NEWS 2014




                   LE NOTIZIE DELLA SETTIMANA



         Da Lunedì 1 a
Domenica 7 DICEMBRE 2014















www.litaliaindigitale.it
Aggiungilo ai tuoi siti preferiti.


Sei appassionato di tv e radio e vuoi collaborare inviandoci le segnalazioni e le liste della tua zona?

Contattaci alla nostra mail
info@litaliaindigitale.it
e inizia subito a condividere le tue informazioni su L'ITALIA IN DIGITALE.

Vuoi condividere le tue impressioni sul digitale terrestre?
Ti interessa divulgare le informazioni in tuo possesso per aiutare chi è in difficoltà nella ricezione del DTT?
Vuoi lanciare un messaggio visibile agli utenti de l'Italia in digitale?
La nostra nuova mail è: sportello@litaliaindigitale.it
Pubblicheremo le vostre mail nello spazio SPORTELLO TV DIGIT@LE.
Potete utilizzare questa mail anche per dare una risposta, consiglio o parere sulle discussioni di questo sito.


https://sites.google.com/site/litaliaindigitale/news/news2009-2010
https://sites.google.com/site/litaliaindigitale/news/news2009-2010

https://sites.google.com/site/litaliaindigitale/news
NEWS 2012

NEWS 2013
NEWS 2014

NEWS DA MERCOLEDI' 01 A DOMENICA 05 GENNAIO 2014













Il nostro indirizzo internet è:
www.litaliaindigitale.it






MUX NAZIONALI

RAI Mux 1 (ABRUZZO)
RAI Mux 1 (BASILICATA)
RAI Mux 1 (CALABRIA)
RAI Mux 1 (CAMPANIA)
RAI Mux 1 (EMILIA-ROMAGNA)
RAI Mux 1 (FRIULI V.G.)
RAI Mux 1 (LAZIO)
RAI Mux 1 (LIGURIA)
RAI Mux 1 (LOMBARDIA)
RAI Mux 1 (MARCHE)
RAI Mux 1 (MOLISE)
RAI Mux 1 (PIEMONTE)
RAI Mux 1 (PUGLIA)
RAI Mux 1 (SARDEGNA)
RAI Mux 1 (SICILIA)
RAI Mux 1 (TOSCANA)
RAI Mux 1 (TRENTINO)
RAI Mux 1 (UMBRIA)
RAI Mux 1 (VALLE D'AOSTA)
RAI Mux 1 (VENETO)
RAI Mux 1 (VENETO/EMILIA-ROMAGNA)
RAI Mux 2
RAI Mux 3
RAI Mux 4
RAI Mux 5
RAI Mux 5 (PIEMONTE)
RAI Mux 6 (LAZIO)

MEDIASET Mux 1
MEDIASET Mux 2
MEDIASET Mux 3
MEDIASET Mux 4
MEDIASET Mux 5
TIMB Mux 1
TIMB Mux 2
TIMB Mux 3
RETE A Mux 1
RETE A Mux 2

Mux DFREE


Mux LA 3

Mux RETECAPRI

Mux EUROPA 7

CANALE ITALIA Mux 1
CANALE ITALIA Mux 2

LCN NAZIONALE

Mux START UP
COMMUNICATION

Mux STUDIO 1

Mux LA 9 (PIEMONTE)
Mux LA 9 (VENETO)
Mux LA 9 (TRENTINO)
Mux LA 9 (EMILIA-ROMAGNA)
Mux LA 9 (MARCHE)

FRANCIA IN DIGITALE
SVIZZERA IN DIGITALE



Le TV a ROMA Le TV a MILANO Le TV a TORINO
Le TV a PESCARA
LISTA LCN A ROMA
LE TV A MILANO
LE TV A TORINO
LE TV A PESCARA
Le RADIO a ROMA
Le RADIO a MILANO Le RADIO a TORINO Le RADIO a PESCARA

Lista LCN ROMA Lista LCN MILANO Lista LCN TORINO Lista LCN PESCARA
https://lh6.googleusercontent.com/-pbWiqyb-MWI/Uy615CQvIEI/AAAAAAAFUEg/3fje_5yah8o/s1600/MILANO%25202.jpg
LISTA LCN A PESCARA

LCN NAZIONALE



https://lh5.googleusercontent.com/-Nw8PsyTYbTk/U5YpWW7thYI/AAAAAAAF0B4/UhF2xBn-n1c/s1600/News%2520Ultimo%2520320.gif

Clicca sulle immagini per vederle ingrandite


7 DICEMBRE 2014
Domenica


Ore 18.10 - MUX TELENUOVO (TRENTINO): ARRIVANO A3 - TVISION, TELECHIARA E ADA CHANNEL, NASCE IL CONSORZIO RETI NORDEST.

