Le pagine di questo sito sono realizzate in esclusiva da ANDREA POMILIO e RICCARDO GAFFOGLIO.
Le notizie pubblicate sono solo a scopo informativo, non hanno niente di ufficiale, pertanto decliniamo ogni responsabilità.
Per riprodurle bisogna citare la fonte di provenienza di questo sito ovvero www.litaliaindigitale.it


PER LA VISIONE OTTIMALE ATTRAVERSO I DISPOSITIVI MOBILI,
OCCORRE ATTIVARE LA "VISUALIZZAZIONE DESKTOP" IN FONDO A QUESTA PAGINA.


_____________________________________________________________________________________________________________________

CHI SIAMO

Il sito nasce nel 2009 e tratta le principali informazioni sul mondo dei media.
Siamo professionisti del settore radio televisivo e appassionati dell'etere; con noi collaborano quotidianamente persone altrettanto preparate,
presenti in tutte le regioni che ci aggiornano puntualmente sulle novità dell'etere digitale terrestre.
Oltre a focalizzarci sui provider nazionali, aggiorniamo sistematicamente anche i multiplex locali, il sito infatti è diviso in regioni.
Ogni notizia è correlata da immagini che permettono di conoscere il logo di rete utilizzato e i dettagli tecnici.
Nella relativa pagina del multiplex sono inoltre consultabili tutti i canali trasmessi, le numerazioni e l'elenco delle postazioni dei ripetitori.
Scorrendo ancora la homepage si visualizzano le altre news nazionali e locali pubblicate.
La sezione MUX NAZIONALI, presente in homepage o consultabile dal menù in alto,
elenca i provider che hanno una concessione nazionale e permette di conoscere tutti i canali TV - radio veicolati,
 le relative numerazioni, i dettagli tecnici e l'elenco delle postazioni.
Una delle pagine più lette del nostro sito è quella che riepiloga la NUMERAZIONE NAZIONALE LCN (LOGICAL CHANNEL NUMBER)
si tratta della lista ordinata in base alla numerazione assegnata a ciascuna emittente sui telecomandi italiani.
Per le città di ROMA, MILANO, TORINO, PESCARA e FOGGIA sono consultabili l'elenco delle emittenti TV, le liste LCN e le radio sintonizzabili in FM.
 Ma L'ITALIA IN DIGITALE è molto di più, e non sono sufficienti poche righe per riassumere il contenuto delle innumerevoli pagine,
è infatti disponibile nella sezione ARCHIVIO, tutto il nostro lavoro pregresso con le principali notizie dell'etere italiano degli ultimi 8 anni.
 E' inoltre attivo il servizio sportello TV digit@le che raggruppa le segnalazioni dei disservizi e le inoltra direttamente alle emittenti.

www.litaliaindigitale.it
Aggiungilo ai tuoi siti preferiti.



_____________________________________________________________________________________________________________________





LCN NAZIONALE

ORDINE NUMERICO AUTOMATICO DELLE EMITTENTI

 

_________________________________________________________________________________________




PER LA VISIONE OTTIMALE ATTRAVERSO I DISPOSITIVI MOBILI,
OCCORRE ATTIVARE LA "VISUALIZZAZIONE DESKTOP" IN FONDO A QUESTA PAGINA.


FEBBRAIO 2019

Giovedì 21 Febbraio 2019


ANALISI EUROPEE PER LO SPETTRO RADIOTELEVISIVO ITALIANO,
DOMANDE E RISPOSTE DEGLI STATI TRANSFRONTALIERI.

Il RSPG (Radio Spectrum Policy Group) si è  nuovamente riunito per discutere
le diverse situazioni dello spettro radiotelevisivo dei Paesi dell'Unione Europea.
Il primo incontro ha avuto luogo il 22 Gennaio a Roma, mentre il secondo si è svolto a Bruxelles il 29 Gennaio.
Qui di seguito analizziamo esclusivamente ciò che riguarda l'ITALIA.

