Da Lunedì 18 a Domenica 24 GIUGNO 2012


COLLABORA CON "L'ITALIA IN DIGITALE"
Sei appassionato di tv e radio e vuoi collaborare inviandoci le segnalazioni e le liste della tua zona?
Contattaci alla nostra mail
italiaindigitale@libero.it e inizia subito a condividere le tue informazioni su L'ITALIA IN DIGITALE.






LE E-MAIL RICEVUTE SONO CONSULTABILI SOLO NELLA PAGINA DELLO







Clicca sulle immagini per vederle ingrandite


 24 GIUGNO 2012 - Domenica 

Ore 17.25 -  PUGLIA  - CERIGNOLA (FG): IL SEGNALE RAI C'E', BISOGNA CHIAMARE L'ANTENNISTA.
Sono terminati nella serata di ieri i controlli effettuati dai tecnici della Rai a Cerignola, accompagnati anche da un funzionario del Ministero per lo sviluppo economico. Così come successo nella mattinata la ricezione del segnale del digitale terrestre sembra essere abbastanza buona nella nostra città. Eppure sono in molti a lamentare una serie di disguidi che stanno costringendo, tra le altre cose, a rinunciare alle partite dell’ Europeo di calcio. E proprio a poche ore dall’attesissima Italia – Inghilterra, vi proponiamo le dichiarazioni di uno dei tecnici della Rai che, agli utenti del servizio pubblico, ha rilasciato i seguenti consigli: «Abbiamo appurato che il segnale a Cerignola sostanzialmente c’è ed è anche di buon livello. – dichiara a Lanotiziaweb - Il consiglio che posso dare è questo: chiamate un antennista. Fatelo venire munito di un misuratore di campo. Con questo strumento sarà possibile capire verso che direzione orientare la vostra antenna: o verso Monte Caccia o verso Monte Sambuco, che sono i due ripetitori dai quali Cerignola riceve il segnale. Penso che gran parte dei problemi si risolveranno in tal modo». Chi lo doveva dire… ? Italia – Inghilterra dipenderà da Monte Caccia – Monte Sambuco.

Tratto da: http://www.lanotiziaweb.it/24/06/2012/digitale-il-segnale-ce-secondo-la-rai-bisogna-chiamare-lantennista

Ore 16.25 -  TOSCANA  - MUX RTV 38: AGGIUNTE LE LCN DI 38 SHOPPING E RTV38+1.
UHF 41 Mux RTV 38:
Un nostro lettore della Toscana ci informa che sono state inserite le LCN dei canali recentemente inseriti nel multiplex di RTV 38: 38 SHOPPING e RTV38+1.
Ora occupano le seguenti posizioni:


LCN 189 - RTV38+1
LCN 613 - 38Shopping


Abbiamo aggiornato la griglia dei canali e lo z@pping TV del mux RTV 38.



Ore 14.40 -  LAZIO E ROMA  - MUX TELEVITA: RISOLTI I PROBLEMI TECNICI, IN ONDA TELEVENDITE SENZA LOGO.
UHF 65 Mux TELEVITA:
Son stati risolti i problemi tecnici del nuovo mux TELEVITA, ora sono regolarmente visibili i canali. Trasmettono televendite senza logo One Television (LCN 86) e Lazio TV Shop (LCN 194 e il suo duplicato LCN 217), mentre su TV7 Triveneta Net (LCN 642) è in onda uno schermo nero con una scritta generata da un decoder "Canale codificato o non disponibile". Gli altri quattro canali non trasmettono nulla, sono a schermo nero. Abbiamo aggiornato lo z@pping TV del multiplex TELEVITA.




Ore 10.50 -  LOMBARDIA  - MUX VIDEOSTAR: AGGIORNATA LA GRIGLIA DEI CANALI E LO Z@PPING TV.
UHF 24 Mux VIDEOSTAR:
Abbiamo aggiornato la composizione lombarda e lo z@pping TV delle emittenti trasmesse dal mux VIDEOSTAR. Rispetto alla nostra precedente rilevazione, segnaliamo che BAZAR ora occupa l' LCN 117 (prima aveva la posizione 112). Pet Mania TV (LCN 631) è stato eliminato, al suo posto è in onda una copia di BAZAR. Sono state inoltre aggiunte le copie di Videostar, Videostar 2 e Videostar Sport, tutte senza numerazione LCN. Inserite anche le emittenti radiofoniche Radio Iglesias (LCN 742), Radio Millennium (LCN 791), VOR Voice of Russia - Test (LCN 792) e un duplicato di VD Radio Star (LCN 790).

Mux VIDEOSTAR - Z@pping TV



 23 GIUGNO 2012 - Sabato 

Ore 22.55 -  TOSCANA  - MUX RTV 38: AGGIUNTI 38 SHOPPING E RTV38+1.
UHF 41 Mux RTV 38:
Rispetto alla nostra precedente rilevazione, segnaliamo che sono stati aggiunti due nuovi canali. Si tratta di 38 SHOPPING e di RTV38+1 che al momento non hanno numerazione LCN. Abbiamo aggiornato la lista dei canali e lo z@pping TV del multiplex toscano RTV 38.

Mux RTV 38 - Z@pping TV


Ore 22.10 -  PUGLIA  - TECNICI RAI A CERIGNOLA: SI PROVA A RISOLVERE IL PROBLEMA DEL DIGITALE.
Sono arrivati in mattinata e rimaranno a Cerignola almeno fino a stasera. Sono i tecnici della Rai che, giunti direttamente da Bari, a bordo di un furgoncino dotato dell’apparecchiatura adatta a captare
la presenza e la qualità del segnale, stanno monitorando la nostra città per capire se l’allarme digitale terrestre sia una bufala o se, invece, ci sia un problema reale ed eventualmente trovare le soluzioni più adatte. Per una città, Cerignola, che, lo ricordiamo, si “appoggia” su due ripetitori: quello di Monte Sambuco (in direzione Volturino) e quello di Monte Caccia (tra Minervino e Spinazzola). Stamattina i tecnici Rai hanno cominciato il loro tour da via Maria Ausiliatrice, per poi passare per via Stresa ed, infine, arrivare in via Anagni (traversa di via Melfi). La procedura è semplice: il furgoncino resta giù per captare il segnale nella zona di riferimento, mentre due tecnici si recano direttamente nelle abitazioni per verificare il singolo apparecchio. Una procedura utile sopratutto per capire se sia il segnale a mancare o se, semplicemente, ci sia stato un non corretto utilizzo del televisore. Ed in effetti, proprio nella mattinata, diversi sono stati i casi in cui una semplice risintonizzazione dei canali ha risolto la faccenda. Eppure l’allarme resta.
Uno degli abitanti di via Maria Ausiliatrice dichiara a Lanotiziaweb: «Devono venire la sera, non adesso. Noi la mattina riusciamo a vedere sempre tutto, poi in serata, proprio quando stanno per cominciare le partite dell’Europeo di calcio, il segnale va via». Ed è per questo che proprio stasera i tecnici torneranno nelle abitazioni perlustrate in mattinata, per controllare se, nel frattempo, la qualità del segnale ha subito delle oscillazioni. San Samuele e Cimitero sembrano essere nelle stesse condizioni. «Ieri, finalmente, ho visto Germania – Grecia, la mia prima partita di questo Europeo» – ci racconta un residente di San Samuele. Mentre la zona Castello dimostra come il segnale copra la città davvero a macchia di leopardo: «Dove abito io è la parte più alta di Cerignola – si lamenta un giovane commerciante -, si dovrebbe vedere meglio che da altre parti. Eppure non ho visto niente, nemmeno ieri sera. Il bello è che il mio vicino, invece, si sta vedendo in beata tranquillità tutto l’ Europeo. O vado a casa sua o mi collego ad Internet».
I controlli di stamattina, lo ricordiamo, giungono dopo che il Comune di Cerignola, nelle persone del sindaco Antonio Giannatempo e dell’assessore Rosario Spione, avevano diffidato la Rai e il Ministero per lo Sviluppo Economico a risolvere il problema. E proprio Rosario Spione si è dimostrato il più attivo in tal senso seguendo le operazioni di stamani passo dopo passo: «Ho chiamato in continuazione in questi giorni al centralino del Ministero – rivela il neo assessore -, mi hanno fatto aspettare diverso tempo, rimbalzandomi da un numero all’altro. Ho insistito, però, e ieri mi è arrivata la notizia che i tecnici Rai avrebbero effettuato un sopralluogo. Siamo riusciti a smuovere qualcosa: ci dicano loro,adesso, se il problema dipende dal segnale del digitale e se sono in grado d’intervenire». Noi, intanto, vi terremo aggiornati sugli sviluppi.

