AAAAAAAGRSY/mHCmIwYST8Y/s1600/33%2520B%2520%25283%2529.jpg

https://lh6.googleusercontent.com/-_gtK0lOLsIw/U2ikVik7yDI/AAAAAAAFjzc/L0S9OhfcerY/s1600/Emilia%2520320.gif

Ore 18.30 - CHIUDE PUNTO RADIO, L'EMITTENTE FONDATA DA VASCO, LE FREQUENZE ANDRANNO A RADIO SPORTIVA.

Nata nel 1975, fu una delle prime stazioni «libere».
BOLOGNA - Si spegne la musica dove la musica era stato il motore di un’esperienza collettiva irripetibile. Ad autunno (tra settembre e ottobre) si spegnerà Punto Radio. La radio fondata da Vasco Rossi nel 1975, quando il Blasco era solo un esuberante ragazzo con il rock nelle vene. Il nuovo attore in campo — anzi nell’etere — è «Sportiva», emittente a copertura nazionale del gruppo editoriale Media Hit, con sede a Prato.
Non è chiaro, in realtà, se verrà creato un network in cui comunque l’emittente bolognese del gruppo Sestarete manterrà il propio marchio (e, si spera, chi ci lavora) o se anche questo si perderà del tutto attraverso la cessione delle frequenze alla società toscana. La proprietà e l’editore non smentiscono le voci di chiusura e lasciano trapelare solo l’intenzione di «un nuovo progetto». Certo è che, comunque vada, degli ultimi brandelli dello spirito delle origini resterà ben poco. Dalle stesse frequenze, infatti, vecchie o nuove voci si occuperanno solo di sport. Verranno mantenuti, alla mattina, programmi sullo sport locale e poi, probabilmente, si dovrebbe demandare tutto ai palinsesti del gruppo nazionale. Al quale mancava solo di raggiungere Bologna e Parma.
Un tassello in meno, dunque, nel mosaico dei ricordi delle prime radio private, a pochi mesi dal quarantennale della nascita di una delle più concrete espressioni della cultura giovanile all’epoca della ribellione. Anche se si annoverano esempi precedenti, infatti, per convenzione la nascita delle radio «libere» si fa risalire al 10 marzo 1975 data di nascita di Radio Milano International. È da lì che partì l’avventura di Vasco e dei suoi amici di Zocca. La combriccola aveva già aperto nella frazione di Montombraro un piccolo locale, poi discoteca, il Punto Club. Finché i fidi compagni Marco Gherardi e Lucio Serra che erano stati a Milano, esortarono Vasco, già dj nei locali della provincia modenese, ad aprire una radio tutta loro. Entusiasmo irrefrenabile ed ecco che con mezzi artigianali, (per racimolare i quali i ragazzi si autotassarono e aprirono fidi in banca), dal 18 settembre 1975, si trovano tutti davanti a un microfono per farsi sentire a Modena, Bologna e fino al Veneto.

«All’inizio ci siamo sistemati in un vecchio casolare sul cucuzzo di Montombraro», racconta Giuliano Riva. Lui — che è attualmente è giornalista sportivo — c’era. Suo fratello Massimo, l’amato chitarrista di Vasco scomparso nel ‘99, invece, non aveva nemmeno 13 anni. «La radio è cresciuta in fretta — va avanti — perché attorno a noi, malgrado l’avversione degli abitanti di Zocca, si è creato un enorme fermento. Eravamo tutti dj e trasmettevamo gruppi che allora si sentivano solo negli Stati Uniti e in Inghilterra: Rolling Stones, Deep Purple, Genesis..., facevamo le interviste alla gente in presa diretta. Con le feste in discoteca e i concerti — abbiamo chiamato anche Renato Zero — ci si autofinanziava. Poi abbiamo cominciato a raccogliere pubblicità. Insomma una radio vera». Dopo il «cucuzzo», con mezzi più professionali, l’emittente si era trasferita a Zocca all’ex residence Giuliana.
E da lì è passata quella che poi è diventata la band di Vasco, da Maurizio Solieri al piccolo Massimo. Poi c’erano Gaetano Curreri, che aveva piazzato lì il suo pianoforte a coda, Riccardo Bellei, Sergio Silvestri, Riccardo Rodolfi. «Eravamo diventati troppo grandi — conclude Riva — Ci comprò il Pci e da lì piano piano ce ne siamo andati tutti. Lo spirito delle origini si è spento subito, negli anni 80 era una radio come le altre». Altre, ancora, le vicissitudini seguenti. Ma se il passato conta, un addio anche solo a metà, un pochino pesa.

