ARCHIVIO SOMMARIO
NEWS
ARCHIVIO NEWS
LINK UTILI
SPORTELLO DIGIT@LE
GLOSSARIO
VISITE
CONTATTI
                                                                                         


 

                                                    NEWS

 
                   Da Lunedì 07 a Domenica 13 MARZO 2011






 COLLABORA CON "L'ITALIA IN DIGITALE"
 Sei appassionato di tv e radio e vuoi collaborare inviandoci
 le segnalazioni e le liste della tua zona?
 Contattaci alla nostra mail
italiaindigitale@libero.it e inizia
  subito a condividere le tue
informazioni su L'ITALIA IN DIGITALE.









    VAI ALL 'ARCHIVIO NEWS 2009 /2010 


    VAI ALL 'INDICE NEWS DEL 2011 



   Vai alle NEWS dal 28 FEBBRAIO al 06 MARZO 2011







     Clicca sulle immagini per vederle ingrandite




 13 MARZO 2011 - Domenica 

Ore 15.45 - 150°ANNIVERSARIO UNITA' D'ITALIA: TRICOLORE SUL TRALICCIO DI MONTE MARIO.
Il traliccio dei ripetitori Rai di Monte Mario a Roma si illumina di tricolore.
A
180 metri d'altezza, visibile da tutta la città di Roma, la 'creazione' di una favolosa
Bandiera Italiana illuminata da oltre 100.000 micro lampade LED.
Il 17 Marzo all'accensione inaugurale saranno presenti le più alte cariche dello Stato
Italiano. La Bandiera sarà visibile sino al 24 marzo. Sul sito della ditta che ha realizzato
l'imponente impianto potete vedere altre foto durante i lavori di installazione.
http://www.marianolight.it/GrandiEventi/roma_traliccio_rai_2011.htm




Ore 13.35 - MUX SUPERNOVA: TELEUNIVERSO CAMBIA LOGO PER I 150 ANNI DELL'UNITA' D'ITALIA.
Ch.69 mux SUPERNOVA:
In occasione della ricorrenza dei 150 anni dell'Unità d'Italia il canale Teleuniverso, con LCN 16,
cambia il logo in onda addobbandolo con una fascia tricolore e la scritta 150°.






 12 MARZO 2011 - Sabato 

Ore 21.55 - MUX 1 SUPER 3: ARRIVA IL DUPLICATO DI "SUPERTENNIS".
Ch.29 - SUPER 3 mux 1: 
Su questo mux è stato inserito un duplicato di Supertennis, con LCN 180. Prende il posto di
Super 3 Cinema,
con LCN 192, che ora rimane sintonizzabile solo sul mux 2 di SUPER 3,
sul canale 42, dove è presente anche la seconda copia del canale sportivo dedicato al gioco
del tennis.

Ore 18.45 - MUX TACCHINO (TELECITY): ECCO LA RIORGANIZZAZIONE DEI CANALI.
Dopo aver aggiunto i canali RadioItaliaTV e Nuvolari (nel mux di ITALIA OTTO) ed aver introdotto Telestar 2,
ItaliaOtto 2 e Telecity
1, ecco  come sono organizzati ad oggi i canali diffusi dai mux TELESTAR, ITALIA OTTO e
TELECITY
in Lombardia.

CH 41 MUX TELESTAR:


AUTO DEL GIORNO
LOMBARDIA CHANNEL
TELESTAR ANIME GOLD
TELESTAR 1
TELESTAR 7 GOLD MI

CH 43 MUX ITALIA 8:

ITALIA OTTO 1 MI
ITALIA OTTO 2
NUVOLARI
RADIO ITALIA TV
TELECITY 2
TELESTAR 2
VETRINA DELL'ARTE (TRASMETTE ITALIA 8 PRESTIGE)

CH 45 MUX TELECITY:

ITALIA 8 CANALE 78
TELEMARKET
TELEMARKET 2
PLAYME
SUPER TENNIS
TELECITY 1 MI
TELECITY 7 GOLD LOMBARDIA


Ore 07.50 - GRUPPO FINELCO: RMC TV E 105 TV.
Oggi vi parliamo dell'applicazione per Iphone di RADIO 105 TV; esiste anche la versione Virgin o RMC ma una volta
entrati all'interno della
"app" i canali fruibili sono gli stessi. Come potete vedere dalle immagini allegate, potete
scegliere tra i
seguenti canali:
105 TV
VIRGIN RADIO TV
TOP 40
LEGEND
RMC TV

