Inca France




L' INPS non ti invia la tua Certificazione Unica dei redditi da pensione italiana? Niente paura, passa nei nostri uffici. 
Te la stampiamo noi! CU 2016 e Campagna RED


CGIL - Dopo i f
a
tti terribili del 14 luglio, a Nizza, il Segretario generale della Cgil Susanna Camusso scrive agli iscritti.
                                        
Dopo i f
a
tti terribili del 14 luglio, a Nizza, il Segretario generale della Cgil Susanna Camusso ricorda in una lettera agli iscritti, pubblicata oggi anche sul Corriere della Sera, l'impegno degli uomini e delle donne della Cgil nella difesa dei nostri valori fondanti, la democrazia, la libertà. Ieri come oggi. E come non do
bbiamo arrenderci alla paura che rende fragili la libertà e la democrazia duramente e faticosamente conquistate. Una lettera che invita all'impeg
no quotidiano tutte le donne e gli uomini della nostra organizzazione.  
"La Cgil è una grande organizzazione sindacale aperta, fondata sulla libertà di adesione, che non conosce e rifiuta discriminazioni di carattere religioso o di provenienza geografica. Democrazia e libertà sono il nostro dna e sono il fondamento della nostra Costituzione.Sono questi principi e valori che noi, il nostro Paese e l’Europa considerano inviolabili e che vogliamo strenuamente difendere.Li abbiamo conquistati con il sangue e con il dolore dei nostri padri che ci hanno aiutato a costruire un continente in pace. Abbiamo combattuto la paura, l’odio razziale, la fame, le diseguaglianze. Abbiamo avviato la costruzione di un’Europa prospera e solidale. Si è trattato di un sogno che ha iniziato a realizzarsi che non vogliamo perdere ma difendere e avverare.Per questo non vogliamo né possiamo rassegnarci all’Europa della paura.....



A Nizza una notte d'incubo.

14  Luglio, ore 22.20. Si scatena l'inferno sulla Promenade des Anglaise. Un Tir forza le esili barriere e nel suo micidiale percorso uccide 84 persone. 10 sono i bambini 6 i cittadini italiani. 70 i feriti ancora ricoverati di cui 19 in gravissime condizioni.  
Il cordoglio e la rabbia di tutta l'INCA Francia.




Parte a Settembre l'Iniziativa   "

I tuoi diritti in Europa! “Consulenza INCA CGIL 

per favorire una mobilità. consapevole”
l'INCA Francia ha partecipato attivamente in questi ultimi anni a 3 progetti europei incentrati sulla libera circolazione e sulle regole comunitarie. E' stato un percorso di grandissimo interesse che ci permette ora di dare continuità ai progetti stessi attraverso l'apertura di uno "sportello" accoglienza per contribuire ad una maggiore conoscenza tra i "Cittadini Mobili" dei diritti e dei doveri previsti dalle norme comunitarie.
Lo sportello sarà, al momento, operativo su Parigi con una apertura settimanale il Mercoledì' dalle ore 17.00 alle ore19.00. Sarà possibile prendere un appuntamento esclusivamente per email scrivendo a  cittadini.mobili@gmail.com  indicando la materia sulla quale ci si chiede una consulenza e concordando in tal modo anche un appuntamento fuori dal normale orario del nuovo servizio.




Pensioni: il 2 aprile in piazza per cambiare la legge Monti-Fornero

Il 2 aprile in piazza, insieme ai sindacati confederali, per dire che il sistema pensionistico, così come è stato costruito negli anni non va bene, crea ingiustizie sociali, blocca il ricambio occupazionale impedendo ai giovani di inserirsi nel mondo del lavoro. 


Brexit. Un'ascia sui diritti dei lavoratori migranti

Un nuovo Dossier a cura dell'Osservatorio europeo dell'INCA fa il punto sulle misure adottate dal Consiglio europeo, riunitosi a Bruxelles il 18 e il 19 febbraio 2016.

In un’atmosfera dominata dall'esigenza di trovare un’intesa con il Regno Unito, per scongiurarne l’uscita dall‘Unione europea e di far fronte alla cosiddetta crisi migratoria e dei rifugiati, i 28 capi di stato e di governo 28 hanno convenuto un insieme di disposizioni che avranno effetto a partire dalla data in cui il governo del Regno Unito – espletato il referendum - informerà il Consiglio della sua decisione di restare o meno membro dell'Unione europea. Disposizioni che, per semplificare, possiamo riunire in due sottoinsiemi.