Tratto da:



Come ci riferiscono gli amici del sito ASSOCIAZIONE MARCONI le frequenze di PUNTO RADIO saranno cedute dal 26 settembre all'emittente RADIO SPORTIVA.



http://www.puntoradiotv.com/site/images/cap-flyer.jpg

MUX NAZIONALI

Ore 01.35 - MUX RETECAPRI: ROMIT TV NON MUORE MA SI ADDORMENTA.

https://lh5.googleusercontent.com/-65gkWl9OQTM/UocxcmTvBmI/AAAAAAAEG5o/umJJpydLSk0/s1600/RETECAPRI%2520N%252060.jpg
UHF 32-57 Mux RETECAPRI
https://lh4.googleusercontent.com/-gg-GEKdKNVE/UzwPxaF-WkI/AAAAAAAFV9w/TwdtA3eU6YE/s1600/ROMIT%252052.jpg

ROMIT TV (LCN 246) ha momentaneamente cessato la sua programmazione, infatti in onda scorre il seguente ticker che potete leggere per esteso qui sotto.


"Dopo 4 anni di onorato servizio Romit tv chiude. Abbiamo cercato di informare circa 2.000.000 di cittadini romeni e moldavi. Ci siamo presi cura del rimpatrio delle persone decedute in Italia. Abbiamo organizzato eventi con più di 4000 partecipanti. Abbiamo trasmesso programmi d' informazione sindacale e legale. Abbiamo cercato di farvi ridere e sentire a casa. Ci siamo sentiti sia apprezzati che umiliati ma in ogni caso abbiamo fatto quello che "altri" non si sono interessati di fare. Oggi siamo contretti a fermarci perchè il nostro volontariato è stato vano. Nessuno ha voluto credere in noi e nel nostro servizio che non ha percepito alcun contributo ma, al contrario, è sopravvissuto tramite il solo finanziamento delle pubblicità che abbiamo mandato in onda. Non pensiamo che Romit sia morta ma, piuttosto, che si sia addormentata fino al giorno in cui qualche imprenditore deciderà di darci fiducia investendo in questo progetto che curiamo da 4 anni. Tranne il nostro pubblico, non dobbiamo ringraziare nessuno a partire dalle istituzioni che, invece di supportarci, hanno costantemente boicottato Romit TV. Grazie a chi ci ha sostenuti. Lo staff di Romit TV".

https://lh4.googleusercontent.com/-pklbvO3gNX0/VAT60ZMaqXI/AAAAAAAGQzc/2wtprWO9i9M/s1600/246%2520A%2520%252810%2529.jpg

https://lh5.googleusercontent.com/-W3HO1-Rs1KM/VAT61Y9jXYI/AAAAAAAGQzk/UOwH-F8N_80/s1600/246%2520C%2520%25283%2529.jpg

https://lh4.googleusercontent.com/--yuNJvFtjUw/VAT6zB2XwOI/AAAAAAAGQzM/-XkbOGKcQEY/s1600/246%2520E.jpg
https://lh5.googleusercontent.com/-5gLbUpuIsjE/VAT6z70pwoI/AAAAAAAGQzU/eS2CDJel8Ng/s1600/246%2520F.jpg

ROMIT TV FINE DELLE TRASMISSIONI



1 SETTEMBRE 2014
Lunedì

MUX NAZIONALI

Ore 22.35 - TIMB MUX 2: ATTIVATO L'UHF 55 A ROMA DA MONTE MARIO.

UHF 55- 60 TIMB Mux 2
La scorso sabato era stata stata attivata la nuova UHF 55 del TIMB Mux 2 dalla postazione capitolina di MONTE CAVO - VETTA a Rocca di Papa (Roma). Oggi tale frequenza è stata accesa anche dal sito romano di MONTE MARIO in via Cadlolo. Ricordiamo che nel corso del mese di settembre sarà inserita la scritta "PROVVISORIO" sui canali veicolati dall' UHF 60. Abbiamo aggiornato la lista delle TV ricevibili nella città di ROMA.