Hanno tutte un'ottima qualità audio video, 105 TV oltre a trasmettere videoclip, mette in onda anche estratti registrati
di programmi della
radio, mentre RMC TV ha anche i promo che lanciano i programmi. Top 40 e Legend hanno una
programmazione di HIT attuali e del passato, mentre
già conosciamo la programmazione di Virgin TV.
A questo punto potrebbe essere davvero dietro l'angolo lo sbarco di
questi canali su altre piattaforme come già
annunciato qualche mese
fa.

RADIO 105 TV - IPHONE



 11 MARZO 2011 - Venerdì 

Ore 22.05 - MUX 7 GOLD LAZIO: ARRIVA IL DUPLICATO DI RADIO ITALIA TV.
Ch.32 mux 7 GOLD LAZIO:
Arriva una seconda copia del canale musicale, RadioItaliaTV, con LCN 70, su questo mux.
Genera un conflitto di numerazione con il suo duplicato presente nel mux 2 di RETE A
sul canale 33.



Ore 16.00 - DIRITTI CALCIO: EUROPA 7 OFFRE 5 MILIONI, LA LEGA LI RIFIUTA E APRE A MEDIASET.
Fumata nera alla Lega Calcio. L’assemblea ha infatti deciso di non assegnare i diritti per trasmettere le partite di
serie A e serie B che erano tornati in suo possesso dopo il fallimento di Dahlia, la televisione che, assieme a Mediaset,
trasmetteva il calcio sul digitale terrestre.

L’annuncio l’ha dato il presidente Maurizio Beretta che ha specificato che tali diritti saranno ricollocati sul mercato per
la prossima stagione del campionato. Peccato che alla fine della stagione calcistica manchino, fra serie A e serie B,
ancora 14 incontri. Non verranno trasmessi. Con buona pace di quei 200mila telespettatori che avevano sottoscritto un
contratto con Dahlia.

“Dopo un’attenta valutazione di tutte le ipotesi sul tavolo è stato deciso di non fare alcuna assegnazione dei diritti”, ha
detto Beretta. Ma una televisione che aveva presentato una proposta per trasmettere il calcio sul digitale terrestre
c’era. E’ Europa 7, l’emittente diventata famosa per aver vinto una serie di ricorsi contro Rete 4 che occupava
illegittimamente la sua porzione di etere. Ma, a quanto pare, piuttosto che dare i diritti del calcio all’azienda guidata
da Francesco Di Stefano, la Lega ha preferito spegnere il segnale. “Non c’è mai fine al peggio. Ci hanno trattato come
dei pezzenti”, dice infuriato il patron di Europa 7 .

Ecco la storia. Il 24 febbraio si spegne il segnale di Dahlia e la sera dello stesso giorno la Lega Calcio pubblica sul suo
sito un annuncio. Chi è interessato a trasmettere i match delle otto squadre di Serie A e della Serie B (quelle di Dahlia)
si faccia avanti entro le 15.00 del giorno dopo. Il termine tecnico è “manifestazione di interesse”.
Assieme alla proposta di Europa 7, alla Lega arrivano altre due proposte: una da I Move e un’altra da Mediaset.

A causa di un ricorso di Sky i termini della gara slittano di una settimana, al primo marzo, e alle emittenti che si sono
fatte sotto viene chiesto di perfezionare la propria candidatura. “Abbiamo 200mila decoder che consentono di
trasmettere sul digitale terrestre con il DVBT2, che è la tecnologia del futuro – dice Francesco Di Stefano – L’unica che
consente di vedere il calcio in alta definizione”.

Il termine della gara slitta ulteriormente. Viene fissata come data ultima il 10 di marzo. Nel frattempo i poveri abbonati
di Dahlia continuano a non vedere le partite che avevano comprato a inizio stagione.

