18.10.2015 FUMAROLE DI SASSO PISANO

Fumarole di Sasso Pisano con bagno nella piscina termale

Domenica 18 Ottobre 2015



Il Nostro Capogita Senzo S. ci comunica che per Domenica 18 Ottobre 2015  ci sarà la possibilità di far visita al Parco Didattico delle Fumarole di Sasso Pisano, Avremo una guida ambientale che ci spiegherà i fenomeni geotermici della zona con anche la possibilità di visita alla centrale geotermica lì vicina.

Sarà richiesto per questa interessante visita un contributo di € 3 a persona.Prego di comunicare la propria presenza quanto prima per avere idea del numero di partecipanti.

 

Descrizione itinerario :

Affascinante escursione  tra le province di Pisa e Grosseto, un anello di circa 7 km con un dislivello di 400 metri, che ci porterà a conoscere una delle aree geotermiche tra le più importanti al mondo per lo sfruttamento industriale e la produzione di elettricità utilizzando l'energia che si sprigiona dal sottosuolo. 

Partiremo dal parcheggio poco prima d’arrivare a Sasso Pisano (mt.493), in direzione sud, seguendo il sentiero che in costante salita,  ci ha portato sul versante opposto della collina.  Ci troveremo subito in mezzo al Parco delle Biancane, una zona dove la forte aggressione chimica dell'acido solfidrico e di altri componenti dei fluidi geotermici, ha prodotto l'alterazione e lo sbiancamento delle rocce, trasformando in gesso i diaspri e i calcari presenti in tutta l'area. Questo ambiente particolare ha influito e ha modificato anche la vegetazione della zona, tanto che le piante hanno assunto l'aspetto di veri e propri endemismi. Non è raro trovare esemplari centenari di Quercia Sughera (Quercus Suber) e Cerro Sughera (Quercus Crenata), che riescono a trovare il loro habitat a 700 metri di altitudine grazie al calore sprigionato dal sottosuolo, nonostante le loro caratteristiche di piante eliofile e xerofile che temono i climi freddi. Lungo tutto il nostro avvincente percorso, saremo accompagnati anche da rigogliosi cespugli di Brugo (Calluna Vulgaris) un'Ericacea in grado di colonizzare terreni molto acidi e che alla fine dell'estate dipinge questo paesaggio con stupende fioriture color malva. Proseguiamo sempre risalendo fino a trovarci immersi in un ambiente inconsueto dove le rocce alterate assumono nuove tonalità di colore, con tutte le sfumature dal rosso, al giallo, al viola che ci regalano un effetto cromatico di particolare suggestività. Arriveremo così in cima alla collina per goderci il superbo panorama che dalle Colline Metallifere spazia fino al mare mostrando nelle giornate più limpide, perfino le isole dell'Arcipelago Toscano. Sullo sfondo, il maestoso refrigerante della vicina centrale di Monterotondo e in basso la conca delle Biancane, tra pennacchi di vapore e il chiarore delle rocce fumanti.  Molto interessante e spettacolare è l'anfiteatro naturale che si trova nella parte più bassa dell'anello, che col suo bagliore quasi accecante ci regala un'atmosfera veramente surreale.

Continuando il tortuoso tracciato di scalette, ponticelli e staccionate, scorriamo lungo il perimetro di questo singolare luogo, ammirando da ogni prospettiva i particolari colori che lo dipingono e la straordinaria varietà delle piante che caratterizzano questo ambiente. Ritornati ad incrociare di nuovo il sentiero da cui siamo provenuti avremo l'accortezza di svoltare a dx per un nuovo tracciato che lambendo un castagneto e un piccolo laghetto ci porterà alla sommità del versante che guarda Sasso Pisano.

Note  :Dovremmo fare attenzione ai passamano e alle scalinate in legno ( in parte purtroppo degradate dall'incuria e dalle piogge),il pendio pietroso dove cammineremo è su un suolo arroventato nella prima parte del percorso, saremo accompagnati dal gorgoglio del fluido geotermico che in alcuni punti scaturisce dalle fessure sotto forma di acqua e fango formando piccole pozze bollenti. I vapori che fuoriescono dalle fratture delle rocce con una temperatura intorno a 100°, sono costituiti per il 95% da vapore acqueo e per il resto da anidride carbonica, ammoniaca, metano, acido borico, vari gas nobili e acido solfidrico (idrogeno solforato) responsabile del tipico odore di uovo marcio che si sente nella zona.

L'Ufficio Turistico del luogo ha comunicato che la piscina termale quella nuova in questo momento non è fruibile, il lavatoio invece è libero per chi vuole farsi un bagno termale gratis!!!!!!

 

Ps.chi vuole portare un uovo può provare, avvolto nella stagnola, a cuocerlo su uno dei tanti punti di fuoriuscita del gas e vapore, ci vorranno 6/7 minuti.

Con un po' di tempo a disposizione, potremmo visitare anche il centro storico del paese, che conserva un affascinante aspetto medievale, con le sue curiosità e con l'interessante piccolo museo se sarà aperto.

Per arricchire ulteriormente la nostra escursione, potremmo proseguire in direzione Serrazzano, con una visita agli scavi archeologici delle Terme di Bagnone, un insediamento termale etrusco romano, già riportato in antiche mappe romane.

Informazioni tecniche:

Percorso: E

Lunghezza: a piedi circa 7,2 Km  
Dislivello:
 circa  400 metri
Ritrovo:
 alla Casa Culturale di San Miniato Basso davanti alla zona bar alle ore 7,15, Partenza alle ore 7,30
E' richiesta la MASSIMA PUNTUALITA' .
Costo carburante:
 40 euro a equipaggio da S. Miniato;(Viamichelin.it) , che va ripartito in modo equo tra i partecipanti escludendo gli autisti.

Pranzo: al sacco, a cura dei partecipanti.
Equipaggiamento:
 scarponcini da trekking indispensabili,  ricambio degli indumenti, mantella o k-way per la pioggia; necessario per il bagno al lavatoio; una buona scorta d'acqua, buon umore e spirito di gruppo e di condivisione. No critiche e brontolamenti!!.

Nel caso di cattivo tempo o di eventi imprevisti, il percorso sarà modificato su decisione del capogita.

Il gruppo Etruria Trekking e il capogita non assumono alcuna responsabilità per eventuali infortuni.

Per partecipare é indispensabile rinnovare la tessera per l’anno 2015-16 entro il giorno MERCOLEDI’ prima dell’escursione presso la sede del Gruppo………….pena l’esclusione dalla gita ! AFFRETTATEVI !.

Ogni “Trekkilla/o”  é pregata/o di portarsi dietro la tessera del gruppo ed eventualmente esibirla su richiesta del capogita.

Il gruppo Etruria Trekking si riunisce ogni mercoledì alle ore 21.30 presso il locale della Polisportiva alla Casa Culturale a San Miniato Basso. L’accesso avviene utilizzando la scala posta sul lato nord lato piazza Don Ruggini, che da l’accesso anche al ristorante ma proseguendo per due rampe esterne e due interne fino a raggiungere l’ingresso de il sanremo productions Academy ed infine dirigendosi a destra per il relativo corridoio. 

Per informazioni telefonare a:

Renzo S. cell. 388 49 11 546.  

 

Comments