L'ITALIA IN DIGITALE
                                                                                         
____________________________________________________________________________________________________________________________

   L'ITALIA IN DIGITALE        NEWS      SPORTELLOTVDIGIT@LE                                                                   GLOSSARIO        VISITE     CONTATTI

                       MONTEROTONDO IN DIGITALE         ABRUZZO IN DIGITALE         LOMBARDIA IN DIGITALE         PIEMONTE IN DIGITALE  

____________________________________________________________________________________________________________________________

 
                                        LE NEWS DELL'ULTIM'ORA

                                               OTTOBRE 2010


      ** ULTIM'ORA ** 

      NEWS E CURIOSITA' DELL'ETERE RADIO TELEVISIVO  


               Le notizie riguradanti l'area Piemonte / Lombardia
               sono a cura di Gaffoglio Riccardo


   > Vai alla pagina delle news di  APRILE 2010 

   > Vai alla pagina delle news di  MAGGIO 2010

   > Vai alla pagina delle news di  GIUGNO 2010

   > Vai alla pagina delle news di  LUGLIO 2010

    > Vai alla pagina delle news di  AGOSTO 2010

    > Vai alla pagina delle news di  SETTEMBRE 2010

    > Vai alla pagina delle news di  1>28 NOVEMBRE 2010

    > Vai alla pagina delle news di  28>30 NOVEMBRE 2010

   > Vai alla pagina delle   NEWS   del mese corrente

____________________________________________________________


 31 OTTOBRE 2010 - Domenica 

Ore 22.45 - LOMBARDIA DIGITALE: MUX RIATTIVATO.
Nel tardo pomeriggio tornano on air le emittenti del mux Lombardia Digitale UHF 27 Monte Calenzone,
l'off sarebbe stato provocato presumibilmente dall'abbondante pioggia della scorsa notte.

Ore 22.40 - MUX LOMBARDIA DIGITALE OFF.
Oggi, domenica 31 ottobre 2010, non riceviamo segnale sul canale 27 dal Monte Calenzone (PV)
del mux Lombardia Digitale, che contiene i seguenti canali :

Tele Reporter
Odeon 24
Tlc Tele Campione
PuntoSat 2
Cielo
Poker Italia 24
Class Horse Tv
Tele Market
Mediashopping

oltre ai canali criptati di Sexo.


Ore 22.35 - DTT, CONVOCATO IL 5 NOVEMBRE IL TAVOLO TECNICO PER LE AREE 5, 6 e 7.
                 Da Newslinet.
Convocato il 5 novembre il tavolo tecnico per le aree 5, 6 e 7 (Emilia Romagna, Veneto e Friuli Venezia Giulia).
Malumori tra le emittenti.
http://www.newslinet.it/notizie/dtt-convocato-il-5-novembre-il-tavolo-tecnico-per-le-aree-5-6-e-7


Ore 22.30 - TELEPONTE TERAMO E ABCHANNEL.
Dopo le collaborazioni con le emittenti locali abruzzesi TV6 e TVQ, ABChannel di Atri (Teramo) manda in onda da
qualche settimana alcuni programmi dell'emittente teramana TelePonte. La rubrica in questione si intitola TIP OFF, è
dedicata al Teramo Basket, la giornalista alla sinistra dell'immagine, Dorotea Mazzetta è uno dei volti noti della tv locale.



Ore 22.20 - TGR IN SCIOPERO, IN ONDA IL COUNTDOWN.
Nei giorni scorsi la TGR, testata giornalistica regionale della Rai, ha effettuato uno sciopero delle edizioni del TG
a causa dell'abolizione della terza edizione. L'edizione serale delle 19,30 andava in onda in forma ridotta e al termine
si è visto in onda il programma Geo utilizzato come "tampone" con tanto di countdown.
L'immagine monitorata è relativa al TGR Lombardia (mux Rai Monte Penice canale 23).




 30 OTTOBRE 2010 - Sabato 

Ore 21.50 - E' ON LINE IL MASTER PLAN COMPLETO.
http://decoder.comunicazioni.it/trasformazioniPiemontelombardia.shtml


 29 OTTOBRE 2010 - Venerdì 

Ore 23.50 - LE OPERAZIONI DI SWITCH OFF RIPRENDERANNO MARTEDI' 2 NOVEMBRE,

                 QUESTE LE LOCALITA' COINVOLTE.

Lo switch off si prende una pausa di 3 giorni, bisognerà attendere il 2 novembre e le operazioni ricominceranno
dalle località che vedete in questo documento (dati tratti dal sito Fondazione Bordoni).

http://www.fub.it/files/swoff_data_comuni/digitale_aree3-5-6-7/schedegiornaliere/02-11-10.pdf

Ore 23.45 - SWITCH OFF, LA SITUAZIONE DELL'AREA PASSATA OGGI AL DTT.

Al termine di un'altra giornata di passaggio al digitale terrestre, la consueta cartina con la macchia digitale

che lentamente continua ad allargarsi, (l'immagine è tratta dal sito della Fondazione Ugo Bordoni).




Ore 00.45 - VENERDI' 29 OTTOBRE: LE LOCALITA' CHE PASSANO ALLA TV DIGITALE.
Queste sono le località che passano oggi al dtt (dal sito della Fondazione Ugo Bordoni).
http://www.fub.it/files/swoff_data_comuni/digitale_aree3-5-6-7/schedegiornaliere/29-10-10.pdf

Ore 00.40 - SWITCH OFF, LA SITUAZIONE DELL'AREA PASSATA IERI AL DTT.

In allegato l'immagine con la macchia digitale che lentamente si allarga (l'immagine è tratta dal sito della

Fondazione Ugo Bordoni).





 28 OTTOBRE 2010 - Giovedì 

Ore 10.15 - LO SPETTRO TV A MILANO DOPO LO SWITCH OFF.
Il sito daxmedia l'osservatorio radio tv, ha creato una pagina che mette insieme il master plan delle emittenti regionali
e le frequenze dei mux nazionali, ovvero il quadro dei canali che ci saranno dopo lo switch off a Milano.
http://www.daxmedia.net/losservatorioradiotv/

Ore 00.05 - SWITCH OFF, LE LOCALITA' COINVOLTE OGGI GIOVEDI' 28 OTTOBRE 2010.

Dal sito della Fondazione Ugo Bordoni, riportiamo il documento con le località che fruiranno della sola tv digitale

il 28 ottobre.

http://www.fub.it/files/swoff_data_comuni/digitale_aree3-5-6-7/schedegiornaliere/28-10-10.pdf


 27 OTTOBRE 2010 - Mercoledì 

Ore 22.50 - "TG NORBA 24" VISIBILE ANCHE IN STREAMING. 

Il nuovo canale pugliese all-news TG NORBA 24, oltre che sul digitale terrestre nel sud Italia e via satellite in chiaro e

su SKY al canale 590, è visibile anche su internet in streaming all'indirizzo seguente:

http://www.xdevel.com/tv/tgnorba24/

Ore 22.00 - SWITCH OFF, LA SITUAZIONE DELL'AREA PASSATA OGGI AL DTT.

In allegato l'immagine con la macchia digitale che lentamente si allarga (l'immagine è tratta dal sito della

Fondazione Ugo Bordoni).



Ore 19.00 - DIGITALE TERRESTRE ALLA PROVA DEL NOVE.
                 COME EVITARE LO "SCHERMO NERO" CON LO SWITCH OFF DEL NORD ITALIA.


Ore 01.20 - MERCOLEDI' 27 OTTOBRE, ECCO LE LOCALITA' CHE PASSANO ALLA TV DIGITALE TERRESTRE.
Domodossola, Macugnaga, e Luino sono alcuni dei comuni che sono coinvolti nella giornata di oggi nella transizione
alla tv digitale. Consultate più dettagliatamente la zona coinvolta visualizzando il link della Fondazione Bordoni.

http://www.fub.it/files/swoff_data_comuni/digitale_aree3-5-6-7/schedegiornaliere/27-10-10.pdf

Ore 01.05 - LE OPERAZIONI DI S.O. DI MARTEDI' 26 OTTOBRE, IL PUNTO CON LA CARTINA DELLA FONDAZIONE
                 BORDONI.
Si estende l'area all digital, questa immagine confrontata con quella di ieri, rende meglio l'idea dell'area che è già
passata al digitale. L'immagine è tratta dal sito della Fondazione Ugo Bordoni.