“Il 9 marzo arriva un fax della Lega in ufficio – racconta il patron di Europa 7 – Entro le 18 di quel giorno deve arrivare
la proposta perfettamente articolata in ogni punto”. Il giorno dopo infatti una riunione dell’assemblea deciderà quale
emittente potrà trasmettere i match. “Noi sappiamo che alle 18.00 del 9 marzo, l’unica offerta arrivata sul tavolo della
Lega era la nostra. Abbiamo offerto 5 milioni e 200mila euro”, dice Di Stefano.

Il giorno dopo è il D day. “Si capiva fin dal principio che non volevano accettare la nostra domanda”, continua Di
Stefano. “A un certo punto si fa strada addirittura la proposta di dare i diritti gratis a Mediaset”. Di fronte a questa idea
si alza una levata di scudi e dieci membri dell’assemblea votano contro la proposta. Non potendoli dare (gratis) a
Mediaset, non volendoli dare a Europa 7, a quel punto la Lega ha deciso di tenere i diritti per sé e di indire una nuova
gara a data da destinarsi.

“Una decisione che fa male al calcio – commenta infuriato Di Stefano – ma noi ci saremo anche alla prossima gara”. A
margine della riunione, Beretta ha sottolineato che “i diritti vengono assegnati con procedure trasparenti e la Lega ha
fatto da questo punto di vista tutto quello che doveva fare”. Sicuramente non la pensa così Di Stefano.

Tratto da: http://www.ilfattoquotidiano.it/2011/03/10/dahlia-fallita-i-diritti-sul-calcio-in-tv-non-vengono-riassegnati/96580/


 10 MARZO 2011 - Giovedì 

Ore 20.00 - BOLOGNA: DISTURBI ANCHE SU RETE 4.
Ci segnalano che i disturbi con le righe, che vi abbiamo descritto nella news di Iris delle 13.15 di oggi, si verificano
anche sul canale digitale di RETE 4 nelle ore notturne a Bologna.


Ore 19.25 - MUX 1 SUPER 3: ARRIVA IL DUPLICATO DI "NUVOLARI".
Ch.29 - SUPER 3 mux 1: 
E' arrivato il duplicato di Nuvolari, con LCN 222, in questo primo mux di SUPER 3.
Genera un conflitto di numerazione con la sua copia presente nel mux 2 dell'emittente romana
sul canale 42.





Ore 18.50 - LEGA A: NON ASSEGNATI I DIRITTI TV DI DAHLIA.
L'assemblea della Lega di serie A ha deciso di non assegnare i diritti televisivi per il digitale terrestre di cui e' tornata
in possesso dopo il fallimento di Dahlia Tv. 'Dopo un'attenta valutazione, l'assemblea ha deciso di non fare alcuna
assegnazione dei diritti per i prossimi tre mesi, tornati nella disponibilita' della Lega - ha spiegato il presidente della
serie A Maurizio Beretta -. Si approfondira' nelle prossime assemblee il da farsi per la prossima stagione'.
Tratto da: http://sport.virgilio.it/notizie/sport/2011/03_marzo/10/lega_a_non_assegnati_diritti_tv_dahlia,28684616.html

Ore 15.10 - ARRIVA ITALIA OTTO 2.
Italia Otto sta trasmettendo nei suoi mux in Piemonte e Lombardia, con il nuovo logo Italiaotto 2, teniamo monitorata
la situazione per tenervi informati.



Ore 13.15 - MUX MEDIASET 2: DISTURBI NEL FILM IN ONDA SU IRIS.
Ch.36 mux MEDIASET 2:
il canale IRIS, con LCN 22, sta trasmettendo un vecchio film del 1986, "Starflight One", con
delle righe che interferiscono sul video, sembra un classico disturbo di un canale analogico.
Cliccare sulle immagini per ingrandirle e notare maggiormente l'effetto righe.


Ore 12.50 - AGGIORNATI GLI Z@PPING TV DEI MUX DEL GRUPPO TACCHINO.

Ennesimo aggiornamento nella lista delle TV DI ALESSANDRIA dei canali contenuti nei mux del canale 27, canale 41,

canale 43 e canale 45 del gruppo di Giorgio Tacchino.Segnaliamo l'arrivo di Telestar Anime Gold, un ulteriore

ridimensionamento del logo di Telestar 7 Gold e l'arrivo del canale Nuvolari.





