Da Lunedì 10 a Domenica 16 OTTOBRE 2011



COLLABORA CON "L'ITALIA IN DIGITALE"
Sei appassionato di tv e radio e vuoi collaborare inviandoci le segnalazioni e le liste della tua zona?
Contattaci alla nostra mail
italiaindigitale@libero.it e inizia subito a condividere le tue informazioni su L'ITALIA IN DIGITALE.



    VAI ALL 'ARCHIVIO NEWS 2009 /2010 


    VAI ALL 'INDICE NEWS DEL 2011 



   Vai alle NEWS dal 03 al 09 OTTOBRE 2011


Clicca sulle immagini per vederle ingrandite


 16 OTTOBRE 2011 - Domenica 

Ore 23.40 - MUX PRIMARETE LOMBARDIA: TELECOLOR, GOLD TV E SKY.
Ch.61 mux PRIMARETE LOMBARDIA:
L'emittente di Crema (CR) TELECOLOR (LCN 18) ha trasmesso un programma dell'emittente Gold TV di Roma con i loghi sovrapposti. Inoltre vi facciamo notare nell'immagine calcistica come venga opportunamente occultato in alto a destra il logo di Sky Sport, infatti in alto a sinistra si distingue chiaramente la tipica ed abituale grafica dei risultati utilizzata dalla piattaforma satellitare.



Ore 21.55 - AGGIORNATA LA LISTA LCN DI ROMA.
Dopo le ultime novità abbiamo aggiornato la LISTA LCN ROMA.
Consultala per facilitarti nella sintonia e nella ricerca dei canali nelle liste memorizzate sui vostri decoder e tv o per semplice curiosità.

Ore 19.35 - MUX TELE 7 LAGHI: AGGIORNATO LO Z@PPING TV E LISTA CANALI.
Ch.34 (Lombardia) mux TELE 7 LAGHI:
Abbiamo aggiornato l'elenco dei canali e lo z@pping tv di questo mux nella lista delle emittenti che si ricevono a Milano, ecco nel dettaglio i canali e le relative posizioni LCN.


74 - TELE7LAGHI
215 - TELESETTELAGHI DUE
298 - PRIMANTENNA
625 - TELESETTELAGHI TRE
684 - TELESETTELAGHI PLUS
685 - LA TV
686 - PREALPI TV

- telePAVIA


Canale 34 UHF - Mux TELE 7 LAGHI - Z@pping TV


Ore 18.25 - MUX TVISION 2: REALIZZATO LO Z@PPING TV.
Ch.21 mux TVISION 2:
Abbiamo realizzato lo z@pping tv del mux TVISION 2 trasmesso sul canale 21 Uhf. Mancano le immagini del canale UDINESE CALCIO, con LCN 687, in quanto con il programma con cui realizziamo lo z@pping lo schermo rimane nero. Forse vengono trasmesse in un formato strano, anche su una normale TV le immagini risultano deformate.

Canale 21 Uhf - Mux TVISION 2 - Z@pping TV


Ore 17.55 - MUX T9: PROBLEMI TECNICI DI T9 CON GALAXY TV.
Ch.43 mux T9:
Problemi tecnici sul canale T9, con LCN 13, che sta ritrasmettendo una televendita di GALAXY TV. Di continuo il video si blocca e va a nero, come potete vedere dalle immagini e dal breve video che vi alleghiamo. Molto probabilmente la fonte da cui T9 attinge il segnale di Galaxy TV arriva con scarso livello, e in più i due loghi risultano sovrapposti.



T9 - Problemi tecnici con GALAXY TV


Ore 17.15 - SKY TG24: CURIOSO SOSPIRO IN ONDA.

Nel pomeriggio di oggi su Sky TG24 è andato in onda questo servizio, al termine prima di rientrare in studio si sente un "gemito" di soddisfazione. Non sembra la giornalista che prende fiato ma proprio un segno di rilassamento o appunto estrema soddisfazione... Notate lo sguardo attonito del giornalista alla destra del bancone al rientro in studio.


Curioso sospiro a Sky TG 24


Ore 16.55 - MUX PIU' BLU LOMBARDIA: TELE TV E ODEON TV.
Ch.25-54-55-68-69 mux PIU' BLU LOMBARDIA:
L'emittente Tele TV (LCN 12) sta trasmettendo una televendita di gioielli di Odeon TV con i loghi sovrapposti.



Ore 16.35 - SPORTELLO TV DIGIT@LE: E' ARRIVATA NUOVA POSTA DA ROMA.
Ci scrive Andrea da Roma.
Ecco in dettaglio la sua email con la nostra risposta, che potete leggerla anche nella pagina dello SPORTELLO TV DIGIT@LE.
"Andrea Torvergata Roma. problemi su 7gold ogni tanto schermo viola ma torna subito il segnale lo stesso problema anche con Odeon tv schermo nero ma dura un paio di minuti. Volevo poi sapere che fine a fatto canale 5+1? E pure rete4+1  e italia1 +1. Grazie per la risposta."
Rispondiamo subito: Salve, nel momento che ci ha inviato l'email, cioè pochi minuti fa, abbiamo subito monitorato i segnali dei canali di cui lamenta i problemi, che lei riceve come noi dalla stessa postazione, cioè Monte Cavo. Non abbiamo rilevato nessun problema sui suddetti canali, 7 Gold sul canale 32 è perfettamente ricevibile con segnale e qualità più che ottimi e non c'è nessuna interruzione, lo stesso per Odeon tv sul canale 66 mux Telecampione, segnale e qualità stabile e ottima. Riceviamo anche perfettamente Canale 5 +1, sul canale 56 mux Mediaset 5...... Ma nel momento che vi stiamo rispondendo abbiamo notato anche noi per un attimo lo schermo viola su 7 Gold, molto probabilmente dovuto ad un problema di emissione della stessa 7 Gold. Su Odeon TV non notiamo però nessun schermo nero. Per quanto riguarda Rete 4 +1 e Italia 1+1 per il momento a Roma non sono più ricevibili. Trasmettevano sul canale 58 mux MEDIASET 6, spento da alcuni mesi in quanto quella frequenza è stata messa all'asta del Beauty Contest, ma sicuramente verrà riassegnata a Mediaset e nei prossimi mesi i due canali +1 torneranno visibili. Per Canale 5+1 le consigliamo una nuova risintonizzazione in quanto è passato dal canale 58 al mux del canale 56. Grazie per averci scritto. Cordiali saluti.

Ore 16.05 -  DTS  - MUX TELEIBLEA: MIGLIORATO IL SEGNALE DEL CANALE 50 DA MONTE ARCIBESSI (RG).
Ch.50 mux TELEIBLEA:
E' stato sistemato il segnale del mux TELEIBELA sul canale 50 dalla postazione di Monte Arcibessi a Chiaramonte Gulfi, in provincia di Ragusa. Adesso è molto pulito e si nota dalla brillantezza delle immagini.









Ore 13.25 - COMIZI D'AMORE DI SANTORO: LE TV LOCALI CHE LO TRASMETTERANNO.
"COMIZI D'AMORE" la nuova trasmissione condotta da Michele Santoro in onda dal 3 novembre 2011, sarà trasmessa dalle seguenti tv locali:
Valle d'Aosta e Piemonte: Telecupole, Videogruppo
Liguria: Primocanale
Lombardia: Telelombardia
Veneto: Telenuovo, Antenna 3 NordEst
Trentino Alto Adige: RTTR
Friuli Venezia Giulia: Free
Emilia Romagna: Telesanterno, Telereggio, Trc Telemodena, Nuovarete, DI.TV
Toscana: Rtv 38
Umbria: Umbria Tv
Marche: Tv Centro Marche
Lazio: T9, Teleroma 56
Abruzzo: Rete 8
Molise, Puglia e Basilicata: Telenorba
Campania: Telecapri
Calabria: Videocalabria
Sicilia: Antenna Sicilia
Sardegna: TCS Telecostasmeralda
Oltre ad esse a trasmettere il programma sara' il canale 504 di sky, SKY TG24 Eventi, alcuni canali satellitari e siti internet.
Sito ufficiale del programma: http://www.serviziopubblico.it  http://www.comizidamore.it


Ore 12.35 - MUX TELENOVA: INSERITO IL LOGO DI TELENOVA 4 IN LOMBARDIA.
Ch.59 mux TELENOVA:
Da qualche giorno era stato attivato il canale TELENOVA TN4 (LCN 663) anche in Lombardia, ma trasmetteva senza logo (questo canale era già attivo da tempo nel mux di TELESUBALPINA in Piemonte). Ora anche in Lombardia è stato inserito il nuovo marchietto dell'emittente. Abbiamo aggiornato lo z@pping del canale 59 nella lista delle emittenti che si ricevono a Milano.




Canale 59 Uhf - Mux TELENOVA - Z@pping TV



 15 OTTOBRE 2011 - Sabato 

Ore 22.50 - RAI MUX 1 - TRENTINO: ATTIVATA L'EPG IN TEDESCO E LADINO SU RAI 3 S-BZ.
RAI Mux 1 - TRENTINO ALTO ADIGE:
E' stata attivata in questi giorni sul canale Rai 3 S-BZ, con LCN 103, la guida EPG anche per i programmi della Rai Sender Bozen, sia in tedesco che in ladino. Come potete vedere dalle immagini, che vi alleghiamo, sono presenti solo i titoli dei programmi senza il dato dei "dettagli". Durante la programmazione in simulcast con il canale Rai 3 TGR Trentino risulta presente una guida EPG differente, durante l'edizione regionale del telegiornale c'è la dicitura TGR Regione - Trentino Alto Adige invece del generico TGR Regione.
Modificati anche i parametri di trasmissione del RAI MUX 1 - TRENTINO con un intervello di guardia ora a 1/4 rispetto al precedente 1/16, perdendo così capacità trasmissiva del mux con il conseguente abbassamento del bitrate dei canali tv.





Ore 19.05 - DTT: BANDO PER ASSEGNAZIONE FREQUENZE E LCN ALLE TV MARCHIGIANE.
Il Ministero dello Sviluppo Economico - Dipartimento per le Comunicazioni - ha adottato il bando per l'assegnazione delle frequenze in tecnica digitale terrestre alle emittenti televisive locali della regione Marche, area tecnica da digitalizzare nel corso dell'anno 2011. I soggetti legittimamente abilitati alla trasmissione radiotelevisiva locale operanti in tecnica analogica e/o digitale, devono far pervenire la domanda di inserimento nella graduatoria di cui alla suddetta normativa entro e non oltre il 35° giorno dalla data di pubblicazione del presente bando nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana. Inoltre  è on line il bando recante il “Piano di numerazione automatica dei canali della televisione digitale terrestre, in chiaro e a pagamento, modalità di attribuzione dei numeri ai fornitori di servizi di media audiovisivi autorizzati alla diffusione di contenuti audiovisivi in tecnica digitale terrestre e relative condizioni di utilizzo” (LCN).
http://www.sviluppoeconomico.gov.it/images/stories/documenti/detremina_Regione_MARCHE_LCN.pdf
http://www.sviluppoeconomico.gov.it/images/stories/documenti/determina_Regione_MARCHE.pdf


Ore 18.25 - IL VIDEO ON DEMAND TI SEGUE OVUNQUE.
Gli operatori italiani credono nella tv-piattaforma: Telecom Italia, Fastweb e Tiscali stanno creando contenitori con film via internet, applicazioni come Facebook e Youtube, notizie, meteo e video di terze parti. E si stanno impegnando a diffondere questi contenitori su vari terminali diversi. Su televisori, cellulari, tablet, lettori blu-ray, decoder del digitale terrestre.
L'utente può così accedere alla piattaforma utilizzando i prodotti che ha già, con qualsiasi connessione internet. Accende la tv e vi trova, tra i menu, la piattaforma dell'operatore. Oppure può scaricarla gratis, come applicazione, per il cellulare e il tablet. In questo caso, può vedere i contenuti direttamente su questi ultimi oppure collegandoli alla tv di casa.

Risultato, diventa più facile accedere a contenuti extra, via internet, sul televisore. E poi ritrovarli, tali e quali, quando si è in mobilità. Le formule dei tre operatori sono però molto diverse tra loro. Fastweb si concentra su film e video, per i quali sta costruendo il maggiore contenitore italiano (obiettivo, 800 titoli entro dicembre). Ha scelto di non mettere sulla propria piattaforma ChiliTv e altre cose, come le applicazioni internet, perché gli utenti possono trovarle comunque sulle proprie tv o cellulari connessi. La piattaforma Fastweb al momento ha il più ampio numero di prodotti supportati, grazie ad accordi con Lg, Samsung (in futuro, Philips, Sharp). Tiscali al contrario è ancora agli inizi, quanto ad accordi (Tvbox è solo su un lettore); ha scelto contenuti alternativi (tantissime web tv, niente film) e applicazioni internet.
Telecom Italia, con Cubovision, ha un approccio più ampio, quindi ha un po' di tutto; è la sola inoltre a offrire film 3D. «Per seguire quello che ci chiedeva il pubblico, nel 2011 ci siamo concentrati sulla costruzione di un'offerta di canali (al momento ne abbiamo 25), molto apprezzata dai nostri clienti perché riduce la complessità», dice Paolo D'Andrea, responsabile innovative Vas di Telecom. Tempo fa aveva promesso il lancio di un application store, ma l'ha rimandato a quando «la richiesta del pubblico andrà in quella direzione». Continua a lavorare anche ad accordi con i produttori, da affiancare a Samsung. Cubovision dovrebbe arrivare anche sul portale accessibile dai treni Frecciarossa. La piattaforma più matura è per ora ChiliTv, grazie al fatto di essere molto specializzata. Ma le altre due piattaforme hanno buone potenzialità.