Ore 00.25 - OTG TV AGGIORNA LE LISTE DELLA PROVINCIA VCO.

Il sito di frequenze TV OTG ha aggiornato le liste di alcune cittadine del Verbano Cusio Ossola, coinvolte nello switch-off

di ieri, mercoledì 27 ottobre 2010.

http://www.otgtv.it/piemonte.html


 26 OTTOBRE 2010 - Martedì 

Ore 20.45 - SWITCH-OFF, LE PRIME LISTE IN DTT DAL LAGO MAGGIORE.
Riportiamo un post da digital-forum dove si elencano le frequenze ricevute sulla sponda est del lago Maggiore,
zona coinvolta oggi nello spegnimento del segnale analogico.

http://www.digital-forum.it/showpost.php?p=1977877&postcount=10301

Ore 15.35 - SEGRETI E NUMERI DELLA DISFIDA SUL TESORETTO DELLE FREQUENZE TV.

Ore 15.30 - PER LE FREQUENZE TLC GARA UNICA ALLA TEDESCA.

Ore 13.00 - NORD ITALIA, LE OPERAZIONI DI IERI E I COMUNI OGGI COINVOLTI.
Ieri è partito lo switch off nel nord Italia, per il momento ha coinvolto un bacino di utenza molto ristretto,
lo si evince anche guardando l'immagine presa dal sito della Fondazione Ugo Bordoni, l'area in questione,
è quella in alto a sinistra.


Cliccate nel link qui sotto per conoscere i comuni coinvolti oggi.
Tra le cittadine più popolate ci sono ad esempio Verbania, Stresa ed Omegna sul Lago Maggiore.

http://www.fub.it/files/swoff_data_comuni/digitale_aree3-5-6-7/schedegiornaliere/26-10-10.pdf

Ore 12.50 - OTG AGGIORNA LE LISTE DI SCOPELLO E VARALLO.
Il sito OTGTV ha pubblicato la lista di Scopello uno dei primi comuni coinvolti nello switch off del Piemonte Orientale.
Il comune conta 430 abitanti è a 659 s.l.m. e dista 82 km dal suo capolouogo Vercelli. Al momento come si vede dalla
lista, sono operative solo Rai e Mediaset, altri segnali, data l'altezza del comune, arrivano da postazioni lontane.
Diversa la situazione per Varallo, a proposito permetteteci una nota di svago ma mentre cerchiamo notizie su questo
comune, il sito ufficiale (linkato qui sotto) ci indirizza ad una curiosa foto del primo cittadino che "premia chi dimagrisce"
con ben 250 euro se si mantiene il peso anche nei mesi successivi. La domanda è : ma quelli di studio aperto
lo sapevano??? Scherzi a parte il comune "dei grassi" non ce ne vogliano gli amici di Varallo, è abitato da circa
7600 persone e si trova a quota 280 s.l.m. Risultano attivi oltre ai Rai e Mediaset anche i mux telecom e al
dvbh mediaset, oltre alle altre emittenti provenienti da postazioni lontane.
Dati tratti da OTGTV.
http://www.scopello.com/index.html
http://www.comune.varallo.vc.it/


Ore 00.35 - ECCO LE PROSSIME AREE INTERESSATE ALLO SWITCH OFF.
Nei prossimi 3 giorni si passerà al digitale nella provincia del Verbano Cusio Ossola. Consultate pagina 8 di questo
documento, fate riferimento alla zona compresa nell'area B, per visualizzare la zona Rai coinvolta;
poi andate nella pagina successiva, la numero 9 e nell'elenco "Area B" trovate i siti dei ripetitori Rai da convertire.

http://www.radioforniture.org/wp-content/themes/default/media/RAI_Comunicazione_nord_italia.pdf

Ore 00.20 - DIGITALE: MSE, AL VIA INIZIATIVE PER COMUNICARE SWITCH OFF AL NORD.
http://www.sviluppoeconomico.gov.it/primopiano/dettaglio_primopiano.php?sezione=primopiano&tema

Ore 00.10 - L'ATTESA DELLA NUMERAZIONE LCN DA ASSEGNARE.
                 Da Newslinet.

http://www.newslinet.it/notizie/dtt-lcn-a-switch-off-iniziato-i-fornitori-di-servizi-di-media-attendono



 25 OTTOBRE 2010 - Lunedì 

Ore 19.55 - TV: TELENORBA DA' IL VIA A CANALE "ALL NEWS".
                 Dall'Ansa
(ANSA) - CONVERSANO (BARI) - Dal Gruppo Telenorba, fondato nel '76 dall'ingegner Luca Montrone e leader italiano
nell'informazione locale, e' stato dato il via oggi al canale all news Tg Norba 24, in onda 24 ore su 24 sul canale 590
della piattaforma Sky e in chiaro sul digitale terrestre.
"L'obiettivo - ha detto il direttore, Enzo Magista', nel suo editoriale odierno - e' quello di mettere anche il sud al passo
coi tempi, di renderlo concorrenziale, appetibile, diverso da come in tanti lo descrivono, ma non per questo
nascondendone i difetti o i ritardi" "Telenorba - ha aggiunto - da 34 anni lo fa con coraggio e abnegazione.
Ma da oggi il nostro sforzo raddoppia, perche' e' raddoppiata l'esigenza di farsi sentire, di farsi spazio, di farsi valutare
per cio' che si e', non piu' per cio' che ci si vuol far apparire. Piu' informazione vuol dire maggiore capacita' di capire
le criticita' del nostro territorio e aggredirle".
Per Marco Montrone, responsabile New media del Gruppo Norba, la nuova esperienza si porta dietro "il senso del lavoro"
del Gruppo, "che e' pensare globale e agire locale, la tradizione coniugata con l'innovazione". Per Luca Montrone,
e' questa "un'occasione unica per difendere l'economia e le specialita' culturali del Mezzogiorno".
L'investimento complessivo del Gruppo sul digitale ammonta a 10 milioni di euro, destinati soprattutto alla tecnologia
avanzata utilizzata.


Ore 16.00 - TRANSIZIONE AL DIGITALE, ECCO I COMUNI COINVOLTI OGGI.

                 Da Digital-Sat.

http://www.digital-sat.it/new.php?id=23819

Ore 15.55 - DTT: SWITCH OFF AT3. TV LOCALI SUL PIEDE DI GUERRA.

Ore 15.50 - ALTRI LINK A SITI PER LO SWITCH OFF.
Varese News elenca i comuni coinvolti nell'area interessata al passaggio al digitale.
http://www3.varesenews.it/scienza_tecnologia/articolo.php?id=185884

Ore 15.45 - SWITCH OFF, ULTIM'ORA.
Da digital-forum, leggiamo e riportiamo un post di OTG TV che riportiamo interamente qui sotto:
Alcor e il sottoscritto siamo in giro per la Valsesia. Tutto ok per Rai e Mediaset, la sorpresa e' Timb che ha
acceso tutti i quattro mux su Varallo e aveva solo La7. Locali tutte spente, le uniche che accenderanno dovrebbero
essere Telecity e Primantenna. Le altre (Quinta rete Telestudio Telemonterosa e Altaitalia tv) non dovrebbero
riaccendere a breve.

Ore 15.40 - AGGIORNATO IL SITO DELLA FONDAZIONE UGO BORDONI.
In queste ore di inizio spegnimento del segnale analogico nel Nord Italia, il sito della Fondazione Ugo Bordoni
aggiorna i dati in merito allo s.off.

http://www.fub.it/

Ore 15.25 - LE MAPPE DELL'AREA TECNICA 3.
Sempre dal sito della Regione Lombardia alleghiamo le mappe dell'area tecnica 3.







Ore 14.55 - IL CALENDARIO DELLO SWITCH OFF NEL NORD ITALIA.

Dal sito della Regione Lombardia ecco il calendario del prossimo s.o. nel nord Italia.

Potete visualizzare o scaricare il file allegato anche in fonda a questa pagina.










