L'ITALIA IN DIGITALE
                                                                                         
____________________________________________________________________________________________________________________________

   L'ITALIA IN DIGITALE        NEWS      SPORTELLOTVDIGIT@LE                                                                   GLOSSARIO        VISITE     CONTATTI

                       MONTEROTONDO IN DIGITALE         ABRUZZO IN DIGITALE         LOMBARDIA IN DIGITALE         PIEMONTE IN DIGITALE  

____________________________________________________________________________________________________________________________

 
                                        LE NEWS DELL'ULTIM'ORA

                                               SETTEMBRE 2010


      ** ULTIM'ORA ** 

      NEWS E CURIOSITA' DELL'ETERE RADIO TELEVISIVO  


               Le notizie riguradanti l'area Piemonte / Lombardia
               sono a cura di Gaffoglio Riccardo


   > Vai alla pagina delle news di  APRILE 2010 

   > Vai alla pagina delle news di  MAGGIO 2010

   > Vai alla pagina delle news di  GIUGNO 2010

   > Vai alla pagina delle news di  LUGLIO 2010

    > Vai alla pagina delle news di  AGOSTO 2010

    > Vai alla pagina delle news di  OTTOBRE 2010

   > Vai alla pagina delle   NEWS   del mese corrente

____________________________________________________________


 29 SETTEMBRE 2010 - Mercoledì 

Ore 08.35 - PUBBLICATO DALL'AGCOM IL PIANO DELLE FREQUENZE TELEVISIVE PER L'AEREA TECNICA T3.
E' stato approvato il piano di assegnazione delle frequenze televisive in tecnica digitale relativo all' Area Tecnica n.3,
corrispondente al territorio comprendente le province di Alessandria, Asti, Biella, Novara, Verbano-Cusio-Ossola,
Vercelli, Bergamo, Brescia, Como, Cremona, Lecco, Lodi, Milano, Monza e della Brianza, Pavia, Sondrio, Varese,
Piacenza e Parma
, in vista dello switch-off del prossimo 25 ottobre e pubblicato sul sito Agcom in data 28 settembre.
Nei link seguenti potete consultare i documenti allegati:
Delibera n. 475/10/CONS:  http://www.agcom.it/Default.aspx?message=visualizzadocument&DocID=4935
Frequenze assegnate ai canali regionali:  http://www.agcom.it/Default.aspx?message=visualizzadocument&DocID=4936
Frequenze assegnate ai canali sub-regionali:  http://www.agcom.it/Default.aspx?message=visualizzadocument&DocID=4937


 27 SETTEMBRE 2010 - Lunedì 

Ore 23.30 - BUON COMPLEANNO "CANALE 5".
                 Dall' ANSA.
In questi giorni l'ammiraglia Mediaset compie 30 anni, anche se c'è una disputa sulla data ufficiale dell'inizio
dei programmi. Per i dettagli della notizia clicca su link seguente: 
http://www.ansa.it/web/notizie


 23 SETTEMBRE 2010 - Giovedì 

Ore 15.20 - TELESTAR NON PIU' PRESENTE NEL SUO MUX.
Nel mux di Telestar dal Ronzone (AL) ch.63 non sarebbe più presente la stessa Telestar che dopo il passaggio
al digitale delle sue frequenze aveva anche abbandonato la ripetizione di Telemarket,
iniziando una programmazione autonoma di film e telefilm.
Proviamo ad ipotizzare una riorganizzazione dei mux del gruppo Tacchino.



 20 SETTEMBRE 2010 - Lunedì 

Ore 23.20 - ELETTROSMOG PESCARA: RIPETITORI IN MARE... SARA' UN FALLIMENTO ?
                 Da Newslinet e Primadanoi.
Dal sito di www.Newslinet.it si leggono due commenti riguardanti lo spostamento dei ripetitori di San Silvestro
a Pescara su una pattiaforma in mare, scritti da un esperto in materia, il pescarese Enzo Appignani.
Secondo il suo parere questa delocalizzazione in mare è alquanto dannosa e sarà sicuramente un fallimento.
Qui di seguito i testi integrali che potete leggere anche cliccalndo il link seguente: 

http://www.newslinet.it/notizie/elettrosmog-abruzzo-delocalizzazione-postazione-san-silvestro-pe

San Silvestro (I° commento personale)
Inserito da Vincenzo Appignani. Ven, 17/09/2010 - 21:03:
Primo commento personale: raramente ho letto un mare di idiozie così clamorose come questa della delocalizzazione degli impianti dal sito
di San Silvestro operante sin dal 1954 quando ancora non c'era l'abusivismo edilizio che ha poi contraddistinto l'area collinare sud pescarese
negli anni 70 e successivi. A parte il problema alimentazione elettrica dei tralicci che trovo secondario, il primo problema è che tutti gli impianti
saranno corrosi ogni 3 mesi dalla salsedine e dalle intemperie. già immagino tecnici e/o editori radiotv con pattini, pedalò, pilotine, ecc. andare a
riaccendere o a sostituire i dipoli o le direttive iperarrugginite col mare forza 7... Il problema delocalizzazione antenne si risolve alzandole.
Torino ed Ancona i cui siti sono notevolmente più freqentati da antenne hanno risolto e stanno costruendo torri da 140 metri. Perchè Ancona e
Torino sì e Pescara no? Le emittenti si sono costituite in consorzi. Esiste il progetto di una torre alta 140 metri su un'area verde di San Silvestro
che illuminerebbe da Vasto a San Benedetto del Tronto. La torre renderebbe nulli le emissioni 6 volt/metro che oggi sono l'aspetto negativo
del problema, fermo restando che non è stata sancita da nessun organismo scientifico l'equazione inquinamento elettromagnetico malattie
(cancro, leucemie, ecc) visto che uno studio a Conversano (Bari) non ha dimostrato questo nesso. Evidentemente il progetto del tecnico Scalpelli
non piacerà a qualcuno, ma è ovvio che la delocalizzazione in mare sia una gigantesca boutade e la figura che faranno coloro
(leggi i politici di centrodestra) che oggi promettono ciò (e che ho votato) sarà davvero deleteria con perdita di credibilità epocale.
Saluti a tutti,
Enzo Appignani

