Da Lunedì 16 a Domenica 22 LUGLIO 2012



COLLABORA CON "L'ITALIA IN DIGITALE"
Sei appassionato di tv e radio e vuoi collaborare inviandoci le segnalazioni e le liste della tua zona?
Contattaci alla nostra mail
italiaindigitale@libero.it e inizia subito a condividere le tue informazioni su L'ITALIA IN DIGITALE.



Vuoi condividere le tue impressioni sul digitale terrestre? Ti interessa divulgare le informazioni in tuo possesso per aiutare chi è in difficoltà nella ricezione del DTT?
Vuoi lanciare un messaggio visibile agli utenti de l'Italia in digitale? La nostra mail è: italiaindigitale@libero.it.
Pubblicheremo le vostre mail nello spazio SPORTELLO TV DIGIT@LE.
Potete utilizzare questa mail anche per dare una risposta, consiglio o parere sulle discussioni di questo sito.










LO STAFF DE "L'ITALIA IN DIGITALE" E' STATO OSPITE
SU TGCOM 24 (LCN 51) IL 04 LUGLIO 2012 ALLE ORE 16.00
IN UNO SPECIALE DEDICATO ALLA TV DIGITALE TERRESTRE.


L'ITALIA IN DIGITALE su TGCOM 24



RIORGANIZZAZIONE DEI CANALI TV MEDIASET :
TUTTI I DETTAGLI NELLE NOSTRE NEWS IN EVIDENZA






Clicca sulle immagini per vederle ingrandite


 22 LUGLIO 2012 - Domenica 

Ore 15.20 -  ABRUZZO  - MUX ONDA TV: VA VIA TRSP DA ONDA TV PLUS.
UHF 59 Mux ONDA TV:
Non è inziata la programmazione dei due canali ONDA TV NEWS (LCN 171) e ONDA TV SHOPPING (LCN 291), che fino a tempo fa annunciavano l'imminente inizio delle trasmissioni regolari, ora si presentano entrambi a schermo nero. Mentre ONDA TV PLUS (LCN 646) non trasmette più la programmazione di TRSP ed è anch'esso a schermo nero.


 21 LUGLIO 2012 - Sabato 

Ore 21.55 -  PUGLIA  - MUX TBM CITY: ATTIVATO A VOLTURINO (FG).
UHF 41 Mux TBM CITY:
Da alcuni giorni è stato attivato sul canale 41 UHF dalla postazione di Volturino (Foggia) il mux TBM CITY, che contiene i seguenti sette canali:
71 - Teleradiopadrepio (Barre colorate)
92 - Canale 88 teleradioerre (Segnale di Teleradioerre)
212 - TBM City
618 - teleradioerre TNEWS
687 - TSPORT teleradioerre (Schermo nero)
688 - Tshop
689 - TNET (Schermo nero)

Abbiamo aggiornando la lista delle TV A FOGGIA.

Mux TBM CITY -Z@pping TV


Ore 19.10 - TELEMARKET 2 RINOMINATO IN TELEMARKET FOR YOU.
Dopo che da alcuni giorni Telemarket 2, sintonizzabile in tutta Italia in vari mux locali legati a 7 Gold, era diventata TELEMARKET FOR YOU con il cambio di logo, ora viene modificato anche l'identificativo che viene rinominato giustamente in Telemarket for you.




Ore 11.30 -  SICILIA  - MUX TV7: ATTIVATO A PALERMO DAL MONTE PELLEGRINO.
VHF 07 Mux TV7:
Grazie alla segnalazone di Davide di Palermo comunichiamo che è' stato attivato il mux TV7, emittente di Partinico (Palermo), sul canale 07 VHF dalla postazione di Monte Pellegrino a Palermo. Il mutiplex contiene i seguenti canali:

111 - TV 7
639 - TV 7 Test 1



Ore 10.15 -  EMILIA-ROMAGNA  - RIMINI: RICEZIONE RAI NELLA ZONA COSTIERA, LE OLIMPIADI SONO SALVE.
Buone notizie sulla ricezione dei canali Rai in Emilia-Romagna, a partire dalle Olimpiadi salve, e quindi visibili, a differenza degli ultimi Europei di calcio, nelle zone costiere fra Ravenna e Rimini.
Entro settembre, poi, verranno regionalizzati con il contenuto della Testata giornalistica emiliano-romagnola impianti in provincia di Piacenza, Parma, Reggio Emilia e Forlì-Cesena: niente Tg Rai di altre regioni, quindi. Inoltre, la riassegnazione delle frequenze alle tv locali, dovuta all'asta dei canali 61-69, potrebbe risolvere il problema delle interferenze tra Rai ed emittenti lombarde nell'area di Parma e Piacenza. Su questo, però, sarebbe utile che gli enti locali interessati (soprattutto le due Province) e la Regione sollecitassero il Governo e il ministero dello Sviluppo economico: nell'Emilia occidentale, infatti, il segnale del servizio pubblico è disturbato da alcune tv locali a cui il ministero ha assegnato, per la Lombardia, il medesimo canale, il 24.
E' ciò che si ricava dalla comunicazione che il presidente del Corecom Emilia-Romagna, Gianluca Gardini, ha inviato al presidente dell'Assemblea legislativa, Matteo Richetti, in seguito a un incontro del tavolo tecnico Corecom-Rai svoltosi pochi giorni fa.
"La sollecitazione del Corecom è positiva e va ovviamente raccolta - afferma Richetti-. Nell'ambito della riassegnazione delle frequenze alle tv locali, Governo e ministero dello Sviluppo economico devono risolvere l'annosa questione delle interferenze che impediscono la visione del servizio pubblico nelle province di Piacenza e Parma. Così come appaiono positivi gli interventi annunciati per la ricezione della Rai nelle aree costiere, dopo il disastro degli Europei di calcio. Dopodiché- prosegue Richetti- esistono altre situazioni di difficoltà, con territori nei quali i canali Rai e il Tgr dell'Emilia-Romagna o non si vedono o si vedono telegiornali Rai di regioni vicine, e penso a zone del modenese, del bolognese, del ferrarese: anche per questi casi bisogna pensare a soluzioni efficaci".
Quanto alle imminenti misure annunciate dalla Rai, e che dovrebbero garantire la visione del servizio pubblico nelle province di Ravenna e Rimini, con località turistiche pesantemente danneggiate durante gli ultimi Europei di calcio, la tv di Stato, precisa Gardini nella lettera a Richetti, si è impegnata "nel breve periodo, appunto entro i Giochi olimpici, ad aumentare le potenze di alcuni impianti già attivi e, nel medio periodo, ad armonizzare la propria rete regionale del Friuli Venezia Giulia con quella dell'Emilia-Romagna, così da evitare fenomeni di anomala propagazione che da Udine degradano il segnale della zona adriatica".
Tratto da: http://m.riminitoday.it/cronaca/rai-rimini-ravenna-adriatico-zona-ricezione-segnale-digitale


 20 LUGLIO 2012 - Venerdì 

Ore 23.40 -  SICILIA  - MUX TELENOVA RAGUSA: ATTIVATO DAL MONTE ARCIBESSI (RG).
UHF 35 Mux TELENOVA RAGUSA:
E' stato attivato il mux TELENOVA, emittente di Ragusa, sul canale 35 UHF dalla postazione di Monte Arcibessi (Ragusa).
Il mutiplex contiene i seguenti canali:


- TELENOVA
- TELEIBLEA
- VIDEO GOLFO
- RETE CHIARA GELA


Fonte: Radio Tv Sicilia






Ore 22.55 -  MUX NAZIONALI  - MUX RETECAPRI: NUOVI LOGHI PER RETECAPRI E RETECAPRI 2.
UHF 32-57-62 Mux RETECAPRI:
E' stato leggermente modificato il logo di Retecapri (LCN 20), qui sotto potete vedere alla sinistra quello vecchio e alla destra quello nuovo, ed è stato inserito uno nuovo per Retecapri 2 (LCN 120). Abbiamo inoltre aggiornato lo z@pping TV del mux RETECAPRI.