Tratto da: http://www.lanotiziaweb.it/23/06/2012/tecnici-rai-a-cerignola-si-prova-a-risolvere-il-problema-del-digitale

Ore 17.50 -  MUX NAZIONALI  - MUX TIVUITALIA: PEOPLE TV SU RETE ITALIA.
TIVUITALIA Mux 1 / Mux 2 / Mux LAZIO :
Rete Italia (LCN 131) in alcune ore del pomeriggio trasmette la programmazione dell'emittente piemontese People TV togliendo il logo di AB CHANNEL. Però è empre presente il teletext del canale abruzzese, come potete vedere dalle immagini.



Ore 12.20 -  LAZIO E ROMA  - MUX TELEVITA: RIACCESO DA MONTE CAVO CON NUOVI CANALI.
UHF 65 Mux TELEVITA:
Dopo circa un mese è stato riacceso dalla postazione di Monte Cavo il mux TELEVITA che ora non contiene più i canali dell'emittente romana ma c'è un mix di otto emittenti di varie regioni italiane. L'identificativo della rete è sempre TELEVITA e i canali come, come potete vedere dallo z@pping TV che vi alleghiamo, non sono visibili, appaiono a schemo nero, squadrettano ma la visione appare impossibile, ci dovrebbe essere un problema serio nella sorgente che alimenta il multiplex, pur avendo la potenza segnale e la qualità con ottimi livelli. Abbiamo aggiornato la pagina con la griglia dei canali e con lo z@pping tv del mux TELEVITA, che ora ha questa composizione:

81 - TR Buonconsiglio
86 - One Television
194 - Lazio TV Shop
217 - Lazio TV Shop
619 - Video Regione Sicilia
642 - TV7 Triveneta Net
673 - Teleregione Color
680 - Lunaset

Update ore 16.15: Pur essendoci il segnale con ottimo livello non si sintonizza nessun canale. Pertanto il mux ora è vuoto.


Mux TELEVITA - Z@pping TV


Ore 10.50 -  MOLISE  - TAR LAZIO: TELEMOLISE E TELEREGIONE POTRANNO UTILIZZARE LE LCN 8 E 9.
CAMPOBASSO. Telemolise e Teleregione torneranno presto ad occupare i tasti 8 e 9 del telecomando del digitale terrestre. Lo ha deciso in una sentenza il Tar del Lazio. Che ha accolto le istanze
presentate dall’avvocato molisano Carmine Pizzuto. Il legale, in difesa delle emittenti Radio Telemolise e della European Broadcasting Company, ha impugnato il ricorso principale, nonche il ricorso per motivi aggiunti, presentato da Telenorba. Il gruppo televisivo più forte del Sud Italia aveva chiesto per se le due postazioni per posizionare Telenorba 8 e un altro dei suoi 14 canali. E per farlo aveva ottenuto, presso il Tar Lazio, i decreti cautelari monocratici del 22 e 24 maggio, che sospendevano nei limiti dell’interesse azionato in giudizio dalla società Telenorba Spa. Rappresentata in giudizio daoi professori Aldo e Isabella Loiodice, aveva impugnato i provvedimenti dell’Agcom e del ministero dello Sviluppo economico inerenti al Piano di numerazione automatica dei canali nell’ambito della Televisione digitale terrestre, per le regioni Puglia, Basilicata e Molise. Ma grazie all’azione dell’avvocato Carmine Pizzuto sono state ribaltate le precedenti decisioni del Presidente Calogero Piscitiello. Infatti, nella Camera di Consiglio, discussa il 20 giugno 2012, il giudice accogliendo le istanze dell’avvocato molisano, si è così pronunciato:”Considerato, ad un sommario esame, che i contestati bandi del Ministero sembrano, prima facie, adottati
nel rispetto della normativa legislativa e regolamentare di riferimento e, in primo luogo, della presupposta delibera Agcom 366/10/Con, il cui scrutinio esorbita dall’odierno thema decidendum, e che pertanto, pur nell’apprezzamento dei disagi sofferti dalla ricorrente nel passaggio alla nuova numerazione LCN, il Collegio non può accogliere le istanze svolte nel gravame in epigrafe stante la insufficienza dei profili di fumus boni juris dallo stesso evidenziati”. Con tale ordinanza il Tar Lazio ha riconosciuto fondate le eccezioni presentate dall’avvocato Carmine Pizzuto per le emittenti locali, che avrebbero subito un gravissimo pregiudizio dal “vuoto legislativo” che si sarebbe venuto a creare, dimostrando, altresì, tramite sondaggi demoscopici e tramite dati Auditel che le società da lui rappresentate occupavano da sempre i canali 8 e 9 del telecomando, ingiustamente oscurati da altre emittenti.

Tratto da: http://ilnuovomolise.it/37407/digitale-terrestre-il-tar-lazio-riconosce-i-diritti-di-telemolise-e-teleregione

Ore 10.40 -  MOLISE    PUGLIA    BASILICATA  - IL TAR DEL LAZIO RESPINGE L'ANNULLAMENTO LCN INTENTATO DA TELENORBA.
Il TAR del Lazio ha respinto la domanda incidentale di sospensione
della numerazione LCN per il Molise, Puglia e Basilicata, intentato dalla superstation di Conversano (BA) TeleNorba. Pubblichiamo l'estratto della sentenza datato 21 giugno 2012. Ad oggi comunque i canali TeleNorba 7 e TeleNorba 8 continuano comunque ad occupare le LCN 7 ed 8.



Update ore 16.00: TELENORBA 7 e TELENORBA 8 hanno liberato le LCN 7 ed 8, ora occupano rispettivamente le LCN 10 ed 11.

http://www.giustizia-amministrativa.it/DocumentiGA/Roma/Sezione%201/2012/201203606/Provvedimenti/201202171_05.XML




Ore 00.35 -  SICILIA  - MUX TVA: ARRIVA TRC.
UHF 46 Mux TVA:
E' stato inserito il canale TRC , con LCN 99, veicolato in tutte le postazioni del mux TVA sul canale 46 UHF.






 22 GIUGNO 2012 - Venerdì 

Ore 23.40 -  MUX NAZIONALI  - MUX RETE CAPRI: INIZIATE LE TRASMISSIONI DI CAPRI GOURMET E CAPRI CASINO'.
UHF 57-62 Mux RETE CAPRI:
Sono inziate le trasmissioni dei due nuovi canali del mux RETE CAPRI. Partita la programmazione del canale culinario Capri Gourmet (LCN 55), che cambia anche logo rispetto a quello che era in onda precedentemente sul cartello fisso, e di Capri Casinò (LCN 149). Entrambi vengono trasmessi con risoluzione (352x288) e bit-rate (400 kbit) al minimo con pessima qualità, immagini e loghi in alcuni momenti sono molto squadrettati.




Ore 22.45 -  EMILIA-ROMAGNA  - MUX TV7 TRIVENETA: INSERITO LO Z@PPING TV NELLA LISTA TV DI MODENA.
UHF 63 Mux TV7 TRIVENETA:
L'ITALIA IN DIGITALE aggiunge la lista delle TV A MODENA dove potete consultare i mux che si ricevono nella città emiliana. Inseriamo inoltre la composizione di un mux del Veneto: TV7 TRIVENETA, che si riceve a Modena dalla locale postazione di Serramazzoni. In questo mux l'emittente napoletana Tele A (LCN 630) è a schermo nero. Sfogliando il nostro z@pping TV e consultando la griglia potrete vedere i canali effettivamente trasmessi in questo multiplex.

