Minacce: il terminal rigassificatore

Lavocetta files


Siete in:  Prima pagina > Minacce a Polesine e Delta > Terminal gasiero

Il rigassificatore (o "terminal gasiero") "dell'Alto Adriatico" o "di Rovigo" (eufemismi per non dire: "del Parco del Delta del Po") è stato inaugurato il 20 settembre 2008 dal presidente del consiglio Berlusconi. Situato al largo di Porto Levante (comune di Porto Viro), è entrato in funzione nel 2009. "Fronteggerà eventuali crisi del gas e abbasserà le bollette ai cittadini", secondo le promesse del ministro dell'industria Scajola. In occasione dell'inaugurazione i Comitati polesani hanno ribadito la loro contrarietà con un documentato volantino dal titolo "Il rigassificatore di Frankenstein". Lavocetta ne ha parlato il 21.9.2008

 

Il parere della Commissione V.I.A. della provincia di Rovigo del 30.11.2005 sul metanodotto Porto Viro - Minerbio, da cui emergono numerose osservazioni critiche. Al parere va allegata la relazione della sottocommissione appositamente costituita che ha esaminato nel dettaglio i documenti del progetto.  Lavocetta ne ha parlato il 12.2.2006


Il documento del presidente della Provincia di Rovigo Federico Saccardin al Consiglio provinciale del 30.1.2006 sul terminal rigassificatore di Porto Levante, con il quale il Presidente ha chiesto (e ottenuto nella successiva seduta del 13 febbraio) al Consiglio Provinciale di "avviare una nuova fase che, prendendo atto che l'iter autorizzativo è in fase avanzata, consenta di dare garanzie e risposte alla nostra comunità" (pag. 2). Lavocetta ne ha parlato come di una "riconversione" il 5.2.2006; inoltre il 31.1.2006 e il 14.2.2006


La "lettera di Natale 2006 alla Provincia di Rovigo", sottoscritta da 11 associazioni e comitati e da decine di cittadini, critica la Provincia sulla vicenda delle autorizzazioni al terminal rigassificatore prima negate e poi ripristinate. Lavocetta ne ha parlato il 23.12.2006

 

La relazione tecnica (maggio 2006) del faunista Eddi Boschetti e del pianificatore territoriale Gustavo De Filippo sugli impatti del terminal rigassificatore e metanodotto sulle aree SIC e ZPS del Delta del Po e sulle carenze autorizzative dei vari progetti e tracciati susseguitisi negli anni. Sono evidenziati i contrasti con la Direttiva europea "Habitat". Lavocetta ne ha parlato il 12.3.2007, il 27.5.2006