SCHEDA INFORMATIVA SULL’AUTORE GIACOMO CUTRERA

 


“Non leggo, ma lasciatemi scrivere” è lo slogan di Giacomo Cutrera, nato a Brescia il 22 gennaio 1988, un ragazzo normale ma con una missione speciale: raccontare la sua storia per aiutare tutti i ragazzi che affrontano il mondo della scuola. 

Il problema di Giacomo fin dai primi giorni sui banchi di scuola è la difficoltà nel leggere in modo fluente che ha ripercussioni anche nello studio e nella velocità nei compiti in classe. Tutto questo è dovuto alla “dislessia”.





Giacomo Cutrera, auto
re e protagonista della biografia “Demone Bianco”, scopre di essere dislessico solo dopo la terza media e da quel momento la sua vita cambia completamente. Fino ad allora, pur studiando molto e impegnandosi al massimo, non era riuscito ad ottenere i risultati che tutti si attendevano da lui. Giacomo, dopo aver capito l’origine di tutti i suoi problemi, comincia a vedere la scuola con occhi diversi: spiega ai professori le sue difficoltà e chiede gli strumenti per superarle, concordando con i docenti la possibilità di avere più tempo per svolgere le verifiche scritte. 



Il cuore del “Demone Bianco”, raffigurato sulla copertina del libro, è il simbolo della vicenda di Giacomo: un cuore trafitto è segno del suo dolore e della sua rabbia di fronte all’ atteggiamento degli adulti che lo ritenevano un lazzarone. Ci sono anche due ali che rappresentano la gioia che Giacomo prova quando scopre il suo problema e le strategie per superarlo. Ora Giacomo si è laureato in informatica. Ma il suo compito più importante resta l’impegno nell’aiutare tutti i ragazzi come lui affinché anche la loro storia abbia un lieto fine.


Se ancora non siete riusciti a far comprendere cosa sia la dislessia, cosa comporta essere dislessici, leggere il libro “Demone bianco” può far capire qual è il problema anche alle persone più riottose, ai docenti più arroccati. E' un tesoro da conservare con cura, tra i libri più cari. Una testimonianza che può far aprire davvero gli occhi, con ottimi suggerimenti anche per i docenti.

(IIS "A.Volta" Lodi)