Da Lunedì 09 a Domenica 15 APRILE 2012


COLLABORA CON "L'ITALIA IN DIGITALE"
Sei appassionato di tv e radio e vuoi collaborare inviandoci le segnalazioni e le liste della tua zona?
Contattaci alla nostra mail
italiaindigitale@libero.it e inizia subito a condividere le tue informazioni su L'ITALIA IN DIGITALE.


    VAI ALL 'INDICE NEWS DEL 2011 

    VAI ALL 'INDICE NEWS DEL 2012 

   Vai alle NEWS dal 02 all' 08 APRILE 2012








LE E-MAIL RICEVUTE SONO CONSULTABILI SOLO NELLA PAGINA DELLO



Clicca sulle immagini per vederle ingrandite



 15 APRILE 2012 - Domenica 

Ore 23.55 -  LOMBARDIA  - RADIO MARGHERITA: PROBLEMI AUDIO A MILANO.
FM 89.500 Mhz Milano RADIO MARGHERITA:
L'emittente RADIO MARGHERITA, sulla frequenza 89.500 Mhz dalla postazione di Via Casati a Milano, sta trasmettendo con alcuni glitch audio come potete ascoltare da questo video ripreso pochi istanti fa.



RADIO MARGHERITA


Update 17.04.2012 ore 15.55: RADIO MARGHERITA ha risolto i problemi audio, ora si ascolta con regolarità.

Ore 23.10 -  EMILIA-ROMAGNA  - LO SMANTELLAMENTO DELLO STORICO CENTRO TRASMITTENTE DI BUDRIO (BO).
Una cosa è certa, lo smantellando dello storico centro trasmittente di Budrio, voluto da Guglielmo Marconi ed a lui intitolato, Non fa certo onore ad un servizio pubblico degno di tale nome. Le apparecchiature ivi presenti, ad esempio, potevano essere anche affittate
ad altre emittenti radio, per la sperimentazione di nuove tecniche trasmissive come accaduto in altri paesi.
Per quale motivo qualcuno in Italia, sta impedendo ai privati di utilizzare
le Onde Medie???
Segnalo che all'interno dell'area del centro trasmittente ci sono animali di
ogni specie in cui hanno trovato rifugio.. per verificarlo basta guardare il filmato.. gli animalisti lo sanno??
E' una vicenda grave, secondo me, perche' la Rai, senza dirlo apertamente, vuol chiudere molte postazioni in OM, considerate a torto superflue, solo per risparmiare. L'idea e' di ridursi a una mini-rete in Om con tanti saluti a chi vuol ascoltare RadioUno così, nel modo di sempre. E' una triste vicenda sotterranea. A Budrio, se ho capito bene, la Rai ha addirittura simulato un trasloco (o ci ha ripensato senza dirlo) per poi chiudere e basta. La cosa si commenta da se'.



Ecco come muore un'antenna del servizio pubblico, Venerdì 15/12/2006 alle ore 15.25, RaiWay ha abbattuto il traliccio-antenna più alto del centro trasmittente ad onde medie di Budrio (Bo).

Ecco come muore un'antenna del servizio pubblico


Il Centro Trasmittente ad onde medie di Budrio (Bo)
: http://www.radiomarconi.com/marconi/budrio
A cura di: Elio Antonucci.

