I Sumeri

    I Sumeri

    Intorno al 4000 a.C. il popolo dei Sumeri si stanziò in Mesopotamia.

    Si dice che la parte meridionale della Mesopotamia si chiamava Sumer e per questo i suoi abitanti si chiamarono Sumeri. In realtà Sumer significa "terra coltivata".

    Intorno al 3000 a.C. sorgono città come Uruk, Ur, Nippur e Kish, organizzate in città - stato.

    Intorno al 2600 a.C. un re sumero di Uruk unì tutte le città - stato formando un impero.

    Le città erano come dei piccoli stati, governate da un re - sacerdote chiamato "Lugal" che aveva sia il potere di amministrare la giustizia, sia di guidare i guerrieri, sia di interpretare la volontà degli dei.

    Dopo il Lugal venivano i liberi, la classe sociale dominante, i semiliberi e gli schiavi.

    Le attività principali dei Sumeri erano l'allevamento e l'agricoltura, praticata nella pianura ribattezzata "mezzaluna fertile".

    I Sumeri fecero anche numerose opere di bonifica. Furono anche bravi astrologi: inventarono un calendario e individuarono le costellazioni.

    Usarono per primi i numeri. Furono abili ingegneri e costruirono città ed edifici a più piani, fatti con mattoni cotti al sole alla cui sommità si trovava il tempio del dio, chiamati Ziqqurat.

    Furono abili anche nella lavorazione dell'alabastro. Conoscevano anche le erbe mediche.

    Inventarono la ruota che facilitò i trasporti e, quindi il commercio.

    Furono anche commercianti in quanto non avendo numerose materie prime viaggiavano e barattavano prodotti come frumento, orzo, ortaggi, datteri.

    Ad essi fu attribuita la scrittura chiamata cuneiforme per i segni a forma di cuneo impressi su tavolette di argilla.

    I guerrieri usavano armi di bronzo perchè gli artigiani  con la fusione di rame e stagno riuscirono a produrre il bronzo.

    Erano politeisti. Erano particolarmente venerati quattro dei: Anu, Enlil, Enki e Ki.

    Molto importante era il Fato in quanto ritenevano che il loro destino era oggetto di decisione degli dei. Ecco perchè costruivano templi e donavano grandi offerte agli dei.

    Sergio
     
    La civilta' sumera
    Ziqqurat di Eridu.jpgI Sumeri vissero in Mesopotamia dal V millennio a.C. tra i fiumi Tigri ed Eufrate.

    Furono i primi a costruire i primi centri abitati della storia. La prima città fu Eridu.

    Al centro della città vi erano grandi templi (chiamati Ziqqurat) che erano il centro della vita religiosa, economica e commerciale. I templi non erano solo edifici religiosi ma erano anche archivi, scuole, biblioteche e magazzini. I sacerdoti che abitavano nei templi avevano un ruolo di grande importanza nello sviluppo della città, curando anche le opere di canalizzazione e le decisioni sulla guerra.

    Successivamente il potere è stato assunto dal RE che governava con potere assoluto sotto il consiglio e la guida dei sacerdoti. Nacquero così le città-stato la prima delle quali fu Uruk.

    Dalla necessità di registrare i prodotti immagazzinati e le quantità di cibo venduto è nata la prima forma di scrittura. Le persone che sapevano riconoscere la scrittura cuneiforme erano gli scribi. Nacquero così le prime scuole per imparare a leggere e scrivere.

    Con la scrittura furono tramandati alcuni miti e leggende e dalla preistoria si passa così alla storia.

    I Sumeri credevano negli dei e i sacerdoti interpretavano le loro volontà.

    I Sumeri furono molto forti nelle guerre poiché inventarono la ruota e così costruirono i carri che servirono anche a favorire il commercio.

    Altra scoperta importante fu quella del ferro con il quale costruirono armi e strumenti da lavoro più efficienti.

    Lorenzo

    La civilta’ dei Sumeri

    I Sumeri sono i creatori della più antica cultura che l’umanità conosca.

    La civiltà dei Sumeri è stata la prima sulla Terra e il suo inizio risale al 3.800 a.C.

    La regione dove i Sumeri si insediarono è la Mesopotamia, che significa terra “tra i due fiumi” e cioè il Tigri e l’Eufrate.

    Col passare del tempo fondarono città bellissime, laboriose e piene di cultura. Le più importanti furono Lagash, Ur e Uruk.

    Essi sono stati anche artefici di tantissime invenzioni che oggi sono ancora di uso quotidiano come la scrittura, l’aratro e la ruota piena per i carri.

    I Sumeri sono stati anche i primi ad  approfondire la conoscenza dello studio della medicina e già sapevano che l’alcol era un ottimo disinfettante.

    Essi conoscevano la matematica e avevano un loro sistema di numerazione, l’astrologia che è la scienza che studia gli astri, le stelle ed i pianeti.

    Lo studio dell’astrologia veniva praticato sulla sommità della Ziggurat, un antichissimo edificio dove si svolgevano le cerimonie religiose celebrate dal re di ogni città stato sumera, il Lugal.

    Riccardo P.

    Comments