Ore 11.15 - MUX TELETUSCOLO: SCHERMO NERO PER TELETUSCOLO 5 E GARI TV 5.
Ch.53  mux TELETUSCOLO:
Questa mattina schermo nero per i neonati canali TELETUSCOLO 5, che trasmetteva
con l'identificativo Teletuscolo 1
, con LCN 294, e Gari TV 5, con LCN 633.




Ore 09.55 - EX DIRITTI DAHLIA SERIE BWIN: SOLO EUROPA 7 HD PRESENTA OFFERTA.
Ieri alle 19.00 la Lega Calcio di serie B ha aperto le buste con le offerte per gli ex diritti Dahlia Tv, a cui erano
interessate Mediaset, Europa 7 ed iMove. Sono in tutto circa 280mila tessere Dahlia che si sono ritrovate a non vedere
più nulla a causa del fallimenti della Pay Tv del digitale terrestre, unica offerta valida alternativa al colosso Mediaset
Premium. Secondo quanto risulta al Sole 24 Ore, alle 19.00 di ieri, è arrivata una sola busta sul tavolo del notaio che
rappresenta il terminale giuridico della trattativa privata per la riassegnazione delle partite del campionato cadetto sul
digitale: quella dell' emittente Europa 7 Hd (in realtà due buste, una per il rimanente di questo campionato dalla 10a
giornata, e un'altra per il prossimo). Inimmaginabile, anche per la Lega Calcio, perché Europa 7 conta su una piattaforma
più evoluta ma poco diffusa poichè non sono presenti nelle case degli italiani decoder abilitati allo standard di
trasmissione. Europa 7 può trasmettere simultaneamente nove partite in Hd o 36 in qualità standard, con video e audio
superiori al normale digitale, ma per ovviare a ciò Europa 7 ha pronti 200mila decoder da recapitare a domicilio e in
comodato d'uso nel giro di tre giorni a casa degli abbonati.
Mediaset, che ha presentato solo una generica disponibilità a negoziare, mentre I-Move, pare non abbia i requisiti
richiesti dalla Lega calcio. Oggi alle ore 12:00 ci sarà il Consiglio della Lega e saranno aperte le buste, e sapremo
definitivamente il da farsi sui diritti della Serie B (ex diritti Dahlia Tv). I club, comprese 8 società di Serie A, avevano
chiesto a Dahlia Tv circa 5,2 milioni di euro per chiudere l'attuale stagione).
Per il Sole 24 Ore sarà difficile che i club, oggi, possano dire che l'offerta di Europa 7 non sia congrua, ma rimane aperta
l'ipotesi che alcuni presidenti chiedano di autoprodurre le partite e di trasmetterle su una piattaforma "terza",
( Mediaset Premium ), pagandone l'acquisto della capacità trasmissiva. In alternativa, c'è la possibilità di coprodurre con
la stessa Mediaset dividendo costi e profitti (Spiegazione alla mancata offerta da parte di Mediaset? ).
In ogni caso la Lega dovrà aspettare la decisione del giudice al quale è ricorso Sky Italia per bloccare la prima asta-lampo,
prima di assegnare i diritti (attesa per lunedì 14).
Tratto da:  http://www.digitalizzandotv.net/post/5236/ex-diritti-dahlia-serie-bwin-solo-europa-7-hd-presenta-offerta

Ore 09.40 - RIORGANIZZATO IL MUX DI TELESUBALPINA: NUOVI CANALI E LOGHI MODIFICATI.
Dopo aver eliminato le emittenti radiofoniche, la tv piemontese
TELESUBALPINA del gruppo San Paolo, diffusa dal
Monte Ronzone (AL) sul canale 65 e dal Colle della Maddalena (TO) sul canale 59 (citiamo le principali postazioni),
inserisce nuovi canali. Avevamo già parlato del cambio di nome in EPG di Viaggiando TV che ora è inserita come
TeleNova 6 VTV, oltre a questo segnaliamo l'ingresso nel mux di TeleNova, infatti prima era presente solo la versione
+1. Sono stati aggiunti anche TeleNova 4 e Telesubalpina 4 che adottano pertanto nuovi loghi, anche se
Telesubalpina 4
ha un logo che non riporta il numero. Segnaliamo inoltre che un piccolo restyling è stato fatto sulla
scritta Telesubalpina. La nuova composizione del mutiplex:
TELESUBALPINA
TELESUBALPINA +1
TELESUBALPINA 2
TELESUBALPINA 4
TELENOVA
TELENOVA+1
TELENOVA 2
TELENOVA 3 SPORT ACTION
TELENOVA 4
TELENOVA 6 VTV

Ecco le immagini e lo z@pping tv aggiornato.