A LIVELLO TELEVISIVO
Grazie all'intervento del Decreto-legge italiano N. 145/13 che ha comportato
lo spegnimento di diversi segnali locali su frequenze non assegnate all'ITALIA,
Paesi come AUSTRIAMALTA, FRANCIA e SLOVENIA hanno confermato di non essere più interferiti sulle proprie frequenze.
La situazione resta difficile con la CROAZIA, dal momento che è stata confermata la persistenza
di interferenze italiane su diverse frequenze, come l'UHF 21, 39, 41, 45, 51 e 57.
Per il canale UHF 51l'ITALIA ha spiegato che è un diritto appartenente a SAN MARINO,
anche se esiste un accordo per aumentare la propria copertura nel territorio italiano.
L'interferenza probabilmente proviene da questi ripetitori considerati una responsabilità italiana secondo il RSPG.
 L'ITALIA ha già cercato di individuare il trasmettitore interferente e ne parlerà con SAN MARINO per risolvere il problema.
Per le frequenze UHF 45 e 57, l'ITALIA ha affermato che i disturbi provengono
da zone esterne all'accordo di coordinamento con la CROAZIA.
Ad esempio sul canale UHF 45 l'interferenza sembra provenire addirittura dalla CAMPANIA,
le cause perciò potrebbero essere o la propagazione troposferica dei segnali
oppure il mancato rispetto dei vincoli radioelettrici autorizzati.
Le frequenze UHF 21, 39 e 41 sono utilizzate da mux locali italiani e sotto esame del Decreto legge.
La CROAZIA ha dichiarato che i disturbi potrebbero provenire da regioni incluse
nell'area di coordinamento, anche se sia il Paese balcanico che l'ITALIA avevano ritenuto necessario non intervenire
(ad esempio il caso dell'UHF 21 attivo in EMILIA-ROMAGNA che disturba in Dalmazia meridionale).
Di conseguenza la CROAZIA ha inviato diverse segnalazioni, compreso l'identificativo di ciascun disturbatore,
in modo da permettere all'ITALIA di ridurre le interferenze.
Intanto prosegue l'occupazione italiana sulle frequenze croate sotto i 694 MHz, attualmente spente,
ma necessarie per lo spostamento dei propri  servizi televisivi trasmessi sui canali sopra i 700 MHz.
Nel 2019 in CROAZIA scadranno le licenze dei mux posizionati su questa porzione di banda
e contemporaneamente ne saranno emesse 2 nuove sotto i 694 MHz.
L'intento è quello di compiere questo spostamento nel periodo estivo,
pertanto la CROAZIA chiederà all'ITALIA di liberare alcuni canali.

A LIVELLO RADIOFONICO
INTERFERENZE FM
L'ITALIA ha reincontrato FRANCIA, MALTA, SLOVENIA e CROAZIA. Non sono stati notati progressi da parte italiana.
Con la SLOVENIA, l'ITALIA ha proposto una soluzione per un caso di interferenza
(tra ARS da Croce Bianca a Pirano sui 96.1 MHz e Virgin Radio da Muggia a Trieste sui 96.2 MHz)
che consisterebbe nel cambio dell'antenna da parte di entrambe le emittenti in modo tale da ridurre il disturbo al confine.
La SLOVENIA ha risposto che il suo canale radiofonico sta trasmettendo in base agli accordi di Ginevra
e che l'ITALIA non deve usare un trasmettitore ad alta potenza (12 kW ERP) con frequenza di sovrapposizione,
posizionato a 200 metri dal confine e perciò ha suggerito di spostare la frequenza di almeno 100 kHz.
Dal canto suo l'ITALIA ha affermato che non è possibile per la presenza di numerosi canali radiofonici
nella provincia di TRIESTE e che ha una buona esperienza nel pianificare l'utilizzo dell'offset a 100 kHz.
I 2 Paesi si riaggiorneranno. Per quanto riguarda la CROAZIA, è stata ricordata la consegna all'ITALIA 
di una lista di 40 frequenze radiofoniche da liberare con maggior priorità.
Attualmente non è stato presentato un piano per risolvere questo problema e 
l'ITALIA ha dichiarato che non ha ricevuto informazioni  dalla CROAZIA
sulle caratteristiche reali e i dati di geolocalizzazione delle proprie stazioni.
Con MALTA resta da risolvere sempre la situazione sulle frequenze 92.7 MHz, 102.6 MHz e 105.9 MHz,
mentre la FRANCIA ha dichiarato che sta pensando di cambiare la frequenza
di un proprio ripetitore per risolvere l'ultimo caso di disturbo nei confronti dell'ITALIA.