Ore 19.15 - MERCOLEDI' TAR LAZIO DECIDE SU VIA LIBERA A FREQUENZE ASTA.
Si conoscera' mercoledi' la decisione del Tar del Lazio sui compensi alle tv locali per la liberazione delle frequenze nell'ambito dell'asta destinata agli operatori telefonici del mobile. Il prossimo 18 aprile, infatti, il Tribunale amministrativo dovra' decidere se confermare o revocare il provvedimento di sospensione del decreto del 23 gennaio scorso chiesto nei recorsi di alcune emittenti locali e accordato dal Tar. Di fatto i giudici amministrativi hanno bloccato il decreto del governo che dava il via libera all'assegnazione dei canali 61-69 UHF, acquistati dagli operatori tlc nell'asta 4 G del settembre scorso (che ha portato nelle casse dello Stato 3,9 miliardi di euro). Il decreto assegnava alle emittenti locali 175 milioni di indennizzi per lasciare volontariamente i multiplex digitali occupati. La sospensione e' stata disposta fino all'udienza di trattazione collegiale del 18 aprile da parte del Tar.
Sulla strada del decreto ci sara' in settimana anche la mozione del Pd in tema di frequenze tv che sara' discussa in aula alla Camera con altre mozioni abbinate: si chiede che le tv locali che avrebbero dovuto cedere le proprie frequenze agli operatori di tlc dopo l'asta 4G (dietro indennizzo o consorziandosi) non siano piu' "espropriate". Ma che della necessita' di frequenze si facciano carico anche le emittenti nazionali.
"E' inaccettabile - si legge nella mozione del Pd - che le frequenze destinate agli operatori della telefonia mobile siano espropriate solo alle emittenti locali; la riduzione sia cosi' corretta: un terzo a carico delle tv locali e due terzi a carico di quelle nazionali; e nelle aree del Paese dove cio' non possibile, la proporzione sia ripristinata assegnando alle emittenti locali parte delle frequenze non piu' destinate al beauty contest". La mozione e' a firma dei deputati Vinicio Peluffo, Michele Meta, Sandra Zampa e Paolo Gentiloni. Nella mozione i risarcimenti destinati dal decreto alle tv locali sono definiti "insufficienti" e si chiede un tavolo di confronto.

Fonte: AdnKronos.

Ore 19.05 - DOMANI IN CONSIGLIO DEI MINISTRI ESAME PROVVEDIMENTO SULLE FREQUENZE.
Sarà all'esame del Consiglio dei ministri convocato per domani il provvedimento sull'asta per le frequenze tv che, come annunciato dal ministro Corrado Passera, dovraà "azzerare" la procedura del cosiddetto 'beauty contest'. E' quanto si apprende da fonti di governo. L'intervento e' obbligato in quanto il 20 aprile scade la sospensione della procedura per l'assegnazione gratuita decisa dal ministero per lo Sviluppo Economico.
Fonte: Ansa.it

Ore 15.30 -  EMILIA-ROMAGNA  - MUX LA 10 EMILIA ROMAGNA: AGGIORNATO LO Z@PPING TV.
UHF 69 Mux LA EMILIA ROMAGNA:
Nella lista delle emittenti tv sintonizzabili a BOLOGNA abbiamo aggiornato la composizione del mux LA 10 EMILIA ROMAGNA. Ora potete visualizzare, oltre all' elenco dei canali, anche lo z@pping tv. Questo multiplex trasmette due canali: ACQUA (LCN 65) e LA 10 - CANALE 78 (senza numerazione LCN), in video è presente sotto il logo la scritta SUD.

Canale 69 UHF - Mux LA 10 EMILIA ROMAGNA - Z@pping TV



 14 APRILE 2012 - Sabato 

Ore 23.30 -  EMILIA-ROMAGNA  - MUX SESTARETE BOLOGNA: AGGIORNATO LO Z@PPING TV.
UHF 29-32 Mux SESTARETE BOLOGNA:
Abbiamo inserito le immagini aggiornate nello z@pping TV del mux SESTARETE BOLOGNA, infatti il canale 7 GOLD EMILIA ROMAGNA ha aggiunto sul proprio logo il numero LCN (13) come potete dall'immagine qui sotto.


Mux SESTA RETE BOLOGNA - Z@pping TV


Ore 22.55 -  ABRUZZO  - MUX LA 9: REALIZZATA LA GRIGLIA CANALI E AGGIORNATO LO Z@PPING TV.
UHF 36 Mux LA 9:
Abbiamo realizzato una nuova pagina con la griglia dei canali, la frequenza e lo z@pping TV del mux LA 9, che in Abruzzo trasmette in digitale solo dalla postazione di San Silvestro a Pescara sul canale 36 UHF. Da segnalare che l'unica emittente tv presente nel multiplex non è LA 9 ma ORLER TV, anche se l'identificativo è LA9 con LCN 8. Abbiamo anche aggiornato la lista de LE TV A PESCARA.

Canale 36 UHF - Mux LA 9 - Z@pping TV



 11 APRILE 2012 - Mercoledì 

Ore 18.30 -  TRENTINO  - MUX TIVUITALIA: CAMBIO DI FREQUENZA NEL TRENTINO.
UHF 28 Mux TIVUITALIA:
Da ieri il mux TIVUITALIA ha cambiato frequenza: in previsione delle operazioni di spegnimento delle frequenze tv nella banda 800 Mhz, per essere impiegate dagli operatori telefonici in tecnica LTE, nella regione Trentino a TIVUITALIA è stato assegnato il canale 28 UHF al posto del canale 62 UHF. Abbiamo aggiornato la lista de LE TV A CIVEZZANO (TN).
Fonte: Gabriele (Civezzano-TN).