San Silvestro (II° commento personale)
Inserito da Vincenzo Appignani. Ven, 17/09/2010 - 21:06.
Secondo commento personale, email inviata ai funzionari Iris Flacco e Andrea Alessandrini del competente servizio della Regione Abruzzo
in data odierna alle ore 10,55:
Gent.mi Sigg. Flacco ed Alessandrini buongiorno, mi chiamo Enzo Appignani e, come potete immaginare
dal mio cognome (pescarese), sono un esperto di materia radiofonica nonostante la mia (giovane) età (45 anni) oltre che conduttore -
presentatore radiotelevisivo. Sui più importanti siti d'informazione tecnologica dedicati al mondo della radiotelevisione si parla di questo
studio effettuato da tale Dr. Fabio Graziosi del Dipartimento di Ingegneria Elettrica e dell'Informazione dell'Università dell'Aquila con la
partnership della Regione Abruzzo. Dopo aver scorso tutte e 65 le pagine del documento ed averne apprezzato vari errori è evidente
come la realtà differisca enormemente dalle teorie enunciate. Questo studio nei fatti è abbastanza ridicolo sebbene tecnicamente
ineccepibile o quasi. Per risolvere definitivamente il problema dei 6 v/m è sufficiente alzare il tx delle antenne con la costruzione di torri che
è la soluzione che i Comuni di Torino ed Ancona hanno deciso di intraprendere, primi in Italia, creando dei consorzi con le Emittenti.
I siti di Torino (Eremo e Colle della Maddalena) ed Ancona (Sirolo - Conero) sono molto più "popolosi" di tralicci rispetto ai vari siti esistenti
 nell'area di Pescara San Silvestro.
L'idea della piattaforma è stata già sperimentata all'estero e se ne è già sperimentato anche il fallimento.
Perchè quindi proporla qui? Esiste un progetto di una torre alta 140 metri del tecnico Scalpelli da costruire in un'area non abitata in San Silvestro
che per motivi a me sconosciuti non è stato preso in considerazione. Giova inoltre ricordare che il sito di San Silvestro è nato tale nel lontano
1954 (RAI) e che le prime antenne (locali) sono sorte prima delle case e dell'abusivismo edilizio che ha interessato la predetta area
(1974 e seguenti). Lo studio oltre a non considerare adeguatamente le interferenze provenienti dalla Croazia in primis
(conosce il fenomeno della propagazione il Dr. Fabio Graziosi?), segnale che il Professore si è preso la briga di ascoltare la banda FM con una
radio dotata di filtri, non tiene in conto che le apparecchiature trasmittenti poste su una ipotetica piattaforma al largo della costa pescarese si
vadano ad arrugginire con una media di 3/6 mesi comportando costi di manutenzione elevatissimi per sostituzione dipoli, direttive, cavi, ecc.
 per tacer della oggettiva difficoltà per raggiungerla in casi di interventi tecnici ostacolati dalle avverse condizioni climatiche.
Scherzando scrivo che se non altro non ci saranno più interruzioni di segnale causate da topi ingordi di cavi elettrici che poi restano fulminati...
 sugli impianti in mare si schianteranno gabbiani ed altre varie razze di volatili: una bella differenza, vero? Per tacer del fatto,
infine, che detta idea che sta avendo una larga eco che già si sa che sarà irrealizzabile sarà un boomerang clamoroso per coloro che stanno
sponsorizzando politicamente questa idea. Sarebbe molto più coerente parlare concretamente della torre che risolverebbe gli annosi problemi
che leggiamo sterilmente da vari anni e che andrebbe ad illuminare tutto il litorale adriatico da Vasto fino a San Benedetto del Tronto.
Con la speranza la lettura della presente email non Vi abbia troppo tediato e faccia ragionare qualcuno con una nuova "luce" mi è gradita
l'occasione per porgere cordiali saluti.

Enzo Appignani fa riferimento ad un altro progetto, una torre di cemento alta 175 metri da realizzarsi sempre
in località San Silvestro e commissionata per la realizzazione alla Fin.Sert di Franco Scalpelli.
Ma questo progetto era stato già bocciato dal consiglio regionale abruzzese nel luglio del 2009.
Vi riportiamo qui sotto la notizia che era stata pubblicata sul sito www.primadanoi.it

http://www.primadanoi.it/notizie/21819-Antenne-No-del-consiglio-regionale-alla-maxi-torre-a-San-Silvestro