Mux TV7 TRIVENETA - Z@pping TV


Ore 20.15 -  CALABRIA  - REGGIO TV SOSPENDE LA PROGRAMMAZIONE A CAUSA DI INTERFERENZE.
Di seguito la nota diffusa dall'emittente televisiva Reggio Tv RTV sospende le trasmissioni, chiude gli stabilimenti e manda a casa i dipendenti con effetto immediato. La società lo comunica con profondo sgomento.

La decisione è stata assunta dopo aver constatato che nel passaggio al digitale è stata assegnata una frequenza incompatibile con la normale ricezione da parte di tutti gli utenti del territorio.
Dopo aver conquistato una posizione di grande prestigio nell’assegnazione del numero progressivo 14 grazie al numero di dipendenti, al capitale sociale e ad altri parametri oggettivi gli è stato assegnato un canale, il 45, assolutamente non idoneo perché assegnato ad altra emittente in Sicilia e per questo interferente.
A parere dell’ Amministratore Unico tale assegnazione non risponde a nessun quesito di merito ma ad un criterio incomprensibile e non certo meritocratico.
RTV riprenderà le trasmissioni e riaprirà la sede solo dopo che la giustizia e la correttezza avranno avuto il sopravvento con l’assegnazione di una frequenza praticabile, inoltre RTV annuncia la presentazione di una denuncia all’Autorità Giudiziaria perché appuri se i criteri adottati dal Ministero siano stati oggettivi o meno.
Fatto sta, che al momento, si nega la possibilità ad una fonte d’informazione 1a per dati AUDITEL nella Provincia di Reggio Calabria, di esercitare il proprio diritto e di far lavorare più di 60 persone.
L’Amministratore Unico anche nella sua funzione pubblica a difesa della legalità si dice sbigottito, indignato e fortemente propenso ad abbandonare il campo in quanto del tutto impraticabile.
La legalità stenta davvero a prendere il sopravvento nonostante tutto.

Tratto da: http://www.strill.it/index

Ore 18.30 -  LAZIO E ROMA  - MUX TELESTUDIO: ELIMINATA CINQUESTELLE, NUOVI LOGHI PER IDEA SHOPPING E RL TV.
UHF 55 Mux TELESTUDIO:
Rispetto alla nostra precedente segnalazione, da alcuni giorni sono stati eliminati il canale CINQUESTELLE che aveva LCN 645 e quindi non è più trasmesso in nessun mux, e l'emittente radiofonica RADIO ERRE 2 che aveva LCN 850. TS LIVE cambia la propria numerazione LCN passando dalla 618 alla posizione 95. Dopo TELESTUDIO (LCN 85) e TS LIVE (LCN 95) anche i canali IDEA SHOPPING (LCN 675) e RL TV (LCN 677) cambiano i propri loghi. Qui sotto potete vedere a sinistra i logo vecchi e a destra quelli nuovi dei due canali. L'emittente reatina ha eliminato il riquadro bianco e ha leggermente ingrandito la scritta rietilaziotv che prima era quasi illegibile. Inoltre RL TV durante il telegiornale cambia logo inserendo quello di RL TG come potete vedere dalle immagini che vi alleghiamo, da segnalare che le autoproduzioni da studio sono realizzate in 16:9 ma, non avendo attivo il flag, vanno in onda con il formato sbagliato 4:3. Abbiamo aggiornato la griglia dei canali e lo z@pping TV con nuove immagini del mux di TELESTUDIO.




Mux TELESTUDIO - Z@pping TV


Ore 16.50 -  SICILIA  - SWITCH OFF AGRIGENTO: I MUX ATTIVI DA POGGIO GIACHE.
Questi i mux attivati dalla postazione di Poggio Giache a Villaseta (Agrigento):
ch.05: Rai 1

ch.21: TRM
ch.22: TGS
ch.26: Rai 3
ch.28: TRM
ch.30: Rai 2
ch.31: Teleacras
ch.34: Video Regione
ch.36: Mediaset 2
ch.38: Mediaset 3
ch.39: 7Gold Telerent
ch.40: Rai 4
ch.42: Rete A 2
ch.43: AG TV
ch.44: Rete A 1
ch.46: TVA
ch.47: Timb 1
ch.48: Timb 3
ch.49: Mediaset 4
ch.50: D-Free
ch.52: Mediaset 1
ch.56: Mediaset 5
ch.59: Sicilia TV
ch.60: Timb 2

Ore 16.10 -  LAZIO E ROMA  - MUX RETESOLE: VA VIA NEWS CHANNEL 24 E RITORNA RETESOLE 3.
UHF 24 Mux RETESOLE:
Da alcuni giorni non è più in onda il canale NEWS CHANNEL 24, con LCN 620, al suo posto è ritornata RETESOLE 3. L'identificativo per il momento è ancora NEWS CHANNEL 24.




Ore 15.25 -  CALABRIA  - RADIO GABBIANO VERDE DISTRUTTA DA UN ATTENTATO.
NICOTERA (Vibo Valentia) – Un attentato incendiario ha completamente distrutto l’emittente radiofonica “Radio Gabbiano Verde”, diretta dal giornalista Pasquale Barbalace, 72 anni.
Ignoti, nella notte di sabato, dopo aver forzato una finestra, si sono introdotti nei locali dell’emittente radiofonica, al numero 10 di via Baglio, nel centro storico di Nicotera, cospargendo apparecchiature e suppellettili di liquido infiammabile ed appiccandovi il fuoco.
La pressione causata dalla combustione del liquido in ambiente chiuso, ha provocato una forte esplosione che ha devastato mobili e attrezzature e danneggiato, in alcune parti, la struttura dell’edificio.
Ignote, al momento, le motivazioni che avrebbero animato gli autori del gesto criminale, sul quale indagano i carabinieri, che avrebbe potuto avere risvolti tragici nel caso, nelle vicinanze, si fosse trovato a transitare qualcuno.
L’emittente televisiva è di proprietà per il cinquanta per cento dell’amministratore delegato Antonino Battaglia e per il rimanente dal direttore responsabile Pasquale Barbalace, il quale, dopo aver ricordato di “non aver mai avuto problemi con alcuno”, ha dichiarato di essere “sorpreso e addolorato” dall’episodio che coinvolge un’emittente che da 34 anni rappresenta un punto di riferimento per la cittadinanza di Nicotera, raggiungendo le comunità della Piana di Gioia Tauro e numerose località del Vibonese e del Reggino, fino a Villa San Giovanni.
Piena e convinta solidarietà a Pasquale Barbalace e all’emittente radiofonica, viene espressa dal segretario del Sindacato Giornalisti della Calabria, Carlo Parisi, vicesegretario nazionale Fnsi, il quale sollecita le forze dell’ordine e la magistratura a “fare subito piena luce sull’attentato confermando, come dimostrato nei mesi scorsi con l’arresto degli autori di minacce e intimidazioni ad alcuni giornalisti vibonesi, che quando lo Stato decide di impegnarsi seriamente, impiegando uomini e mezzi, i risultati si vedono e i cittadini possono ricominciare ad avere fiducia”.
Carlo Parisi, in particolare, sollecita gli investigatori ad accertare se l’azione criminale compiuta ai danni di “Radio Gabbiano Verde” sia da ricondurre ai servizi giornalistici svolti dall’emittente, dunque “da attribuire al gravissimo tentativo di mettere a tacere con la violenza quanti, con passione e coraggio, onorano la professione con l’informazione e la denuncia”.

Tratto da: http://www.giornalisticalabria.it/2012/06/18/%E2%80%9Cradio-gabbiano-verde%E2%80%9D-distrutta-da-un-attentato

Ore 15.15 -  MARCHE  - MUX FANO TV: AL VIA LA PROGRAMMAZIONE DI PESARO TV.
UHF 45 Mux FANO TV:
Nella liste de
La programmazione della nuova emittente PESARO TV (LCN 117), inizierà il prossimo 1° Luglio. Lo si apprende dalla pagina Facebook dell'emittente che inserisce un promo e parte del palinsesto che sarà composto anche da film e telefilm.