LAZIO
Postazione
Comune
Provincia
Polarizzazione
MONTE MARIO - VIA CADLOLO
Roma
RMOrizzontale

https://lh5.googleusercontent.com/-SInUDALSS_o/T10G0_OUk1I/AAAAAAABfjg/NQ-UNkq3jjk/s1600/MONTE%2520MARIO.jpg
http://radiomap.eu/it/lazio/montemario_02.jpg






https://lh4.googleusercontent.com/-mXHmCG_UBGg/UqXNYlqQAmI/AAAAAAAEZTc/uyBTUZaVQOA/s1600/TIMB%25202%2520133.png
https://lh6.googleusercontent.com/-uzX8XnCjzpo/VARPZlHvTDI/AAAAAAAGQSg/FcALHNRjBsM/s1600/00%2520B%2520%252814%2529.jpg

ABRUZZO IN DIGITALE

Ore 22.15 - MUX TRSP (ABRUZZO): PROVE TECNICHE DI TRASMISSIONE SU TELE MAIA.

UHF 29 Mux TRSP (ABRUZZO)
https://lh5.googleusercontent.com/-bL7rO4lU5Pc/VADDy5rlbwI/AAAAAAAGN_w/bXcXZTT_awc/s1600/TELE%2520MAIA%252052.jpg
Oggi era previsto l'inizio delle trasmissioni del nuovo canale Tele Maia, sintonizzabile su FARMABRUZZO con la LCN 643, ma al posto del cartello sono arrivate delle barre colore con la scritta TeleMaia Prove Tecniche di Trasmissione. Abbiamo aggiornato la griglia dei canali e lo z@pping TV del mux TRSP (ABRUZZO).


https://lh6.googleusercontent.com/-QI8LORSvhqc/VATRyFNx9MI/AAAAAAAGQmU/Rki3e_rUuec/s1600/643%2520A.png
https://lh4.googleusercontent.com/-FWEZAnDnotU/VATRyf5qmvI/AAAAAAAGQmQ/R5z-F5X9x3A/s1600/643%2520B.png

MUX NAZIONALI

Ore 21.45 - TIMB MUX 2: PARTITO IL PROMO DI JUNIOR TV.

UHF 55- 60 TIMB Mux 2
https://lh6.googleusercontent.com/-sp25aloHHYQ/U7HE2lKClKI/AAAAAAAF5rk/W2sHWYZET0k/s1600/JuniorTV%252052.jpg
Sul JuniorTv (LCN 45) non è più in onda il cartello fisso ma sono partiti i promo, vi alleghiamo alcune immagini e dei video. Il canale è passato dal formato video 4:3 a quello panoramico 16:9. L'inizio delle trasmissioni è previsto per il prossimo mese di dicembre. Abbiamo aggiornato la griglia dei canali e lo z@pping TV del TIMB Mux 2.


https://lh3.googleusercontent.com/-f08S_Yuztp0/VATGTkyoHBI/AAAAAAAGQhw/zhDA2JHOVPA/s1600/45%2520A.png
https://lh3.googleusercontent.com/-02YYqkwIUgg/VATGVZwBdpI/AAAAAAAGQhc/9tUCP-zidIM/s1600/45%2520ff.png

https://lh3.googleusercontent.com/-ZALwChXH3VY/VATGTmt4tRI/AAAAAAAGQhs/__G8Q3yDOIs/s1600/45%2520C.png
https://lh3.googleusercontent.com/-jrfE-_63FlM/VATGUWFtDFI/AAAAAAAGQhk/Z2-wdn593rQ/s1600/45%2520D.png

https://lh5.googleusercontent.com/-lbf0pt1kEWE/VATGWJ1oV-I/AAAAAAAGQhg/NiGuR_UcuXA/s1600/JuniorTv%2520-%252001%2520settembre%2520-%252019.36.49.png
https://lh3.googleusercontent.com/-kziRcYn7vnQ/VATGTloEMiI/AAAAAAAGQho/pSs3oDQ--Ho/s1600/45%2520B.png

JUNIOR TV LCN 45 DIGITALE TERRESTRE PROMO 1


JUNIOR TV LCN 45 DIGITALE TERRESTRE PROMO 2


JUNIOR TV LCN 45 DIGITALE TERRESTRE PROMO 3


MUX NAZIONALI

Ore 20.45 - TIMB MUX 1: ARRIVA AGON CHANNEL AL POSTO DI ABC.