Antenne. No del consiglio regionale alla maxi-torre a San Silvestro.
SAN SILVESTRO. Il consiglio regionale di ieri ha approvato un emendamento di Maurizio Acerbo, Rifondazione Comunista, che prevede il divieto
della realizzazione di una torre che abbia l'obiettivo della permanenza in località San Silvestro degli impianti discussi di trasmissione radio-tv.
La struttura, più precisamente un un manufatto dell'altezza di circa 175 metri, avrebbe senza dubbio rappresentato un nuovo ostacolo
per il paesaggio urbano e modificato lo skyline. A favore del provvedimento si sono schierati anche i consiglieri Saia, Sospiri, Federica Chiavaroli,
Verì e Sclocco. Secondo il progetto, discutibile per impatto ambientale e conseguenze sulla salute dei residenti che da anni protestano per
la presenza di ripetitori ed antenne, la maxi-torre in cemento avrebbe dovuto accogliere gli impianti delle emittenti radio-tv che al momento
sono dislocate sui terreni. L'immensa struttura era stata “commissionata” alla Fin.Sert da tutte quelle emittenti private costrette dalla regione
Abruzzo e dalle ultime sentenze del Tar a ridurre l'inquinamento elettromagnetico. Il provvedimento sul divieto di costruzione della maxi-torre
votato dalla maggioranza dei consiglieri, inevitabilmente, causerà non poche polemiche in quanto sia l'Arta e sia il Ministero delle Comunicazioni
erano favorevoli alla realizzazione del progetto. Sullo stesso l'amministratore delegato della Fin.Sert, Franco Scalpelli, aveva tranquillizzato
i residenti sulla pericolosità della super torre ed i possibili effetti negativi sulla salute degli individui. Scalpelli, inoltre, avrebbe sottolineato
il parere favorevole alla maxi-torre da parte di buona parte del comitato anti-antenne visto e considerato, a parer suo, che la sola trasmissione
orizzontale del segnale ad una altezza di oltre 150 metri avrebbe azzerato l'attuale inquinamento elettromagnetico.
Una costruzione forse oggi anche superflua poiché secondo le ultime disposizioni le antenne andrebbero dislocate in altri siti (per esempio
nei pressi di Bussi). Sul problema però è accesa una feroce battaglia tra le emittenti e gli enti locali. Anche una inchiesta della procura della
Repubblica avrebbe evidenziato irregolarità nella gestione amministrativa del problema. 22/07/2009 10.35



 15 SETTEMBRE 2010 - Mercoledì 

Ore 23.10 - VALLE D'AOSTA: DUE FURTI DI RIPETITORI, CHIUDONO 30 CANALI.
                 Da Newslinet e Digital-Sat.
Due furti da 800 mila euro in totale, in meno di 15 giorni, in ripetitori televisivi per il digitale terrestre
in Valle d’Aosta hanno messo in ginocchio un editore televisivo che ha deciso di spegnere nella regione
la trasmissione di 30 canali. L’ultimo episodio è accaduto ieri nella località di Salirod, sopra Saint-Vincent (Aosta).
In pieno giorno la postazione di trasmissione che fa capo all’imprenditore piemontese Mauro Pagliero, editore,
tra gli altri, dei canali E21, Studio Nord, Rete Saint-Vincent e Aujoud’hui Vallee, è stata svaligiata.
Sono spariti trasmettitori, ponti di collegamento e ponti di interconnessione del valore di circa 400 mila euro.
“Il materiale tecnologico rubato - ha spiegato il capitano Enzo Molinari, comandante dei carabinieri di Saint-Vincent
che stanno indagando sul furto - è difficilmente identificabile e quindi facilmente riutilizzabile”.
A inizio settembre un analogo furto, ai danni dello stesso editore, era stato messo a segno a Verres, nella bassa
Valle d’Aosta. “Per il ripristino dell’attività dovrei fare nuovi investimenti che non mi posso permettere di
sostenere in Valle d’Aosta - ha spiegato Pagliero - dunque chiudo la sede, abbandono la regione e rinuncio
alla trasmissione di 30 canali”. Il personale in servizio, 4 dipendenti, di cui 2 giornalisti,
sarà trasferito nella sede centrale del gruppo a Castellamonte (Torino)
.
http://www.newslinet.it/notizie/tv-locali-val-d-aosta
http://www.digital-sat.it/new.php?id=23398

Ore 23.00 - ELETTROSMOG PESCARA: DELOCALIZZAZIONE DELLA POSTAZIONE DI SAN SILVESTRO.
                 Da Newslinet.
Sono stai pubblicati sul sito www.newslinet.it ancora due articoli riguardanti lo spostamento della postazione
di San Silvestro su una piattaforma in mare.
Elettrosmog, Abruzzo: grande interesse per la soluzione offshore della Regione per risolvere il problema di San Silvestro (Pe)
Elettrosmog, Abruzzo: delocalizzazione postazione San Silvestro (Pe) sul mare. Ecco lo studio di fattibilità della Regione.
Con un interessante pdf che illustra in dettaglio lo studio di fattibilità per la delocalizzazione degli impianti.
Lo potete scaricare nel link seguente:
http://www.planetmedia.it/san_silvestro_studio_delocalizzazione.pdf

Ore 00.10 - PESCARA: ANCORA SUI RIPETITORI DA SPOSTARE IN MARE.
                
Da Il Centro.
Ecco un articolo consultabile sul sito del giornale abruzzese "Il Centro" che tratta la vicenda dello spostamento
di tutti ripetitori di San Silvestro su una piattaforma in mare a largo di Pescara.
http://ilcentro.gelocal.it/pescara/cronaca/2010/09/14/news/san-silvestro-arriva-il-si


 14 SETTEMBRE 2010 - Martedì 

Ore 19.05 - IN ARRIVO VIRGIN TELEVISION E ALTRE TV DI FINELCO SUL DTT.
                
Da giornaleradio.info.
Il gruppo Finelco di Alberto Hazan si prepara a sbarcare nel mondo della televisione, con nuovi canali sul digitale
terrestre che andranno ad affiancare le tre grandi radio nazionali (105, Rmc e Virgin), oltre ai 30 canali radio
e ai cinque tv già sviluppati sul web. Una svolta, quella televisiva (i contratti verranno firmati a giorni,
uno dovrebbe essere per Virgin Television), che comunque non allontana l'azionista di maggioranza, Alberto Hazan,
dal business principale, quello della radio, per un gruppo Finelco che fattura oltre 80 milioni di euro.
E in questo senso, alla presenza di Richard Branson, Hazan tra poco inaugurerà in Svizzera Virgin Radio,
che andrà ad aggiungersi alle già affermate Radio 105 Swiss e Radio Monte Carlo Swiss presenti su territorio elvetico
da circa 15 anni.

http://www.giornaleradio.info/2010/09/italiaoggi-ora-finelco-si-fa-le-sue.html


Ore 19.00 - REGIONE ABRUZZO: OK ALLA PIATTAFORMA IN MARE PER I RIPETITORI DI SAN SILVESTRO.
                