Ore 14.50 -  MARCHE    ABRUZZO  - TVP ACQUISTA LE FREQUENZE DI TELE A+ E DIVENTA OPERATORE DI RETE.
SAN BENEDETTO DEL TRONTO (AP). Tvp Italia diventa operatore di rete acquistando come ramo d'azienda da Multiservice Interprise Spa le frequenze in uso per Tele A+, che consentiranno di irradiare un bouquet di 6 canali sugli interi territori di Marche e Abruzzo, con una copertura totale.
Il bouquet sarà composto dalla rete ammiraglia Tvp Italia, che sarà in onda sul canale 79 sia nelle Marche che in Abruzzo. Un canale generalista che offrirà, come fatto finora, un palinsesto ricco e sempre caratterizzato dalla grande attenzione per l'informazione. Tvp Italia nelle Marche e 694 in Abruzzo. Sui canali 187 per le Marche e 213 per l'Abruzzo, nascerà Vera News, rete che fornirà informazione h24, attraverso numerose edizioni di telegiornali che racconteranno i fatti di ogni singola provincia delle due regioni.
Sui canali 286 per le Marche e 613 per l'Abruzzo nascerà Vera Sport rete che fornirà esclusivamente informazione sportiva. Calcio, Basket, volley, tennis e tutte le altre discipline raccontate attraverso diretta e differite di eventi e soprattutto grazie a programmi di informazione quotidiana, approfondimenti e talk show. Sui canali 638 per le Marche e 692 per l'Abruzzo nascerà CRISHOP, rete completamente dedicata al commerciale: televendite televisive e online 24 ore al giorno. Sui canali 639 per le Marche e 693 per l'Abruzzo nascerà E20.TV, rete completamente dedicata agli eventi: spettacoli, cultura, politica, convegnistica, in collaborazione con i principali Enti della Regione.
Tratto da: http://www.cityrumors.it/rubriche/tecnologia/televisione-tvp-italia-diventa-operatore-di-rete-e-trasmettera-anche-in-abruzzo

Ore 13.00 -  MARCHE  - RUBATI TRASMETTITORI TV AD ANCONA, ASCOLI PICENO E PESARO.
Rubano trasmettitori tv ad Ancona. Fanese nei guai per un fatto analogo. I carabinieri di Ancona hanno fermato due persone del Sud. A Fano individuato venditore di materiale rubato.
ANCONA -
I carabinieri del nucleo operativo del Comando provinciale di Ancona hanno sventato un furto di numerose apparecchiature broadcast in uso ad alcune emittenti televisive nazionali e regionali a Ghettarello, frazione del comune di Ancona a pochi chilometri di distanza dal centro. Quando in una di queste postazioni sono arrivati i carabinieri, i due ladri - forse di Torre del Greco (Napoli) - hanno immediatamente interrotto la loro attività illecita e se la sono data a gambe, abbandonando sul posto l'auto all'interno della quale i militari hanno trovato il bottino di un furto analogo messo a segno in precedenza in un'altra postazione tivù.

Qualche giorno prima, infatti, i due "manovali" del furto avevano fatto razzia dello stesso materiale a Massignano, comune in provincia di Ascoli Piceno, tra cui ponti e costosi ripetitori di esclusivamente di marca, per un valore complessivo che si aggira intorno agli 80mila euro. Razzie hi-tech che nell'ultimo periodo hanno subito un'escalation anche perché in Sicilia le numerosissime emittenti locali sono alle prese con lo switch off, ovvero il passaggio definitivo al digitale terrestre. Le indagini dei carabinieri di Ancona sono tutt'ora in corso e ulteriori sviluppi sono attesi nelle prossime ore.
UN LADRO DI TRASMETTITORI SCOPERTO ANCHE A FANO - I carabinieri hanno scoperto anche un fanese di 40 anni, che nei giorni scorsi era riuscito a vendere per 700 euro diversi trasmettitori risultati rubati qualche settimana prima in alcune postazioni televisive della provincia di Pesaro e Urbino, tra cui Fossombrone, su un noto portale di vendite online. A casa dell'uomo i carabinieri avrebbero trovato, nel corso di una perquisizione, molto altro materiale appartenente a società di telecomunicazione.

Tratto da: http://www.fanotv.it/news/8801/rubano-trasmettitori-tv-ad-ancona-fanese-nei-guai-per-un-fatto-analogo

Ore 12.50 -  PUGLIA  - SWITCH OFF: CERIGNOLA DIFFIDA RAI E MINISTERO.
Che qualcosa fosse andato storto l’utenza televisiva di Capitanata se n’era accorta sin dal 18 maggio scorso, giorno del passaggio ufficiale al digitale terrestre. E se in alcuni comuni (Alberona e zona di Volturino) i canali sono subito spariti del tutto, nei giorni successivi la reale situazione di ricezione del segnale è divenuta chiara anche a Lucera, dove non tutte le antenne ricevono alcuni canali, specie quelli Rai e delle emittenti foggiane, e Mediaset in misura minore. Col passare del tempo si è avuto anzi un peggioramento, con un ulteriore indebolimento del segnale, soprattutto quando a passare al digitale è stata la provincia di Bari. Anche ieri mattina Luceraweb ha ricevuto nuove segnalazioni dal quartiere Porta Foggia, dove ormai i canali Rai sono non visibili da oltre un mese. Ma sono tante le strade della città, dal centro storico alla periferia, dove una specie di cono d’ombra impedisce la corretta ricezione ad interi stabili.
E se i tecnici continuano a ripetere che il problema principale è sempre riconducibile allo spegnimento del ripetitore di Monte Celano, che bisogna avere pazienza e che si sta lavorando all’adeguamento (anche se ancora non è chiaro perché non sia stata effettuato per tempo), c’è chi nei giorni scorsi ha deciso di ricorrere alle vie legali. È il caso di Cerignola, dove il sindaco Antonio Giannatempo denuncia il grave disagio che stanno vivendo i suoi concittadini, specie in questo periodo, non riuscendo a godersi nemmeno le partite degli Europei.
Pertanto ha inviato al Dipartimento per le Comunicazioni del Ministero dello Sviluppo Economico e alla Rai una “Diffida per possibile interruzione di Pubblico Servizio – art. 18 Regolamento del MSE 14/11/2008 e del D.Lgs. n.262/1999″, firmata a suo nome e dell’assessore ai Servizi sociali del Comune ofantino Rosario Spione.
“Anche l’amministrazione comunale di Cerignola, dopo quella di Manfredonia – spiega in una nota il primo cittadino - si ‘ribella’ al carente servizio offerto dalla piattaforma digitale terrestre. Nella fattispecie detto fenomeno di drastica interruzione delle trasmissioni, prevalentemente di quelle relative ai canali Rai e Mediaset, per la quasi interezza del territorio del Comune di Cerignola, ha trovato la sua punta di massimo allarme sociale, in concomitanza della partita degli Europei 2012 di calcio Italia-Irlanda, trasmessa dalla RAI dalle ore 20,30 di lunedì 18 giugno 2012, quando quasi l’80% dei cittadini di Cerignola, possessori di televisori muniti di digitale terrestre, i quali, pur avendo regolarmente pagato il canone Rai, non hanno potuto vedere l’incontro di calcio, in quanto le trasmissioni sono state interrotte a causa proprio dell’inefficacia e/o inefficienza dell’attivazione dello switch-off”.
L’amministrazione comunale cerignolana, dunque, “si riserva di costituirsi parte civile in rappresentanza dei propri cittadini contribuenti e titolari di abbonamento Rai per il risarcimento danni scaturenti da tutti i disservizi passati e futuri, con precisazione che quanto denunciato con la presente, rappresenta all’interno della comunità cittadina un forte ‘allarme sociale’ e che ciò è comunque riconducibile, ove non sono state attivate le opportune misure cautelative, al reato di ‘Sospensione di Pubblico Servizio’”.