UHF 47-56 TIMB Mux 1
https://lh5.googleusercontent.com/-xZLhGXPbeNU/VASq3vJuXXI/AAAAAAAGQdU/stwjRfo2FjY/s1600/AGON%2520CHANNEL%252052.png
Al posto del canale ABC sulla numerazione LCN 33 è arrivata la nuova emittente AGON CHANNEL. Al momento è in onda un promo, vi alleghiamo qui sotto delle immagini e un video, l'inizio delle trasmissioni è previsto per il prossimo autunno. Abbiamo aggiornato la griglia dei canali e lo z@pping TV del TIMB Mux 1.


https://lh4.googleusercontent.com/-AzriMAYxrnE/VATzjSW6ELI/AAAAAAAGQv4/Fs8hUCPJVPg/s1600/00%2520B%2520%25288%2529.jpg
https://lh3.googleusercontent.com/-dijIl0-i_Qo/VAS6bjJUTCI/AAAAAAAGQfo/WSDJy1BKuzw/s1600/33%2520A.png
https://lh4.googleusercontent.com/-yMPVT4uVakQ/VAS6bkClcpI/AAAAAAAGQf0/qBKWG1h74TA/s1600/33%2520B.png

https://lh4.googleusercontent.com/-R3hUk8alpNk/VAS6blhtPyI/AAAAAAAGQfs/wT-z78UEmGM/s1600/AGON%2520CHANNEL%2520-%252001%2520settembre%2520-%252019.34.38.png
https://lh4.googleusercontent.com/-95ryvdtVkkA/VATVh6gsiuI/AAAAAAAGQnM/MNSQTjV9e9I/s1600/33%2520D.png

https://lh3.googleusercontent.com/-u8ziCvJkfqU/VATVhMmuybI/AAAAAAAGQng/JyEO2xEEB6I/s1600/33%2520A%2520%25282%2529.png
https://lh3.googleusercontent.com/-QDFqfvDL8K8/VATVhMs6PQI/AAAAAAAGQnA/ECErPf9dcxw/s1600/33%2520B%2520%25282%2529.png

https://lh3.googleusercontent.com/-pMznwrntI5k/VATVhPrqIsI/AAAAAAAGQnU/fHa7VtWJE8Y/s1600/33%2520C.png
https://lh4.googleusercontent.com/-H_BwizDxuIQ/VATViz54ASI/AAAAAAAGQnY/026DILJVMx8/s1600/33%2520F.png

PROMO AGON CHANNEL LCN 33 DIGITALE TERRESTRE


Agon Channel, il nuovo canale televisivo italiano fondato dall’imprenditore Francesco Becchetti, già proprietario dell’omologo canale albanese, sarà visibile al numero 33 del digitale terrestre. Un ottimo posizionamento di LCN quello ottenuto da Agon Channel che debutterà con le trasmissioni il prossimo autunno.
Pupo primo volto di Agon Channel.
(TMNews) – È Enzo Ghinazzi, in arte Pupo, il primo volto della squadra di Agon Channel, la tv italiana che trasmetterà dall’Albania con le news curate da Alessio Vinci. Lo anticipa il settimanale “Tv Sorrisi e Canzoni” nel numero in edicola domani, martedì 2 settembre. Sul contratto del cantante-conduttore, che di fatto lascia la Rai (dopo aver condotto programmi come “Reazione a catena” e “Affari tuoi”), manca al momento solo la firma, ma tutto sembra già deciso.
L’interprete di “Su di noi” sta già lavorando al progetto di due quiz, uno dovrebbe andare in onda nel daytime e un altro in prima serata, e si occuperà come direttore artistico del settore sviluppo game show della rete.
Agon Channel al canale 33: da oggi i promo.
Da oggi partono sul canale i promo di Agon Channel Italia girati con il materiale raccolto durante il Casting Tour che si è svolto durante l’estate in giro per l’Italia alla ricerca dei nuovi volti del canale, che ha visto nelle 11 tappe estive una partecipazione di oltre 6.000 persone. Altrettante sono le candidature inviate direttamente al sito web e tramite social network.
Mentre inizieranno le “seconde chiamate” per i provinati già selezionati, il Casting Tour di Agon Channel prosegue per tutto il mese di settembre in altre 10 città italiane a partire dal 4 e 5 settembre in Puglia, rispettivamente a Foggia e Lecce. Continua la ricerca di attori/attrici, conduttori tv, comici, modelle, reporter, bodyguard e calciatori. Quest’ultimi avranno la possibilità volare a Londra e militare nel team del Leyton Orient Football Club, la squadra di calcio inglese da poco acquistata da Francesco Becchetti e che sarà protagonista di un inedito reality sul mondo del calcio.