Ore 13.25 - TG NORBA 24 E ITALIA 7 TOSCANA VIA SATELLITE SU SKY.
Da oggi il canale pugliese TG Norba 24 e la tv toscana Italia 7 sono in onda su Sky sui canali 590 e 597 del pacchetto News.
Ricordiamo che altre 2 emittenti locali, Videolina Sardegna (599) e Primocanale Liguria (595) sono state inserite nella
fascia dei 500. I canali sono trasmessi in chiaro.

Ore 12.05 - ANTENNE DI NIZZA MONFERRATO (AT).
Ricevere bene i segnali analogici da Torino Eremo o Maddalena nella parte bassa di Nizza Monferrato, era diventato
problematico in particolare Rai aveva abbassato molto le emissioni e qui ce ne eravamo accorti subito.
Oggi, come si vede da questa immagine, l'antenna in verticale prende Incisa (AT), con i mediaset, rai e la7, mentre
quella di destra riceve il DTT da Torino, e a quanto pare anche bene visto che gli installatori locali iniziano a fidarsi
di una ricezione che prima era alquanto instabile.




Ore 12.00 - DEEJAY TV +2 FA UNA BREVE APPARIZIONE.
Qualche giorno fa il nostro ricevitore ha sintonizzato dal mux Rete A (ch 51 San Galdino) il canale Deejay TV + 2 e
Radio Italia SMI. Quest' ultima dopo un off di qualche giorno, fa ora parte stabilmente del mux in questione,
mentre la tv del gruppo l'Espresso ha solo effettuato delle prove tecniche.





Ore 11.50 - ECCO QUI IL MASTER PLAN DELL'AREA TECNICA 3.
OTG TV pubblica con un suo post inserito su digital forum, un pdf con le frequenze assegnale alle locali dopo lo switch off
che da oggi è ufficialmente partito.
  http://www.otgtv.it/TRANSFER/Digitale.pdf

Ore 11.30 - DTT, PRONTO IL MASTERL PLAN NELL'AREA TECNICA DEL PROSSIMO SWITCH OFF.
Qualcuno l'aveva detto, altri lo avevano solo ipotizzato ma a qualche ora dallo switch off, il master plan, ovvero il tanto
atteso numerino UHF/VHF da utilizzare per alcune tv locali era ancora ignoto. Mentre per le tv nazionali e per alcune
superstation locali si poteva immaginare una possibile similitudine coi canali della zona del Piemonte occidentale, altre
locali erano in balia della frenetica attesa. Leggiamo newsline che ci ha tenuto aggiornati "da dentro" e traiamo
le conclusioni che profetici, ma poi non molto, esperti del settore avevano ipotizzato: si decide all'ultimo.
Linkiamo newslinet (
http://www.newslinet.it/notizie/digitale-terrestre-crtl-inaccettabile-il-modus-operandi-del-ministero) in questo
articolo, il Comitato Radio TV locali di Milano mette l'accento sul fatto che "L' assegnazione delle frequenze è stata
affidata all' arbitrio del Ministero" determinando così una sorta di trattativa privata con la Divisione Tecnica del Ministero.

Le locali associate al CRTL insomma lamentano che non sono state prese direttamente in considerazione, e in particolare
segnalano che una frequenza non vale l'altra. A differenza di Roma, dove lo s.off è avvenuto con meno problemi rispetto
a Torino e Cuneo in quanto la stragrande maggioranza delle antenne delle abitazioni della Capitale è realizzata da
impianti non canalizzati, qui al contrario nell' AT3 una frequenza in IV o V banda può essere o non essere canalizzata in
ricezione. Certo è che può definirsi fortunata quella tv che ad esempio avrà il 45 che era di rete4 da Valcava, la quasi
totalità delle antenne riceventi è sicuramente idonea alla ricezione. Le meno fortunate poi dovranno modulare con
potenze limitate perchè potrebbero dare fastidio ad altre locali che operano a qualche chilometro di distanza,
nel medesimo bacino di utenza. Il Comitato in questione segnala la poca trasparenza adottata per stilare il piano di
assegnazione e reclamano che non sono state stilate graduatorie con parametri valutativi, ma in particolare
"perché assegnare le frequenze alle TV locali il giorno lavorativo prima dello switch off ?".


 22 OTTOBRE 2010 - Venerdì 

Ore 06.10 - RADIO ITALIA IN DTT.
Il mux di Rete A (ch 51 San Galdino) veicola da qualche giorno anche il segnale dell'emittente radiofonica
Radio Italia SMI.


Ore 06.05 - CLASS HORSE TV NEL MUX DI CANALE 6.
Il nostro decoder ha sintonizzato un nuovo canale; l'emittente presente nel mux di Canale6 (ch 30 Calenzone PV)
manda in onda un promo e alcuni spot a loop di Class Horse TV. L'identificativo che appare sull'EPG è TIVUITALIA.


Ore 06.00 - IL SITO DEL MINISTERO DELLO SVILUPPO CON IL CALENDARIO DIVISO PER COMUNE.
Aggiornamenti in atto per il sito del MSE: chi fosse interessato a conoscere la data esatta del passaggio finale
al DTT nel proprio comune, può scoprirlo selezionando il proprio comune.

http://decoder.comunicazioni.it/switchoffPiemonteLombardia.shtml

Ore 05.55 - LE FREQUENZE DI MEDIASET DOPO LO SWITCH OFF DEL NORD ITALIA.
In questo documento Mediaset, che linkiamo da un post di digital-forum, si vedono le frequenze e le postazioni
che veicoleranno i mux dopo lo switch off, insieme alla data di passaggio al DTT per ogni postazione.
http://www.giochiegiochi.it/zen/Canali_e_frequenze_Mediaset-1.pdf


 21 OTTOBRE 2010 - Giovedì 

Ore 16.00 - RAIWAY AGGIORNA IL SUO SITO.
Sul sito di Rai Way sono comparse le date dettagliate del prossimo passaggio al DTT nel nord Italia.  http://www.raiway.it/

Ore 15.55 - TELESTAR TORNA NEL MUX TELESTAR.

Dopo qualche settimana di assenza dal suo omonimo mux, Telestar è stata nuovamente reinserita nel mux dal

Giarolo (AL)sul ch. 63. Ricordiamo che da quando le frequenze di quest'ultima sono state digitalizzate,

Telestar (che prima ripeteva per la maggior part della giornata TeleMarket) ha una programmazione autonoma di film,

telefilm, programmi musicali, televendite e la ritrasmissione del TG di Telecity con il logo TG9; quest'ultimo era rimasto

da quando la tv di Castelletto d'Orba era consorziata (1994)ad un circuito televisivo denominato Amica 9 che non ebbe

molta fortuna. Quando dopo il 1995 Amica 9 cessò la sua esistenza, Telestar continuò a trasmettere mantenendo

l'identificativo del circuito fino al 2002.



 19 OTTOBRE 2010 - Martedì 

Ore 20.00 - LCN: PASTICCIO AL MSE-COM CON L'INVIO DELLE DOMANDE TRAMITE PEC.
                 Da Newslinet.
La Federazione Radio Televisioni ha reso noto di aver informato il MSE-Com, nel corso di un incontro tenutosi nei giorni
scorsi, delle "problematiche riscontrate da numerose emittenti televisive locali associate relative all'invio delle
domande per l'attribuzione dell' LCN attraverso la casella di posta elettronica certificata (PEC)".

"Infatti, in taluni casi - spiega la FRT in una nota - le aziende hanno ricevuto un avviso di mancata ricezione anche a
distanza di giorni dall'invio mentre in altri la trasmissione delle domande è stata rifiutata ed è tornata indietro con
apposito avviso". Il Dipartimento delle Comunicazioni del MSE "ha assicurato che tutte le problematiche causate
dall'insufficiente capienza della casella di posta elettronica certificata sono in via di soluzione".
Lo stesso Dipartimento ha però consigliato, fa sapere la FRT, "alle emittenti che abbiano avuto i suddetti problemi
nell'invio delle domande con la posta elettronica certificata, di spedire, al più presto, per via postale
all'Amministrazione la copia cartacea della tabella contenente i dati di trasmissione (prima trasmissione nel caso di più
invii) con particolare riferimento alla data di invio. Tale data sarà infatti presa a riferimento dal Dipartimento ai fini
dell'adempimento".