Da Telecom ci si può aspettare che ampli il numero di contenuti dei singoli canali; da Tiscali che metta un po' di ordine nell'offerta. Da entrambi, soprattutto da Tiscali, che estendano il supporto a prodotti diversi. Quello che conta, comunque, è che gli operatori hanno già fatto una svolta concettuale. Dal mondo chiuso dell'Iptv (portali accessibili solo agli utenti delle loro offerte banda larga) a quello, tipicamente internet, della piattaforma: aperta a prodotti diversi e a tutti gli utenti. «Un cambio di strategia che ci servirà a diffondere le connessioni internet di qualità in Italia», spiega Giorgio Tacchia, responsabile tv di Fastweb.

Tratto da: http://www.ilsole24ore.com/art/tecnologie/2011-10-14/video-demand-segue-ovunque

Ore 16.30 - MILANO: NUOVO TRALICCIO SUL PIU' ALTO GRATTACIELO.
A Milano in zona Porta Nuova oggi è stato installato un nuovo traliccio su un nuovo grattacielo a 230 mt. da terra. Ne ha parlato il TG3R Lombardia, per ora c'è solo il traliccio senza antenne. Lo hanno montato in quanto quello è il grattacielo più alto della città, si prevede che qualcuno metta delle antenne. Ecco alcune immagini durante l'installazione avvenuta per mezzo di un elicottero.
Un video con le immagini lo potete vedere cliccando sul link seguente. http://www.milanocam.it/PortaNuova_1/movies_archive



Ore 12.45 - MUX GOLD TV: ARRIVA TV7 NEWS AL POSTO DI TV7 TRIVENETA NETWORK, AGGIORNATO LO Z@PPING TV.
Ch.46 mux GOLD TV:
E' arrivato un nuovo canale, TV7 NEWS, con LCN 613. Ha preso il posto di TV7 Triveneta Network, altra emittente dello stesso gruppo televisivo di Padova. Come potete vedere dalle immagini e dal breve video che vi alleghiamo, passa in continuazione un ticker che annuncia che TV7 TRIVENETA NETWORK si è spostata nel Lazio alla numerazione 642. Infatti, come vi abbiamo comunicato in una news del 13 ottobre scorso, questa emittente è ora sintonizzabile in quella posizione LCN nel mux di TELE A+ sul canale 21 UHF.
Abbiamo aggiornato la pagina con i dettagli tecnici di tutti i canali e lo z@pping TV del multiplex GOLD TV, cha trasmette sul canale 46 UHF.



TV7 NEWS - MUX GOLD TV


Canale 46 Uhf - Mux GOLD TV - Z@pping TV


Ore 11.30 - CANALE 10 NELL' ORBITA DELLA LAZIALE GOLD TV.  
Il primo ad accorgersene e' stato il sito FirenzeMedia di Massimiliano Marchi che da Domenica 9 Ottobre propone un screenshot dove il logo di Canale10 compare abbinato a quello di GoldTv Italia. NewsLinet.it racconta di piu'! Il primo ad accorgersene e' stato il sito FirenzeMedia di Massimiliano Marchi che da Domenica 9 Ottobre propone un screenshot dove il logo di Canale10 compare abbinato a quello di GoldTv Italia. NewsLinet.it racconta di piu'! Anche noi ci siamo accorti di qualcosa, perche' il Mercoledi' sera va in onda in prima serata il Circo di Latina, uno spettacolo ben realizzato. Nell'articolo su FirenzeMedia leggiamo che ..L'emittente fiorentina CANALE 10 ritrasmette i programmi di GOLD TV ITALIA di Roma. A quanto pare, dunque, le trattative con il gruppo editoriale laziale sarebbero giunte a buon fine. In attesa di avere maggiori informazioni ed ulteriori conferme sull'ennesimo passaggio di mano nella storia travagliata di questa emittente, qua sotto potete vedere uno screenshot dove evidenziamo che il logo di CANALE 10 rimane tuttora in sovraimpressione seppure posizionato in basso a sinistra del teleschermo...
Lunedi' 10 Ottobre gli fa eco anche NewsLinet.it che scrive (in un articolo intitolato Tv locali. Toscana: forse finita la crisi di Canale 10) anche qualcosa di piu' ...La crisi infinita dell�emittente di Firenze Canale 10, dal febbraio 2011 in gestione alla Iasu Limited di Gennaro Ruggiero, sembrerebbe essersi conclusa. Dalla serata di sabato 8 ottobre, infatti, l'emittente ritrasmette i programmi di Gold Tv Italia di Roma, canale con aspirazioni nazionali (entro il 2012) del gruppo che ha sede in via Giacomo Peroni 130 a Roma.... Gold Tv Italia allo stato copre Piemonte, Val d'Aosta, Lombardia, Veneto, Friuli Venezia Giulia, Emilia Romagna, Lazio, Campania, Sardegna e nella provincia di Bolzano. Con l�acquisizione di Canale 10, la superstation coprir� le regioni mancanti di Toscana, Umbria, Marche e Liguria. La stazione trasmette informazione, notiziari e rassegne stampa a carattere nazionale affiancati ad approfondimenti e programmi di intrattenimento. Il gruppo possiede anche un altro canale regionale, Gold Tv, che ha sede in viale delle Industrie 52 a Terracina (Latina)...
  Dice il nostro Giancarlo Passarella.. La tv laziale e' una struttura sana ed anche con l'occhio lungo in campo musicale: io sono stato ospite diverse volte del programma Dizionario dei Sentimenti con Franco Simone ed ho dunque toccato con polso la loro professionalita'. Per la pluralita' dell'informazione toscana e per ben prepararsi al passaggio al digitale terrestre, mi auspico veramente che Canale10 possa avere con GoldTv un futuro piu' roseo...
Dovete sintinizzarvi su questa emittente se volete vedere un programma dove si parla di musica e la si suona in duetti tra diverse generazioni di musicisti: qui in foto proprio Franco Simone in compagnia di Marco Sciscione, dirigente di GoldTV Italia.

Tratto da: http://www.musicalnews.com/articolo

Ore 11.25 - IL MATRIMONIO TRA MEDIASET E DMT ALLA FINE SI FARA'.
Il matrimonio tra Dmt e Mediaset alla fine si farà. Cara Goldenberg, l'agguerrita attivista del fondo hedge Permian e la fronda dei soci di minoranza hanno dato l'ok alla fusione che farà nascere il primo gestore di torri tlc in Italia. L'esito dell'attesa assemblea era tutt'altro che scontato, anche perché per la prima volta in Italia si applicava la nuova legge che dà il potere alle minoranze di imporre un'Opa. A inizio estate Permian, secondo azionista di Dmt alle spalle del fondatore Alessandro Falciai, si era messo di traverso e una serie di frizioni con Mediaset avevano rischiato di far saltare tutto.
Ora invece Falciai brinda all'operazione della vita: è riuscito a farsi valutare l'azienda 300 milioni, quasi il doppio di quanto Dmt capitalizza, incassa ma rimane socio di minoranza. Soprattutto trova il partner cercato per anni. Fin dalla quotazione, dieci anni fa, Dmt aveva infatti puntato a fare il gran salto, con un'aggregazione che l'avrebbe portata a essere un player di primo livello. Tentativo senza esito. Ora ci riesce, ma lo scotto da pagare è la rinuncia al vanto di unico tower operator indipendente sul mercato (perché post-fusione sarà Mediaset l'azionista di maggioranza). In pratica Dmt ritorna a casa, visto che era nata proprio da una costola di quella Elettronica Industriale che adesso ha conferito i suoi asset dentro Dmt, ma così l'azienda si consolida e raggiunge quella dimensione critica per diventare l'ago della bilancia del mercato.
Sei mesi fa, quando fu annunciato, il matrimonio sembrava avvantaggiare più l'eterna promessa sposa Dmt che Mediaset. Nel frattempo, però, il mondo è cambiato e il crollo dei mercati ha ribaltato completamente le prospettive: paradossalmente il sì definitivo all'operazione delle torri oggi è una buona notizia più per Mediaset che per Dmt. Dopo un'estate nera che ha visto bruciare metà della capitalizzazione in Borsa, il colosso tv della famiglia Berlusconi arriva all'appuntamento dell'autunno con vari e spinosi nodi da sciogliere. Il mercato pubblicitario è di nuovo sott'acqua, come e più dell'anno nero 2009, e gli analisti a settembre sono corsi a tagliare le stime di raccolta per l'Italia sull'intero anno: il 2011 dovrebbe adesso chiudersi con ricavi pubblicitari a 2,6 miliardi (2,8 miliardi totali contando anche la pay tv), in calo di quasi il 6 per cento. Non vanno meglio nemmeno le previsioni per la Spagna, dove il mercato soffre ancora di più la recessione. L'affondo nelle torri tv si rivela il jolly su cui puntare, in un periodo molto competitivo: Mediaset e Sky sono da tempo in guerra per il dominio del mercato tv e se finora lo scontro è rimasto marginale, con Mediaset a dominare la tv generalista e gratuita; Sky re incontrastato sul satellite, a breve il quadro è destinato a mutare. Già Mediaset, con il lancio di Premium, è sbarcato nella pay tv, facendo concorrenza a Sky sullo sport e sui film. Dal prossimo anno, poi, il canale di Rupert Murdoch potrà entrare nel digitale terrestre.

Tratto da: http://www.ilsole24ore.com/art/finanza-e-mercati/2011-10-15/alla-fine-anche-fondi

Ore 11.20 - TRUFFA TV DELL'IPHONE 4: IL CASO PARTITO DA SUZZARA.
Il nuovo telefonino acquistato ad una televendita, ma nel pacco ci sono anellini La vicenda arriva a Striscia la notizia, 90mila euro il danno procurato in Italia
Grazie al tempestivo intervento dei Carabinieri di Suzzara, che hanno svolto una rapida indagine, è stata sventata una truffa ai danni di una famiglia suzzarese che aveva acquistato da una televendita di Canale Italia (canale 84 del digitale terrestre), un iPhone 4 di ultima generazione ad un prezzo conveniente: 299 euro. Dentro il pacco però non c’era l’ambito smartphone ma una serie di anelli del valore di pochi euro. La denuncia, partita d’ufficio dai Carabinieri di Suzzara, supportata dal pubblico ministero Fabrizio Celenza della Procura di Mantova ha fatto emergere che la ditta che ha commissionato la televendita dell’Iphone 4 stava attuando una truffa su scala nazionale.
Della vicenda si è interessata anche “Striscia la Notizia” che ha mandato in onda il servizio domenica 9 ottobre: i truffati sarebbero tremila per un danno complessivo di circa 90mila euro.
Tutto è cominciato domenica 4 settembre a casa di Pietro Baroni, 40 anni, titolare di un’azienda di via Zara Zanetta 92, che produce alimentari. La figlia 14enne stava guardano una televendita su Canale Italia dove veniva proposto l’iPhone 4 al prezzo di 299 euro con consegna in contrassegno. Considerando che lo smartphone di ultima generazione nei negozi tradizionali viene venduto intorno ai 750 euro, la ragazza ha chiamato subito il numero verde per ordinarlo.
Il 27 settembre l’amara sorpresa: a ricevere il pacco dal corriere Tnt Traco, ignaro di tutto, è stata la madre Stella Zanardi che, sentendo la poca consistenza e lo scarso peso, ha chiesto se poteva aprire l’involucro per controllare la merce, ma il corriere ha sostenuto che non era possibile dato che una “legge governativa” lo vietava.
Dopo aver pagato in contanti 299 euro più le spese di spedizione, una volta in casa ha aperto il pacco : in una scatola c’erano soltanto una decina di anelli di poco valore. Immeditata la telefonata al Customer service della Tnt Traco che però non ha dato l’esito sperato. A Pietro Baroni non è rimasto altro che rivolgersi ai Carabinieri di Suzzara per denunciare la truffa. «Ringrazio di vero cuore il comandante Onorato Anzisi e il vicebrigadiere Giancarlo Baglivo per la sua grande disponibilità, la rapidità e la prontezza nel risolvere il caso». La merce è stata immediatamente posta sotto sequestro mentre il denaro è stato recuperato e restituito alla vittima della truffa. Anche la Tnt Traco, dopo aver saputo come sono andate le cose si è costituita parte civile per lesa immagine.
Tratto da: http://gazzettadimantova.gelocal.it/cronaca/2011/10/14/news/truffa-tv-dell-iphone-4-il-caso-partito-da-suzzara


