8.11.2015 Eremo di Sambuca

Eremo di Sambuca ed acquedotto di Colognole nel livornese

Domenica 8 Novembre 2015

Descrizione dei luoghi dell’ itinerario:

La Nostra bellissima escursione  ci permetterà la visita dell’ L'Acquedotto Leopoldino, noto anche col nome di acquedotto di Colognole o acquedotto Lorenese. Esso è stato il principale rifornimento idrico della città di Livorno  dal 1816 al 1912 (anno in cui è entrato in funzione il più importante acquedotto di Filettole), ed è stato realizzato per volere dei Lorena, sotto la direzione di vari architetti, tra cui Pasquale Poccianti  che ha dato il contributo più notevole all'opera. Malgrado sia stato avviato sotto Ferdinando III di Lorenza,  fu concluso da Leopoldo II  con la realizzazione delle opere destinate alla distribuzione, depurazione e accumulo delle acque; per questo è noto come Acquedotto Leopoldino.

Dagli anni settanta del Novecento, l'acquedotto alimenta solo le località di Parrana San Giusto, Parrana San Martino  (frazioni di Collesalvetti)  e  Valle Benedetta (frazione di Livorno). Il complesso è interamente proprietà del Comune di Livorno ed è affidato alla gestione di ASA. 

Molte sue parti versano in stato di profondo degrado, tanto che alcune strutture risultano gravemente danneggiate a causa della folta vegetazione che si insinua tra le opere murarie; inoltre, in diversi punti le arcate sono recintate all'interno di appezzamenti privati, malgrado la proprietà degli enti pubblici si estenda anche su una fascia di rispetto di sette metri su ciascun lato della condotta.

La cosa più importante storicamente di Valle Benedetta è L'EREMO DI SANTA MARIA DELLA SAMBUCA. Dal primo nucleo di Eremiti risalente al 1100 venne dapprima realizzata la chiesetta, poi il complesso monastico, poi le stalle, gli ovili e porcili, poi i terrazzamenti. Aumenta il numero dei frati ma anche delle famiglie che si insediano per lavorare con i frati. Edificano Mulini a vento sul Poggio e mulini a acqua lungo l'Ugione. L'espansione e il benessere proviene dall'accoglienza dei pellegrini che provenienti da Santiago percorrevano il tratto da Marsiglia all'italia in nave sbarcando a Porto Pisano (Santo Stefano ai Lupi). Non affrontavano la palude ma salivano all'Eremo per via delle Sorgenti. Da li raggiungevano Roma su Via delle Parrane se  andavano via costa o la Francigena a S.Gimignano via Castellina-Volterra. il Picco del benessere arriva quando producono L'ORO DI LIVORNO: IL GHIACCIO! sfruttando le gore dei Mulini realizzano tre enormi manufatti che permettevano la conservazione del ghiaccio fino ad agosto inoltrato. Alla corte dei Medici la granatina era pagata più del caviale. Decade con l'invasione napoleonica. Diventata fattoria privata viene piano piano sporzionata e sempre più mal gestita. Ultimo utilizzo nel 1944-45 come rifugio dal bombardamento alleato agli sfollati di Livorno. C'è la Trattoria Camporeggi in paese per caffè e panini, 1 km. prima dell'Eremo la pastora vende i suoi formaggi. In paese c'è la fonte e la chiesa di San Giovanni Gualberto. Non ci sono fonti potabili nel cammino

Informazioni tecniche:

Percorso: Escursionistica e Culturale – Lunghezza del percorso: circa 14 km con dei sali e scendi per circa 480 mt in discesa e 480 mt in salita
Ritrovo 1: alla Casa Culturale di San Miniato Basso davanti alla zona bar alle ore 7,15, Partenza alle ore 7,30
Ritrovo 2: di fronte all’ingresso principale del parcheggio Ipercoop di Livorno alle ore 8,15, Partenza alle ore 8,30

E' richiesta la MASSIMA PUNTUALITA' .
Costo carburante: 22 euro a equipaggio da S. Miniato;(Viamichelin.it) , che va ripartito in modo equo tra i partecipanti escludendo gli autisti.

Pranzo: al sacco, a cura dei partecipanti.
Equipaggiamento: scarponcini da trekking indispensabili,  ricambio degli indumenti, mantella o k-way per la pioggia, una buona scorta d'acqua, buon umore e spirito di gruppo e di condivisione. No critiche e brontolamenti!!.

Nel caso di cattivo tempo o di eventi imprevisti, il percorso sarà modificato su decisione del capogita.

Il gruppo Etruria Trekking e il capogita non assumono alcuna responsabilità per eventuali infortuni.

Per partecipare é indispensabile rinnovare la tessera per l’anno 2015-16 entro il giorno MERCOLEDI’ prima dell’escursione presso la sede del Gruppo………….pena l’esclusione dalla gita !
 AFFRETTATEVI !.

Ogni “Trekkilla/o”  é pregata/o di portarsi dietro la tessera del gruppo ed eventualmente esibirla su richiesta del capogita.

Il gruppo Etruria Trekking si riunisce ogni mercoledì alle ore 21.30 presso il locale della Polisportiva alla Casa Culturale a San Miniato Basso. L’accesso avviene utilizzando la scala posta sul lato nord lato piazza Don Ruggini, che da l’accesso anche al ristorante ma proseguendo per due rampe esterne e due interne fino a raggiungere l’ingresso de il sanremo productions Academy ed infine dirigendosi a destra per il relativo corridoio. 

Per informazioni telefonare fino a Sabato 7.11 ad Alessandro T. cell. 333/4325288, per Domenica 8.11 ad Alberto M. 328/7081180

Comments