GAS-SCEC

1. CRISI ECONOMICA: le famiglie non riescono ad arrivare alla seconda settimana del mese per il costo della vita eccessivo e i pochi guadagni; le attività economiche sono frenate o bloccate perchè c'è poca domanda, i costi fissi sono elevati e il credito e' sempre più difficile da ottenere

2. NASCE LO SCEC
I Buoni Locali di Solidarietà SCEC ( Soldarietà ChE Cammina ) nascono dall'esperienza e dallo studio di oltre  4.000 esempi di monete complementari già presenti in tutto il mondo, compreso il circuito WIR svizzero e il Regio tedesco.

3. LO SCEC COME PARTE DELLA SOLUZIONE: un modo per bloccare questo processo di recessione economica ed invertire la   marcia, è la moneta locale che aumenta il potere di acquisto.

4. COS' È?

E' un buono locale che ha un rapporto di parità con l'Euro (1:1) ed è gratuito   SCEC è il diminutivo di Solidarietà ChE Cammina. L'associazione (i soci sono gli stessi utilizzatori) distribuisce gratuitamente a tutti gli iscritti una quota di «Buoni Locali» in forma cartacea, quota che potrà essere «spesa» nelle aziende convenzionate e per pagare i servizi che gli altri associati (privati) offrono (lezioni private, baby sitting, riparazioni, lavori artigianali, ecc.).  Il Buono Locale non è convertibile in euro, è gratuito e viene distribuito con criteri univoci e trasparenti, uguali in tutte le zone d'Italia  che aderiscono al progetto Arcipelago.

5. COME FUNZIONA?
  • Il funzionamento è molto semplice. I Buoni (SCEC) vengono stampati dalle Associazioni locali e consegnati gratuitamente agli iscritti e alle famiglie.
  • Nel caso di privato utilizzatore, ci si iscrive gratuitamente sul sito www.arcipelagotoscana.org, una volta iscritti, vengono consegnati gli scec che potranno essere utilizzati presso tutti gli esercizi convenzionati aderenti al circuito.
  • Come negoziante o prestatore di servizi è comunque necessario iscriversi online al circuito scec sul sito di arcipelago toscana e dichiarare la quota che si ha intenzione di accettare in scec come pagamento (10%, oppure 20%, ecc.)
Il negoziante o socio che offre il servizio decide la quota % di SCEC che intende accettare ad esempio: effettuando una spesa di 10 euro in un negozio convenzionato che applica una accettazione del 20%, alla cassa verrà riconosciuto un abbuono sul prezzo di 2 euro. Dunque si pagheranno 8 euro e 2 Buoni SCEC. Lo scontrino sarà quindi fatto per 8 euro, non per 10 euro.   Questi Buoni Locali danno quindi diritto ad una riduzione sui prezzi di listino. Ogni esercente e chiunque sia in grado di offrire una prestazione o un servizio sceglie la percentuale di sconto da applicare che diventa l' equivalente di % in SCEC  (quindi lo sconto e' comunque pagato sottoforma di buoni SCEC a loro volta riutilizzabili ovvero spendibili).   Distribuiti direttamente alle famiglie del territorio, attireranno nel circuito anche coloro che di solito fanno la spesa nella grande distribuzione.  L'impresa che riceve i Buoni Locali li riutilizza per le proprie necessità all'interno del circuito locale o nazionale.

L' iscrizione non è vincolante in ogni caso e in qualsiasi momento sia il privato cittadino che il negoziante potranno
decidere di non utilizzare più gli SCEC senza alcun obbligo verso l' associazione.

6. I VANTAGGI:
Chi riceve i Buoni può a sua volta riutilizzarli per i propri acquisti, in altri esercizi o attività convenzionate. Quindi:
  • - NON E' uno sconto a perdere perché OGNI BUONO SCEC puo' essere sempre riutilizzato per altre spese: chi viene pagato in SCE puo' a sua voltarispendere i buoni altrove (dove li accettano, per questo e' importante la loro diffusione) inoltre la vostra attività sarà pubblicizzata gratuitamente sul sito internet di arcipelago toscana e sulle Pagine Auree
  • favorirete la piccola e media imprenditoria che crea vera ricchezza e posti di lavoro sul territorio, rispetto alle grandi catene di distribuzione che dirottano i profitti all'estero e offrono al territorio sul quale operano solo posti di lavoro precari e sottopagati.
  • lo si può spendere su tutto il territorio nazionale



CON LA COLLABORAZIONE DI:

http://grillidiprato.blogspot.com

http://pbc-prato.blogspot.com gruppo PerIlBeneComune - Prato

http://www.meetup.com/Montemurlo-Agliana-Montale



Queste e altre informazioni sono reperibile attraverso i siti internet dedicati al

progetto.

www.arcipelagotoscana.orgwww.progettoscec.com - Arcipelago Campania

http://www.arcipelagotoscana.org

http://www.scecservice.org/pagineauree.php


INFORMARSI NON TI COSTA NIENTE MA TI PUÒ AIUTARE

Contatti:

Per ogni informazione o per entrare in contatto con le persone che operano sul territorio potete mandare

una e-mail ai referenti provinciali, oppure contattarci telefonicamente (i numeri telefonici sono presenti

nel sito Arcipelago Toscana):

empoli@arcipelagotoscana.org Graziano Beverini: 333 5490408

firenze@arcipelagotoscana.org Cristian Cini: cell. 331 7896958 (13:00-19:00, lun-ven)

lucca@arcipelagotoscana.org Paolo Tintori: tel.fax: 0583 22689 - cell.348 4704999 - skype: paolotintori2

pistoia@arcipelagotoscana.org Paolo Tintori: tel.fax: 0583 22689 -cell. 348 4704999 -skype: paolotintori2

Prato: (e-mail provvisoria) emanuelecatarzi@gmail.com cell. 340 8833511 - Skype: Emanuele Catarzi

Montemurlo-Agliana-Montale: signa@hotmail.it Cell.:335 302012 - Skype: IlSigna

COME AIUTARE L' ECONOMIA DEI PRODUTTORI LOCALI E
 
RISPARMIARE SULL' ACQUISTO DI

PRODOTTI DI QUALITA':

nasce il progetto GAS-SCEC, ovvero la diffusione dello SCEC per gli acquisti

collettivi dai produttori locali tra i quali si sta diffondendo l' accettazione di

questo mezzo di pagamento

 
In questo modo, oltre alla convenienza dell acquisto collettivo, alla qualità dei prodotti acquistati da aziende locali di provata fiducia, si aggiunge il risparmio per l' acquirente (che non diminuisce il guadagno per il produttore/venditore) grazie all' uso dello SCEC come mezzo di pagamento.
______________________________________________________________________________________________

Cosa sono i .............................. G.A.S. :
Gruppi Di Acquisto Solidale

http://www.retegas.org
<<Da una parte abbiamo i consumatori critici che cercano prodotti etici e compatibili, dall' altra si trovano i piccoli produttori che fanno fatica a trovare un mercato nonostante la bonta dei loro prodotti. E allora, facciamoli incontrare!>>

COSA SONO I GRUPPI DACQUISTO SOLIDALE?
 Sono un insieme di persone che decidono di incontrarsi per acquistare allingrosso prodotti alimentari o di uso comune solitamente di produzione biologica o eco-compatibile (rispettosi dellambiente e dei lavoratori) da ridistribuire tra loro.


SI MA.... PERCHE SI CHIAMA SOLIDALE?
Un gruppo d' acquisto diventa solidale nel momento in cui decide di utilizzare il concetto di solidarietà come criterio guida nella scelta dei prodotti. Solidarieta che parte dai membri del gruppo e si estende ai piccoli produttori che forniscono i prodotti, al rispetto dell' ambiente, ai popoli del sud del mondo e a coloro che -a causa della ingiusta ripartizione delle ricchezze- subiscono le conseguenze inique di questo modello di sviluppo.


PERCHE NASCE UN GAS?
Perché crediamo che ognuno di noi possa dare una mano a cambiare il mondo partendo dal carrello della spesa! Dietro a questo gesto quotidiano si nascondono problemi di portata planetaria: inquinamento, spreco di risorse non rinnovabili, sfruttamento dei minori e dei lavoratori.
  Spesso alla base vi e una critica profonda verso il modello di consumo e di economia globale ora imperante, insieme alla ricerca di una alternativa praticabile da subito. Il gruppo aiuta a non sentirsi soli nella propria critica al consumismo, a scambiarsi esperienze ed appoggio, a verificare le proprie scelte.

COME FUNZIONA UN GAS?
Insieme ci si occupa di ricercare nella zona piccoli produttori rispettosi dell'uomo e dell'ambiente, di raccogliere gli ordini tra chi aderisce, di acquistare i prodotti e distribuirli...e si parte!

QUALCHE PAROLA IN PIU SUI CRITERI SOLIDALI PER LA SCELTA DEI PRODOTTI


PRODOTTI LOCALI
Per ridurre l' inquinamento e lo spreco energetico dovuti al trasporto della merce su e giu per il pianeta (e viaggiando di meno, arriva piu fresca e non richiede conservanti!); si possono conoscere i produttori, verificare il loro comportamento, apprezzare la storia di ogni prodotto.


PICCOLI PRODUTTORI
Perche e piu facile conoscerli e perche lavorano con piu intensità di manodopera che non di capitale: cosi i soldi che si spendono finanziano l' occupazione, e non gli azionisti.


PRODOTTI BIOLOGICI
Perche non utilizzano pesticidi, diserbanti, concimi chimici, che inquinano e consumano energia, ma invece rispettano la terra (per inquinare ci vuole un attimo, per bonificare decenni). Cosi possiamo anche mangiare cose naturali, recuperandone i sapori.


ATTENZIONE ALLE CONDIZIONI DI LAVORO
l' economia nell' era della globalizzazione: le multinazionali spostano la produzione dove i costi sono piu bassi, la manodopera e sottopagata e i lavoratori non hanno diritti; preferire i prodotti senza sfruttamento significa aiutare a regolare il mercato del lavoro.


sv3f13fe.jpghttp://www.retegas.org

Comments