https://lh3.googleusercontent.com/-tksEmVF32MA/UygR9uLA68I/AAAAAAAFTEQ/_DXlvH1kr7w/s1600/TELENUOVO%252060.jpg
UHF 46 mux TELENUOVO (TRENTINO)
https://lh6.googleusercontent.com/-4Jm2a03Lyj8/VIQojefQflI/AAAAAAAGy24/4hdY5YUNpuQ/s1600/ANTENNA%25203%252052.jpg
https://lh3.googleusercontent.com/-F3Jtq088_OM/VIQovRMBQTI/AAAAAAAGy3c/RVtUEgdIJQI/s1600/TELECHIARA%252052.jpg
https://lh3.googleusercontent.com/-BiEA1Qcd0l4/VIQof_jDuqI/AAAAAAAGy2Y/-CLYCFwUi1k/s1600/ADA%2520CHANNEL%252052.jpg
Rispetto alla nostra ultima rilevazione del mux trentino di TELENUOVO sono stati aggiunti tre nuovi canali. Sono arrivati A3 - TVision con la LCN 16, Telechiara con la LCN 74, in conflitto di numerazione con l'omonimo canale nel mux TELEPACE (TRENTINO), e ADA CHANNEL con la LCN 116. Inoltre sono state eliminate le due copie di Telenuovo Trento dalle posizioni LCN 10 e 273, ora Telenuovo Trento rimane sintonizzabile solo sulla LCN 19. Abbiamo aggiornato la grIglia dei canali e lo z@pping TV del mux TELENUOVO (TRENTINO).
https://lh6.googleusercontent.com/-dpzbILLHTIg/VIQpPQvoA2I/AAAAAAAGy40/zNQWydfY29g/s1600/00%2520B%2520%25283%2529.jpg
https://lh3.googleusercontent.com/--g2mPEsOcJw/VIQpCVSttBI/AAAAAAAGy3s/6WZwqs1xjT4/s1600/16%2520A.jpg
https://lh5.googleusercontent.com/-qNky-k1phvc/VIQpDx5hEeI/AAAAAAAGy30/8_EWT5sBF3U/s1600/16%2520B.jpg
https://lh3.googleusercontent.com/-12DV49ztjME/VIQpGB8yjFI/AAAAAAAGy38/In1cZrs0C74/s1600/74%2520A.jpg
https://lh6.googleusercontent.com/-JK9M7vo6ol4/VIQpHAx9g-I/AAAAAAAGy4E/JxJ9I5gd5-8/s1600/74%2520B.jpg
https://lh6.googleusercontent.com/-TmO_Y9N4sm8/VIQpIjZr_bI/AAAAAAAGy4M/CRsMTmBKy-U/s1600/116%2520A.jpg
https://lh4.googleusercontent.com/-87jeDsVuU5E/VIQpOjldxiI/AAAAAAAGy4s/OHt5fWzV5eU/s1600/116%2520B.jpg
https://lh5.googleusercontent.com/-T5-_vqfu0sQ/U8K5eGuKpEI/AAAAAAAF8XE/DT59Jk7BfnQ/s1600/19%2520A.jpg
https://lh6.googleusercontent.com/-ArZQkK4Lj8o/U8K5fSfORqI/AAAAAAAF8XM/s0S6O0a3wV4/s1600/19%2520B.jpg

Le modifiche effettuate nel multiplex TELENUOVO (TRENTINO) sono in conseguenza della creazione del CONSORZIO RETI NORDEST.

https://sites.google.com/site/litaliaindigitale/trentinoindigitale/muxtelenuovotrentino/consorzio%20reti%20nordest.png

"L'obiettivo del Consorzio Reti Nordest è offrire ancora maggiore capillarità e qualità di ricezione agli utenti televisivi in tutto il bacino geografico del Nordest, grazie all'integrazione delle reti di distribuzione del segnale digitale terrestre e alla condivisione di una frequenza.
Costituito dagli operatori di rete Telenuovo, Telechiara, TVA Vicenza, Antennatre e FREE, il consorzio mette a fattore comune il radicamento territoriale di ogni emittente, per fare vero servizio pubblico di informazione e portare nelle case dei telespettatori i programmi di maggiore ascolto."



https://lh5.googleusercontent.com/-kWHaNiQe0Ps/U2fr__cif5I/AAAAAAAFjeY/jVHpWCL4qNo/s1600/Lazio%2520320.gif

Ore 10.50 - MUX TELEDONNA: NUOVO LOGO PER CONSUMATORI CHANNEL.

https://lh6.googleusercontent.com/-hsmGIrf3pyA/U0jv1Ia9rOI/AAAAAAAFZHU/-E0WFZI-LSs/s1600/Teledonna%25202%252060.jpg
VHF 05 Mux TELEDONNA
https://lh3.googleusercontent.com/-eFApU5WfMIg/VIQbyTgBX-I/AAAAAAAGyvM/13QccwR6pUc/s1600/Consumatori%2520Channel%2520B%252052.jpg
E' stato leggermente modificato il logo di stazione di Consumatori Channel, sintonizzabile senza numerazione LCN. Abbiamo aggiornato la griglia dei canali e lo z@pping TV del mux TELEDONNA.


https://lh3.googleusercontent.com/-a-Xx3TJ2AJ0/U0jw8Lp6GPI/AAAAAAAFZLc/e91LgsM5gHk/s1600/Teledonna.png
https://lh3.googleusercontent.com/-SjSNB8U9DP0/VIQdwneM7DI/AAAAAAAGyyo/AZxiKFHKQ0U/s1600/00%2520B%2520%252818%2529.jpg

A sinistra il logo di rete di Consumatori Channel precedente usato, a destra il nuovo attualmente in onda.
https://lh5.googleusercontent.com/-gh2FpMx0vCA/VIQdtUBDGXI/AAAAAAAGyyY/zWA9D3-rlew/s1600/NO%252001%2520A%2520%25282%2529.jpg
https://lh4.googleusercontent.com/-99nPHfvIJDk/VIQdvU_6hcI/AAAAAAAGyyg/uwytsjunYn8/s1600/NO%252001%2520B%2520%25282%2529.jpg

https://lh6.googleusercontent.com/-o-eEqlbufFs/VIQdoQLYlII/AAAAAAAGyyA/kNuVVXq_nQc/s1600/NO%252001%2520C.jpg
https://lh3.googleusercontent.com/-qSCshVR-xe4/VIQdpUi9CqI/AAAAAAAGyyI/oswa6aSqbMk/s1600/NO%252001%2520D.jpg

https://lh4.googleusercontent.com/-ME4xwfwXPS8/VIQdr0p4YuI/AAAAAAAGyyQ/AdAMXe6_GkI/s1600/NO%252001%2520E.jpg
https://lh4.googleusercontent.com/-t9lVhtjDPCY/VIQdmi8Z9-I/AAAAAAAGyx4/JGhkeh3hIeM/s1600/NO%252001%2520F.jpg


6 DICEMBRE 2014
Sabato

https://lh5.googleusercontent.com/-kWHaNiQe0Ps/U2fr__cif5I/AAAAAAAFjeY/jVHpWCL4qNo/s1600/Lazio%2520320.gif

Ore 13.15 - MUX IES TV: ARRIVANO I TRE CANALI MEDIATEXT E ROMIT TV.

https://lh3.googleusercontent.com/-GN748oNEJuY/UxroEYmPmNI/AAAAAAAFQM8/wh8jxjsZ3xA/s1600/IES%2520TV%252060.jpg
UHF 53 Mux IES TV
Novità nel mux romano IES TV con l'arrivo di quattro nuovi canali. Sono stati aggiunti i tre canali del gruppo Mediatext: MEDIATEXT.IT con la LCN 166, ITALIA CHANNEL con la LCN 228 e PIANETA TV con la LCN 251. Queste tre emittenti trasmettono la medesima programmazione, in alcune fasce orarie sono in onda le trasmissioni con il logo di PIANETA TV, in altre con quello di ITALIA CHANNEL, sotto ambedue i loghi di rete è presente sempre la scritta MediaText.it.