Ore 19.55 -  SICILIA  - MUX TV EUROPA: ATTIVATO A CANICATTI' (AG).
UHF 53 Mux TV EUROPA:
Gli amici di Radio Tv Sicilia ci comunicano che a Canicattì (Agrigento) è stato attivato il mux di TV EUROPA sull' UHF 53 dalla locale postazione di Contrada Bastianella a Canicattì.
Questi sono i canali trasmessi:

87 - TV EUROPA
620 - TV EUROPA +1





Ore 19.35 -  LAZIO E ROMA  - MUX TELEREPORTER ROMA: ARRIVA UN NUOVO CANALE, BRAVO TV, AL POSTO DI PROFIT TV.
UHF 67 Mux TELEREPORTER ROMA:
Arriva un nuvo canale, Bravo TV, che ha preso il posto di Profit TV con LCN 608. E' stato aggiunto anche un canale duplicato denominato Bravo TV 2, che ha sostituito Profit TV 2 senza numerazione LCN. Abbiamo aggiornato la griglia canali e lo z@pping TV del mux TELEREPORTER ROMA.
Anche nelle altre regioni del nord Italia dove era presente Profit TV ora si sintonizza la nuova Bravo TV.





Ore 18.00 -  MOLISE  - MUX TVI MOLISE: ARRIVANO NAPOLI CANALE 21, MOLISE TV E TS TV.
UHF 28 Mux TVI MOLISE:

Nuovi canali arrivano nel mux dell'emittente di Isernia TVI MOLISE. Si tratta della napoletana Canale 21, con LCN 72; di MOLISE TV, ora viene trasmesso un promo del canale, in arrivo prossimamente su Media Fast (LCN 611), che in precedenza era a schermo nero; inoltre aggiunto anche TS TV, con LCN 651, che per il momento è a schermo nero. E non sono più a schermo nero TVI News (LCN 113), TVI History (LCN 213), Neuromed Channel (LCN 610) ma ora trasmettono tutti e tre la programmazione di TVI Molise (LCN 13). Infine il canale Channel Plus, con LCN 612, che è a schermo nero, viene rinominato in Channel Plus "mtv". Abbiamo aggiornato la griglia dei canali e lo z@pping TV del multiplex TVI MOLISE.

Mux TVI MOLISE - Z@pping TV


Ore 17.00 -  PUGLIA  - MUX DELTA TV: REALIZZATA LA GRIGLIA CANALI E LO Z@PPING TV.
UHF 21 Mux DELTA TV:
Grazie alla collaborazione di Filippo di Bari, nella sezione regionale PUGLIA IN DIGITALE abbiamo realizzato, aggiornando le liste TV A BARI e TV A FOGGIA, la nuova pagina con la composizione del mux DELTA TV di Casamassima (Bari), che trasmette sul canale 21 UHF. Da segnalare che sono presenti 4 canali TEST a schermo nero che occupano abusivamente le posizioni LCN 20, 21, 22 e 23. Sono a schermo nero anche SPAZIO DELTA (LCN 19) e DELTA MARKET (LCN 216), inoltre SPAZIO TV (LCN 631) trasmette senza logo. Per conoscere gli altri canali presenti consulta la griglia canali e lo z@pping TV del multiplex DELTA TV.

Mux DELTA TV - Z@pping TV


Ore 12.50 -  LAZIO E ROMA  - MUX ROMA UNO: VA VIA MORGAN TV, AGGIORNATO LO Z@PPING TV.
UHF 31 Mux ROMA UNO:
Da alcuni giorni è stato eliminato il canale Supernova 5, con LCN 647, che trasmetteva l'emittente napoletana MORGAN TV. Abbiamo aggiornato la griglia canali e lo z@pping TV del mux ROMA UNO.


Mux ROMA UNO - Z@pping TV


Ore 12.00 -  ABRUZZO  - MUX TRSP (ABRUZZO): ATTIVATO DA COLLE IZZONE A TERAMO.
UHF 29 Mux TRSP (ABRUZZO):

Abbiamo aggiornato la lista delle TV A TERAMO con l'aggiunta del mux
TRSP che da ieri è attivo anche dalla postazione di Colle Izzone a Teramo sul canale 29 UHF. Per la segnalazione ringraziamo Massimo di Teramo.


Ore 10.00 -  ABRUZZO  - MUX TELEMARE: AGGIORNATO LO Z@PPING TV.
UHF 21 Mux TELEMARE:
Nella sezione ABRUZZO IN DIGITALE abbiamo provveduto ad aggiornare lo z@pping TV del mux di
TELEMARE. Nei giorni scorsi la stessa TELEMARE che occupava l'LCN 11 è stata spostata sull'LCN 113. Il canale TELEMARE INFORMA (LCN 274) trasmette come di consueto la programmazione di LA.TV ma ora il formato video è corretto, prima le immagini in 4:3 erano trasmesse in 16:9. Il canale TELEMARE SPORT (LCN 624) trasmette sempre la programmazione di RETE 8, mentre sono sempre a schermo nero i canali TELEMARE SHOW (LCN 625), TELEMARE CULTURA (LCN 626) e TELEMARE FORMAZIONE (LCN 627). Consulta il nostro z@pping TV per visualizzare tutti i canali trasmessi nel multiplex di TELEMARE.

Mux TELEMARE - Z@pping TV




 19 LUGLIO 2012 - Giovedì 

Ore 20.05 -  SICILIA  - MUX TELERADIO SCIACCA: E' ARRIVATO UN NUOVO CANALE, TRS SOLE.
Abbiamo ricevuto la seguente comunicazione dall' emittente TELERADIO SCIACCA, eccola in dettaglio:
"Sono iniziate da qualche giorno le trasmissioni sperimentali della seconda rete di Tele Radio Sciacca. TRS SOLE visibile sul canale 611, è inserita nel Mux di Tele Radio Sciacca dove è visibile la prima rete al canale 19. Il nuovo palinsesto definitivo prenderà il via il 6 settembre prossimo in occasione del 34° compleanno della rete principale. In questi giorni estivi la programmazione prevede la messa in onda del tg con mezz'ora di ritardo rispetto alla prima rete e quindi alle 14.30 di tutti i giorni, compresa la domenica ed inoltre convegni, talk show, sintesi del Carnevale di Sciacca degli anni passati e tanto altro ancora. Buon.... sole a tutti."


Ore 11.05 -  ABRUZZO  - MUX TELEMAX: AGGIORNATO LO Z@PPING TV.
UHF 51 Mux TELEMAX:
Altro z@pping TV abruzzese aggiornato nelle nostre liste della sezione regionale ABRUZZO IN DIGITALE, ora è la volta della lancianese TELEMAX che da alcuni giorni ha inserito nel suo mux i canali GOLDTVITALIA (LCN 128) e LA 4 ITALIA (LCN 129) che non ha ancora una programmazione autonoma, infatti a volte ritrasmette LA9, in altri momenti ritrasmette 10 e in altri casi sono in onda anche programmi senza logo in sovraimpressione, come potete vedere dalle immagini qui sotto. Consulta anche il nostro z@pping TV del mux TELEMAX per visualizzare la completa composizione del multiplex.