 13 APRILE 2012 - Venerdì 

Ore 22.15 -  LAZIO E ROMA  - MUX NAPOLI TIVU': REALIZZATO LO Z@PPING TV.
UHF 28 Mux NAPOLI TIVU':
Abbiamo aggiornato la pagina con la composizione dei canali e abbiamo realizzato lo z@pping TV del mux NAPOLI TIVU', emittente napoletana che trasmette a Roma sul canale 28 UHF, dalla postazione di Monte Mario. Il multiplex contiene cinque tv: Napoli Tivu' con LCN 80, Teletibur di Tivoli (Roma) con LCN 119, NTV ViaggiSapori con LCN 299, Napoli Tivu HD  con LCN 580 che è solamente un duplicato in SD, e Napoli Tivu'+1 con LCN 638.


Canale 28 UHF - Mux NAPOLI TIVU' - Z@pping TV


Ore 21.30 - FREQUENZE: L'ASTA SARA' FATTA PER DECRETO LA PROSSIMA SETTIMANA.
L'asta onerosa per le frequenze liberate dal digitale che sostituirà il beauty contest annullato dal governo sarà annunciata con un decreto la prossima settimana.
E' quanto rivela a Reuters una fonte vicina alla situazione dopo che il ministro dello Sviluppo economico Corrado Passera si è a più riprese espresso in favore dell'asta onerosa e ha annunciato che la questione sarà risolta entro la prossima settimana.

Tratto da: http://borsaitaliana.it.reuters.com/article/businessNews

Ore 18.50 -  TOSCANA  - MUX TELEREGIONE TOSCANA: INSERITO LO Z@PPING TV.
UHF 31 Mux TELEREGIONE TOSCANA:
Integriamo le nostre liste delle emittenti tv toscane, inserendo la composizione e lo z@pping TV del mux TELEREGIONE TOSCANA. Questo multiplex è composto da tre canali: Teleregione con LCN 114, l'abruzzese ATV7 con LCN 294, e Teleregione 3 con LCN 646, duplicato di Teleregione.


Mux TELEREGIONE TOSCANA - Z@pping TV


Ore 16.30 -  LAZIO E ROMA  - MUX 7 GOLD LAZIO: RINOMINATE CHANNEL 24 E CANALE 78, ARRIVATI QUATTRO CANALI DATI.
UHF 32 Mux 7 GOLD LAZIO:
Ritorna il giusto identificativo sul canale CHANNEL-24, con LCN 130, che da alcuni giorni era stato rinominato in Program 16. Cambia l'ID anche per CANALE 78 SUD, con LCN 219, che diventa CANALE 78, è stata eliminata la parola SUD anche se sotto il logo in onda è ancora presente. Inoltre sono stati attivati quattro canali dati denominati Svc 9, Svc 10, Svc 11, Svc 12, sono a schermo nero e non sono sintonizzabili con tutti i decoder e tv. Saranno in arrivo quattro nuovi canali?










Ore 15.40 -  SICILIA  - MUX TELE 1 TRIS: ATTIVATO IN DIGITALE A SIRACUSA SUL CANALE 27 UHF.
UHF 27 Mux TELE 1 TRIS:
E' stato attivato in digitale il canale 27 UHF di TELE 1 TRIS, emittente siracusana, dalla postazione Belvedere a Siracusa. Il mux è composto da quattro canali tv, ve li elenchiamo con le numerazioni LCN.

10 - D1 Television
11 - D2 Channel
15 - Tele 1 Tris
16 - TVS

Fonte: P.P.




Ore 15.15 -  SICILIA  -  IN EVIDENZA  - SWITCH OFF SICILIA: PUBBLICATO IL CALENDARIO DEL PASSAGGIO AL DIGITALE TERRESTRE.
Dal prossimo mese di giugno nella regione della Sicilia avrà inzio il processo del passaggio alla televisione digitale terrestre ! Tutti i comuni della splendida isola al centro del Mediterraneo dall’ 11 fino al 30 giugno eseguiranno il cosidetto Switch-off, e tutti i canali analogici verranno spenti a favore dell’accensione di quelli digitali.
Per continuare a ricevere i tuoi programmi preferiti e vederne tantissimi altri nuovi basta un semplice adeguamento. Se non l’hai già fatto puoi comprare un televisore di nuova generazione con tuner digitale integrato, oppure se hai intenzione di tenere il tuo vecchio tv puoi acquistare e collegare un decoder per il digitale terrestre. Lo Switch-off verrà eseguito durante la mattinata del giorno stabilito del tuo comune.