Tratto da: www.davidemaggio.it/archives/104015/agon-channel-canale-33

NEWS 2014

Ore 18.25 - MEDIASET: BANDA 700 MHZ, SECONDO LA COMMISSIONE UE IL DTT SARA' INSOSTITUIBILE FINO AL 2030.

Mediaset afferma che il braccio di ferro tra broadcasting televisivi europei e aziende di tlc per l'utilizzo della banda UHF ha avuto oggi un primo importante esito. Il vicepresidente della Commissione Europea Neelie Kroes ha ricevuto stamane da Pascal Lamy (ex Direttore Generale del WTO) il Rapporto che stabilisce la roadmap per il futuro utilizzo delle risorse frequenziali e gli sviluppi dell'offerta sia di televisione che di broadband mobile.
Nel report viene restituita pari dignità alle ragioni della tv terrestre e degli operatori mobili nell'utilizzo delle frequenze. La transizione della banda 700 MHz verso l'utilizzo broadband mobile (che strumentalmente era già stata indicata da alcune fonti nel 2015) è stata in realtà sintetizzata da Lamy con la formula "2020-2030-2025".
Fino al 2020 - con due anni di tolleranza in più o in meno - la banda continuerà a essere usata integralmente dai broadcaster tv europei del digitale terrestre, fino al 2030 sarà assicurata alle tv tutta la banda al di sotto dei 700 MHz e nel 2025 sarà verificata l'effettiva utilità del nuovo assetto sia per il mercato sia per i consumatori.
Il Rapporto riconosce all'offerta tv, tecnologia a cui si accede gratuitamente a differenza della broadband in mobilità (l'accesso Wi-Fi non utilizza la banda 700), il ruolo di motore e veicolo della diversità culturale europea e principale alternativa alla crescente affermazione di modelli distributivi dominati da grandi player globali che, come più volte sottolineato da Mediaset, non investono in contenuti europei, non rispettano gli standard tv di protezione dei consumatori e non pagano le tasse nei paesi da cui traggono profitto.
Parimenti rilevante per il consumatore viene considerata l'offerta di Internet mobile che verrà ospitata sulle frequenze già televisive. Fondamentali nel rapporto, secondo Mediaset, sono il perseguimento di una posizione unitaria della UE in tema di gestione del radiospettro in vista della Conferenza delle Radiocomunicazioni Ginevra 2015, la flessibilità della transizione in considerazione delle diversità nazionali e il forte coinvolgimento degli Stati Membri nell'attuazione del rapporto.
Le conclusioni a cui è giunto Lamy sono frutto di sei mesi di lavoro dell'High Level Group composto dai vertici di operatori tv e tlc e relative associazioni. Tra loro, il Consigliere d'Amministrazione di Mediaset Gina Nieri.
Dichiarazione di Gina Nieri, consigliere d'amministrazione Mediaset: «Giudico molto equilibrata l'analisi complessiva del Rapporto consegnato oggi dal Presidente Lamy alla Commissione europea. Riconosce la centralità della televisione lineare nei consumi di contenuti audiovisivi e il ruolo insostituibile, almeno fino al 2030, della piattaforma digitale terrestre per mantenere l'eccellenza del sistema televisivo europeo. In questo modo è garantito ai cittadini l'accesso gratuito a un servizio universale di qualità. Priorità particolarmente sensibile nell'attuale congiuntura economica.
"Mediaset condivide in pari tempo la necessità di una politica di sostegno allo sviluppo delle reti a banda larga, fissa e mobile, al servizio delle imprese europee e dei cittadini che vogliono mantenere la libertà di scegliere tra diverse forme di distribuzione e poter accedere a un'ampia offerta di contenuti, anche gratuiti.
«Inoltre, come indicato da Lamy, sarà importante valutare gli sviluppi del mercato e soprattutto monitorare da una parte l'evoluzione di tecnologie alternative (come il 5G), più efficienti e performanti rispetto alla tecnologia 4G/LTE, e dall'altra le preferenze degli utenti europei in termini di fruizione di contenuti via internet, sempre più caratterizzata dal consumo Wi-Fi".
«Lamy ha infine riconosciuto che esiste lo spazio temporale necessario per una transizione graduale verso il conferimento della banda 700 alla broadband mobile. Frequenze alle TLC "sì" ma nel rispetto dell'evoluzione delle tecnologie terrestri più avanzate e delle preferenze dei consumatori. Un'inutile accelerazione determinerebbe infatti un indebolimento della piattaforma Digitale Terrestre, una riduzione radicale della concorrenza tra piattaforme (soprattutto in un paese come l'Italia caratterizzato da un monopolio sulla piattaforma satellitare) e procurerebbe un duro colpo al modello europeo basato sull'accesso universale e gratuito.
«Mediaset confida che la Commissione europea, attraverso un forte coinvolgimento degli Stati membri, utilizzerà le preziose indicazioni del Rapporto Lamy per promuovere le esigenze e le reali aspettative dei cittadini, oltre che gli interessi e le prospettive di crescita di un'industria europea plurale ed indipendente».

