NUOTO: UNO SPORT CHE FA BENE

Si dice che il nuoto sia lo sport più completo. "Ed è vero, perché coinvolge tutta la muscolatura e la tonifica in modo armonioso. Muoversi in un elemento come l'acqua, otto volte più denso dell'aria, fa sì che i muscoli acquistino potenza e allo stesso tempo si allunghino. Ma non solo. Nuotare rafforza le difese immunitarie, perché aumenta la produzione di linfociti T, nemici di virus e infezioni. E così si evitano raffreddori e sinusiti".
Ogni stile, poi, agisce in modo diverso sulle varie parti del corpo. "Con il libero (o crawl), che richiede un movimento continuo, si tonificano soprattutto glutei, addominali, spalle. Il dorso è perfetto per rinforzare la schiena e allungare i muscoli flessori dei fianchi. La rana fa lavorare soprattutto il torace e l'interno cosce. Delfino e farfalla, i più difficili, richiedono una grande forza e flessibilità e sviluppano soprattutto la parte superiore del corpo". Risultato? La postura si equilibra e i movimenti diventano più agili, anche fuori dall'acqua.
Anche i polmoni accrescono la loro capacità e l'ossigenazione di tutto l'organismo migliora" continua l'esperto. Ma nuotare è l'ideale anche se si vuole dimagrire. Perché è uno sport aerobico, come la corsa o il ciclismo. In pratica, durante l'allenamento, prima si consumano gli zuccheri, che danno ai muscoli energia immediata, poi dopo circa quaranta minuti, l'organismo comincia a intaccare le riserve di grasso.
La circolazione del sangue migliora, in particolare, quella periferica. Così i liquidi in eccesso non ristagnano ma vengono riassorbiti dal sistema linfatico". Risultato: la pelle diventa levigata e la cellulite scompare. "Allo stesso tempo, l'alternanza di contrazione e rilassamento dei muscoli è una ginnastica per vene e capillari. Un'arma strategica per combattere le varici".
Un'ora di nuoto fa bruciare da 200 a 600 Kcal a seconda dell'intensità. E qualche caloria in più si brucia anche grazie alla termoregolazione: sia in mare che in piscina, la temperatura dell'acqua è più fredda rispetto a quella corporea (questo comporta un dispendio di calorie). "Quando si nuota, la pressione che l'acqua esercita sul corpo ha un effetto drenante, soprattutto al mare, per l'azione del sale che, praticamente, "asciuga" i tessuti.
Comments