La Rai ha già predisposto la pianificazione e le date della transizione televisiva nell’isola. Ecco il calendario dello Switch-off nella regione della Sicilia:
  • Dall’11 al 13 giugno giugno: inizieranno lo switch-off i comuni delle isole minori da Pantelleria a Ustica, da Linosa a Lampedusa.
  • Il 18 giugno: il passaggio coinvolgerà i comuni della parte costiera orientale della provincia di Messina, capoluogo compreso, e l’isola di Lipari.
  • Dal 19 giugno al 20 giugno: lo switch-off arriverà nelle province di Catania, Caltanisetta, Siracusa e Ragusa.
  • Il 21 giugno: i canali della Rai passeranno al digitale nella parte occidentale della provincia di Agrigento, e nei comuni a sud di quella di Trapani.
  • Il 22 giugno: lo switch-off arriverà nell’area nelle province di Enna, Agrigento, e in gran parte di quella di Palermo.
  • Il 25 giugno: toccherà al resto della provincia di Trapani nei comuni ancora non digitalizzati.
  • Il 27 giugno: completerà il passaggio la provincia di Messina.
  • Il 29 giugno: terminerà lo switch-off la provincia di Palermo con i comuni costieri e la città di Palermo.
Tratto da: http://www.digitaleterrestrefacile.it/2012/03/25/switch-off-sicilia-il-calendario-del-passaggio-al-digitale-terrestre-dei-canali-rai

Ore 15.00 -  CALABRIA  -  IN EVIDENZA  - SWITCH OFF CALABRIA: PUBBLICATO IL CALENDARIO DEL PASSAGGIO AL DIGITALE TERRESTRE.
Dal prossimo mese di maggio avrà inzio il processo del passaggio dalla vecchia tv analogica alla televisione digitale terrestre nella regione della Calabria. Tutti i comuni della regione dal 24 maggio fino al 18 giugno eseguiranno il cosidetto Switch-off, e tutti i canali analogici verranno spenti a favore dell’accensione di quelli numerosissimi digitali.
Per continuare a ricevere i tuoi programmi preferiti e vederne tantissimi altri nuovi basta un semplice adeguamento. Se non l’hai già fatto puoi comprare un televisore di nuova generazione con tuner digitale integrato, oppure se hai intenzione di tenere il tuo vecchio tv puoi acquistare e collegareun decoder per il digitale terrestre. Lo Switch-off verrà eseguito durante la mattinata del giorno stabilito del tuo comune.

La Rai ha già predisposto la pianificazione e le date della transizione televisiva. Ecco il calendario dello Switch-off nella regione della Calabria:


    • Dal 24 maggio all’8 giugno: inizieranno lo switch-off i comuni delle province di Crotone e Cosenza, che fanno parte dell’area tecnica che comprende anche le regioni della Basilicata e della Puglia.
  • Il 12 giugno: il passaggio coinvolgerà i comuni della gran parte della provincia di Catanzaro, capoluogo compreso.
  • Il 13 giugno: lo switch-off  arriverà nei comuni a sud della provincia di Reggio Calabria, come Bova, San Lorenzo, Montebello Ionico.
  • Il 14 giugno: i canali della Rai passeranno al digitale nella parte orientale della provincia di Reggio Calabria.
  • Il 15 giugno: lo switch-off arriverà nell’area nelle provincia di Vibo Valentia, e nei comuni della provincia di Reggio Calabria di fronte allo stretto di Messina..
  • Il 18 giugno: terminerà lo switch-off la provincia di Reggio Calabria, città di Reggio Calabria compresa.