INTERFERENZE DAB
L'ITALIA ha dichiarato che l'AGCOM svilupperà il piano riservato al DAB una volta concluso quello del DVB-T.
Il seguente piano prevede l'uso esclusivo delle proprie frequenze in 3° banda
più altri diritti derivanti dagli accordi di coordinamento bilaterale e l'assegnazione di 5 Mux DAB nazionali.
In tutto il Paese, infatti, sono presenti 5 blocchi riservati al DAB (in alcune regioni di più).
 La conclusione di questa pianificazione richiederà inoltre lo spostamento del Mux della frequenza VHF 05 alla banda UHF.
Il VHF, pertanto, sarà riservato ai canali TV solo in alcune situazioni.
Le attuali interferenze procurate ai Paesivicini sono causate dalle trasmissioni sperimentali s
ulle frequenze 12A, 12B e 12C che servono a sviluppare il DAB.
La SLOVENIA continua a subìre disturbi sul canale 12C riservato all'accensione del proprio 2' Mux DAB. 
L'ITALIA sta per preparare nuovi progetti per diminuire le proprie interferenze.
Il RSPG ha suggerito che la SLOVENIA potrebbe usare gli altri diritti GE-06 in VHF per il 2° Mux DAB
(in totale 7 blocchi DAB se uno televisivo viene convertito in 4 blocchi DAB).
Questa possibilità potrebbe essere stabilita in una riunione tra il Paese balcanico e AUSTRIA, UNGHERIA, ITALIA e CROAZIA.
Proseguono i disturbi sulle frequenze 12A (EuroDAB Italia), 12B (DAB+RAI), 
12C (DAB ITALIA) e 12D (DAB+RAI) nei confronti della CROAZIA,
ma l'ITALIA non ha ancora dichiarato se e quando questi ripetitori interferenti saranno disattivati.
Questo problema ha già impedito alla CROAZIA di attivare in ISTRIA la frequenza VHF 12B assegnata secondo Ginevra 2006. 
L'ITALIA ha risposto che presto saranno spediti alcuni progetti sui canali 12A12B 12C  in modo da ridurre le interferenze.

COORDINAMENTO IN VISTA DEL 5G
L'ITALIA attraverso l'assistenza dell'Unione Europea sta cercando di concludere il più velocemente possibile
il coordinamento transfrontaliero con ALBANIA, LIBIA, TUNISIA ed ALGERIA.
Tra ALBANIA e ITALIA c'è stato qualche incontro politico e il Paese balcanico è ben disposto
a proseguire le discussioni con in mezzo l'assistenza dell'Unione Europea.
La firma ufficiale non è ancora arrivata perché in base a Ginevra 2006 la frequenza UHF 46 appartiene all'ALBANIA,
nonostante l'attuale assenza di trasmissioni televisive, e con il nuovo accordo questo canale passerebbe in mano all'ITALIA.
La TUNISIA, dopo la riunione di Maggio 2018, ha chiesto di ricevere informazioni sulle caratteristiche reali dei trasmettitori
da parte di ITALIA e MALTA.  L'ITALIA ha risposto che le fornirà dopo la pubblicazione
del piano AGCOM, mentre MALTA le ha spedite a Settembre 2018.
La TUNISIA ha risposto a Novembre ed ha accettato solo 2 delle 8 frequenze suggerite da MALTA per il proprio uso.
Tra LIBIA ed ITALIA l'accordo è ad un passo dalla firma, in quanto è stata trovata
una difficoltà del testo tra la versione scritta in inglese e quella araba.
Stanno proseguendo anche le discussioni fra il Paese nord-africano e MALTA
ed è stata trovata un'intesa sugli elementi tecnici stabili dell'accordo. Con l'ALGERIA, invece, non ci sono state novità.