Ore 12.00 - TELESUBALPINA SEMPRE OFF.
Continua il prolungato off della sorella piemontese del gruppo Telenova; l'emittente Telesubalpina è diffusa a Milano
mediante il mux del CH 21 da via Silva.



 18 OTTOBRE 2010 - Lunedì 

Ore 18.20 - BOFFO: DIVENTA DIRETTORE TV2000, TELEVISIONE DELLA CEI.
e dall'Apcom.
(ANSA) - CITTA' DEL VATICANO - Boffo, 58 anni, veneto, si era dimesso dalla direzione di Avvenire il 3 settembre del
2009 in seguito agli articoli pubblicati nei giorni precedenti dal Giornale di Feltri su un suo presunto "incidente sessuale",
dopo che sul giornale dei vescovi erano comparsi interventi critici sulla "condotta morale" del premier Berlusconi.
Il Giornale, citando atti del Tribunale di Terni riferiti a fatti del 2001, ricordava un patteggiamento di Boffo in un
processo per molestie. Il 4 dicembre, pero', Feltri scrisse in prima pagina che le informazioni sull'ormai ex direttore di
Avvenire erano inesatte. La vicenda chiamo' in causa anche possibili tensioni nei rapporti tra Cei e Vaticano.

A un ritorno di Boffo in un ruolo di rilevo nel mondo della comunicazione cattolica da tempo si lavorava dietro le quinte:

la proposta di assumere l'incarico di direttore della rete TV 2000 sarebbe giunta dall'ex presidente della Cei ed ex

cardinale vicario Camillo Ruini, da sempre 'sponsor' di Boffo. Fu lui stesso a volerlo alla direzione di Avvenire il 1/o

gennaio 1994.

A DICEMBRE SCORSO LE SCUSE DI FELTRI, "TARDIVE" PER LA CEI ROMA.
(APCOM) - 'Il Giornale' di Feltri attaccò Boffo nell'estate
 del 2009. La tempesta si quietò solo con le dimissioni del
direttore del giornale dei vescovi, accettate dal presidente della Cei cardinale Angelo Bagnasco.
Boffo era reo, per il quotidiano di proprietà della famiglia Berlusconi, di aver criticato le escort del premier
nascondendo, per incoerenza, un ingombrante scheletro nell'armadio: una storia di omosessualità e ricatti.
"Il supercensore condannato per molestie", fu il
titolo sparato in prima pagina dal 'Giornale'.
Il 4 dicembre, la retromarcia del 'Giornale'. In un articolo di prima pagina, Feltri definì "bagattella" quell'episodio,
e riconobbe a Boffo "un atteggiamento sobrio e dignitoso che non può che suscitare ammirazione". Il 'Giornale' aveva
attaccato Boffo appoggiandosi su una informativa anonima? "La ricostruzione dei fatti descritti nella nota, oggi posso
dire, non corrisponde al contenuto degli atti processuali", scrisse Feltri, facendo capire di aver potuto vedere i contenuti
del fascicolo a carico di Boffo nel tribunale di Terni. Da quelle carte Boffo, "giornalista prestigioso e apprezzato",
"non risulta implicato in vicende omosessuali", e in esse "tantomeno si parla di omosessuale attenzionato".
Questa è la "verità", sottolineò Feltri, "e oggi Boffo sarebbe ancora al vertice di 'Avvenire'". Dino Boffo, 58 anni, è stato
direttore di 'Avvenire' dal 1994 al 2009, in stretta collaborazione con l'allora presidente della Cei, card. Camillo Ruini.
Protestò il Pd, che parlò di "lacrime di coccodrillo", di "cripto-scuse" e di "beffa" che si aggiungeva al "danno", mentre il
Popolo della libertà espresse apprezzamento per il "coraggio" dimostrato da Feltri e si domandò quale futuro avrebbe
ripagato Boffo del danno subito. Più cauta fu la reazione della Cei, che, per bocca del portavoce, affermò: "L'articolo di
oggi de 'Il Giornale' conferma il valore della persona del dottor Boffo che, ancora prima delle tardive ammissioni di
Feltri, si è volontariamente fatto da parte per non coinvolgere la Chiesa, che ha peraltro servito da sempre con
intelligenza e passione". Il giorno dopo, 5 dicembre, una nota del comitato di redazione di 'Tg2000' rese noto che
Stefano De Martis era stato nominato direttore della radio dei vescovi, 'RadioInblu', e della televisione dei vescovi,
'Tv2000' (ex 'Sat2000'). Alla guida della quale, ora, è destinato Boffo.



 17 OTTOBRE 2010 - Domenica 

Ore 18.40 - TV: DOMANI MTV+ ARRIVA SU PIATTAFORMA SKY AL 708.
                 Dall'Ansa.
(ANSA) - ROMA - Mtv +, il canale targato Mtv Italia dedicato alla musica e all'intrattenimento, da domani lunedi'
18 ottobre sara' visibile anche su Sky al numero 708.
Mtv+, che rappresenta il punto di sintesi tra le varie piattaforme di Mtv Italia, proponendo la musica in tutte le sue
sfaccettature dalle chart ai grandi live, dagli show all'intrattenimento, prendera' il posto di Vh1 tra i canali di Mtv su
Sky dove sara' presente con Mtv in esclusiva satellitare.
Mtv + e' il luogo di riferimento fondamentale per la musica e offre ai telespettatori la possibilita' di osservare le
tendenze del momento e di ripercorrere le hits e la biografia degli artisti che hanno fatto la storia della musica
ell'ultimo decennio. Per esaltare lo spirito propositivo del brand la playlist musicale di Mtv + e' aperta ad ogni genere,
con un giusto equilibrio tra i successi affermati e le novita' piu' interessanti e spazia dalle hits del momento piu' amate
dai ragazzi ai 'classici' che fanno parte della storia della musica. Anche gli show rifletteranno il meglio di MTV, attraverso
produzioni locali ed internazionali, grandi eventi, anteprime e programmi del passato che sono diventati un caposaldo
della cultura pop, vitale e moderna, e saranno distribuiti con giusto equilibrio durante l'intera giornata.
Le prime ore della giornata prevedono video a rotazione, le chart come HitList Italia o Top Hits mentre e in tarda
mattinata la musica live come World Stage o Storytellers. Pomeriggio: dall'ora di pranzo fino alle prime ore serali Mtv+ e'
caratterizzato al 100% dalla musica attraverso rotazioni musicali. Prima Serata: e' il momento degli show musicali come
Behind the Music - per scoprire i retroscena dei propri artisti preferiti - e come Randy Jackson o Taking The Stage per
ballare con la musica e gli aspiranti ballerini. Seconda serata: tornano i video a rotazione divisi per generi musicali come
pop, rock, dance, urban ecc. Il Week -end si arricchisce con le charts internazionali: dalla Europe Top 20 alla Official
Top 20 e tante altre. A livello di Playlist Mtv+ sara' caratterizzata da tutti i tipi di musica focalizzando anche l'attenzione
sulle nuove tendenze, raggruppando artisti italiani ed internazionali: da Marracash a Ok Go, da Plan B a Hurts fino a Skunk
Anansie, Eliza Doolittle, Fabri Fibra, Kings of Leon, Perturbazione e tanti altri.



 16 OTTOBRE 2010 - Sabato 

Ore 00.10 - DIGITALE TERRESTRE: CORECOM ABRUZZO INCONTRA EDITORI E DIRETTORI TV REGIONALI.
                 Da Newslinet.
Lunedì 18 ottobre 2010, a Pescara, presso la sede del Consiglio regionale di Piazza Unione (III piano), è previsto un
incontro tra il presidente del Corecom Abruzzo, Filippo Lucci, e i rappresentanti delle aziende televisive abruzzesi.
L’obiettivo è raccogliere problematiche, criticità ed iniziative intraprese dall’emittenti private abruzzesi in vista
del passaggio al digitale terrestre. A margine della riunione, alle ore 16,30, il Presidente del Corecom, Filippo Lucci,
ha convocato una conferenza stampa nel corso della quale presenterà le iniziative intraprese per agevolare
l’introduzione del digitale terrestre nel sistema televisivo abruzzese. Parteciperanno il Presidente del Consiglio
regionale, Nazario Pagano, il Presidente dell’Ordine dei giornalisti, Stefano Pallotta, e il Presidente della FNSI Abruzzo,
Ludovico Petrarca.

http://www.newslinet.it/notizie/digitale-terrestre-corecom-abruzzo-incontra-editori-e-direttori-tv-regionali

Ore 00.05 - TV LOCALI: LUNEDI' SCIOPERO DEI DIPENDENTI DEL GRUPPO PROFIT DA LUGLIO SENZA STIPENDI.
                 Da Newslinet.
I lavoratori della sede milanese del Gruppo Profit - editore di Odeon Tv, Telereporter, Telecampione e delle emittenti
locali Canale 10 (Toscana) e TeleGenova (Liguria) - hanno proclamato uno sciopero di 8 ore per lunedì 18 ottobre.