Mux TELEMAX - Z@pping TV


Ore 10.05 -  SPECIALE PROAGAZIONE    TOSCANA  - PROPAGAZIONE: SPAGNA CHIAMA ITALIA, ESODITEL E' UNA TV NON AUTORIZZATA.
Dopo aver pubblicato nella nuova sezione SPECIALE PROPAGAZIONE
l'articolo RICEZIONE SEGNALI TV DALLA SPAGNA A TURANO (MS) realizzato dal nostro collaboratore Umberto, dedicato nella prima puntata alla ricezione della tv spagnola a Turano (MS), abbiamo scoperto che la tv spagnola che trasmette sull' UHF 66 TV ESODITEL è una tv pirata non autorizzata.


Ma veniamo per gradi. Umberto ha scritto al sito spagnolo www.enabierto.es segnalando la ricezione in Toscana dei canali Iberici. Dalla Spagna la risposta è stata la seguente:
"Umberto, un lettore italiano del nostro sito e appassionato di TV, conferma la ricezione di numerosi multiplex DTT spagnoli in Italia, in particolare nella zona della Toscana, nella città di Massa-Carrara. Umberto dispone di attrezzature varie per la ricezione di segnali televisivi e ha installato un rotore che permette la corretta canalizzazione verso il mare e la Spagna. Si tratta di due antenne di marca Offel con 92 elementi e un amplificatore della stessa marca di 35 dB. La propagazione del segnale attraverso il Mediterraneo arriva in Italia e si ricevono un numero di multiplex DTT che operano in Spagna."
www.enabierto.es/2012/07/propagacion-de-la-tdt-valenciana-hacia.html
Lo stesso sito poi parla di questa emissione "pirata" del mux di ESODITEL in un articolo successivo:
"DTT pirata, scarsa qualità e un sacco di copertura. Con l'inizio della DTT si pensava che cessando l'analogico e con la necessità di acquistare le emissioni di apparecchi digitali si sarebbe trovata una
soluzione in merito alle tv locali pirate. Anni dopo si è visto che è accaduto il contrario e dove una volta era trasmesso un canale pirata, ora col digitale, la cifra viene moltiplicata per 4.
In generale i canali trasmettono scarsi contenuti, poco interessanti e di cattivo gusto come tarocchi, i servizi SMS e soft. L'articolo continua con le specifiche tecniche di trasmissione."

Insomma non c'è pace neanche nell'etere spagnolo che neanche col passaggio al digitale è riuscita a debellare questo fenomeno delle tv pirate non autorizzate.
www.enabierto.es/2012/07/tdt-pirata-poca-calidad-y-mucha.html

Ore 09.05 -  ABRUZZO  - MUX RETE 8: RESTYLING DEL LOGO, INIZIA LA PROGRAMMAZIONE DI RETE8 NEWS, AGGIORNATO LO Z@PPING TV.
UHF 45 Mux RETE 8:
L'emittente abruzzese RETE 8 (LCN 10) effettua un restyling sul proprio logo, esso risulta ora più piccolo e meno invasivo sullo schermo. Qui sotto potete vedere a sinistra l'immagine del precedente logo e a destra quello attuale. Il canale RETE8 News (LCN 112) non trasmette più i promo ma repliche della programmazione giornalistica di RETE 8, ovvero TG, rassegna stampa e rubriche di informazione. Sono sempre a schermo nero i canali RETE8 Meraviglie (LCN 273) e RETE8 Live (LCN 622), mentre RETE8 Medicina (LCN 623) trasmette sempre la programmazione di TELEMARE. Abbiamo aggiornato con nuove immagini lo z@pping TV del mux RETE 8.




Mux RETE 8 - Z@pping TV


Ore 01.30 - LA BBC VENDE IL SUO "TELEVISION CENTRE".
LONDRA (Gran Bretagna) – E’ stato venduto per 200 milioni di sterline (254 milioni di euro) lo storico edificio che ospitava il centro di produzione radiotelevisiva della Bbc, il Television Centre a West London. La vendita del grande complesso a forma di ciambella si iscrive nel programma di tagli della tv di Stato britannica, imposti dal programma di austerity del governo, ed era stata annunciata a giugno 2011. La Bbc in un comunicato ha precisato che la sede vecchia di 52 anni è andata a una società immobiliare privata, la Stanhope Plc.
L’edificio degli Anni Sessanta su Wood Lane, stimato inizialmente 300 milioni di sterline, ha ospitato classici della tv britannica e da qui andava in onda la maggior parte delle trasmissioni radio-televisive dell’emittente pubblica. La parte centrale, conosciuta come “doughnut” (ciambella) ha ricevuto lo status “storico” dal 2009 e pertanto non può essere demolita o alterata senza un permesso speciale.

Tratto da: http://www.giornalisticalabria.it/2012/07/17/la-bbc-vende


Ore 01.20 - GIORNALISTA TURCA SVIENE IN DIRETTA TV.
ANKARA (Turchia) – Momenti di panico per i telespettatori dell’emittente turca “Kanal 24”. La giornalista Seda Selek è svenuta in diretta mentre dialogava con Mustafa Kaaral, nel corso di una trasmissione sulle politiche di integrazione. Momenti di panico e ricovero d’urgenza in ospedale, per la giornalista, che si è subito ripresa. La causa dello svenimento un improvviso calo di pressione.
Tratto da: http://www.giornalisticalabria.it/2012/07/18/giornalista-turca-sviene-in-diretta-televisiva


Ore 00.20 -  ABRUZZO  - MUX ANTENNA 10: IN ARRIVO ALTRI CANALI.
UHF 46 Mux ANTENNA 10:
L'emittente televisiva abruzzese ANTENNA 10 ci comunica che dal 4 agosto partirà la programmazione di altri 5 canali del gruppo: oltre alla stessa Antenna10 (LCN 13), arriveranno 10 Informa (LCN 115), Abruzzo Informa (LCN 286), Dan Production (LCN 631), Kiara (LCN 632) e Dieci e Lode (LCN 633). Visualizza l'attuale composizione del mux ANTENNA 10 consultando la griglia dei canali e lo z@pping TV.


 18 LUGLIO 2012 - Mercoledì 

Ore 23.45 -  LAZIO E ROMA  - MUX TELESTUDIO: ARRIVANO DUE NUOVI CANALI, TS SHOPPING E TS BLU.
UHF 55 Mux TELESTUDIO:
Sono arrivati due nuovi canali nel mux di TELESTUDIO. Si tratta di TS SHOPPING, sostituisce IDEA SHOPPING nella numerazione LCN 675, e di TS BLU, al posto di GLOBO TV 2 con LCN 676. Abbiamo aggiornato la pagina con la griglia dei canali e lo z@pping TV del multiplex romano TELESTUDIO e la lista delle TV A ROMA.






Ore 23.15 -  CAMPANIA  - TELE A RITRASMETTE CANALE 34.
Stiamo monitorando la programmazione della tv partenopea TELE A; in questo momento come potete vedere dalle immagini, sta trasmettendo la replica di un programma sportivo sul Napoli Calcio di Canale 34 con tanto di logo.