 
https://lh4.googleusercontent.com/-gg-GEKdKNVE/UzwPxaF-WkI/AAAAAAAFV9w/TwdtA3eU6YE/s1600/ROMIT%252052.jpg
Inoltre fa il suo ingresso in questo multiplex l'emittente italo-rumena ROMIT TV, con la LCN 275 e l'identificativo ROMIT TV TM. TM è l'acronimo di TELEMONDO, in quanto nel centro-nord Italia ROMIT TV è visibile da alcuni giorni su TeleMondo, sempre con la LCN 275 nel mux START UP COMMUNICATION. Su ROMIT TV al momento non è in onda una regolare programmazione ma solo dei promo intervallati da spezzoni di vecchi programmi, sempre graficati con il logo di stazione e la numerazione LCN 275.

Abbiamo aggiornato la griglia dei canali e lo z@pping TV del mux IES TV. Consulta inltre le liste delle TV A ROMA e della LCN A ROMA.
https://lh5.googleusercontent.com/-2LIJqXZlGxg/VILIrSg9LcI/AAAAAAAGyp0/iHU3RvTfjMU/s1600/00%2520B%2520%25283%2529.jpg
https://lh5.googleusercontent.com/-hFCnFQbA_OQ/VIA8zdtfRRI/AAAAAAAGyV0/JsLD-I89XsA/s1600/166%2520A.jpg
https://lh4.googleusercontent.com/-itofR0mozMQ/VIA80UCmcqI/AAAAAAAGyV8/f2NzDBJ4G7o/s1600/166%2520B.jpg

https://lh5.googleusercontent.com/-rccAaypXMew/VILHirB4ytI/AAAAAAAGyks/fgDQDZDvZPM/s1600/166%2520C.jpg
https://lh5.googleusercontent.com/-uXKwFyL3vxA/VILHjjr4mZI/AAAAAAAGyk0/1exnaXxrHSc/s1600/166%2520D.jpg
https://lh5.googleusercontent.com/-fW_ADMaAwP4/VIA82I3sW7I/AAAAAAAGyWM/ZYTMH3qDDcQ/s1600/228%2520A.jpg
https://lh6.googleusercontent.com/-4UFQYB0AmIo/VIA83AS1AkI/AAAAAAAGyWY/euDyfeojaiQ/s1600/228%2520B.jpg

https://lh3.googleusercontent.com/-2m7dg3CQu8o/VILHkxBZBPI/AAAAAAAGyk8/8AnlL99I0HM/s1600/228%2520C.jpg
https://lh3.googleusercontent.com/-fjEWRbSioHs/VILHn9EhVGI/AAAAAAAGylU/oFMrq4TI6zg/s1600/228%2520D.jpg
https://lh4.googleusercontent.com/-EW22S0uNGSM/VIA84H9vphI/AAAAAAAGyWg/qWo7rq9ajKs/s1600/251%2520A.jpg
https://lh3.googleusercontent.com/-Mz5fgxz_beE/VIA85MzyyEI/AAAAAAAGyWo/k8eXZ86r46E/s1600/251%2520B.jpg

https://lh3.googleusercontent.com/-IdRaydnm9-o/VILHmwBJRcI/AAAAAAAGylM/LrOODjIXHI4/s1600/251%2520C.jpg
https://lh6.googleusercontent.com/-hmFFmQHMVpY/VILHlwlQXJI/AAAAAAAGylE/KTVE69Q6v9w/s1600/251%2520D.jpg
https://lh5.googleusercontent.com/-vsPXomN4n3o/VILNGW5JYkI/AAAAAAAGys4/0SAhmnAe1Y8/s1600/275%2520A%2520%25282%2529.jpg
https://lh4.googleusercontent.com/-sKxuh6N-rUI/VILNHUf8UdI/AAAAAAAGytA/ZyD9ZXpCXPE/s1600/275%2520B%2520%25282%2529.jpg

https://lh6.googleusercontent.com/-xfqn2X6eiC8/VILNm1Gk8AI/AAAAAAAGytY/NZiLFpKhHJM/s1600/ROMIT%2520TV%2520TM%2520-%252006%2520dicembre%2520-%252010.33.01.jpg
https://lh5.googleusercontent.com/-vpLobjC6YLc/VILNlTJVB0I/AAAAAAAGytQ/Usa9G3XVNNc/s1600/ROMIT%2520TV%2520TM%2520-%252006%2520dicembre%2520-%252010.32.41.jpg

https://lh5.googleusercontent.com/-X_Aub3GUhMQ/VILHpZc9i7I/AAAAAAAGylc/N9HYnHgYxvc/s1600/275%2520A.jpg
https://lh4.googleusercontent.com/-JE5Z4Fh6FDk/VILHqECNzGI/AAAAAAAGylk/8PSlyF5wXCo/s1600/275%2520B.jpg

https://lh5.googleusercontent.com/-P9ELxgq9krA/VILHrRoJrrI/AAAAAAAGyls/4M7B0CpXaMI/s1600/275%2520C.jpg
https://lh4.googleusercontent.com/-m9SXscbMzRs/VILHr5paprI/AAAAAAAGyl0/aRC9O16Nc8Y/s1600/275%2520D.jpg

https://lh5.googleusercontent.com/-I4hWQkz7JvM/VILNEDNSXVI/AAAAAAAGyso/gHMN4IsUKMk/s1600/275%2520G.jpg
https://lh4.googleusercontent.com/-_DyH1qK_X2s/VILNFGRZ3KI/AAAAAAAGysw/vR2UjbOh090/s1600/275%2520H.jpg


4 DICEMBRE 2014
Giovedì

NEWS 2014

Ore 22.30 - DISCOVERY CHANNEL E' IL QUARTO OPERATORE TELEVISIVO IN ITALIA E SUPERA LA 7 PER FATTURATO.