 14 OTTOBRE 2011 - Venerdì 

Ore 23.55 - SPORTELLO TV DIGIT@LE: E' ARRIVATA NUOVA POSTA DA FORLI'.
Ci scrive Giorgio da Forlì.
Ecco in dettaglio la sua email, che potete leggerla anche nella pagina dello SPORTELLO TV DIGIT@LE.
"Ciao a tutti...da maggio Emilia Romagna e' passata al dt.Ma da allora in alcune zone della citta'(Forli') i segnali per i canali rai nei tasti 1/2/3 sono confusi quando non arrivano proprio. Consultati: antennisti,tecnici della marca del tv...tutto e' ok. Il fatto e' che ci siamo accorti che da maggio sui canali 1/2/3 e News della RAI il segnale arriva dal canale 51 che ' quello di S.Marino e non da Bertinoro (can.24) come tutti gli altri che vedo benissimo.Abitando a pochi km(io vedo benissimo il colle dal mio terrazzo) non si spiega.I tre canali rai li trovo ai numero 895/96/97 etc.. e QUESTI SI che provengono dal can.24 di Bertinoro ! Ho contattato un tecnico della TV di S.Marino: e' il loro segnale che mi arriva..avendolo amplificato moltissimo col passaggio al ddt.-mi viene detto.E non puo' farci niente(!) Contattati telefon.e via mail, tecnici di raiway: non se lo spiegano(o sono impreparati,penso io) uno mi ha detto che "deve telefonare a Roma" (sic!) Mah...un mistero: sono venuti piu' antennisti nel ns, condominio..l'antenna e' posizionata benissimo(come prima).Le ho provate tutte)migliaia di risintonizzaz.) ma il canale 51 di S.Marino mi entra sempre nei tre canali RAI. Avete un suggerimento,un aiuto? Grazie di cuore. Giorgio.
"

Ore 23.50 - RETE 8: PRESENTATO IL NUOVO PALINSESTO.
Ricco il palinsesto della nuova stagione di Rete8, presentato ieri sera (mercoledì 12 ottobre) all'Aurum nel corso di un party. Per l'occasione è stato proiettato un video di circa 20 minuti per sintetizzare le novità di quest'anno. Programmi innovativi e consolidati: dalla rassegna stampa alle trasmissioni di informazione, intrattenimento, economia, cultura, sport e gastronomia. Non mancheranno poi le dirette che Rete8 continuerà a seguire per gli eventi più importanti.
Tra le novità dell'anno, secondo quanto riferito dal direttore Pasquale Pacilio, i "Comizi d'amore " di Michele Santoro che torna in esclusiva per l'Abruzzo proprio su Rete8, a partire da giovedì 3 novembre. Da domani, invece, parte "Prima Pagina", il nuovo programma politico condotto dal giornalista Paolo Mastri, capo servizio della redazione di Pescara de "Il Messaggero". «Stiamo per passare al digitale terrestre - dice Pacilio - e nasce, così, un canale tematico interamente dedicato allo sport. E in futuro, quando trasmetteremo solo in digitale e non più in analogico, i canali tematici si moltiplicheranno».  Alla serata di ieri hanno partecipato rappresentanti della politica, delle istituzioni, del mondo imprenditoriale, sociale e culturale e tutta la squadra di Rete8 : direttori, giornalisti, presentatori, staff tecnico e personale amministrativo.

Tratto da: http://www.quotidianodabruzzo.it/cultura/12203/rete8-il-palinsesto-della-nuova-stagione

Il nuovo palinsesto di Rete8


Ore 23.45 - INCONTRO IN REGIONE PER I LICENZIAMENTI A TELETIRRENO.
Firenze: Si è svolto stamani in Regione, nella sede dell'assessorato alle attività produttive, l'incontro richiesto dalla Cgil Toscana e Grosseto e da Assostampa Toscana per i licenziamenti dei dipendenti di Teletirreno per “cessazione attività”. All'incontro, tra gli altri, erano presenti Lorenzo Centenari segretario della Cgil grossetana, accompagnato da Giovanni Lanti, presidente e vice di Ast, Paolo Ciampi e Nazzareno Bisogni. I sindacati hanno evidenziato l'assoluta anomalia dei licenziamenti individuali “senza l'apertura di nessuna delle procedure previste” ed hanno chiesto alla rappresentante della Regione, Rosa Dello Sbarda, un impegno “per riportare la situazione nel solco delle normali relazioni sindacali”, convocando, in primis, l'azienda. L'incontro è servito anche per evidenziare la pesante situazione che quasi certamente verrà a crearsi nel settore dell'emittenza privata con il passaggio al digitale terrestre. La Dello Sbarda ha condiviso le preoccupazioni dei sindacati e si è detta disponibile a individuare percorsi di confronto. Nel frattempo venerdì prossimo 21 ottobre il sindacato dei giornalisti sarà a Grosseto per due appuntamenti nel palazzo della Provincia. Alle 13,30 incontrerà i dipendenti di Teletirreno raggiunti dalle lettere di licenziamento, seguirà alle 14,30 un incontro pubblico organizzato dalla Cgil di Grosseto con tutti gli operatori dell'informazione.
Tratto da: http://www.maremmanews.tv/it/index.php?option=com_content&view=article&id=14364:incontro-in-regione-per-i-licenziamenti-a-teletirreno

Ore 19.45 - SANREMO: IL VIDEO Z@PPING TV DOPO LO SWITCH OFF.
DjAndrea, utente di digital forum, ha realizzato un nuovo video, questa volta si tratta dello z@pping tv dei canali free ricevuti dal suo impianto d'antenna a Sanremo (IM).

Zapping dei canali free dopo lo switch off a sanremo


Ore 19.30 - A TELECITY SI FA IL PUNTO SUL DIGITALE TERRESTRE.
Il presidente dell'Associazione Ligure Antennisti Nicola Crast
a è stato ospite del talk show Aria Pulita di TeleCity 7 Gold ed ha risposto alle telefonate dei telespettatori che ponevano domande sul digitale terrestre in Liguria. Ecco il video del programma.

LIGURIA: Parliamo di digitale terrestre

 

Ore 19.15 - SPORTELLO TV DIGIT@LE: E' ARRIVATA NUOVA POSTA DALLA PROVINCIA DI PAVIA.
Ci scrive Luca dalla provincia di Pavia.
Ecco in dettaglio la sua email, che potete leggerla anche nella pagina dello SPORTELLO TV DIGIT@LE.
"Ciao sono Luca, vi scrivo dalla provincia di Pavia, e vorrei sapere perché nella zona dei comuni di: Bressana Bottarone, Cava Manara e san Martino Siccomario non si riceva ne il nuovo canale Cartoonito ne Iris mentre da qualche mese ricevo Boing nonostante sia trasmesso sull’ MDS2. Mi sapreste dire quando verrà sistemata o completata la copertura????
"

Ore 13.45 - I PRIMI GIORNI DELLO SWITCH-OFF IN LIGURIA.
Tranquillizza, come sempre, il Ministero dello Sviluppo Economico, si levano invece voci di protesta e vengono denunciati disservizi sul territorio. Lo switch-off ligure sta procedendo un po’ come i precedenti…
Un rompicapo. Può sembrare il termine esatto per definire il passaggio al digitale terrestre della Liguria, partendo dal Ponente, la provincia di Imperia, e arrivando via via al Savonese e poi oltre. Nella nota ufficiale del Ministero, “è positivo, dopo i primi tre giorni, il bilancio del passaggio alla televisione digitale in Liguria. Le operazioni tecniche si sono svolte regolarmente coinvolgendo 551 impianti su un totale di circa 2300, con il costante monitoraggio dei laboratori fissi e mobili dell'Ispettorato territoriale del Ministero”. Andando a toccare le cose con mano possiamo dire che non è stato tutto rose e fiori.
Se sui comuni costieri (vedi Ventimiglia, Bordighera o Ospedaletti) allo scoccare del 10 ottobre le cose sono filate relativamente lisce (in alcune zone, anche del centro cittadino di Bordighera servite dal ripetitore di piano Moreno, non c'era segnale), non altrettanto si può dire di paesi dell'entroterra o vallate dal nome quasi esotico, come Vallebona e Vallecrosia o paesi come Camporosso, Isolabona, San Biagio della Cima, Seborga (il noto principato con una sua moneta che nessuno riconosce). Qui il passaggio dalla Tv analogica al digitale non è stato poi indolore. E così giornali e siti web d'informazione locale sono stati presi d'assalto dalle critiche dei “poveri” utenti. Inoltre anche nei giorni successivi allo switch-off nelle zone di Ventimiglia e Bordighera molti decoder registravano come un segnale criptato quello di RaiUno e RaiDue, mentre tutti gli altri canali del pacchetto Rai erano perfettamente visibili (tra questi RaiTre, i due Rai Sport e gli altri).
Mettiamoci l'orografia della Liguria, con poche valli e monti a picco sul mare, mettiamoci tutto il resto, comprese persone che ignoravano del tutto il passaggio dall'analogico al digitale e il quadro, al solito, non è roseo. Nelle valli imperiesi molti paesi si sono trovati divisi in isolati: quelli che riuscivano a catturare il segnale e quelli che si sono trovati con la televisione muta, prevalentemente anziani. Per aiutarli si mobiliteranno, dal 17 ottobre, gli alunni delle medie superiori del Polo Tecnologico di Imperia (Istituti Itis Galilei, Nautico Doria, Ipssct Calvi), anche con interventi a domicilio, per adeguare i televisori al passaggio al digitale terrestre nella provincia imperiese. Un'iniziativa in collaborazione con la Provincia che mette a disposizione un mezzo per lo spostamento dei circa 30 studenti volontari che offrono il servizio.
A Sanremo, la città più importante della provincia, il passaggio è avvenuto nella mattinata dell'11. Partendo da Mediaset in prima mattinata alle 10.30, tutti i segnali analogici sono stati spenti ed anche le locali hanno acceso il loro nuovo segnale digitale come Telenord ed Imperia Tv mentre il bouquet Primocanale era già acceso dal 10 ottobre. La situazione, a detta dei tecnici, è stata “meno problematica del previsto” e i più fortunati sono stati gli utenti delle zone centrali della città: Ma i tecnici che erano alle prese con il ripetitore di Monte Bignone (che insieme a quello di Coldirodi serve Sanremo e dintorni) hanno segnalato abbassamenti e innalzamenti dei segnali che sono andati avanti per tutta la giornata.
Passando poi al giorno 12, verso il Levante ligure il primo disservizio è stato segnalato ad Andora, primo comune della provincia di Savona coinvolto dallo switch-off, dove per poco più di un'ora nella mattinata di mercoledì si è verificato un black out Tv, dal momento che i tecnici hanno spento il segnale analogico con un'ora e mezzo di anticipo rispetto all'orario previsto delle ore 10. I telespettatori di Ventimiglia, invece, dopo il primo giorno di DTT, si sono ritrovati con lo schermo 'nero', probabilmente a causa dalle interferenze con le frequenze francesi (il Ministero ha comunicato che il disservizio potrebbe durare 2 o 3 giorni). Oggi è toccato ai comuni costieri del Savonese (come Alassio, Garlenda, Ceriale) e alle località più all'interno Nasino, Castelvecchio, Erli, Castelbianco, Onzo, Testico, Stellanello, Casanova Lerrone, Garlenda, Villanova d'Albenga, Vendone, Zuccarello, Nasino).
Tratto da: http://www.b2b24.ilsole24ore.com/articoli/0,1254,24_ART_8960_cms


 13 OTTOBRE 2011 - Giovedì 

Ore 23.20 -  DTS  - MUX D-NETWORK: RIPRISTINATO L'AUDIO SU TUTTI I CANALI, D5 CARTOONS CON LCN 45.
Ch.57 - Ch.58 mux D-NETWORK:
E' stato sistemato tutto il mux D-NETWORK. Ora c'è audio e video su tutti gli 8 canali del multiplex. Ad una copia di D5 CARTOONS è stata assegnata la numerazione LCN 45, posizione dedicata ai canali nazionali per bambini.


Ore 23.10 - SPORTELLO TV DIGIT@LE: E' ARRIVATA NUOVA POSTA DA NOTARESCO (TERAMO).
Ci scrive Aldo da Notaresco, in provincia di Teramo.
Ecco in dettaglio la sua email, che potete leggerla anche nella pagina dello SPORTELLO TV DIGIT@LE.
"Abito a Notaresco, zona Villa Scapoli, ho installato l’antenna VHF per captare il digitale terrestre della RAI da Pescara San Silvestro, per quanto riguarda il MUX-B nessun problema mentre per il MUX-A, pur avendo una buona ricezione ed un ottima qualità, il segnale ogni tanto cade creando non poco fastidio, ho notato che il problema si accentua durante le ore serali mentre durante il giorno i disturbi sono minimi. Tra l’altro ho avuto non poche difficoltà a sintonizzare i canali sul televisore fino a che, dopo aver cercato su internet, ho cambiato il settaggio del televisore cambiando lo stato da Italia a Germania, ho risolto il problema ma la numerazione dei canali risulta falsata. Grazie. Aldo da Notaresco (TE).
"

Ore 22.55 - ANCORA MALTEMPO SULLA MAJELLA: SPENTI I MUX TELEMARE E TELE 9.
Nicolantonio da Chieti ci comunica che è appena terminato un violento temporale che si è abbattuto tra la costa e la montagna abruzzese. L'evento ha mandato in tilt sia l'mpianto del mux TELEMARE, canale 66 UHF, dalla postazione del Rifugio Pomilio, sia quello del mux TELE 9, canale 35 UHF, dalla postazione Majelletta-Mirastelle, entrambe sulla Majella.