Ore 23.00 -  CALABRIA  - QUERELLE INFINITA. RTV RISPONDE A TELESOVERATO: "INTERVENGA LA PROCURA".
Di seguito la nota diffusa dall'editore di ReggioTv Eduardo Lamberti-Castronuovo - Credo sia giunto il momento che la Procura della Repubblica si interessi al problema della gestione della cosa pubblica in tema di televisioni in Calabria.
Presenterò un esposto articolato e documentato nei prossimi giorni anche in virtù del ruolo politico amministrativo che svolgo con onestá universalmente nota.
Ai cittadini, perché capiscano , spiego che questi "signori" delle tv così dette dedicate alle minoranze linguistiche usufruiscono di benefici di Legge per il fatto di aver trasmesso in lingua grecanica ( o di altra estrazione minoritaria) ben il 50 percento delle loro trasmissioni (sic!) . Ora mi dica chicchessia , Corecom compreso, quando mai ciò si è verificato realmente! Forse su Marte, dove sembrerebbe vivere il Greco, ma non qui!
Per quanto attiene la legittimità della emittente del predetto dovrebbe spiegare molto al Giudice in tema di incauti acquisti (del che dovrebbe intendersi essendo un esemplare bancario).
Su Rtv taccia e non si permetta alcuno di eccepire in quanto a liceità , trasparenza e legalità . Solo chi è a posto con la Legge parla apertis verbis come facciamo noi.
Il resto, in Tribunale.
Eduardo Lamberti-Castronuovo,
Editore di Rtv.
Tratto da: http://digicalabria.mastertopforum.net

Ore 20.25 -  LAZIO E ROMA  - MUX IDEA TV: ANCHE QUI ELIMINATI I CANALI PROVVISORI.
UHF 61 Mux IDEA TV:
Anche in questo mux spariscono i canali con la dicitura PROVVISORIO. Infatti sono stati eliminati i canali Telestudio PROVVISORIO (LCN 85), TS Live PROVVISORIO (LCN 95), Jazz Chan. PROVVISORIO (LCN 216) e Globo Tv2 PROVVISORIO (LCN 676). I quattro canali senza la denominazione PROVVISORIO sono sempre sintonizzabili con la medesima LCN nel mux TELESTUDIO sul canale 55 UHF. Abbiamo aggiornato la griglia canali e lo z@pping tv del mux IDEA TV.

Mux IDEA TV - Z@pping TV


Ore 19.45 -  ABRUZZO  - MUX TRSP (ABRUZZO): AGGIORNATO LO Z@PPING TV.
UHF 29 Mux TRSP (ABRUZZO):

Ennesimo aggiornamento di mux dall'Abruzzo. Dopo la novità segnalataci dai nostri collaboratori dell'arrivo dei canali (per ora a schermo nero)
OLTRE TV con LCN 290, FARMABRUZZO con LCN 643, AMA E PREGA TV con LCN 644 e MEDIA CENTRO con LCN 645, abbiamo aggiornato lo z@pping TV del mux TRSP.

Mux TRSP - Z@pping TV


Ore 19.15 -  MUX NAZIONALI    LAZIO E ROMA  - TIVUITALIA MUX 3 (LAZIO): RESTA L'IDENTIFICATIVO DI SPORTITALIA.
UHF 34 TIVUITALIA Mux 3 (LAZIO) :
Monitorando con attenzione le specifiche di TIVUITALIA MUX 3 (LAZIO), ricebivile a Roma, notiamo che nell'elenco dei canali compaiono sempre gli identificativi dei 3 canali di Sportitalia. Tecnicamente sono rimasti inseriti quelli che in gergo tecnico si chiamano "metadati" ovvero sono ancora presenti alcuni dati all'interno del multiplex che non sono ancora stati rimossi. Tali dati non sono sintonizzabili da tutti i decoder, ma da alcuni si, come la SKY DIGITAL KEY che sullo SKYBOX continua a sintonizzare i tre canali senza LCN e a schermo nero. Ricordiamo che sul digitale terrestre i canali Sportitalia sono trasmessi dal TIMB MUX 2.


Ore 18.45 -  MUX NAZIONALI  - RAI MUX 1: DOPPIO LOGO DI RAI 1 IN ONDA.
RAI Mux 1:
Poco fa ci ha scritto Marco dalla provincia di Venezia.
"Ciao ho visto il vostro articolo sul formato sbagliato del TG1, se vi interessa oggi dopo il TG1 Economia delle 14, nella pubblicità e per qualche minuto anche nel programma successivo, ci sono stati in onda sovrapposti i due marchi di Rai 1, quello che usano per il 16:9 e quello per il 4:3 ho fatto una foto al volo avrei voluto catturarla col PC ma non ho fatto in tempo. Siete il mio sito preferito".



Ore 18.20 -  EMILIA-ROMAGNA  - DIGITALE TERRESTRE RAI: OPERATIVO L'UHF 24 DA MONTESCUDO (RN).
Passi avanti nella ricezione del segnale digitale Rai nel riminese. Grazie alla sinergia tra l'emittente pubblica e lo Studio Bz è stato acceso da ieri il canale 24 da Montescudo. Si tratta al momento di una soluzione sperimentale. Prime risposte della Rai ai problemi di ricezione del digitale terrestre nel riminese. Da ieri, grazie alla collaborazione con lo Studio BZ che va avanti da una quindicina di giorni, l'emittente pubblica ha acceso in via sperimentale il canale 24 da Montescudo che ha permesso di migliorare la quantità di segnale da Rimini a Cattolica. Le prove proseguiranno anche nei prossimi giorni. Il problema riguarda infatti il segnale interferente che proviene da Udine.
Lo studio Bz ha dato disponibilità alla Rai anche per l'impianto sul Monte Pincio che potrebbe risolvere le difficoltà di ricezione nella zona nord del riminese e nei comuni dell'Alta Valmarecchia. Lo scorso 10 luglio in regione si era tenuto un vertice tra amministratori locali, tecnici e responsabili della Rai proprio per discutere delle possibili soluzioni ai problemi del digitale nel riminese. Problemi esplosi in modo particolare durante gli Europei di calcio.
La speranza, anche da parte degli albergatori che hanno ricevuto parecchie lamentele, è arrivare ad una soluzione almeno per le Olimpiadi.
Tratto da: http://www.newsrimini.it//news/2012/luglio/18/provincia/digitale_terrestre_rai._operativo_da_ieri_il_canale_24_da_montescudo

Ore 17.35 - RETE 4, CANALE 5 E ITALIA 1: ANCHE SUL SATELLITE SI ADEGUANO CON IL GIUSTO FORMATO 16:9.
HOT BIRD 13°Est - 11.919 V / SR 27500:
I tre canali generalisti MEDIASET, Rete 4, Canale 5 ed Italia 1 da oggi stanno trasmettendo via satellite (free to air Eutelsat 13°est) nel corretto formato 16:9 e non più in letterbox. Pertanto il segnale veicolato dai provider Sky e TivuSat o dai decoder free to air adattano le proprorzioni corrette del 16:9.


Ore 17.10 -  ABRUZZO  - MUX ANTENNA 10: AGGIORNATO LO Z@PPING TV.
UHF 46 Mux ANTENNA 10:
Abbiamo aggiornato lo z@pping TV di questo mux, aggiungendo le immagini di 10 Informa (LCN 115) che trasmette la programmazione di Antenna 10 (LCN 13). Mentre trasmettono ancora le barre colore i canali Abruzzo Informa (LCN 286) e Dan Production (LCN 631). Channel 24 (LCN 130) trasmette con il formato errato, è in 16:9 ma l'emissione reale è in 4:3. Consulta il nostro z@pping tv per visualizzare i canali trasmessi dal multiplex ANTENNA 10.