Da Newslinet.
L'esecutivo regionale ha deliberato la delocalizzazione degli impianti di radiodiffusione sonora e televisiva
dall'attuale postazione in San Silvestro, colle di Pescara, ad una piattaforma offshore, prospiciente la costa abruzzese,
all'altezza del capoluogo adriatico. La proposta tecnica, elaborata dall'Universita' dell'Aquila, costituira' ''argomento
di confronto con il Ministero dello Sviluppo economico''. Il primo incontro e' gia' fissato per questa settimana,
 anche alla presenza del sindaco di Pescara. L'ufficialita' della decisione e' arrivata dal Presidente della Giunta
regionale d'Abruzzo, Gianni Chiodi, che ha cosi' commentato: ''Per la prima volta la Regione Abruzzo assume
una posizione ufficiale e coraggiosa sulle questioni legate alla protezione delle popolazioni dalle esposizioni ai campi
elettromagnetici, proponendo una soluzione alternativa, validata da argomentazioni scientifiche''.
Secondo il Presidente, la soluzione della Regione Abruzzo al problema dell'inquinamento elettromagnetico in contesti
altamente urbanizzati, come quelli costieri, potra' rappresentare un valido modello replicabile, atteso che il progetto,
anticipato in una riunione con le regioni adriatiche e transfrontaliere ''ha suscitato enorme interesse''.
 ''La collaborazione proficua con l'Universita' dell'Aquila, testimoniata una volta di piu' dalla elaborazione di questo
studio di fattibilita' per la delocalizzazione dei siti di broadcasting congestionati - ha aggiunto Chiodi -
rappresenta un viatico strategico per cercare strade innovative e soluzioni ad elevato standard tecnologico,
allo scopo di migliorare la qualita' della vita dei nostri concittadini''. Lo studio, dal punto di vista radioelettrico,
appare compatibile con il Piano nazionale di assegnazione delle frequenze, anche in considerazione del passaggio
dal sistema analogico a quello digitale.

http://www.newslinet.it/notizie/elettrosmog-abruzzo-regione-ok


 13 SETTEMBRE 2010 - Lunedì 

Ore 12.35 - PESCARA: I RIPETITORI DI SAN SILVESTRO SPOSTATI IN MARE ?
                     Da Newslinet.
Oggi la Giunta Regionale Abruzzese si pronuncera' sull'annoso problema della delocalizzazione delle antenne
di San Silvestro a Pescara.

Il presidente della Regione, Gianni Chiodi, proporra' in Giunta l'adozione della delibera che prevede,
attraverso il recepimento di uno studio di fattibilita', di spostare gli impianti su una piattaforma offshore
antistante la costa abruzzese, all'altezza di Pescara.

http://www.newslinet.it/notizie/elettrosmog-abruzzo


 11 SETTEMBRE 2010 - Sabato 

Ore 14.25 - QUALE STANDARD PER L'HD ?
                     Da Il Messagero.
Dal giornale "Il Messaggero" potete leggere un articolo che tratta del formato HD, augurando che in futuro ci sia solo
lo standard HD Native su tutte le piattaforme televisive.

http://www.scribd.com/doc/37245628/QUALE-STANDARD-PER-L-HD-Da-Il-Messaggero

Ore 13.25 - ECCO L'ARTICOLO DE LA REPUBBLICA SUL CASO "CANALE 58".
                     Da La Repubblica.
Nel link che segue potete leggere nei dettagli l'articolo pubblicato sul giornale "La Repubblica" sul caso del canale 58
regalato a Mediaset, su cui vi abbiamo già parlato lo scorso 8 settembre.

http://www.scribd.com/doc/37243909/Repubblica

Ore 12.55 -
IL DIGITALE PREPENSIONA IL TIVUFONINO.
                     Da Milano Finanza.
Vi proproniamo un articolo pubblicato dal giornale "Milano Finanza" che scrive di un possibile abbandono
della frequenza del DVB-H, destinata alla tv sui tivufonini, dalla gara di assegnazione dei nuovi multiplex,
per destinarla alle emittenti del digitale terrestre, causa carenza di frequenze specialmente nella zona della Lombardia.
http://www.scribd.com/full/37242731?access_key=key-vedgduxxq6q7poicsa2

Ore 12.40 - SWITCH-OFF: ANCORA SUL IL PRIMO TAVOLO TECNICO DELL'AT3 SALTATO.
                     Da ItaliaOggi.
Già vi abbiamo parlato l'8 settembre del primo tavolo tecnico dell'Area Tecnica 3 che è saltato.
Oggi vi proponiamo sempre sull'argomen
to un articolo tratto dal giornale "ItaliaOggi".
http://www.scribd.com/full/37242807?access_key=key-udniuwb3mk4gzxo3kmf


 10 SETTEMBRE 2010 - Venerdì 

Ore 19.10 - PRIMARETE IN DIGITALE.
Sarebbe stata definitivamente digitalizzata la frequenza uhf 60 da Valcava di Primarete Lombardia.


 08 SETTEMBRE 2010 - Mercoledì 

Ore 22.45 - IL CANALE 58 REGALATO A MEDIASET.