(ASKANEWS) Discovery Channel e’ di fatto il quarto operatore televisivo in Italia, superando quanto a fatturato La7.
Secondo quanto e’ emerso dall’indagine R&S Mediobanca sui principali operatori televisivi italiani, la classifica dei ricavi 2013 vede Mediaset in testa con 3,36 miliardi (comprensivi della Spagna), davanti a Sky (2,85 miliardi) e Rai (2,65 miliardi). Segue La7 (115 milioni), ormai quinto operatore dopo che Discovery Italia con l’incorporazione di Switchover Media ha raggiunto quota 144 milioni. A fine dicembre 2012 Discovery Italia ha rilevato la Switchover Media divenendo il terzo operatore italiano in termini di ascolti nei canali specializzati, con un portafoglio complessivo di 12 canali, di cui sei sul digitale terrestre gratuito (Real Time, DMax, Giallo, K2, Focus, Frisbee). Nel 2013 la Discovery Italia ha incorporato la Switchover Media, fatturando 144 milioni (di cui 122 milioni da pubblicita’), contro i 74 milioni del 2012, e chiudendo l’esercizio con una perdita di 7 milioni. Nella Top10 dei canali specializzati piu’ visti nel 2013, in cima alla classifica si colloca Real Time (Discovery Italia) che registra una media dell’1,5% davanti a Rai YoYo e Iris (Mediaset) con l’1,3%.


MUX NAZIONALI

Ore 15.55 - MUX STUDIO 1: ARRIVANO FIRE TV E I CANALI MEDIATEXT.

UHF 31-35 Mux STUDIO 1
https://lh4.googleusercontent.com/-7-nPyIDJsY8/VBP1nEL4PUI/AAAAAAAGXXs/N5sSFsLqjG0/s1600/FIRE%2520TV%252052.jpg
Di seguito aggiorniamo la composizione del provider pluriregionale STUDIO 1 segnalando che, rispetto alla nostra precedente rilevazione dello scorso agosto, sono stati aggiunti 4 canali TV. Sulla LCN 147 è stata inserita FIRE TV (in questo mux il canale è veicolato in 16:9, mentre negli altri provider locali è trasmesso in 4:3), mentre sulle LCN 166, 228 e 251 sono stati aggiunti nell'ordine MEDIATEXT IT, ITALIA CHANNEL e PIANETA TV; tali emittenti trasmettono la medesima programmazione: in alcune fasce orarie sono in onda le trasmissioni di PIANETA TV (con tanto di logo), in altre quella di ITALIA CHANNEL, sempre con il corrispondente logo di rete. Infine GALAXY TV (LCN 183) ha modificato il logo di stazione. Abbiamo aggiornato la griglia dei canali e lo z@pping TV del mux pluriregionale STUDIO 1.
https://lh5.googleusercontent.com/-EoO4mrTbmIs/VIA87gVukyI/AAAAAAAGyXA/Nb_IRGKVPpA/s1600/00%2520B%2520%25288%2529.jpg
https://lh3.googleusercontent.com/-VAXtpOCst7I/VIA8xuekCmI/AAAAAAAGyVk/ywiTtx6g-oU/s1600/147%2520A.jpg
https://lh6.googleusercontent.com/-fX603-OyQOY/VIA8ypEDfmI/AAAAAAAGyVs/bLC2gYHUoY4/s1600/147%2520B.jpg
https://lh5.googleusercontent.com/-hFCnFQbA_OQ/VIA8zdtfRRI/AAAAAAAGyV0/JsLD-I89XsA/s1600/166%2520A.jpg
https://lh4.googleusercontent.com/-itofR0mozMQ/VIA80UCmcqI/AAAAAAAGyV8/f2NzDBJ4G7o/s1600/166%2520B.jpg

https://lh5.googleusercontent.com/-fW_ADMaAwP4/VIA82I3sW7I/AAAAAAAGyWM/ZYTMH3qDDcQ/s1600/228%2520A.jpg
https://lh6.googleusercontent.com/-4UFQYB0AmIo/VIA83AS1AkI/AAAAAAAGyWY/euDyfeojaiQ/s1600/228%2520B.jpg

https://lh4.googleusercontent.com/-EW22S0uNGSM/VIA84H9vphI/AAAAAAAGyWg/qWo7rq9ajKs/s1600/251%2520A.jpg
https://lh3.googleusercontent.com/-Mz5fgxz_beE/VIA85MzyyEI/AAAAAAAGyWo/k8eXZ86r46E/s1600/251%2520B.jpg
https://lh6.googleusercontent.com/-Zhn6iwZjhe0/VIA86IDxKBI/AAAAAAAGyWw/cV2kbDYJZZ8/s1600/183%2520A.jpg
https://lh4.googleusercontent.com/-6lNIbZtmGu0/VIA81kYJSlI/AAAAAAAGyWE/LJFJcg82y-M/s1600/183%2520B.jpg


3 DICEMBRE 2014
Mercoledì

NEWS 2014

Ore 18.50 - NEI MUX COLLEGATI A 7 GOLD ARRIVA R101 TV.

https://lh6.googleusercontent.com/-Dam8La25BMk/VH72qPS_P_I/AAAAAAAGyDg/E3Sw26eh8TY/s1600/R101%2520TV%252060.png
Novità nei mux regionali legati a 7 GOLD, da ieri ha fatto il suo ingresso la tv musicale R101 TV sulla LCN 167.
Questa emittente resta per ora veicolata anche dal mux RETECAPRI sulla numerazione 66, ma l'ingresso nei mux regionali fa supporre che la tv musicale sia intenzionata a sganciarsi dal provider partenopeo. Resta l'incognita della pregiata numerazione 66 che potrebbe tornare nelle mani del precedente utilizzatore ovvero RadioCapriTelevisiON relegata al numero 520.
Ma potrebbero essere pronte interessanti novità su altri canali in arrivo.
https://lh5.googleusercontent.com/-6cNDzoF7-No/VH72K8cbBoI/AAAAAAAGyBk/UjfH3Fqp6Ic/s1600/167%2520A.png
https://lh3.googleusercontent.com/-AEXD9PVsX5A/VH72P3bhKQI/AAAAAAAGyBs/2c_dJoQs6jQ/s1600/167%2520B.png

https://lh5.googleusercontent.com/-tX-S1-_Qi_A/VH72VaCxAEI/AAAAAAAGyCE/pyh5pYlR_hM/s1600/167%2520ITR%2520A.png
https://lh3.googleusercontent.com/-ZNbDTeP00tE/VH72imRymRI/AAAAAAAGyCc/AqgA7Cateuo/s1600/167%2520ITR%2520B.png

https://lh3.googleusercontent.com/-fmajmMRc40w/VH72TQCnUxI/AAAAAAAGyB0/Gs57XlDrCfs/s1600/167%2520D.png
https://lh6.googleusercontent.com/-yGwjEXLQhoo/VH72UT_K9WI/AAAAAAAGyB8/PYuBZghimpQ/s1600/167%2520C.png

https://lh6.googleusercontent.com/-Cn94nbLU1h4/VH72jnG5J9I/AAAAAAAGyCk/S0i54Ve112E/s1600/167%2520T1.png
https://lh5.googleusercontent.com/-Ps0TOaLVSuw/VH72mcd96FI/AAAAAAAGyCs/4Gn4-54DWqQ/s1600/167%2520T2.png

