Cosa dice la Chiesa Cattolica


L'uso di velarsi il capo durante le funzioni religiose è una tradizione che risale fino alle origini della Chiesa primitiva, alle norme ratificate dall'apostolo San Paolo, che ne fecero un obbligo per tutte le donne cristiane. Tale obbligo permane nella Chiesa fino al Codice di diritto canonico promulgato da papa Benedetto XV nel 1917 che così prescrive al canone 1262 §2

Viri in ecclesia vel extra ecclesiam, dum sacris ritibus assistunt, nudo capite sint, nisi aliud ferant probati populorum mores aut peculiaria rerum adiuncta; mulieres autem, capite cooperto et modeste vestitae, maxime cum ad mensam Dominicam accedunt.

(Gli uomini, in chiesa o fuor di chiesa, quando assistano ai sacri riti, siano a capo scoperto, a meno che a ciò si oppongano i costumi locali o particolari
circostanze; le donne invece stiano a capo coperto e abbigliate con modestia, specialmente quando si accostano alla Mensa del Signore)

Nel nuovo CIC promulgato nel 1983 questo canone non è stato riportato nè modificato ma completamente omesso, pertanto oggi si tratta di materia discrezionale e non più obbligatoria.

Perchè quindi indossare oggi il velo? Vi rimando a due recenti, ottimi articoli di due bravi sacerdoti italiani.

Don Alfredo Maria Morselli (Bologna 2009)
Don Leonardo Maria Pompei (Latina 2013)


Entrambi gli articoli sono brevi e concisi, vi elencheranno le principali ragioni per compiere questo piccolo atto di coraggio e amore per Gesù.
Io vi limito a lasciarvi con il più famoso brano a riguardo tratto d
agli scritti dell'apostolo San Paolo, per le mie personali motivazioni
vi rimando alla pagina:la mia storia personale

L'abbigliamento delle donne nelle adunanze sacre.


1 - Siate imitatori miei, come anch'io sono di Cristo. 2 Vi lodo poi, fratelli, perchè in ogni cosa vi ricordate di me, e ritenete, come ve le ho date, le istruzioni mie. 3 Voglio però che sappiate, che d'ogni uomo il capo è Cristo, e che il capo della moglie è il marito, e il capo di Cristo è Dio. 4 Qualunque uomo preghi o profetizzi avendo la testa coperta, disonora il suo capo; 5 e qualunque donna preghi o profetizzi senza velo sulla testa, disonora il suo capo, 6 poichè, se non si vela la donna, si tagli anche i capelli; e se è turpe per la donna il tagliarsi i capelli e radersi, si veli dunque. 7 L'uomo no, non deve coprir di velo la testa, essendo immagine e gloria di Dio; e la donna è gloria dell'uomo. 8 Poichè non viene l'uomo dalla donna, ma la donna dall'uomo, 9 nè fu fatto l'uomo per la donna, ma la donna per l'uomo. 10 Per questo deve la donna aver sulla testa il segno della sua dipendenza, per via degli angeli. 11 Però nel Signore, nè la donna è indipendente dall'uomo, nè l'uomo può essere senza la donna; 12 poichè come la donna è dell'uomo così l'uomo [nasce] per mezzo della donna, e tutto è da Dio. 13 Giudicatene voi stessi; è decoroso che donna senza velo rivolga preghiera a Dio? 14 Non insegna la natura stessa, che se l'uomo porta lunghi capelli, è per lui disonore, 15 e per la donna invece la capigliatura è gloria? giacchè la chioma a lei è stata data in luogo di velo. 16 Se poi qualcuno si compiace a contendere, noi siffatto costume non l'abbiamo, neanche le Chiese di Dio

1 Cor 11, 1-16