Continua a leggere


Campagna RED 2016 - Le permanenze dei nostri uffici di Lione, Duai, Mulhouse.  Scarica il Manifesto.

Per favorire tutta la nostra comunità nella predisposizione della campagna RED 2016 l' INCA si sposta nel territorio e garantisce una presenza importante per facilitare l'accesso al servizio.


Quasi
 due milioni i lavoratori in nero in Italia nel 2015

Secondo una stima dei consulenti del lavoro,  erano circa 1,9 milioni per oltre 25 miliardi di mancato gettito tra contributi Inps e Inail e imposta sul reddito.

I consulenti  hanno elaborato i dati del ministero del Lavoro sull'attività ispettiva ed è emerso che, su 206.080 aziende controllate nel 2015, le irregolarità rilevate ammontano a 136.028 con 64.775 lavoratori completamente in nero. "Ogni 3 aziende controllate - spiegano i Consulenti - è stato scoperto un lavoratore sconosciuto alle Autorità. Le imprese in Italia sono sei milioni". 


France: la lutte contre la réforme du code du travail.

Faisons le point sur le projet de loi de la ministre du travail, Myriam El Khomri, « visant à instituer de nouvelles libertés et de nouvelles protections pour les entreprises et les actifs ». Tout Medef ! Ce texte offre en effet une liberté totale au patronat et constituerait s’il était adopté un recul historique des droits pour les salariés.

Toutes les mesures envisagées visent à précariser toujours plus, flexibiliser toujours davantage les salariés pour faire baisser le « coût » du travail, afin de faire grossir les profits financiers et les dividendes versés aux actionnaires. C’est tellement vrai que le Président du Medef, Pierre Gattaz, soucieux de ses intérêts, vient de signer une pétition pour soutenir le projet de loi !

7 français sur 10 considèrent que le projet de réforme du code du travail constitue une menace pour les droits des salariés. Ils ont raison !

Continua a leggere

Firma per il lavoro, per i diritti e il futuro di tutti. Il testo dell’appello.


Abbiamo deciso di firmare e sosteniamo la “Carta dei diritti universali del lavoro” perché è una proposta innovativa, costituisce un disegno organico per ricostruire in Italia il diritto del lavoro. 
Abbiamo alle spalle lunghi anni di una crisi economica non finita che, anzi, oggi rischia di far precipitare nuovamente il nostro e altri Paesi in recessione.
L’Unione Europea e gli Stati che ne fanno parte, Italia compresa, hanno affrontato ed affrontano questa crisi con l’unica ricetta del rigore e dell’austerità, scegliendo di comprimere e ridurre i diritti delle persone, di trattare il lavoro come fattore marginale e povero, un costo e un problema anziché una risorsa fondamentale, di ridurre lo stato sociale, restringendone confini e qualità.


La Mia Pensione. Arriva la busta "Arancione". Ma sarà davvero utile?"


Il Presidente dell'Inps Tito Boeri ha annunciato nei giorni scorsi di aver finalmente trovato le risorse per inviare a casa, a circa sette milioni di lavoratori e lavoratrici, la " busta arancione ". 
Il plico, che arriverà per ora ai soli dipendenti privati, subordinati, parasubordinati, artigiani, commercianti, coltivatori diretti e dirigenti, conterrà l'estratto contributivo che documenta i contributi previdenziali versati fino a quel momento e una simulazione della propria pensione sia rispetto alla data di maturazione del diritto per la pensione anticipata e di vecchiaia, sia per il presunto importo che si percepirà a tale data, sempre suddiviso tra anticipata e vecchiaia. 
I lavoratori pubblici, al momento sono esclusi, ma l'Inps promette di inviare loro le informazioni sopra citate unitamente alla busta paga.


INCA France



http://www.cgil.it/

www.inca.it

http://www.osservatorioinca.org/

http://www.sistemaservizicgil.it/Home.aspx

http://www.inca.it/Portals/0/N_OnLine_2_2015-3/index.html

http://www.etuc.org/

http://www.rassegna.it/rubriche/21/ultime-notizie

http://www.radioarticolo1.it/home/desktop.cfm

http://www.focus-in.info/






Ċ
Italo Stellon,
26 mar 2016, 11:44
Comments