Ricapitoliamo i provider locali, censiti da L'ITALIA IN DIGITALE, in cui da ieri ha fatto il suo ingresso R101 TV.

PIEMONTE IN DIGITALE
UHF 45 Mux TELECITY (PIEMONTE) A
UHF 45 Mux TELECITY (PIEMONTE) B



https://lh5.googleusercontent.com/-VCPkwwEn1T0/VH72D4bbfKI/AAAAAAAGyA8/HQXqJdKwA5M/s1600/00%2520B%2520PIEMONTE%2520CY%2520PIE%2520B.png








VENETO IN DIGITALE
In questo multiplex laziale è arrivato nel slot che è ancora denominato RadioItaliaTV ed è senza numerazione LCN.


https://lh4.googleusercontent.com/-RB2eF-6pFvE/VH72AyQSEhI/AAAAAAAGyAc/uosKOvCANXQ/s1600/00%2520B%2520LAZIO%25207%2520gold.png

https://lh3.googleusercontent.com/-r9nPMAcdlFc/VH72qQ_Hd6I/AAAAAAAGyDY/CNG5FHUspqY/s1600/NO%252000%2520A.png
https://lh6.googleusercontent.com/-1XVQcHsm8SE/VH72peEyiyI/AAAAAAAGyDk/uHokwi7et8A/s1600/NO%252000%2520B.png

 UPDATE GIOVEDI' 4 DICEMBRE 2014 - ORE 00.20 
Nella serata di ieri nel mux 7 GOLD LAZIO è stato correttamente rinominato in R101 TV ed è stata inserita la numerazione LCN 167.

https://lh3.googleusercontent.com/-8EB9piwsuug/VH-YhrJtvMI/AAAAAAAGyIk/GYYGP5tILQs/s1600/00%2520B%25207%2520GOLD%2520LAZIO%2520BIS.png

https://lh4.googleusercontent.com/-kBXGFhJS9uA/VH-YlUiXdsI/AAAAAAAGyIs/sbSlTIceid8/s1600/167%2520A%2520%25282%2529.png
https://lh6.googleusercontent.com/-2x_KIwB7Ffk/VH-YpSZdFBI/AAAAAAAGyI0/qXKWrUphHl4/s1600/167%2520B%2520%25282%2529.png


UHF 29-34 Mux ITR (LAZIO) A



ABRUZZO IN DIGITALE

UHF 46 Mux ANTENNA 10



SICILIA IN DIGITALE

UHF 33 Mux 7GOLD SICILIA 77


https://lh6.googleusercontent.com/-XrAfCxdfNyw/VH72FHjzQwI/AAAAAAAGyBI/4OmBAvAKQ88/s1600/00%2520B%2520SICILIA%25207%2520GOLD%2520SICILIA%252077.png

https://lh5.googleusercontent.com/-7sDAYpGWpYQ/VH72cJKKPOI/AAAAAAAGyCQ/UIEuYI0z028/s1600/167%2520S1.png
https://lh3.googleusercontent.com/-6wJx8PV2q8c/VH72c3ZVoaI/AAAAAAAGyCU/6zkSXR6moFQ/s1600/167%2520S2.png


UHF 39 Mux 7GOLD SICILIA 88 (B)


https://lh4.googleusercontent.com/-23zL5pPQD6Q/VH72FidDmQI/AAAAAAAGyBM/GFryxnbIm9M/s1600/00%2520B%2520SICILIA%25207%2520gold%2520sicilia%252088.png

NEWS 2014

Ore 17.25 - SULLE TV LOCALI TRECENTOMILA SPOT CONTRO DISMISSIONE FREQUENZE.

ROMA (AdnKronos) - Trecentomila spot in onda sulle emittenti televisive locali aderenti a AerantiCorallo, per protestare "contro le inaccettabili recenti scelte governative che penalizzano fortemente il comparto televisivo locale". L'associazione ha deciso cosi' di portare a conoscenza dell?opinione pubblica che 144 imprese televisive locali dovranno a breve dismettere le relative frequenze di trasmissione perche' le frequenze sono state giudicate 'interferenti' con i paesi esteri confinanti. Questo "nonostante tali frequenze siano state assegnate dallo Stato alle imprese, negli anni 2011 ? 2012, per la durata di venti anni, a seguito di specifiche gare", secondo quanto rileva l'associazione.
Il nuovo piano delle frequenze dell'Agcom, approvato lo scorso ottobre, dovrebbe portare alla dismissione di 76 frequenze e le tv locali hanno gia' espresso grande preoccupazione per le ricadute anche occupazionali dell'operazione. Il governo, con un emendamento alla legge di stabilità, ha comunque espresso l'intenzione di posporre dal 31 dicembre, termine inizialmente indicato, al prossimo 30 aprile, la data per la dismissione. Inoltre le frequenze non assegnate agli operatori nazionali andranno, con una gara, agli operatori televisivi locali.
Lo spot in onda sulle tv locali da domani evidenzia anche altre criticità che riguardano il settore, quali la recente definizione, da parte dell?Agcom, di criteri per la determinazione dei canoni dovuti per lo svolgimento delle attività di operatore di rete televisivo, che comportano "un enorme aumento degli importi dovuti dalle tv locali" e il recente emendamento proposto dal Governo nella legge di stabilità 2015, che rimette, ancora una volta, in discussione, le numerazioni del telecomando. Lo spot termina con una richiesta: Il Governo deve decidere se vuole ancora le tv locali.