Canale 65 Z@pping - Mux TELESUBALPINA


Ore 08.55 - ASTA LTE A RISCHIO, FREQUENZE INSUFFICIENTI.
Traballa la gara da cui il governo prevede di incassare 2,4 miliardi. Nella bozza di revisione del Piano di ripartizione
frequenze mancano all'appello quelle a 2,6Ghz indispensabili alle telco per realizzare il broadband mobile di prossimità
Fumata nera per la gara Lte: le frequenze su cui puntano gli operatori di Tlc per realizzare la banda larga mobile del
futuro non bastano. Mancano all'appello quelle in mano alla Difesa che chiede, per rilasciarle, un corrispettivo
economico. Rischiano di conseguenza di svanire i 2,4 miliardi di euro previsti dalla legge di stabilità 2011 di Tremonti.
Tra le porzioni di spettro rese disponibili dalla bozza di revisione del Piano nazionale di ripartizione delle frequenze
(pubblicata sul sito del ministero dello Sviluppo economico) mancano infatti le frequenze a 2,6Ghz, indispensabili alle
telco per realizzare l'Lte di prossimità, il broadband mobile superveloce tipico delle grandi città. Sono stati invece
 "dislocati" alle comunicazioni elettroniche le frequenze in 800Mhz (dal canale 61 al 69), finora in mano alle tv locali.
Giorni caldi al ministero dello Sviluppo economico dove sono in corso le audizioni con le categorie interessate.
Sul tavolo il nuovo corso del Piano nazionale di ripartizione frequenze: la "bozza di decreto di modifica" (in osservanza
della decisione presa dalla Commissione europea (2010/267/Ue), "Armonizzazione delle condizioni tecniche d'uso della
banda di frequenze 790-862 Mhz per sistemi terrestri in grado di fornire servizi di comunicazione elettroniche nell'Unione
europea") prevede la riorganizzazione dell'uso di alcune quote di spettro, e la più vistosa è quella che riguarda la banda
790-862 (banda 800Mhz).
Si tratta dei famosi canali 61-69 assegnati alle emittenti locali e al centro di violente polemiche:
da ora l'utilizzo di quella porzione di spettro radio cambia. Non più televisione, ma telefonini e tablet. In particolare si
tratta della banda 790-862Mhz che ora viene dunque riassegnata al "mobile terrestre" per servizi di comunicazioni
elettroniche. È certo che l'operazione non passerà indenne dai tavoli delle audizioni: dopo l'incontro di oggi con i
broadcaster e quello di domani con le telco, giovedì saranno le tv locali (oltre ai produttori di terminali e al ministero
della Difesa) a essere audite dal ministero. Le due associazioni principali di categoria, Aeranti-Corallo e Frt, già
promettono battaglia: "Ingiusto sacrificare quote di frequenze alle tv locali mettendo a rischio centinaia di posti di
lavoro quando alle tv nazionali verranno assegnate gratis, in beauty contest, i 5+1 multiplex".

Se le emittenti locali dichiarano guerra alla proposta del nuovo Piano, è sull'assenza di frequenze alte che si gioca però
la possibilità dell'asta miliardaria. Sono solo 60 su 190 i Mhz resi disponibili nella banda 2,6Ghz che serve a realizzare
l'Lte di prossimità. I restanti 135 sono ancora bloccati dal ministero della Difesa che chiede un corrispettivo economico
come già avvenuto in occasione delle gare per l'Umts e Wimax. La partita sembra ancora aperta.
Tratto da: 
http://www.corrierecomunicazioni.it/index.php?section=news&idNotizia=81868

Ore 01.35 - MUX PRIMANTENNA: INIZIATI I PROGRAMMI DI CHIAMA TV.
Sono iniziati i programmi di "Chiama TV", emittente diffusa in Piemonte sul canale 42 nel mux di PRIMANTENNA.
Ecco alcune immagini e lo z@pping TV del multiplex.