Tratto da:
http://www.luceraweb.eu/Giornale

Ore 12.40 -  CALABRIA  - SATRIANO (CZ): PRONTO IL GAP FILLER PER LA COPERTURA DI ALCUNE ZONE.
L’amministrazione comunale di Satriano ha diffuso un comunicato a firma del consigliere Vincenzo Monterosso a proposito di digitale terrestre e della possibilità da parte dei cittadini residenti in alcune zone di Satriano di poter accedere ai canali in digitale assicurata attraverso un gap filler (ripetitore tv) installato a Satriano centro per servire la zona marina. Nel comunicato che di seguito riportiamo si legge fra le altre cose: ” Con l’avvento del digitale terrestre, ed il contestuale aggiornamento a questa tecnologia del gap filler è stato risolto in modo definitivo l’annoso problema della ricezione televisiva a Satriano marina (ex laganosa). Infatti solo grazie al Gap Filler installato dall’amministrazione comunale, i cittadini di laganosa, possono accedere a tutta l’offerta digitale terrestre che altrimenti sarebbe inaccessibile, visto che il servizio offerto dalle emittenti pubbliche e private, per la disposizione dei loro ripetitori, non copre questa parte del nostro territorio. Si risolve in modo definitivo – prosegue il comunicato – un problema che si trascina da oltre trent’anni.”
Tratto da: http://www.soveratonews.com/2012/06/21/satriano-digitale-terrestre-ce-il-gap-filler-per-la-copertura-di-alcune-zone
I Gap filler sono ripetitori di piccola potenza che funzionano sulla stessa frequenza del trasmettitore al quale sono direttamente collegati, e sono impiegati per coprire quelle zone chiamate “zona
d’ombra" dove per motivi di orografia il segnale digitale terrestre non arriva, e quindi la zona rimane isolata dalla visione dei programmi tv. In questa immagine che abbiamo trovato in rete, in una località francese due pannelli televisivi sono stati addirittura installati su un palo di illuminazione pubblica.


Ore 12.30 - JUVENTUS CHANNEL: I DIPENDENTI A RISCHIO MOBILITA'.
Non solo rose e fiori per la Juve campione d'Italia. Se sul fronte del mercato la dirigenza juventina sembra essere scatenata e pronta a soddisfare i desideri dei suoi tifosi, dal punto di vista della gestione dell'informazione potrebbero invece esserci alcuni problemi. Dobbiamo partire da una premessa doverosa: la televisione vive un momento di crisi assoluta, gli ascolti sono in continua diminuzione ed il passaggio al digitale terrestre ha creato non pochi problemi. Le criticità maggiori le hanno vissute le emittenti private locali delle regioni che sono passate per prime al Digitale Terrestre, vedi il Piemonte che è stata una vera e propria terra di esperimenti per i grandi gruppi lombardi. La Lombardia, terra per eccellenza di comunicazione radio-televisiva, ha colonizzato le emittenti piemontesi nel periodo precedente al passaggio dall'analogico al digitale, sperimentando qualsiasi tipo di errore tecnico possibile in modo da non ripeterli in terra madre. Rimane comunque il fatto che la crisi la sentono anche le grandi emittenti televisive ed i canali tematici del digitale terrestre.
L'epopea del canale zebrato Juventus Channel, infatti, inizia l'anno scorso quando tra la Rai e la Blind Turn - società che produceva i programmi del canale e di Roma Channel e che era rimasta coinvolta nel fallimento di Dahlia - si era aperto un contenzioso. Per qualche giorno vennero interrotte le trasmissioni, ma poi venne assegnata la gestione del campionato appena concluso alla Eta Beta Spa. Passano dunque 365 giorni e si arriva ad oggi, il giorno della vigilia della scadenza della gara a inviti indetta dalla Rai per riassegnare l'appalto per i prossimi quattro anni. Ed i sindacati lanciano l'allarme: che venga garantito il posto di lavoro dei dipendenti di Juventus Channel.
"SLC-CGIL si è attivata immediatamente presso Rai, attuale appaltante, affinché nel bando di appalto venga inserita la clausola di garanzia nei confronti del personale attualmente impiegato. Senza la clausola, si corre il grave rischio che i lavoratori, impegnati per anni nella valorizzazione della propria professionalità e nella crescita del canale suddetto, non vengano riassorbiti in toto, disperdendo così un faticoso patrimonio acquisito negli anni". In poche parole la richiesta della Cgil è che nel bando appaltante venga inserita una clausola che garantisca il posto di lavoro per gli attuali dipendenti a prescindere da chi riceverà l'assegnazione. "Il canale appartiene alla società, ma la Rai che lo gestisce beneficia dei proventi degli abbonamenti e della pubblicità", spiegano i sindacati puntando il dito sulla gara che dopo la vittoria non dovrebbe essere al ribasso.
Quesito: a prescindere dall'incasso della Rai e dalla gara al ribasso, non sarebbe giusto che la società spendesse qualche milione di euro in meno nell'acquisto di giocatori ed investisse invece nel canale per garantire in un momento di crisi il lavoro ai dipendenti di JuveChannel?

Tratto da:
http://www.realsports.it/component/k2/item/3878-crisi-juventus-channel

Ore 12.20 -  MUX NAZIONALI  - CANALE ITALIA MUX 1: RINOMINATA CANALE ITALIA CANTANDO BALLANDO.
UHF 39-42-45-53 CANALE ITALIA Mux 1:
L'identificativo del nuovo CANALE ITALIA CANTANDO BALLANDO, con LCN 160, è stato rinominato da CANALE ITALIA MUSICACANALE ITALIA CANTANDO.




Ore 11.35 -  MUX INTERREGIONALI  - MUX TELECAMPIONE: ARRIVA CAPRI STORE.
UHF 29-43-53-62-66 Mux TELECAMPIONE:
Dopo Arturo un altro canale del mux RETE CAPRI arriva in quello di TELECAMPIONE, infatti è stato aggiunto CaprI Store, con LCN 122. Inoltre è stato eliminato il canale TeleReporter che non aveva numerazione LCN.



Ore 03.10 -  SICILIA  - CANALE ITALIA MUX 1: ATTIVATO SULL' UHF 45 DA MONTE CAMMARATA (AG).
UHF 45 CANALE ITALIA Mux 1:
E' stato attivato il mux di CANALE ITALIA sul canale 45 UHF postazione di Monte Cammarata (Agrigento).



Ore 03.05 -  SICILIA  - I MUX ATTIVATI DA MONTE CAMMARATA (AG).
Ecco tutti mux attivati fino alle 3.00 dalla postazione di Monte Cammarata (Agrigento):
- RAI 1-2-3-4

- MEDIASET 1-2-3-4
- TIMB 1-2-3
- RETE A mux 1-2
- Mux TGS
- Mux TVA



 21 GIUGNO 2012 - Giovedì 

Ore 17.25 -  SICILIA  - MUX TVA: ATTIVATO AD AGRIGENTO E CANICATTI' (AG).
Mux TVA:
E' stato attivato il mux TVA dalle postazioni di Rupe Atenea ad Agrigento e da Bastianella a Canicattì (Agrigento).
Questa la composizione del multiplex:

- TVA
- Amica Tv
- Cts TV
- Video Mediterrano
- M2 Mediterraneo Due
- TRC Tele Radio Canicattì

Ore 13.00 - MEDIASET IMPUGNA AL TAR LO STOP DEL BEAUTY CONTEST.
La decisione del governo Monti di cancellare il "beauty contest", che assegnava gratuitamente una frequenza tv multiplex a ciascuno dei protagonisti del vecchio duopolio, non e' andata giu' a Mediaset. Il gruppo guidato da Fedele Confalonieri ha impugnato al Tar del Lazio lo stop voluto dal ministro Corrado Passera, che si aspetta di incassare dalla nuova asta per le frequenze circa 1,2 miliardi di euro. E' quanto scrive l'Espresso in edicola domani. Il ricorso e' stato depositato dalla Elettronica Industriale, societa' fondata nel 1975 da Adriano Galliani, oggi controllata al 100 per cento da Rti (gruppo Mediaset). I legali del Biscione chiedono l'annullamento della legge 44 del 26 aprile, nella parte in cui ha azzerato il "beauty contest". Mediaset ha presentato anche istanza per fissare l'udienza davanti ai giudici della Prima sezione del Tar. Il gruppo televisivo aveva annunciato possibili azioni legali gia' il 20 gennaio, dopo la sospensione del "beauty contest". Quindi il 18 aprile, durante l'assemblea degli azionisti Mediaset, Confalonieri aveva annunciato di avere presentato ricorso al Tar contro l'emendamento sulle frequenze tv che cancellava la gara, aggiungendo: "Non so se parteciperemo all'asta". In realta' c'era stato un malinteso: il ricorso di cui parlava Confalonieri, aveva precisato una nota di Mediaset, si riferiva al decreto del 20 gennaio. Infine e' arrivato il ricorso depositato il 15 giugno. Il governo si e' dato 120 giorni dall'entrata in vigore della legge 44 per preparare il nuovo bando, le cui regole saranno scritte dall'Autorita' per le comunicazioni guidata da Angelo Cardani, di fresca nomina. L'incognita principale e' legata a questo punto proprio al ricorso Mediaset. Ma non solo. Ci sono anche i tempi stretti. E l'incognita degli altri partecipanti alla gara. La Rai e' in attesa, mentre Sky sembra intenzionata a tornare in corsa. Piu' difficile che le compagnie telefoniche entrino in lizza.

