A. Chi siamo

Obiettivi e Organigramma

Il 9 Febbraio 2007, si è festeggiato a La Rustica la nascita dell' Associazione sportiva-culturale " Il Grillo Parlante ".

L' associazione è rivolta a tutte le persone che hanno il piacere di riunirsi ed uscire dalla solita routine quotidiana per ritrovarsi con altre persone che vivono le stesse realtà e che sempre più raramente parlano e condividono le problematiche della periferia romana.

Tra le finalità de " Il Grillo Parlante ", c'è la promozione e la difesa dei diritti della persona e del cittadino , la protezione dell'ambiente circostante  tramite iniziative culturali, ricreative e sportive.

Tra l'altro in collaborazione con altre associazioni locali, "Il Grillo Parlante" organizzerà eventi socio-culturali e ludico-ricreativi, destinando il ricavato a sostegno di  progetti che di volta in volta verranno individuati dal direttivo.

Nell'ambito di questi eventi socio-culturali verranno organizzati spettacoli, incontri di carattere ricreativo e culturale, ed incontri dedicati agli spazi ed ai diritti dei bambini.

Dal 2007, anno di fondazione dell' associazione, di strada ne è stata fatta tanta. Tanti sono stati i nostri compagni di viaggio, qualcuno s'è aggregato strada facendo, qualcuno s'è perso. D'altra parte  la costanza , la tenacia nel voler raggiungere gli obiettivi prefissati , aspettando con pazienza i tempi giusti e il non voler usare  questi ideali a scopo personale, non è cosa da tutti.

Purtroppo spesso accade che si perdono per strada coloro che si muovono solo per interessi personali.

E per questo aggiungo che l'obiettivo principale dell' associazione "Il Grillo Parlante" è quello di far capire l'importanza di dedicare un pò del nostro tempo per creare un futuro migliore e un presente che abbia un senso. Tutti noi possiamo e dobbiamo dare un contributo, anche se piccolo, per tentare di migliorare le tante problematiche presenti nel nostro territorio.

Non c'è bisogno di essere dei sognatori o degli idealisti per realizzare tutto ciò anche se noi abbiamo avuto la fortuna di conoscerne uno,  Lucio Conte.