MEDIASET HA COMPRATO LA LCN 66 DI RETECAPRI.
Il quotidiano ITALIA OGGI ha pubblicato stamane la notizia dell'acquisizione da parte del gruppo Mediaset










Lunedì 11 Febbraio 2019





Giovedì 7 Febbraio 2019


AGCOM: NUOVO PIANO DI ASSEGNAZIONE
DELLE FREQUENZE DEL DIGITALE TERRESTRE.

Delibera n. 39/19/CONS
Piano nazionale di assegnazione delle frequenze da destinare al servizio televisivo digitale terrestre (PNAF).
Logo AGCOM
SCARICA IL PDF COMPLETO DEL PNAF 2019

La delibera aggiorna, ai sensi dell’articolo 1, comma 1030, della legge 27 dicembre 2017, n. 205,
come modificato dall’art. 1, comma 1103, della legge 30 dicembre 2018, n. 145,
il piano nazionale di assegnazione delle frequenze da destinare al servizio televisivo digitale terrestre (PNAF).
L’elaborazione del PNAF ha tenuto in considerazione, oltre a quanto stabilito dal citato art. 1, comma 1103,
della legge n. 145/2018, anche delle novità introdotte nell’art. 8 del Testo unico dei servizi di media audiovisivi e radiofonici
dai commi 1101 e 1102 relativamente alla riserva di capacità trasmissiva destinata alla diffusione di contenuti in ambito locale.


Nel dettaglio, il PNAF pianifica le frequenze per le seguenti reti digitali terrestri:

12 RETI NAZIONALI IN BANDA UHF
di cui una decomponibile per macroaree e una integrata da frequenze della banda III-VHF;

1 RETE LOCALE DI 1° LIVELLO IN BANDA UHF
con copertura non inferiore al 90% in ciascuna area tecnica
(ad eccezione dell’area tecnica 3 in cui sono pianificate 2 reti locali di 1° livello e
delle sub-aree tecniche 4a e 4b in cui sono pianificate ulteriori 3 reti locali di 1° livello);

1 o PIU' RETI LOCALI DI 2° LIVELLO IN BANDA UHF
senza vincolo di copertura nel bacino di riferimento, in ciascuna area tecnica.

https://lh3.googleusercontent.com/on8mwiUhSRSUn5hoSLauQo2mO4y6FnzcHDOQToTYuRcX25kkFLE-BLWlulLtI7n6OQ763glBeEgF4-V8DHFuvnyZqkTxnvk5RlvqpeGwRJyLwwu88f-afEisTh46x-T8kVuwd-SWpRvtgqM1EHb9X83MffpaZO9gPRVZ7k1YU0ltiXbn14vJzyYAx8LO2DXw1tqtsytDuNacrcGfZWB-Zo1Jku7_VAWWGnU9RGJZnhpt_EFgF0suV6AT5kvQ0rbeIfDU4XxhqW8kJ93YQOSEQhvkq3NnC2jQtIvAwJ49oJWGCJ2BfLC7b4SP3gOyyLHHWlVV-IKnPsHOfi1is1bgT_N9E6urM22VRqyqj8kEEoUa6pAzUqiAjUEm04IsAmZgNhzurEFTcsvEiISeuFC1I2rpxjCqiUlqelhGp99f1Re2i1x7RUlCTY4FGyafkedMBqZwPaJtPs-fGqPjBis0mWNzWsMUX4XTpc16Lz533ipeTlLGRclJgIeCSZgNhvL5XDXs9fz869Y8I-y0owXboHRKoIGKBhpb-tQmCcW5JL3QbyBDcZDs8MuTDq1ozo4if8TzWj4ko63AzzySKFo5l6CNTJhzojrGcxMI0l1YhGCcdKlQh0Rc-GIa2Lk__Zsp8937ZwYTnQVNZ_X5ABRlf57sOi-A4PHD=w585-h153-no