Tratto da: http://www.borsaitaliana.it/borsa/notizie/radiocor/finanza

Ore 12.45 -  SICILIA  - MEDITERRANEO MUX 2: DA DOMANI ARRIVA CANALE 10.
MEDITERRANEO Mux  2:
Da domani nel MEDITERRANEO Mux 2, che trasmette dalla postazione di Monte Arcibessi (Ragusa), sarà inserito un un nuovo canale. Si tratta di CANALE 10, ed avrà la numerazone LCN 612.




Ore 12.30 -  SICILIA  - MEDITERRANEO MUX 1: ARRIVA VIDEO 1.
UHF 46 MEDITERRANEO Mux  1:
E' stato inserito il canale Video 1, con LCN 74, ed è stato eliminato Mediterraneo2.



Ore 11.45 -  SICILIA  - MUX VIDEO REGIONE: ARRIVA GOLD TV ITALIA.
UHF 34 Mux VIDEO REGIONE:
E' stato inserito un nuovo canale, la romana GOLD TV ITALIA. Eliminata l'emittente radiofonica Radio Mondo Centrale.





Ore 00.50 -  MUX NAZIONALI  - TIMB MUX 2: FOCUS TV SOSTITUIRA' QUEST'ESTATE DOC-U (LCN 56).
UHF 60 (All digital) - UHF 26 (Sardegna) TIMB Mux 2:
Il nuovo canale 56 del digitale terrestre nasce dall’accordo tra SwitchoverMedia e Gruner+Jahr/Mondadori.
Previste per l’estate novità di carattere televisivo. Non c’è solo lo switch off (l’ultima fase si concluderà il 4 luglio), c’è anche FOCUS, il canale che nasce dall’omonimo mensile di approfondimento, conoscenza e intrattenimento, il cui debutto è fissato entro l’estate. Nato dall’accordo di licenza siglato da Francesco Nespega, managing partner di SwitchoverMedia, e Fabienne Schwalbe, amministratore delegato di Gruner+Jahr/Mondadori, il nuovo canale televisivo sarà posizionato al numero 56 del digitale terrestre.

Con questa nuova iniziativa, l’offerta di SwitchoverMedia – che già include l’ultimo nato Giallo, K2 e Frisbee, per il mercato kids, la fascia comedy Seratissima e il canale pay Gxt – si arricchisce di un canale di intrattenimento factual. La raccolta pubblicitaria di Focus è affidata a Prs Mediagroup, che già gestisce la raccolta degli altri brand televisivi dell’editore.
Tratto da: http://www.businesspeople.it/Business/Media/Tv-entro-l-estate-arriva-Focus



Ore 00.35 - LE TV LOCALI CHIEDONO DI RIMANERE OPERATORI DI RETE.
In un quesito al ministero dello Sviluppo l'associazione Frt domanda la possibilità di contitolarità del diritto d'uso anche in caso di rilascio della frequenza.
Le tv locali chiedono di potersi consociare, pur avendo rilasciato la frequenza, rimanendo operatori di rete. Emerge da una nota dell'associazione Frt che ricorda come il 6 giugno scorso il Tar del Lazio (Sezione prima) con ordinanze numero 3592 e 3593, abbia disposto la riapertura dei termini "per la presentazione delle domande di volontario rilascio di porzioni di spettro funzionali alla liberazione delle frequenze della banda 790-862 MHz per un periodo di tre giorni al fine di ripristinare la parità di condizioni tra i partecipanti. In attesa della pubblicazione in Gazzetta del decreto di proroga, l'Associazione Tv Locali FRT ha presentato un quesito al ministero dello sviluppo economico per sapere se è corretta l'interpretazione secondo la quale i soggetti interessati al volontario rilascio delle frequenze in possesso dei requisiti previsti dal decreto 23/1/2012, possono presentare domanda per il volontario rilascio della frequenza loro assegnata e contestualmente stipulare un accordo con un terzo operatore di rete locale al fine di condividere la frequenza di quest'ultimo attraverso la contitolarità del diritto d'uso".
In caso di accettazione della domanda, scrive l'associazione, "il ministero dovrebbe provvedere a modificare il diritto d'uso assegnando ad entrambi i soggetti la stessa frequenza ripartendo la capacità trasmissiva sulla base delle richieste dei soggetti medesimi. Tale semplice meccanismo, che non necessita della creazione di nuove società o consorzi fra gli operatori, consentirebbe al ministero di raggiungere l’obiettivo della liberazione delle frequenze necessarie eliminando il rischio di ricorsi e quindi rispettare i termini stabiliti per legge per la liberazione delle frequenze. Inoltre ciò consentirebbe un efficiente utilizzo dello spettro radioelettrico. Tutto ciò diviene, a nostro avviso, indispensabile alla luce degli scarsi risultati fin qui ottenuti con il decreto di liberazione".

Tratto da: http://www.corrierecomunicazioni.it/media/16038_le-tv-locali-chiedono-di-rimanere-operatori-di-rete


 20 GIUGNO 2012 - Mercoledì 

Ore 23.25 -  SICILIA  - MUX TFN: ATTIVATO SULL' UHF 51 DA MONTE SAN GIULIANO (CL).
UHF 51 Mux TFN:
E' stato attivato il mux TFN sul canale 51 UHF dalla postazione di Monte San Giuliano (Caltanissetta).
Questa la composizione del multiplex:

116 - TCS
298 - TFN
876 - TFN MC1
- TFN MC2
- TFN Test1
- TFN Test2
- TFN Test3
- TFN Test4


Ore 22.45 -  SICILIA  - MUX TVA: ATTIVATO SULL' UHF 64 DA MONTE CAMMARATA (AG).
UHF 64 Mux TVA:
E' stato attivato il mux TVA sul canale 64 UHF dalla postazione di Monte Cammarata (Agrigento).
Questa la composizione del multiplex:

- TVA
- Amica Tv
- Cts TV
- Video Mediterrano
- M2 Mediterraneo Due
- TRC Tele Radio Canicattì


Ore 19.45 - RAI: NOVITA' DEL SERVIZIO PUBBLICO ALLA FIERA DEL MONDO DIGITALE.
La Rai sara' presente alla terza
edizione di AllDigital, la Fiera del mondo digitale, in programma nel quartiere Fiera di Vicenza i domani e venerdi'.
Anche per l'edizione 2012 della Fiera, la Direzione Strategie Tecnologiche del servizio pubblico, con il responsabile "Impatti Nuove Tecnologie", Marco Torrelli, presentera' importanti novita' tecnologiche. Sotto i riflettori quest'anno sara' il servizio Rai Replay, che permette agli utenti di accedere alla programmazione di Rai1, Rai2, Rai3 e Rai5 dei sette giorni precedenti, oltre che dal personal computer, anche mediante un ricevitore televisivo digitale terrestre "bollino Gold". Tale bollino rilasciato dall'associazione DGTVi, di cui fanno parte assieme a Rai i principali broadcaster nazionali, indica decoder o televisori che permettono di ricevere contenuti audio-video sia da reti broadcast (terrestre e satellitare) sia da reti broadband. Con questa nuova generazione di ricevitori DTT e' stato possibile rendere fruibile sul display televisivo il servizio Rai Replay, grazie a una applicazione MHP (Multimedia Home Platform) sviluppata dalla Direzione Strategie Tecnologiche con il Centro Ricerche Rai, in collaborazione con RaiNet.