Nell’ambito dell’astensione si terrà un presidio a Milano, in via Mambretti 9, a partire dalle 9 con conferenza stampa
alle 11. “Malgrado le reiterate richieste e la fiducia sin qui accordata all’azienda - si legge in un comunicato siglato
dalla Scl-Cgil - non è stata fornita alcuna garanzia sul pagamento degli stipendi arretrati e sulle strategie industriali del
gruppo che da mesi versa in uno stato di grave crisi. I dipendenti (160 in tutto di cui la stragrande maggioranza collocati
nella storica sede milanese) hanno ricevuto solo parte dello stipendio di luglio e nulla per i mesi di agosto e settembre
oltre ad avanzare rimborsi spese e buoni pasto”. Il sindacato chiede “nuovamente e con urgenza” un incontro alla nuova
proprietà e al Cda per “discutere di un piano industriale che preveda il futuro del gruppo e la salvaguardia dei livelli
occupazionali messa a rischio dagli ultimi eventi in un contesto generalizzato di crisi per l’emittenza locale e alla
vigilia in Lombardia del completo passaggio sul digitale terrestre”.

http://www.newslinet.it/notizie/tv-locali-lunedi-sciopero-dei-dipendenti-del-gruppo-profit


 15 OTTOBRE 2010 - Venerdì 

Ore 19.10 - PER TV CIELO: NESSUN ASSE MA VALUTEREMO DISPONIBILITA' MERCATO.
                 Dall'Apcom.
(APCOM) - ROMA - "Se questo dovesse avvenire, l'ipotesi di farlo affittando la necessaria capacità trasmissiva da altri
operatori - visti anche i tempi previsti per il beauty contest sulle frequenze derivanti dal dividendo digitale - è
ovviamente
possibile, ma certo non ha nulla a che fare con 'assi' né con 'alleanze' visto che l'unico criterio che sarebbe
utilizzato per
identificare il fornitore, stavolta come in passato, sarebbe quello della disponibilità sul mercato,
della competitività delle
offerte e della qualità della infrastrutture".


Ore 19.00 - SKY: NESSUNA OFFERTA PAY SUL DIGITALE TERRESTRE.
                 Dalla Adnnkronos e dall'Apcom.
(ADNKRONOS) - MILANO - Nessuna offerta pay sul digitale terrestre. Lo precisa Sky smentendo quanto scritto oggi
da un quotidiano milanese sottolineando, in una nota, che "chi parla di un prossimo trasferimento dell'offerta pay
di Sky sul digitale terrestre non ha avuto modo di confrontarsi con Ugo La Talpa che ha subito colto l'invito di
Rosario Fiorello ad 'uscire dal buco del dtt'".
Secondo Sky "anche solo ipotizzare che Sky intenda 'trasmettere in digitale (si suppone terrestre) la pay per view'
vuol dire infatti non tenere presente come funziona l'offerta di Sky Italia che e' caratterizzata da oltre 190 canali criptati,
di cui 36 in Alta Definizione, presto saranno oltre 50, funzionalita' avanzate come quelle garantite dal decoder MySky
e molto molto altro. Questa ipotesi dunque non e' solo falsa ma -precisa ironicamente Sky- lo sottolinea Ugo in persona:
'e' tecnicamente impossibile'.
"Ciononostante -prosegue Sky- poiche' questa non e' la prima volta che 'fonti anonime' suggeriscono 'retroscena'
fantatecnologici e' utile ribadire che su questi temi sarebbe necessario, oggi come domani, conoscere almeno le basi
di come funziona la televisione digitale, la disponibilita' di banda sul Dtt, il consumo di banda di canali in Hd".


(APCOM) - ROMA - Roma, 15 ott. (Apcom) - Nessuna ipotesi di offerta da parte di Sky della pay per view in digitale
terrestre. "Questa ipotesi
dunque non è solo falsa è tecnicamente impossibile". Lo precisa in una nota Sky in merito
all'articolo pubblicato oggi dal
Corriere della Sera. "Anche solo ipotizzare - precisa il broadcaster - che Sky intenda
'trasmettere in digitale (si
suppone terrestre) la pay per view' vuol dire infatti non tenere presente come funziona
l'offerta di Sky Italia che è
caratterizzata da oltre 190 canali criptati, di cui 36 in Alta Definizione - presto saranno
oltre 50 - funzionalità avanzate
come quelle garantite dal decoder MySky e molto molto altro".
"Ciononostante - si legge nella nota - poiché questa non è la prima volta che 'fonti anonime' suggeriscono 'retroscena'
fantatecnologici è utile ribadire che su questi temi sarebbe necessario - oggi come domani - conoscere almeno le basi
di come
funziona la televisione digitale, la disponibilità di banda sul DTT, il consumo di banda di canali in HD.
A titolo di chiarezza,
cosa completamente diversa è invece che il management di Cielo, ovvero il canale gratuito
di News Corporation in onda sul DTT in
Italia, possa in futuro valutare l'ipotesi di estendere di uno o altri due canali
la sua offerta di programmi, un processo
assolutamente normale in un contesto multicanale gratuito dove ai canali
- a puro titolo esemplificativo - spesso si affiancano.


Ore 18.45 - L'ESPRESSO TRATTA AFFITTO FREQUENZE DIGITALE TERRESTRE.
                 Dalla Reuters, dall'Ansa e da Punto 1.
(REUTERS) - MILANO - L'Espresso ha in corso colloqui con operatori italiani ed esteri, fra cui anche Sky Italia
(gruppo News Corp), per affittare le
frequenze del digitale terrestre. Lo ha detto a Reuters una fonte vicino al gruppo
editoriale,
confermando indiscrezioni stampa de Il Corriere della Sera, aggiungendo che un accordo potrebbe essere
possibile nei
prossimi mesi. "Nei prossimi mesi ci saranno accordi sulla capacità trasmissiva affittata", ha detto la fonte.
Il titolo ha accelerato vistosamente dopo la notizia e intorno alle 9,30 balza del 4% a 1,719 euro.

(ANSA) - MILANO - Consistenti acquisti in Piazza Affari su L'Espresso dopo ipotesi di stampa su una possibile
estensione dell'affitto dei canali televisivi del digitale terrestre: il titolo, tonico dall'avvio, sale del 4,11% a 1,72 euro.
Abbastanza ingenti gli scambi: al momento sono passate di mano 1,3 milioni di azioni, contro una media quotidiana
dell'ultimo mese di Borsa di 856mila di 'pezzi' trattati.

Un articolo de 'Il Corriere della Sera' ipotizza un accordo con Sky per la cessione in affitto di altri canali digitali
terrestri dopo quello gia' in uso dal 2009 dalla piattaforma Cielo. Il gruppo editoriale L'Espresso detiene due multiplex
che permettono la trasmissione di una dozzina di canali digitali: due sono utilizzati da Repubblica Tv e da
Deejay television, altri dalle radio 'audio' del gruppo, ma circa la meta' sono liberi e possono venir affittati ad altri
operatori, con i quali sono in corso trattative.


(PUNTO 1) - L'Espresso tratta affitto frequenze digitale terrestre
"Ci sono tavoli aperti con operatori italiani ed esteri
interessati ad affittare frequenze", ha detto la fonte. "Nei prossimi mesi ci saranno accordi sulla capacità trasmissiva
affittata".
La fonte ha inoltre precisato che l'Espresso non ha "mai avuto offerte per l'acquisto".
L'Espresso sta già affittando delle frequenze a Sky Italia per il canale Cielo. Un portavoce di Sky Italia ha detto:
Non commentiamo
indiscrezioni da fonti non ufficiali".