"La Repubblica" riporta un articolo a firma di Giovanni Pons sull'accensione del mux Mediaset sul canale 58.

Da Digital-sat potete leggere il contenuto dell'articolo:
http://www.digital-sat.it/new.php?id=23319

Ecco alcuni commenti e dichiarazioni sul caso.

Dall' ANSA, APCOM e ADNKRONOS.

(ANSA) - ROMA, 8 SET - "Il regalo di un nuovo canale digitale a Mediaset da parte del viceministro Romani,
rivelato oggi da Repubblica, e' un fatto grave che potrebbe avere conseguenze ancora piu' gravi".
Lo dichiara Paolo Gentiloni, responsabile Comunicazioni del Partito Democratico.

"Il canale 58 graziosamente e gratuitamente concesso alle Tv del premier - spiega - non viene infatti utilizzato
per alcuna 'sperimentazione', ma per arricchire l'offerta in HD di Mediaset.
L'argomento usato da Romani per giustificare il dono - 'anche alla Rai abbiamo consentito di usare frequenze aggiuntive' -
non sta in piedi: le aggiunte concesse alla Rai - spiega l'esponente PD - al contrario di quanto sostiene il Ministero,
servivano a coprire gli obblighi di copertura posti dalla legge per il servizio pubblico. Questo e' un regalo a un privato".

"Ma la cosa piu' grave - conclude - e' che il canale donato e' il migliore dei 5 che verranno assegnati con una gara
del Ministero nei prossimi mesi. Visto che, per l'assurda modalita' con cui e' fatta la gara, Mediaset si aggiudichera'
comunque, e gratis, uno dei cinque, non sara' che Romani gli ha gia' concesso di accaparrarsi il migliore?".


"FREQUENZE MEDIASET, RIDICOLO PARLARE DI ASSEGNAZIONI TEMPORANEEE"
(APCOM) - ROMA, 8 SET - E' scontro tra opposizione e Governo sul caso sollevato oggi dal quotidiano Repubblica:
"Nella discesa
agli inferi cui sta sospingendo l'Italia la destra berlusconiana - dice in una nota Vincenzo Vita,
senatore del Pd e componente
della commissione parlamentare di Vigilanza sulla Rai - ci mancava un altro tassello:
il 'regalo' a Mediaset di un multiplex
di canali digitali che dovrebbero essere messi a gara a breve".
"E' ciò che ha scritto 'la Repubblica' di oggi e che il vice ministro Romani - sottolinea l'esponente democratico -
ha
sostanzialmente confermato. Infatti, è ridicolo parlare di assegnazioni temporanee in un settore in cui
la temporaneità è
durata spesso 20 o 30 anni". "Piuttosto, come sarà oggetto di una nostra interrogazione parlamentare,
il Governo dovrà chiarire - dice ancora Vita - che
senso ha, alla vigilia di un'asta, dare a uno dei competitori il canale 58.
Per chi non lo sapesse è considerato dagli operatori
il più prelibato tra tutti.
Siamo nel pieno del conflitto di
interessi, ma ormai assai più in là".


TV DIGITALE: MSE, NESSUN REGALO A MEDIASET, PROVVEDIMENTO LEGITTIMO.
                  
OK A SPERIMENTAZIONE PER DURATA MOLTO LIMITATA
(ADNKRONOS) - ROMA, 8 SET - "Nessun regalo a Mediaset, ma un provvedimento assolutamente legittimo, sulla base
di quanto prevede il codice delle comunicazioni elettroniche, finalizzato a consentire la sperimentazione di tecnologie
avanzate e di servizi innovativi a beneficio dell'utenza, ad un uso efficiente dello spettro radioelettrico
e a proteggere un patrimonio di risorse frequenziali, attualmente inutilizzato, da possibili occupazioni abusive".
A precisarlo in una nota e' il ministero dello Sviluppo Economico - Comunicazioni in merito ad un articolo pubblicato da
'Repubblica' nel quale emerge che in attesa della gara per il digitale terrestre Mediaset ha gia' avviato la sperimentazione.

L'autorizzazione, gia' concessa ad altri soggetti (Rai) ed eventualmente ottenibile da chiunque con i dovuti requisiti
e per gli stessi fini sperimentali, sottolinea ancora il ministero, "ha peraltro una durata estremamente limitata, essendo
legata come termine finale all'imminente emanazione del bando di gara per l'assegnazione del dividendo digitale".




 07 SETTEMBRE 2010 - Martedì 

Ore 22.25 - INTER TV.
E' partita qualche giorno fa Inter TV sul mux di Primarete Lombardia (ch. 60 Valcava).
Vi proponiamo alcuni frame tratti da un programma.




Ore 21.35 - RADIO CITY VERSIONE TV E PLAY.ME.
Eravamo pronti a mostrarvi il loop che adottava Radio City (ch 63 Giarolo e Valcava mux Telestar)
per rendere televisiva la sua programmazione, invece al posto dell'emittente di Castelletto d'Orba è stata inserita,
come detto ieri, la tv musicale Play.me.



Il loop di Radio City ricorda lo stile adottato da Music on Sky della pay tv satellitare;
Radio City e Radio City Solo Musica Italiana restano comunque sintonizzabili nel mux come emittenti radiofoniche.





Ore 20.40 - TELECUPOLE STORY.
E' stato ridimensionato il logo di Telecupole Story, la tv di Cavallermaggiore ripropone adesso anche i TG di Telecupole.


