Il sentiero dei colori‎ > ‎Acrilico‎ > ‎

Rockpainting

Rockpainter si diventa per una illuminazione improvvisa.
 
Si cerca il primo sasso e dopo, dopo il primo tentativo, la pittura su sasso entra

definitivamente a far parte del proprio corredo genetico..
 
 
Come un sasso diventa.. altro
 
 
I sassi che dipingo sono per la maggior parte sassi di fiume, che cerco e raccolgo in maniera più o meno avventurosa..
 
 
A volte sono 'loro' che si fanno trovare, oppure hanno semplicemente una bella forma che mi permetterà di fare un buon lavoro.
In genere non uso una base; se il sasso è molto poroso ma adatto al dipinto che ho in mente stendo una mano di gesso acrilico per uniformare la superfice.
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Questo sasso mi è stato regalato, portato con altri in un secchio. Per una rockpainter è un bel pensiero.
Ho scelto questo, la sua superfice scabrosa mi ha richiamato alla mente un dipinto di Terry Isaac. Ci sono molti artisti che si dedicano alla pittura naturalista, e tra loro  si possono trovare degli ottimi maestri.
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Per questo sasso particolare ho preferito ricalcare lo schizzo con carta copiativa bianca, per non sporcare la pietra con i tratti a matita. Ero indecisa se dipingere o meno lo sfondo, in caso avessi scelto di no la grafite avrebbe macchiato il sasso. La traccia è molto semplice, i particolari verranno in un secondo momento lavorando con il colore.
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Ecco il primo abbozzo. Qui decido di inserire anche lo sfondo, per far risaltare gli animali. La pelliccia dei puma è troppo tono su tono con la pietra, c'è bisogno di contrasto per dare profondità al dipinto.
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Il dipinto si sta delineando, adesso si lavora sui particolari.
 
 
Ormai è quasi finito, rimane da rifinire e da aggiungere qualche tocco di luce, qualche ciuffo di erba.
 
 
E' pronto. Questo sasso 'difficile' è perfetto per questa coppia di puma, e loro per il sasso. Le pieghe della roccia lo rendono tridimensionale, va guardato ma anche toccato!
 
Questo è uno dei percorsi: ve ne sono infiniti, come infiniti sono i sassi che hanno qualcosa in se e cercano qualcuno che lo sappia vedere, e svelare.
 
 
Galleria dei sassi







 
 
 
Comments