Fonte: AGI.it

Ore 14.10 -  EMILIA-ROMAGNA  - MUX E'TV RTR: ANCHE E'TV RETE 7 DIVENTA PROVVISORIA.
VHF 10 Mux E'TV RTR:
Rispetto alla nostra precedente rilevazione, in questo mux il canale E' TV Rete 7 integra in epg la scritta PROVVISORIO, in sovraimpressione passa anche una scritta che avvisa i telespettatori di risintonizzare il decoder e di memorizzare il canale con la sola dicitura E'TV Rete 7. Abbiamo aggiornato la griglia dei canali e lo z@pping tv del mux E'TV RTR.


Mux E'TV RT - Z@pping TV


Ore 11.35 - ALDO GRASSO (CORRIERE DELLA SERA) VS RAISPORT: GLI EUROPEI? TELENORBA LI AVREBBE FATTI MEGLIO.
Gli inviati di RaiSport a Euro 2012 si sentono in un complotto ma questa tv di Stato è superata. TeleNorba farebbe meglio.
L' Italia va avanti, ma RaiSport arretra, se possibile. Se questi Europei fossero stati assegnati a TeleNorba, anziché alla Rai, potremmo contare su un prodotto professionalmente più affidabile. Siamo nel 2012 e dobbiamo ancora sorbirci i predicozzi spocchiosi di Marco Mazzocchi o la conduzione di Paola Ferrari o gli interventi di Marino Bartoletti! Sono cose che fanno male, che, in un eccesso di fiducia, credevamo non vedere più con il governo Monti e dopo l'esperienza di Sudafrica 2010. Per un minimo di decenza, perché stiamo dando un'immagine di dilettanti allo sbaraglio.

Ora non è il caso di infierire sui singoli; la questione semmai riguarda chi ha scelto Bacconi, Collovati, Dossena (mai sentite tante banalità sul calcio: «Questo è fallo», «Non dobbiamo buttare la palla», «Ogni tanto dobbiamo respirare», «Devono sterzare» e cosucce del genere), chi ha deciso di far convivere Andrea Fusco (un pezzo di legno) con Gene Gnocchi (ormai all'ultimo stadio della comicità); chi continua a invitare Ivan Zazzaroni e Marino Bartoletti. Il dg di Viale Mazzini, l'ineffabile signora Lorenza Lei, guarda la tv, ha idea di cosa va in onda? Il vero dramma di RaiSport è questo: da un lato ci sono tv (Sky e Mediaset Premium) che pensano che lo sport sia la carta vincente della loro offerta e fanno di tutto perché si raggiunga un livello qualitativo più che accettabile, dall'altro c'è una Rai ancorata ancora a schemi frustri e perdenti, secondo cui le direzioni si scelgono per appartenenza politica, gli ospiti per compiacere il governante di turno, i commentatori, mi auguro, per risparmiare. È il modello Rai che è superato, rendiamocene conto.

La cosa peggiore è che adesso è partita la lagna: gli inviati di RaiSport si sentono al centro di un complotto, pensano di essere attaccati dai giornali foraggiati dalla pubblicità di Sky, leggono in video piccoli editoriali pieni di risentimento.

Tratto da: http://www.corriere.it/spettacoli/12_giugno_20/a-fil-di-rete-raisport-antica-autodistruttiva-aldo-grasso

Ore 11.25 -  MUX NAZIONALI  - CANALE ITALIA MUX 2: ARRIVANO ITALIA 133 E CANALE ITALIA MUSICA.
UHF 22-65 CANALE ITALIA Mux 2:
E' arrivato un nuovo canale, Italia 133, con la numerazione LCN 133 e un suo duplicato con LCN 134. Al posto di TeleAmicizia, che non è più trasmesso, nella posizione LCN 161 è stato inserito Canale Italia Musica, che ritorna ad essere sintonizzabile dopo aver abbandonato alcuni giorni fa il CANALE ITALIA Mux 1, dove aveva invece la numerazione LCN 160, le immagini sono trasmesse nel formato sbagliato 4:3 come potete vedere dalle immagini che vi alleghiamo. Inoltre è stato eliminato 129, con LCN 129, che trasmetteva la programmazione di Italia 129. Qui sotto potete vedere anche la lista dei canali con la nuova composizione del mux CANALE ITALIA Mux 2, di cui abbiamo aggiornato anche lo z@pping TV.






Ore 10.40 -  SICILIA  - MUX TRM: ATTIVATO SULL' UHF 21 DA ARCIBESSI (RG).
UHF 21 Mux TRM:
E' stato attivato il mux TRM sul nuovo canale 21 UHF dalla postazione di Monte Arcibessi (Ragusa). Nel multiplex si sintonizzano cinque canali del Gruppo Pubblimed.



Ore 01.05 -  MUX NAZIONALI  - MUX RETE CAPRI: INSERITI I CARTELLI DI CAPRI GOURMET E CAPRI CASINO'.
UHF 57 (All digital) / UHF 62 (Sardegna) Mux RETE CAPRI:
Sul canale Capri Gourmet (LCN 55) non è più in onda la programmazione di RadioCapriTelevisiON, al suo posto è stato inserito il cartello con il logo della nuova emittente. Anche su Capri Casinò (LCN 149) ritorna il cartello con il logo del canale al posto della programmazione di Retecapri 2. Su entrambi i cartelli è in onda una musica di sottofondo. Ricordiamo che in questo mux non è più in onda RETECAPRI, dopo la cessione della numerazione LCN 20 ad Arturo del Gruppo Sitcom. E' presente invece Retecapri 2 (LCN 120) con una sola programmazione di televendite e il logo che continua ad essere fuori dallo schermo, infatti di legge solo RETECAPR. Inoltre è peggiorata la qualità video di quasi tutti i canali, in particolar modo di RadioCapriTelevisiON (LCN 66) che ora ha una risoluzione di 352x288 e un bit-rate di 400 kbit. Abbiamo aggiornato la griglia dei canali e lo z@pping TV con nuove immagini del mux RETE CAPRI.




Mux RETE CAPRI - Z@pping TV



 19 GIUGNO 2012 - Martedì 

Ore 22.15 -  LOMBARDIA  - MUX VIDEOBERGAMO: AGGIORNATA LA GRIGLIA CANALI E LO Z@PPING TV.
VHF 07 Mux VIDEOBERGAMO:
Nella lista delle emittenti tv che si ricevono a MILANO abbiamo aggiornato la griglia dei canali e lo z@pping tv del mux VIDEOBERGAMO. Rispetto alla nostra precedente rilevazione, segnaliamo che la stessa VIDEOBERGAMO aggiunge sotto il proprio logo la scritta con la sua LCN, ovvero canale 85. BERGAMOTG24 (LCN 216) ora scritto in maiuscolo, è ancora a schermo nero, mentre SPORTCHANNEL.IT (LCN 626) sostituisce NUMBERONE CHANNEL che appunto occupava la medesima LCN. Esce di scena MillenoteTV che aveva attivato solo l'epg ed ora il suo spazio sull'LCN 688 è occupato da BETTING CHANNEL (quest'ultima era presente sull'LCN 869). Infine è sempre presente il cartello sul canale ENTIeCOMUNI TV (LCN 689). Qui sotto potete vedere a sinistra la vecchia composizione, mentre a destra potete vedere quella attuale.


Mux VIDEOBERGAMO - Z@pping TV


Ore 21.30 -  SICILIA  - MUX D-NETWORK: ATTIVATO SULL' UHF 43 DA MONTE LAURO.
UHF 43 Mux D-NETWORK:
E' stato attivato il mux D-NETWORK sul nuovo canale 43 UHF dalla postazione di Monte Lauro (Siracusa).