Mux ANTENNA 10 - Z@pping TV


Ore 16.25 -  ABRUZZO  - MUX TV SEI: TRASMISSIONI LISTATE A LUTTO, AGGIORNATO  LO Z@PPING TV.
UHF 43 Mux TV SEI:
Da ieri i canali del gruppo TV SEI stanno trasmettendo la loro programmazione con il lutto in alto a destra, come potete vedere dalle immagini dei tre canali che vi alleghiamo. Apprendiamo direttamente dall'emittente che è prematuramente scomparso il nipote del titolare dell'emittente. Maggiori dettagli nel link di Teramo News www.teramonews.com. Abbiamo inoltre aggiornato lo z@pping TV del mux TV SEI.



Mux TV SEI - Z@pping TV


Ore 12.40 -  TOSCANA  - MUX ITALIA 7 TOSCANA: INSERITA LA GRIGLIA DEI CANALI E LO Z@PPING TV.
UHF 46 Mux ITALIA 7 TOSCANA:
Nella sezione regionale TOSCANA IN DIGITALE abbiamo aggiunto nelle liste delle emittenti TV la composizione del mux ITALIA 7 TOSCANA, che trasmette sei canali. Consulta la pagina con la griglia dei canali e lo z@pping TV per visualizzarne la composizione e i dettagli dei canali diffusi.

Mux ITALIA 7 TOSCANA - Z@pping TV


Ore 10.50 -  ABRUZZO  - MUX TELESIRIO: ARRIVANO CINQUE NUOVI CANALI.
UHF 43 Mux TELESIRIO:
Nel multiplex dell'emittente di Avezzano (AQ) sono stati aggiunti cinque nuovi canali, TELESIRIO NEWS (LCN 118), TELESIRIO PLUS (LCN 289), TELESIRIO SPORT (LCN 640), TELESIRIO SPORT 2 (LCN 641) e TELESIRIO STORY (LCN 642). Tutti sono copie del canale principale TELESIRIO, con LCN 16, trasmettono senza audio e in sovraimpressione appare una scritta che avverte che sono in corso delle prove tecniche. Abbiamo aggiornato la griglia dei canali e lo z@pping TV del mux TELESIRIO.

Mux TELESIRIO - Z@pping TV


Ore 00.20 -  ABRUZZO  - MUX TRSP (ABRUZZO): ARRIVANO QUATTRO NUOVI CANALI.
UHF 29 Mux TRSP (ABRUZZO):

In questo mux arrivano quattro nuovi canali. Si tratta di OLTRE TV con LCN 290, FARMABRUZZO con LCN 643, AMA E PREGA TV con LCN 644 e MEDIA CENTRO con LCN 645. Per il momento sono tutti a schermo nero.















 17 LUGLIO 2012 - Martedì 

Ore 22.45 -  MUX NAZIONALI  - MEDIASET MUX 2: ELIMINATE LE LCN 5 E 6 AI CANALI PROVVISORI CANALE 5 E ITALIA 1.
UHF 32-36 MEDIASET Mux 2:
Sono state tolte le numerazioni LCN 5 e 6 a CANALE 5 PROVVISORIO e a ITALIA 1 PROVVISORIO, da questa mattina in onda con il cartello.



Ore 22.00 -  CALABRIA  - TELESOVERATO RISPONDE A LAMBERTI.
Di seguito la nota di TeleSoverato in risposta alle dichiarazioni dell'Editore di ReggioTV Lamberti Castronuovo:
Desideriamo informare gli utenti , ed in particolare il Dott. Lamberti, che il ns. gruppo è risultato,
l’ unico in Calabria, assegnatario di tre differenti multiplex (frequenze digitali) ripartiti in 18 impianti dislocati nelle cinque province della regione tra cui la città di Reggio Calabria ; L’ assegnazione della frequenza alla ns. emittente nell’ area di servizio della Città dello Stretto, ha seguito pertanto un regolare , nonché rigoroso , iter amministrativo , che prende origine dalla Direzione Generale del Ministero dello Sviluppo Economico Dipartimento Comunicazioni di Roma , organo amministrativo autorizzante e controllore dei requisiti posseduti , sino all’ Ispettorato Territoriale del medesimo Ministero a Reggio Calabria, organo competente in materia tecnica .
Il Dott. Lamberti , nella sua veste di Assessore alla Cultura della Provincia di Reggio Calabria ,e quindi anche assessore per le Minoranze Linguistiche , di certo sarà a conoscenza e ne sarà anche compiaciuto, che il DLGS 177/2005 Testo Unico della radiotelevisione , all’ art. 42 comma 5 , preveda una espressa riserva di frequenze televisive digitali per le emittenti che trasmettono programmi per le popolazioni sottoposte a tutela della legge 482/99, quali sono i cittadini di Reggio Calabria ; evidentemente questa riserva di legge sfugge allo stesso Dott. Lamberti nella sua contemporanea veste di editore di ReggioTV .

Per quanto concerne i contenuti trasmessi, che la ns. Emittente programma senza aver mai ricevuto alcun contributo pubblico sebbene specificamente previsto , rassicuriamo altresì il Dott. Lamberti , circa la periodica attività di controllo regolarmente svolta nei confronti della ns. emittente , sia da parte del CORECOM Calabria , che da parte dell’Ispettorato Territoriale del Ministero , a cui è stata sempre esibita la documentazione richiesta senza nulla eccepire; al riguardo , quanto affermato dal Dott. Lamberti, suscita la nostra naturale curiosità laddove lo stesso asserisce di poter “documentare” le proprie affermazioni di senso contrario.

Nulla di anomalo e grottesco si è verificato nell’ assegnazione delle frequenze digitali alle emittenti televisive , che ai sensi della legge 75/2011 e del successivo bando ministeriale, altro non sono che la risultante dei requisiti posseduti dai partecipanti e dall’ ordine di priorità delle frequenze richieste ed indicate , proprio dagli stessi partecipanti , in sede di compilazione della domanda . Altra questione è quella del rispetto dell’ esito della graduatoria e degli effetti limitanti che inevitabilmente si ripercuotono sulla realtà elettromagnetica preesistente soprattutto in una area complessa come lo Stretto .

Poiché non ci risulta che il “caos” delle frequenze a Reggio Calabria abbia provocato sommosse popolari o interrotto alcun pubblico servizio , invitiamo tutti i parlamentari che si sono prodigati per perorare gli interessi economico/editoriali di un imprenditore privato quale è il dott. Lamberti , ad impiegare il danaro pubblico che mensilmente percepiscono dai contribuenti, per produrre urgentemente provvedimenti utili e di interesse collettivo per i calabresi che rappresentano e di cui sono dipendenti. Vi sono molti editori televisivi , in tutta Italia , che ritengono , per vari motivi, di essere stati penalizzati dall’ assegnazione della frequenza digitale , e tal proposito stanno seguendo , con molta più razionalità, l’ unica strada percorribile, ovvero il ricorso giudiziario in sede amministrativa e/o civile in cui potranno vedere soddisfatte o meno le proprie ragioni; nelle more delle lungaggini giudiziarie sono stati trovati accordi e soprattutto soluzioni tecniche, a ns. avviso sempre praticabili , con altri operatori disponibili , onde scongiurare il fermo totale dell’ attività delle imprese coinvolte.