2 DICEMBRE 2014
Martedì

MUX NAZIONALI

Ore 19.50 - MUX DFREE: CARTELLO DI RISINTONIZZAZIONE SU FOX SPORTS PROVVISORIO.

https://lh6.googleusercontent.com/-8HYsEOH_ugE/UvdsgX1JunI/AAAAAAAFCug/algEgCRgNtQ/s1600/DFREE%25202%252060.jpg
UHF 38-50 Mux DFREE
E' terminata la programmazione del canale FOX SPORTS su FOX SPORTS - PROVVISORIO. E' stata eliminata la numerazione LCN 382 ed ora è in onda un cartello che invita alla risintonizzazione. Ricordiamo che le trasmissioni di Fox Sports sono visibili sempre sulla LCN 382 sintonizzando il MEDIASET Mux 3. Abbiamo aggiornato la griglia dei canali e lo z@pping TV del mux DFREE.



https://lh6.googleusercontent.com/-3Lz53sR8sAc/VH4GcNlfXZI/AAAAAAAGxcU/0p-z7r_SeTw/s1600/00%2520B%2520%252811%2529.jpg
https://lh6.googleusercontent.com/-mE06NXfPF4w/VH4Gcwi4oRI/AAAAAAAGxcc/a90uPmrCOKA/s1600/NO%252000%2520A%2520%25282%2529.jpg
https://lh5.googleusercontent.com/-3Lym9YhoNUs/VH4GbDuaR9I/AAAAAAAGxcM/w3KWSbKMVfM/s1600/NO%252000%2520B%2520%25282%2529.jpg

PIEMONTE IN DIGITALE

Ore 09.00 - MUX QUARTARETE: CORRETTO L'ERRORE NELL'IDENTIFICATIVO DEI CANALI.

UHF 24 Mux QUARTARETE
Dopo la nostra news del 25 u.s., dove segnalavamo che alcuni canali del mux QUARTARETE erano identificati come prove tecniche di tramissione (dimenticando la lettera s), è stata correttamente modificata l'epg con l'aggiunta della s mancante. Ricordiamo che i canali a cui è stato aggiunta la scritta prove tecniche di trasmissione, sono Show TV (LCN 216), 4Rete 3D (LCN 511) e For Music (LCN 613). Abbiamo aggiornato la griglia dei canali e lo z@pping TV del mux QUARTARETE.

https://lh6.googleusercontent.com/-you4kAGtKDY/VH1upSd7lVI/AAAAAAAGxVs/JZYJmWDpJ7c/s1600/00%2520B.png

https://lh6.googleusercontent.com/-gWs3K6i4L7I/VH1upsRqxUI/AAAAAAAGxV4/u8XqWPEwXMU/s1600/216%2520A.png
https://lh6.googleusercontent.com/-DIuxxGb6Ge4/VH1uphBKYII/AAAAAAAGxV0/8GcFSkT5xMU/s1600/216%2520B.png

https://lh4.googleusercontent.com/-3HBR2FK73DM/VH1uqS6Vo6I/AAAAAAAGxWA/vn7pNem0_TA/s1600/511%2520A.png
https://lh5.googleusercontent.com/-O0OHuiAFF74/VETiy_IJQPI/AAAAAAAGix4/LXtfFaea1Lc/s1600/511%2520B.jpg
https://lh6.googleusercontent.com/-vh1NCEqwQIo/VH1uq-OlF8I/AAAAAAAGxWM/h9ejosxSq0Q/s1600/613%2520A.png
https://lh6.googleusercontent.com/-8vUdpbmwkyY/VH1uqiO2coI/AAAAAAAGxWI/CNDLknsFerk/s1600/613%2520B.png

NEWS 2014

Ore 08.00 - RADIOFONIA: ARRIVA RADIO NOVELLA 2000.

Occupiamoci di radiofonia per segnalare l'arrivo di una nuova emittente.
LOMBARDIA IN DIGITALE
RADIO CUORE ha infatti da ieri ceduto il suo principale impianto della Lombardia, l' FM 92.600 (Mhz) da Torre de Busi - Valcava (LC) a RADIO NOVELLA 2000 (identificata NOV_2000), progetto evidentemente legato all'omonimo giornale. Nell'area di Milano RADIO CUORE è subentrata a sua volta sulla FM 95.700 (Mhz) già di RADIO SPORTIVA (questo impianto modula da Montevecchia, Lecco) e sulla FM 101.500 (Mhz) di CNR LAB RADIO (impianto sito in via San Galdino a Milano). RADIO SPORTIVA resta sintonizzabile sui 92.800 Mhz da Torre de Busi - Valcava (LC) e su altri impianti minori mentre CNR LAB RADIO è (almeno per il momento) uscita di scena.
PIEMONTE IN DIGITALE
Anche a Torino RADIO CUORE ha ceduto la sua frequenza principale del colle della Maddalena (Mhz 92.700) a RADIO NOVELLA 2000. Conseguentemente RADIO CUORE si riposiziona sui Mhz 103.500 del colle della Maddalena, già di GAMMA RADIO che pertanto al momento esce di scena.

Abbiamo aggiornato la lista delle RADIO A MILANO e delle RADIO A TORINO.

https://lh4.googleusercontent.com/-mInqajgKyoQ/VH1aFQU1P8I/AAAAAAAGxT8/Yas_8I-Mj1Q/s1600/foto%25201.png

https://lh6.googleusercontent.com/-BpG98Ai4bWU/VH1aFdDP9QI/AAAAAAAGxT0/6jjGHckZ3GM/s1600/foto%25202.png
https://lh6.googleusercontent.com/-9pS7cXK2GGg/VH1aFcXL7BI/AAAAAAAGxT4/E5gQZFSp6Ss/s1600/foto%25203.png


1 DICEMBRE 2014
Lunedì

NEWS 2014

Ore 22.40 -  LA REPUBBLICA: "TV LOCALI L'ULTIMO FAR WEST, TROPPE ANTENNE E FREQUENZE".