Ore 16.50 - SKY: MURDOCK-DE BENEDETTI, PROVE DI ASSE ANTI-MEDIASET.
http://www.borsaitaliana.it/borsa/notizie/mf-dow-jones/italia-dettaglio.html?newsId=785653&lang=it


 12 OTTOBRE 2010 - Martedì 

Ore 10.30 - IL MASTER PLAN E' PRONTO !
Il MasterPlan dell'AT3 è stato completato e il turn-over frequenziale (per ora) è chiuso.
Il file con la colonna degli impianti attuali con a fianco quello delle frequenze su cui dovranno operare secondo
il calendario dello switch-off che tra poco più di quindici giorni interesserà Lombardia e Piemonte Orientale è passato
alla fine della scorsa settimana dalla direzione tecnica del MSE-Com a quella amministrativa.
La notizia la riportiamo da newslinet.it

Ore 10.25 - EUROPA 7 SBARCA IN PIEMONTE E LOMBARDIA.
Il sito OTG tv aggiunge alle liste di Piemonte e Lombardia la frequenza di Europa 7, il canale 08 VHF trasmesso in
tecnica DvB-T2. Le postazioni da cui vengono irradiati i segnali sono Monte Penice (PV) e Torino Eremo.
Da queste due postazioni, Europa 7 è l'unica emittente a trasmettere in vhf 3° banda.



 10 OTTOBRE 2010 - Domenica 

Ore 19.25 - TELESUBALPINA, ASSENZA DI SEGNALE.
Da qualche giorno non riceviamo TeleSubalpina nel mux di TeleNova (ch 21 via Silva, Milano).

Ore 19.20 - TELECUPOLE STORY IN STREAMING.
Da qualche giorno all'indirizzo http://www.telecupole.com/tcpstory.asp è possibile usufruire di una versione inedita
di Telecupole Story, inedita perchè differisce dalla versione "originale" dell'emittente diffusa in digitale terrestre;
anche il logo riprodotto non corrisponde all'originale.


 09 OTTOBRE 2010 - Sabato 

Ore 13.05 - RADIO DIGITALE, DRM+: RADIO MARIA INIZIA IL PRIMO TEST DI TRASMISSIONE IN ITALIA.
                 Da Newslinet.
Associazione Radio Maria, World Family of Radio Maria e Fondazione Formare hanno congiuntamente promosso un pool
tecnico di esperti al fine di realizzare, per la prima volta sul territorio nazionale, lo svolgimento di test di trasmissione
in DRM+. Il DRM+ è parte del sistema di trasmissione DRM (Digital Radio Mondiale) che utilizza frequenze comprese in
uno spettro tra 0.1 MHz e 174 MHz. Questa innovativa tecnologia permetterà di offrire una qualità migliore del segnale
unitamente ad una trasmissione contemporanea di tipo analogico e digitale, con caratteristiche di propagazione che si
prestano a soddisfare le molteplici esigenze delle emittenti in relazione al rispettivo bacino d'utenza. I membri del pool
assicureranno la disponibilità di risorse tecnologiche e conoscenze professionali tali da consentire lo svolgimento dei test,
per la durata di un anno, presso l'area metropolitana di Torino in virtù di una licenza rilasciata dal Ministero dello
Sviluppo Economico Dipartimento per le Comunicazioni. La sperimentazione avverrà congiuntamente in Banda I ed in
Banda II (FM) in modalità combinata, tramite le strutture allestite assieme al "CSP innovazione nelle ICT" (
www.csp.it).
Obiettivo primario è la verifica dei parametri di affidabilità, qualità e polifunzionalità d'uso del sistema DRM+,
con possibili applicazioni anche in aree internazionali ove già opera il network World Family of Radio Maria, presente
in 53 Paesi nei cinque continenti (www.radiomaria.org). Un simposio dedicato a tale sperimentazione si terrà nei
giorni 19-20-21 ottobre 2010, con visite guidate alle postazioni radio e analisi della copertura del segnale.
La giornata centrale di mercoledì 20 ottobre sarà caratterizzata da una serie di interventi e relazioni dei responsabili
dei soggetti promotori presso l'Hotel Victoria a Torino (via Nino Costa). E' prevista, solo in tale data, la partecipazione
degli addetti ai lavori e rappresentanti della stampa che si saranno accreditati entro il 15 ottobre.


Ore 13.00 - RESPINTA DAL TAR LAZIO L'ISTANZA CAUTELARE CONTRO IL PNAF DELL'AGCOM.
                 Da Newslinet.
Con ordinanza motivata in data 07/10/2010 il TAR Lazio ha respinto l'istanza cautelare di alcune emittenti radio locali
nell'ambito del ricorso contro la delibera n. 300/10/CONS recante il Piano Nazionale di Assegnazione delle Frequenze
per il servizio di radiodiffusione televisiva terrestre in tecnica digitale.
Per i giudici amministrativi l’impugnata delibera, recante i criteri generali per la pianificazione delle frequenze per
il servizio di radiodiffusione televisiva in tecnica digitale, in relazione alla propria natura programmatica, "non è idonea
a produrre effetti immediati nella sfera giuridica dei destinatari, essendo questi subordinati all’avvio e completamento
della successiva fase applicativa". Per il TAR "la delibera gravata è suscettiva di modifiche ed integrazioni, a seguito
degli esiti del coordinamento internazionale, e dei singoli tavoli tecnici relativi a ciascuna area, come evidenzia,
in fatto, il deposito documentale della Avvocatura Generale dello Stato (cfr. delibera n. 475/10/CONS, recante piano
di assegnazione delle frequenze per il servizio digitale terrestre nell’area tecnica 3)" e "la stessa ricorrente supporta
la trama difensiva con considerazioni formulate in termini probabilistici, lamentando un possibile oscuramento di
alcune emittenti locali, senza, peraltro, specificare se la propria capacità di trasmissione sia in concreto suscettibile
di essere coinvolta da tali prognostici effetti". Per quanto sopra viene a mancare, secondo il TAR Lazio, l'elemento del
periculum in mora (essenziale, insieme a quello del fumus boni iuris, per l'accoglimento dell'istanza cautelare),
"non ravvisandosi, allo stato, alcun pregiudizio attuale ed immediato nella sfera giuridica della ricorrente".
Non solo, per il TAR adito "le censure dedotte con il ricorso, a prescindere dagli aspetti di inammissibilità dello stesso,
oggetto di specifica eccezione dalla difesa erariale, che saranno valutati più approfonditamente nella sede del merito,
non presentano elementi di pregevolezza, risultando gli stessi per lo più supportati da erronei o ipotetici presupposti
in fatto, come, peraltro bene evidenziato dalle difese delle parti resistenti". Probabile a questo punto l'appello al
Consiglio di Stato avverso l'ordinanza da parte dei ricorrenti in primo grado.


Ore 12.55 - LCN: RESPINTO IL RISCORSO DI SKY AL TAR LAZIO.
                 Da Newslinet.
Respinta dal TAR Lazio l'istanza cautelare proposta da Sky nell'ambito del ricorso contro la delibera n. 366/10/cons
recante il "Piano di numerazione automatica dei canali della televisione digitale terrestre, in chiaro e a pagamento,
modalità di attribuzione dei numeri ai fornitori di servizi di media audivisivi in tecnica digitaale terrestre e relative
condizioni di utilizzo". Per i giudici amministrativi laziali "dal provvedimento impugnato non deriva per la ricorrente
un danno grave e irreparabile, anche perché è comunque possibile il cambiamento della numerazione dei canali sia
subito per il singolo utente sia all’esito della fase di merito, ove risultassero fondati i motivi di gravame dedotti".
In ragione di quanto sopra, per il TAR "non sussistono i presupposti previsti per l’accoglimento dell’istanza cautelare".