Tratto da: http://finanza.lastampa.it/Notizie/0,643503/Mediaset_secondo_la_Commmissione_UE_il_digitale

BANDA UHF 700: TV DIGITALE TERRESTRE INSOSTITUIBILE FINO ALMENO AL 2030
.
GINA NIERI: «SALVAGUARDATO IL FUTURO DELLA TV GRATUITA A TUTELA DEI CONSUMATORI».
Presentato oggi a Bruxelles il rapporto della Commissione Europea
che stabilisce l'uso delle frequenze tv e broadband nell'Agenda digitale.
Il braccio di ferro tra broadcasting televisivi europei e aziende di tlc per l'utilizzo della banda UHF ha avuto oggi un primo importante esito. Il vicepresidente della Commissione Europea Neelie Kroes ha ricevuto stamane da Pascal Lamy (ex Direttore Generale del WTO) il Rapporto che stabilisce la roadmap per il futuro utilizzo delle risorse frequenziali e gli sviluppi dell'offerta sia di televisione che di broadband mobile. Nel report viene restituita pari dignità alle ragioni della tv terrestre e degli operatori mobili nell'utilizzo delle frequenze.

La transizione della banda 700 MHz verso l'utilizzo broadband mobile (che strumentalmente era già stata indicata da alcune fonti nel 2015) è stata in realtà sintetizzata da Lamy con la formula "2020-2030-2025". Fino al 2020 - con due anni di tolleranza in più o in meno - la banda continuerà a essere usata integralmente dai broadcaster tv europei del digitale terrestre, fino al 2030 sarà assicurata alle tv tutta la banda al di sotto dei 700 MHz e nel 2025 sarà verificata l'effettiva utilità del nuovo assetto sia per il mercato sia per i consumatori.

Il Rapporto riconosce all'offerta tv, tecnologia a cui si accede gratuitamente a differenza della broadband in mobilità (l'accesso Wi-Fi non utilizza la banda 700), il ruolo di motore e veicolo della diversità culturale europea e principale alternativa alla crescente affermazione di modelli distributivi dominati da grandi player globali che, come più volte sottolineato da Mediaset, non investono in contenuti europei, non rispettano gli standard tv di protezione dei consumatori e non pagano le tasse nei paesi da cui traggono profitto.

Parimenti rilevante per il consumatore viene considerata l'offerta di Internet mobile che verrà ospitata sulle frequenze già televisive.
Fondamentali nel rapporto, secondo Mediaset, sono il perseguimento di una posizione unitaria della UE in tema di gestione del radiospettro in vista della Conferenza delle Radiocomunicazioni Ginevra 2015, la flessibilità della transizione in considerazione delle diversità nazionali e il forte coinvolgimento degli Stati Membri nell'attuazione del rapporto.

Le conclusioni a cui è giunto Lamy sono frutto di sei mesi di lavoro dell'High Level Group composto dai vertici di operatori tv e tlc e relative associazioni. Tra loro, il Consigliere d'Amministrazione di Mediaset Gina Nieri.

Dichiarazione di Gina Nieri, consigliere d'amministrazione Mediaset:

«Giudico molto equilibrata l'analisi complessiva del Rapporto consegnato oggi dal Presidente Lamy alla Commissione europea. Riconosce la centralità della televisione lineare nei consumi di contenuti audiovisivi e il ruolo insostituibile, almeno fino al 2030, della piattaforma digitale terrestre per mantenere l'eccellenza del sistema televisivo europeo. In questo modo è garantito ai cittadini l'accesso gratuito a un servizio universale di qualità. Priorità particolarmente sensibile nell'attuale congiuntura economica.
"Mediaset condivide in pari tempo la necessità di una politica di sostegno allo sviluppo delle reti a banda larga, fissa e mobile, al servizio delle imprese europee e dei cittadini che vogliono mantenere la libertà di scegliere tra diverse forme di distribuzione e poter accedere a un'ampia offerta di contenuti, anche gratuiti.