Canale 42 Z@pping - Mux PRIMANTENNA


Ore 01.15 - SUPER TV BRESCIA: 150 ANNI DELLA REPUBBLICA.
La tv bresciana Super TV, diffusa in numerosi mux in Piemonte e in Lombardia, aggiunge al proprio nuovo logo
il Tricolore e la scritta 150° Italia. Ecco un' immagine.



Ore 00.55 - MODIFICATO IL NUOVO LOGO DI TELESTUDIO.
Ch.35 mux IDEA TV - Ch.61 mux TELESTUDIO:
E' stato modificato il nuovo logo del canale Telestudio, LCN 85, sintonizzabile in entrambi i mux.






 09 MARZO 2011 - Mercoledì 

Ore 23.20 - CANALE ITALIA UNO DIVENTA CANALE ITALIA.
Ch.39 (Roma) - Ch.53 (Nord Italia) - mux CANALE ITALIA:
Dopo aver cambiato logo, l'emittente CANALE ITALIA UNO, con LCN 282, 838 e 899, sparisce cambiando
anche nome nell'identificativo e diventa CANALE ITALIA. Nominativo che si può confondere con il canale
CANTANDO BALLANDO
, con LCN 750 e 837, che ora viene nominato in epg con Canale Italia scritto in
                 minuscolo.







Ore 08.15 - ACCESO IL SEGNALE DEL CANALE 8 DI "EUROPA 7 HD" DAL MONTE PEGLIA (TR).
Ch.08 mux EUROPA 7 HD:
Da qualche giorno è stato attivato il segnale del mux di EUROPA 7 HD, sulla frequenza del canale 8, dalla
postazione di Monte Peglia in provincia di Terni. Pertanto abbiamo aggiornato le liste tv di 
VITERBO e TERNI
che ricevono da quella postazione.

Ore 07.10 - CANALE ITALIA UNO CON IL LOGO DI CANALE ITALIA.
Ch.39 (Roma) - Ch.53 (Nord Italia) - mux CANALE ITALIA:
L'emittente CANALE ITALIA UNO, con LCN 282, 838 e 899, sta trasmettendo con il classico logo
di CANALE ITALIA senza numero.






Ore 06.20 - MUX VIDEOBERGAMO: MODIFICHE NEL MUX.
Nel mux di Videobergamo che riceviamo a Milano sul canale VHF 07 da Almenno San Bartolomeo (BG), fonte liste OTG,
rileviamo che  non sono
più inserite le epg dei canali tv e radio TGPII e RGPII, abbreviazione di TeleGiovanni Paolo
Secondo e Radio Giovanni Paolo Secondo e di
Medjugorje Italia TV, che non hanno mai trasmesso.
Entrano nel mux due nuovi canali: Bergamo TG24 e Lombardia Sport TV.
Ecco i canali contenuti attualmente nel multiplex:

BERGAMO TG 24
BETTING CHANNEL
ENTI E COMUNI TV
VIDEOBERGAMO
LOMBARDIA SPORT TV
MILLENOTE TV
NUMBERONE TV
TELEPACE
RADIONUMBERONE TV
RADIO NUMBERONE
RADIO MILLENOTE
RADIO BERGAMO


Ore 06.00 - UN DUPLICATO DI TG MEDIASET TORNA SUL MUX 1 DI RETE A.
Ch.44 mux RETE A 1:
E' tornato TG MEDIASET, con LCN 51, su questo mux, e crea un conflitto di numerazione con
l'altra sua copia presente nel
MEDIASET 4, sul canale 49.




 08 MARZO 2011 - Martedì 

Ore 13.30 - MUX TELETUSCOLO: INIZIATE LE TRASMISSIONI DI GARI TV 5.
Ch.53  mux TELETUSCOLO:
Sono iniziate le trasmissioni di un nuova emittente Gari TV 5,
con LCN 633.