 08 OTTOBRE 2010 - Venerdì 

Ore 21.00 - TV DIGITALE: CALABRO', FREQUENZE A TLC PERCHE' VALORE AGGIUNTO.
                 Dall'Ansa.
(ANSA) - CAPRI (NAPOLI), 8 OTT - "La tv e' un servizio utile, ma le tlc hanno un valore aggiunto perche' il paese non
scivoli nella recessione". Cosi' il presidente dell'Autorita' per le tlc, Corrado Calabro', ha implicitamente risposto al
presidente di Mediaset, Fedele Confalonieri, critico per la decisione di assegnare alla telefonia mobile nuove frequenze.
"La tv - ha detto Calabro' intervenendo al convegno 'Giochiamoci il futuro' organizzato da Between - ha tanto in Italia e
poi seguiamo quello che impone l'Europa". Tra l'altro, ha ribadito ancora una volta, "il mobile ha bisogno di fibra,
perche' gia' oggi da' segni di collasso in qualche momento". A giudizio di Calabro', in ogni caso, "il piano frequenze e'
una scommessa impegnativa perche' tutti ne vogliono piu' di quante non ne possano utilizzare: eppure - ha proseguito -
ci siamo quasi riusciti".


Ore 15.00 - EUROPA 7 HD, LUNEDI' 11 OTTOBRE AL VIA LE TRASMISSIONI DEI 12 CANALI.
Da Digital-sat. http://www.digital-sat.it/new.php?id=23651
Centro Europa 7 è lieta di annunciare che lunedì 11 ottobre inizieranno le trasmissioni
di Europa 7 HD.
La piattaforma scelta per trasmettere è il DVB-T2, una nuova tecnologia che
consente una offerta di un pacchetto di ben dodici programmi, otto dei quali in alta definizione
con una qualità mai vista prima.
Cinque programmi del pacchetto offriranno grandi film,
documentari, grandi concerti e grandi spettacoli internazionali, e saranno denominati:
SENTIMENTAL, HORROR, CLASSIC, ACTION e FAMILY; tre programmi offriranno i film
più recenti in pay per view.
Ci sarà inoltre un programma di informazione, di ambiente, di satira,
di comicità e di cultura denominato FLY e dalle 23.30 alle 6.00 tre programmi per adulti con parental control.
Tutti i contenuti dei programmi in alta definizione avranno l’audio in Dolby Digital 5.1.

Europa 7 HD è il primo broadcaster al mondo a trasmettere in questa nuova tecnologia.
Per poter vedere la nuova piattaforma in DVB-T2 è necessario acquistare un decoder, in vendita sul sito
www.europa7.it
e nei negozi della grande distribuzione. I marchi della grande distribuzione autorizzati alla vendita del decoder
Europa 7 HD sono, per ora, Expert, Trony, Eldo, Gruppo Elite, Dixe-Evoluzione, Comet e Ires.

Il decoder Europa 7 HD permette inoltre la ricezione dei canali trasmessi sul digitale terrestre, anche in HD,
con la tecnologia DVB-T, riesce a migliorare la qualità di tutti i canali del digitale terrestre e consente di riceverne
un numero maggiore rispetto ai decoder tradizionali, semplificando le procedure di sintonizzazione e di risoluzione
dei conflitti di numerazione.
Il decoder consente la ricezione dei programmi trasmessi in 3D se si è in possesso
del televisore 3D; Europa 7 HD, infatti, ha in progetto di inserire nel pacchetto un canale in 3D da gennaio 2011.

I primi ripetitori di Europa 7 HD sono stati accesi in Lombardia, Lazio, Campania, Abruzzo e Molise.
Entro ottobre saranno accesi i ripetitori in Emilia Romagna, Piemonte, Friuli Venezia Giulia, Puglia e Sicilia.
Entro novembre saranno accesi anche in tutte le altre regioni italiane.

La verifica della copertura del segnale può essere effettuata sul sito 
www.europa7.it .


 07 OTTOBRE 2010 - Giovedì 

Ore 18.55 - LOMBARDIA: IN ARRIVO NUOVE TV ALL NEWS.
                 Da Newslinet.
In arrivo nuove TV all news in Lombardia, tutti i dettagli da Newslinet:
http://www.newslinet.it/notizie/dtt-frenesia-informativa-locale-nel-capoluogo-lombardo

Ore 18.50 - GIAPPONE: TOKYO, PRIMA ILLUMINAZIONE PER TORRE TV "SKY TREE".
                 Dall'Ansa.
(ANSA) - TOKYO, 7 OTT - Prove di illuminazione per la Tokyo Sky Tree, la torre tv piu' alta del mondo
(634 metri a lavori ultimati) in costruzione nel centro della capitale nipponica, che la prossima settimana si "accendera"
per la prima volta in un test preliminare dell'impianto luci.
La torre, che sabato ha toccato i 478 metri di altezza,
sara' illuminata per tre ore a partire dalle 18:30 del 13 ottobre, e si trattera' dell'unica "accensione" prima
dell'inaugurazione ufficiale della struttura, prevista nella primavera del 2012.

Il test prevede l'utilizzo di 50 luci con tecnologia Led, prodotte da Panasonic, che saranno installate alla base della torre
e ai livelli di 160 e 335 metri di altezza.
La struttura sara' illuminata contemporaneamente in due colorazioni diverse,
blu chiaro "Edo Spirit" (dall'antico nome di Tokyo) e viola "Miyabi" (in omaggio alla tinta caratteristica del periodo Edo,
1603-1867). A lavori ultimati, invece, i due colori saranno alternati con cadenza quotidiana,
utilizzando un totale di 2.000 luci Led.
La nuova torre, situata nel quartiere centrale di Sumida, offuschera' la vecchia
Tokyo Tower (333 metri) inaugurata nel 1958, ed e' destinata a divenire la spina dorsale per le trasmissioni radio e tv
su frequenza digitale del Sol Levante.


Ore 18.40 - TV: DIGITALE TERRESTRE; CORECOM FRIULI, AL MOMENTO NO SLITTAMENTI.
                 Dall'Ansa.
(ANSA) - TRIESTE, 7 OTT - In Friuli Venezia Giulia, al momento, non e' previsto alcuno slittamento del passaggio dalle
frequenze analogiche al
digitale.
Lo ha reso noto il presidente regionale del Corecom (Comitato regionale per le comunicazioni), Paolo Francia,
interpellato dall'ANSA sulle ipotesi di rinvio dello switch off, in programma tra il 3 e il 15 dicembre prossimi.
"Quella dello slittamento - ha detto Francia - e' al momento solo una vaga voce, non confermata dall'Agcom,
 e quindi come tale da prendere con le molle. In Friuli Venezia Giulia, cosi' come in Veneto ed Emilia Romagna -
ha continuato Francia - un problema serio e' quello delle frequenze, che impattano contro quelle della Slovenia
e della Croazia". "Proprio ieri - ha reso noto Francia - ho avuto conferma dall'Agcom che entro un paio di settimane
sara' convocato un tavolo tecnico, per cercare di risolvere il problema. Se il problema viene risolto, le probabilita'
di slittamento sono minime. Se invece il problema non viene risolto, lo slittamento e' pressoche' inevitabile".
Proprio in vista di questo tavolo tecnico - ha aggiunto Francia - le televisioni del Friuli Venezia Giulia, del Veneto
e dell'Emilia Romagna che avevano fatto ricorso al Tar, chiedendo la sospensiva, hanno sospeso questa loro richiesta,
per cui domani non ci sara' alcun pronunciamento della giustizia amministrativa.
"Rispetto alla Lombardia, inoltre - ha concluso Francia - Friuli Venezia Giulia, Veneto e Emilia Romagna hanno
problemi diversi. Le tre Regioni, infatti, sono state considerate dall'Agcom un'unica area tecnica,
le cui problematiche procedono di pari passo".