I Reggini, oltre a Soverato Uno , ricevono oggi circa 160 televisioni digitali ; il Dott. Lamberti asserisce di non aver visto prima la ns. emittente su Reggio Calabria , fermo restando che le frequenze non sono state assegnate in virtù della residenza legale delle emittenti , anche noi ci permettiamo di affermare che su Catanzaro l’ immagine fissa e ripetitiva di ReggioTv è visibile solo da alcuni giorni , ma di questo non ci lamentiamo con nessuno , giungiamo solo alla conclusione che il dott. Lamberti opera con la lecita logica del denaro per comprare le frequenze , il ns. gruppo , ove è possibile , utilizza , conoscendoli e rispettandoli, tutti gli strumenti che la Legge mette a disposizione degli operatori del settore.

E a proposito di rispetto della Legge , ci sorprende non poco , che il dott. Lamberti , Assessore Provinciale anche alla difesa della Legalità, ad oltre 45 gg. dalla entrata in vigore della graduatoria delle emittenti per la Sicilia continui ad irradiare dall’ impianto di M. Scrisi , il segnale di RTV sulla città di Messina, senza averne titolo, atteso che RTV nella suddetta graduatoria siciliana non risulta essersi collocata in posizione utile per poter continuare a trasmettere verso la Regione Siciliana ; il Ministero S.E. , proprio su denuncia delle emittenti reggine , ha giustamente prescritto alle emittenti siciliane , che non si siano collocate in posizione utile nella graduatoria Calabria , il divieto di irradiare verso la ns. regione e di limitare l’ area di servizio al solo territorio siciliano , unico bacino per cui hanno conseguito il titolo abilitativo.

Alla luce di quanto esposto ci appare alquanto difficoltoso individuare quei comuni valori, per noi non negoziabili, su cui si fonda il rispetto della legalità e della democrazia e di cui si erge paladino e difensore il Dott. Lamberti sia nella veste di editore di ReggioTV , che nella qualità di uomo politico e incaricato di pubbliche funzioni .

Tratto da: http://digicalabria.mastertopforum.net

Ore 19.40 -  CALABRIA  - LAMBERTI RILANCIA E "SFIDA" IL CORECOM: "RISPONDA!"
Di seguito la nota diffusa dall'Editore di Reggio Tv, Eduardo Lamberti-Castronuovo.
Non considero la risposta del CORECOM una "dura" presa di posizione ma una semplice difesa d'ufficio. Ho denunciato con fermezza con nomi e cognomi "televisivi".
Li ribadisco: quando mai ha trasmesso nella zona di Reggio Tele Soverato? Il Corecom risponda!
Quando mai la collina di Pentimele è stata "punto di illuminazione" ? L'Ispettorato risponda!
Quando mai "Sbarre" è stato punto di illuminazione? L'ispettorato risponda!
Quali sono i programmi teletrasmessi in lingua appartenente alle "minoranze" nelle emittenti autorizzate in virtù di questo "privilegio"?

Il Corecom risponda!

Come mai le graduatorie calabresi hanno al loro interno ....emittenti siciliane?

Il Corecom risponda!

Eduardo Lamberti-Castronuovo,
Editore di Reggio tv.
Tratto da: http://digicalabria.mastertopforum.net

Ore 19.15 -  CALABRIA  - DURA RISPOSTA DEL CORECOM A RTV: "INVECE DI AFFIDARSI A COMUNICATI STAMPA, LAMBERTI DENUNCI!"
Di seguito, la nota diffusa dal Comitato Regionale per le Comunicazioni Corecom-Calabria.

In relazione a talune affermazioni riferite, a più riprese, al Comitato Regionale per le Comunicazioni della Calabria dall’editore di Reggio Tv Lamberti Castronuovo, i Componenti il Comitato ( Presidente Sandro Manganaro, Commissari Carmelo Carabetta e Gregorio Corigliano ) hanno rilasciato la seguente dichiarazione:

Le competenze del Co.Re.Com. Calabria in materia di vigilanza sulla programmazione televisiva delle emittenti locali sono state acquisite a partire dal primo gennaio 2010, successivamente alla sottoscrizione della convenzione con l’AgCom, avvenuta in Roma il 16 dicembre 2009.
In virtù di tale Convenzione, il Co.Re.Com. ha l’obbligo di procedere, a campione, al monitoraggio delle trasmissioni mandate in onda dalle emittenti televisive locali e nella misura percentuale stabilita dall’AgCom, che è del 30% del numero complessivo delle emittenti operanti in Calabria.
Il controllo eseguito dal Co.Re.Com. - in generale - nel corso del 2011 è del 33% delle emittenti locali, percentuale che va oltre gli standard operativi stabiliti dall’AgCom.
Anche nel corso del primo semestre 2012, è stata finora largamente superata la predetta percentuale, avendo già monitorato otto emittenti.
Si evidenzia che dai controlli sistematici riguardanti indistintamente tutte le emittenti operanti in Calabria e da sempre effettuati dal personale degli uffici competenti, che si è caratterizzato costantemente per efficienza e professionalità, nulla è emerso di quanto segnalato dall’editore Lamberti. Il quale, per i casi a cui ha fatto riferimento, anziché inviare comunicati stampa ai giornali, avrebbe dovuto segnalare, come previsto dall’anzidetta Convenzione, eventuali anomalie al Co.Re.Com. e, in caso di fatti che egli dovesse reputare delittuosi, all’Autorità Giudiziaria.
In relazione, poi, alle trasmissioni mandate in onda dalle emittenti che trasmettono anche per le minoranze linguistiche, si rappresenta che, a distanza di venti giorni dall’avvio della programmazione in digitale - il 4 luglio u. s. - sono state richieste a tutte le emittenti in questione le registrazioni dei programmi, al fine di avviare le verifiche prescritte dalla legge, che prevede, in caso di violazione delle relative norme, l’irrogazione di sanzioni.
Per quanto concerne poi i disagi lamentati, emersi successivamente allo switch off, si rileva che questo Co.Re.Com. (pur non avendo una specifica competenza al riguardo), di concerto, ed in stretta sinergia con i massimi Organi politici – istituzionali della Regione, sin dallo scorso mese di gennaio, ha attivato una serie di iniziative così di seguito sintetizzate: - rappresentazione dell’esigenza ai Presidenti della Giunta e del Consiglio Regionale di predisporre interventi finanziari a sostegno dell’emittenza televisiva locale;
- elaborazione della bozza di una proposta di legge recante: “Provvedimenti urgenti per promuovere ed agevolare la transizione alla tecnologia digitale terrestre”;
- protocollo d’intesa con l’ANACI al fine di sviluppare iniziative di supporto all’informazione del cittadino;
- pubblicazione del dépliant “ dall’analogico al digitale ” recante informazioni sui tempi e le modalità dell’avvio del digitale terrestre in Calabria, nonché l’elenco degli antennisti che hanno aderito al prezzario regionale;
- incontro presso la sede RAI di Cosenza per affrontare “Le problematiche relative al passaggio al digitale terrestre”;
- intervento presso il Ministero dello Sviluppo Economico per la risoluzione positiva degli inconvenienti tecnici segnalati da Reggio Tv e da un’altra emittente reggina;
- trasmissione a mezzo e- mail a tutte le emittenti operanti in Calabria con cui è stato chiesto di segnalare al Co.Re.Com. gli eventuali disagi conseguenti allo switch over, al fine di ricercare, sinergicamente, a livello locale e ministeriale eventuali ipotesi di soluzione.
Manganaro, Carabetta e Corigliano, infine, nel ribadire che il CORECOM è da intendere la “casa” di tutte le emittenti televisive calabresi, rimarca la fedeltà alla propria mission e ai suoi principi di trasparenza e di imparzialità.