Tratto da: http://www.digitaleterrestrefacile.it/2012/03/31/digitale-terrestre-calabria-il-calendario-del-passaggio-dei-canali-rai

Ore 13.15 -  BASILICATA  -  IN EVIDENZA  - SWITCH OFF BASILICATA: PUBBLICATO IL CALENDARIO DEL PASSAGGIO AL DIGITALE TERRESTRE.
Il Ministero dello Sviluppo Economico ha pubblicato le date dei lavori del passaggio alla televisione digitale nella regione Basilicata. Lo Switch-off esordirà il 28 maggio e terminerà 6 giugno.
  • Provincia di POTENZA:
    • Dal 28 maggio verranno coinvolti i comuni a nord della provincia come Melfi, Rapolla, Venosa, Barile, Ginestra, Atella, Rapone, Ruvo del Monte, Palazzo San Gervasio, Pescopagano, Tolve, Lavello.
    • Il 30 maggio toccherà ai comuni di Corleto Perticara, Francavilla in Sinni, Senise, Sant’Arcangelo e zone limitrofe.
    • Mentre il 31 maggio passeranno al digitale terrestre i comuni Marsicovetere, Moliterno, Viggiano, Latronico, Rotonda, Rivello, Lauria, Lagonegro, Maratea, Castelluccio Inferiore e zone limitrofe.
    • Il 1 giugno lo switch-off passerà nella maggiorparte dei comuni della provincia, città di Potenza compresa. Ecco alcuni comuni coinvolti in questa giornata: Rionero di Volturne, Castelgrande, San Fele, Muro Lucano, Filiano, Bella, Forenza, Genzano di Lucania, Acerenza, Avigliano, Pietragalla, Ruoti, Picerno, Vietri di Potenza, Oppido Lucano, Genzano di Lucania, Potenza (28 maggio – 1 giugno), Tito, Anzi, Pignola, Brienza, Marsico Nuovo, Paterno, Padula.
    • Il 6 giugno eseguiranno il passaggio alcuni comuni a sud della provincia come ad esempio quello di Viggianello.
  • Provincia di MATERA:
    • Lo switch-off inizierà il 29 maggio con i comuni Pomarico, Salandra, Tursi e zone limitrofe.
    • Continuerà il 30 maggio con i comuni di Ferrandina, Stigliano e zone limitrofe.
    • Il 1 giugno sarà la volta della città di Matera, ma anche dei comuni di Grassano, Irsina, Tricarico, Montescaglioso, e zone limitrofe.
    • Il 4 giugno la tv digitale terrestre ragiungerà i comuni di Montalbano Jonico, Policoro, Pisticci, Bernalda, Scanzano Jonico e zone limitrofe.
    • Lo switch-off terminerà tra 5 e il 6 giugno nei comuni a sud della  provincia con i comuni di Rotondella e Rotonda e con i comuni confinanti.
Tratto da: http://www.digitaleterrestrefacile.it/2012/04/13/basilicata-il-calendario-del-passaggio-al-digitale-terrestre
Ringraziamo Michele per la segnalazione che ci ha inviato.

Ore 13.05 - ASTA FREQUENZE: PRONTI NUOVI CANALI PER MEDIASET, RAI E H3G, CONVERTITI DAL DVB-H.
Il Ministero dello sviluppo sta confezionando l’atteso Decreto legge che supera il Beauty Contest, la gara pubblica che avrebbe regalato le frequenze tv a Rai e Mediaset. Secondo MF il provvedimento difficilmente sarà presentato oggi, ma arriverà al Consiglio dei Ministri all’inizio della prossima settimana ai margini della scadenza della sospensione del concorso di bellezza prevista per il 20 aprile.
A Cologno Monzese intanto si prevedono novità importanti, che verranno probabilmente discusse mercoledì 18 in occasione dell’assemblea degli azionisti Mediaset. Il Biscione intanto, secondo Radiocor, potrà usufruire di una nuova frequenza tv grazie al varo del nuovo Codice delle Comunicazioni. Come previsto da mesi, nell’ambito del riassetto del dividendo digitale (che recepisce le indicazioni dell’Europa), Rai, Mediaset e H3G potranno trasformare le frequenze DVB-H, acquistate per i videofonini, in DVB-T, cioè in frequenze utilizzabili per il digitale terrestre.
Il nuovo Codice delle Comunicazioni approvato dal Governo venerdì in prima lettura col Decreto legislativo che attua la direttiva Ue 140 del 2009, attua il principio di neutralità tecnologica dello spettro contenuto nell’articolo 9, comma primo del decreto legislativo, che consente la trasformazione delle frequenze. Il decreto ora dovrà passare al vaglio del Parlamento. All’articolo 12, inoltre, si descrive l’opportunità, fino al 25 maggio 2016, di chiedere la conversione delle frequenze ad Autorità delle comunicazioni e Ministero. Non si tratta di un’assegnazione automatica, ma è un’opportunità in più per gli incumbent televisivi, che aspettano proprio in questi giorni la decisione del Governo sull’asta delle frequenze.
L’altro Decreto legge dell’esecutivo tecnico che supera il concorso di bellezza del defunto governo Berlusconi dovrebbe approntare un’asta suddivisa in due pacchetti: uno destinato agli operatori televisivi, l’altro assegnato sempre alle televisioni, ma per tre anni, e poi sarà ceduto agli operatori di telecomunicazioni. Ma con la conversione dei canali concessa agli operatori dominanti e con la crisi del mercato tv che imcombe (con un drastico calo di investimenti pubblicitari), la gara pubblica pensata da Passera rischia seriamente di non trovare concorrenti.
Mediaset è l’unico operatore che ha l’esigenza di lanciare i suoi canali in chiaro in HD. Secondo una stima S&P Equity Research l’investimento potrebbe costare al Biscione tra i 300 e i 450 milioni, tenendo conto che ogni frequenza dell’asta è valutata 100-150 milioni di euro all’anno. A questi prezzi nè la Rai, nè tantomeno TI Media, Sportitalia e Europa 7 sarebbero in grado di fare un’offerta. E chi invece avrebbe le risorse economiche, come Sky Italia, non è più intenzionato a partecipare alla gara per le frequenze del digitale terrestre. La soluzione potrebbe perciò arrivare dall’estero con l’arrivo di un grande gruppo televisivo, ad esempio Time Warner, che provocherebbe finalmente l’agognata apertura del mercato tv.