Ore 21.40 - BEAUTY CONTEST: LA LISTA DEI SOGGETTI AMMESSI, ESCLUSA ANCHE DBOX.
Comunicazione ai sensi del punto 4.6 del disciplinare di gara per l’assegnazione dei diritti d’uso di frequenze in banda televisiva per sistemi di radiodiffusione terrestre, di cui alla delibera n. 497/10/CONS del 23 settembre 2010 dell’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni.
In data odierna, la Commissione nominata ai sensi del punto 9.1 del bando di gara ha concluso l’esame delle domande presentate nella procedura in oggetto.
I soggetti ammessi sono i seguenti:

1) Canale Italia srl ( lotti A2 e A3 )
2) Telecom Italia Media Broadcasting srl ( lotti B1, B2 e C1 )
3) Elettronica Industriale spa ( lotti B1 e B2 )
4) Sky Italia Network srl ( lotto A2 )
5) Prima Tv spa ( lotti A2 e A3)
6) Europa Way srl ( lotto A1 )
7) 3lettronica Industriale spa ( lotto A2 )
8) Rai Radiotelevisione Italiana spa ( lotti B1 e B2 )

Tratto da: http://www.sviluppoeconomico.gov.it/?option=com_content&view=article&idmenu
http://www.sviluppoeconomico.gov.it/images/stories/documenti/Comunicazione-ottobre-2011.pdf
Erano dieci soggetti, sono stati esclusi TIVUITALIA e D-BOX, ne rimangono otto per sei posti. Ecco la suddivisione per lotti:
A1 - EUROPA 7
A2 - CANALE ITALIA, SKY, D-FREE, LA 3
A3 - CANALE ITALIA, D-FREE
B1 - TIMB, MEDIASET, RAI
B2 - TIMB, MEDIASET, RAI
C1 - TIMB


Ore 20.25 - MUX TELEMARE: RIATTIVATO ANCHE IL CANALE 54 A TERAMO.
Ch.66 mux TELEMARE:
E' stato ripristinato il segnale digitale del mux TELEMARE anche dalla postazione di Colle Izzone sul canale 54 UHF. Ce lo segnala il nostro Cesare da Teramo che aggiunge: "Ancora una volta l'alta professionalità del tecnico dell'alta frequenza di codeste emittenti ha dato i suoi frutti."


Ore 20.10 - MUX TELE A+: E' ARRIVATO TV7 TRIVENETA NETWORK AL POSTO DI TV7 SPORT.

Ch.21 mux TELE A+:
Al posto di TV7 Sport, con LCN 642, è stata inserito un altro canale dello stesso gruppo, TV7 Triveneta Network. Rinominata TELE A 1, con LCN 189, in TELE A.
Abbiamoaggiornato lo z@pping TV del multiplex.






Canale 21 Uhf - Mux TELE A+ - Z@pping TV


Ore 18.55 - TIVUITALIA ESCLUSA DAL BEAUTY CONTEST.
Tivuitalia Spa, operatore di rete italiano controllato dalla Screen Service Broadcasting Technologies Spa, è stata esclusa dal beauty contest per l'assegnazione delle nuove frequenze tv.
La Commissione Esaminatrice che fa capo al Ministero per lo Svilupo Economico, composta da Giorgio D'Amato, Vincenzo Franceschelli e Francesco Troisi, avrebbe rilevato che non sussistevano le due garanzie di fideiussione necessarie per poter accedere alla gara, così come previsto dal Bando emesso il 12 Agosto 2011 e chiuso il 6 Settembre scorso.


Ore 14.55 - TIMB: ECCO LE POSTAZIONI MARCHIGIANE.
AG-BRASC ha pubblicato su digital-forum l'elenco delle postazioni per i quali dovrebbe essere certa la trasmissione dei tre Mux TIMB nelle Marche. Eccole qui di seguito.
Provincia di Ancona:
- ARCEVIA
- CERQUETO DI GENGA
- FABRIANO
- M. CONERO
- ANCONA
- ANCONA POSATORA (Forte Montagnolo)
- ROSORA
- S. BARTOLO
- SERRA DE' CONTI
Provincia di Pesaro e Urbino:
- ACQUALAGNA - M. PORREA
- APECCHIO - COLLE SPINA
- BORGO PACE
- FERMIGNANO
- M. DELLA CESANA
- M. CARPEGNA
- M. PETRANO
- M. S. PAOLO
- MERCATELLO
- MOLACCIONE
- NOVILARA
- PAGINO
- PEGLIO
- PERGOLA
- PIAN DI MELETO
- PIOBBICO - M. NERONE
- S. ANGELO IN VADO
- S. MARIA DELLA VALLE
- URBINO - S. DONATO
Provincia di Macerata:
- COLBUCCARO
- COLLE SS. REDENTORE
- COLLEVENTO MUCCIA
- COLORITO USSITA
- FIUMINATA
- LA ROCCHETTA
- M. DARIA
- PIE COLLINA
- PIORACO
- VISSO
Provincie di Ascoli Piceno e Fermo:
- AMANDOLA
- ARQUATONE
- COCOSCIA
- COL SERRA MATERA
- COLLE S. MARCO
- CUPRA MARITTIMA - CASTELLO
- FERMO
- M. ASCENSIONE
- M. DELLA CROCE
- MONTEFALCONE APPENNINO
- PUNTA BORE TESINO
Ricordo che nelle Marche per i Mux TIMB non è prevista la canalizzazione differenziata (come avviene per Liguria, Toscana, Umbria e Viterbo), ma sarà la stessa adottata nelle zone all-digital del resto d'Italia, ovvero:
- TIMB 1: ch.47
- TIMB 2: ch.60
- TIMB 3: ch.48


Ore 13.45 - MEDIASET MUX 4: TG MEDIASET IN ONDA CON IL FORMATO SBAGLIATO.
Ch.49 (All digital) / Ch.52 (Sardegna) MEDIASET Mux 4:
Il canale all news TG Mediaset, con LCN 51, sta trasmettendo in 4:3 anzichè 16:9, pertanto tutti i tg delle tre reti generaliste MEDIASET, che ripete in continuazione, e che vengono realizzati tutti nel formato panoramico, appaiono in onda deformati, come potete vedere dalle immagini che vi alleghiamo.



Ore 12.20 - MUX NAZIONALI: INSERITA LA TABELLA E LO Z@PPING TV DEL MEDIASET MUX 4.
Ch.49 (All digital) / Ch.52 (Sardegna) MEDIASET Mux 4:
Abbiamo realizzato la nuova tabella con tutti i dettagli tecnici dei canali del mux MEDIASET 4, visualizzabile nella sezione dei MUX NAZIONALI, ed abbiamo aggiornato lo zapping tv del multiplex con la lista e con nuove immagini di tutti i canali sintonizzabili. Questo mux è linkato anche in tutte le liste che abbiamo realizzato nelle varie regioni.

MEDIASET Mux 4 - Z@pping TV


Ore 11.50 - MUX TELEMARE: RIATTIVATO IL CANALE 66 DALLA MAJELLA.
Ch.66 mux TELEMARE:
Nella tarda serata di ieri è stato ripristinato anche il segnale digitale del mux TELEMARE, con i canali TELEMARE (LCN 9) e RETE 8 (LCN 10), dalla postazione della Majella sul canale 66 UHF.



Ore 00.45 - MUX LA 6 DA VIA SILVA, MILANO: ALCUNI AGGIORNAMENTI.
Ch.21 mux LA 6:
Segnaliamo il cambio di logo dell'emittente Lombardia Medjugorje Italia (LCN 693), mentre continua ad essere a schermo nero l'emissione di Varese TV (LCN 695). Questa sera è a schermo nero anche ITALY ART (LCN 217).


Ore 00.15 - CALENDARIO SWITCH OFF MARCHE, ALCUNE ANTICIPAZIONI.
AG-BRASC, utente di digital-forum, ha fatto il punto della situazione su come avverrà il passaggio dal sistema tv analogico a quello digitale nelle Marche.

Ecco nel dettaglio il suo
post.

Ed ora un piccolo regalo per gli amici delle Marche... Ho un po' di anticipazioni anche per voi.
Anche se per molti è cosa già nota, inizio dando delle info preliminari importanti relativamente alle zone dello switch di questa regione suddivise per data.


5/12/2011: Ascoli Piceno e dintorni.

6/12/2011: Litorale delle province di Ascoli Piceno e di Fermo.

7/12/2011: Ancona e provincia (esclusa zona di Fabriano) Macerata e provincia (esclusa zona di Camerino - Serravalle - Muccia - Serravalle), parte della provincia di Fermo (zona    Montegranaro - Montegiorgio - Sant'Elpidio).

12/12/2011: Pesaro e parte provincia, confine con Romagna (esclusa zona di Urbino - Acqualagna - Piobbico - Cagli - M. Nerone - Carpegna - Pietrarubbia - Mercatello - Belforte).

13/12/2011: rimanente parte della provincia Sud di Ascoli Piceno (zona Acquasanta Terme, Arquata del Tronto).

14/12/2011: rimanente parte della provincia di Fermo (zona Amandola - Montefortino).

15/12/2011: rimanente parte della provincia di Macerata (zona Camerino - Serravalle - Muccia - Serravalle).

16/12/2011: rimanente parte della provincie di Ancona (zona di Fabriano).

20/12/2011: parte della provincia di Pesaro Urbino (zona di Urbino - Acqualagna - Piobbico - Cagli - M. Nerone)

21/12/2011: rimanente parte della provincia di Pesaro Urbino (Carpegna - Pietrarubbia - Mercatello - Belforte all'Isauro).


Per prima cosa ricordo qual'è, in linea generale, il criterio per comprendere quali impianti RAI rimarranno attivi, ovviamente convertiti in digitale e riposizionati sulla/e frequenza/e assegnata/e, dopo lo switch off. Rimangono SICURAMENTE attivi almeno col Mux 1 tutti quei casi di impianti che soddisfano ENTRAMBI i seguenti punti:
1) Trasmettono il servizio RAI in analogico;
2) sono indicati nel database impianti del sito www.raiway.it nella sezione dedicata alla ricezione TV e Radio.
In considerazione di questi due punti è asolutamente consigliabile che i propri impianti d'antenna mantengano la ricezione del servizio "storico" (cioè quello analogico) della RAI dai trasmettitori di riferimento per la propria zona.

Per tutti quei casi di impianti con frequenze in concessione a Pro Loco, Comuni, Comuinità Montane o altri enti locali o persone fisiche, tutto dipenderà da accordi specifici nati tra chi è risultato titolare dell'impianto e delle frequenze ivi utilizzate per la ripetizione dei programmi degli operatori nazionali (o locali), il Ministero dello Sviluppo Economico e i rispettivi operatori stessi, che si fanno anche carico della fornitura degli apparati digitali.

Solitamente, almeno per quanto riguarda la RAI, tali accordi tra i titolari degli impianti/frequenze, il Ministero e la RAI stessa vengono raggiunti (nella peggiore delle ipotesi) qualche tempo dopo lo switch off e tali siti entrano poi a far parte del database RAI in quanto tali frequenze passano, a seguito di tali accordi, in concessione all'operatore in questione.

Poi ci sono quegli altri casi, ove la RAI ha solo uno o due Mux (A e/o B) e nessun canale in analogico.
Solitamente questi casi riguardano siti e frequenze acquisiti da terzi soggetti in tempi recenti e che potrebbero non coincidere con i siti RAI "storici" che garantiscono da sempre il servizio analogico. Di solito questi impianti con solo uno o due canali digitali non sorgono su strutture di proprietà Raiway e la RAI li dismette, "riassorbendoli" presso il sito RAI che nello stesso bacino d'utenza garantisce il servizio analogico (salvo rarissime eccezioni legate a particolari configurazioni di bacino che possano interessare più di un milione d'abitanti, vedi il "caso" di Valcava, in Lombardia).
Per questo motivo postazioni non RAI come Monte Carpegna non saranno più usate (pubblicherò a seguire eventuali altri siti dismessi o delocalizzati).

Circa la presenza di un solo Mux o più d'uno dai vari siti, in genere, presso gli impianti RAI che effettuano servizio presso un numero di utenti abbastanza rilevante (diciamo qualche migliaio o decine di migliaia), vengono accesi tutti i Mux RAI. Altrimenti, almeno all'inizio, verrà garantito il cosidetto servizio pubblico col solo Mux 1 (Rai 1, Rai 2, Rai 3 e Rai News).

Se poi nello stesso bacino o presso lo stesso sito è presente almeno un Mux RAI già prima dello switch, allora è ragionevole aspettarsi anche l'attivazione degli ulteriori Mux.


Ed ora, per le dettagliate info che seguono, ringraziamo l'utente black mamba.
Le postazioni sono elencate con i nomi Rai. Se ne manca qualcuna, si consiglia di fare riferimento alle info che in seguito saranno disponibili anche sul sito
www.raiway.it.
Si riporta a seguire il canale VHF o UHF pianificato per il Mux 1 e i siti RAI che lo trasmetteranno.


Canale 05: Acquasata Terme, Ancona S. Margherita, Arquata del Tronto, Cagli, Cancelli di Fabriano, Cerqueto di Genga, Cesolo, Colle Arquata, Colle Carbonara, Esanatoglia, Fiuminata, Frontigiano, Loreto, Monte Cerignone, Muccia, Paradisi, Sarnano, Sassoferrato, Visso.


Canale 09:
Alto Foglia, Ancona, Caldarola, Colle Petrone, Matelica, Monte Fema, Montemonaco, Pesaro, Potenza Picena, Rotella, S. Lucia in Consilvano, S. Paolo, S. Severino Ponte, Sefro, Serra S. Quirico, Serravalle di Carda, Serravalle di Chienti, Urbino, Valle dell'Aso.