Tratto da: http://www.digicalabria.mastertopforum.net

Ore 18.45 - SERIE B: UNA TV SUL DIGITALE TERESTRE, ACCORDO CON SKY-MEDIASET IN PARTNERSHIP CON PUMA.
Un pallone realizzato esclusivamente per la Serie B. E’ questa la novità più importante, annunciata a Milano, scaturita dall’accordo fra Lega Nazionale Professionisti Serie B e Puma. Una collaborazione di lungo periodo che garantirà l’inizio di una nuova partnership all’insegna della progettualità e dell’innovazione, dove la tecnologia e il design del brand tedesco si affiancano alla volontà della Lega Serie B di concentrarsi su progetti che rispecchiamo i valori fondanti del campionato cadetto.
Sul pallone campeggia anche il nuovo logo della Seria B e dal nuovo claim della Lega "Appassionati". L'icona stilizzata rimane la stessa, cambia la cornice caratterizzata da una scelta cromatica che, attraverso il colore verde, vuole testimoniare una scelta di indirizzo verso i valori di gioventu', confermati dall'incremento di presenze di giovani talenti nel campionato, del campo, il luogo dove si determina il risultato sportivo, e di speranza in un futuro dove spiccano sempre piu' il rispetto e la correttezza sportiva.
L’accordo si completa con la fornitura da parte di Puma dei kit da gioco e da allenamento della B Italia, la rappresentativa pensata per valorizzare i vivai garantendo a giovani Under 21, che giocano in Serie B, l’opportunità di una prestigiosa vetrina internazionale.
Lo sponsor tecnico della B Italia si uniforma così a quello delle rappresentative nazionali, in un naturale e coerente percorso che vede nel team guidato da Massimo Piscedda un ponte fra i club di B e le Nazionali, un serbatoio per la valorizzazione dei vivai e un valido supporto alle rappresentative della Federcalcio. Con ottimi risultati: sono sette infatti i giocatori passati dalla B Italia all’Under 21 guidata dall’ex tecnico Ciro Ferrara, e 15 all’Under 20 allenata da Luigi Di Biagio, nel corso dell’ultima stagione.
A margine della presentazione, il presidente della Lega Nazionale Professionisti Serie B, Andrea Abodi, ha ufficializzato l'accordo sulla vendita dei diritti Tv per i prossimi tre campionati a Sky e Mediaset Premium. Ma la novità forse più interessante riguarda il varo, ormai prossimo, della piattaforma Tv della Lega Serie B sul digitale terrestre. "Diventeremo anche editori del nostro prodotto, cercando di unire il senso di calcio legato alla tradizione con la necessità del nostro mondo, e forse del 
nostro Paese, di guardare allo sviluppo con più determinazione".

Tratto da: http://affaritaliani.libero.it/sport/puma-serieb

Ore 16.15 -  MUX NAZIONALI  - MEDIASET: NESSUNA CONFERMA (PER ORA) DELL'ARRIVO DI CANALE 5 HD E ITALIA 1 HD.
Da qualche giorno alcuni siti avevano diffuso la notizia che oggi sarebbero partiti Canale 5 e Italia 1 in alta definizione. Facciamo un po' di chiarezza.
Nei giorni scorsi L'ITALIA IN DIGITALE si era messa in contatto con l'emissione di Mediaset a Cologno e congiuntamente (anche se non direttamente interessata) con l'emissione dei canali tematici di Lavanderie a Segrate e non ci avevano confermato nulla, anzi si erano stupiti di quanto si diceva in merito a questa fantomatica notizia della diffusione dal 17 luglio dei canali in alta definizione. Per ora pertanto l'unica cosa certa è che sul 
MEDIASET Mux 2, sull' UHF 36 in tutta Italia, tranne che in Sardegna sull' UHF 32, CANALE 5 PROVVISORIO e ITALIA UNO PROVVISORIO trasmettono il cartello che invita a risintonizzare il decoder e a sintonizzarli sul MEDIASET Mux 4 sull' UHF 49, in Sardegna sull' UHF 52. Ricordiamo che su entrambi i canali provvisori è presente ancora la numerazione LCN 5 e 6, come potete vedere dalla schermata che abbiamo realizzato alcuni istanti fa.


Ore 14.05 -  PUGLIA  - REALIZZATA LA LISTA DELLE TV A FOGGIA.
Nella nostra sezione regionale PUGLIA IN DIGITALE, grazie alla collaborazione di Fabrizio di Foggia, abbiamo realizzato la lista delle tv ricevibili nel capoluogo pugliese. Per il momento è possibile consultare la composizione dei mux nazionali, nei prossimi giorni la implementeremo con la griglia e gli z@pping tv di tutti i multiplex locali. Consulta la nuova pagina delle TV A FOGGIA.

Ore 11.00 -  MUX NAZIONALI  - MEDIASET MUX 2: CARTELLO SUI CANALI PROVVISORI CANALE 5 E ITALIA 1 CON LCN 5 E 6.
UHF 32-36 MEDIASET Mux 2:
Non è più in onda la regolare programmazione su CANALE 5 PROVVISORIO con LCN 5 e su ITALIA 1 PROVVISORIO con LCN 6, è presente un cartello che invita alla risintonizzazione della lista canali. Sono regolarmente in onda ancora i tre canali provvisori sulla numerazione 104, 105 e 106. L'emissione di Mediaset ci comunica che al momento i canali HD potrebbero non essere attivati e la stessa Mediaset ci comunicherà quando partiranno. Ricordiamo che questa operazione serve per fare spazio su questa frequenza per inserire il canale in alta definizione CANALE 5 HD, che andrà nella posizione LCN 505, e per continuare a vedere Canale5 e Italia1 nelle giuste LCN 5 e 6 occorre cercarli nel MEDIASET Mux 4 sull' UHF 49 in tutta Italia, tranne che in Sardegna sull' UHF 52. Su alcuni tv e decoder una volta fatta la risintonizzazione i cartelli spariranno, su altri continuano invece ad essere presenti nella lista canali. Inoltre è stato eliminato Coming Soon Television che aveva il cartello in onda ed era senza numerazione LCN.


Ore 01.35 -  MUX NAZIONALI  - RAI MUX 1: IL TG1 E IL FINTO 16:9 (SEDICINONI).
RAI Mux 1:
Non fatevi trarre in inganno se pensate che il telegiornale di Rai 1 sia passsato in 16:9. Ieri ci avete scritto in molti per segnalarci questa novità, ovvero che le edizioni del TG1 sono andate in onda nel formato panoramico, ma così non è. Notate guardando bene le foto qui sotto come in realtà risultino larghe nella parte orizzontale e sformate. Ovvero le immagini dei servizi e delle telecamere da studio sono 4:3 ma il televisore le riconosce 16:9 e le allarga a causa di un errore tecnico di emissione, oppure è un mini tarocco televisivo di mezza estate che tra le altre cose sforma e attiva l'effetto grassi e grossi...



 16 LUGLIO 2012 - Lunedì 

Ore 21.25 -  ABRUZZO  - MUX TVQ: CANALI RINOMINATI CON TVQ PROVIDER.
UHF 28 Mux TVQ:
Dopo l'arrivo di TELEPONTE sulla numerazione LCN 15, sono stati rinominati i tre canali Tele p (LCN 15), Genio TV (LCN 172) e ON TV (LCN 292), che ha ancora le barre colorate in onda, con l'aggiunta della scritta (TVQ provider), come potete leggere dalle immagini che vi alleghiamo.