Le tv locali sono lo specchio di un certo modo di governare l’Italia. Sono un caos, un ginepraio inestricabile in cui non c’è alcuna certezza. Quante sono? Forse 480. O almeno questo è l’ultimo numero noto nel 2012.
In calo dalle quasi 600 del 2005
, ma attenzione ai numeri: nel 2012 si era quasi al termine della transizione al digitale, che moltiplicando i canali per ogni frequenza, ha di fatto portato il numero dei canali locali sopra la bella cifra di 3 mila. Troppi canali e troppe frequenze occupate. Tanto più che per fine anno le locali della fascia adriatica dovranno spegnere le frequenze che disturbano quelle di Croazia e Albania. Una decina di tv pugliesi sono a rischio (ma lo Sblocca Italia propone ora una proroga fino ad aprile). Entro i prossimi due-tre anni, poi, lo stesso avverrà sul Tirreno per le interferenze con la Corsica e poi in Sicilia dove molte delle 130 emittenti locali trasmettono abusivamente su frequenze assegnate ai paesi della sponda sud del Mediterraneo.
E poi entro il 2022 si dovranno liberare altre frequenze per assegnarle alla telefonia mobile.
Meno spazio nell’etere ma anche nel mercato: i ricavi pubblicitari sono in calo, lo share pure, i finanziamenti pubblici anche: dagli 85 milioni del 2012 si è passati ai 60 dell’anno scorso e ai 55 di quest’anno. Ripartiti poi in modo confuso e inefficace, con ampi margini per contestazioni, continui ricorsi ai Tar e anche qualche truffa, tanto i controlli sono minimi. Ce n’è abbastanza perché si cominci a cercare di fare ordine. It Media Consulting ha appena presentato uno studio dedicato alla situazione nel Lazio ma che ha ripreso e rielaborato dati nazionali. Già, rielaborato: perché il caos nasce a livello centrale. Non esiste un elenco delle tv locali ma bisogna dedurli dal Roc, il Registro degli Operatori della Comunicazione, tenuto dal ministero dello Sviluppo, e da quelli dell’Ag-Com che sono il catasto delle frequenze, l’elenco per l’Lcn (la graduatoria per l’assegnazione delle posizioni sui telecomandi, peraltro paralizzata da tre anni), la graduatoria derivante dalle singole graduatorie regionali per l’assegnazione dei contributi pubblici all’editoria (graduatoria assegnata ai Corecom, i Comitati regionali per le comunicazioni) e altri elenchi ancora, specifici per l’assegnazione di altri fondi. Il fatto che molte società siano piccolissime, spesso imprese familiari con meno di dieci dipendenti, fa il resto. A volte uno stesso editore ha “gemmato” più srl ognuna delle quali è una singola emittente tv. E la legge non aiuta. «Nell’ultimo bando del Mise per l’assegnazione dei fondi pubblici non si chiarisce tra impresa e emittente - spiega Michele Petrucci, presidente del Corecom Lazio e vicepresidente del Coordinamento di tutti i Corecom - Per cui noi, dovendo stilare la graduatoria in base alla quale il ministero assegna i fondi, non sappiamo se certi requisiti, i dipendenti, il numero di giornalisti, i requisiti di fatturato, vadano ascritti all’emittente o all’editore. Nel primo caso un editore può ricevere tanti contributi quante sono le sue emittenti. Serve chiarezza e soprattutto servono criteri di assegnazione più selettivi, a vantaggio della qualità e delle società che investono di più sui contenuti». E’ per questo che il Corecom Lazio ha commissionato a It Media uno studio per scattare una fotografia più netta del settore a partire dalla quale iniziare a pensare una risistemazione.
Perché oggi il rischio è che in questo caos a chiudere siano le tv maggiori, quelle più strutturate, che producono più contenuti locali veri e si salvino invece le micro tv a gestione familiare.
Perché pur nel caos il settore ha espresso realtà e marchi ormai consolidati. Sono nomi come Telelombardia, Antenna 3 o Telenova a Milano e regione, Canale Italia di Lucio Garbo in Veneto, ma con forte presenza in altre regioni, così come il consorzio 7Gold che fa capo a Giorgio Tacchino. In Puglia c’è Telenorba dei Montrone, in Sicilia le emittenti che fanno capo a Mario Ciancio. Nel Lazio due emittenti, T9 e Tele Roma 56 sono del gruppo Caltagirone.
Sono però tutte in crisi, tutte hanno in atto cassa integrazione e mobilità.
Qualcuno, come la storica tv romana SuperTre della famiglia Rebecchini ha già spento le antenne. «Tutte assieme hanno gli stessi dipendenti di Mediaset, fanno un decimo del suo fatturato e un centesimo dei suoi ascolti», è l’azzeccata sintesi che gira. «I ricavi sono il fattore critico - spiega Augusto Preta, direttore di It Media - La pubblicità che a livello nazionale tra il 2008 e il 2012 è scesa dll’11,7% nelle locali è crollata del 37,5%, e nel Lazio ancora peggio, quasi il 50%. Nello stesso tempo i costi sono saliti del 13% a livello nazionale e del 75% nel Lazio, dove ci sono 49 editori, e ben 164 canali. Gli ascolti, sui canali rilevati dall’Auditel, scendono: sono passati, sul totale nazionale, dallo 0,16% del 2007 allo 0,03% del 2012. A livello locale e soprattutto sulle news, finora il vero punto di forza di queste tv, si sente fortissima la concorrenza di Internet. Ma da parte degli editori non abbiamo registrato strategie importanti per sviluppare la loro presenza sul Web». Eppure ci sono marchi forti.
I tg di emittenti locali come Telenorba in Puglia o Rttr o Tca in Trentino fanno manbassa di ascolti sui rispettivi share regionali. Ma la gran massa fatica.
Si ipotizza che ci siano emittenti che fanno fino al 90% dei loro ricavi con il contributo pubblico. Che non è proprio distribuito a pioggia ma quasi: l’80% va al primo 37% delle emittenti regionali in base alla graduatoria, il 20% a tutti. Poiché i primi requisiti sono i fatturati e il numero di dipendenti, operazioni giuridicamente lecite ma opache nella sostanza sono molte: dai fatturati gonfiati tra emittenti dello stesso editore che si comprano e vendono contenuti tra di loro, a una pletora di dipendenti amministrativi rispetto ai tecnici e ai giornalisti. Quando non invece, come vogliono le leggende di settore, dipendenti assunti dalle emittenti ma che svolgono i loro compiti per le altre attività del piccolo editore locale. In questo caso sarebbe una vera e propria truffa, ma con i controlli fatti solo sulla carta è quasi impossibile da scoprire. Come è impossibile scoprire chi occupa davvero uno spezzone locale di frequenza. Le locali dovrebbero avere un terzo del totale delle frequenze italiane. E poiché ci sono 25 frequenze nazionali, quelle locali dovrebbero essere non più di 13. Ma l’occupazione delle frequenze assegnate ad altri Stati ha fatto sì, per esempio, che nel Lazio le tv locali, come rileva ItMedia, utilizzino una ventina di frequenze. La storia del caos seguito alla digitalizzazione è più recente del vecchio Far West tv italiano, ma ha lo stesso dna. Nasce infatti nel 2010, quando il governo Berlusconi e il suo ministro delle Comunicazioni, Paolo Romani, permette alle tv locali di occupare le frequenze degli Stati esteri. Bisognava arrivare in fretta per dare certezze al mercato degli spot sulle tv nazionali che temeva una lunga transizione e le incertezze sui valori degli ascolti tra le regioni digitalizzate e quelle ancora no. E per tagliare corto sulle proteste delle locali che minacciavano blocchi e ricorsi, si scelse l’occupazione abusiva. Salvo poi “espropriarle” quando si trattò di liberare spettro per l’asta della telefonia mobile per l’Lte pagando però 174 milioni di indennizzi. E lo stesso sta di nuovo accadendo. L’anno scorso sono state infatti riconfermate concessioni ventennali agli attuali titolari di frequenze locali. E ora si dovrà pagare per riaverle. Il governo aveva messo nello Sblocca Italia 20 milioni, che, per le proteste delle associazioni, in testa la Aeranti-Corallo, che rappresenta 330 emittenti, sono già quasi certamente saliti a 50. Infine un altro nodo mai affrontato. Le tv hanno messo le frequenze a patrimonio: sfilargliele costringerebbe la maggior parte di loro a portare i libri in tribunale. E per di più il contributo statale è legato alla frequenza e non alla attività editoriale. Ragion per cui nessuno le molla. E questa è anche una barriera formidabile all’ingresso di nuovi editori. Ora la pasticciata nuova norma di AgCom che sposta di canoni di concessione per le tv sugli operatori di rete potrebbe essere un incentivo per gli editori a separarsene, anche se per le locali la norma ha creato lo stesso sconquasso denunciato a livello nazionale: lo sconto concesso a Mediaset e Rai ha decuplicato il prelievo sugli altri operatori di rete. «Vedo una sola via d’uscita - spiega Antonio Sassano, docente di Ingegneria a Roma ma soprattutto uno dei nostri massimi esperti in tema di frequenze - Non solo assegnare alle locali le frequenze non attribuite nella recente gara dell’ex beauty contest, come già pensa il governo, ma andare oltre e assegnarle a gara ad operatori di rete regionali per ospitare fornitori di contenuti locali da selezionare anche in questo caso, con una gara di evidenza pubblica. L’unico modo per valorizzare l’informazione locale di qualità e spingere gli editori a produrre programmi in grado di conquistare pubblico e non solo di occupare spazio». E chiunque abbia fatto zapping sul telecomando oltre i primi 60 canali sa di cosa parla. Sopra, uno studio tv. Oggi i fondi pubblici sono distribuiti secondo criteri poco efficaci e non aiutano il settore a selezionare gli operatori che investono di più nella produzione di contenuti locali di qualità e questo impedisce anche l’ingresso di nuovi operatori.
Tratto da: www.repubblica.it/economia/affari-e-finanza/2014/12/01/news/tv_locali_lultimo_far_west_troppe_antenne_e_frequenze_mentre_spot_e_share_crollano