Una curiosità che riguarda invece Telecupole e che piacerà agli appassionati della musica degli anni '60:
Sabato scorso in prima serata abbiamo scovato un programma che propone i videoclip a colori italiani e stranieri
degli anni del boom economico. I video sono quelli realizzati per lo scopitone e per il cinebox,
un video jukebox che ebbe in quegli anni alterne fortune. I clip sono lanciati da Dina Manfred, conduttrice di Telecupole

http://it.wikipedia.org/wiki/Cinebox


Ore 20.25 - RADIO ECO MARCHE E TV CENTRO MARCHE.
Radio Eco, l'emittente radiofonica marchigiana del circuito Radio Margherita, immette nell'informazione RDS
la scritta "TV Centro", emittente televisiva che fa parte dello stesso gruppo.
Inoltre i notiziari trasmessi da Radio Eco sono la riproposizione audio del TG della stessa TV Centro Marche;
ipotizziamo si possa trattare di una parentesi estiva, visto che i giornali radio erano autoprodotti dall'emittente radiofonica.




Ore 19.20 - SU CLASS NEWS IL METEO IN BASE AL C.A.P.
                     Dall' ANSA.
(ANSA) - MILANO, 7 SET - "In America sono cosi' sicuri dell'attendibilita' delle previsioni del tempo che dicono
ai telespettatori se potranno fare il barbecue". Paolo Panerai, vicepresidente e ad di Class Editori,
racconta cio' che avviene negli Usa per descrivere che cosa potrebbe succedere in Italia.

Da oggi infatti sul canale Class News/Msnbc parte il servizio Class Meteo, realizzato con The Weather Channel,
che permette di avere previsioni personalizzate in base al codice di avviamento postale.

Attraverso il telecomando e' possibile scegliere fra le previsioni della giornata (suddivisa in blocchi di sei ore),
quelle per il fine settimana e quelle per i prossimi dieci giorni.
In piu', digitando il cap che interessa, il telespettatore puo' informarsi se in quella zona ci sara' il sole o la pioggia.

"Forniamo un meteo interattivo - ha spiegato Panerai - in forma gratuita.
Il servizio e' disponibile anche per smartphone, mentre a breve uscira' l'applicazione per iPad".



Ore 19.10 - NEL 2011 ARRIVA "GOOGLE TV".
                     Dall' ANSA.
(ANSA) - BERLINO, 7 SET - Google Tv fara' il suo debutto mondiale nel 2011:
Lo ha detto oggi a Berlino il numero uno del motore di ricerca Usa, Eric Schmidt.
La piattaforma tv realizzata insieme a Sony, Intel e Logitech che integra web e servizi tv nel televisore del salotto,
partira' questo autunno negli Stati Uniti e "piu' tardi in tutto il mondo, senza dubbio nel 2011",
ha detto Schmidt durante un suo intervento alla fiera dell'elettronica di consumo (Ifa).

Schmidt ha inoltre previsto che in futuro i risultati delle ricerche su Internet saranno piu' precisi e personalizzati,
cioe' rifletteranno le preferenze dei singoli utenti.
Tuttavia, ha spiegato, per offrire un servizio piu' mirato i navigatori della Rete dovranno mettere a disposizione
del motore di ricerca un maggior numero di informazioni personali. Informazioni, queste, ha sottolineato il manager,
che verrebbero comunque utilizzate solo con l'espresso consenso dell'utente stesso.

Il governo tedesco e' particolarmente critico di Google e del suo servizio 'Street View',
sostenendo che l'offerta di vedute panoramiche dal livello stradale di interi quartieri viola le piu' elementari
normative sulla privacy. Schmidt, da parte sua, non e' entrato nel merito di queste critiche.



Ore 19.00 - DTT: SALTA IL TAVOLO TECNICO DELL'AT3.
                     Da News Line.
Salta il tavolo tecnico in programma oggi, tutti i dettagli nel link.

http://www.newslinet.it/notizie/digitale-terrestre-salta-il-tavolo-tecnico-dell-at3



 06 SETTEMBRE 2010 - Lunedì 

Ore 20.40 - "Play.me" ARRIVA ANCHE IN LOMBARDIA.
Anche il canale 63 da Valcava del mux di Telestar ospita il nuovo canale Play.me.




 05 SETTEMBRE 2010 - Domenica 

Ore 22.20 - 'Play.me' ARRIVA IN PIEMONTE.
E' stato aggiunto il canale musicale "play.me" sul mux Telestar Alessandria Ch.63 M.Giarolo (AL)
al posto di Radio City.


Ore 22.19 - 'TELENOVA'  DA VERSIONE SAT A QUELLA TERRESTRE.

Nel mux di Telestar da Valcava (canale 63) al posto della versione sat di Telenova (con il logo in alto a destra)
è presente la versione terrestre con il logo in basso a destra.



Ore 22.17 - AVVISO AI TELESPETTATORI MILANESI PER 'REAL TIME'.

Attenzione, ricordiamo a tutti che il canale "Real Time" è visibile nel mux 1 de La7 solo nelle aree all digital,
ovvero dove è stata effettuata la digitalizzazione di tutti gli impianti come ad esempio a Roma, Napoli e Torino.
A Milano pertanto il mux 1 non ospita il canale in questione, occorre attendere le date programmate dello switch off.



Ore 22.15 - QUELLO CHE C'E' DA SAPERE IN ATTESA DELLO SWITCH-OFF NEL NORD ITALIA.

Da Millecanali un articolo sulle nuove date dello switch-off.
http://www.millecanali.it/le-nuove-date-degli-switch-off-nel-nord/0,1254,57_ART_7159,00.html

Comunicato stampa del Ministero dello Sviluppo Economico.
http://www.comunicazioni.it/ministero/ufficio_stampa/comunicati_stampa/pagina254.html

Ecco il documento sul piano delle frequenze che adotterà la Rai per il prossimo switch off nel nord Italia.
http://www.viewdocsonline.com/document/3x85in

Segnaliamo questa discussione di Digital-Forum che tratta la strategia Rai in Lombardia, Piemonte orientale ed Emilia
del prossimo switch-off. 
http://www.digital-forum.it/showthread.php?t=107042


 04 SETTEMBRE 2010 - Sabato 

Ore 16.30 - IN RICORDO DI MIKE BONGIORNO.
                     Dall' ANSA.

