Home page

ICT LAB: scienza e tecnologia 2.0, 3.0, ....
Ovvero l'innovazione e la didattica digitale a scuola!

A cura dei prof.ri Silvia Lippo e Gennaro Piro

Questo sito prende spunto dall'iniziativa del MIUR e dell'INDIRE "Avanguardie Educative". 
Intende documentare le attività innovative svolte nell'ambito scientifico-tecnologico dagli alunni di alcune classi del Liceo Scientifico "A. Labriola" di Napoli, attività che vedono un forte utilizzo di strumenti dell'ICT.
In  particolare con la sigla «ICT Lab» si intendono promuovere attività che ruotano attorno a tre temi tecnologici così definibili:
• Artigianato digitale
• Coding
• Physical computing
È chiamato «Artigianato digitale» ciò che porta alla creazione di un oggetto attraverso la tecnologia, quindi dal CAD e il disegno 3D alla stampa 3D. Sono definite «coding» tutte le attività volte all'acquisizione del pensiero computazionale, fino alla capacità di “dominare” la macchina istruendola a “fare cose” anziché ricorrere ad altre già create e disponibili.
Per «Physical computing» si intende la possibilità di creare oggetti programmabili che interagiscono con la realtà; il campo di applicazione più noto è quello della robotica.
Il mix di questi tre temi può portare a interessanti soluzioni didattiche: è la base per le idee che animano community come CoderDojo, Rails Girls e i FabLab (noti anche come «officine della creatività»). Estranee al mondo della scuola, sono “spazi aperti”, luoghi dove creare, apprendere, educare, inventare; nate su base volontaria e con spirito hobbistico, in queste community la didattica laboratoriale occupa un ruolo rilevante e di assoluto interesse per la scuola: alla definizione «tinkering», che i makers considerano come mindset del maker, possono essere associati concetti di «didattica laboratoriale», «apprendimento autonomo» e «apprendimento cooperativo» (voci ben note nella nostra scuola). 


Comments