Tratto da: http://www.tvdigitaldivide.it/2012/04/13/asta-frequenze-pronti-nuovi-canali-per-mediaset-rai-e-h3g-convertiti-dal-dvb-h


 12 APRILE 2012 - Giovedì 

Ore 10.00 -  LAZIO E ROMA  - MUX RETE ORO: AGGIORNATO LO Z@PPING TV, RITORNA 3 LAZIO.
UHF 62 Mux RETE ORO:
Abbiamo aggiornato con nuove immagini lo z@pping TV del mux RETE ORO. Rispetto alla nostra ultima rilevazione segnaliamo che è tornata 3 LAZIO al posto di 3 VENETO sul canale RETE ORO SEI, con LCN 668, che ora trasmette in 16:9.


Canale 62 Uhf - Mux RETE ORO - Z@pping TV



 11 APRILE 2012 - Mercoledì 

Ore 16.15 -  ABRUZZO  - LA REGIONE ABRUZZO VERSO LO SWITCH OFF.
A cura di Nicolantonio Frammolini.
Manca meno di un mese al fatidico Switch off abruzzese. La Regione Abruzzo ha da tempo realizzato, nel suo sito ufficiale www.regione.abruzzo.it, uno spazio apposito (Passaggio alla televisione digitale in Abruzzo) per informare i cittadini abruzzesi su quello che i vari organi competenti (Regione, AGCOM, CORECOM, Ministero dello Sviluppo Economico, Fondazione Ugo Bordoni, ecc) stanno facendo per pianificare il passaggio dal sistema analogico a quello digitale.
Varie sono state, in queste ultime settimane, le iniziative inerenti l'argomento Digitale Terrestre:
- Il 26 marzo u.s. si è tenuto, a Pescara, un incontro con la Direzione regionale Affari della Presidenza e l'ispettorato Territoriale per le Comunicazioni Abruzzo e Molise del Ministero dello Sviluppo Economico. Vi hanno partecipato i rappresentanti della Provincia di Pescara, della Provincia di Chieti, del Comune di Roccaraso, del Comune di Tollo, del Comune di Bisenti, del Comune di Lecce dei Marsi e della Comunità Montana Amiternina; assenti quindi i rappresentanti di tanti comuni abruzzesi dove sono ubicati i grandi impianti di trasmissione.
Scopo dell'ncontro: L'adeguamento tecnologico dei ripetitori di segnale della regione Abruzzo.
Molti di questi impianti sono di proprietà di Comuni e Comunità Montane e dovranno essere convertiti nel nuovo sistema digitale. Questi Enti territoriali dovranno, d'accordo con le emittenti che utilizzano gli impianti, comunicare quale sarà l'attribuzione degli oneri per la conversione, tenendo anche conto delle somme già stanziate dalla Regione Abruzzo (1 milione di euro).
Gli Enti suddetti dovranno anche valutare se è più conveniente installare nuovi impianti o, convincere gli abitanti delle varie zone di copertura ad acquistare decoder per la ricezione del segnale digitale satellitare.

































