scienza

La scienza può solo accertare ciò che è, ma non ciò che dovrebbe essere (Albert Einstein)

Vai alla sezione dei documenti (scienza)

 

 Il termine scienza deriva dal participio presente del verbo latino scìre, cioé sapere, e il suo significato può essere sintetizzato come quel sistema di cognizioni acquisite con lo studio e con la meditazione.

 Nonostante vi sia sulla scienza una forte aspettativa, il suo obiettivo non è rispondere a tutte le domande, ma solo a quelle pertinenti alla realtà fisica. Non è possibile delegarle tutti i problemi, così diventa importante la scelta su quali interrogativi debba rispondere. Le regole che governano tale processo di acquisizione conoscitivo sono conosciute come metodo scientifico. In ambito moderno, uno degli elementi essenziali affinché un complesso (limitato o meno) di conoscenze possa essere ritenuto scientifico è la sua possibilità di essere falsificabile mediante una opportuna procedura.

  La conoscenza scientifica si struttura rispettando una serie di regole imposte dal pensiero logico e viene descritta tramite la matematica; la conoscenza scientifica è un sapere empirico, cioè fondato sull'esperienza, descrittivo ed esplicativo, di osservazioni singole e limitate che possono essere sia ripetute che generalizzate. Ciò che rende ammissibile l'introduzione di un ente nel discorso scientifico è la sua osservabilità di principio, cioè la possibilità di registrare mediante strumenti di varia natura l'esistenza di un dato oggetto o di un fenomeno e di descriverli.

 Nonostante la cosiddetta fisica classicateoria quantistica e come dimostrato dal teorema di indeterminazione) non possono essere osservate simultaneamente con precisione qualsiasi. descriva in modo sostanzialmente accurato gran parte dei fenomeni meccanici osservabili direttamente nella nostra vita quotidiana, le basi metodologiche del procedere scientifico sono state modificate a partire dai fisici stessi; questo è accaduto per la natura di certi enti dei quali alcune proprietà osservabili coniugate (nel senso usato nella

 Tali enti non implicano una rinuncia nell'obiettività scientifica, ma si passa a lavorare sulle probabilità di misurare un dato valore per un'osservabile (in certi casi potrebbe anche essere l'evento certo). La teoria quantistica dei campi rappresenta un'estensione della meccanica quantistica che tiene conto degli effetti descritti dalla relatività ristretta. Molti sono gli sforzi ora in corso per tentare di unificare le leggi (ad esempio attraverso la cosiddetta teoria delle stringhe), ma ancora non esiste una estensione della meccanica quantistica che tenga conto della relatività generale.

 I filosofi fanno spesso riferimento ed interpretano il lavoro scientifico dei fisici, così che esiste una apposita disciplina, denominata filosofia della scienza; inoltre viene spesso citato il lavoro sperimentale svolto in psicologia. Nel contesto generale della scienza, come si constata da questi e da altri esempi, si continua ad assistere ad una mutazione della stessa e delle conseguenze filosofiche che comporta, ovvero le ricadute che tali trasformazioni hanno sul complesso della cultura umana.

Statistiche sito,contatore visite, counter web invisibile

in situ

________________________ACCUEIL

home

about me

mappa del sito

_________________________CORPUS

scienza

religione

conoscenza

______________________MATERIALI

blog

ebooks

immagini

 

ex situ

________________________SCIENZA

arxiv

sulla ricerca

biotechnology