Canale 32:
tutti gli altri impianti noti, inclusi vari siti a più ampia copertura, come Ancona Forte Montegnolo, Monte Conero, Monte Nerone, Monte Acensione, Punta Bore Tesino, tanto per citare degli esempi.


Il sito di Monte Nerone irradierà altre edizioni del Mux 1, precisamente almeno due, ovvvero, il Mux 1 Toscana sul canale 27 e il Mux 1 Umbria sul canale 29 (le pannellature saranno rivolte solo verso le regioni interessate).
E' possibile che da questo sito venga irradiato un ulteriore Mux 1 sul canale 24, per l'edizione regionale dell'Emilia Romagna (la cosa è in via di valutazione).
Non sarà più utilizzato il sito di Ascoli Porta Romana.

I seguenti siti irradieranno tutti e quattro i Mux RAI (probabilmente non tutti i siti da subito). Sono suddivisi per ordine alfabetico col nome ufficiale RAI.

- Ancona
- Ancona Forte Montagnolo
- Ascoli Piceno
- Cagli
- Fabriano
- Fermo
- Fossombrone
- Monte Ascensione
- Monte Conero
- Monte Nerone
- Pesaro
- Punta Bore Tesino
- San Severino Marche
- Sforzacosta
- Tolentino
- Urbino



 12 OTTOBRE 2011 - Mercoledì 

Ore 23.55 - MUX TELESTAR: INSERITE RADIO CITY E RADIO CITY SMI.
Ch.41 (Piemonte e Lombardia) Mux TELESTAR:
Sono di nuovo disponibili in questo mux le emittenti radiofoniche RADIO CITY e RADIO CITY SOLO MUSICA ITALIANA. Queste due radio trasmettono da Castelletto d'Orba (AL), sede piemontese del gruppo di Giorgio Tacchino, l'imprenditore, lo ricordiamo, possiede anche le emittenti televisive TeleCity, Telestar, Italia 8 e una quota del circuito nazionale 7 Gold. RadioCity e Radiocity SMI non hanno
numerazione LCN.
www.radiocity.it


Ore 23.10 - RETE A MUX 2: AGGIUNTO IL LOGO DI RADIO CAPITAL TIVU'.
Ch.33 (All digital) / Ch.27 (Sardegna) RETE A Mux 2:
E' stato aggiunto il logo in alto a destra sul canale RadioCapitalTiVu', con
LCN 158, durante i promo in onda, in attesa dell'inizio delle trasmissioni che avverrà l' 11.11.11.





Ore 21.50 - WAZZAP: LA PRIMA GUIDA ALLA INTERNET TV.
A fine mese il lancio della versione digitale della guida tv. La racconta a Wired il fondatore Luigi Gioni: “Faremo indicizzare a Google il futuro”.
Wazzap ha la pretesa di essere per le nuove generazioni quello che Tv Sorrisi e Canzoni è stato per le precedenti. Vuole essere una guida a tutto il materiale video in Rete. “ Cataloghiamo tutto quanto è on line gratuitamente e mettiamo tutto questo materiale in connessione con piattaforme che offrono streaming a pagamento, come iTunes o CuboVision”, spiega Luigi Gioni, fondatore e Ceo. Nata un anno fa, Wazzap è stata incubata da Digital Magics. A luglio scorso ha iniziato la beta pubblica e dal 28 ottobre sarà lanciata ufficialmente. Obiettivo: “ 600mila utenti unici al mese alla fine del primo anno di attività”, spiega Gioni. Vivrà di vita propria e sarà integrata anche all’interno del network di Kataweb - per cui era già stata sviluppata la guida tv Tv Zap - dopo aver raggiunto un accordo con la concessionaria di pubblicità Manzoni.
Wazzap ha già integrato nel proprio raccoglitore la programmazione di Cubovision, Samsung Movies, Mediaset NetTV, Rai.it, Zune, Mediaworld, PopCornTV, Sreamit, ChiliTV, Mymovies, iTunes Film, Playstation Network, Primoitalia e altre reti. I contenuti vengono razionalizzati, andando oltre la semplice palinsestazione. Per questo Wazzap si sta specializzando nell’ indicizzazione dei contenuti del futuro: “ Facciamo un esempio - propone Gioni - Stai cercando un film su Batman. Noi sappiamo dove lo puoi trovare ora, oggi o se sarà disponibile fra tre giorni, perché conosciamo i palinsesti dei nostri partner. Così consentiamo a Google di indicizzare contenuti tv che al momento non può indicizzare, perché non sono pubblici o perché sono programmati per il futuro. E lo facciamo attraverso titoli, nomi degli attori, registi e così via”.

Wazzap ingloba il concetto di social tv. Così progetta di importa la socializzazione della fruizione di contenuti, eventi e video in quelle app nate per la tv come Miso, GetGlue, Clicker, Mochi e altri. La fruizione inoltre viene aumentata tramite la possibilità di commentare, mettere like e condividere con gli amici quello che guardiamo. Attraverso questi dati, Wazzap è anche in grado di offrirci contenuti personalizzati.

Come è nata l’idea?

“Frequentavo gli incontri del Lab di Digital Magics in cui si parla dei trend emergenti per la mia attività di docente in Bocconi. Un giorno ci siamo resi conto che il mercato americano della tv online stava ignorando la raccolta pubblicitaria alla Google. Questo, insieme alle difficoltà create dal passaggio al digitale terrestre e alla sempre minore qualità della tv sta aumentando la fruizione di contenuti video on line. Quindi abbiamo voluto provarci”.

La raccolta di pubblicità sarà affidata solo a Manzoni?

“No, ci sono altri due tipi di raccolta ulteriori: la classica tabellare e quella organizzata da 4W Social sui social network a partire da Facebook”.

Quando parli di social tv, intendi dire che potrò condividere con un “ sto guardando” su Facebook il film che sto effettivamente guardando?

“Esatto.

Il nostro piano di rilascio prevede di introdurre le funzionalità social più evolute entro dicembre. Oltre a questa anche i check-in all’interno dei programmi. Inoltre abbiamo allacciato rapporti diretti con Facebook per implementare ancora di più questa parte”.
Quali sono i progetti di espansione?

“In Italia non si può replicare il mercato americano perché le condizioni sono diverse. Se siamo dietro al mercato anglosassone, siamo però davanti al tedesco e allo spagnolo. Sto cercando partner editoriali in Germania e Spagna. Contenuti in lingua inglese intanto sono già presenti e più avanti avremo anche una versione in lingua”.

Tratto da: http://italianvalley.wired.it/news/2011/10/12/wazzap-guida-tv-internet

Ore 21.45 - TELECOM PUNTA SUL DVB-T2: UN'ALTRA RIVOLUZIONE TV?
Venerdì scorso il comitato che si occupa del Beauty contest per l'assegnazione delle frequenze del digitale terrestre ha aperto le buste dei concorrenti: pochi i colpi di scena. Telecom Italia Media, secondo quanto riporta Il Sole 24 Ore è stata l'unica a fare richiesta del lotto C dedicato allo standard DVB-T2 o DVB-H (TV mobile). Il DVB-T2 non è altro che l'evoluzione del formato attuale.
È presumibile che lo voglia utilizzare per le trasmissioni digitali HD sfruttando la sua maggiore banda passante; il DVB-H ormai è considerato desueto. Ad esempio con un solo multiplex in standard DVB-T2 Europa 7 ha un potenziale di 12 canali, di cui 8 in alta risoluzione. Da rilevare comunque che il DVB-T2 richiede decoder specifici.
Le altre sei frequenze disponibili sono contese da Canale Italia, Elettronica Industriale (gruppo Mediaset), Sky Italia, Prima Tv, Europa Way, 3 Italia (H3G), Rai, Tivuitalia, D Box e la stessa Telecom Italia Media. Nello specifico sempre stando alle anticipazioni del Sole 24 Ore, Europa 7 avrebbe richiesto il lotto A1 (due frequenze - banda Vhf), mentre Sky Italia, D-Free, D-Box, Canale Italia e TivuItalia avrebbero puntato sul lotto A2 (canali 25 e 23 - banda Uhf). Infine il lotto A3 (tre frequenze – banda Uhf) sarebbe conteso da D-Free, D-Box, Canale Italia e 3 Italia.
Tratto da: http://www.tomshw.it/cont/news/telecom-punta-sul-dvb-t2-un-altra-rivoluzione-tv

Ore 20.40 - DTT, LA FRANCIA ABBANDONA IL VECCHIO STANDARD PER IL DVB-T2.
Una soluzione di compromesso che causerà non pochi problemi. Ma il futuro è l’alta definizione.
La Francia ha deciso, per i digitale terrestre userà lo standard DVB-T2 che consente un maggiore ampiezza di banda e soprattutto la trasmissione in alta definizione. Questo vuol dire anche che i francesi saranno costretti ad attrezzarsi nuovamente per accogliere la nuova tecnologia, anche se il governo ha assicurato che le modifiche non verranno apportate immediatamente.

A suggerire l’adozione del nuovo standard è stato il presidente del Consiglio superiore dell’audiovisivo (CSA), Michel Boyon, in un Rapporto consegnato la Primo ministro sull’avvenire della Tv digitale terrestre. Il governo poteva scegliere di non raccogliere la raccomandazione del CSA o di rinviare la decisione a un momento successivo. Ha preferito una soluzione di compromesso.
In pratica il DVB-T2 consentirà di trasmettere 8 nuovi canali in alta definizione contro gli attuali sei previsti dallo standard attuale (DVB-T). Tuttavia questo comporterà grossi cambiamenti nelle case dei francesi che avevano già sostituiti i vecchi televisori o acquistato i decoder per prepararsi all’imminente switch-off, fissato al 30 novembre. Il governo non ha fornito alcuna data sulla transizione al DVB-T2 ma, come ha indicato Michel Boyon, bisognerà aspettare il 2015 o l’inizio del 2016. Al termine di una riunione interministeriale, il governo ha tra l’altro deciso su indicazione della Ue di abrogare, con una legge ad hoc, i canali bonus che dovevano essere assegnati a TF1, M6 e Canal+.
La decisione era stata presa per ‘compensare’ i broadcaster storici della riduzione dell’audience e quindi delle entrate pubblicitarie causate dalla maggiore concorrenza sul digitale terrestre. I canali bonus avrebbero dovuto cominciare a trasmettere dal prossimo mese. Ma la Commissione Ue ha giudicato questa assegnazione contraria al Diritto comunitario. Conseguentemente all’abbandono dei canali ‘bonus’ e al mantenimento, almeno per adesso, dell’attuale standard di trasmissione (DVB-T), il CSA lancerà un appello alla candidatura per sei nuovi canali in alta definizione. L’appello sarà lanciato entro la fine di ottobre, forse già dalla prossima settimana. Potranno partecipare i broadcaster storici, i player del digitale terrestre ma anche nuovi pretendenti. La scelta dei canali dovrebbe avvenire entro marzo e per la fine dell’anno potrebbero essere lanciati. Perlomeno questo è l’obiettivo del Ministro della Cultura Frédéric Mitterrand.

Tratto da: http://www.key4biz.it/News/2011/10/12/TV_digitale/digitale_terrestre_DVBT2_alta_definizione_frequenze_broadcaster_storici_canali_bonus_dvbt_Michel_Boyon

Ore 20.30 - EUROPA 7 CHIEDE 2 MLD DI DANNI ALLO STATO, TIVUITALIA CONTESTA IL BEAUTY CONTEST.
Intanto Tivuitalia impugna il bando di gara per il beauty contest perché lesivo del pluralismo e della libera concorrenza.
Dalla Corte europea dei diritti dell’uomo, Francesco Di Stefano,
proprietario dell’emittente televisiva Europa 7, si aspetta “una sentenza esemplare” nei confronti dell’Italia, cui “abbiamo chiesto un risarcimento di due miliardi di euro”.
All’esame della Corte di Strasburgo si stanno esaminando le condizioni delle libertà di stampa in Italia. I 17 giudici della Grande camera si dovranno pronunciare sul ricorso presentato dall’emittente italiana dopo aver ascoltato oggi gli avvocati delle parti. Da un lato c’è Europa 7, l’emittente di Francesco Di Stefano che per anni, nonostante avesse la licenza per trasmettere, non poteva farlo perché non aveva le frequenze. Dall’altro lo Stato Italiano, che dovrà dimostrare di non aver violato il diritto alla libera espressione di Europa 7 e quindi quello degli italiani a essere informati. I giudici prenderanno la loro decisione subito dopo l’udienza pubblica, ma la sentenza non sarà resa nota prima di almeno tre mesi. Sarà una sentenza definitiva senza appello.
A maggio scorso, il governo italiano aveva chiesto alla Corte europea dei diritti dell’uomo il rinvio dell’udienza, che si sarebbe dovuta tenere il 25 maggio. Per rinviare l’udienza le autorità italiane avevano portato a conoscenza dei giudici di Strasburgo gli ultimi sviluppi del caso a livello nazionale. Dallo scorso anno, l’emittente televisiva trasmette infatti i propri programmi su una nuova piattaforma che permette, attraverso uno specifico decoder, la ricezione in alta definizione. Il caso sarebbe irricevibile e quindi cancellato dai registri se le autorità italiane dovessero riuscire a dimostrare che Europa 7 non è più vittima delle violazioni addotte nel ricorso presentato nel 2009.
Novità intanto per il beauty contest. Dopo Sky, Telecom Italia Media e Rai, anche Tivuitalia ha impugnato al Tar del Lazio il nuovo bando di gara del ministero dello Sviluppo economico per l'assegnazione gratuita delle frequenze per la trasmissione in digitale terrestre. In una nota, Tivuitalia - società controllata da Screen Service – ha spiegato d’aver impugnato il bando, perché ritenuto lesivo dei principi del pluralismo e della libera concorrenza del mercato della radiodiffusione. La formulazione del bando del Ministero dello Sviluppo Economico, secondo il gruppo, non favorisce l’apertura del settore televisivo nazionale a soggetti nuovi entranti, tutelando quindi i soggetti già titolari di più reti televisive nazionali.