 06 OTTOBRE 2010 - Mercoledì 

Ore 17.25 - LE DATE DETTAGLIATE NEL NORD ITALIA DEGLI SWITCH-OFF PER PROVINCIA.
   
                     http://www.frt.it/allegati/Date_%20switch-off_Area003_2010_0929.pdf



 05 OTTOBRE 2010 - Martedì 

Ore 22.35 - TV: TAGLIO DEL NASTRO PERI IL COLOSSI DELL'HOME SHOPPING QVC, IN ONDA DA VENERDI'.
                 Dall'Adnkronos e dall'Ansa.
(ADNKRONOS) - BRUGHERIO (MILANO), 29 SET - E' tutto pronto per lo sbarco in Italia del colosso dell'home shopping
televisivo statunitense QVC. Si e' inaugurata oggi a Brugherio infatti la sede operativa italiana del canale americano
leader del settore delle televendite (con un fatturato di circa 7,5 miliardi di dollari, 10,6 milioni di clienti nel solo 2009
e 17.000 dipendenti nel mondo), che inizia le trasmissioni in Italia, venerdi' primo ottobre sia sul digitale terrestre che
sul satellite (TivuSat canale 34 e Sky canale 475). Ad inaugurare la sede di QVC Italia, che sorge nello storico Teatro 7
di Brugherio - il piu' grande d'Europa - in un'area, quella di Brugherio-Cologno Monzese, che rappresenta un polo
fondamentale per il settore radiotelevisivo italiano, e' stato Steve Hofmann, ceo di QVC Italia.
Ma all'evento hanno partecipato anche Dario Allevi, presidente della Provincia di Monza e Brianza, il Console agli Affari
Politici-Economici degli Stati Uniti d'America Benjamin Wohlauer e Maurizio Ronchi, sindaco di Brugherio.
I lavori di ristrutturazione del Teatro 7 sono iniziati nell'agosto del 2009 e ne hanno completamente cambiato l'aspetto
dando vita ad un centro all'avanguardia per tecnologie e tutela dell'ambiente. L'edificio utilizza sistemi illuminotecnici
guidati da apparecchi per la gestione intelligente che sfruttano la luce diurna riducendo il consumo di energia elettrica,
impianti di insonorizzazione che impediscono l'inquinamento acustico e, infine, materiali riciclati e riciclabili che evitano
l'utilizzo di sostanze tossiche.
QVC e' il secondo canale televisivo americano per dimensioni, con un fatturato di circa 7,5 miliardi di dollari.
QVC propone un modello innovativo di home shopping televisivo, entrando nelle case degli utenti come un vero
personal shopper. La societa' e' stata fondata nel 1986 da Joseph Segel, un imprenditore che ha intuito le potenzialita'
di successo di un nuovo canale retail per la vendita di prodotti incentrato su tre principi: Quality, Value, Convenience.
Il fatturato di QVC nel primo anno dal lancio ha stabilito un record nella storia delle societa' americane quotate in Borsa.
Con 10,6 milioni di clienti nel solo 2009 e 17.000 dipendenti nel mondo, oggi QVC opera negli USA, nel Regno Unito,
in Germania, in Giappone e, dal 1° ottobre 2010, anche in Italia in qualita' di retailer multimediale globale, superando
per dimensioni la maggior parte dei retailer tradizionali.

Moda, bellezza, accessori, gioielli, casa, elettronica, musica, sport e benessere rappresentano il cuore dell'offerta di QVC,
che si distingue per la qualita' dei prodotti e per un alto tasso di fidelizzazione del cliente ottenuto grazie all'elevato
livello di servizio offerto, che include consegna rapida a domicilio, pagamento in contanti o con carta di credito e
possibilita' di restituire il prodotto entro 30 giorni dalla data di consegna. Ogni ora di programmazione su QVC
e' espressamente studiata intorno a un tema specifico per attirare l'interesse di telespettatori con profili
socio-demografici ben precisi.
La programmazione di QVC raggiunge piu' di 98 milioni di famiglie negli Stati Uniti e oltre 180 milioni nel mondo
attraverso la TV via cavo e via satellite. La popolarita' di QVC e' principalmente dovuta alla diretta TV durante
tutta la giornata (in Italia sono previste 17 ore di diretta al giorno).
Anche la vendita attraverso il sito www.QVC.com In Italia, grazie al digitale terrestre e al satellite, QVC e' gia' in grado
di raggiungere 18 milioni di famiglie e, dal 2012, sara' in grado di entrare in tutte le case degli italiani.
Negli anni QVC ha legato il suo nome a quello di brand note e riconosciute a livello nazionale e internazionale come Bose,
Dell, Balestra, Basile, Bric's, Birkenstock, Unoaerre e molti altri. La sede di Brugherio, in una sede di 15.000 mq
che ospita gli studi televisivi dotati di sistemi di registrazione e trasmissione in linea con gli standard e le tecnologie
piu' avanzate, oltre a un contact center di proprieta'.

L'edificio utilizza sistemi illuminotecnici guidati da apparecchi per la gestione intelligente che sfruttano la luce diurna
riducendo il consumo di energia elettrica, impianti di insonorizzazione che impediscono l'inquinamento acustico e,
infine, materiali riciclati e riciclabili che evitano l'utilizzo di sostanze tossiche. Il tutto per garantire un perfetto
equilibro con l'ambiente circostante, assicurare la sostenibilita' e, soprattutto, la tutela di tutte le risorse impiegate.
QVC Italia propone fin da subito prodotti di rinomati marchi italiani e internazionali, presenter italiani, contenuti e
stile in grado di soddisfare la clientela piu' esigente. Lo staff di QVC Italia, guidato dal CEO Steve Hofmann,
 contera' circa 500 persone entro la fine dell'anno, principalmente focalizzate nelle aree broadcasting, merchandising,
customer service. L'investimento per il lancio e' pari a 65 milioni di Euro.


(ANSA) - MONZA, 29 SET - Sono stati inaugurati, oggi a Brugherio, i nuovi studi televisivi di QVC,
il secondo canale televisivo americano per dimensioni, specializzato in home shopping televisivo.
Il nuovo insediamento si estende su una superficie di 15.000 metri quadrati e ospita studi dotati di sistemi di
registrazione e trasmissione in linea con gli standard e le tecnologie piu' avanzate, oltre ad un contact-center in grado
di gestire le attivita' legate alla programmazione commerciale.
Su invito del Ceo Italia Steve Hofmann, alla cerimonia di inaugurazione sono intervenute anche le autorita' cittadine
e il presidente della Provincia di Monza, Dario Allevi. "La grande sfida di QVC qui in Brianza e' una straordinaria
opportunita' di sviluppo e di lavoro per il nostro territorio, visto che entro l'anno e' prevista l'assunzione
di altre 200 persone oltre alle 300 gia' in organico - ha detto Allevi -. In un momento economico cosi' complesso
e difficile e' importante che ci siano multinazionali pronte ad investire ingenti risorse puntando sul sistema Brianza".


Ore 22.20 - BUSTA CON PROIETTILI IN REDAZIONE DI TELE ALFA A LICATA.
                 Dall'Ansa.
(ANSA) - LICATA (AGRIGENTO), 5 OTT - Una busta bianca con all'interno 3 proiettili e' stata trovata stamattina
dai
giornalisti della redazione di Tele Alfa, un'emittente televisiva di Licata. Si tratta dell'ennesimo episodio
intimidatorio che ha come bersaglio la tv licatese, gia' in passato oggetto di danneggiamenti e minacce.
Indaga la polizia.



 04 OTTOBRE 2010 - Lunedì 

Ore 23.50 - DTT AL VIA IL PROSSIMO 26 NOVEMBRE.
Venerdì 26 novembre 2010 è la data programmata da tutti i principali Broadcaster per dare il definitivo addio
alla tecnica di trasmissione analogica televisiva da Valcava, Penice e le postazioni adiacenti.
Il D Day del digitale TV cade di venerdì, ci auguriamo che tutto per quella data sia pronto, con nessun eventuale
rinvio e soprattutto senza nessun intoppo sperando che l’esperienza già vissuta nelle regioni già passate al digitale,
abbia fornito una certa esperienza sugli errori fatti e si spera non vengano ripetuti. Uno di questi è ad esempio
ricordarsi che i ripetitori installati dalle comunità montane sono alimentati anche dagli impianti analogici.
I più scaramantici recitano che ne di Marte ne di Venere non ci si sposa, non si parte ne si da principio all’arte;
ma qui si parla di TV non di matrimoni anche se è da vedere come la partenza di una diversa tecnologia insomma
va interpretata; comunque se tutto è stato pianificato a dovere, scaramanzia a parte, dovrebbe andare tutto
per il verso giusto … toccando ferro .