01-10-2017-Anello di Asciano Pisano

Anello di Asciano Pisano nella Valle delle Fonti

 

DOMENICA 1 OTTOBTRE 2017

Descrizione dell'itinerario:

 

L'itinerario si snoda attraverso la suggestiva Area Naturale protetta  di interesse locale: la Valle delle Fonti.

 

La zona ha un notevole interesse naturalistico, storico e sociale.

 

La ricca vegetazione è formata da specie arboree caducifoglie, tipiche di ambienti umidi, miste a piante sempreverdi come il leccio e l'alloro, si notano altresì  molte sughere e pini.

Nel sottobosco troviamo felci, i tronchi e le rocce sono ricoperti di muschi e licheni, oltre a funghi.   Le numerose sorgenti , da qui il nome Valle delle Fonti, derivano dallo strato impermeabile che      permette l'affioramento di numerose polle d'acqua, le cui acque sono storicamente di grande purezza. Questa qualità delle acque ha portato già in epoca Medicea alla realizzazione di opere di  interesse architettonico e idraulico per le necessità idriche della città di Pisa, opere che culminano  nel famoso acquedotto ad archi della piana pisana.

 

Nel  nostro percorso, sentiero 119,  s’incontra subito Il Cisternone dell'Acquedotto mediceo, che venne  costruito nel 1600, sotto la guida di Ferdinando I e Cosimo de Medici all'interno di un ampio progetto di irregimentazione idraulica delle acque. L' edificio monumentale sito a più di 1 km sopra ilcentro di Asciano, risulta essere quello di maggior rilievo architettonico. Costituito in facciata da un timpano triangolare e lesene laterali, il Cisternone aveva la funzione di stoccaggio delle acque, da qui, tramite una galleria sotterranea le acque  arrivavano in basso al bottino di san Rocco fino a sgorgare  nelle fontane di Pisa, dopo aver corso lungo il famoso acquedotto pisano.

 

Sempre sul sentiero 119,  incontreremo il monastero di S. Maria di Mirteto risalente all'anno 1000 e successivamente sviluppatosi in un insediamento più ampio, rimasto abitato fino al 1950.

Pur  trovandosi attualmente in uno stato di forte degrado, rimane sito di estremo interesse architettonico.

Grazie al Monastero del Mirteto, ci fu una vera e propria antropizzazione del monte verso il 1600. Si possono ancora vedere i segni che si allargano dalla chiesa al territorio circostante. Indice ne sono  la coltivazione del castagno, che ha ridisegnato il territorio con i tipici muri a lunetta e i terrapieni ancora oggi visibili.

L'abbandono definitivo delle aree boschive nel dopoguerra, ha segnato la decimazione dei castagni, soffocati dalla vegetazione locale spontanea.

 

Saliremo  poi, verso il  Passo della Conserva (quota 558 s.l.m.), inoltrandoci per molti chilometri in boschi folti di vegetazione, con aperture panoramiche sulla lucchesia.

Riscendendo a valle e, dopo la sosta per il pranzo,  incontreremo un paesaggio caratterizzato da alberi di sughero e oliveti, con ampie vedute sulla pianura pisana fino al mare, in giornate serene.

Concluderemo infine l'anello e la passeggiata nel paese di Asciano Pisano.

 

 

Informazioni tecniche:

Tempo di percorrenza: 6 h compresa la sosta per  il pranzo.

Dislivello: circa  400 metri in salita e in discesa.

Ritrovo 1: ore 7.50 alla Casa Culturale di San Miniato Basso davanti alla zona bar, partenza ore 8,00.

Ritrovo 2 : ore 9,00 Asciano Pisano (PI), Piazza delle lavandaie, parcheggio supermercato Carrefour express, partenza ora 9,15.

È richiesta la massima puntualità.

Costo trasferimento: con mezzi propri € 10,00 da San miniato basso ad equipaggio, ripartito tra i partecipanti ad esclusione dell'autista.

Pranzo: al sacco, a cura dei partecipanti.

Equipaggiamento: zaino e scarpe da trekking indispensabili, indumenti di ricambio, mantella o k-way per la pioggia, una abbondante scorta d’acqua, buon umore e spirito di gruppo e di condivisione. No critiche e brontolamenti !

Nel caso di cattivo tempo o di eventi imprevisti, il percorso sarà modificato su decisione delle accompagnatrici.

Il gruppo Etruria Trekking e le accompagnatrici non assumono alcuna responsabilità per eventuali infortuni.

Per partecipare é indispensabile rinnovare la tessera per l’anno 2017 entro il giorno MERCOLEDI’ prima dell’escursione presso la sede del Gruppo……….pena l’esclusione dalla gita !
 AFFRETTATEVI !.

Ogni “Trekkilla/o”  é pregata/o di portarsi dietro la tessera del gruppo ed eventualmente esibirla su richiesta le accompagnatrici. dell’accompagnatori.

Il gruppo Etruria Trekking si riunisce ogni mercoledì alle ore 21.30 presso il locale della Polisportiva alla Casa Culturale a San Miniato Basso. L’accesso avviene utilizzando la scala posta sul lato nord lato piazza Don Ruggini, che da l’accesso anche alla Locanda Pinocchio ma proseguendo per due rampe esterne e due interne fino a raggiungere l’ingresso dell’Ego Latino scuola e corsi danze caraibiche ed infine dirigendosi a destra per il relativo corridoio.  

 

 

Per informazioni telefonare a:    PIERA  M.    328 8043914 o 

                                                      ADRIANA  A. 327 7738898

Comments