Tratto da: http://www.key4biz.it/News/2011/10/12/TV_digitale/Francesco_Di_Stefano_europa_7_pluralismo_Tivuitalia_beauty_contest_frequenze_sky_rai
http://www.corriere.it/notizie-ultima-ora/Economia/Screen-service-Tivuitalia-Tar-bando-gara-frequenze-Dtt

Ore 20.00 - SUPER 3 MUX 2: ARRIVA UN DUPLICATO DI NUVOLARI, AGGIORNATO LO Z@PPING TV.
Ch.42 - SUPER 3 Mux 2: 
E' stato aggiunto un duplicato di NUVOLARI, con LCN 222, canale già presente con la stessa numerazione nel mux 1 di SUPER 3 sul canale 29 UHF.
Abbiamo aggiornato la pagina con i dettagli tecnici di tutti i canali e lo z@pping TV del multiplex.



Canale 42 Uhf - SUPER 3 Mux 2 - Z@pping TV


Ore 19.25
-
RIPRISTINATO RETE 8 DALLA MAJELLA, SPENTO ANCORA IL MUX TELEMARE.
E' stato appena ripristinato il segnale analogico del canale 57 UHF dalla Majella di RETE 8, bruciato da un fulmine alcuni giorni fa. Misurando l'intensità pare che mancano 10 db rispetto al solito segnale. Il mux di TELEMARE in digitale sul canale 66 UHF è ancora fuori servizio.
Ringraziamo Domenico di Guardiagrele (Chieti) per la segnalazione.

Ore 16.25 - TV A RISCHIO FUSIONE, SONY RICHIAMA 1,6 MILIONI DI APPARECCHI IN TUTTO IL MONDO.
Alcuni modelli della serie Bravia X hanno presentato dei problemi, ma solo in Giappone.
È la prima grande campagna di richiamo dopo quella delle automobili. E anche questa parte dal Giappone. Sony ha annunciato che richiamerà circa 1,6 milioni di televisori Lcd in tutto il mondo a causa di un difetto che può causare surriscaldamento, fumo e la fusione di alcune parti. La compagnia ha ricevuto 11 segnalazioni di casi simili in Giappone, anche se nessuno di questi ha portato a danni se non al televisore.
I MODELLI - I modelli soggetti al richiamo in Giappone sono i Bravia KDL-40X5000, KDL-40X5050, KDL-40W5000, KDL-40V5000 e KDL-40V3000. La componente difettosa, un inverter trasformatore usato per la retroilluminazione Lcd, viene utilizzata anche in modelli venduti fuori dal Giappone. La compagnia non ha però ricevuto segnalazioni di problemi simili all'estero. Sony ha annunciato che emetterà avvisi di richiamo per i clienti in ogni Paese colpito.
Tratto da: http://www.corriere.it/economia/11_ottobre_12/sony-tv-richiamati

Ore 16.15 - SPORTELLO TV DIGIT@LE: E' ARRIVATA NUOVA POSTA DA GORGONZOLA (MILANO).
Ci scrive Sara da Gorgonzola, in provincia di Milano.
Ecco in dettaglio la sua email, che potete leggerla anche nella pagina dello SPORTELLO TV DIGIT@LE.
"Ciao, vorrei un informazione. A Gorgonzola (Mi) in Via Pastore 4 non si riceve cartoonito ne col digitale terrestre esterno, ne nella tv con digitale incorporato e nemmeno con la digital key di sky. Poche vie più avanti invece prende sempre e benissimo. Mia figlia lo adora e non so proprio come fare a riceverlo. Grazie Sara.
"

Ore 16.10 - TV DIGITALE A SANREMO, TEST DI RICEZIONE DI OGGI.
Anche oggi l'amico Djandrea, utente di digital-forum, ha pubblicato un video che mostra la qualità del segnale dei mux ricevuti dopo lo switch off di ieri a Sanremo.


Qualità del segnale switch off Sanremo ‎‎(12/10/11 ore 12.30)‎‎


Ore 16.00 - SPORTELLO TV DIGIT@LE: E' ARRIVATA NUOVA POSTA DA CIVITAVECCHIA (ROMA).
Ci scrive Corrado da Civitavecchia, in provincia di Roma.
Ecco in dettaglio la sua email, che potete leggerla anche nella pagina dello SPORTELLO TV DIGIT@LE.
"Salve spettabile sede di italiaindigitale sono Corrado da Civitavecchia (Roma) volevo segnalare due notizie rilevanti al vostro sportello e sarei lieto di renderle pubbliche:
la prima riguarda il futuro Rai a Civitavecchia che sembrerebbe ormai quasi sicuro (salvo ultimi cambiamenti  dell'ultimo minuto) che si riceveranno tutti i mux Rai esclusivamente anche per qui dalla
postazione toscana di M.Argentario mi chiedo quindi perchè dismettere dalla postazione di M.Paradiso il Mux A della Rai e non convertirlo a novembre nel mux 1 defintivio? Che necessità si è avuta allora dal 2004 ad attivarlo? Inoltre in segnale analogico si ricorda bene i problemi che si sono avuti per la nostra Città a ricevere i segnali analogici generali ma anche della Rai dalla postazione toscana di M.Argentario in particolar modo nel periodo estivo a causa dei fenomeni di fading con continui sbalzamenti di incrementi e decrementi di segnale, siamo sicuri che in segnale dtt non ci saranno problemi simili? L'altra domanda riguarda (a parte la scelta di risparmiare ovviamente) perchè mai alcune composizioni di alcuni mux sono errate e non uguale al resto della Provincia di Roma? Mi riferisco ovviamente ai seguenti mux già attivi dalla postazione di M.Paradiso quali: Napoli TV Ch 45 UHF (qui è completamente assente il canale Teletibur), Tvr Voxson Ch 63 UHF(composizione del mux completamente errata in quanto presente il solo canale Tvr Voxson con stesso flusso di segnale audio e video riprodotto per altre e tre volte consecutive) e Lazio Digitale Ch 67 UHF (composizone anche qui diversa dal resto della Provincia di Roma e identica al mux di Telecampione Ch 66 UHF). Attendo la risposta da parte di qualche esperto, grazie.
"

Ore 10.10 - SPORTELLO TV DIGIT@LE: E' ARRIVATA NUOVA POSTA DA TERAMO, RIATTIVATO RETE 8 DA COLLE IZZONE.
Ci scrive Cesare da Teramo.
Ecco in dettaglio la sua email, che potete leggerla anche nella pagina dello SPORTELLO TV DIGIT@LE.
"Informo che da ieri pomeriggio è stato riattivato il canale 50 uhf di Rete8 per Teramo tutto grazie alla professionalità del tecnico dell'alta frequenza di codesta emittente. Speriamo presto nella riparazione e sostituzione con nuovi apparati per quanto concerne la Maiella e permettetemi di dare un consiglio alla proprietà di Rete8: fate installare anche un apparecchio "attirafulmini" altrimenti è un danno che può ripetersi facilmente. Ciao Cesare.
"

Ore 09.10 - MUX TELEROMAGNA: NUOVA ATTIVAZIONE A COLLE BARBIANO (BOLOGNA).
Ch.46 mux TELEROMAGNA:
Nuova attivazione del mux TELEROMAGNA sul canale 46 UHF dalla postazione di Colle Barbiano a Bologna. Abbiamo aggiornato la lista de LE TV A BOLOGNA.


Ore 08.55 - BOLOGNA: CIAO RADIO TV NEL MUX TELE STUDIO MODENA.
Da alcuni giorni Ciao Radio, una piccola emittente radiofonica di Bologna, e' sul digitale terrestre in versione televisiva, CIAO RADIO TV, nel mux TSM TELE STUDIO MODENA, sul canale 43 UHF dalla postazione di Castel Maggiore (BO), con LCN 607 e identificativo Studio 74.
http://www.ciaoradio.com
http://www.ciaoradiotv.com/crtv-demand

Ore 08.40 - AGGIORNAMENTI DA CHIETI: PER IL FULMINE OUT ANCHE IL MUX DI TELEMARE DALLA MAJELLA.
Ci scrive Nicolantonio da Chieti che ci invia altri aggiornamenti digitali dopo il maltempo che ha colpito la regione Abruzzo.
"Nella giornata di domenica una forte ondata di freddo ha investito l'Abruzzo. Forti e ripetute grandinate si sono abbattute sulla fascia costiera, mentre la neve è apparsa sulla Majella e sul Gran Sasso. I forti temporali hanno scaricato migliaia di fulmini sulla regione provocando molti danni. Non soltanto l'impianto analogico di Rete8 è andato in tilt ma anche il multiplex di Telemare sul can 66 proprio dalla Majella, infatti i due canali contenuti in esso non sono ricevibili. Oggi si è verificata una discreta propagazione dalla Croazia, vari multiplex, Slovenia sul can 27 dal Monte Nanos ed alcuni impianti Rai dal Friuli Venezia Giulia. Mentre per quanto riguarda le Marche, il 7 ed il 10 di questo mese, Radio Capital era assente dal mux di Rete A 1 dal Monte Ascensione-Ascoli Piceno sul can 44. Attualmente è presente nel multiplex. Da ieri Timb2 Nazionale, can 39 dalla Majella, non contiene più QVC Replica. I canali sono solo 8."

Ore 08.30 - SPORTELLO TV DIGIT@LE: E' ARRIVATA NUOVA POSTA DA GAETA (LATINA).
Ci scrive Marcello da Gaeta, in provincia di Latina.
Ecco in dettaglio la sua email, che potete leggerla anche nella pagina dello SPORTELLO TV DIGIT@LE.
"Come mai a Gaeta alcuni canali - Cielo, Telecapri, ecc. - arrivano a corrente alternata, mentre il Mux Timb non si riesce quasi mai a sintonizzare? M.C.
"

Ore 08.20 - DECODER DTT HD ZODIAC ZDT-9000MHP HD.
Quanti ancora non osano sostituire il caro vecchio Tv Color con un più avanzato televisore LCD o al plasma con decoder per il digitale terrestre incorporato non hanno da temere nemmeno in tempi di switch-off poiché grazie ai box esterni tipo il brillante Zodiac ZDT-9000MHP HD è possibile vedere sia i canali in chiato che la pay-tv affrontando il passaggio al digitale senza per forza sostenere i costi di una nuova televisione. Zodiac ZDT-9000MHP HD è uno tra i primi decoder ad essersi guadagnato il bollino oro DGTVi grazie alla sua capacità di trasmettere in risoluzione HD e al doppio slot per le smart card. Tra le più importanti funzioni di Zodiac ZDT-9000MHP HD, da annoverare sicuramente l’upscaling che migliora la qualità dell’immagine in bassa definizione simulando una qualità vicina agli standard HD reali. Questo decoder esterno per il digitale terrestre memorizza fino a 500 canali ed effettua una sincronizzazione automatica delle frequenze anche stand-by ovvero quando inutilizzato dall’utente. Zodiac ZDT-9000MHP HD dispone inoltre di un ingresso USB 2.0 per dispositivi quali pendrive e hard disk esterni che tramite la funzione Mediaplayer possono trasmettere al decoder i filmati e le foto in essi archiviati. Zodiac ZDT-9000MHP HD ha inoltre un’uscita HDMI 1.3 per il collegamento a televisori Full HD, l’ingresso Ethernet e una più classica presa scart per collegare anche vecchi televisori a tubo catodico. Questo decoder HD viene venduto nei negozi di elettronica e home video con offerte a partire da 59,90 euro.
Tratto da: http://www.notizie2000.it/hitech/7746-decoder-digitale-terrestre-hd-zodiac-zdt-9000mhp-hd

Ore 08.10 - SPORTELLO TV DIGIT@LE: E' ARRIVATA NUOVA POSTA DA TERAMO.
Ci scrive Massimo da Teramo.
Ecco in dettaglio la sua email, che potete leggerla anche nella pagina dello SPORTELLO TV DIGIT@LE.
"Scusate il disturbo ma vi invio questo e-mail soltanto per farvi una domanda se è possibile. Intanto fatemi dire una cosa prima di porre questa domanda a voi che io vi scrivo in Abruzzo nella città di Teramo. E adesso arriva questa domanda ma a Fano Adriano l'antenna posizionata all'Annunziata avrà problemi con il segnale digitale quando Lo switch off sarà in vigore in tutta la regione Abruzzo specialmente nelle zone di Teramo come Fano Adriano? ; ve Lo domando perchè l'antenna posizionata all'Annunziata è piena di alberi e di foresta e ve Lo domandato solo per svolgere commento.
"

Ore 08.05 - SANTORO, GIA' RACCOLTI 210 MILA EURO.
Rizzo Nervo: "La Rai acquisisca i diritti della trasmissione". Freccero: "La stagione televisiva inizierà con il programma di Santoro". Intanto, in tre giorni 250mila contatti unici e 500mila visite per il sito della nuova creatura del conduttore.
Sarà pure come dice il direttore di Rai 4 Carlo Freccero che la stagione televisiva comincerà solo con la prima di Comizi d’amore, ma il “caso Santoro” continua a montare. Anche con le telecamere ancora spente, il sito serviziopubblico.it (l’associazione che produrrà il format dell’ex conduttore di Annozero) continua a macinare contatti. Da quando è andato online, sabato 8 ottobre è stato cliccato da 245mila visitatori unici e la raccolta fondi via Internet ha toccato quota 210mila euro.
In attesa del 3 novembre, quando Santoro tornerà in onda su una rete multipiattaforma (digitale terrestre, Internet e Sky), curiosità e consensi verso l’operazione continuano a crescere. L’ultimo endorsment arriva direttamente dal consigliere d’amministrazione Rai Nino Rizzo Nervo che, in una lettera inviata al direttore generale Lorenza Lei, ha chiesto che la televisione di Stato acquisisca i diritti e trasmetta Comizi d’amore. “Se la Rai non vuole tradire il ruolo di servizio pubblico, se vuole riconquistare credibilità presso tutti coloro che pagano il canone e che si sono visti privati di una trasmissione di successo, raccolga la sfida, acquisisca i diritti e mandi in onda Comizi d’amore“, ha detto il consigliere d’opposizione. La proposta ha subito raccolto il consenso di un altro membro del cda di viale Mazzini, Rodolfo De Laurentiis, in quota Udc, che ha detto che se Santoro serve ad aumentare il pluralismo, allora “ben venga” Comizi d’amore.