MUX NAZIONALI

Ore 20.30 - TIMB MUX 1: INIZIATE LE TRASMISSIONI DI AGON CHANNEL.

UHF 47-56 TIMB Mux 1
https://lh5.googleusercontent.com/-xZLhGXPbeNU/VASq3vJuXXI/AAAAAAAGQdU/stwjRfo2FjY/s1600/AGON%2520CHANNEL%252052.png
Questa mattina sono partite le trasmissioni del nuovo canale AGON CHANNEL (LCN 33). Abbiamo aggiornato la griglia dei canali e lo z@pping TV del TIMB Mux 1.



https://lh4.googleusercontent.com/-GAr9dHe_JH0/VHzBZq-BNmI/AAAAAAAGxSw/HLeZA9zXjyo/s1600/33%2520A%2520%25287%2529.jpg
https://lh6.googleusercontent.com/-lx0mZVdjQ7k/VHzBb38SHqI/AAAAAAAGxTA/oMMzBW957Z4/s1600/33%2520B%2520%25286%2529.jpg

https://lh4.googleusercontent.com/-uJu85iLQpZg/VHzBatAx7CI/AAAAAAAGxS4/R-cqlNWgB90/s1600/33%2520C%2520%25282%2529.jpg
https://lh3.googleusercontent.com/-TkRTAo9_w5Q/VHzBYeFVvSI/AAAAAAAGxSo/Gf7HwvN4k0Y/s1600/33%2520D%2520%25282%2529.jpg

https://lh5.googleusercontent.com/-cKfdzKPRtYk/VHzBWEfsjHI/AAAAAAAGxSY/2u0JSKwPR2k/s1600/33%2520E%2520%25282%2529.jpg
https://lh6.googleusercontent.com/-eIoKJJBqSdE/VHzBXDbpXdI/AAAAAAAGxSg/p_cOIMK2CWs/s1600/33%2520F%2520%25282%2529.jpg

https://lh4.googleusercontent.com/-Tj0aZPWdY7U/VHzgO6dc8qI/AAAAAAAGxTQ/CtNisAr0mpM/s1600/AGON%2520CHANNEL%2520-%252001%2520dicembre%2520-%252022.35.29.jpg
https://lh5.googleusercontent.com/-KI4iCwQ4MBw/VHzgQIao6pI/AAAAAAAGxTY/ggXdlfKv9wc/s1600/AGON%2520CHANNEL%2520-%252001%2520dicembre%2520-%252022.38.16.jpg


NEWS DA MERCOLEDI' 01 A DOMENICA 05 GENNAIO 2014


©
L'ITALIA IN DIGITALE 2009 > 2014


www.litaliaindigitale.it


Copyright
ANDREA POMILIO - RICCARDO GAFFOGLIO