- Il 2 aprile, la Giunta Regionale ha emanato la Delibera n. 216 riguardante: Norme per la tutela della salute e la salvaguardia dell'ambiente dall'inquinamento elettromagnetico. Norme e procedure alle quali dovranno attenersi coloro che installeranno i nuovi impianti di trasmissione e i relativi elettrodotti per convogliarvi l'energia necessaria al loro funzionamento. Dovranno evitare il rischio di danni alla salute degli abitanti e dell'inquinamento ambientale da radiofrequenze.



- Infine la F.U.B.-Fondazione Ugo Bordoni, che si occupa della comunicazione sul digitale terrestre a livello nazionale, ha emanato un apposito volantino di informazione nonchè spots pubblicitari già trasmessi da Rai3 Abruzzo e da alcune emittenti locali (Antenna 10, ecc).


Ore 12.40 -  LAZIO E ROMA  - MUX RETESOLE: CAPITAL TG 24 DIVENTA NEWS CHANNEL 24.
UHF 24 Mux RETESOLE:
Cambio di nome per la nuova emittente all news romana, da Capital TG 24 diventa News channel 24. Vi ricordiamo che è trasmessa su RETESOLE 3 con LCN 620. Sotto a sinistra potete vedere il nuovo logo, a destra quello con il vecchio nome.




Ore 12.00 -  ABRUZZO  - MUX TVQ: INSERITO IL CORRETTO LOGO DELL'EMITTENTE.
UHF 28-39-40-43 Mux TVQ:
Abbiamo ricevuto una email dall'amministrazione di TVQ, emittente televisiva con sede nella città di Pescara, nella quale ci hanno fatto presente che il logo che avevamo usato era sbagliato. Abbiamo provveduto a correggerlo sia nella pagina con la griglia dei canali e sia nello z@pping TV del mux. Ci scusiamo con l'emittente per l'errore e la ringraziamo per avercelo segnalato. Qui sotto potete vedere i due loghi, a sinistra quello attuale in onda e a destra quello vecchio non più utilizzato, che avevamo preso dal loro sito all'indirizzo http://www.tvq.it.


Mux TVQ - Z@pping TV


Ore 10.50 -  MARCHE  - MUX FANO TV: INSERITO LO Z@PPING TV.
UHF 45 Mux FANO TV:
Nella liste delle emittenti che si ricevono ad ANCONA e ad ARCEVIA (AN) è possibile consultare lo z@pping e la griglia dei canali trasmessi dal mux FANO TV, che recentemente ha aumentato la copertura del segnale televisivo attivando il canale UHF 45 dalla postazione di Forte Montagnolo (AN).

Canale 45 UHF - Mux FANO TV - Z@pping TV



 10 APRILE 2012 - Martedì 

Ore 23.00 -  ABRUZZO  - TERAMO: RIATTIVATO IL CANALE 35 UHF DI TELE A.

UHF 35 TELE A:
E' stato riattivato dopo parecchie settimane il segnale analogico del canale napoletano TELE A, sul canale 35 UHF dalla postazione di Colle Izzone a Teramo. Ne danno il lieto annuncio Massimo e Cesare di Teramo, che ringraziamo, entrambi sono sempre solerti ad informarci sulle novità della zona del teramano.


Ore 22.40 -  LAZIO E ROMA  - MUX TELESTUDIO: STA PER ARRIVARE RL TV, RIETI LAZIO TV.
UHF 55 Mux TELESTUDIO:
Sul canale RL TV, con LCN 677, non è più presente la vecchia programmazione di RADIO ERRE 2 DOC, ma ora è in onda un promo che annuncia l'imminente arrivo di RIETI LAZIO TV.





Ore 20.50 -  LAZIO E ROMA  - MUX 7 GOLD LAZIO: RINOMINATA CHANNEL 24.
UHF 32 Mux 7 GOLD LAZIO:
Il canale CHANNEL-24, con LCN 130, è stato rinominato in Program 16. Inoltre è stato attivato il flag 16:9 ma l'emissione è ancora in 4:3, pertanto le immagini appaiono deformate.