(ANSA) - ROMA, 4 SET - A un anno dalla scomparsa del padre della televisione Mike Bongiorno,
avvenuta l'8 settembre 2009 a Montecarlo, Rai, Mediaset e Sky lo ricordano con diversi appuntamenti che ripercorrono
i momenti piu' significativi del presentatore.
Diverse le iniziative messe a punto da Mediaset che per l'occasione ha riscritto i suoi palinsesti.

Il 7 settembre a Milano ci sara' la presentazione della Fondazione Mike, voluta dalla vedova Daniela e dai figli Nicolo'
e Leonardo. All'iniziativa ci sara' il gotha televisivo al gran completo, Tom Mockridge per Sky, Fedele Confalonieri
per Mediaset e Paolo Garimberti per la Rai. Partner dell'iniziativa il sindaco di Milano Letizia Moratti
e il ministro dell'Istruzione Maria Stella Gelmini.

Mediaset con una serie di appuntamenti televisivi su Canale 5 e Retequattro ricordera', a partire da domani,
la figura del presentatore. Apre Canale 5, domani, con 'Bikini', di Mario Giordano, che dalle ore 20.35 rievoca Mike
con alcune immagini inedite, compresa quella che gli fu scattata due giorni prima dell'improvvisa scomparsa.
Martedi' 7 settembre 2010 Retequattro ripropone, dalle ore 24.00, la puntata d'esordio di 'Superflash',
primo quiz televisivo serale condotto su Canale 5 da Mike il 23 dicembre 1982.
Mercoledi' 8 sempre Retequattro, alle ore 15.00, manda in onda la celebre puntata di 'Vite straordinarie'
interamente dedicata a Mike: due ore con le immagini indimenticabili e gli interventi di Antonio Ricci, Fiorello,
Gerry Scotti, Silvio Berlusconi.
Il testimone passa poi a Canale 5: alle ore 18.00, all'interno di 'Pomeriggio 5', Barbara D'Urso dedichera' ampio spazio
a Mike con le testimonianze esclusive di chi l'ha conosciuto e amato.
Chiude infine Retequattro con la maratona notturna 'Viva Mike!': dalle ore 24.00 sino a mattina una non-stop
con il meglio della storia Mediaset del conduttore e, per la prima volta, con la riproposizione integrale di due puntate
di 'I sogni nel cassetto' (1979), il primo programma che Mike Bongiorno realizzo' per TeleMilano, la rete che nel 1980
si trasformo' in Canale 5.
Inoltre, tutte le testate giornalistiche Mediaset, Tg5, Studio aperto, Tg4 e Tgcom, ricorderanno Mike con ampi servizi
nelle varie edizioni del 7 e 8 settembre 2010.

Sky Uno (109) celebra' l'Allegria Day l' 8 settembre: spazzato via il consueto palinsesto, la giornata sara' costellata
di filmati di repertorio, momenti storici della tv italiana che lo hanno visto protagonista, e di testimonianze.
La famiglia, che ha approvato e ha collaborato al progetto, ha messo a disposizione filmati e foto di repertorio,
mentre saranno amici e colleghi a ricordarlo, con una serie di interviste che vedono in prima linea Pippo Baudo,
che porto' le spoglie di Mike fuori dal Duomo di Milano nel giorno dei funerali, Fiorello, cui tocco' uno dei discorsi
funebri, e Fabio Fazio, che raccolse a Che Tempo Che Fa una delle ultime interviste con Mike.

Rai dedica uno speciale al presentatore padre dei telequiz l'8 settembre sul canale Rai Storia alle 20.



 03 SETTEMBRE 2010 - Venerdì 

Ore 22.55 - ESTONIA- ITALIA SU RAI 1: SEGNA CASSANO MA NESSUNO LO VEDE.
                     Da DIGITAL-SAT. http://www.digital-sat.it/new.php?id=23284      

(DIGITAL-SAT) - La Rai ha oscurato la diretta del gol del pareggio dell'Italia a Tallin contro l'Estonia
per mandare in onda uno dei consueti minibreak pubblicitari da pochi secondi inseriti
all'interno delle partite.

Al 60' del match valido per le qualificazioni ad Euro 2012, prima di un calcio d'angolo,
contemporaneamente alla sostituzione di Quagliarella per Pepe, il telecronista di Rai1 ha chiamato la pubblicità:
al ritorno con le immagini da Tallin, l'Italia aveva appena segnato con Cassano. Per fortuna ci sono i replay.

Ecco le immagini del gol al rientro della pubblicità:



Ore 22.30 - TV DIGITALE: SETTEMBRE 'CALDO' CON NUOVO TELECOMANDO E GARA FREQUENZE.
                     Dall' ADNKRONOS.