Ore 20.45 -  TRENTINO  - MUX TCA: NUOVO LOGO E NUOVA LCN PER TCA IN TRENTINO.
UHF 31 Mux TCA:
E' stato eliminato il canale TCA STTN dalla numerazione LCN 605, dove arriva TCA IN TRENTINO che cambia LCN, dalla 696 passa alla 605. Cambia anche logo, qui sotto potete vedere alla sinistra quello vecchio, alla destra quello nuovo.




Ore 19.15 -  ABRUZZO  - MUX TVQ: TELEPONTE PASSA SU LCN 15.
UHF 28 Mux TVQ:
Cambio di LCN per l'emittente teramana TELEPONTE che dalla posizione 649 di TVQ Go Shopping passa alla numero 15, e viene rinominato in Tele p.




Ore 15.45 - SARA' PIU' DIFFICILE GOVERNARE L'ETERE.
Le frequenze della banda UHF che trasportano i programmi televisivi (canali 21-69) sono in realtà più adatte a raggiungere i nostri smartphone in movimento che a servire le vecchie antenne sui nostri tetti. Le loro caratteristiche di propagazione consentono infatti agli operatori mobili la riduzione dei costi di realizzazione e gestione delle future reti mobili (LTE/4G) e garantiscono un miglior servizio all’utente mobile sia in termini di copertura che nei luoghi chiusi. Per questi motivi, a partire dal 2007, l’International Telecommunication Union (ITU) ha deciso di destinare un numero crescente di “frequenze televisive” alle reti di telefonia mobile. L’effetto è stato immediato. Nelle Americhe e in Asia due importanti porzioni della banda televisiva, la banda 700 (canali 49-60) e 800 (canali 61-69) sono già state destinate alle reti LTE, mentre i Paesi africani hanno preteso e ottenuto, nell’ultima conferenza mondiale ITU, la possibilità di destinare la banda 700 all’LTE già dal 2015. L’UE, finora, è stata la più timida in questa progressiva liberazione. Aveva previsto la destinazione alle comunicazioni mobili della sola banda 800 (già assegnata in molti stati membri tra i quali l’Italia) ma è stata presa in contropiede dall’improvvisa accelerazione ITU sulla banda 700. La prospettiva è che, almeno fino al 2018, l’Europa (e l’Italia) utilizzeranno la banda 700 per la televisione mentre già nel 2015 i Paesi del Nord Africa realizzeranno, su quelle stesse frequenze, le reti mobili LTE. Pretendendo protezione dai nostri trasmettitori TV. Prima della conferenza mondiale ITU del 2015, l’UE dovrà pianificare la sua “roadmap” alla banda larga, coerente con la “spectrum policy” del Parlamento Europeo che ipotizza un uso della banda 700 per raggiungere gli obiettivi dell’Agenda 2020. Sarà necessario aggiornare il piano delle frequenze europeo di Ginevra 2006, definire la strategia di liberazione della banda 700 e infine definire le regole da utilizzare per coordinarne l’uso televisivo e mobile in Paesi confinanti. Queste decisioni saranno rese più complesse dal nuovo quadro regolamentare che non impone più vincoli a priori sulla tecnologia da utilizzare o sul servizio da offrire in una specifica banda di frequenze (neutralità tecnologica e del servizio). L’Italia ha qualche difficoltà a sintonizzarsi con questa agenda europea. Dobbiamo ancora liberare (con rimborso) le frequenze della banda 800 che gli operatori mobili hanno pagato 3 miliardi di euro e che il ministero per lo Sviluppo Economico aveva assegnato alle emittenti locali nel 2010. Dobbiamo anche risolvere il problema dell’interferenza che le antenne LTE generano sulle antenne tv installate sui tetti vicini. A complicare uno scenario già difficile ha recentemente contribuito il MSE con l’assegnazione definitiva (per 20 anni) di tutte le frequenze attualmente utilizzate da emittenti nazionali e locali e, molto presto, delle frequenze oggetto della gara che sostituirà il “beauty contest”. Grazie a queste assegnazioni ventennali, il diritto di ogni operatore a mantenere la frequenza assegnata o una frequenza “equivalente” diventerà, anche grazie alla flessibilità prevista dal nuovo quadro regolamentare europeo, difficilmente contestabile. Le emittenti saranno le vere proprietarie dello spettro televisivo. Di conseguenza, una riduzione del numero di frequenze destinate alla TV sarà impossibile e con essa il coordinamento internazionale e la liberazione della banda 700. In altre parole, esiste un rischio concreto che l’Italia non riesca a cogliere tutti i vantaggi di una progressiva assegnazione delle frequenze televisive alla banda larga mobile e che abbia effettuato assegnazioni definitive che non potranno mai essere coerenti con il quadro europeo e internazionale.
Tratto da: http://www.repubblica.it/economia/affari-e-finanza/2012/07/16/news/sar_pi_difficile_governare_letere

Ore 11.25 -  ABRUZZO  - MUX TELEMAX: INIZIATA LA PROGRAMMAZIONE DI LA 4 ITALIA, CON BARRE NOTTURNE.
UHF 51 Mux TELEMAX:
Ieri è partita la regolare programmazione di LA 4 ITALIA, con LCN 129, ma dalla mezzanotte fino alle 9.00 di questa mattina erano in onda delle barre colorate.




Update ore 12.30: La programmazione
di LA 4 ITALIA non è ripresa e sono sempre in onda le barre colorate.


Ore 08.25 -  TOSCANA  - TOSCANA IN DIGITALE: REALIZZATA LA LISTA DELLE TV RICEVIBILI A SIENA.
Grazie alla collaborazione di Roberto di Siena abbiamo realizzato nella sezione regionale TOSCANA IN DIGITALE la lista delle tv sintonizzabili nella città senese. Potete consultare le composizioni e lo z@pping TV di tutti i mux nazionali e di alcuni mux toscani, nei prossimi giorni la completeremo anche con gli altri multiplex locali. Consulta la lista delle TV A SIENA.


Ore 06.20 - MEDIASET CEDE ALCUNE SEDI REGIONALI DI VIDEOTIME.
I vertici di Mediaset in questi ultimi anni hanno sempre smentito la possibilita' di intervenire sugli organici aziendali (al 31 marzo i dipendenti erano 6.158, 24 in meno rispetto all'anno precedente).
Martedi' 10 luglio, scrive MF, l'azienda ha comunicato la volonta' di cedere il ramo d'azienda composto dalle dieci sedi regionali di Videotime, la societa' che dal 1981 si occupa dell'ideazione, progettazione e realizzazione dei programmi televisivi di Canale 5, Italia 1 e Rete 4, oltre al mantenimento tecnologico degli studi. Cosi', sempre ieri, i rappresentanti sindacati di Slc-Cgil, Fistel-Cisl e Uilcom-Uilm, hanno "espresso il loro dissenso su tale iniziativa" e chiesto "un incontro immediato, gia' previsto nella giornata del 16 luglio". In particolare, secondo quanto ricostruito in ambienti sindacali, il progetto di Mediaset sarebbe quello di scorporare da Videotime le sedi di Torino, Genova, Venezia, Bologna, Firenze, Ascoli, Napoli, Bari, Cagliari e Palermo, con relativi dipendenti, per conferirle in una newco che nel frattempo sarebbe stata creata ad hoc da un ex dirigente del Biscione degli anni '80-'90.
Sul tavolo ci sono le sorti di 64 lavoratori, solo l'1% della forza lavoro complessiva di Mediaset, e poco piu' del 6% dell'organico di Videotime (oltre mille dipendenti, concentrati a Milano).

Tratto da: http://www.italiaoggi.it/news/dettaglio_news