Ore 09.00 - MUX 2 SUPER 3: ARRIVA LA TV DEI MOTORI "NUVOLARI".
Ch.42 - SUPER 3 mux 2: 
Arriva sul secondo mux di SUPER 3 la tv tematica dedicata ai motori del gruppo Sitcom,
Nuvolari, con
LCN 222. Ecco alcune immagini e un breve video.





Nuvolari - Digitale terrestre



 07 MARZO 2011 - Lunedì 

Ore 22.10 - NUOVO LINK UTILE: LE TV A CIVITAVECCHIA.
Nella pagina dei LINK UTILI abbiamo inserito un sito che descrive la situazione televisiva dell'area di Civitavecchia in
provincia di Roma.
http://sites.google.com/site/letvdicivitavecchia

Ore 21.00 - FASTWEB: LANCIA ‘FIBRA PER TUTTI’, PROGRAMMA PER ESTENDERE BANDA ULTRALARGA.
(Comunicato Fastweb) Per favorire l’adozione della banda ultralarga e l’alfabetizzazione digitale, da lunedi’ prossimo
Fastweb offre il programma Fibra per tutti ai nuovi clienti, famiglie e partite iva residenti nelle aree raggiunte dalla
fibra ottica, la connessione a 100 Mbps in promozione gratuita per due anni. I nuovi clienti potranno accedere a
Fibra 100 pagando un normale abbonamento a Internet e un costo una tantum di attivazione del servizio.
Secondo i dati forniti dall’Ftth Council, l’Italia e’ passata in tre anni dal 13° al 21° posto in Europa per l’adozione della
fibra ottica. Ma se sono necessari investimenti per rendere disponibile la banda larga a un maggior numero di cittadini,
l’Italia non parte da zero. “A settembre abbiamo lanciato Fibra 100, che ha avuto l’apprezzamento dei clienti gia’
appassionati di tecnologia, che chiedono alla nostra azienda le migliori performance disponibili sul mercato”, ha
dichiarato Danilo Vivarelli, Direttore della Business Unit Consumer & Microbusiness di Fastweb.


Ore 20.40 - PROGETTO “WI-FI” BOLOGNA, DA COMITATO MEROLA PRIME 30 ANTENNE.
Agi.it - BOLOGNA - Il Comitato “Virginio Merola sindaco”, in collaborazione con i circoli del Pd di Bologna e con il
supporto tecnico della Associazione Green Geek, installera’ le prime 30 antenne che permetteranno l’avvio della “nuvola
Wi-Fi gratuita” di Bologna. Il primo “Hot Spot” sara’ collocato presso la nuova sede del Comitato Merola in via Val
d’Aposa 3/b, che verra’ inaugurata domani pomeriggio dal candidato sindaco del centro sinistra. Entro il 20 marzo anche
i circoli Pd del centro storico saranno connessi, e ad essi seguiranno quelli della prima fascia all’esterno dei Viali. Il costo
dell’iniziativa e’ pari a 6.000 Euro, coperti per meta’ dal PD di Bologna, che mettera’ a disposizione anche il supporto
logistico e le connessioni dei circoli PD (partendo dal centro storico), e per meta’ dal Comitato Virginio Merola Sindaco
Il progetto “Wi-Fi per Bologna” sara’ aperto alla collaborazione di associazioni, comitati di quartiere, negozi e aziende:
anche i cittadini potranno contribuire alla campagna raccolta fondi che verra’ avviata nei prossimi giorni: “1 euro per
andare sulla nuvola”. “E’ fondamentale realizzare in tutta Bologna un’ampia copertura Internet senza fili - spiega il
candidato sindaco del centrosinistra - una citta’ senza periferie si costruisce anche cosi’, moltiplicando i punti di accesso
alla rete nel centro storico tanto quanto nei quartieri popolari. E’ un tema - conclude - che ho gia’ portato alla ribalta
durante la mia campagna delle primarie e oggi confermo che la ‘citta’ digitale’ e’ una delle priorita’ del mio progetto
per Bologna”.