Le risorse frequenziali pianificate per le reti nazionali e per le reti locali
di 1° livello sono riportate nell’allegato 1 al presente provvedimento.
Le risorse frequenziali pianificate per le reti locali di 2° livello
sono riportate nell’allegato 2 al presente provvedimento.

Allegato 2:  FREQUENZE PIANIFICATE PER LE RETI LOCALI DI 2° LIVELLO










____________________________________


GENNAIO 2019








MEDIASET PREMIUM: DAL 28 FEBBRAIO FINE DELLE TRASMISSIONI DI
EUROSPORT 1, EUROSPORT 2 E INVESTIGATION DISCOVERY.


Eurosport 1, Eurosport 2 e Investigation Discovery il prossimo 28 Febbraio non saranno più disponibili
sul digitale terrestre nel pacchetto a pagamento di MEDIASET PREMIUM.
L'avviso è presente sul sito web di Mediaset che con una nota
annuncia l'interruzione della visione dei seguenti tre canali TV:
Investigation Discovery -Premium (LCN 320)
Eurosport 1 (LCN 341)
Eurosport 2 (LCN 342)
La prima cesserà la sua attività, mentre i due canali sportivi saranno fruibili esclusivamente
via satellite attraverso il pacchetto a pagamento di Sky.
Foto:
https://lh3.googleusercontent.com/mzioPuRn2MGSkjdM4OurESCcU6Hkuqjf9vqXzSpbwiccBcWPfe1_twY_0EDrlILuV0a3LkAfeUzLve8i_0GegKCC9_iRus3EEOXtiT4E0oynrQh5t8_KzrvJG_gUY2Zg5It_1xQJHrZNv6WaEma-iAzcAhIhnfASMkQm-JEw4Ebi9jEGVhiygPFEWWGwl-ThmVHqmMRpOrp52XNT9eAzM3M7r-75HmN4UEV2eViXMwNWtBIHAza9lPxX-OkBRB0cBLNTXqBnFgdK8rW0VN_NjC-wtwi9gl3Lj_LNK_YEMUtK2KVS09mhSdPBOdAcraTQWX4e0ory9nPUGiK6CbDJKfiwLOF9-FpJN02MH_jRZg5vGXpWe1ubGEq2c2SRFqqHQ1N3UDEsm5BEqLZUAJFOwQ-RS9iSD9B2VoL1e6kYM0l53Rw8gZfzN4RzV5Ru0g305ynZcivv8_2j-yWEW5EnTz-GbZyJWXwACRltwS6m84xFvz3ZgOgBMVShMqjljMarfYvd0gOww71lrUrCeCyINBaGLmcDlAhlU6geOBVo_LLBqAgMS-1dwLt6qCgxoWBJz0U8xGTzJc9Eqy-sO1ndEMZyAk-rtJM8XlIFdF9mxAlweIYPE5T7IxiuvDS6hsp8xAM0tU8jIZcBY3TimZeMf0XC3g=w624-h317-no


MUX GOLD TV
MUX GOLD TV: ELIMINATA 175 ARTE.











Martedì 15 Gennaio 2019

SARDEGNA IN DIGITALE
MUX SARDEGNA 1



_____________________________________________________________________________________________________________________

CONSULTA LE PRECEDENTI
NOTIZIE NAZIONALI

E LE ALTRE
NOTIZIE REGIONALI


LEGGI ANCHE LE NEWS DEGLI ANNI PRECEDENTI

https://sites.google.com/site/litaliaindigitale/archivionewssettimana/news2015/news05-11gen2015/NEWS%20DELLA%20SETTIMANA.png

https://sites.google.com/site/litaliaindigitale/archiviosommario

_____________________________________________________________




FRANCIA IN DIGITALE
SVIZZERA IN DIGITALE

_____________________________________________________________________________________________________________________



  DIGITALE TERRESTRE: PARLARE UN LINGUAGGIO TECNICO COMUNE.


