Aladin 2.0

2008-2009

La pluralità di risorse messe a disposizione dal Web 2.0 apre nuovi orizzonti sull’uso didattico-educativo delle tecnologie informatiche e della comunicazione in ambito scolastico.

Di qui l’esigenza di aiutare i docenti a scoprire questo nuovo universo con azioni sperimentali finalizzate a un avvicinamento graduale, autonomo e consapevole al Web 2.0 che inizi con piccoli progetti (autodiretti), calati sulla propria didattica disciplinare, per attività limitate nel tempo e quindi più facilmente integrabili/intrecciabili nel percorso curricolare.

Obiettivi del progetto

Obiettivo di ALDIN 2.0 (ALto ADige Instructional Network) è stato lo studio, la messa a punto e la sperimentazione di un’azione di sistema finalizzata a far crescere competenze progettuali sull’uso didattico-educativo del Web 2.0. L’obiettivo è stato perseguito stimolando e favorendo processi di apprendimento informale all’interno di comunità online di insegnanti, coordinati da membri senior (docenti esperti nell’uso didattico delle ICT), sotto la supervisione scientifica di ricercatori dell’ITD-CNR.

Attività

La ricerca ha avuto come scenario il territorio dell’Alto Adige e puntava a coagulare, intorno a una serie di risorse Web 2.0, altrettante comunità di docenti intenzionati a sperimentarne l'uso didattico nella propria disciplina.

L’idea chiave è stata quella di creare momenti di ricerca-azione che, attraverso l’ideazione collaborativa e/o la condivisione di progetti da svilupparsi localmente o geograficamente, portasse alla definizione e alla sperimentazione di approcci didattico-pedagogici centrati su risorse di comunicazione i cui usi, già allora, facevano parte delle abitudini degli studenti.

Risultati

    • Risultati riferiti alle comunità di docenti: un modello di formazione permanente sull’uso didattico del Web 2.0 in cui brevi interventi formali fungano da momento di lancio e/o di consolidamento di processi di apprendimento continuo informale favoriti dalle azioni sinergiche fra i membri di comunità di pratica e/o di ricerca-azione.

    • Risultati riferiti agli studenti: un modello d’uso didattico del Web 2.0 in grado di sensibilizzare/educare gli studenti a come rapportarsi in modo consapevole alle tecnologie di comunicazione oggi liberamente a loro disposizione, sia per lo studio, sia per l’uso nel quotidiano. In altre parole, una sorta di “educazione civica” dello stare in rete tesa a contrastare azioni dissennate favorite proprio dalla totale libertà espressiva consentita dalla rete.

Ultimo aggiornamento: 11 Novembre 2016