Ore 20.40 -  SICILIA  - MUX 7 GOLD STAMPA SUD: ATTIVATO SULL' UHF 33 DA MONTE LAURO.
UHF 33 Mux 7 GOLD STAMPA SUD:
E' stato attivato il mux 7 GOLD STAMPA SUD sul nuovo canale 33 UHF dalla postazione di Monte Lauro (Siracusa).



Ore 20.25 -  MUX NAZIONALI  - CANALE ITALIA MUX 1: MODIFICATO IL LOGO DI CANALE ITALIA CANTANDO BALLANDO.
UHF 39-42-53 CANALE ITALIA Mux 1:
Leggermente modificato il logo di CANALE ITALIA CANTANDO E BALLANDO, con LCN 160, che diventa CANALE ITALIA CANTANDO BALLANDO. L'identificativo del canale risulta ancora  CANALE ITALIA MUSICA. Inoltre ora trasmette correttamente nel formato 4:3. Qui sotto la differenza dei due loghi, a sinistra il nuovo, a destra quello vecchio.




Ore 19.25 -  PUGLIA  - MONTE SANT'ANGELO (FG): PROBLEMI DI RICEZIONE CON IL DIGITALE TERRESTRE.
Il Ministero, la Rai e Mediaset assicurano che, in pochissimo tempo, saranno risolti i problemi di ricezione.
A seguito del passaggio della trasmissione del segnale televisivo dall'analogico al digitale terre-stre, numerosi cittadini lamentano che, nel territorio di Monte Sant'Angelo, si verifica l'assenza, spesso anche totale, del segnale di ricezione. L'Amministrazione Comunale, facendo proprie tali lamentele, per il tramite del Vicesindaco, Felice Scirpoli, si è attivata dapprima contattando il Ministero dello Sviluppo Economico, poi la RAI ed infine MEDIASET.
Tutti questi Enti hanno rassicurato l'Amministrazione sottolineando che, in tempi brevi, la problematica sollevata sarà risolta. Mentre la RAI sta già provvedendo a ciò, MEDIASET ha suggerito che, in attesa che i propri tecnici intervengano per ulteriori aggiustamenti, l'antenna televisiva venga posizionata in direzione "Murgetta", località sita a sud-ovest della pro-vincia di Bari, dove è posto il trasmettitore di tale azienda.

Tratto da: http://www.ilgrecale.it/news/2012/monte-sant-rsquo-angelo--problemi-di-ricezione-con-il-digitale-terrestre

Ore 10.30 -  BASILICATA  - TGR BASILICATA: STELLA SCRIVE ALLA RAI PER I PROBLEMI CAUSATI DAL DIGITALE.
Buona parte del Materano non vede Rai 3.
Nel periodo post analogico che ha visto il digitale terrestre entrare nella casa dei lucani, qualcosa ancora non torna. Numerose, infatti, le sollecitazioni pervenute al presidente della Provincia, Franco Stella, rispetto la mancata visione di TG3 Basilicata da parte di buona parte dei cittadini della provincia di Matera. Una motivazione importante che ha spinto il presidente dell’Amministrazione provinciale a scrivere ai vertici locali Rai al fine di: “intervenire per ripristinare un servizio pubblico di interesse generale che, come ribadito in passato, è di fondamentale importanza per lo sviluppo del territorio. A maggior ragione quando i cittadini, a fronte di un canone Rai regolarmente versato, si vedono privati di ciò per cui hanno pagato.”
“Ritengo che la Rai debba adoperarsi urgentemente – ha proseguito Stella – per garantire al comprensorio Materano il diritto di partecipazione alla vita pubblica. Negare ai cittadini di conoscere fatti e avvenimenti che riguardano le proprie comunità significa estrometterli dal contesto sociale. Un isolamento che nell'era della iper connessione non solo non è concepibile, ma soprattutto non è ammissibile.”

Tratto da: http://emmenews.blogspot.it/2012/06/provincia-stella-scrive-alla-rai

Ore 10.20 -  PUGLIA  - SAN NICANDRO GARGANICO (FG): LA SITUAZIONE DOPO UN MESE DI SWITCH OFF.
L'unica nota dolente riguarda la visione del Mux 1 Rai.
Ad un mese esatto dallo Switch Off la situazione circa i disservizi dei primi giorni sembra stabilizzarsi. Dalla postazione di "San Giuseppe", ricordiamo, sono irradiati i principali multiplex nazionali, 4 della Rai, 4 di Mediaset (tra cui il Mux 5 inizialmente non previsto nel piano attivazione di Elettronica Industriale), 3 di Telecom Italia Media Broadcasting (Timb) oltre il Mux di Telenorba 7 e di Tele Blu.
Ad essi se ne aggiungeranno altri nel corso delle prossime settimane per cui il quantitativo dei canali visibili è destinato ad aumentare dandoci la possibilità di seguire i tanti canali gratuiti e quelli a pagamento offerti dal Digitale Terrestre.
L'unica nota dolente riguarda la visione del Mux 1 Rai, trasmesso in banda VHF polarizzazione verticale; a causa delle continue interferenze subite dalla postazione Rai di Pescara "San Silvestro" assistiamo a continue interruzioni di segnale; dato che tale multiplex è irradiato con tecnologia MFN (Multi Frequency Network) anziché SFN non è possibile la sincronizzazione automatica della stessa frequenza proveniente da due o più impianti vicini per cui per la risoluzione della problematica occorrono tempi maggiori. I tecnici di Rai Way sono comunque al corrente del disservizio e stanno lavorando al meglio per ridurlo in tempi rapidi.

Tratto da: http://www.sannicandro.org/notizie/Infrastrutture/1786-digitale-terrestre-la-situazione-dopo-un-mese-dallo-switch-off

Ore 03.00 -  SICILIA  - RETE A MUX 1: ATTIVATO SULL' UHF 44 DA MONTE LAURO.
UHF 44 RETE A Mux 1:
E' stato attivato il RETE A Mux 1 sul canale 44 UHF dalla postazione di Monte Lauro (Siracusa).



Ore 02.50 -  SICILIA  - RETE A MUX 2: ATTIVATO SULL' UHF 42 DA MONTE LAURO.
UHF 42 RETE A Mux 2:
E' stato attivato il RETE A Mux 2 sul canale 42 UHF dalla postazione di Monte Lauro (Siracusa).



Ore 02.40 -  SICILIA  - MUX ANTENNA SICILIA: ATTIVATO SULL' UHF 41 DA MONTE LAURO.
UHF 41 Mux ANTENNA SICILIA:
E' stato attivato il mux ANTENNA SICILIA sul nuovo canale 41 UHF dalla postazione di Monte Lauro (Siracusa).



Ore 02.25 -  SICILIA  - RAI MUX 3: ATTIVATO SULL' UHF 26 DA MONTE LAURO.

UHF 26 RAI mux 3:
E' stato attivato il RAI Mux 3 sul canale 26 UHF dalla postazione di Monte Lauro (Siracusa).



Ore 02.00 -  SICILIA  - RAI MUX 4: ATTIVATO SULL' UHF 40 DA MONTE LAURO.
UHF 40
RAI Mux 4:
E' stato attivato il RAI Mux 4 sul canale 40 UHF dalla postazione di Monte Lauro (Siracusa).



Ore 01.30 -  SICILIA  - MUX TIMB 1: ATTIVATO SULL' UHF 47 DA MONTE LAURO.
UHF 47 TIMB Mux 1:
E' stato attivato il TIMB Mux 1 sul canale 47 UHF dalla postazione di Monte Lauro (Siracusa).



Ore 01.25 -  SICILIA  - MUX VIDEO REGIONE: ATTIVATO SULL' UHF 34 DA MONTE LAURO.
UHF 34 Mux VIDEO REGIONE:
E' stato attivato il mux VIDEO REGIONE sul nuovo canale 34 UHF dalla postazione di Monte Lauro (Siracusa).



Ore 00.05 -  SICILIA  - MUX VIDEO MEDITERRANEO: ATTIVATO SULL' UHF 46 DA MONTE LAURO.
UHF 46 Mux MEDITERRANEO:
Con qualche minuto di anticipo, prima della mezzanotte, è stato attivato il mux VIDEO MEDITERRANEO sul nuovo canale 46 UHF dalla postazione di Monte Lauro (Siracusa).