Home


CULTURA... PROFESSIONE... ARTE...–> TEMPO...–> AZIONE...–>



In questi tempi è ancora possibile parlare di un rinnovato amor patrio, senza scivolare nell’anacronistico,
senza essere di parte, ma semplicemente perché si ama il proprio paese?

Sono anche convinto di una condivisione di valori dei popoli d’Europa, coinvolti anch’essi
in una più grande visione che ci attrae verso un rinnovato umanesimo; una nuova coscienza planetaria.

Ho attraversato questi due secoli maturando importanti esperienze di vita e generando azioni
per coinvolgere positivamente gli italiani ad identificare nel bene comune un appartenenza.  
Solo attraverso una partecipazione sinergica e con la nostra coesione, si apporterà il benessere all’Italia.

La vastità culturale che il nostro paese ci offre attraverso i documenti, le opere e le gesta,
di chi ci ha preceduto nei secoli, costituisce un patrimonio ineguagliabile,
diverrà la forza motrice per il nostro ruolo nel futuro del mondo.

La consapevolezza di questi valori mi ha indotto ad impegnarmi nell’edutainment.

I fondamentali derivano dal vissuto nei ruoli professionali che ho riversato in azioni culturali, interventi televisivi,
espressioni artistiche, scrivendo testi con passione, coinvolgendo!

Ciò che traspare dai racconti è una vocazione ad indurre il bene per l’umanità e la certezza
del grande apporto di valore che l’Italia saprà donare al mondo futuro.

L’arte e la scienza, l’antropologia, la filosofia e l’expertise professionale,
costituiscono i cardini nelle ricerche da cui traggo consapevolezza nel rivisitare il passato,
per stimolare nuove azioni nel futuro. Saranno compiute da nuovi cittadini italiani, cittadini del mondo.

Il lettore scoprirà poco per volta personaggi italici leggendari che:
In “Leggende Aicurziesi” abbracciano 9000 anni di storia e donano prestigio all’Italia.
In “Mediolanensis” coinvolgono la generazione dei ventenni a reinventarsi e a costruire.
In “De DioscurAetate” gli italiani percepiranno lo stimolo dell’energia duale
che pervade l’universo e li spinge ad agire come i nostri avi fecero nel passato.

Ne “Le Oratorie” un prestigioso etrusco-romano, Gaio Cilnio Mecenate, consente di rapportarsi con l’antichità classica, confrontandola con la moderna quotidianità. Provocherà nuove idee e volontà del fare.

Nel Forziere delle “Terre, Acque e Minerali d’Italia” gli attuali popoli d’Italia, percepiranno un riferimento civico che travalica gli stessi ideali e induce allo spirito di coesione e di unità.

Nella Vita occorre credere nei progetti leali. La sincera e onesta pro-attività convince e muove le montagne!

 




Ċ
Gianmarino M. Colnago,
24 apr 2014, 06:17
Ċ
Gianmarino M. Colnago,
24 gen 2012, 05:43
Ċ
Gianmarino M. Colnago,
24 gen 2012, 05:43
Ċ
Gianmarino M. Colnago,
24 gen 2012, 05:43
Ċ
Gianmarino M. Colnago,
24 apr 2014, 05:30
Ċ
Gianmarino M. Colnago,
28 mar 2013, 07:18
Ċ
Gianmarino M. Colnago,
26 feb 2013, 03:06
Ċ
Gianmarino M. Colnago,
24 gen 2012, 05:44
Ċ
Gianmarino M. Colnago,
22 feb 2013, 05:34
Ċ
Gianmarino M. Colnago,
24 apr 2014, 06:19
Ċ
Gianmarino M. Colnago,
24 apr 2014, 06:18
Ċ
Gianmarino M. Colnago,
24 apr 2014, 06:18
Comments