Ore 07.50 - SPORT IN TV: LA RAI SFIDA SKY.
La Rai va all’assalto di Sky: dal 16 aprile, infatti, Rai Sport 1 (digitale terrestre free) trasmetterà dalle 7 del mattino alle 14 e dalla 16 alle 24. Una copertura quasi come Sky Sport 24. Il progetto studiato dal direttore di Rai Sport, Eugenio De Paoli, sarà presentato venerdì 13 aprile dallo stato maggiore di Viale Mazzini, dal presidente Paolo Garimberti al dg Lorenza Lei. E’ il lancio in grande stile del canale tematico dello sport: sinora Rai Sport 1 ha fatto buoni ascolti, in costante progesso: ma in futuro diventerà un vero “contenitore” con trasmissioni di approfondimento tipo Uno Mattina, con rassegne stampa, tg sportivi a rullo, eccetera. Il cdr di Rai Sport resta comunque sul piede di guerra, non condividendo alcune scelte esterne: proclamato uno sciopero per i giorni successi al lancio del canale tematico. Ma le trasmissioni non si fermeranno comunque, perché una parte degli oltre 110 giornalisti dello sport Rai dovrebbe lavorare. Venerdì sarà anche l’occasione per la Rai per presentare il piano olimpico (Rai Due sarà la rete dedicata ai Giochi di Londra) e i nuovi progetti per il tennis (Internazionali di Italia e Roland Garros). Nessuna novità invece sul fronte diritti del calcio: ma a Viale Mazzini restano convinti di poter salvare le loro trasmissioni come Stadio Sprint, Novantesimo Minuto e Domenica Sportiva. La Lega di A, però, vuole almeno una quindicina di milioni.
Tratto da: http://www.gazzettagiallorossa.it/2012/04/sport-in-tv-la-rai-sfida-sky

Ore 07.40 -  ABRUZZO  - MUX TV SEI: REALIZZATA LA GRIGLIA CANALI E AGGIORNATO LO Z@PPING TV.
UHF 26-32-34-48-59 Mux TV SEI:
Abbiamo realizzato una nuova pagina con la griglia dei canali, le frequenze e lo z@pping TV del mux TV SEI.


Mux TV SEI - Z@pping TV



 09 APRILE 2012 - Lunedì 

Ore 11.45 -  TOSCANA  - E' MORTO ANDREA BONINI, VOLTO STORICO DI TOSCANA TV.
Il 27 marzo è morto Andrea Bonini, noto volto di Toscana Tv. Bonini aveva appena concluso la conduzione del telegiornale dell'emittente, il malore mortale lo ha colto mentre era alla guida della sua auto e stava raggiungendo la sua casa, non lontano da Monsummano, nei pressi del casello autostradale di Montecatini.
Nato a Lucca il 15 settembre 1964 era cresciuto a Veneri, piccolissima frazione di Pescia, in provincia di Pistoia, ed aveva esordito giovanissimo nella redazione del quotidiano 'Il Tirreno'. Bonini era arrivato a Toscana Tv nel 1995; giornalista eclettico e di vasti interessi, le sue cronache e i suoi servizi spaziavano dalla nera al costume, passando per la politica e lo sport, fino all'enogastronomia. Di Toscana Tv Bonini era uno dei volti più popolari, aveva curato le trasmissioni di intrattenimento 'Trendy' e 'Carpe diem', era sensibile ai fenomeni di costume e al mondo sociale, ma un ruolo privilegiato nei suoi interessi lo occupavano i fatti della politica, cui era particolamente attento.
Un ricordo sentito e commosso dei colleghi di RaiTre, Canale 10, Rtv38, Radio Insieme, Radio Rosa, 'La Nazione', 'Il Nuovo Corriere di Firenze', 'Il Tirreno'. Così viene ricordato poi sul sito di Toscana Tv: “La nostra professione è quella di raccontare in Televisione i fatti della vita, le cose che accadono nelle città, le notizie che riguardano comunque le esistenze della gente. Fatti di vita, dunque, a volte difficili da documentare con immagini e parole. È per questo che è così difficile fare la cronaca della morte. Soprattutto quando la fine della vita, di cui dare testimonianza nel nostro tg, è quella di uno che faceva il nostro stesso mestiere, dalla scrivania accanto”.

Tratto da: http://www.millecanali.it/e-morto-andrea-bonini-volto-storico-di-toscana-tv