Ore 20.30 - RICEZIONE RAI IN PIEMONTE: UNA NOTA DELL’AZIENDA.
Ansa.it - TORINO - Il problema della carente diffusione del segnale digitale Rai in Piemonte, dopo i ripetuti black out
in varie zone, e’ stato discusso oggi in Regione, a Torino. Il Comitato costituito oggi, formato da Corecom, Arpa,
Regione, Provincia e Rai, si propone di esaminare la situazione costantemente, con riunioni congiunte a breve scadenza,
fungendo da Osservatorio tecnico e di tutela per l’utente. Al tavolo erano presenti il vicepresidente Corecom, Roberto
Rosso, il presidente del Consiglio provinciale Sergio Bisacca, Valerio santoro responsabile della direzione tecnologie Rai,
Giovanni D’amore per l’Arpa e Sergio Schiavi della direzione innovazione e ricerca della Giunta regionale. “Ci siamo
impegnati al monitoraggio a tappeto del territorio di concerto con Arpa, CSP, Province e Giunta regionale - ha spiegato
Rosso - In cambio la Rai, attraverso i contratti di servizio in atto o con eventuali accordi, si impegna ad attuare i
necessari interventi tecnici per potenziare il segnale”. Secondo Rosso, “il TG3 Piemonte non solo e’ difficilmente
visibile nella parte orientale della regione, ma in quasi 60 comuni in provincia di Torino vi sono parecchi punti critici”.
Si e’ parlato anche della proposta del Comitato per migliorare l’informazione degli utenti attraverso un numero verde e
la pubblicazione di un vademecum sull’utilizzazione di decoder e apparecchi digitali. Sul tavolo sono anche stati posti
alcuni problemi tecnici di diversa e varia natura.“Dobbiamo verificare qual e’ la situazione dei ripetitori Rai sul nostro
territorio. Convocheremo una riunione con la Consulta delle Comunita’ Montane, l’Uncem e le Comunita’ Collinari per
verificare con precisione quali sono i problemi e in particolare quali ripetitori hanno la convenzione con la Rai per
passare al digitale”. Con questa decisione il presidente del Consiglio provinciale Sergio Bisacca ha concluso la riunione
di questa mattina a Palazzo Lascaris con il dottor Santoro, funzionario Rai, Roberto Rosso per la presidenza del Corecom
e il commissario Corecom Gian Piero Godio. Al termine di un primo incontro a fine gennaio la presidenza del Consiglio
aveva inviato una lettera ai sindaci del territorio richiedendo una segnalazione delle criticita’:
dalle risposte di 57 Comuni sono emersi problemi in tutte le valli, e altre segnalazioni sono in arrivo.


Ore 15.40 - AGGIORNAMENTI SUL DIGITALE TERRESTRE - MEETING 7 MARZO 2011.
A seguito del passaggio delle trasmissioni televisive dalla modalità
analogica a quella digitale, numerosi problemi di
ricezione sono tuttora registrati su tutto il territorio della regione. Al fine di definire con la maggior precisione la
diffusione e la qualità dei problemi e di avere indicazioni tecniche utili per la loro soluzione, il CNA ha convocato un
incontro con esponenti delle principali reti televisive. L'incontro si terrà Lunedì 7 marzo 2011 alle ore 18:00
presso
Novotel - Via Villanova, 31 Villanova di Castenaso - Bologna. Aprirà i lavori Alberto Zanellati
Delegato della Presidenza
Nazionale CNA Impianti per il settore antenne ed impianti elettronici. Partecipano:

Leopoldo Bottero: Responsabile nord est Mediaset
Massimo Neri: Responsabile Timb La7
Eduardo Russo: Responsabile Emilia Romagna RAIWay
Gianluca Mazzini: Direttore Generale Lepida e Coordinatore Task Force - Regione Emilia Romagna
Parteciperanno anche rappresentanti di imprese costruttrici di materiali. Siete invitati a partecipare.
Per rendere più efficace e produttivo l'incontro, siete invitati a formulare anticipatamente quesiti e segnalazioni
inviando una mail all'indirizzo: cnaimpianti@cnaemiliaromagna.it


Ore 11.00 - MUX TELE A+, CANALE 21 DA MONTE CAVO, OFF.

Ch.21 mux TELE A+:
Anche questa mattina il segnale di questo mux è spento dalla postazione di Monte Cavo, come già è
accaduto lo scorso 27 febbraio.





 TORNA IN TESTA ALLA PAGINA