Nel frattempo anche dal mondo della politica continuano a giungere adesioni. Oggi hanno sottoscritto l’iniziativa il leader di Sinistra e Libertà Nichi Vendola (“Occorre sostenere in ogni modo il giornalista”), il sindaco di Napoli Luigi De Magistris (“sono sicuro che scasserà!”), il portavoce di Articolo 21 Beppe Giulietti e tutti i 12 senatori dell’Italia dei valori che hanno versato 100 euro come sottoscrizione popolare. “Un segnale chiaro – fanno sapere dall’ufficio stampa del partito di Di Pietro – perché in Rai, a parte qualche sacca di resistenza attiva, stanno escludendo, con le buone o con le cattive, tutte le voci di dissenso agli attuali vertici, emanazione diretta di Berlusconi. Per questo l’iniziativa di Santoro merita un incoraggiamento convinto”.

Una risposta travolgente, come ha detto lo stesso Santoro in un’intervista al sito di Articolo21: “Di sicuro apriremo una crepa molto profonda nel sistema televisivo. Chiediamo a tutti 10 euro, una sorta di piccolo canone che però in questo caso si paga volentieri per vedere in onda il proprio programma preferito”. Un’opinione condivisa da un altro ‘mostro sacro’ della televisione italiana, Carlo Freccero che sottolinea come l’iniziativa di Santoro e la risposta del pubblico pronto ad autotassarsi pur di rivederlo in onda dimostra come nell’immaginario collettivo “l’informazione sia diventata un bene comune, come l’aria e l’acqua”. Il direttore di Rai 4 ha poi in mente un “punto di rottura preciso: c’è una cifra di sottoscrizioni, che non dirò per scaramanzia, raggiunta la quale la Rai non potrà che ri-inglobare Santoro. Pena il suicidio dichiarato”.

Tratto da: http://www.ilfattoquotidiano.it/2011/10/11/210mila-euro-raccolti-attesa-travolgente

Ore 08.00 - TV, IL DUOPOLIO DEFINITIVO.
Nuovi guai in vista per il Biscione, ma stavolta non si tratta di gnocca. Dopo l’abbuffata di frequenze del digitale terrestre, ottenute a gratis grazie al beauty contest confezionato su misura dal ministro Romani, ora Mediaset punta alle infrastrutture di trasmissione. E’ notizia di qualche giorno fa che l’Antitrust ha aperto un’indagine sull’acquisizione di Digital Media Technologies (DMT) - primo operatore italiano nella gestione di ripetitori per tv e telecomunicazioni - da parte di Elettronica Industriale, società di proprietà RTI, a sua volta parte del gruppo Mediaset. I timori dell’Autorità garante per la concorrenza sono presto detti: possibile abuso di posizione dominante, ostacolo alla concorrenza e soprattutto all’ingresso di nuovi operatori.
Di questa acquisizione si parlava da un po’, in quanto creerebbe di fatto un duopolio nel mercato delle trasmissioni tv: sul suolo nazionale, a parte DMT, è infatti presente una sola altra “tower company” ed è Rai Way, società della tv di Stato che ne diffonde le trasmissioni ma che tuttavia fornisce ospitalità a operatori terzi solo in misura limitata. Nonostante le infrastrutture supportino infatti sia le telecomunicazioni che le trasmissioni televisive, solo per quest’ultime l’authority presieduta da Antonio Catricalà mostra più di una riserva.
Come si legge nella nota resa pubblica giovedì, l’Antitrust teme che l’operazione “possa determinare la costituzione o il rafforzamento di una posizione dominante nel mercato delle infrastrutture per la radiodiffusione televisiva, con potenziali effetti escludenti nei mercati a valle”. Dal momento che Elettronica Industriale si occupa della realizzazione, manutenzione e gestione delle reti con le quali sono diffusi la maggior parte dei servizi televisivi del Gruppo Mediaset, potrebbe avere sia la capacità che l’interesse a limitare - se non addirittura ostacolare - le attività dei concorrenti attivi sia nel mercato della raccolta pubblicitaria che in quello della pay-tv. L'indagine è stata aperta solo dopo la formalizzazione degli accordi tra Alessandro Falciai, presidente e amministratore delegato di DMT, e i manager della società controllata dalla famiglia Berlusconi ma fondata nel 1975 da Adriano Galliani.
Accordi che in realtà non rappresentano altro se non un ritorno del prodotto nelle mani del primo proprietario. La Digital Media Technologies nasceva infatti nel 2000 con l’acquisizione del ramo d'azienda di Elettronica Industriale S.p.A, dedicato appunto alla progettazione, produzione e commercializzazione degli impianti di diffusione del segnale televisivo, rilevandone know-how e personale.
DMT diventa così il maggior operatore indipendente italiano nel settore delle infrastrutture per reti televisive, radiofoniche e di telecomunicazioni: fornisce servizi di ospitalità ad oltre 400 clienti, tra i quali figurano i maggiori broadcasters e i principali gruppi di telecomunicazione presenti in Italia.
Undici anni e 1500 nuovi impianti dopo, il pacchetto di tralicci e torri di trasmissione torna al Biscione che con questa mossa arriverebbe a controllare, stando sempre all’analisi dell’Antitrust, “un parco d’infrastrutture ubicate in oltre 2.000 siti capillarmente dislocati sull'intero territorio nazionale”, circa l’80% della rete di torri di trasmissione tv. La chiusura della fusione tra Elettronica Industriale e DMT dovrebbe avvenire a dicembre 2011. Il costo dell’operazione è stimato in circa un miliardo di euro e, sebbene il Cda del Biscione abbia ammesso un rosso di 1.805,5 milioni di euro al 30 giugno 2011, tutto è calcolato. Per Mediaset si tratta di un acquisto strategico, volto ad arginare la crisi della pubblicità, senza contare il fatto che le torri valgono diversi punti nel beauty contest per l’assegnazione delle frequenze televisive per il digitale terrestre. In attesa del giudizio dell’Autorità garante del mercato, il prossimo 14 ottobre si riunirà l’assemblea dei soci DMT per dare l’ultimo e definitivo via libera alla fusione che di fatto ammazzerà la concorrenza nelle trasmissioni e suggellerà il definitivo duopolio Rai-Mediaset.
Tratto da: http://www.altrenotizie.org/televisione/4362-il-duopolio-definitivo


 11 OTTOBRE 2011 - Martedì 

Ore 17.50 - IMPERIA TV PASSATA REGOLARMENTE AL DTT ANCHE A SANREMO.
Anche Imperia Tv è approdata sul digitale terrestre che, tra ieri e oggi, ha già interessato le zone di Ventimiglia e Sanremo. La storica emittente del ponente ligure, che proprio nel 2011 festeggia i suoi 25 anni, prosegue l'attività dedicata all'informazione locale, approfondimento ed intrattenimento. Con la sintonizzazione automatica del decoder, Imperia Tv appare sul canale 16 del telecomando. La frequenza assegnatale dal ministero, che interessa solo gli antennisti e non gli utenti, è quella del canale 34.
Un risultato importante che premia gli sforzi dell’editore Francesco Zunino che, da solo, ha saputo superare anche quello che poteva essere un grande ostacolo. Tra le trasmissioni di approfondimento di Imperia Tv ci sono “A tutto ponente”, condotta da Federico Marchi il mercoledì sera alle 21, e “Microfono aperto”, di Andrea Pomati in onda sempre in prima serata il venerdì. A breve, proprio con l'avvento del digitale terrestre, saranno ideati e realizzati nuovi format dedicati all'approfondimento e al territorio.

Tratto da: http://www.sanremonews.it/2011/10/11/leggi-notizia/argomenti/altre-notizie/articolo/imperia-tv-ha-regolarmente-acceso-i-propri-canali-in-digitale-terrestre-anche-a-sanremo

Ore 17.40 - TV DIGITALE A SANREMO, TEST DI RICEZIONE.
Djandrea, utente di digital-forum, ha pubblicato un video che mostra la qualità del segnale di tutti i canali dopo switch off (test fatto oggi verso le 16.30) a Sanremo, città coinvolta oggi nel passaggio
alla tv digitale. Ringraziamo Djandrea per averci autorizzato a pubblicare sulle nostre pagine il suo video.


Qualità del segnale di tutti i canali dopo switch off Sanremo


Ore 17.10 - MUX RETE CAPRI: PROMO A LOOP SU CAPRI CASINO'.
Ch.57 (All digital) / Ch.62 (Sardegna) Mux RETE CAPRI:
Sul canale Capri Casinò, con LCN 149, non è più in onda nessuna trasmissione ma a loop c'è solo un promo MADE IN CAPRI, che si ripete in continuazione. Come potete vedere dalle immagini e dal breve video che vi alleghiamo.




Capri Casinò - Promo a loop


Ore 15.55 - MUX EUROPA 7 HD: ARRIVA ILIKE TV SUL CANALE TEST 1.
Ch.08/27/46/59 mux EUROPA 7 HD:
Oggi è stato attivato nel mux nazionale in DVB-T2 di EUROPA 7 HD la nuova emittente ILIKE TV sul canale TEST 1, con LCN 426 e 10. E' visibile solo con il decoder 7 Box.



Ore 15.25 - RADIO MALIBOOM BOOM CORNER: LA PRIMA RADIO STREET DI MILANO.
Giovedì 13 ottobre verrà inaugurata alle ore 20.00 la prima street radio di Milano Radio Maliboom Boom Corner, all’angolo di Corso di Porta Ticinese al 48 nel cuore della movida universitaria.
Le street radio, molto diffuse in Gran Bretagna, trasmettono nel raggio di 30 metri. Sono la variante delle tv di quartiere che diffondono il loro segnale in ambito condominiale o poco più in là.

Tratto da: http://affaritaliani.libero.it/milano/prima-street-radio-milano

Ore 10.45 - MUX RTM: AGGIORNATO LO Z@PPING TV E LA LISTA CANALI.

Mux RTM:

Abbiamo aggiornato la lista dei canali e lo z@pping tv del mux della marchigiana RTM. I canali sono trasmessi senza numerazione LCN. La frequenza da noi monitorata è stata l' UHF 60 da monte Piselli (TE) che abbiamo ricevuto ad Arcevia (AN). Vi ricordiamo che è disponibile la lista delle emittenti tv analogiche e digitali ricevute in questa località dell'entroterra marchigiano, clicca qui per visualizzarla. Ecco la lista canali e lo z@pping tv del multiplex.

- RTM
- RTM - PADRE PIO

- RTM-AB CHANNEL

- RTM-AstroFortuna
- RTM-FERMO TV
- RTM-Picus tv
- RTM-TVA
- RTM-TVP ITALIA

- RTM-Video Tolentino

- Empty name
- RADIO ASCOLI


Mux RTM - Z@pping TV


Ore 09.25 - MUX TVR VOXSON: RITORNA ILIKE TV AL POSTO DI ATV7.
Ch.63 mux TVR VOXSON:
Questa mattina è tornata on air il nuovo canale ILIKE TV, con LCN 572, al posto di ATV7, che quindi è stata trasmessa solo nelle ore notturne.