MASSA - PISA - PISTOIA - PRATO - SIENA - VIAREGGIO (LU)


UMBRIA IN DIGITALE


MARCHE IN DIGITALE
ANCONA - ASCOLI PICENO - FERMO - MACERATA - PESARO
 URBINO (PU) -
SAN BENEDETTO DEL TRONTO (AP)  - FANO (PU)


https://lh5.googleusercontent.com/-kWHaNiQe0Ps/U2fr__cif5I/AAAAAAAFjeY/jVHpWCL4qNo/s1600/Lazio%2520320.gif
ROMA - FROSINONE - LATINA - RIETI - VITERBO - CIVITAVECCHIA (ROMA) - TIVOLI (ROMA) - LISTA LCN ROMA


ABRUZZO IN DIGITALE
L'AQUILA - CHIETI - PESCARA - TERAMO - AVEZZANO (AQ) - SULMONA (AQ) - CARSOLI (AQ) - CASTEL DI SANGRO (AQ)
ATESSA (CH) - FRANCAVILLA AL MARE (CH)
- LANCIANO (CH) - VASTO (CH) - BUSSI SUL TIRINO (PE)
MONTESILVANO (PE)
- ATRI (TE) - GIULIANOVA (TE) - NOTARESCO (TE) - ROSETO DEGLI ABRUZZI (TE)




CAMPANIA IN DIGITALE
CASERTA


PUGLIA IN DIGITALE


POTENZA - MATERA

MISILMERI (PA) - MARINA DI RAGUSA (RG) - CASTELVETRANO (TP) - ERICE (TP) - MARSALA (TP)


SARDEGNA IN DIGITALE
CAGLIARI - NUORO - ORISTANO - SASSARI


SPECIALE PROPAGAZIONE


________________________________________________________________________________________________________________________________________________


SPORTELLO TV DIGIT@LE

Vuoi condividere le tue impressioni sul digitale terrestre?
Ti interessa divulgare le informazioni in tuo possesso per aiutare chi è in difficoltà nella ricezione del DTT?
Vuoi lanciare un messaggio visibile agli utenti de l'Italia in digitale? La nostra mail è: sportello@litaliaindigitale.it
Pubblicheremo le vostre mail nello spazio SPORTELLO TV DIGIT@LE.
Potete utilizzare questa mail anche per dare una risposta, consiglio o parere sulle discussioni di questo sito.

________________________________________________________________________________________________________________________________________________

SE HAI INTENZIONE DI CONTRIBUIRE PER QUESTO SITO PUOI FARE UN'OFFERTA LIBERA.
Se hai trovato utili le informazioni, le liste e il materiale vario messo a disposizione gratuitamente su questo sito,
se ritieni che sia possibile contribuire affichè il sito resti in vita e magari sempre aggiornato,
potresti considerare il fatto di contribuire con una libera donazione. Quanto donare lo decidi tu.
Ti basta cliccare sul pulsante sotto per accedere a PayPal, un modo sicuro, veloce e facile per donare denaro.

FAI UNA DONAZIONE


Donazione tramite PayPal, il sito è in assoluto fra i più sicuri per cui non vi è motivo di diffidare.

________________________________________________________________________________________________________________________________________________

Per una corretta e ottimale visione del sito si consiglia browser Mozilla Firefox e monitor con formato 16:9 o 16:10.
Il sito è ottimizzato anche per la visione da Smartphone e Tablet.

© L'ITALIA IN DIGITALE 2009 > 2019
www.litaliaindigitale.it
Copyright
ANDREA POMILIO - RICCARDO GAFFOGLIO