(ADNKRONOS) - ROMA - Settembre caldo per la tv. Scade infatti il 20 di questo mese il termine per il bando di 'gara'
che il ministero delle Comunicazioni deve realizzare per l'assegnazione formale dei numeri del nuovo telecomando,
quello per la tv digitale.
Inoltre e' alle porte l'assegnazione delle frequenze derivanti dal cosiddetto 'dividendo digitale',
con la modalita' del beauty contest. Si tratta di una gara di cui l'Autorita' per le comunicazioni deve approvare
definitivamente il regolamento: gli ultimi ritocchi alla bozza gia' definita si rendono necessari dopo il via libera
arrivato lo scorso 20 luglio dalla Ue all'ingresso anticipato di Sky sul digitale terrestre.
Con il disco verde di Bruxelles, infatti, anche l'emittente satellitare potra' partecipare alla gara per i multiplex
come aveva chiesto.
E' probabile dunque che ci sia da apportare qualche ritocco, seppure di carattere tecnico.
E anche se non se ne dovrebbe occupare il primo Consiglio dell'Authority convocato per il 9 settembre,
e' chiaro che l'Agcom sara' chiamata ad occuparsene molto presto.
Intanto la stessa Autorita' ha dato il via libera al piano di numerazione automatica dei canali (Lcn) lo scorso luglio,
ma ora la posizione sul telecomando delle singole emittenti deve concretizzarsi:
di fatto c'e' da formalizzare l'arrivo sui canali da 1 a 9 delle tv nazionali e delle tv locali su quelli successivi fino al 19.
Un terreno, questo dei pulsanti riservati alle emittenti attive sul territorio, che non manchera' di suscitare proteste,
specie nelle regioni dove sono attive tv forti di ascolti di tutto rispetto.
In alcuni casi anche superiori a qualche tv destinata a precederle sui tasti del telecomando.


Ore 22.25 - 'REAL TIME' SI ACCENDE SUL DIGITALE TERRESTRE.
                     Dall' ANSA e dall' AGI informazioni su questo canale.

(ANSA) - MILANO, 1 SET - Dopo cinque anni Real Time il canale non-fiction di Discovery Networks
su piattaforma Sky, e' disponibile anche sul digitale terrestre free. Da oggi quindi programmi
come 'Ma come ti vesti?' o 'Cerco casa disperatamente' sono visibili anche gratuitamente.
L'annuncio e' stato dato oggi da Marinella Soldi, general manager Sud-Europa
e ad Italia di Discovery Networks.

L'operazione rappresenta il debutto del network, divisione di Discovery Communications sul digitale terrestre in Italia.
"Vogliamo cavalcare il cambiamento in atto nel panorama televisivo italiano - ha detto Soldi -
Il nostro approccio pionieristico si riflette ancora una volta anche nelle strategie di business in Italia portando
un primo grande contributo nell'innovare l'offerta e il livello qualitativo del dtt:
Real Time ha una storia di grandi successi e solo negli ultimi due anni la crescita degli ascolti e' stata del 40%".
Sulla piattaforma Sky debuttera' presto Realt Time+1 (con la programmazione un'ora dopo) e
il canale in alta definizione Real Time Hd.
Un investimento, quello di Discovery, tra i media company leader per contenuti non fiction, che mira ad una crescista
diversificando le offerte sul mercato. Come consueto nella conferenza stampa non sono sate diffuse cifre.
"Ma ovviamente l'andamento della raccolta pubblictaria - ha detto Andrea Castellari, ad Affiliates Sales Sud Europa -
ci ha dato la spinta necessaria".
Il canale e' dedicato soprattutto all'intrattenimento femminile e mette al centro della propria programmazione
la vita reale delle donne tra storie, esperienze, riflessioni e suggerimenti pratici.
"Ci posizionamo differentemente rispetto ad altri canali del genere - ha detto Soldi -
perche' noi proponiamo un intrattenimento al femminile intelligente".
Discovery Network conta nel mondo oltre un miliardo e mezzo di abbonati in piu' di 180 paesi con offerte
come Discovery Channel, Animal Planet, Discovery Science e Discovery hd.
Dalla nascita ad oggi Realt Time ha realizzato 28 programmi originali, 10 titoli da format
per un totale di 750 ore di programmazione autoprodotte.(ANSA).

(AGI) - MILANO, 1 SET - Debutto sul Digitale Terrestre di Discovery Network: da oggi, infatti, si accendera'
gratuitamente il canale Real Time che gia' ha appassionato il
pubblico femminile italiano sulla piattaforma Sky.
Real tv
arrivera' col procedere dello switch off nelle case delle italiane (quello femminile e' il principale target di
riferimento del canale) dove portera' le principali produzioni della rete: da 'Ma come ti vesti' a
'Cerco casa...
Disperatamente', da 'Wedding planners' a 'Il boss delle torte', da ' Paint your life' a 'Cortesie per ospiti'.
E' stata Marinella Soldi, general manager Sud Europa e a.d. Italia ha spiegare le ragione del 'grande passo' individuando
la principale nella volonta' di "cavalcare il cambiamento". Lo sviluppo del mercato, e quindi in particolare
della piattaforma
digitale free, la multicananalita', il "desiderio del pubblico femminile di un intrattenimento intelligente",
oltre
all'obiettivo aziendale di "crescere e diversificare" hanno composto il puzzle che ha portato Discovery Networks
a posare
il primo piede tra i canali gratuiti. Su Sky Discovery Networks non soltanto restera' con i quattro canali attuali
(Discovery
Science, Discovery Travel e Living, Animal e Real Time) ma ampliera' la presenza con Real Time +1 che sara'
lanciato nei
prossimo mesi e, in esclusiva, con Real Time HD. Il canale che da oggi si aggiungera' a quelli del digitale
terrestre e'
reduce da una forte crescita in termini di ascolti su piattaforma Sky che negli utlimi due anni ha fatto
registrare
un +40%. L'obiettivo per la nuova avventura free e' il raggiungimento dell'1% di share.
Sul fronte delle produzioni,
il passaggio incrementera' la quota delle nazionali: da un 75% al 95%;
sul versante pubblicitario, invece, la raccolta
continuera' ad essere affidata a PubliKompass:
"E' stato anche
l'andamento pubblicitario ha darci una spinta - ha spiegato Andrea Castellari -
siamo ottimisti su questo buon andamento
anche per il digitale". (AGI)