«Inoltre, come indicato da Lamy, sarà importante valutare gli sviluppi del mercato e soprattutto monitorare da una parte l'evoluzione di tecnologie alternative (come il 5G), più efficienti e performanti rispetto alla tecnologia 4G/LTE, e dall'altra le preferenze degli utenti europei in termini di fruizione di contenuti via internet, sempre più caratterizzata dal consumo Wi-Fi".

«Lamy ha infine riconosciuto che esiste lo spazio temporale necessario per una transizione graduale verso il conferimento della banda 700 alla broadband mobile. Frequenze alle TLC "sì" ma nel rispetto dell'evoluzione delle tecnologie terrestri più avanzate e delle preferenze dei consumatori. Un'inutile accelerazione determinerebbe infatti un indebolimento della piattaforma Digitale Terrestre, una riduzione radicale della concorrenza tra piattaforme (soprattutto in un paese come l'Italia caratterizzato da un monopolio sulla piattaforma satellitare) e procurerebbe un duro colpo al modello europeo basato sull'accesso universale e gratuito.

«Mediaset confida che la Commissione europea, attraverso un forte coinvolgimento degli Stati membri, utilizzerà le preziose indicazioni del Rapporto Lamy per promuovere le esigenze e le reali aspettative dei cittadini, oltre che gli interessi e le prospettive di crescita di un'industria europea plurale ed indipendente».

Tratto da: http://www.mediaset.it/corporate/salastampa/2014/comunicatostampa

Il rapporto Lamy sulla banda UHF presentato dallo stesso Lamy con il Commissario Kroes (pdf)
Frequently asked questions:radio spectrum and UHF band (pdf)
Radio spectrum: Pascal Lamy presents his report to the Commission (pdf)
Report of the High Level Group on the future use of the UHF Band (pdf)
Comunicato stampa Mediaset (docx)


MUX NAZIONALI

Ore 13.25 - TIMB MUX 1: FINE DELLE TRASMISSIONI PER ABC, ARRIVA ROVI.

UHF 47-56 TIMB Mux 1
Sembrano essere terminate le trasmissioni del canale ABC sulla numerazione LCN 33, infatti da questa mattina è a schermo nero e si sintonizza come canale dati. Inoltre è stato aggiunto un altro canale dati a schermo nero, ROVI senza LCN, che in precedenza si sintonizzava nel TIMB Mux 2. Abbiamo aggiornato la griglia dei canali e lo z@pping TV del TIMB Mux 1.


https://lh6.googleusercontent.com/-dN2KogLZd2M/VARTis7zfgI/AAAAAAAGQVo/RQ0q7el4Eps/s1600/00%2520B%2520%25287%2529.jpg

https://lh4.googleusercontent.com/-6B3KUikFGac/VARTh-Bs2vI/AAAAAAAGQVg/47k6Wesw-RQ/s1600/33%2520A%2520%25282%2529.jpg
https://lh4.googleusercontent.com/-5scN1w-vDJ0/VARThR4uPgI/AAAAAAAGQVc/7fRvXiCRTu4/s1600/NO%252001%2520A%2520%25284%2529.jpg

MUX NAZIONALI

Ore 12.55 - TIMB MUX 2: ELIMINATO ROVI.

UHF 55- 60 TIMB Mux 2
E' stato eliminato dal TIMB Mux 2 il canale dati a schermo nero ROVI che era priva di numerazione LCN.


https://lh4.googleusercontent.com/-mXHmCG_UBGg/UqXNYlqQAmI/AAAAAAAEZTc/uyBTUZaVQOA/s1600/TIMB%25202%2520133.png
https://lh6.googleusercontent.com/-uzX8XnCjzpo/VARPZlHvTDI/AAAAAAAGQSg/FcALHNRjBsM/s1600/00%2520B%2520%252814%2529.jpg


NEWS DA MERCOLEDI' 01 A DOMENICA 05 GENNAIO 2014


©
L'ITALIA IN DIGITALE 2009 > 2014


www.litaliaindigitale.it


Copyright
ANDREA POMILIO - RICCARDO GAFFOGLIO