Progetti

Ecco  un breve articolo su come impostare e gestire un progetto, qualsiasi esso sia (Virus, programma ...)

Link

HomePage

Etica

Glossario 

Download

Articoli 

Anteprima ingannevole

Cripto

Contatori

2 PC in 1

  Tutti gli Articoli

Articoli di Salvatore Aranzulla

Windows... troppo spione

YouTube 

MiniArticoli 

VirusGames

Tutti i MiniAritcoli

Virus

Sasser

I love you

Attività 

Creati un Blog

Siti interessanti

Sito di un altro Hacker

HackerJournal 

UniversitàItalianaCracking

  Un sito abbastanza completo

La gestione dei progetti

 

La gestione dei progetti (Project Management) è una disciplina aziendale che si occupa delle tecniche per portare a termine con successo progetti complessi; nasce in ambito ingegneristico (opere civili come strade, ferrovie e canali sono gli esempi più rilevanti, ma la base è nelle più ridotte costruzioni edili) e si perfeziona nei progetti dell’industria bellica guidati dal Ministero della Difesa USA durante la II Guerra Mondiale.

Oggi si trovano applicazioni anche nell’educazione scolastica, poiché alla base c’è un metodo che è applicabile ad una grande varietà di problemi complessi, specie se è richiesto il coordinamento di persone (risorse) diverse in un arco temporale non breve.

Esistono varie metodologie per gestire i progetti, le più diffuse sono PMBOK e PRINCE2. PMBOK significa Project Management Body Of Knowledge, cioè corpo delle conoscenze per la gestione dei progetti ed è sviluppato dal Project Management Institute (www.pmi.org), la maggiore organizzazione professionale in questo campo.

La complessità delle azioni da seguire dipende dalla complessità del progetto. In linea di massima occorre fare almeno le seguenti attività, cui corrisponde uno specifico documento che ne riporta i risultati:

-         impostazione

-         pianificazione

-         analisi dei rischi

-         gestione

-         controllo

Impostazione: si definisce l’ambito del progetto (confini delle attività, scopo), si identificano tempi e risorse (finanziarie, umane, strumenti, ecc.) e si stabilisce l’organizzazione, identificando le persone che coprono i vari ruoli. Il responsabile del progetto (Project Manager) è la persona che dirige le attività e risponde del risultato finale. Il documento è la Carta di Progetto.

Pianificazione: il Project Manager scompone il progetto in fasi ed attività, alle quali assegna risorse e stima tempi per l’esecuzione. Definisce inoltre la successione delle attività, i momenti di controllo e le modalità di scambio delle informazioni sull’avanzamento del progetto. I documenti sono il Manuale di Progetto ed il Piano di Progetto.

Analisi dei rischi: il Project Manager identifica e stima i rischi e li riporta nel Catalogo dei Rischi. Se necessario, predispone delle azioni specifiche per mitigarne l’evenienza e/o l’impatto o, al limite dei piani di emergenza per agire se si dovessero verificare. Il documento è il Piano dei Rischi.

Gestione: consiste nell’esecuzione delle attività specifiche previste dal piano di lavoro.

Controllo: è il complesso di attività di esame dello svolgimento del progetto, informazione agli interessati, valutazione dei problemi e dell’avanzamento. Si svolge principalmente con riunioni e tramite appositi rapporti scritti. Se si evidenziano scostamenti rispetto al piano, in termini di tempi, costi o qualità della produzione, si definiscono le opportune azioni correttive, al limite modificando i piani iniziali, aggiungendo risorse o concludendo il progetto stesso.