Ore 09.00 - CANALE 10: CAMBIO DI SERRATURA E I DIPENDENTI RESTANO FUORI.
FIRENZE - Affissi agli stipiti dell'ingresso due cartelli che dichiarano: "La Iasu ha dismesso questa unita' lavorativa ed ha trasferito la propria attivita' in altra sede".
Brutta sorpresa questa mattina per i lavoratori dell'emittente televisiva Canale 10: hanno scoperto che ignoti hanno cambiato la serratura della sede di via Alessandro Marchetti 9 rosso, impedendo loro ''di fatto di entrare all'interno del loro luogo di lavoro, dove si trovano peraltro anche loro effetti personali''. Lo rende noto un comunicato dell'Associazione Stampa Toscana e la Slc-Cgil di Firenze.'' Affissi agli stipiti dell'ingresso - prosegue la nota - due cartelli che dichiarano: 'La Iasu ha dismesso questa unita' lavorativa ed ha trasferito la propria attivita' in altra sede'. I tredici dipendenti rimasti sono completamente all'oscuro di questo fatto, non avendo ricevuto alcuna comunicazione formale riguardo ad un eventuale cambio di sede o altra informazione da parte dell'azienda. Alcuni dipendenti questa mattina hanno sporto regolare denuncia ai Carabinieri''.
''L'Associazione Stampa Toscana e la Slc-Cgil di Firenze prosegue la nota - condannano quanto accaduto, ennesimo episodio di una vicenda drammatica , e auspicano che ci sia un intervento dell'autorita' giudiziaria che faccia chiarezza sull'intera vicenda. Un episodio, quello di questa mattina, che vede i lavoratori di Canale 10 colpiti ancora una volta nella loro dignita'. Lavoratori che da gennaio 2011 non percepiscono piu' lo stipendio".

Tratto da: http://www.lanazione.it/toscana/cronaca/2011/10/10/597881-cambio_serratura_canale

Ore 01.45 - SANTORO OLTRE CHE SUL DTT, IN ONDA ANCHE SU SKYTG24 (ACTIVE).
RomaI Comizi d’amore di Michele Santoro in onda anche su SkyTg24. Ricomincia da tre l’arringapopoli del tubo catodico. Proprio dal 3 novembre infatti sarà fruibile in tre dimensioni: sul satellite grazie a SkyTg24 che lo ospiterà sul canale Eventi, su un network di reti private e su Internet. L’obiettivo è quello di riuscire a raggiungere almeno un milione e mezzo di persone, il bacino di spettatori già raccolto in occasione della serata evento per i 110 anni della Fiom. L’ospitalità fornita da Sky è stata annunciata dallo stesso Santoro che ha tenuto a fare anche un po’ di precisazioni visto che la sua decisione di lanciare una colletta pubblica a sostegno del suo programma ha sollevato polemiche anche a sinistra. «Sia chiaro Sky ci ospita non ci finanzia - dice Santoro - ma credo sia un tassello importante per dare corpo al progetto».
Progetto partito con l’apertura ufficiale del sito www.serviziopubblico.it. sul quale compare un appello del giornalista e i primi stralci di un’intervista a Imane Fadil, testimone nel processo Ruby, che racconta della sua partecipazione alle feste di Arcore. Dal sito Santoro chiede appunto di finanziare la sua avventura con una donazione minima di dieci euro. E sembra che in parecchi abbiano già abboccato. «Abbiamo aperto il sito internet e abbiamo fatto 90.000 utenti unici con una permanenza media di tre minuti - dice Santoro - Abbiamo deciso di fare un sito televisivo e siamo anche su Facebook: abbiamo già 30.000 iscritti e 8.000 hanno già versato i loro 10 euro». Dunque in un solo giorno il sito ha raccolto circa 80.000 euro. Parecchi ma non abbastanza perché di soldi a Santoro ne servon parecchi visto che, spiega, «ogni puntata ci costa 250mila euro». La donazione dei dieci euro, aggiunge, rappresenta una sorta «di azionariato popolare, i soldi verranno conferiti ad una associazione che sarà socia della società che produrrà le puntate».
A dare il benvenuto a Santoro su SkyTg24 è il direttore, Sara Varetto. «In passato SkyTg24 ha già trasmesso i due speciali televisivi live realizzati da Santoro - ricorda la Varetto - siamo certi che i nostri abbonati approveranno la nostra scelta di seguire in diretta gli eventi che contribuiscono a costruire il dibattito politico e sociale nel nostro paese».
Sky ha fatto due conti verificando che circa 2 milioni e mezzo di abbonati seguivano Annozero ogni settimana. Un bel pacchetto che ora contano di consolidare con la messa in onda dei Comizi d’amore.
Ma la scelta di sfidare direttamente il servizio pubblico non è piaciuta affatto a Giorgio Merlo, Pd, vice presidente della Commissione Vigilanza Rai. «Massimo rispetto per Santoro, la sua professionalità, i suoi guadagni e le sue nuove trasmissioni - dice Merlo - una cosa, però, dovrebbe essere chiara, almeno fino a prova contraria. Di servizio pubblico radiotelevisivo, seppur ammaccato e malconcio, in Italia ne esiste uno solo. Ed è quello rappresentato dalla Rai».
Tratto da: http://www.ilfattoquotidiano.it/2011/10/10/santoro-su-sky-per-il-giornale-e-soccorso-rosso

Ore 01.40 - ALESSANDRIA: TELEVENDITE TRUFFA, SEI DENUNCE.
I teleimbonitori sono tornati. Era il titolo di un articolo del numero di settembre de La Pulce nell’Orecchio (clicca qui)  in cui sui faceva riferimento a personaggi noti al grande pubblico ed alle forze dell’ordine per aver tentato di emulare il “mitico” Sergio Baracco, l’unico, irripetibile venditore di gioielli di Valenza, così famoso da essere stato oggetto di caricatura da parte dei Fichi d’India. Baracco vendeva collier, parure, anelli  o anche pietre preziose da incastonare, a prezzi stracciatissimi, tanto da far sospettare che fossero frutto dell’artigianato di Valenza. Negli anni successivi anche Giovanni Maspi si inventò qualche televendita alla maniera di Baracco, un po’ urlata e molto “stracciata” (nel senso dei prezzi).  Ma Maspi ebbe qualche grattacapo per il mancato diritto di recesso di clienti insoddisfatti.  Proprio nei mesi scorsi Maspi era riapparso in qualche tv privata del digitale terrestre, carico di collane e monili più di Babbo Natale nella notte del 24 dicembre. E già allora ci era parso che la qualità dei gioielli, venduti in stock, non fosse eccezionale.
Domani i carabinieri illustreranno un’operazione condotta dalla magistratura di Alessandria, in cui sono stati denunciate proprio sei persone  (a piede libero), responsabili a loro dire di alcune vendite di gioielli attraverso il mezzo televisivo, rivelatisi alla consegna solo oggetti di scarso valore. I sei, concorrenti a vario titolo di un sodalizio dedito al raggiro ed alla truffa, hanno ingannato decine di clienti in ambito nazionale ricevendo centinaia di miglia di euro in cambio di “dozzinale bigiotteria”. Così dicono i militari.
Domani sapremo se Baracco e Maspi hanno avuto epigoni, o se uno dei due è stato preso nuovamente “in castagna”.
Tratto da: http://www.lapulceonline.it/2011/10/televendite-truffa-in-tv-sei-denunce-per-i-gioielli-patacca

Ore 00.35 - MUX TVR VOXSON: E' TORNATA ATV7 AL POSTO DI ILIKE TV.
Ch.63 mux TVR VOXSON:
Va subito via la nuova emittente ILIKE TV e torna ATV7 nella numerazione LCN 572. Vedremo gli sviluppi nelle prossime ore, se e quando tornerà ILIKE TV.







 10 OTTOBRE 2011 - Lunedì 

Ore 23.55 - AERANTI-CORALLO: TELERADIOFAX N.19 DELL'08 OTTOBRE 2011.
Pubblichiamo l'edizione n.19/2011 delL'08 ottobre 2011 del periodico quindicinale TELERADIOFAX edito da AERANTI-CORALLO.
Lo potete anche scaricare qui: http://www.aeranti.it/images/stories/teleradiofax/2011/TRFAX2011-19.pdf



Ore 23.45 - SPORTELLO TV DIGIT@LE: E' ARRIVATA NUOVA POSTA DA NOVARA.
Ci scrive Marica da Novara.
Ecco in dettaglio la sua email, che potete leggerla anche nella pagina dello SPORTELLO TV DIGIT@LE.
"Vi segnalo la totale mancanza di tutte le tre reti Rai 1°-2°-ed 3° a Novara in Via Gnifetti 18/b. Sono trascorsi 20 giorni. L'ho segnalato a Rayway, ma non ho ricevuto risposto. Marica.
"

Ore 23.40 - SPORTELLO TV DIGIT@LE: E' ARRIVATA NUOVA POSTA DA SIRACUSA.
Ci scrive un anonimo da Siracusa.
Ecco in dettaglio la sua email, che potete leggerla anche nella pagina dello SPORTELLO TV DIGIT@LE.
"Gentilissimi, sapete spiegarmi come mai non riesco a ricevere il mux D-Network trasmesso da monte Lauro? Abito a palazzolo acreide, 6km in linea d'aria. Ps non ricevo neanche il mux di 7gold. Distinti saluti.
"

Ore 23.25 - SPORTELLO TV DIGIT@LE: E' ARRIVATA NUOVA POSTA DA TERLIZZI (BARI).
Ci scrive un anonimo da Terlizzi, in provincia di Bari.
Ecco in dettaglio la sua email, che potete leggerla anche nella pagina dello SPORTELLO TV DIGIT@LE.
"Da sabato sulla frequenza del canale 31 antennasud e rtg puglia non esistono piu questi due canali sono stati sostituiti da telenorba television che e in prove di chanel test. Al momento si vedono video musicali. Ora io a questo punto mi chiedo  antennasud e rtg puglia dove sono finiti?
"

Ore 23.15 - UN FULMINE BRUCIA LE ATTREZZATURE DI RETE 8 SULLA MAJELLA.
Il canale 57 UHF analogico dalla Majella di RETE 8 è spento a causa di un fulmine, caduto nella notte tra domenica e oggi, che ha "BRUCIATO"  tutte le apparecchiature. Praticamente è andato tutto a fuoco come potete vedere dalle immagini, si pensa che ci vorrà del tempo prima di poter rivedere RETE 8 dalla Majella.
Ringraziamo Domenico di Guardiagrele (Chieti) che ci ha fornito pochi minuti fa la notizia e le foto.


Ore 16.45 - RETE A MUX 2: E' PARTITO IL PROMO DI RADIO CAPITAL TIVU', ELIMINATA RADIO CAPITAL.
Ch.33 (All digital) / Ch.27 (Sardegna) RETE A Mux 2:
Sono iniziati i promo di RadioCapitalTiVu', con
LCN 158al posto del monoscopio. Sono in onda vari spezzoni di video classici del passato mixati, l'inizio ufficiale delle trasmissioni è  fissato per il prossimo 11 novembre, l' 11.11.11. Vi alleghiamo alcune immagini e un breve video del canale.
Stranamente è stata però eliminata la versione radiofonica, Radio Capital, non è più presente nemmeno nel mux 1 di RETE A.

Update ore 22.40: E' tornata l'emittente radiofonica Radio Capital in entrambi i mux di RETE A.





RadioCapitalTiVu' - Promo


Ore 15.00 - MUX TVR VOXSON: E' ARRIVATO UN NUOVO CANALE ILIKE TV, ELIMINATO ATV7.
Ch.63 mux TVR VOXSON:
E' arrivato un nuovo canale ILIKE TV, con LCN 572, ha preso il posto di ATV7 che è stata eliminata. Vi alleghiamo delle immagini e due video della nuova emittente, uno è il promo in cui si dice che sarà visibile, oltre che sul dtt, anche su sky al canale 142, l'altro video è uno spezzone di una serie tv che sta andando in onda. Abbiamo anche aggiornato la pagina con tutti i dettagli tecnici dei canali sinotnizzabili sul canale 63 Uhf e lo zpping tv del multiplex.





ILIKE TV - Promo


Nuovo canale ILIKE TV - MUX TVR VOXSON


Canale 63 Uhf - Mux TVR VOXSON - Z@pping TV


Ore 11.05 - MUX TIMB 1 / TIMB 3: ELIMINATO QVC REPLICA..
Ch.47 (All digital) / Ch.56 (Sardegna) TIMB Mux 1 / Ch.48 (All digital) / Ch.57 (Sardegna) TIMB Mux 3:
E' stato eliminato il canale QVC Replica, con LCN 123, da entrambi i mux di TIMB. Sul primo trasmetteva 24 ore su 24 e sul terzo era a schermo nero.



Ore 10.15 - SUPERTENNIS DA OGGI SOLO CON LCN 64.
Come previsto da oggi il canale Supertennis eliminerà tutti i duplicati, nei vari mux locali sparsi in molte zone d'Italia, che avevano come numerazione LCN 180, è sarà visibile esclusivamente solo nella numerazione 64 del vostro telecomando.



Abbiamo ricevuto segnalazioni che nelle prime ore della mattina è già avvenuto in Trentino sul Ch.32 mux 7 GOLD:
E' stato eliminato il duplicato nella numerazione 180.




E pochi istanti fa è successo anche nel Lazio nei due mux di SUPER 3.
In dettaglio sul
Ch.29 - SUPER 3 mux 1, dove era presente solo una copia, c'è stato il cambio di LCN dal 180 al 64, mentre sul Ch.42 - SUPER 3 mux 2 è stato eliminato il duplicato che aveva numerazione LCN 180.



TORNA IN TESTA ALLA PAGINA